Guardando in fondo al tunnel

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 23 marzo 2020, 10:31

Fiandre ha scritto:
domenica 22 marzo 2020, 20:43
Aggiornamento
C'è anche un problema legato ai controlli antidoping: https://www.oasport.it/2020/03/olimpiad ... -febbraio/


HEY MOTO

il ciociaro
Messaggi: 82
Iscritto il: sabato 16 dicembre 2017, 18:07

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da il ciociaro » lunedì 23 marzo 2020, 11:39

34x27 ha scritto:
lunedì 23 marzo 2020, 10:31
Fiandre ha scritto:
domenica 22 marzo 2020, 20:43
Aggiornamento
C'è anche un problema legato ai controlli antidoping: https://www.oasport.it/2020/03/olimpiad ... -febbraio/
direi che l'antidoping in questo momento passi leggermente in secondo piano



34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 23 marzo 2020, 11:41

il ciociaro ha scritto:
lunedì 23 marzo 2020, 11:39
direi che l'antidoping in questo momento passi leggermente in secondo piano
Beh non direi... è piuttosto importante, parte integrante dell'organizzazione e del suo corretto svolgimento.


HEY MOTO

Fiandre
Messaggi: 524
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Fiandre » lunedì 23 marzo 2020, 21:26

Olimpiadi ad un passo dal diventare Tokyo 2021 manca solo l ufficialità
Sono molto dispiaciuto
Ora vedremo che farà il ciclismo ma si liberano due settimane
E il giro lì ci starebbe alla perfezione, si è aperto un portone, sfruttiamolo



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2640
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 23 marzo 2020, 23:36

Guardando in fondo al tunnel, io sono pessimista sulla tenuta del ciclismo così come lo abbiamo visto (e idolatrato) negli ultimi 10 anni. Forse è già stato detto, ma gli sponsor con ritorno pari a zero almeno fino all'estate, come minimo vorranno scalare i mesi non goduti. Inoltre, consideriamo l'inevitabile recessione post Covit-19 e il conseguente taglio drastico dei badget delle aziende.
Io intanto prego che più vite possibile siano salvate. Alla bici, al ciclismo, ci penseremo tra qualche mese.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 3006
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » martedì 24 marzo 2020, 7:12

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... oronavirus

Concordo. La stagione è ragionevolmente finita. Capisco, la speranza sia l'ultima a morire, ma è evidente che non ci sono i presupposti per mettere su una strada, negli alberghi, sui motorhome, centinaia di persone. E non sto parlando di pubblico. Se solo dovesse capitare un caso di positività al covid 19, durante una qualsiasi gara, crollerebbe tutto come un castello di carta. Ma quale sponsor, manager o organizzatore è in grado di prendersi una responsabilità del genere ? Bisogna ahimè, cominciare a farsene una ragione. Piuttosto sarebbe bene cominciare a gettare le basi per rivedere tutto il sistema ciclismo. Anche perché si sarà costretti a farlo.

I Cina ed in Corea, dopo 5 mesi, stanno ricominciando a verificarsi i nuovi contagi di ritorno. In usa bel giro di una settimana quasi 50000 contagi e 99 decessi, l'Inghilterra ha deciso per la chiusura all'italiana. Purtroppo siamo solo all'inizio. L'unica speranza è che si trovi una cura . L'isolamento è solo un modo per cercare di arginare e rallentare, ma è chiaro che non può funzionare su un pianeta popolato da 6 miliardi di persone.


Quand la merda la munta scagn o la fa spusa o la fa dan :old:

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11665
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 24 marzo 2020, 10:12

Patate ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 10:01
Reddo ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 8:46
Il topic di Nibali trasformato in una discussione sul Coronavirus.

Provo a riportare il tutto in tema. Se dovessero riprendere le corse ciclistiche per giugno.. ci ritroveremo Vincenzo al Tour? O meglio... tutti al tour
Non credo, perché Vincenzo è diventato un corridore che ha bisogno di un po' di giorni di gara per arrivare in forma: probabilmente al Tour si arriverà con zero (o quasi) giorni di corsa, come ipotizzava De Gendt in una intervista, creando uno scenario quantomeno strano.
Ovviamente se il Tour verrà corso nella sua data originale
A giugno-luglio non è finito niente.
Per le attività sportive se ne riparla l'anno prossimo.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Cthulhu
Messaggi: 572
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Cthulhu » martedì 24 marzo 2020, 17:28

nino58 ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 10:12
Patate ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 10:01
Reddo ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 8:46
Il topic di Nibali trasformato in una discussione sul Coronavirus.

Provo a riportare il tutto in tema. Se dovessero riprendere le corse ciclistiche per giugno.. ci ritroveremo Vincenzo al Tour? O meglio... tutti al tour
Non credo, perché Vincenzo è diventato un corridore che ha bisogno di un po' di giorni di gara per arrivare in forma: probabilmente al Tour si arriverà con zero (o quasi) giorni di corsa, come ipotizzava De Gendt in una intervista, creando uno scenario quantomeno strano.
Ovviamente se il Tour verrà corso nella sua data originale
A giugno-luglio non è finito niente.
Per le attività sportive se ne riparla l'anno prossimo.
Credo che ormai lo abbiano capito tutti. Se non si fanno i G.O. salta anche tutto il resto.
Sono pensieri oziosi di ( forzatamente..) oziosi.
Bisogna pur far passare il tempo.



NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » martedì 24 marzo 2020, 17:44

Credo che sia impensabile parlare di disputare delle corse adesso se i ciclisti non sanno nemmeno quando e se potranno ricominciare ad allenarsi.

Che i Giochi Olimpici saltassero era scontato perchè ormai non c'era più tempo a disposizione per consentire agli atleti dei vari sport di qualificarsi per l'appuntamento a 5 cerchi. Le qualificazioni si sarebbero dovute tenere tutti in questi mesi e quindi non c'era più tempo a disposizione per poter rimediare.

Per quel che riguarda le corse ciclistiche di fine stagione potrebbe esserci ancora qualche flebile speranza di poter correre qualcosa verso settembre/ottobre nella migliore delle ipotesi. Ma anche questo non è affatto scontato, dipende da come procederà la situazione della pandemia in tutto il mondo. Io personalmente sono pessimista, ma la speranza è l'ultima a morire come si suol dire.



herbie
Messaggi: 4923
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da herbie » mercoledì 25 marzo 2020, 12:38

NibalAru ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 17:44
Credo che sia impensabile parlare di disputare delle corse adesso se i ciclisti non sanno nemmeno quando e se potranno ricominciare ad allenarsi.

Che i Giochi Olimpici saltassero era scontato perchè ormai non c'era più tempo a disposizione per consentire agli atleti dei vari sport di qualificarsi per l'appuntamento a 5 cerchi. Le qualificazioni si sarebbero dovute tenere tutti in questi mesi e quindi non c'era più tempo a disposizione per poter rimediare.

Per quel che riguarda le corse ciclistiche di fine stagione potrebbe esserci ancora qualche flebile speranza di poter correre qualcosa verso settembre/ottobre nella migliore delle ipotesi. Ma anche questo non è affatto scontato, dipende da come procederà la situazione della pandemia in tutto il mondo. Io personalmente sono pessimista, ma la speranza è l'ultima a morire come si suol dire.
va bene, per quanto riguarda la situazione ambientale, io sono molto pessimista. Ma per quanto riguarda queste previsioni su date e possibilità di correre, aspetterei a buttare il bambino con l'acqua sporca.
Sembra un secolo (grazie agli arresti domiciliari che ingigantiscono tutto) ,ma è appena più di un mese che è in corso questa epidemia. Non è ancora finito il mese di marzo, marzo dico, ancora non si sarebbe corso il grosso della stagione al nord, e stiamo già con un anticipo stellare, buttandoa mare anche le corse di settembre?

Potrà andare anche così, ma io andrei avanti con leprevisioni di 15 giorni in 15 giorni, specie se c'è da buttar via le cose. QUando sono sicuro al 100% che una cosa è impossibile, la butto.
Anche perchè, e qui risollevo una questione sopita: la Parigi-Nizza ha mostrato come si possono fare corse in bici "a porte chiuse", in situazioni di contagio limitato, senza fare grossi danni, oltre a far vedere come poteva esser fatta correre anche la Strade Bianche.
Io non ho sentito di un boom di contagi tra i corridori, dovuto alla Parigi - Nizza, e sì che una corsa combattuta come quella, avrebbe dovuto aprire, anzi spalancare, le fantomatiche "finestre di depressione immunitaria" nei corridori, tanto paventate in questi giorni anche per i passeggiatori da frequenze ampiamente aerobiche, o mi sbaglio?
Questo anno perso per Nibali, se sarà totalmente perso, suona purtroppo proprio come una chiusura finale, per la sua carriera. Spero di sbagliarmi, ma una riflessione razionale porta a dire questo.



NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » mercoledì 25 marzo 2020, 17:38

herbie ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 12:38
NibalAru ha scritto:
martedì 24 marzo 2020, 17:44
Credo che sia impensabile parlare di disputare delle corse adesso se i ciclisti non sanno nemmeno quando e se potranno ricominciare ad allenarsi.

Che i Giochi Olimpici saltassero era scontato perchè ormai non c'era più tempo a disposizione per consentire agli atleti dei vari sport di qualificarsi per l'appuntamento a 5 cerchi. Le qualificazioni si sarebbero dovute tenere tutti in questi mesi e quindi non c'era più tempo a disposizione per poter rimediare.

Per quel che riguarda le corse ciclistiche di fine stagione potrebbe esserci ancora qualche flebile speranza di poter correre qualcosa verso settembre/ottobre nella migliore delle ipotesi. Ma anche questo non è affatto scontato, dipende da come procederà la situazione della pandemia in tutto il mondo. Io personalmente sono pessimista, ma la speranza è l'ultima a morire come si suol dire.
va bene, per quanto riguarda la situazione ambientale, io sono molto pessimista. Ma per quanto riguarda queste previsioni su date e possibilità di correre, aspetterei a buttare il bambino con l'acqua sporca.
Sembra un secolo (grazie agli arresti domiciliari che ingigantiscono tutto) ,ma è appena più di un mese che è in corso questa epidemia. Non è ancora finito il mese di marzo, marzo dico, ancora non si sarebbe corso il grosso della stagione al nord, e stiamo già con un anticipo stellare, buttandoa mare anche le corse di settembre?

Potrà andare anche così, ma io andrei avanti con leprevisioni di 15 giorni in 15 giorni, specie se c'è da buttar via le cose. QUando sono sicuro al 100% che una cosa è impossibile, la butto.
Anche perchè, e qui risollevo una questione sopita: la Parigi-Nizza ha mostrato come si possono fare corse in bici "a porte chiuse", in situazioni di contagio limitato, senza fare grossi danni, oltre a far vedere come poteva esser fatta correre anche la Strade Bianche.
Io non ho sentito di un boom di contagi tra i corridori, dovuto alla Parigi - Nizza, e sì che una corsa combattuta come quella, avrebbe dovuto aprire, anzi spalancare, le fantomatiche "finestre di depressione immunitaria" nei corridori, tanto paventate in questi giorni anche per i passeggiatori da frequenze ampiamente aerobiche, o mi sbaglio?
Questo anno perso per Nibali, se sarà totalmente perso, suona purtroppo proprio come una chiusura finale, per la sua carriera. Spero di sbagliarmi, ma una riflessione razionale porta a dire questo.
Purtroppo credo che prima di maggio/giugno la situazione non possa risolversi completamente anche nella più rosea delle previsioni. E dei ciclisti professionisti che non hanno avuto la possibilità di allenarsi come si deve per due o tre mesi, prima di pensare di tornare alle corse (e per di più corse di una certa importanza come Grandi Giri e classiche monumento) devono almeno avere la possibilità di tornare ad allenarsi all'aperto per un periodo di tempo importante. Non si può pensare di tornare subito a correre delle corse prestigiose senza prima aver fatto una preparazione adeguata. Da qui il mio pessimismo.

Poi magari qualche corsa a settembre/ottobre si riuscirà a correrla, ma gran parte della stagione per me ormai è andata, e sarà quasi impossibile recuperare tutte le corse che sono state già annullate in questa prima parte di stagione senza accavallarle tra di loro. Magari (ed ormai me lo auguro) si correrà un solo GT invece dei tre soliti oppure si correranno tutti e tre nelle stesse date più o meno, e stesso dicasi per le classiche più importanti. Per forza di cose quindi tutti i ciclisti (anche nella più rosea delle previsioni) dovrannno rinunciare a qualcuno degli obiettivi che si erano prefissati ad inizio stagione, proprio per una questione di mancanza di tempo a disposizione.

Per quel che riguarda Nibali in particolare ed i suoi 35 anni, è ovvio che perdere completamente questa stagione sarebbe una bruttissima cosa per la sua carriera. Ma non per questo parlerei di chiusura finale. Mi pare che in questo inizio stagione Nibali sia stato competitivo come non lo era da tempo nelle corse di preparazione di inizio anno. Con gli stimoli giusti, se si allena come si deve, ha dimostrato fino all'altro giorno che è ancora altamente competitivo. Quindi non è affatto detto che non possa esserlo di nuovo anche la prossima stagione. Gente come Gilbert o Valverde negli ultimi anni ha dimostrato che si può essere competitivi e vincenti anche sopra i 35 anni nel ciclismo attuale. La differenza oltre alle gambe spesso la fanno anche la testa e le motivazioni. E Nibali da questo punto di vista mi sembra messo ancora bene.



cassius
Messaggi: 839
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da cassius » mercoledì 25 marzo 2020, 17:59

herbie ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 12:38
Anche perchè, e qui risollevo una questione sopita: la Parigi-Nizza ha mostrato come si possono fare corse in bici "a porte chiuse", in situazioni di contagio limitato, senza fare grossi danni, oltre a far vedere come poteva esser fatta correre anche la Strade Bianche.
Io non ho sentito di un boom di contagi tra i corridori, dovuto alla Parigi - Nizza, e sì che una corsa combattuta come quella, avrebbe dovuto aprire, anzi spalancare, le fantomatiche "finestre di depressione immunitaria" nei corridori, tanto paventate in questi giorni anche per i passeggiatori da frequenze ampiamente aerobiche, o mi sbaglio?
In Francia ci sono 1100 morti ad oggi.
Non voglio dire che ce ne sia neanche uno "dovuto" allo svolgimento della Parigi-Nizza ma il "facciamo la P-N" è stato parte del mood con cui la Francia, come la Spagna, UK ecc. se ne sono fregate del contagio in arrivo nonostante avessero il nostro esempio di come andava a finire il film.

Sulle "finestre di depressione immunitaria", non so chi ne avesse parlato, mi limito a constatare che ci sono svariati giocatori di calcio con il COVID perchè la Lega Calcio si è impuntata a voler giocare ad ogni costo.

Sui passeggiatori, sì, si è fatto terrorismo, va detto anche che quando c'erano regolamenti laschi eppure i rischi si straconoscevano, ci siamo (dico globalmente come italiani, non i singoli) comportati come degli idioti. Il pienone al Dolomiti Super Ski il weeekend del 7-8 marzo, l'Abetone che mette il giornaliero a 1€ per acchiappare studenti...non credo serva aggiungere altro.
herbie ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 12:38
Questo anno perso per Nibali, se sarà totalmente perso, suona purtroppo proprio come una chiusura finale, per la sua carriera. Spero di sbagliarmi, ma una riflessione razionale porta a dire questo.
E' chiaro che nella sua testa Nibali avesse in mente questo anno come l'ultimo in cui tirare al massimo (e quanto stava tirando? Credo fossero 6-7 anni che non faceva un inizio stagione così!) e il prossimo come un "premio alla carriera".
Ma Nibali ha davvero delle risorse incredibili, io cito solo due episodi:
- 2015 il modo con cui è arrivato al Lombardia e l'ha vinto
- 2018 il modo con cui ha fatto i salti mortali per recuperare la forma per i Mondiali, autoinfliggendosi una Vuelta di sofferenze e stenti
Ci sono pochi corridori resilienti come Nibali.



Stylus
Messaggi: 1235
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Stylus » mercoledì 25 marzo 2020, 19:34

Io mi auguro si inizi a correre dal primo giorno in cui l oms da il via libera. Se ogni sport reclama lo spazio per far tornare i propri atleti in condizione, non si inizia mai. Tra chi ha potuto continuare prima e smettere dopo tutti gli atleti ad agosto saranno nelle stesse condizioni, anzi, si avranno magari corse più aperte e ricche di colpi di scena



Fiandre
Messaggi: 524
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Fiandre » mercoledì 25 marzo 2020, 20:43

Stylus ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 19:34
Io mi auguro si inizi a correre dal primo giorno in cui l oms da il via libera. Se ogni sport reclama lo spazio per far tornare i propri atleti in condizione, non si inizia mai. Tra chi ha potuto continuare prima e smettere dopo tutti gli atleti ad agosto saranno nelle stesse condizioni, anzi, si avranno magari corse più aperte e ricche di colpi di scena
L OMS non darà mai il via a niente che presenta un accumulo di gente in uno spazio relativamente poco prima di direi 18-24 mesi



pietro
Messaggi: 1526
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da pietro » mercoledì 25 marzo 2020, 20:50

Fiandre ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 20:43
Stylus ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 19:34
Io mi auguro si inizi a correre dal primo giorno in cui l oms da il via libera. Se ogni sport reclama lo spazio per far tornare i propri atleti in condizione, non si inizia mai. Tra chi ha potuto continuare prima e smettere dopo tutti gli atleti ad agosto saranno nelle stesse condizioni, anzi, si avranno magari corse più aperte e ricche di colpi di scena
L OMS non darà mai il via a niente che presenta un accumulo di gente in uno spazio relativamente poco prima di direi 18-24 mesi
Be' come previsione mi sembra abbastanza negativa ed inverosimile però in effetti non si sa mai...



jumbo
Messaggi: 5576
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 25 marzo 2020, 21:19

Le corse si faranno quando sarà possibile farlo nel luogo dove si tengono.
Poi se in quel momento ci sarà ancora qualcuno in quarantena in un altro paese, o se non tutti i corridori avranno avuto le stesse opportunità di allenamento, be' sono cose che capitano, ma che non possono condizionare il calendario.



NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » mercoledì 25 marzo 2020, 23:15

jumbo ha scritto:
mercoledì 25 marzo 2020, 21:19
Le corse si faranno quando sarà possibile farlo nel luogo dove si tengono.
Poi se in quel momento ci sarà ancora qualcuno in quarantena in un altro paese, o se non tutti i corridori avranno avuto le stesse opportunità di allenamento, be' sono cose che capitano, ma che non possono condizionare il calendario.
Alla fine le corse importanti nel ciclismo si corrono tutte in 3/4 paesi (Italia, Francia, Spagna, Belgio), tutti europei e tutti più o meno messi male al momento nella lotta alla pandemia. Il calendario 2020 già solo per questo motivo è abbastanza condizionato.

Se poi vogliono organizzare altre corse in altre parti del mondo dove la situazione è più sotto controllo ed i rischi di contagio sono minimi, ben venga.

Non so che prestigio potranno avere queste corse poi, ma sempre meglio di niente.



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 8064
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da matteo.conz » giovedì 26 marzo 2020, 12:34

Cassani ora su rai tre sull'ipotesi utopistica di riunire giro, tour e vuelta.


Mondiale 2019: 1 matteo.conz 53 :champion:
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

FRANCESCO1980
Messaggi: 122
Iscritto il: venerdì 22 agosto 2014, 15:49

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da FRANCESCO1980 » giovedì 26 marzo 2020, 12:43

matteo.conz ha scritto:
giovedì 26 marzo 2020, 12:34
Cassani ora su rai tre sull'ipotesi utopistica di riunire giro, tour e vuelta.


TOUR OF EUROPE

Partenza a San Pietroburgo
Venerdi cronoprologo 10 km
Sabato circuito x sprinter 150 km
Domenica Cronosquadra 30 km

Riposo 1 gg

Prima settimana in europa dell' Est
partenza da Varsavia , tappe in Rep Ceka , Rep Slovakia , Ungheria finale a Vienna

Riposo 1 gg

Seconda settimana sulle Alpi Francia e Italia

Riposo 1 gg

Terza Settimana sui Pirenei Francia Spagna

Chiusura in circuito a Barcellona



34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » sabato 28 marzo 2020, 11:02



HEY MOTO

Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 8064
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da matteo.conz » domenica 29 marzo 2020, 0:44

34x27 ha scritto:
sabato 28 marzo 2020, 11:02
La Lotto si riduce gli stipendi: https://www.cyclingnews.com/news/corona ... educe-pay/
Messi&Company neanche a pensarci :x


Mondiale 2019: 1 matteo.conz 53 :champion:
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » domenica 29 marzo 2020, 9:00

matteo.conz ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 0:44
34x27 ha scritto:
sabato 28 marzo 2020, 11:02
La Lotto si riduce gli stipendi: https://www.cyclingnews.com/news/corona ... educe-pay/
Messi&Company neanche a pensarci :x
I gobbi invece sì... magari credono/sanno che ormai il campionato quest'anno non ripartirà.

Intanto news incrociata Tokyo/Tour 2021: https://twitter.com/ammattipyoraily/sta ... 2091659264


HEY MOTO

Fiandre
Messaggi: 524
Iscritto il: venerdì 12 gennaio 2018, 19:02

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da Fiandre » domenica 29 marzo 2020, 11:17

34x27 ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 9:00
matteo.conz ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 0:44
34x27 ha scritto:
sabato 28 marzo 2020, 11:02
La Lotto si riduce gli stipendi: https://www.cyclingnews.com/news/corona ... educe-pay/
Messi&Company neanche a pensarci :x
I gobbi invece sì... magari credono/sanno che ormai il campionato quest'anno non ripartirà.

Intanto news incrociata Tokyo/Tour 2021: https://twitter.com/ammattipyoraily/sta ... 2091659264
25 finisce il tour
E il 23 iniziano le Olimpiadi??
Non mi torna
La gara di ciclismo non è la prima medaglia che si assegna ai giochi??



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14135
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 29 marzo 2020, 11:35

Secondo me varia da regione a regione...fare il tampone ha un costo...
Quanto a Nibali, vediamo come si evolve la cosa..non e' tanto in Italia..che credo che prima o poi la cosa pian pianino si sgonfiera'...ma sul resto del mondo comincio a nutrire dubbi..
Anche in settembre si corre il rischio di vedere un Giro, Nibali contro Ciccone/Formolo..con Ulissi terzo incomodo..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

vale95
Messaggi: 712
Iscritto il: sabato 26 settembre 2015, 15:31

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da vale95 » domenica 29 marzo 2020, 12:25

Beh il Tour 2021 è stato programmato in quelle date prima di tutto questo, penso. Quindi c'è tutto il tempo per pensare di anticiparlo come sarebbe stato quest’anno



pietro
Messaggi: 1526
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da pietro » domenica 29 marzo 2020, 13:44

vale95 ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 12:25
Beh il Tour 2021 è stato programmato in quelle date prima di tutto questo, penso. Quindi c'è tutto il tempo per pensare di anticiparlo come sarebbe stato quest’anno
Si esatto, poi per una volta è interesse di tutti trovare un accordo



NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » domenica 29 marzo 2020, 14:02

barrylyndon ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 11:35
Secondo me varia da regione a regione...fare il tampone ha un costo...
Quanto a Nibali, vediamo come si evolve la cosa..non e' tanto in Italia..che credo che prima o poi la cosa pian pianino si sgonfiera'...ma sul resto del mondo comincio a nutrire dubbi..
Anche in settembre si corre il rischio di vedere un Giro, Nibali contro Ciccone/Formolo..con Ulissi terzo incomodo..
Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.



Bomby
Messaggi: 1633
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 29 marzo 2020, 14:19

Di un giro corso solo tra Italiani (o tra quelli che ne sono venuti già fuori) vedo anche io un fortissimo rischio. Vale sempre il detto che piuttosto che niente...



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 3006
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 marzo 2020, 21:19

NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 14:02
barrylyndon ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 11:35
Secondo me varia da regione a regione...fare il tampone ha un costo...
Quanto a Nibali, vediamo come si evolve la cosa..non e' tanto in Italia..che credo che prima o poi la cosa pian pianino si sgonfiera'...ma sul resto del mondo comincio a nutrire dubbi..
Anche in settembre si corre il rischio di vedere un Giro, Nibali contro Ciccone/Formolo..con Ulissi terzo incomodo..
Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.
Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?


Quand la merda la munta scagn o la fa spusa o la fa dan :old:

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6272
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da eliacodogno » domenica 29 marzo 2020, 21:24

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:19
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 14:02
barrylyndon ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 11:35
Secondo me varia da regione a regione...fare il tampone ha un costo...
Quanto a Nibali, vediamo come si evolve la cosa..non e' tanto in Italia..che credo che prima o poi la cosa pian pianino si sgonfiera'...ma sul resto del mondo comincio a nutrire dubbi..
Anche in settembre si corre il rischio di vedere un Giro, Nibali contro Ciccone/Formolo..con Ulissi terzo incomodo..
Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.
Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?
Il problema principale è quello, che già solo per avere al via Nibali hai gente che arriva da mezzo mondo.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

pietro
Messaggi: 1526
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da pietro » domenica 29 marzo 2020, 21:33

eliacodogno ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:24
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:19
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 14:02


Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.
Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?
Il problema principale è quello, che già solo per avere al via Nibali hai gente che arriva da mezzo mondo.
Non credo che faranno mai una cosa del genere



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 3006
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 marzo 2020, 22:08

eliacodogno ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:24
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:19
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 14:02


Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.
Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?
Il problema principale è quello, che già solo per avere al via Nibali hai gente che arriva da mezzo mondo.
Semplicemente non ci sono nemmeno i corridori per mettere in piedi una squadra

Questi gli italiani nelle WT

Mit 2
Uae 8
Dqs 3
Ineos 4
Bah 4
Ntt 4
Bora 4
Ef 1
Ast 3
Trek 7
Mov 2
Isr 1
Cof 4
Sun 1
Ccc 4
Fdj 1
Lotto 1
Ag2r 1


Quand la merda la munta scagn o la fa spusa o la fa dan :old:

NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » domenica 29 marzo 2020, 22:33

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:19
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 14:02
barrylyndon ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 11:35
Secondo me varia da regione a regione...fare il tampone ha un costo...
Quanto a Nibali, vediamo come si evolve la cosa..non e' tanto in Italia..che credo che prima o poi la cosa pian pianino si sgonfiera'...ma sul resto del mondo comincio a nutrire dubbi..
Anche in settembre si corre il rischio di vedere un Giro, Nibali contro Ciccone/Formolo..con Ulissi terzo incomodo..
Ed anche se dovesse trattarsi di un Giro (o una Vuelta o un Tour) in tono minore, se c'è la possibilità di correrlo che si corra lo stesso. Sempre meglio un Giro in tono minore che saltare tutta la stagione per un ciclista credo.

Organizzare tante manifestazioni diverse in ambito nazionale (o locale) dove sarà possibile organizzarle, e dove si spera che il pericolo virus sarà ormai scongiurato, può essere una buona soluzione per continuare a correre senza correre rischi facendo arrivare gente da altre parti del mondo dove invece l'emergenza è ancora alta.

Mettiamo che a settembre l'Italia sia riuscita a risolvere la situazione mentre in altre nazioni di Europa o del mondo no, si organizza un Giro d'Italia solo per italiani dove la classifica se la giocano Nibali, Aru, Pozzovivo, Formolo, Ciccone, ecc. ecc. Le tappe per velocisti se le giocano Nizzolo, Viviano, Modolo, ecc. ecc. Trentin, Colbrelli, Ulissi ecc. ecc. si giocheranno le tappe adatte alle loro caratteristiche, e così via.

A 150 ciclisti tutti italiani professionisti ci arriviamo tranquillamente. Non sarà tanto diverso dai Giri che si correvano ad inizi anni 2000 se ci pensiamo, dove di stranieri forti qua non ne venivano ed i Giri se li giocavano i vari Simoni, Garzelli, Cunego, Savoldelli, Casagrande, ecc. ecc.

Sempre meglio che niente credo.
Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?
Quanti corridori partecipano ogni anno ai campionati italiani di ciclismo su strada?

L'anno scorso ad esempio c'erano ben 156 corridori iscritti al via.

http://www.cicloweb.it/2018/06/29/campi ... -partenti/

E non penso che a questo campionato abbiano partecipato tutti i ciclisti italiani professionisti, qualcuno sicuramente avrà saltato questo appuntamento. Quindi suppongo che i ciclisti da cui attingere per formare l'eventuale startlist di un Giro d'Italia tutto italiano in realtà siano molti di più.

Idem vale per il personale al seguito. Penso che non sia un grosso problema trovare ds, massaggiatori e meccanici tutti italiani per 21 giorni di corsa.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4712
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Patate » domenica 29 marzo 2020, 22:55

NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:33
Quanti corridori partecipano ogni anno ai campionati italiani di ciclismo su strada?

L'anno scorso ad esempio c'erano ben 156 corridori iscritti al via.

http://www.cicloweb.it/2018/06/29/campi ... -partenti/

E non penso che a questo campionato abbiano partecipato tutti i ciclisti italiani professionisti, qualcuno sicuramente avrà saltato questo appuntamento. Quindi suppongo che i ciclisti da cui attingere per formare l'eventuale startlist di un Giro d'Italia tutto italiano in realtà siano molti di più.

Idem vale per il personale al seguito. Penso che non sia un grosso problema trovare ds, massaggiatori e meccanici tutti italiani per 21 giorni di corsa.
Almeno un terzo sono però corridori continental


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » domenica 29 marzo 2020, 22:57

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:08
eliacodogno ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:24
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:19


Quindi con, oltre alle professional, anche con i team continentale al via ? No perché ad occhio mica ci sono 150 corridori italiani, nelle WT e nelle professional. Dimenticavo anche tutto il personale al seguito, ds, massaggiatori, meccanici, ecc ecc tutti italiani?
Il problema principale è quello, che già solo per avere al via Nibali hai gente che arriva da mezzo mondo.
Semplicemente non ci sono nemmeno i corridori per mettere in piedi una squadra

Questi gli italiani nelle WT

Mit 2
Uae 8
Dqs 3
Ineos 4
Bah 4
Ntt 4
Bora 4
Ef 1
Ast 3
Trek 7
Mov 2
Isr 1
Cof 4
Sun 1
Ccc 4
Fdj 1
Lotto 1
Ag2r 1
Secondo questi calcoli sono 55 corridori italiani World Tour. Non sono pochi, altre nazioni si sognano numeri del genere.

Ovvio che trattandosi di una situazione di emergenza, non puoi pensare di organizzare il solito Giro d'Italia che sei abituato a vedere ogni anno.

Ovvio che i criteri di partecipazione andranno allargati anche a molte squadre professional e continental nel caso, mi pare scontato.

I numeri in teoria ci sono, bisogna solo vedere se sarà possibile organizzarlo (il che presuppone che il pericolo in Italia sia totalmente scongiurato) e se ci sarà la volontà di Rcs di organizzarlo.



NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » domenica 29 marzo 2020, 23:00

Patate ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:55
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:33
Quanti corridori partecipano ogni anno ai campionati italiani di ciclismo su strada?

L'anno scorso ad esempio c'erano ben 156 corridori iscritti al via.

http://www.cicloweb.it/2018/06/29/campi ... -partenti/

E non penso che a questo campionato abbiano partecipato tutti i ciclisti italiani professionisti, qualcuno sicuramente avrà saltato questo appuntamento. Quindi suppongo che i ciclisti da cui attingere per formare l'eventuale startlist di un Giro d'Italia tutto italiano in realtà siano molti di più.

Idem vale per il personale al seguito. Penso che non sia un grosso problema trovare ds, massaggiatori e meccanici tutti italiani per 21 giorni di corsa.
Almeno un terzo sono però corridori continental
Certo, è inevitabile. Non può essere altrimenti.

Non si può pensare di vedere il solito Giro d'Italia.

Ma credo che sia comunque meglio di niente, ed un modo comunque per ripartire dopo la catastrofe.



Avatar utente
maglianera
Messaggi: 824
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 22:14

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da maglianera » domenica 29 marzo 2020, 23:15

Fiandre ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 11:17

25 finisce il tour
E il 23 iniziano le Olimpiadi??
Non mi torna
La gara di ciclismo non è la prima medaglia che si assegna ai giochi??
con lo spostamento delle olimpiadi, probabilmente anche il calendario 2021 sarà da riscrivere



Avatar utente
maglianera
Messaggi: 824
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 22:14

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da maglianera » domenica 29 marzo 2020, 23:24

piccola proposta:
nella fase, che prima o poi dovrà esserci, di passaggio dall'emergenza attuale alla normalità (o a un nuovo tipo di normalità) non si potrebbe, per cominciare, iniziare a fare delle cronometro, anche più lunghe del solito? Atleti isolati tra loro, solo un ds e un meccanico sulle ammiraglie, zona partenza e arrivo non accessibili al pubblico, premiazioni singole, interviste in videoconferenza. Lo so che non è il massimo, ma meglio che niente. Al limite si potrebbero disputare alcune corse a tappe fatte solo di tappe a cronometro con somma dei tempi (e numero ridotto di corridori per squadra).

si potrebbero anche organizzare delle cronometro a squadre sotto forma di staffetta, tipo atletica.



el_condor
Messaggi: 3765
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da el_condor » domenica 29 marzo 2020, 23:35

maglianera ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 23:24
piccola proposta:
nella fase, che prima o poi dovrà esserci, di passaggio dall'emergenza attuale alla normalità (o a un nuovo tipo di normalità) non si potrebbe, per cominciare, iniziare a fare delle cronometro, anche più lunghe del solito? Atleti isolati tra loro, solo un ds e un meccanico sulle ammiraglie, zona partenza e arrivo non accessibili al pubblico, premiazioni singole, interviste in videoconferenza. Lo so che non è il massimo, ma meglio che niente. Al limite si potrebbero disputare alcune corse a tappe fatte solo di tappe a cronometro con somma dei tempi (e numero ridotto di corridori per squadra).

si potrebbero anche organizzare delle cronometro a squadre sotto forma di staffetta, tipo atletica.
d'accordo specialmente con qualche bella cronoscalata..


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 3006
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 marzo 2020, 23:44

NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:57
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:08
eliacodogno ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 21:24

Il problema principale è quello, che già solo per avere al via Nibali hai gente che arriva da mezzo mondo.
Semplicemente non ci sono nemmeno i corridori per mettere in piedi una squadra

Questi gli italiani nelle WT

Mit 2
Uae 8
Dqs 3
Ineos 4
Bah 4
Ntt 4
Bora 4
Ef 1
Ast 3
Trek 7
Mov 2
Isr 1
Cof 4
Sun 1
Ccc 4
Fdj 1
Lotto 1
Ag2r 1
Secondo questi calcoli sono 55 corridori italiani World Tour. Non sono pochi, altre nazioni si sognano numeri del genere.

Ovvio che trattandosi di una situazione di emergenza, non puoi pensare di organizzare il solito Giro d'Italia che sei abituato a vedere ogni anno.

Ovvio che i criteri di partecipazione andranno allargati anche a molte squadre professional e continental nel caso, mi pare scontato.

I numeri in teoria ci sono, bisogna solo vedere se sarà possibile organizzarlo (il che presuppone che il pericolo in Italia sia totalmente scongiurato) e se ci sarà la volontà di Rcs di organizzarlo.
Quindi con team WT formati da 2,3,4 Corridori e team professional e continental formati da 8 corridori? Che tra l'altro temo avrebbero parecchie difficoltà solo per portarlo a termine.

Il campionato italiano è una corsa di un giorno, un giro con 3 compagni di quadra? Ma dite sul serio?
Comunque, vi lascio attaccati alla legittima a comprensibile speranza. Io ci ho già messo una pietra sopra. Il ciclismo 2020 , che conta, è finito con la Parigi Nizza.

Buona serata


Quand la merda la munta scagn o la fa spusa o la fa dan :old:

NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » lunedì 30 marzo 2020, 0:58

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 23:44
NibalAru ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:57
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 marzo 2020, 22:08


Semplicemente non ci sono nemmeno i corridori per mettere in piedi una squadra

Questi gli italiani nelle WT

Mit 2
Uae 8
Dqs 3
Ineos 4
Bah 4
Ntt 4
Bora 4
Ef 1
Ast 3
Trek 7
Mov 2
Isr 1
Cof 4
Sun 1
Ccc 4
Fdj 1
Lotto 1
Ag2r 1
Secondo questi calcoli sono 55 corridori italiani World Tour. Non sono pochi, altre nazioni si sognano numeri del genere.

Ovvio che trattandosi di una situazione di emergenza, non puoi pensare di organizzare il solito Giro d'Italia che sei abituato a vedere ogni anno.

Ovvio che i criteri di partecipazione andranno allargati anche a molte squadre professional e continental nel caso, mi pare scontato.

I numeri in teoria ci sono, bisogna solo vedere se sarà possibile organizzarlo (il che presuppone che il pericolo in Italia sia totalmente scongiurato) e se ci sarà la volontà di Rcs di organizzarlo.
Quindi con team WT formati da 2,3,4 Corridori e team professional e continental formati da 8 corridori? Che tra l'altro temo avrebbero parecchie difficoltà solo per portarlo a termine.

Il campionato italiano è una corsa di un giorno, un giro con 3 compagni di quadra? Ma dite sul serio?
Comunque, vi lascio attaccati alla legittima a comprensibile speranza. Io ci ho già messo una pietra sopra. Il ciclismo 2020 , che conta, è finito con la Parigi Nizza.

Buona serata
Se ne esce fuori una corsa anarchica è anche meglio. Se non ci sono squadre forti in grado di controllare la corsa la cosa può solo far bene allo spettacolo.

Continui a ragionare come se fosse una stagione normale, lo si capisce quando parli di stagione 2020 che conta e che termina con la Parigi-Nizza. Ma in questa stagione ormai di normale non c'è più nulla. A fare i puntigliosi anche la stessa Parigi-Nizza è stata una corsa che di normale ha avuto poco e nulla.

Senza pubblico, con squadre World Tour che non sono proprio partite e che sono state sostituite da Professional, altre che si sono ritirate per intero durante la corsa come la Barhain, con l'arrivo previsto a Nizza che è saltato accorciando di una tappa la corsa ecc. ecc. Dei 136 ciclisti partiti all'inizio della Parigi-Nizza solo 61 hanno concluso la corsa, dopo una sola settimana di gara. Eppure alla fine si è corso lo stesso, nonostante non fosse la solita Parigi Nizza a cui assistiamo tutti gli anni.

Per questi motivi credo che non sia così impossibile organizzare un Giro d'Italia per soli corridori italiani a settembre-ottobre giusto per non passare direttamente alla stagione 2021 senza correre più nemmeno una corsa in questo 2020. Mi dici che non conta come una corsa normale a cui eravamo abituati in stagioni normali? Si sono d'accordo, ma sticazzi, questa non è una stagione normale, ed è comunque meglio questo che niente per un corridore che vuole mantenersi in forma anche in previsione della nuova stagione. Sempre meglio che stare completamente fermi e senza competizioni agonistiche per un anno intero.

Ovviamente parlo di uno scenario in cui il pericolo di contagio almeno in Italia sia scongiurato, altrimenti parliamo del nulla.

Buona serata anche a te.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 3006
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » lunedì 30 marzo 2020, 8:00

NibalAru ha scritto:
lunedì 30 marzo 2020, 0:58
Mi dici che non conta come una corsa normale a cui eravamo abituati in stagioni normali?
No non l'ho detto

Per me potrebbero correre anche in due, la guarderei comunque.

Dico che nessuno si prenderà la responsabilità di organizzare nulla di nulla, in questa situazione.

Ci vorranno mesi, prima di vedere una situazione stabile, e quando ci saremo stabilizzati si dovrà fare la conta di quante ossa avremo ancora intere.

In un'altro 3D qualcuno ha postato le indicazioni della OMS. Per considerarci fuori pericolo occorrono 28 giorni consecutivi con ZERO nuovi casi, più 90 giorni di acuta osservazione. Tradotto 4 mesi di limbo.

Purtroppo siamo ancora molto lontani dall'inizio di quei 28 giorni. Ovviamente secondo me.
Felicissimo di sbagliarmi.


Quand la merda la munta scagn o la fa spusa o la fa dan :old:

34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 30 marzo 2020, 9:16

Anche l'Astana si è tagliata gli stipendi
https://twitter.com/ammattipyoraily/sta ... 8245900289


HEY MOTO

34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Guardando in fondo al tunnel

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 30 marzo 2020, 11:26



HEY MOTO

NibalAru
Messaggi: 2622
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da NibalAru » lunedì 30 marzo 2020, 12:13

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
lunedì 30 marzo 2020, 8:00
NibalAru ha scritto:
lunedì 30 marzo 2020, 0:58
Mi dici che non conta come una corsa normale a cui eravamo abituati in stagioni normali?
No non l'ho detto

Per me potrebbero correre anche in due, la guarderei comunque.

Dico che nessuno si prenderà la responsabilità di organizzare nulla di nulla, in questa situazione.

Ci vorranno mesi, prima di vedere una situazione stabile, e quando ci saremo stabilizzati si dovrà fare la conta di quante ossa avremo ancora intere.

In un'altro 3D qualcuno ha postato le indicazioni della OMS. Per considerarci fuori pericolo occorrono 28 giorni consecutivi con ZERO nuovi casi, più 90 giorni di acuta osservazione. Tradotto 4 mesi di limbo.

Purtroppo siamo ancora molto lontani dall'inizio di quei 28 giorni. Ovviamente secondo me.
Felicissimo di sbagliarmi.
Ma questo è tutto un altro tipo di discorso, che ha a che fare con la salute pubblica, e ci sta tutto. Se non si può organizzare la corsa per motivi di questo tipo c'è poco da stare a discuterne.

Io infatti stavo parlando di uno scenario dove il pericolo di contagio, almeno in Italia, fosse stato scongiurato.

Ed a quel punto un Giro d'Italia per soli italiani come quello da me proposto si potrebbe tranquillamente organizzare in attesa di tempi migliori in cui poter di nuovo accogliere gente proveniente da tutto il mondo.

Anche io purtroppo credo che prima di un ritorno alla normalità, al mondo a cui eravamo abituati prima, passerà molto tempo, perchè trattandosi di pandemia ogni nazione del mondo ci metterà tempi diversi per vincere la sua lotta contro il coronavirus.

Di conseguenza la ripresa per forza di cose sarà lenta, e passerà prima per un ritorno alla normalità a livello locale che poi col tempo si estenderà a tutto il resto del mondo man mano che la situazione andrà migliorando.

Io credo che (a prescindere che si tratti di settembre/ottobre o fra un anno) per una ripresa dell'attività agonistica nei vari sport, per forza di cose si dovrà reiniziare a livello locale. Per un po di tempo scordiamoci i grandi eventi a livello internazionale.



herbie
Messaggi: 4923
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da herbie » mercoledì 1 aprile 2020, 0:17

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
lunedì 30 marzo 2020, 8:00
NibalAru ha scritto:
lunedì 30 marzo 2020, 0:58
Mi dici che non conta come una corsa normale a cui eravamo abituati in stagioni normali?
No non l'ho detto

Per me potrebbero correre anche in due, la guarderei comunque.

Dico che nessuno si prenderà la responsabilità di organizzare nulla di nulla, in questa situazione.

Ci vorranno mesi, prima di vedere una situazione stabile, e quando ci saremo stabilizzati si dovrà fare la conta di quante ossa avremo ancora intere.

In un'altro 3D qualcuno ha postato le indicazioni della OMS. Per considerarci fuori pericolo occorrono 28 giorni consecutivi con ZERO nuovi casi, più 90 giorni di acuta osservazione. Tradotto 4 mesi di limbo.

Purtroppo siamo ancora molto lontani dall'inizio di quei 28 giorni. Ovviamente secondo me.
Felicissimo di sbagliarmi.
se vuoi scongiurare anche il caso in cui una tegola staccatasi dal tetto cada sulla testa di un corridore, possiamo solo fare corse nel deserto.

Ci sono ad ogni corsa rischi enormi in ogni curva cieca di ogni discesa.
Con un minimo di sale in zucca, e per i primi mesi, porte chiuse come alla Parigi-Nizza, che, a scanso di equivoci, di danni NON NE HA FATTI, nonostante il gruppo , lo stress, la corsa dura , il freddo, si possono fare molte cose anche con un contagio limitato.
Il contagio ZERO NON ESISTE nei confronti di alcun virus. La meningite, tanto per dirne una, contagia gente tutti gli anni anche se per fortuna con numeri limitati. Cosa facciamo, il censimento di tutti i virus dell'universo? Le accortezze che ci stanno propinando in questi giorni , le osservo da quando per la mononucleosi sono stato male sei mesi. Chiaramente l'attenzione deve essere sempre attiva in ogni istante della tua vita, ma questo è normale, ed è veramente il minimo sindacale per qualunque atleta. Chiaro che se ti metti a bere la pipì del tuo collega , o anche solo dallo stesso bicchiere, o anche solo da un bicchiere sopra il quale il collega ha parlato, qualche rischio ci può essere, ma con questo siamo ancora nell'assoluta normalità.



34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da 34x27 » mercoledì 1 aprile 2020, 7:17

herbie ha scritto:
mercoledì 1 aprile 2020, 0:17
Parigi-Nizza, che, a scanso di equivoci, di danni NON NE HA FATTI
Tranne lasciare a casa mezzo WT per la paura del contagio, far ritirare squadre intere durante la corsa, invitare professional come riserve, e dulcis in fundo annullare l'ultima (decisiva) tappa.

Tranquillo che tra massimo un paio di settimane si torna in sella......


HEY MOTO

pietro
Messaggi: 1526
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da pietro » mercoledì 1 aprile 2020, 7:45

34x27 ha scritto:
mercoledì 1 aprile 2020, 7:17
herbie ha scritto:
mercoledì 1 aprile 2020, 0:17
Parigi-Nizza, che, a scanso di equivoci, di danni NON NE HA FATTI
Tranne lasciare a casa mezzo WT per la paura del contagio, far ritirare squadre intere durante la corsa, invitare professional come riserve, e dulcis in fundo annullare l'ultima (decisiva) tappa.

Tranquillo che tra massimo un paio di settimane si torna in sella......
Si ma lui intendeva riguardo al coronavirus, la PA-NI non ha aumentato il contagio (ma è stato un colpo di fortuna)



34x27
Messaggi: 3647
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da 34x27 » mercoledì 1 aprile 2020, 7:56

pietro ha scritto:
mercoledì 1 aprile 2020, 7:45
Si ma lui intendeva riguardo al coronavirus, la PA-NI non ha aumentato il contagio (ma è stato un colpo di fortuna)
A mio parere le porte chiuse non risolveranno il problema, nemmeno con dati sul contagio nettamente inferiori ad oggi.


HEY MOTO

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14135
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Vincenzo Nibali 2020

Messaggio da leggere da barrylyndon » mercoledì 1 aprile 2020, 8:23

Il contagio all'aperto penso sia molto piu' difficile.
A parte questo.
Sentendo di Rocco, potrebbe essere possibile
Sanremo una settimana prima del Tour.
Tour.
Fiandre una settimana dopo il Tour
Roubaix una settimana dopo il Fiandre.
Vuelta
Liegi una settimana dopo la Vuelta
Amstel una settimana prima del mondiale
Mondiale
Giro,una settimana dopo il mondiale
Lombardia una settimana dopo il Giro.

Fosse possibile questo, per Nibali sarebbe auspicabile, a mio modo di vedere, fare la Sanremo, ritiro quota, Vuelta senza nessuno che gli rompa le balle con la classifica, Liegi, mondiale, Giro e Lombardia..ignorantissimo mio parere.


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Rispondi