Guardando in fondo al tunnel

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
peek
Messaggi: 5274
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da peek » domenica 15 marzo 2020, 1:29

Oggi ha chiuso il ciclismo, con il surreale svolgimento dell'ultima tappa della Parigi-Nizza. Una corsa nella quale sono arrivati in fondo una sessantina di corridori, la metà di quelli che arrivano normalmente al traguardo. Bella corsa peraltro, ci resterà nella memoria per un pezzo.

Apro questo thread perché mi piace guardare con speranza al futuro e allora credo che a breve, forse già dalla fine di questo mese, si dovrebbe iniziare a pianificare il resto della stagione, capire se si tratterà di una semplice ripresa, con una definitiva cancellazione di ciò che è andato perduto, oppure se si proverà a mettere mano creativamente al calendario per recuperare almeno in parte alcune belle corse, magari collocandole in modo sensato, secondo una logica che ne valorizzi il carattere e la sequenza. In fin dei conti, con il clima degli ultimi anni si può correre tranquillamente fino a novembre, quantomeno in certe parti dell'Europa e del mondo. Squadre ed atleti dovranno riorganizzare la stagione a partire da un periodo di inattività che potrebbe garantire energie sufficienti a poter correre a lungo nella seconda metà dell'anno.

Lo so, non è questo il momento per queste previsioni perché nessuno può dire ora con sufficiente fondatezza quanto accadrà. Ma se tutto va bene tra un settimana si potrebbe già percepire qualche timido cambio di direzione e non è escluso che a maggio - da qualche parte nel mondo - si possano anche ricominciare a correre delle gare in bicicletta.

Quello che va evitato è l'atteggiamento speculare al comportamento dissennato dell'ultima settimana, quando in molti si sono ostinati a non guardare in faccia la tragedia che ci stava avvolgendo. Intendo dire che dopo l'irresponsabile noncuranza possa arrivare l'irresponsabile passività. Nel ciclismo - come in tutto il resto - dal giorno dopo in cui si comincerà a percepire un mutamento di tendenza occorrerà pensare a come transitare fuori dall'emergenza. Sarà un compito difficile perché ciò che si può escludere fin d'ora è che a un certo punto tutto ciò finisca e tutto ricominci come prima. Ci vorranno energie, inventiva, intelligenza, capacità di ricostruire mattone dopo mattone sulle macerie che questa vicenda ci avrà lasciato.
Ma è una cosa che va fatta e chi porta responsabilità in questo sport, nei ruoli più svariati, deve impegnarsi a farlo.

Ecco, mi piacerebbe che questo thread ospitasse le opinioni sulle possibili riorganizzazioni di calendario, il nostro cazzeggio insomma, ma che radunassimo qui anche tutte le informazioni, rumors, indiscrezioni sui, più o meno disperati, tentativi di raddrizzare questo 2020 ciclistico, parte, per noi qui dentro certo rilevante, di uno sforzo e una speranza ben più grandi.



Luca90
Messaggi: 6801
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Luca90 » domenica 15 marzo 2020, 1:52

vista l'ostinazione di ASO con la parigi-nizza vogliamo vedere che la prima corsa della ripresa sarà la parigi-roubaix??


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
201(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019( 16°):Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8, Giro dell'Emilia

Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 2638
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 23:27

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da lambohbk » domenica 15 marzo 2020, 2:50

La speranza più grande è di avere poi un ottobre stellare


FC 2017: Dwars, La Panne, Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup, "L'Altro Lombardia"
FC 2018: Tour of the Alps, "L'Altro Mondiale", 3° Classificato Classifica Generale
FC 2019: Volta Limburg, Tour of California

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14149
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 15 marzo 2020, 7:39

Per me la prima corsa sara' il Giro


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » domenica 15 marzo 2020, 7:47

barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 7:39
Per me la prima corsa sara' il Giro
Ci sta, però teoricamente si dovrebbe riprendere dal calendario cancellato e scorrere in avanti... se non ce la fanno dando priorità a Monumenti, poi WT e infine Pro.


HEY MOTO

cassius
Messaggi: 844
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cassius » domenica 15 marzo 2020, 9:36

Questa epidemia farà perdere, a buon senso, tutte le corse di qui al Delfinato+Suisse, o se saremo sfigati fino al Tour de France.

Se a giugno la situazione sarà tranquilla, probabilmente sarà il caso di dare priorità a una stagione del Nord ridimensionata alle 4 corse principali (Fiandre-Roubaix-Amstel-Liegi) con alcune delle altre corse poste in mezzo alla settimana (sicuramente Freccia e Gand, le altre si vedrà).

La Tirreno non so se sia il caso di provare a recuperarla, ma da quel che leggevo si sta parlando di ottobre, così come per la Sanremo che invece di aprire la stagione che conta quest'anno la chiuderà.

Il vero casino è il Giro d'Italia: come fare?
So che qualcuno inorridirà, pazienza, ma una ipotesi di buon senso potrebbe essere quella di ridurre a 2 settimane Giro e Vuelta. Con un break di una settimana in mezzo, si permetterebbe peraltro la doppia partecipazione a tanti corridori di alto livello.

Bisognerà inoltre vedere come evolve la situazione per le Olimpiadi, se saltassero ci sarebbero chiaramente molti più "gradi di libertà" per salvare le corse clou della stagione.



34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » domenica 15 marzo 2020, 10:04

cassius ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 9:36
Il vero casino è il Giro d'Italia: come fare?
So che qualcuno inorridirà, pazienza, ma una ipotesi di buon senso potrebbe essere quella di ridurre a 2 settimane Giro e Vuelta. Con un break di una settimana in mezzo, si permetterebbe peraltro la doppia partecipazione a tanti corridori di alto livello.
Questa è una buona soluzione; a mali estremi estremi rimedi.


HEY MOTO

Lazzaro1
Messaggi: 873
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2018, 17:37

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Lazzaro1 » domenica 15 marzo 2020, 11:03

secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14149
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 15 marzo 2020, 11:13

Puo' essere ma finora le stime del governo che indicano pressapoco meta' aprile come la fine del numero considerevole dei contagi per poi quasi azzerarsi verso il 25, sono addirittura sovrastimate..ieri, per esempio avremmo dovuto avere 500 contagi in piu'.
Io non penso che il Giro iniziera' normalmente ..magari nelle zone piu' colpite potrebbero rimanere restrizioni simil PA-NI...
Ma resto moderatamente ottimista...e per il Giro sarebbe un boom simbolico da paura e se le condizioni lo consentissero sono sicuro che pure il Governo spingerebbe per iniziare questa manifestazione...nessuna manifestazione sportiva porterebbe un messaggio di rinascita come potrebbe fare il Giro..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2278
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nemecsek. » domenica 15 marzo 2020, 11:21

Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
in effetti temo che il tunnel lo si possa arredare, per ora
barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 7:39
Per me la prima corsa sara' il Giro

nel 2021, speramo


Immagine

cassius
Messaggi: 844
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cassius » domenica 15 marzo 2020, 11:23

barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:13
Puo' essere ma finora le stime del governo che indicano pressapoco meta' aprile come la fine del numero considerevole dei contagi per poi quasi azzerarsi verso il 25, sono addirittura sovrastimate..ieri, per esempio avremmo dovuto avere 500 contagi in piu'.
Io non penso che il Giro iniziera' normalmente ..magari nelle zone piu' colpite potrebbero rimanere restrizioni simil PA-NI...
Ma resto moderatamente ottimista...e per il Giro sarebbe un boom simbolico da paura e se le condizioni lo consentissero sono sicuro che pure il Governo spingerebbe per iniziare questa manifestazione...nessuna manifestazione sportiva porterebbe un messaggio di rinascita come potrebbe fare il Giro..
Far ripartire il Giro sarebbe un grandissimo messaggio di speranza, ma c'è un problema e si chiama indisciplina della ggggente.
Fino a quando un decreto draconiano mai visto nella Storia repubblicana non ci ha reclusi in casa, hanno tutti continuato a frequentare pub ristoranti eccetera, a viaggiare, a non dare smart working ai propri dipendenti anche quando sarebbe stato possibilissimo, a non capire quali lavorazioni mettevano davvero a rischio i propri dipendenti e quindi dovevano essere sospese punto e basta.
Io temo che se si facesse ripartire il Giro solo perchè l'epidemia ci da un po' di respiro, anche con tutte le raccomandazioni del mondo la gente se ne fregherebbe e si assieperebbe a bordo strada, ai villaggi partenza ecc.

Aggiungo che, mentre per la Strade Bianche/Tirreno/Sanremo la RCS ha potuto tenere tutti col fiato (fintamente) sospeso fino a 2 gg prima della SB, ovviamente per una corsa come il Giro bisogna decidere con congruo anticipo quando partire, quali tappe eventualmente spostare (la seconda metà del Giro è tutta nelle zone di maggior contagio...) eccetera.
Meglio programmare fin d'ora un cambiamento un po' drastico ma sul quale si può essere sicuri. Se - per dire - anche a settembre non si potesse correre il Giro, direi che il ciclismo sarebbe l'ultimo dei pensieri di chiunque. Ma non sarà così, coraggio!



peek
Messaggi: 5274
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da peek » domenica 15 marzo 2020, 11:50

34x27 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 10:04
cassius ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 9:36
Il vero casino è il Giro d'Italia: come fare?
So che qualcuno inorridirà, pazienza, ma una ipotesi di buon senso potrebbe essere quella di ridurre a 2 settimane Giro e Vuelta. Con un break di una settimana in mezzo, si permetterebbe peraltro la doppia partecipazione a tanti corridori di alto livello.
Questa è una buona soluzione; a mali estremi estremi rimedi.
Io non credo che, qualora si ricominciasse a correre, verranno apportate modifiche al calendario in essere. Se si riuscirà, si andrà a recuperare alcune corse cancellate, ma quelle previste dal momento della ripresa in avanti manterranno lo stesso calendario.
E credo sia anche comprensibile, altrimenti diventerebbe un casino assurdo.
Per questa ragione, il giro 2020 lo darei ormai per spacciato, il 9 maggio è davvero troppo presto, soprattutto per mettere in movimento una macchina di quel tipo, che muove tutte quelle persone provenienti da tutto il mondo per tre settimane. Insomma, se a un certo punto ricomincerà qualcosa accadrà in punta di piedi, corse di un giorno, di carattere prevalentemente nazionale, cose del genere.
Ecco, i campionati nazionali potrebbero rappresentare un obiettivo più credibile.

Tutt'altro che peregrina - benché immagino, as usual, basata su personale fantasia - l'ipotesi Beppone: recupero di Tirreno e Sanremo dopo il Lombardia, si chiuderebbe il tutto entro ottobre e senza praticamente concorrenza. Ci aggiungerei anche le Strade Bianche, tanto, sognare è gratis.
Ecco, quello che un Uci seria dovrebbe fare in questo momento è proprio questo tipo di ricollocazione in calendario, sono state le prime corse importanti annullate e cominci a pensare dove ricollocare quelle. Poi magari è un lavoro inutile perché non si riuscirà, ma lo sforzo lo fai, visto che peraltro non è che abbiano molto da fare in questo momento.



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14149
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 15 marzo 2020, 11:52

nemecsek. ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:21
Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
in effetti temo che il tunnel lo si possa arredare, per ora
barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 7:39
Per me la prima corsa sara' il Giro

nel 2021, speramo
Sai qualcosa che non sappiamo?


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » domenica 15 marzo 2020, 11:58

peek ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:50
Per questa ragione, il giro 2020 lo darei ormai per spacciato,
Beh allora certo. Se non puoi "rimodellare" il calendario, dove le trovi tre settimane free?!?


HEY MOTO

nime
Messaggi: 1054
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nime » domenica 15 marzo 2020, 12:01

barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:52

Sai qualcosa che non sappiamo?
ma no dai è solo logica e buonsenso come puoi pensare che fra poco più di 50 gg possano correrlo?

a wuhan sono ancora in quarantena oggi, anche ammesso e lo ritengo probabile che ad aprile regredisce, non sarà certo il giro la priorità, per evitare il riesplodere dei casi faranno come in cina riapriranno a piccoli passi le attività e servizi indispensabili di sicuro non una corsa ciclistica che porta con se solo altri problemi potenziali
Ultima modifica di nime il domenica 15 marzo 2020, 12:03, modificato 2 volte in totale.



Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2278
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nemecsek. » domenica 15 marzo 2020, 12:01

barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:52
nemecsek. ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:21
Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
in effetti temo che il tunnel lo si possa arredare, per ora
barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 7:39
Per me la prima corsa sara' il Giro

nel 2021, speramo
Sai qualcosa che non sappiamo?
no zio
ipotizzo gratuitamente
come tutti


Immagine

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14149
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 15 marzo 2020, 12:22

nime ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 12:01
barrylyndon ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:52

Sai qualcosa che non sappiamo?
ma no dai è solo logica e buonsenso come puoi pensare che fra poco più di 50 gg possano correrlo?

a wuhan sono ancora in quarantena oggi, anche ammesso e lo ritengo probabile che ad aprile regredisce, non sarà certo il giro la priorità, per evitare il riesplodere dei casi faranno come in cina riapriranno a piccoli passi le attività e servizi indispensabili di sicuro non una corsa ciclistica che porta con se solo altri problemi potenziali
In Cina il campionato di basket riprende il 3 aprile, magari a porte chiuse ma riprende.
Tra due mesi tante cose possono esser cambiate...prevedibilmente in meglio..altrimenti non lo si correra'.ma mancano ancora due mesi.


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

guidobaldo de medici
Messaggi: 3555
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » domenica 15 marzo 2020, 13:08

"non è escluso" "si potrebbe forse" "chissà magari"
sono tutti discorsi insensati, perché nessuno sa come evolverà la pandemia. un conto è avere un orizzonte almeno indicativo, e un conto è non averne nessuno. qui non c'è niente. potrebbe durare 1 solo mese, o 2 mesi, o forse un anno intero tra eventi maggiori e riprese. fanno bene a riaggiornarsi a inizio aprile. cos'altro si può fare?

una delle poche cose sensate la dice nibali, che immagina la possibilità di un calendario riscritto e prolungato, con corse (traduco io, ma mi sembra che il senso sia quello) in ottobre novembre dicembre. ma sono tutte ipotesi buttate lì. tocca aspettare :boh:



Il Complottista
Messaggi: 199
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Il Complottista » domenica 15 marzo 2020, 13:42

Dubito seriamente si faccia la stagione .
Molta gente nei vari paesi ha preso la cosa alla leggera e non sta tutelando se stessa e gli altri (Compresi alcuni Governanti) .
I contagi in Europa sono oramai estesi dappertutto ed è difficile guardare aldilà in tempi brevi .
Se devo fare una previsione :
Se va bene si faranno solo alcune corse , ma scordatevi i Grandi Giri e parecchie grandi classiche .



Winter
Messaggi: 15771
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Winter » domenica 15 marzo 2020, 13:45

Io farei il giro in contemporanea con la vuelta
il giro con tappe che finiscono alle 16 (come una volta)
la vuelta alle 18



cassius
Messaggi: 844
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cassius » domenica 15 marzo 2020, 15:46

Winter ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 13:45
Io farei il giro in contemporanea con la vuelta
il giro con tappe che finiscono alle 16 (come una volta)
la vuelta alle 18
Sarebbe meraviglioso.
Ma forse ammazzeresti la produttività di troppi italiani - me in primis - in un anno in cui non ce n'è bisogno :D :D



qrier
Messaggi: 848
Iscritto il: giovedì 7 maggio 2015, 15:12

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da qrier » domenica 15 marzo 2020, 16:01

Credo che il Giro o si svolgerà a giugno oppure ci si rivede nel 2021. Difficile ricollocarlo in un calendario già ricco (senza olimpiadi si sarebbe invece potuto piazzare dopo il Tour e prima della Vuelta).

Non credo poi che la Vuelta abbia interesse ad accorciarsi per dare spazio al Giro (ipotesi 2 settimane ciascuno).



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4736
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Patate » domenica 15 marzo 2020, 16:11

Winter ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 13:45
Io farei il giro in contemporanea con la vuelta
il giro con tappe che finiscono alle 16 (come una volta)
la vuelta alle 18
Tappe che finiscono presto e senza rischio neve, si va a mare e tornati si recuperano i cinque minuti interessanti della Vuelta.
Sarebbe perfetto, dove si firma? :D


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

nikybo85
Messaggi: 3256
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 15 marzo 2020, 16:50

cassius ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 15:46
Winter ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 13:45
Io farei il giro in contemporanea con la vuelta
il giro con tappe che finiscono alle 16 (come una volta)
la vuelta alle 18
Sarebbe meraviglioso.
Ma forse ammazzeresti la produttività di troppi italiani - me in primis - in un anno in cui non ce n'è bisogno :D :D
Applausi ad entrambi :clap: :D



Bomby
Messaggi: 1641
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 15 marzo 2020, 18:18

Ragazzi, se va bene si riesce a fare il Tour, a porte chiuse e senza troppa fanfara. Il Giro lo si rifà o a ottobre, o mai. Non è detto che se il 25 aprile non ci sono più contagi in Italia non ci sia più rischio: anzi, è il periodo più pericoloso, la gente si sentirà tranquilla, dopo un lungo periodo di clausura forzata avrà voglia di tornare in giro, ed è lì che potrebbe ripartire tutto il cinema!



giorgio ricci
Messaggi: 3347
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da giorgio ricci » domenica 15 marzo 2020, 20:45

Pardon, se mettiamo le corse a ottobre a magari a novembre, come possiamo conciliare tutto ciò con il cross, e il riposo invernale dei corridori?
Potremmo avere Una Milano Sanremo il 20 ottobre e una a marzo?.
Però questo è il meno, un edizione poco più che dimostrativa ci sta ma il Giro no. Quello o lo fai entro settembre o non lo fai.
Per me la contemporanea con la Vuelta crea ulteriore confusione, ipotesi non applicabile mettere in concorrenza due eventi uguali.
Sarebbe invece un ipotesi drastica ridisegnare il calendario a partire da luglio? Agosto? Recuperando solo monumento, Tour e forse Giro, annullando le altre corse, e finendo regolarmente con il Lombardia. Si potrebbe fare Sanremo al piatto dells tre valli, e strade bianche al posto dell'Emilia.
Gli organizzatori sarebbero contenti? Se il Polonia avesse l'opportunità di diventare la corsa del ritorno alla normalità aumentando la propria popolarità, lascerebbe il posto al Giro?
L'ipotesi più realistica é lasciare tutto com'è, con i posteri che ricorderanno i vuoti in casella come '2020 l' anno del virus '. Una testimonianza negli anni del dramma che stiamo vivendo.



jumbo
Messaggi: 5578
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da jumbo » domenica 15 marzo 2020, 21:12

Concordo.
Mi pare l'unica ipotesi praticabile e ragionevole.



guidobaldo de medici
Messaggi: 3555
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » domenica 15 marzo 2020, 21:57

credo non ci sia più alcuno sport che possa pianificare nulla. cosa mai successa, perché persino in tempo di guerra c'erano corse, partite e sport vari qua e là.



cassius
Messaggi: 844
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cassius » domenica 15 marzo 2020, 22:40

giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Pardon, se mettiamo le corse a ottobre a magari a novembre, come possiamo conciliare tutto ciò con il cross, e il riposo invernale dei corridori?
Il cross fra gli stradisti lo fanno solo MVDP e ormai più poco Van Aert. Se in contemporanea al Giro si corre il GP Vandercippen di qualche remoto sobborgo belga, e sticazzi, fatemelo dì.
Il riposo invernale? Basta presentarsi l'anno dopo alla Vuelta San Juan o al Tour Down Under indietro di forma, tocca scegliere mica si può far sempre tutto al top.
giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Potremmo avere Una Milano Sanremo il 20 ottobre e una a marzo?.
Quando decisero di shiftare di 2 anni le olimpiadi invernali, fecero Albertville 1992 e Lillehammer 1994.
"Oddio due olimpiadi a distanza di 2 anni"..."boh, l'alternativa era di aspettarne 6"
Anche il mondiale di sci in Sierra Nevada si svolse nel 96 perchè nel 95 non c'era neve.
giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Però questo è il meno, un edizione poco più che dimostrativa ci sta ma il Giro no. Quello o lo fai entro settembre o non lo fai.
E' chiaro che un Giro a ottobre andrebbe ridisegnato sennò lo finiscono in 5. E anche a settembre andrebbe ripensato.
Questi non correranno per mesi e poi si ritroveranno un calendario fittissimo.
Oh, l'alternativa è lasciare un buco.
giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Per me la contemporanea con la Vuelta crea ulteriore confusione, ipotesi non applicabile mettere in concorrenza due eventi uguali.
E' un bel rischio, dall'altra una bella scommessa.
Ma io rilancio la mia proposta: Giro e Vuelta di 2 settimane invece di 3, e separati da una settimana di riposo e trasferimento.
Avrebbe un significato ideale molto bello, le due corse della rinascita dei due Paesi che stanno soffrendo di più ora, che rinunciano un pezzo a testa. E magari con tanti protagonisti in comune (Tour permettendo).
giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Sarebbe invece un ipotesi drastica ridisegnare il calendario a partire da luglio? Agosto? Recuperando solo monumento, Tour e forse Giro, annullando le altre corse, e finendo regolarmente con il Lombardia. Si potrebbe fare Sanremo al piatto dells tre valli, e strade bianche al posto dell'Emilia.
Gli organizzatori sarebbero contenti? Se il Polonia avesse l'opportunità di diventare la corsa del ritorno alla normalità aumentando la propria popolarità, lascerebbe il posto al Giro?
Anch'io avevo pensato a questa eventualità, ma sarebbe brutto, sarebbe uno sport che cannibalizza gli eventi minori.
Meglio chiedere agli organizzatori di più corse di scegliere quali far saltare (che so, se salta la Tirreno per fare il Giro in qualche modo, ok, ha senso).
giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
L'ipotesi più realistica é lasciare tutto com'è, con i posteri che ricorderanno i vuoti in casella come '2020 l' anno del virus '. Una testimonianza negli anni del dramma che stiamo vivendo.
Sarebbe bruttissimo, sarebbe quella sì una resa, sarebbe un dire "non abbiamo saputo pensare un po' out of the box, abbiamo preferito piangerci addosso".
Il Giro 2020 si deve correre e, fatemi dire una roba da Giletti, che sogno sarebbe se lo vincesse Nibali.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11677
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 16 marzo 2020, 9:56

Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
Penso che la stagione 2020 sia andata.
Anche perchè tra non molto verranno bloccate anche le preparazioni con staff.
Potrebbe diventare tutto un "fai da te" ma con che risultati, poi ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1620
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Beppugrillo » lunedì 16 marzo 2020, 10:49

Io non so cosa c'è in fondo al tunnel, so solo che Guidobaldo ci vede un altro tunnel
Allegati
download.png
download.png (644.64 KiB) Visto 3258 volte



34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 16 marzo 2020, 10:54

Bravo. Tranquillo che tra una decina di giorni si torna a correre...


HEY MOTO

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18503
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 16 marzo 2020, 11:01

nino58 ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 9:56
Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
Penso che la stagione 2020 sia andata.
Anche perchè tra non molto verranno bloccate anche le preparazioni con staff.
Potrebbe diventare tutto un "fai da te" ma con che risultati, poi ?
Beh, male non sarebbe una cosa del genere se si tornasse a correre. Un pò di scientificità in meno secondo me ci farebbe bene


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12515
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cauz. » lunedì 16 marzo 2020, 11:55

io il giro 2020 lo farei a maggio 2021. nel senso: stesso percorso, stesse squadre (anche per chi nel frattempo dovesse cambiare), stesse maglie, stessi partecipanti (vale pure per i ritirati) stesso livello di preparazione del 2020. pure beppe conti dovrebbe essere obbligato a portare le stesse cravatte.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2278
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 16 marzo 2020, 11:56

cauz. ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 11:55
io il giro 2020 lo farei a maggio 2021. nel senso: stesso percorso, stesse squadre (anche per chi nel frattempo dovesse cambiare), stesse maglie, stessi partecipanti (vale pure per i ritirati) stesso livello di preparazione del 2020. pure beppe conti dovrebbe essere obbligato a portare le stesse cravatte.


:lol:

:clap: :clap: :clap:


Immagine

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2278
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 16 marzo 2020, 12:02

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 11:01
nino58 ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 9:56
Lazzaro1 ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 11:03
secondo me le Vostre sono tutte ipotesi fin troppo ottimiste
Penso che la stagione 2020 sia andata.
Anche perchè tra non molto verranno bloccate anche le preparazioni con staff.
Potrebbe diventare tutto un "fai da te" ma con che risultati, poi ?
Beh, male non sarebbe una cosa del genere se si tornasse a correre. Un pò di scientificità in meno secondo me ci farebbe bene
ce sto
poi però n è che uscite co le letture classiste che la michellton o la lotto no hanno la struttura de chi ce semo capiti e che le forze imperialiste se so potute allenà mejo


Immagine

Winter
Messaggi: 15771
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 16 marzo 2020, 18:57

giorgio ricci ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:45
Pardon, se mettiamo le corse a ottobre a magari a novembre, come possiamo conciliare tutto ciò con il cross, e il riposo invernale dei corridori?
Potremmo avere Una Milano Sanremo il 20 ottobre e una a marzo?.
Però questo è il meno, un edizione poco più che dimostrativa ci sta ma il Giro no. Quello o lo fai entro settembre o non lo fai.
Per me la contemporanea con la Vuelta crea ulteriore confusione, ipotesi non applicabile mettere in concorrenza due eventi uguali.
Sarebbe invece un ipotesi drastica ridisegnare il calendario a partire da luglio? Agosto? Recuperando solo monumento, Tour e forse Giro, annullando le altre corse, e finendo regolarmente con il Lombardia. Si potrebbe fare Sanremo al piatto dells tre valli, e strade bianche al posto dell'Emilia.
Gli organizzatori sarebbero contenti? Se il Polonia avesse l'opportunità di diventare la corsa del ritorno alla normalità aumentando la propria popolarità, lascerebbe il posto al Giro?
L'ipotesi più realistica é lasciare tutto com'è, con i posteri che ricorderanno i vuoti in casella come '2020 l' anno del virus '. Una testimonianza negli anni del dramma che stiamo vivendo.
ma non sarebbero in concorrenza
farebbero anche da traino a vicenda
Uno prima (il giro) e uno dopo (la vuelta)
Per me non puo' esistere una stagione senza giro e sanremo ..



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5588
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 16 marzo 2020, 19:00

Beppugrillo ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 10:49
Io non so cosa c'è in fondo al tunnel, so solo che Guidobaldo ci vede un altro tunnel
:D


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Fiandre
Messaggi: 528
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Fiandre » lunedì 16 marzo 2020, 21:13

Ho letto ora una dichiarazione in casa sunweb che dice che molti pensano che il ritorno alla stagione sarà con il tour, sembra strano ma iniziare con il tour avrebbe un suo fascino magari con qualche corsetta prima
In più con la possibilità di una non olimpiade avremmo un agosto praticamente libero e un settembre ottobre e spiccioli di Novembre potentissimi
Pensare che si faccia il giro a maggio è utopia ma lo è in equal modo pensare che non si faccia
I calendari prestabiliti vanno a farsi benedire, ci si adatterà, il giro a settembre secondo me ci starebbe



Bomby
Messaggi: 1641
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Bomby » lunedì 16 marzo 2020, 21:34

L'ho trovato scritto in altro forum non medico, da prendere con le molle.
Secondo i criteri OMS, una emergenza epidemica si considera cessata soltanto se non si registra alcun nuovo caso di contagio per due periodi di incubazione consecutivi.
Quindi nel COVID19 occorre che per 28 giorni consecutivi non si registri nessun nuovo contagio, dopodiché il Paese interessato deve mantenere una "elevata sorveglianza sanitaria" nei 90 giorni successivi.
Mettendo che i nuovi casi vadano a 0 come previsioni il 29/4, occorre attendere il 27/5 perché l'emergenza sia considerata cessata (leggi, tappati in casa fino al 27/5, o comunque con fortissime limitazioni) e fino a fine agosto con altissime cautele.



guidobaldo de medici
Messaggi: 3555
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » martedì 17 marzo 2020, 2:05

si comincia un po' a capire come funziona... cioè con un meccanismo a macchia di leopardo, dove ogni focolaio è "sfasato" di giorni o settimane o più settimane rispetto agli altri. si spegne lodi parte bergamo... poi brescia... parte milano... altre zone d'italia tra una settimana o due... e questo schema in tutta europa e in tutto il mondo... una zona rossa si chiude... poi il focolaio va a zero e la stessa zona rossa si apre... ma subito dopo deve chiudersi di nuovo rispetto all'esterno per non far entrare i contagiati prodotti dagli altri focolai... e così via... con attività che si riducono quasi a zero e poi riprendono un po' e poi di nuovo potrebbero ridursi... con questi sciami virali che vanno e vengono... e la gente tappata in casa per periodi estremamente lunghi (a wuhan non hanno più casi o pochissimi casi, ma restano tappati ormai da 54 giorni)... non c'è un'esplosione seguita da un recupero... ma una serie di crisi locali che si intrecciano e si alternano... un notevole casino direi.



Bomby
Messaggi: 1641
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Bomby » martedì 17 marzo 2020, 9:22

A Wuhan seguono le direttive OMS: non è che se i nuovi casi sono a 0 è impossibile che ci siano nuovi contagi... In uno studio fatto a Vo' è stato visto che il 50-75% degli infettati sono asintomatici (ma sono comunque infettivi), e quelli vanno in giro come niente fosse. L'attesa di due periodi di incubazione serve a far emergere possibili casi di infettati sintomaci, che sarebbero il segnale che in giro l'infezione c'è ancora. In quel caso, dato che i movimenti sarebbero ancora limitati, sarebbe molto più facile però isolare l'infezione come si tentò di fare all'inizio.



34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » martedì 17 marzo 2020, 9:47

Bomby ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 9:22
A Wuhan seguono le direttive OMS: non è che se i nuovi casi sono a 0 è impossibile che ci siano nuovi contagi... In uno studio fatto a Vo' è stato visto che il 50-75% degli infettati sono asintomatici (ma sono comunque infettivi), e quelli vanno in giro come niente fosse. L'attesa di due periodi di incubazione serve a far emergere possibili casi di infettati sintomaci, che sarebbero il segnale che in giro l'infezione c'è ancora. In quel caso, dato che i movimenti sarebbero ancora limitati, sarebbe molto più facile però isolare l'infezione come si tentò di fare all'inizio.
Chiaro. Infatti sono curioso di vedere chi e quando si prenderà la responsabilità di far ripartire lo sport a livello mondiale (non solo il ciclismo) col rischio che qualche asintomatico faccia da "innesco" per la ripartenza di uno o più focolai.


HEY MOTO

Fiandre
Messaggi: 528
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Fiandre » martedì 17 marzo 2020, 10:51

34x27 ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 9:47
Bomby ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 9:22
A Wuhan seguono le direttive OMS: non è che se i nuovi casi sono a 0 è impossibile che ci siano nuovi contagi... In uno studio fatto a Vo' è stato visto che il 50-75% degli infettati sono asintomatici (ma sono comunque infettivi), e quelli vanno in giro come niente fosse. L'attesa di due periodi di incubazione serve a far emergere possibili casi di infettati sintomaci, che sarebbero il segnale che in giro l'infezione c'è ancora. In quel caso, dato che i movimenti sarebbero ancora limitati, sarebbe molto più facile però isolare l'infezione come si tentò di fare all'inizio.
Chiaro. Infatti sono curioso di vedere chi e quando si prenderà la responsabilità di far ripartire lo sport a livello mondiale (non solo il ciclismo) col rischio che qualche asintomatico faccia da "innesco" per la ripartenza di uno o più focolai.
Quindi per capire,
Se il 29 aprile come da tabella in Italia si dovessero azzerare i contagi da lì seguirebbero 28 giorni per verificare un eventuale periodo doppio di incubazione vero? Ma se dopo questi due periodi non si dovessero aprirsi nuovi focolai
Ci potremmo dire fuori pericolo e iniziare a vivere normalmente o no??
Scusate e per capire



jumbo
Messaggi: 5578
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da jumbo » martedì 17 marzo 2020, 11:44

Speriamo che vada come con la sars che in estate si estinse da sola.
Del resto i due virus sono stretti parenti.



34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » martedì 17 marzo 2020, 12:23

Fiandre ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 10:51
Scusate e per capire
Non ho le basi mediche per darti una risposta con un minimo di fondamento. Però il ragionamento di Bomby -a logica- non mi pare sbagliatissimo.


HEY MOTO

Bomby
Messaggi: 1641
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Bomby » martedì 17 marzo 2020, 12:28

Fiandre ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 10:51
34x27 ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 9:47
Bomby ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 9:22
A Wuhan seguono le direttive OMS: non è che se i nuovi casi sono a 0 è impossibile che ci siano nuovi contagi... In uno studio fatto a Vo' è stato visto che il 50-75% degli infettati sono asintomatici (ma sono comunque infettivi), e quelli vanno in giro come niente fosse. L'attesa di due periodi di incubazione serve a far emergere possibili casi di infettati sintomaci, che sarebbero il segnale che in giro l'infezione c'è ancora. In quel caso, dato che i movimenti sarebbero ancora limitati, sarebbe molto più facile però isolare l'infezione come si tentò di fare all'inizio.
Chiaro. Infatti sono curioso di vedere chi e quando si prenderà la responsabilità di far ripartire lo sport a livello mondiale (non solo il ciclismo) col rischio che qualche asintomatico faccia da "innesco" per la ripartenza di uno o più focolai.
Quindi per capire,
Se il 29 aprile come da tabella in Italia si dovessero azzerare i contagi da lì seguirebbero 28 giorni per verificare un eventuale periodo doppio di incubazione vero? Ma se dopo questi due periodi non si dovessero aprirsi nuovi focolai
Ci potremmo dire fuori pericolo e iniziare a vivere normalmente o no??
Scusate e per capire
Ci sarebbero altri 90 giorni di "elevata sorveglianza sanitaria" (secondo la mia fonte, che non ho verificato, ma che reputo abbastanza attendibile). Non so questo cosa comporti: probabilmente verranno mantenute delle forti limitazioni e controlli. Probabilmente si riusciranno ad organizzare degli eventi sportivi, ma con forte limitazione di partecipazione del pubblico. Almeno, io, ad ignoranza, farei così.



cassius
Messaggi: 844
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da cassius » martedì 17 marzo 2020, 14:50

Bomby ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 12:28
Ci sarebbero altri 90 giorni di "elevata sorveglianza sanitaria" (secondo la mia fonte, che non ho verificato, ma che reputo abbastanza attendibile). Non so questo cosa comporti: probabilmente verranno mantenute delle forti limitazioni e controlli. Probabilmente si riusciranno ad organizzare degli eventi sportivi, ma con forte limitazione di partecipazione del pubblico. Almeno, io, ad ignoranza, farei così.
Penso proprio di sì.
Prima o poi dovranno comunque rilassare i criteri, il Paese deve ripartire.
Chiaro che in un posto come l'Europa, con tantissima mobilità interna, turismo, pendolarismo, movida...il business as usual è il modo migliore per far esplodere decine di migliaia di casi alla settimana. Ma la modalità attuale, con milioni di persone murate vive in casa, è sostenibile per un tempo limitato, non solo per ragioni economiche ma anche sociali. In Cina per dirne una è aumentata moltissimo la violenza domestica ed è in arrivo una raffica di divorzi, e sappiamo questo perchè di sicuro le statistiche sui suicidi ce le hanno ma non le fanno uscire.
Bisognerà trovare una modalità intermedia che permetta di gestire per un periodo di alcuni mesi il decorso dell'epidemia. Al termine del quale forse raggiungeremo la famosa immunità di gregge.

In questa modalità intermedia, corse ciclistiche opportunamente blindate, selezionate, con trasferimenti solo via terra (e quindi solo in Europa), forse avrebbero un senso.



Fiandre
Messaggi: 528
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Fiandre » martedì 17 marzo 2020, 16:48

Intanto il CIOo ha ribadito che non prenderanno decisioni drastiche sull olimpiade, confidando che entro luglio il tutto possa rientrare e invitano gli atleti a continuare la preparazione
I giochi non verranno rinviati come gli europei a un altro anno se ci sarà uno slittamento sarà solo di qualche settimana
Questo è uno spunto interessante per l eventuale nuovo calendario ciclistico



34x27
Messaggi: 3665
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » martedì 17 marzo 2020, 17:05

Fiandre ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 16:48
Intanto il CIOo ha ribadito che non prenderanno decisioni drastiche sull olimpiade, confidando che entro luglio il tutto possa rientrare e invitano gli atleti a continuare la preparazione
I giochi non verranno rinviati come gli europei a un altro anno se ci sarà uno slittamento sarà solo di qualche settimana
Questo è uno spunto interessante per l eventuale nuovo calendario ciclistico
Ho trovato questo, non so se quello che hai letto tu sia precedente o successivo all'articolo...

https://www.oasport.it/2020/03/olimpiad ... omas-bach/

E come se non bastasse: https://www.oasport.it/2020/03/olimpiad ... ronavirus/


HEY MOTO

Rispondi