Ciclomercato 2020-21

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Cthulhu
Messaggi: 1426
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Abruzzese ha scritto: venerdì 4 dicembre 2020, 22:08

Beh senza offesa (ovviamente ho un punto di vista diverso dettato anche dai miei diversi percorsi) ma credo che peggior insegnamento non potrebbe essere dato a degli studenti ed è l'amara spiegazione del perché questo paese somigli, ogni giorno di più, ad una gigantesca latrina piuttosto che al luogo che ha prodotto per secoli eccellenza, arte e cultura. Oltre al perché uno come Marco Pantani sarà considerato sempre una leggenda mentre Ivan Basso no.

Però non bisogna pensare che certe cose siano una specificità italiana: Io ho vissuto quasi due anni in USA e lì è ancora peggio, nonostante il mito della meritocrazia e bla-bla.bla, si va avanti solo a conoscenze.


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 1:04
Abruzzese ha scritto: venerdì 4 dicembre 2020, 22:08

Beh senza offesa (ovviamente ho un punto di vista diverso dettato anche dai miei diversi percorsi) ma credo che peggior insegnamento non potrebbe essere dato a degli studenti ed è l'amara spiegazione del perché questo paese somigli, ogni giorno di più, ad una gigantesca latrina piuttosto che al luogo che ha prodotto per secoli eccellenza, arte e cultura. Oltre al perché uno come Marco Pantani sarà considerato sempre una leggenda mentre Ivan Basso no.

Però non bisogna pensare che certe cose siano una specificità italiana: Io ho vissuto quasi due anni in USA e lì è ancora peggio, nonostante il mito della meritocrazia e bla-bla.bla, si va avanti solo a conoscenze.
In realtà io mi stavo limitando a parlare di ciclismo, che è l'unica cosa di cui m'interessa qui. Quel che ho scritto riguardava la risposta ad un mio messaggio precedente e, dato che si parlava d'Italia, io parlavo di quello. Quello che accade negli Usa non lo so e quindi non posso dire niente in merito.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Tornando on topic, sinceramente sono rimasto molto sorpreso anch'io dall'ingaggio di Cavendish da parte della Deceuninck. Al di là delle modalità, che potrebbero apparire discutibili o meno, io credo che si debba partire da un presupposto (e credo che lo stesso Mark lo sappia bene): Cavendish è stato ingaggiato per tutto tranne che per fare...il Cavendish. Nel senso: abbiamo visto come nelle ultime stagioni il mannese abbia fatto decisamente fatica anche solo per sprintare, anche perché è fisiologico che l'esplosività, il colpo d'occhio e il pelo sullo stomaco possano non essere più quelle di un tempo. Ecco che quindi si può pensare ad un Cavendish diverso, ovvero un corridore che lavora per la squadra, che aiuta a tenere coperti i capitani in fasi delicate di corsa, che si mette a tirare a 50 km dall'arrivo o che magari entra in scena nel finale con qualche altra mansione (a me, ad esempio, piacque molto quando al Saudi Tour d'inizio anno fece il buco a Bauhaus, favorendo la vittoria del tedesco).

Insomma, io non credo affatto che sia stato preso per fare il velocista ma che (visto che neppure si può pensare ad un'operazione di marketing o simili...non si sta parlando di Balotelli al Monza per intenderci) si voglia assecondare la sua voglia di correre ancora, con la possibilità di essere utile in altro modo. Magari aiutando i più giovani (il percorso sarà ancora molto lungo ma la presenza di uno come lui potrebbe essere ulteriormente d'aiuto per il ritorno all'agonismo di Jakobsen). Poi chissà, vedendo come nel "Wolfpack" riescano un po' tutti ad essere brillanti, magari in qualche corsa di secondo piano potrebbe anche scapparci un ritorno alla vittoria (o alle vittorie) per chiudere degnamente la carriera. A parte che io non mi stupirei neppure di vederlo presente in qualche fuga, come era capitato alla Gand-Wevelgem di quest'anno.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
noel
Messaggi: 940
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da noel »

Abruzzese ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 4:39 Tornando on topic, sinceramente sono rimasto molto sorpreso anch'io dall'ingaggio di Cavendish da parte della Deceuninck. Al di là delle modalità, che potrebbero apparire discutibili o meno, io credo che si debba partire da un presupposto (e credo che lo stesso Mark lo sappia bene): Cavendish è stato ingaggiato per tutto tranne che per fare...il Cavendish. Nel senso: abbiamo visto come nelle ultime stagioni il mannese abbia fatto decisamente fatica anche solo per sprintare, anche perché è fisiologico che l'esplosività, il colpo d'occhio e il pelo sullo stomaco possano non essere più quelle di un tempo. Ecco che quindi si può pensare ad un Cavendish diverso, ovvero un corridore che lavora per la squadra, che aiuta a tenere coperti i capitani in fasi delicate di corsa, che si mette a tirare a 50 km dall'arrivo o che magari entra in scena nel finale con qualche altra mansione (a me, ad esempio, piacque molto quando al Saudi Tour d'inizio anno fece il buco a Bauhaus, favorendo la vittoria del tedesco).

Insomma, io non credo affatto che sia stato preso per fare il velocista ma che (visto che neppure si può pensare ad un'operazione di marketing o simili...non si sta parlando di Balotelli al Monza per intenderci) si voglia assecondare la sua voglia di correre ancora, con la possibilità di essere utile in altro modo. Magari aiutando i più giovani (il percorso sarà ancora molto lungo ma la presenza di uno come lui potrebbe essere ulteriormente d'aiuto per il ritorno all'agonismo di Jakobsen). Poi chissà, vedendo come nel "Wolfpack" riescano un po' tutti ad essere brillanti, magari in qualche corsa di secondo piano potrebbe anche scapparci un ritorno alla vittoria (o alle vittorie) per chiudere degnamente la carriera. A parte che io non mi stupirei neppure di vederlo presente in qualche fuga, come era capitato alla Gand-Wevelgem di quest'anno.
Io ho il sospetto che corra (quasi) gratis...detto ciò tutto fa brodo: può tornare a fare il Cavendish, fare da chioccia, andare in fuga, tirare le volate, uomo immagine ecc.ecc.
In fondo io preferirei avere gratis uno come il "mannese"(mi piace)
che un neopro semisconosciuto preso per fare un favore a qualcuno


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Abruzzese »

noel ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 6:36 Io ho il sospetto che corra (quasi) gratis...detto ciò tutto fa brodo: può tornare a fare il Cavendish, fare da chioccia, andare in fuga, tirare le volate, uomo immagine ecc.ecc.
In fondo io preferirei avere gratis uno come il "mannese"(mi piace)
che un neopro semisconosciuto preso per fare un favore a qualcuno
Ecco, riallacciandomi anche alle considerazioni che facevo l'altro giorno, io credo che ci si debba fare qualche domanda su ciò che realmente accada e sulle logiche che portano a certi ingaggi. La parte romantica ci può stare (io stesso lo sono), specialmente considerando quel che uno ha potuto dare al ciclismo e che magari ha il desiderio di chiudere in bellezza (anche se poi non tutti riescono ad averla, la possibilità). Come pure ci sono altre situazioni in cui proprio non si riesce a fare a meno di pedalare (vedere Rebellin, che ancora va avanti cercando ingaggi nei posti più disparati).

Nell'ultima frase tu riporti l'attenzione su cose che vanno avanti da un pezzo (il famoso "pagare per correre" e simili) e che continueranno a succedere. Chiaramente, a meno che il tutto non venga fuori, la verità la sanno solo i diretti interessati. Bisogna però tenere conto del fatto che non a tutti sono concesse le stesse possibilità. Ci sono ragazzi che magari hanno bisogno di più tempo per maturare oppure che potrebbero diventare eccellenti gregari una volta capito di non riuscire a diventare dei vincenti. Solo che qualcuno si ritrova a fare scelte inadatte, qualcuno non ha sufficienti agganci e così chi potrebbe ancora dare qualcosa magari finisce per smettere prima del tempo.

Per questo quando commentavo il passaggio di Pelucchi alla Qhubeka lo facevo sperando che possa giocarsi al meglio le sue chance e garantirsi così ancora qualche anno di professionismo, magari anche come gregario. Perché affermare che lui si ritrovi a correre lì solamente perché "amico di..." penso che non renda minimamente onore a lui, poiché quantunque possano essere criticabili certi ingaggi credo che a nessuno faccia piacere il passare per raccomandati. Questo è, senza stare a tirare in mezzo la sociologia, i maestri di vita etc.etc. Ci si chiede semplicemente se per ingaggiare alcuni corridori si tenga conto del criterio meritocratico o se invece le scelte vengano fatte per altri motivi (non ultimo quello di pensare di non trovare di meglio sulla piazza per un determinato ruolo. Un team manager potrebbe anche fare questo ragionamento). Credo che ognuno abbia buoni rapporti con qualcuno, su cui potrebbe contare nel momento del bisogno. Allo stesso modo però ha ragione anche quel tale che diceva che "il bene si fa ma non si dice...".


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
noel
Messaggi: 940
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da noel »

Abruzzese ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 7:16
noel ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 6:36 Io ho il sospetto che corra (quasi) gratis...detto ciò tutto fa brodo: può tornare a fare il Cavendish, fare da chioccia, andare in fuga, tirare le volate, uomo immagine ecc.ecc.
In fondo io preferirei avere gratis uno come il "mannese"(mi piace)
che un neopro semisconosciuto preso per fare un favore a qualcuno
Ecco, riallacciandomi anche alle considerazioni che facevo l'altro giorno, io credo che ci si debba fare qualche domanda su ciò che realmente accada e sulle logiche che portano a certi ingaggi. La parte romantica ci può stare (io stesso lo sono), specialmente considerando quel che uno ha potuto dare al ciclismo e che magari ha il desiderio di chiudere in bellezza (anche se poi non tutti riescono ad averla, la possibilità). Come pure ci sono altre situazioni in cui proprio non si riesce a fare a meno di pedalare (vedere Rebellin, che ancora va avanti cercando ingaggi nei posti più disparati).

Nell'ultima frase tu riporti l'attenzione su cose che vanno avanti da un pezzo (il famoso "pagare per correre" e simili) e che continueranno a succedere. Chiaramente, a meno che il tutto non venga fuori, la verità la sanno solo i diretti interessati. Bisogna però tenere conto del fatto che non a tutti sono concesse le stesse possibilità. Ci sono ragazzi che magari hanno bisogno di più tempo per maturare oppure che potrebbero diventare eccellenti gregari una volta capito di non riuscire a diventare dei vincenti. Solo che qualcuno si ritrova a fare scelte inadatte, qualcuno non ha sufficienti agganci e così chi potrebbe ancora dare qualcosa magari finisce per smettere prima del tempo.

Per questo quando commentavo il passaggio di Pelucchi alla Qhubeka lo facevo sperando che possa giocarsi al meglio le sue chance e garantirsi così ancora qualche anno di professionismo, magari anche come gregario. Perché affermare che lui si ritrovi a correre lì solamente perché "amico di..." penso che non renda minimamente onore a lui, poiché quantunque possano essere criticabili certi ingaggi credo che a nessuno faccia piacere il passare per raccomandati. Questo è, senza stare a tirare in mezzo la sociologia, i maestri di vita etc.etc. Ci si chiede semplicemente se per ingaggiare alcuni corridori si tenga conto del criterio meritocratico o se invece le scelte vengano fatte per altri motivi (non ultimo quello di pensare di non trovare di meglio sulla piazza per un determinato ruolo. Un team manager potrebbe anche fare questo ragionamento). Credo che ognuno abbia buoni rapporti con qualcuno, su cui potrebbe contare nel momento del bisogno. Allo stesso modo però ha ragione anche quel tale che diceva che "il bene si fa ma non si dice...".
Sono conseguenze del ciclismo globalizzato. Tante squadre, tante corse, tanti corridori, tanti sponsor...e pure i procuratori. Negli anni 80 in Italia dove c'erano 8/10 squadre passavano i 15 neopro migliori, punto.
Nel minestrone planetario che è il ciclismo/politica/lavoro oggi, teoricamente c'è spazio per tutti, basta sapere entrare ed accettare certe logiche.


Mario Rossi
Messaggi: 758
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Mario Rossi »

Abruzzese ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 4:39 Tornando on topic, sinceramente sono rimasto molto sorpreso anch'io dall'ingaggio di Cavendish da parte della Deceuninck. Al di là delle modalità, che potrebbero apparire discutibili o meno, io credo che si debba partire da un presupposto (e credo che lo stesso Mark lo sappia bene): Cavendish è stato ingaggiato per tutto tranne che per fare...il Cavendish. Nel senso: abbiamo visto come nelle ultime stagioni il mannese abbia fatto decisamente fatica anche solo per sprintare, anche perché è fisiologico che l'esplosività, il colpo d'occhio e il pelo sullo stomaco possano non essere più quelle di un tempo. Ecco che quindi si può pensare ad un Cavendish diverso, ovvero un corridore che lavora per la squadra, che aiuta a tenere coperti i capitani in fasi delicate di corsa, che si mette a tirare a 50 km dall'arrivo o che magari entra in scena nel finale con qualche altra mansione (a me, ad esempio, piacque molto quando al Saudi Tour d'inizio anno fece il buco a Bauhaus, favorendo la vittoria del tedesco).

Insomma, io non credo affatto che sia stato preso per fare il velocista ma che (visto che neppure si può pensare ad un'operazione di marketing o simili...non si sta parlando di Balotelli al Monza per intenderci) si voglia assecondare la sua voglia di correre ancora, con la possibilità di essere utile in altro modo. Magari aiutando i più giovani (il percorso sarà ancora molto lungo ma la presenza di uno come lui potrebbe essere ulteriormente d'aiuto per il ritorno all'agonismo di Jakobsen). Poi chissà, vedendo come nel "Wolfpack" riescano un po' tutti ad essere brillanti, magari in qualche corsa di secondo piano potrebbe anche scapparci un ritorno alla vittoria (o alle vittorie) per chiudere degnamente la carriera. A parte che io non mi stupirei neppure di vederlo presente in qualche fuga, come era capitato alla Gand-Wevelgem di quest'anno.
Io credo che sia stato preso per tanti motivi, tra i quali anche fare il velocista. L'altro giorno guardavo i roster e mi sono accorto che, a meno di clamorose sorprese, per Lefevere quest'anno oltte a Bennett il nulla. Jakobsen chissà se si riprenderà mai, al di la delle parole di facciata. Hedeg e Ballerini ancora, nelle volate dei GT, fanno molta fatica. Cavendish, se messo in condizione decente ancora qualche top3, ma anche con un po'difortuna, una tappa al Giro la potrebbe portare. Il problema è che per 4 anni è sembrato un ex. Ma Lefevere fa resuscitare anche i morti.


sagittario1962
Messaggi: 530
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Abruzzese ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 4:39 Tornando on topic, sinceramente sono rimasto molto sorpreso anch'io dall'ingaggio di Cavendish da parte della Deceuninck. Al di là delle modalità, che potrebbero apparire discutibili o meno, io credo che si debba partire da un presupposto (e credo che lo stesso Mark lo sappia bene): Cavendish è stato ingaggiato per tutto tranne che per fare...il Cavendish. Nel senso: abbiamo visto come nelle ultime stagioni il mannese abbia fatto decisamente fatica anche solo per sprintare, anche perché è fisiologico che l'esplosività, il colpo d'occhio e il pelo sullo stomaco possano non essere più quelle di un tempo. Ecco che quindi si può pensare ad un Cavendish diverso, ovvero un corridore che lavora per la squadra, che aiuta a tenere coperti i capitani in fasi delicate di corsa, che si mette a tirare a 50 km dall'arrivo o che magari entra in scena nel finale con qualche altra mansione (a me, ad esempio, piacque molto quando al Saudi Tour d'inizio anno fece il buco a Bauhaus, favorendo la vittoria del tedesco).

Insomma, io non credo affatto che sia stato preso per fare il velocista ma che (visto che neppure si può pensare ad un'operazione di marketing o simili...non si sta parlando di Balotelli al Monza per intenderci) si voglia assecondare la sua voglia di correre ancora, con la possibilità di essere utile in altro modo. Magari aiutando i più giovani (il percorso sarà ancora molto lungo ma la presenza di uno come lui potrebbe essere ulteriormente d'aiuto per il ritorno all'agonismo di Jakobsen). Poi chissà, vedendo come nel "Wolfpack" riescano un po' tutti ad essere brillanti, magari in qualche corsa di secondo piano potrebbe anche scapparci un ritorno alla vittoria (o alle vittorie) per chiudere degnamente la carriera. A parte che io non mi stupirei neppure di vederlo presente in qualche fuga, come era capitato alla Gand-Wevelgem di quest'anno.
ricorda molto l'operazione Petacchi alla omega ..... che alla fine portò nel palmares un gp cerami


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Skyscrapers
Messaggi: 182
Iscritto il: martedì 20 agosto 2019, 19:40

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Skyscrapers »

Rhaegar ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 23:47
cauz. ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 21:32 lefevere conferma che Cavendish è arrivato dopo che uno sponsor ha garantito i soldi per copre il suo contratto:
https://www.cyclingnews.com/news/lefeve ... like-this/

tra le altre cose dice anche di non sapere cosa aspettarsi da Cav l'anno prossimo, partirà da zero e si vedrà. si comprende che (al netto della "copertura spese") Cav è davvero stato ingaggiato per amicizia.
A me sembra che si è proprio comprato il posto, come un pilota pagante in Formula 1.

Non si discuteva qualche anno fa del presunto scandalo dei ciclisti paganti che pagano per farsi assumere dalle squadre? Beh questo cos'è? Uguale a Maldonado con PDVSA come sponsor a comprargli il sedile in Williams.
Be però in questo caso lui non riceve soldi dalla squadra (magari solo qualcosa ricavato dai vari montepremi) e non li deve restituire come accadeva nel pagare per correre. Lui semplicemente ha uno sponsor che lo paga, cosa che per altro credo avesse anche prima, quindi di fatto è una cosa esterna.


sagittario1962
Messaggi: 530
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

edobs ha scritto: sabato 5 dicembre 2020, 12:08 Sergio Henao alla Qhubeka, stanno davvero raccattando un po' tutto quello che capita, ma la maggior parte sono corridori con stagioni deludenti alle spalle.
nello sport in generale con delle squadre di raccattati si è visto fare delle cose egregie........ ok che è un altro sport ma il verona di Bagnoli era fatto con scarti di altre squadre, ragazzini e giocatori definiti a fine carriera...... e vinse uno scudetto......, dipende da come vedono questo ingaggio se la vedono come una possibilità di rilancio potrebbero far bene, se invece lo vedono come na manna caduta dal cielo ovvero dovevo cambiar mestiere e invece per un'altra stagione sono a posto allora...............


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
noel
Messaggi: 940
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da noel »

sagittario1962 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 9:46
edobs ha scritto: sabato 5 dicembre 2020, 12:08 Sergio Henao alla Qhubeka, stanno davvero raccattando un po' tutto quello che capita, ma la maggior parte sono corridori con stagioni deludenti alle spalle.
nello sport in generale con delle squadre di raccattati si è visto fare delle cose egregie........ ok che è un altro sport ma il verona di Bagnoli era fatto con scarti di altre squadre, ragazzini e giocatori definiti a fine carriera...... e vinse uno scudetto......, dipende da come vedono questo ingaggio se la vedono come una possibilità di rilancio potrebbero far bene, se invece lo vedono come na manna caduta dal cielo ovvero dovevo cambiar mestiere e invece per un'altra stagione sono a posto allora...............
Lasciamo il Verona di Bagnoli lì dove sta per cortesia....il valore di henao, come di tanti che sta ingaggiando la qhubeka, è quello che è, motivazioni o non motivazioni. Poi qualche soddisfazione se la potranno anche togliere, ma tra le squadre wt è quella più indiziata per la "retrocessione"


sagittario1962
Messaggi: 530
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

noel ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 10:01
sagittario1962 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 9:46
edobs ha scritto: sabato 5 dicembre 2020, 12:08 Sergio Henao alla Qhubeka, stanno davvero raccattando un po' tutto quello che capita, ma la maggior parte sono corridori con stagioni deludenti alle spalle.
nello sport in generale con delle squadre di raccattati si è visto fare delle cose egregie........ ok che è un altro sport ma il verona di Bagnoli era fatto con scarti di altre squadre, ragazzini e giocatori definiti a fine carriera...... e vinse uno scudetto......, dipende da come vedono questo ingaggio se la vedono come una possibilità di rilancio potrebbero far bene, se invece lo vedono come na manna caduta dal cielo ovvero dovevo cambiar mestiere e invece per un'altra stagione sono a posto allora...............
Lasciamo il Verona di Bagnoli lì dove sta per cortesia....il valore di henao, come di tanti che sta ingaggiando la qhubeka, è quello che è, motivazioni o non motivazioni. Poi qualche soddisfazione se la potranno anche togliere, ma tra le squadre wt è quella più indiziata per la "retrocessione"
ok se vogliamo rimanere in ambito ciclistico la index di savoldelli quando vinse il giro, una formazione con un nome buono che doveva però ancora dimostrare tutto venendo da due stagioni ad essere benvoli opache giro, un velocista due o tre a fine carriera (lanfranchi, elli, hamburger) e poco altro ........ metà di quelli che ne fecero parte corsero solo quell'anno credo che come valore fossero a livello di una scadente continental e che nessuno a inizio stagione avrebbe scommesso su di loro come squadra del vincitore, savoldelli lì rilanciò la carriera ..........


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
noel
Messaggi: 940
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da noel »

sagittario1962 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 11:08
noel ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 10:01
sagittario1962 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 9:46

nello sport in generale con delle squadre di raccattati si è visto fare delle cose egregie........ ok che è un altro sport ma il verona di Bagnoli era fatto con scarti di altre squadre, ragazzini e giocatori definiti a fine carriera...... e vinse uno scudetto......, dipende da come vedono questo ingaggio se la vedono come una possibilità di rilancio potrebbero far bene, se invece lo vedono come na manna caduta dal cielo ovvero dovevo cambiar mestiere e invece per un'altra stagione sono a posto allora...............
Lasciamo il Verona di Bagnoli lì dove sta per cortesia....il valore di henao, come di tanti che sta ingaggiando la qhubeka, è quello che è, motivazioni o non motivazioni. Poi qualche soddisfazione se la potranno anche togliere, ma tra le squadre wt è quella più indiziata per la "retrocessione"
ok se vogliamo rimanere in ambito ciclistico la index di savoldelli quando vinse il giro, una formazione con un nome buono che doveva però ancora dimostrare tutto venendo da due stagioni ad essere benvoli opache giro, un velocista due o tre a fine carriera (lanfranchi, elli, hamburger) e poco altro ........ metà di quelli che ne fecero parte corsero solo quell'anno credo che come valore fossero a livello di una scadente continental e che nessuno a inizio stagione avrebbe scommesso su di loro come squadra del vincitore, savoldelli lì rilanciò la carriera ..........
Ok l'esempio ci sta. Ma ricordiamoci pure che praticamente la index nacque e finì con quel giro.


patrixhouse
Messaggi: 179
Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 18:00

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da patrixhouse »

noel ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 10:01
sagittario1962 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 9:46
edobs ha scritto: sabato 5 dicembre 2020, 12:08 Sergio Henao alla Qhubeka, stanno davvero raccattando un po' tutto quello che capita, ma la maggior parte sono corridori con stagioni deludenti alle spalle.
nello sport in generale con delle squadre di raccattati si è visto fare delle cose egregie........ ok che è un altro sport ma il verona di Bagnoli era fatto con scarti di altre squadre, ragazzini e giocatori definiti a fine carriera...... e vinse uno scudetto......, dipende da come vedono questo ingaggio se la vedono come una possibilità di rilancio potrebbero far bene, se invece lo vedono come na manna caduta dal cielo ovvero dovevo cambiar mestiere e invece per un'altra stagione sono a posto allora...............
Lasciamo il Verona di Bagnoli lì dove sta per cortesia....il valore di henao, come di tanti che sta ingaggiando la qhubeka, è quello che è, motivazioni o non motivazioni. Poi qualche soddisfazione se la potranno anche togliere, ma tra le squadre wt è quella più indiziata per la "retrocessione"
ma secondo voi Sergio Henao è così scarso? In UAE a parte Pogacar gli altri rendono tutti meno di quello che potrebbero fare basti vedere Gaviria e Aru ma ce ne sono tanti altri... E poi alla ultima Vuelta Henao non mi pare sia andato così piano, lo hanno preso per fare da spalla a Pozzovivo e Aru ..


rob
Messaggi: 515
Iscritto il: martedì 13 novembre 2012, 17:22

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da rob »

Non bisognerebbe mai dimenticare la reale situazione. Ad inizio anno Riis era subentrato con la "garanzia" di rilevare tutto e dare continuità al progetto: aveva una lettera di intenti da parte di uno sponsor. Trascorso il tempo (con tutto quello che ha portato il 2020), a settembre, si capisce che le possibilità non ci sono. Tutto chiuso! A quel punto la prospettiva era quella di chiudere o di provare a fare qualcosa. Bisognava risolvere la situazione col gruppo Riis ( e diosolosa che genere di accordo avevano fatto) e ricominciare daccapo, ed eravamo già a Novembre. A me piace questo tentativo proprio perché disperato. Troppo facile fare i fenomeni con 35 k di budget. In una situazione analoga si è dovuta confrontare la Sunweb e fortuna per loro che si trovavano in casa una multinazionale...
Ora tutte le critiche, anche feroci (e qualche volta compiaciute) io le trovo molto ingenerose. Si potrebbe almeno aspettare che comincino le corse per affilare i coltelli, no? Ioi spero che Aru vinca la Parigi Nizza e che Nizzolo faccia bene alla San Remo... Non succederà, lo so, ma come sarebbe bello...!


Cthulhu
Messaggi: 1426
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Ma secondo voi è più facile si riprenda Aru o Cavendish ?


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7041
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da il_panta »

Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 11:55 Ma secondo voi è più facile si riprenda Aru o Cavendish ?
Per me Aru.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
cauz.
Messaggi: 13065
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da cauz. »

Rhaegar ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 23:47
cauz. ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 21:32 lefevere conferma che Cavendish è arrivato dopo che uno sponsor ha garantito i soldi per copre il suo contratto:
https://www.cyclingnews.com/news/lefeve ... like-this/

tra le altre cose dice anche di non sapere cosa aspettarsi da Cav l'anno prossimo, partirà da zero e si vedrà. si comprende che (al netto della "copertura spese") Cav è davvero stato ingaggiato per amicizia.
A me sembra che si è proprio comprato il posto, come un pilota pagante in Formula 1.

Non si discuteva qualche anno fa del presunto scandalo dei ciclisti paganti che pagano per farsi assumere dalle squadre? Beh questo cos'è? Uguale a Maldonado con PDVSA come sponsor a comprargli il sedile in Williams.
non so come funzioni la formula uno ne' chi sia maldonado (quello che ricordo doveva comprarlo il Genoa nell'affare in cui acquistò anche la vittoria sul venezia), ma ritengo che quello di Cav sia un caso un po' a sé rispetto ai classici corridori che pagano per correre.
innanzitutto non penso dovrà restituire i soldi, come altri han fatto notare. in secondo luogo qui non si tratta del semisconosciuto che fa entrare come sponsor il mobilificio dello zio per pagarsi lo stipendio, ma di un campione con la C maiuscola, uno dei velocisti più forti di tutti i tempi, che qualche merito ce l'ha. insomma, la squadra non lo ingaggia per fare numero o per avere uno sponsor in più, ma partendo da dei risultati sportivi acclarati, che al di là della parabola sportiva, ormai più che discendente in picchiata, comportano visibilità, attenzione, interesse anche in ottica futura. Da questo punto di vista sono due casi agli antipodi, che si avvicinano sì nella forma pratica ma divergono molto sulla storia dei protagonisti. Per dirla brutta direi quasi che cavendish lo sponsor che paga il suo stipendio se lo sia guadagnato con le gambe. Dopodiché concordo che non è una bella pratica, ma è una pratica assai comune a tutti gli sport e la vedo inevitabile nel momento in cui attorno allo sport ci sono interessi economici e non solo sportivi.

tornando al ruolo di Cav, io penso che rivedremo quello che abbiamo visto nelle sue ultime gare in Bahrain, ovvero un cavendish in fuga. essendo comunque un corridore veloce può tornare molto utile metterlo all'attacco nei gruppetti, penso in particolare ad alcune semiclassiche o gare minori in linea. Inoltre come dice lefevere può agire ugualmente da "velocista di scorta" in attesa del rientro di jakobsen, quando bennett è impegnato altrove. Penso infine che un corridore così esperto e vincente sarà comunque molto utile nel gruppo dei velocisti, soprattutto per il rientro e la crescita di jakobsen.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20864
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

cauz. ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 12:14
Rhaegar ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 23:47
cauz. ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 21:32 lefevere conferma che Cavendish è arrivato dopo che uno sponsor ha garantito i soldi per copre il suo contratto:
https://www.cyclingnews.com/news/lefeve ... like-this/

tra le altre cose dice anche di non sapere cosa aspettarsi da Cav l'anno prossimo, partirà da zero e si vedrà. si comprende che (al netto della "copertura spese") Cav è davvero stato ingaggiato per amicizia.
A me sembra che si è proprio comprato il posto, come un pilota pagante in Formula 1.

Non si discuteva qualche anno fa del presunto scandalo dei ciclisti paganti che pagano per farsi assumere dalle squadre? Beh questo cos'è? Uguale a Maldonado con PDVSA come sponsor a comprargli il sedile in Williams.
non so come funzioni la formula uno ne' chi sia maldonado (quello che ricordo doveva comprarlo il Genoa nell'affare in cui acquistò anche la vittoria sul venezia), ma ritengo che quello di Cav sia un caso un po' a sé rispetto ai classici corridori che pagano per correre.
innanzitutto non penso dovrà restituire i soldi, come altri han fatto notare. in secondo luogo qui non si tratta del semisconosciuto che fa entrare come sponsor il mobilificio dello zio per pagarsi lo stipendio, ma di un campione con la C maiuscola, uno dei velocisti più forti di tutti i tempi, che qualche merito ce l'ha. insomma, la squadra non lo ingaggia per fare numero o per avere uno sponsor in più, ma partendo da dei risultati sportivi acclarati, che al di là della parabola sportiva, ormai più che discendente in picchiata, comportano visibilità, attenzione, interesse anche in ottica futura. Da questo punto di vista sono due casi agli antipodi, che si avvicinano sì nella forma pratica ma divergono molto sulla storia dei protagonisti. Per dirla brutta direi quasi che cavendish lo sponsor che paga il suo stipendio se lo sia guadagnato con le gambe. Dopodiché concordo che non è una bella pratica, ma è una pratica assai comune a tutti gli sport e la vedo inevitabile nel momento in cui attorno allo sport ci sono interessi economici e non solo sportivi.
Sono d'accordo. Cavendish non è il neoprofessionsita italiano che passa con pochi risultati 'grazie' allo zio padrone dell'aziendina a conduzione familiare. La differenza non è banale. I grandi ciclisti, ma in generale i grandi sportivi, muovoni tutti degli interessi di sponsor che sono legati a loro. Cavnedish anche se ormai è lontano parente di quello dei tempi d'oro, resta comunque uno che ha vinto il mondiale, la sanremo e non so quante tappe al Giro e al Tour. Porta grande visibilità ad uno sponsor che decide d'investire su di lui. Quindi un'azienda che si rende conto di poter avere Cavendish come testimonial, tra l'altro spendendo anche poco, ha grande interesse a trovare un'accordo del genere.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
andriusskerla
Messaggi: 2774
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da andriusskerla »

Robert Power e Bert Jan Lindeman sono gli ultimi due corridori della Qhubeka. A sorpresa resta fuori Thomson (oltre a Dyball, Iribe e Wyss)


Gimbatbu
Messaggi: 2655
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 11:55 Ma secondo voi è più facile si riprenda Aru o Cavendish ?
Non fosse altro che per un fattore anagrafico Aru. Cavendish è ormai oltre la decima piazza in uno sprint di una corsa normale e oltre la ventesima in un grande giro. Negli ultimi due anni non ha vinto mai e nei due precedenti era arrivato primo due volte.


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20864
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

andriusskerla ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 13:56 Robert Power e Bert Jan Lindeman sono gli ultimi due corridori della Qhubeka. A sorpresa resta fuori Thomson (oltre a Dyball, Iribe e Wyss)
Thomson era dato tra i confermati sin da quando è arrivata la conferma che la squadra avrebber corso anche nel 2021. Ormai la de-Africanizzazione è completa. Questa squadra, oltre ad essere modesta, non ha più nulla a che fare con le sue vecchie radici Africane. Nel 2020 gli Africani in squadra erano ancora 7 (già molti di meno rispetto a 2-3 anni fa), nel 2021 saranno soltanto due (Dlamini e Janse van Rensburg).

Sono ovviamente contento che la squadra sia stata salvata, però mi spiace che abbia presto sta piega.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
simociclo
Messaggi: 5048
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da simociclo »

Ci sono squadre Wt che hanno ancora spazio per nuovi innesti?
E professional?


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
nurseryman
Messaggi: 644
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da nurseryman »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 13:41
cauz. ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 12:14
Rhaegar ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020, 23:47

A me sembra che si è proprio comprato il posto, come un pilota pagante in Formula 1.

Non si discuteva qualche anno fa del presunto scandalo dei ciclisti paganti che pagano per farsi assumere dalle squadre? Beh questo cos'è? Uguale a Maldonado con PDVSA come sponsor a comprargli il sedile in Williams.
non so come funzioni la formula uno ne' chi sia maldonado (quello che ricordo doveva comprarlo il Genoa nell'affare in cui acquistò anche la vittoria sul venezia), ma ritengo che quello di Cav sia un caso un po' a sé rispetto ai classici corridori che pagano per correre.
innanzitutto non penso dovrà restituire i soldi, come altri han fatto notare. in secondo luogo qui non si tratta del semisconosciuto che fa entrare come sponsor il mobilificio dello zio per pagarsi lo stipendio, ma di un campione con la C maiuscola, uno dei velocisti più forti di tutti i tempi, che qualche merito ce l'ha. insomma, la squadra non lo ingaggia per fare numero o per avere uno sponsor in più, ma partendo da dei risultati sportivi acclarati, che al di là della parabola sportiva, ormai più che discendente in picchiata, comportano visibilità, attenzione, interesse anche in ottica futura. Da questo punto di vista sono due casi agli antipodi, che si avvicinano sì nella forma pratica ma divergono molto sulla storia dei protagonisti. Per dirla brutta direi quasi che cavendish lo sponsor che paga il suo stipendio se lo sia guadagnato con le gambe. Dopodiché concordo che non è una bella pratica, ma è una pratica assai comune a tutti gli sport e la vedo inevitabile nel momento in cui attorno allo sport ci sono interessi economici e non solo sportivi.
Sono d'accordo. Cavendish non è il neoprofessionsita italiano che passa con pochi risultati 'grazie' allo zio padrone dell'aziendina a conduzione familiare. La differenza non è banale. I grandi ciclisti, ma in generale i grandi sportivi, muovoni tutti degli interessi di sponsor che sono legati a loro. Cavnedish anche se ormai è lontano parente di quello dei tempi d'oro, resta comunque uno che ha vinto il mondiale, la sanremo e non so quante tappe al Giro e al Tour. Porta grande visibilità ad uno sponsor che decide d'investire su di lui. Quindi un'azienda che si rende conto di poter avere Cavendish come testimonial, tra l'altro spendendo anche poco, ha grande interesse a trovare un'accordo del genere.
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
Winter
Messaggi: 17761
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Winter »

simociclo ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:14 Ci sono squadre Wt che hanno ancora spazio per nuovi innesti?
E professional?
Bahrain 2 (ma uno credo verra' preso da mader)
Ef pro 2
UAE 2 (ma uno , ufficiosamente è molano)

Tra le Professional
Alpecin suppongo 7 (per arrivare a 25)
Androni 3 (ma uno è Umba)
Euskadi 10 (credo ci saranno molte riconferme)
Riwal 16 (sempre che la squadra si faccia)
Arkea 1 (dovrebbe esser flores.. ma credo pesi la vicenda quintana)
Vini Zabu 6

Per le wt ho considerato 27 corridori
per le professional 20 , tranne per alpecin 25 e arkea 27
Novo Nordisk non la considero pro


Winter
Messaggi: 17761
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Winter »

nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:41
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile


andriusskerla
Messaggi: 2774
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da andriusskerla »

andriusskerla ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 13:56 Robert Power e Bert Jan Lindeman sono gli ultimi due corridori della Qhubeka. A sorpresa resta fuori Thomson (oltre a Dyball, Iribe e Wyss)
E Thomson annuncia il ritiro


pietro
Messaggi: 11026
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da pietro »

Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:50
nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:41
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile
Poi 4 anni sono un'era geologica per i velocisti


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20864
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:50
nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:41
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile
credo che si riferisce alle condizioni meteo che hanno comunque prodotto una selzione non indifferente. Da un punto di vista altimetrico è stato il mondiale più semplice di sempre.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Benny1
Messaggi: 148
Iscritto il: mercoledì 21 ottobre 2020, 8:36

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Benny1 »

Leggo di Bongiorno senza contratto x il 2021.. La vini Zabù sembra fare all in su Mareczko... via Visconti Wackermann Rota Fortunato Garosio Bongiorno e Marengo.. non ho capito con chi sperano di rimanere in gruppo al secondo cavalcavia che affrontano... :hammer:


mattia_95
Messaggi: 1886
Iscritto il: giovedì 16 novembre 2017, 22:21

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da mattia_95 »

Ma Leonardo Basso ha ricevuto veramente il rinnovo da parte del Team Ineos? :dubbio:


FC 2018: Gp de Montreal, Giro di Turchia.
FC 2019: GP di Francoforte, Tour a Tempo, Coppa Bernocchi.
FC 2020: Tour Down Under, Tour a Tempo a Squadre.
FC 2021: Gand - Wevelgem.
cassius
Messaggi: 1535
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da cassius »

mattia_95 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 15:59 Ma Leonardo Basso ha ricevuto veramente il rinnovo da parte del Team Ineos? :dubbio:
Ah, ecco, non sono l'unico che si chiedeva cosa avesse fatto da prò.
A 27 anni non ha mai fatto un GT, ha fatto 1 monumento in vita sua (un Fiandre), ha sempre fatto dei calendari di corse di livello medio-basso con un numero di giorni di corsa da neoprò di primo pelo.
Come mai? Infortuni? Chiedo a chi è più sul pezzo...


patrixhouse
Messaggi: 179
Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 18:00

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da patrixhouse »

Benny1 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 15:50 Leggo di Bongiorno senza contratto x il 2021.. La vini Zabù sembra fare all in su Mareczko... via Visconti Wackermann Rota Fortunato Garosio Bongiorno e Marengo.. non ho capito con chi sperano di rimanere in gruppo al secondo cavalcavia che affrontano... :hammer:
pure Bongiorno mandano via... 🙈🙈🙈
Evidentemente preferiscono puntare al blocco composto da Iacchi, Di Renzo, Tortomasi, Petelin, De Bonis, Bartolozzi, Busato, Mitri e Gonzalez...


patrixhouse
Messaggi: 179
Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 18:00

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da patrixhouse »

cassius ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 16:43
mattia_95 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 15:59 Ma Leonardo Basso ha ricevuto veramente il rinnovo da parte del Team Ineos? :dubbio:
Ah, ecco, non sono l'unico che si chiedeva cosa avesse fatto da prò.
A 27 anni non ha mai fatto un GT, ha fatto 1 monumento in vita sua (un Fiandre), ha sempre fatto dei calendari di corse di livello medio-basso con un numero di giorni di corsa da neoprò di primo pelo.
Come mai? Infortuni? Chiedo a chi è più sul pezzo...
Leo Basso fa parte del pacchetto che comprende Moscon, sono amici .. 😀😉😉😉


patrixhouse
Messaggi: 179
Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 18:00

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da patrixhouse »

La Giotti Victoria si rinforza con Paolo Simion! Buon ingaggio per una Continental

La Assos - Qubheka si rinforza in salita per supportare Aru e Pozzovivo, presi anche Robert Power e Lindeman


Cthulhu
Messaggi: 1426
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Gimbatbu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:01
Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 11:55 Ma secondo voi è più facile si riprenda Aru o Cavendish ?
Non fosse altro che per un fattore anagrafico Aru. Cavendish è ormai oltre la decima piazza in uno sprint di una corsa normale e oltre la ventesima in un grande giro. Negli ultimi due anni non ha vinto mai e nei due precedenti era arrivato primo due volte.
Beh, non è che Aru abbia fatto di più negli ultimi anni.


nurseryman
Messaggi: 644
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da nurseryman »

Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:50
nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:41
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile
il dislivello non è tutto nelle corse

riguardalo,
la selezione a 100 km dall'arrivo nel vento deserto sagan che riesce all'ultimo ad agganciare il treno dei belgi
ed il suicidio dei belgi stessi che in sei in un gruppetto di 20 corridori decidono di arrivare alla volata con boonen (omaggio alla carriera) contro sagan e cav.
tutti gli altri velocisti irrimediabilmente staccati che si arrendono
è comunque stato più bello e più duro di oslo (tutti in gregge fino a 10 dall'arrivo)

copenaghen e zolder non li considero nemmeno mondiali


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
andriusskerla
Messaggi: 2774
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da andriusskerla »

Ufficiale il prevedibile passaggio di Beppu alla EF. Era ovvio che la componente Nippo non si sarebbe limitata ad un solo corridore e lui è sicuramente uno in grado di stare nel WT


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Le vicende di Paolo Simion, anche con le problematiche dovute al non aver potuto correre per nulla nell'ultimo anno, ben evidenziano le dinamiche del dover arrangiarsi. Paolo, tra l'altro, è sempre stato un ragazzo molto intelligente e non ha mai smesso neppure di studiare, tanto che ha approfittato del momento d'inattività per laurearsi.

Quanto a Bongiorno, ricordo che era stata una scommessa della Vini Zabú. Non era neppure partito male prima della pandemia. Evidentemente sono state fatte altre scelte (Bartoli ci potrebbe dire qualcosa). Comunque sia ricordo che quando ebbe il periodo critico, prima di tornare a gareggiare con la Sangemini, aveva già iniziato a lavorare come pizzaiolo, per cui io penso che se dovesse smettere definitivamente abbia già in mente un piano B.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7041
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da il_panta »

Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 17:55
Gimbatbu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:01
Cthulhu ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 11:55 Ma secondo voi è più facile si riprenda Aru o Cavendish ?
Non fosse altro che per un fattore anagrafico Aru. Cavendish è ormai oltre la decima piazza in uno sprint di una corsa normale e oltre la ventesima in un grande giro. Negli ultimi due anni non ha vinto mai e nei due precedenti era arrivato primo due volte.
Beh, non è che Aru abbia fatto di più negli ultimi anni.
Non ha fatto tanto, però è arrivato quattordicesimo al Tour due anni fa. Quest'anno ha fatto quinto sul Ventoux, ha fatto ottavo nell'arrivo in salita a Burgos (davanti a gente come Yates e Valverde). Anche al Tour dell'Ain ha fatto settimo. Siamo lontani anni luce dal livello del quadriennio 2014-17, ma secondo me anche molto avanti rispetto a Cavendish negli ultimi due anni. Inoltre Cavendish ha 35 anni e la sua parabola sembra fisiologica, seppur accelerata dai problemi fisici degli ultimi anni, mentre Aru di anni ne ha 30 e lascia la speranza che il suo scarso rendimento possa dipendere da alcuni fattori risolvibili. Insomma, una minima speranza che Aru corra a livelli decenti secondo me c'è ancora e per me ha senso investire una piccola parte di budget per lui, mentre Cavendish deve portare gli sponsor per correre.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Winter
Messaggi: 17761
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Winter »

nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 18:00
Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:50
nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:41
e sottolineo secondo dietro a sagan in un mondiale ben più difficile del primo solo 4 anni fa
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile
il dislivello non è tutto nelle corse

riguardalo,
la selezione a 100 km dall'arrivo nel vento deserto sagan che riesce all'ultimo ad agganciare il treno dei belgi
ed il suicidio dei belgi stessi che in sei in un gruppetto di 20 corridori decidono di arrivare alla volata con boonen (omaggio alla carriera) contro sagan e cav.
tutti gli altri velocisti irrimediabilmente staccati che si arrendono
è comunque stato più bello e più duro di oslo (tutti in gregge fino a 10 dall'arrivo)

copenaghen e zolder non li considero nemmeno mondiali
Si ma nelle ultime due ore di corsa non è successo nulla
Se uno era davanti a 100 all arrivo.. non ha fatto più tanta fatica


cnovelli
Messaggi: 55
Iscritto il: lunedì 18 dicembre 2017, 1:42

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da cnovelli »

Rebellin cambia squadra: la continental franco-cambogiana Cambodia Cycling Academy, sostenuta dal governo del paese asiatico.
Festeggerà in sella il mezzo secolo e forse anche con un calendario discreto


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2094
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Beppu ma chi te lo fa fare? In quanto a sbaraccamento la EF non scherza tra l'altro, vanno via Vanmarcke, Woods, Kangert e Martinez ed entrano Valgren (che se non si rilancia non aiuta un granché) e due colombiani tutti da valutare (più Barta che è bravo a cronometro ma è abbastanza monodimensionale). Poi pure la Nippo che porta in dote due corridori, uno trentenne, uno trentasettenne, sostanzialmente non in grado di concludere corse World Tour... Si stanno vedendo delle cose strane in questi ultimi giorni di ciclomercato.
Il caso asiatico tra l'altro secondo me è assurdo, c'è la famosa "cultura della bici", hanno tante gare in tanti Paesi, hanno certamente investito molto, probabilmente sono pure discretamente portati per gli sport di resistenza (per dire, hanno centinaia di maratoneti di alto livello, pur senza eccellenze assolute) eppure non hanno mai tirato fuori un solo corridore competitivo. In giro per il mondo evidentemente ci sono tante Federazioni (Giappone, Russia, Kazakhistan) in confronto alle quali Di Rocco sembra Enrico Mattei.
Ora la EF tenta di costruire una squadra basata su due dei movimenti più sterili in assoluto (USA e Giappone), auguri


matter
Messaggi: 1521
Iscritto il: giovedì 11 luglio 2019, 18:09

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da matter »

cnovelli ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 20:59 Rebellin cambia squadra: la continental franco-cambogiana Cambodia Cycling Academy, sostenuta dal governo del paese asiatico.
Festeggerà in sella il mezzo secolo e forse anche con un calendario discreto
E vabbè bravo Davide che ancora ha tutta questa voglia. :clap:


Skyscrapers
Messaggi: 182
Iscritto il: martedì 20 agosto 2019, 19:40

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Skyscrapers »

Beppugrillo ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 21:52 Beppu ma chi te lo fa fare? In quanto a sbaraccamento la EF non scherza tra l'altro, vanno via Vanmarcke, Woods, Kangert e Martinez ed entrano Valgren (che se non si rilancia non aiuta un granché) e due colombiani tutti da valutare (più Barta che è bravo a cronometro ma è abbastanza monodimensionale). Poi pure la Nippo che porta in dote due corridori, uno trentenne, uno trentasettenne, sostanzialmente non in grado di concludere corse World Tour... Si stanno vedendo delle cose strane in questi ultimi giorni di ciclomercato.
Il caso asiatico tra l'altro secondo me è assurdo, c'è la famosa "cultura della bici", hanno tante gare in tanti Paesi, hanno certamente investito molto, probabilmente sono pure discretamente portati per gli sport di resistenza (per dire, hanno centinaia di maratoneti di alto livello, pur senza eccellenze assolute) eppure non hanno mai tirato fuori un solo corridore competitivo. In giro per il mondo evidentemente ci sono tante Federazioni (Giappone, Russia, Kazakhistan) in confronto alle quali Di Rocco sembra Enrico Mattei.
Ora la EF tenta di costruire una squadra basata su due dei movimenti più sterili in assoluto (USA e Giappone), auguri
Ma la EF è statunitense, ci mancherebbe che non investisse sui corridori della sua nazionalità. E poi Barta, secondo me, è molto interessante: va bene a cronometro e anche in salita.


nurseryman
Messaggi: 644
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da nurseryman »

Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 19:48
nurseryman ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 18:00
Winter ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 14:50
Difficile ?
era uno dei mondiali con meno dislivello della storia
anzi probabilmente il piu' facile
il dislivello non è tutto nelle corse

riguardalo,
la selezione a 100 km dall'arrivo nel vento deserto sagan che riesce all'ultimo ad agganciare il treno dei belgi
ed il suicidio dei belgi stessi che in sei in un gruppetto di 20 corridori decidono di arrivare alla volata con boonen (omaggio alla carriera) contro sagan e cav.
tutti gli altri velocisti irrimediabilmente staccati che si arrendono
è comunque stato più bello e più duro di oslo (tutti in gregge fino a 10 dall'arrivo)

copenaghen e zolder non li considero nemmeno mondiali
Si ma nelle ultime due ore di corsa non è successo nulla
Se uno era davanti a 100 all arrivo.. non ha fatto più tanta fatica
solo il fatto che sono arrivati in volata in venti dice molto su come sia stato il mondiale
poi a quel punto belgi decisero la tattica e si presero la responsabilità di arrivare allo sprint
e ce la fecero
probabilmente avrebbero dovuto correre più tipo quickstep alla roubaix e forse avrebbero portato a casa la corona
ma d'altra parte boonen si meritava la chance
che dire
a me quel mondiale piacque più di molti altri
così come mi è piaciuto harrogate (a parte la volata finale)


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
torcia86
Messaggi: 1157
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 14:52

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da torcia86 »

Senni alla amore&vita


andriusskerla
Messaggi: 2774
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da andriusskerla »

Non confermato dalla Qhubeka, Benjamin Dyball passa al Team Ukyo


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20864
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

andriusskerla ha scritto: mercoledì 9 dicembre 2020, 16:32 Non confermato dalla Qhubeka, Benjamin Dyball passa al Team Ukyo
Diciamo che ritorna alla sua dimensione, quella che lo ha 'consacrato' protagonista delle corse asiatiche nel biennio 2018-19. Tra gli NTT restano a piedi ancora Wyss e Iribe. Quest'ultimo non mi soprenderebbe se finisse alla EF grazie allo sponsor Nippo.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
bartoli
Messaggi: 1699
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Pordenone

Re: Ciclomercato 2020-21

Messaggio da leggere da bartoli »

patrixhouse ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 17:14
Benny1 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 15:50 Leggo di Bongiorno senza contratto x il 2021.. La vini Zabù sembra fare all in su Mareczko... via Visconti Wackermann Rota Fortunato Garosio Bongiorno e Marengo.. non ho capito con chi sperano di rimanere in gruppo al secondo cavalcavia che affrontano... :hammer:
pure Bongiorno mandano via... 🙈🙈🙈
Evidentemente preferiscono puntare al blocco composto da Iacchi, Di Renzo, Tortomasi, Petelin, De Bonis, Bartolozzi, Busato, Mitri e Gonzalez...
Innanzitutto dovresti portare rispetto per questi ragazzi tra i quali nomini corridori che non rimangono. Sono ragazzi umili, utili nelle corse secondarie sia per lavorare che per andare in fuga.

Secondo, io ti darei il budget che abbiamo noi, sicuramente tra i tre più bassi tra le Professional, per vedere cosa riesci a tirare fuori di meglio
Quando hai un budget basso che con la pandemia si abbassa ancora di più e devi arrivare a 20 corridori non puoi fare altro che prendere corridori al minimo, è triste ma è così.

Per quanto riguarda Bongiorno nell'ottica di un team che da Visconti centrico passa a Kuba centrico probabilmente avranno valutato che non avrebbe potuto dare troppo alla causa anche perchè Manuel, che pure è un ragazzo straordinario e al quale voglio tanto bene, in questo biennio non ha mai dimostrato di poter lottare per una vittoria, anche nelle corse minori dove ha potuto fare il capitano.

La squadra avrà Mareczko capitano, uomini di esperienza come Gradek, Zardini e Frapporti e si spera che qualche giovane possa sbocciare, tra i due Bevilacqua, Stojnic e il nuovo arrivato Schneiter e non escludo che arrivino altri profili simili dall'estero


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita
Rispondi