Parliamo di sport invernali

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Vierschanzentournee - I plurivincitori (1)

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 12 gennaio 2011, 20:40

Slegar ha scritto:Helmuth Recknagel - 1958/1959/1961 (Germania est)

Immagine
fonte: lalanternadelpopolo.it
Una postilla: oltre alle Olimpiadi Helmuth Recknagel è stato il primo non nordico a vincere, nell'edizione del 1957, la gara di Holmenkollen doppiando la vittoria nel 1960. Prima di lui le uniche vittorie non norvegesi erano state dello svedese Sven Selånger nel 1937 e dei finlandesi Aulis Kallakorpi nel 1955 e Antti Hyvärinen nel 1956.


fair play? No, Grazie!


jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 24 gennaio 2011, 9:44

Podio della staffetta maschile ad Antholz!!!!!!!!! De Lorenzi, Vuillermoz, Hofer e Windisch riportano la staffetta azzurra sul podiodopo 8 anni, sempre nella gara di casa!!! Non ho parole...

Segnalo anche la 39esima vittoria di Adam Malysz in coppa del mondo, anche lui nella gara di casa, a Zakopane. Questo finesettimana ci si trasferisce a Willingen, trampolino simil-volo che consente misure fino a 150 metri. Spettacolo assicurato!!



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » lunedì 24 gennaio 2011, 12:10

Ho visto la seconda metà della gara di staffetta e devo dire che gli italiani sono stati veramente bravi e di più non potevano fare anche con una migliore seconda serie di tiri di Hofer. Da ricordare anche l'eccellente 5° posto sabato della staffetta femminile.

Ieri, nella seconda gara di Zakopane Adam Malysz, è caduto ma la festa è stata ancora più grande perché Kamil Stoch ha conquistato la sua prima vittoria in Coppa del Mondo.


fair play? No, Grazie!

jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 24 gennaio 2011, 17:17

Sì, che poi a dire il vero è la terza... ;)

Si dice comunque che i tecnici son fiduciosi nel fatto che non dev'essere un infortunio grave... Meno male.

Mi aspetto nelle prossime gare di volo/simil-volo mi aspetto un Ahonen in spolvero: la sua tecnica si adatta....



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » lunedì 24 gennaio 2011, 17:37

jianji ha scritto:Sì, che poi a dire il vero è la terza... ;)
Seconda serie (di tiri) della terza (frazione) :P


fair play? No, Grazie!


Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 24 gennaio 2011, 18:00

Non ho visto le gare di salto
Ho visto le gare di combinata nordica in Francia..
Vero che la Francia ha una tradizione ventennale nella Combinata vero che si correva nelle zone dove abita Jason Lamy-Chappuis ma c'era tantissima gente
A occhio piu' di 10000 persone (pubblico stile Germania e Austria)
Tra l'altro non era in Savoia ma nella Jura..
Chissa quando si organizzera' una competizione del genere da noi (con cosi' tanto pubblico)

e ho visto la discesa di Kitzbuhel , sempre stupenda
Davvero terribile l'incidente di Grugger ma anche del nostro Klotz
Quando si fa un errore la Streif non perdona

Slegar X Weissflog non ti preoccupare



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Vierschanzentournee - I plurivincitori (2.1)

Messaggio da leggere da Slegar » lunedì 24 gennaio 2011, 18:50

Questo post è dedicato al più grande saltatore tedesco ma poiché la sua carriera è stata lunga ed il palmares adeguato alla durata il ritratto sarò diviso in più post, anche per non farlo troppo lungo e di difficile lettura.

Jens Weißflog - 1984/1985/1991/1996 (Germania Est/Germania)

1981-1985: è nata una stella
Nato nel 1964 Jens Weißflog (che da ora in poi scriverò Jens Weissflog) è l'ultimo di una serie di grandissimi saltatori sfornati dalla scuola della Germania Orientale; Weissflog è un saltatore che per ben due volte, grazie ad una determinazione non comune, è riuscito a raddrizzare una carriera sportiva che sembrava destinata al declino. Esordisce giovanissimo nella Vierschanzentournee, appena sedicenne, nella tournée del 1981 con un anonimo 90° posto nella gara di Oberstdorf. I dirigenti della squadra si rendono conto che possono bruciare il ragazzo, che dimostra già le qualità per diventare un campione, e lo ritirano dalla competizione. Si ripresenterà due anni dopo e l'impatto sarà tutt'altro che inosservato.

L'anno prima alla Vierschanzentournee si era affermata la stella di Matti Nykänen, di un anno più anziano di Weissflog, e quell'anno il finlandese era deciso a conquistare la sua prima tournée, cosa che si avvererà. I dirigenti della Germania Est pongono notevoli aspettative su questo giovane con i baffetti, diventato diciottenne, e si aspettano qualche risultato di rilievo. Nella prima gara di Oberstdorf si piazza in 27ª posizione e, con il senno di poi, per Weissflog questo sarà il più grande rimpianto della sua carriera. Le tre gare successive, con un crescendo incredibile, saranno l'inaspettata esplosione di questo campione: 3° posto a Garmisch Partenkirchen, 2° ad Innsbruck e (appena alla sua quinta gara internazionale della sua carriera) 1° a Bischofshofen con il 2° posto nella classifica finale della tournée alle spalle di Nykänen. Con un piazzamento nei dieci alla prima gara la tournée poteva essere sua; quell'anno partecipa ad altre cinque gare internazionali conquistando solamente un 7° posto come migliore risultato.

L'anno successivo deve dimostrare che il piazzamento nella tournée non era un fuoco di paglia e gli obiettivi della stagione sono principalmente due: la Vierschanzentournee ed i Giochi Olimpici Invernali di Sarajevo. Come al solito la squadra della Germania Est non partecipa alle prove di coppa oltreoceano e l'esordio avviene con la Tournée dei Quattro Trampolini; i tedeschi dell'est sono la squadra più forte da ormai un decennio, anche se iniziano a vedersi i primi segni di cedimento del dominio degli anni passati, e Weissflog sembra poter diventare la stella più brillante del firmamento orientale. L'avversario principale è Nykänen ma la prima gara di Oberstdorf sembra riportare in auge lo strapotere di fine anni '70: 1° Ostwald (DDR), 2° Weissflog (DDR), 3° Fidjestøl (NOR), 4° Nykänen (FIN), 8° Deckert (DDR), 10° Feitag (DDR), 15° Buse (DDR), 19° Findeisen e 28° Stannarius (DDR). Nella seconda gara di Garmisch Partenkirchen immediatamente Weissflog si prende la rivincita: vittoria davanti allo svizzero Sumi e a Ostwald. Ad Innsbruck la musica non cambia 1° Weissflog davanti alla coppia finlandese Nykänen e Puikkonen e 4° Ostwald. Prima della gara conclusiva di Bischofshofen Weissflog sembra avere in mano la vittoria finale e solamente il connazionale Ostwald ed il norvegese Fidjestøl sembrano nutrire qualche speranza; ma in quell'ultima gara Weissflog dimostra di essere un campione: vittoria parziale e conquista della sua prima tournée davanti al connazionale Ostwald e ai due finlandesi Nykänen e Puikkonen.

La vittoria nella Vierschanzentournee lo mette nel novero dei favoriti delle Olimpiadi invernali che si svolgeranno di li a breve a Sarajevo e nel periodo pre-olimpico Weissflog dimostra di essere diventato un campione: alle tre gare di Coppa del Mondo a cui partecipa ottiene due vittorie ed un secondo posto. Alle Olimpiadi di Sarajevo, però, lo aspetta al varco il suo più grande avversario, il finlandese Nykänen pronto a riprendersi lo scettro di miglior saltatore appena rubatogli dal tedesco.

Le attese per le due gare olimpiche erano elevate e i due attori principali non tradiranno; a Sarajevo andrà in scena una delle sfide che hanno fatto la storia dello sport e che probabilmente resterà ancora per molti anni il punto più alto toccato dal salto con gli sci. La sfida tra grandissimi che si equivalgono finì in perfetta parità: Weissflog vinse la medaglia d'oro dal trampolino normale e la medaglia d'argento in quello grande, mentre Nykänen nelle due gare si scambio le posizioni con il tedesco. Per la cronaca la medaglia di bronzo dal trampolino normale fu vinta dal finlandese Jari Puikkonen mentre quella dal trampolino grande dal cecoslovacco Pavel Ploc.

La stagione per Weissflog continuò su altissimi livelli con continui piazzamenti a podio, "sporcati" solamente dal 6° posto di Lillehammer e dall'8° di Planica, risultati che gli permisero di vincere la sua, incredibilmente, unica Coppa del Mondo.

L'anno successivo, il 1985, per Weissflog sarà l'anno della consacrazione come campione di livello internazionale; oltre alla tournée ci sono i Campionati del Mondo che da quell'anno inizieranno la cadenza biennale e non più quadriennale. La stagione per Weissflog iniziò sempre dalla Vierschanzentournee, poiché la nazionale della DDR non partecipava mai alle trasferte nordamericane, e da campione in carica si piazzò in 4ª posizione nella gara inaugurale di Oberstdorf dietro al giovane austriaco Vettori (alla sua prima vittoria in Coppa del Mondo e di cui in seguito scriverò una monografia quale plurivincitore della tournée), al grande rivale Nykänen ed all'altro austriaco Felder mentre in 5ª posizione si piazzò il connazionale Ostwald. Per ricordare che era lui il campione in carica Weissflog vinse la gara successiva di Garmisch Partenkirchen, scavando un solco nel punteggio che risulterà decisivo, davanti al finlandese Puikkonen ed al connazionale Ostwald, che diventava il rivale più pericoloso per la conquista della seconda tournée. Nella successiva gara di Innsbruck Nykänen fece valere tutte le sue doti di campione vincendo ma Weissflog si piazzò appena dietro in seconda posizione mentre Ostwald rimase sempre in scia conquistando il 5° posto. Nella gara conclusiva di Bischofshofen Ostwald cercò di ribaltare la situazione e si piazzò in 2ª posizione nella gara vinta dal norvegese Stjernen, ma Weissflog si piazzò vicino a lui in 4ª posione mentre Nykänen si classificò 6°. Per Weissflog questo fu il suo secondo successo consecutivo nella Vierschanzentournee, davanti a Nykänen e Ostwald, e le attese su di lui in prospettiva campionati del mondo si fecero sempre più grandi, soprattutto in Germania Est visto che la superiorità di squadra degli anni scorsi stava per diventare un ricordo, superati dai finlandesi e dagli austriaci.

Ai Campionati del Mondo di Seefeld Weissflog pagò la pressione nella prima gara dal trampolino grande, vinta dal norvegese Bergerud davanti ai finlandesi Puikkonen e Nykänen, classificandosi al 9° posto; nella gara a squadre la DDR (con Sauerbrey, Deckert, Ostwald e Weissflog) si classificò al 3° posto dietro a Finlandia ed Austria confermando il declino di squadra che si era iniziato ad intravedere nella tournée. Il riscatto di Weissflog e della DDR avvenne nella gara dal trampolino normale in cui il tedesco conquistò il suo primo titolo mondiale davanti all'austriaco Felder ed al norvegese Bergerud; gli altri tedeschi dell'est si classificarono al 4° posto Deckert, al 6° Ostwald ed al 12° Stannarius. Questa gara fu il canto del cigno della squadra della DDR alla sua ultima medaglia di squadra in campo internazionale. Weissflog concluse la stagione con il secondo posto ai mondiali di voli con gli sci.

1986-1988: il declino?
La stagione successiva Weissflog era una delle star del salto con gli sci e già dalla prima gara di coppa a Chamonix si mise subito in mostra con un 2° posto dietro a al cecoslovacco Suorsa. Le aspettative per la tournée erano elevate ma, sentendo anche su di lui tutto il peso della squadra visto che Deckert si era ritirato e Ostwald era entrato in una crisi che ne avrebbe concluso a breve la carriera, Weissflog fallì la prima gara di Oberstdorf, e con lui tutta la squadra della DDR, classificandosi solamente al 18° posto. A Garmisch Partenkirchen conquistò un 4° posto che accese le speranze, se non di vittoria, almeno di un piazzamento a podio ma ad Innsbruck fece la peggiore gara di tutta sua carriera piazzandosi in 62ª posizione. Il 6° posto nalla gara di Bischofshofen passò inosservato, poiché si celebrava la prima vittoria nella Vierschanzentournee dell'astro nascente del salto austriaco, Ernst Vettori. Il resto della stagione per Weissflog fu un vivacchiare tra la 7ª e la 15ª in coppa del mondo e rinunciò alle ultime gare nordiche e di Planica.

Il 1987 per Weissflog iniziò nel migliore modo possibile: vittoria alla prima gara di coppa a Thunder Bay (per la prima volta i saltatori DDR affrontavano la trasferta oltre oceano) davanti al rivale di sempre, il finlandese Nykänen ed il risultato era un eccellente viatico verso i mondiali che si dovevano disputare ad Oberstdorf in casa dei rivali "Wessi"; purtroppo questo resterà l'unico acuto stagionale e sembra che i due duellanti che hanno infiammato le platee del salto con gli sci abbiano imboccato un viale del tramonto oramai irreversibile. La Vierschanzentournee si aprì per Weissflog con un deludente 20° posto nella gara di Oberstdorf seguito, con piazzamenti che rispecchieranno l'andamento stagionale, dall'8° posto di Garmisch Partenkirchen, dal 5° di Innsbruck e dal 6° di Bischofshofen che gli permetteranno di classificarsi al 7° posto nella tournée. Ai Campionati del Mondo di Oberstdorf Weissflog conquistò un 5° posto nella gara dal trampolino normale, vinta dal cecoslovacco Parma davanti a Nykänen ed al norvegese Opaas, un deludente 15° posto nella gara dal trampolino grande, vinta dall'Austriaco Felder al norvegese Opaas ed all'altro austriaco Vettori, ed un 5° posto nella gara a squadre, ultima competizione a cui partecipò la DDR. La stagione di Weissflog si concluse li.

Il 1988 si aprì e continuò con il sigillo di Nykänen mentre Weissflog sembrava non riuscire a rispondere al rivale di sempre anche se un secondo posto conquistato dietro il finlandese a Thunder Bay sembrava mettere Weissflog nella posizione di principale sfidante di Nykänen. Nella tournée di quell'anno Weissflog ottenne degli eccellenti risultati ma che furono oscurati dalla supremazia che mostrò Nykänen in quella Vierschanzentournee. Conquistò un 6° posto nella gara inaugurale di Oberstdorf seguito dai due terzi posti di Garmisch Partenkirchen ed Innsbruck; il 14° posto nella gara conclusiva di Bischofshofen non gli impedì di conquistare la 2ª posizione nella classifica finale della tournée dietro il "marziano" Nykänen.

Le aspettative per i Giochi Olimpici di Calgary erano notevoli e la vittoria di un soffio su Nykänen ad Engelberg, nell'ultima gara prima della partenza per il Canada, facevano di Jens Weissflog, assieme alla pattinatrice Katarina Witt, la star della squadra della Germania Est. Tutti gli addetti ai lavori pregustavano un duello stellare come quattro anni prima tra Weissflog e Nykänen, ma mentre il finlandese non tradì le aspettative saltando come mai in carriera il tedesco fallì clamorosamente l'appuntamento olimpico: nella gara dal trampolino piccolo Weissflog conquistò un anonimo 9° posto mentre dal trampolino grande ottenne un deludente 31° posto. Non ebbe nemmeno la possibilità di rifarsi con la prova a squadre visto che la DDR non si schierò al via della gara.

Mentre Nykänen conquistava una storica tripletta olimpica e continuò la stagione vincendo tutto quello che c'era da vincere (Vierschanzentournee, tre ori olimpici e la Coppa del Mondo) Weissflog concluse la stagione a Calgary schiacciato dalle vittorie del rivale di sempre e dai dubbi che si addensavano sul suo futuro. Iniziavano a sentirsi voci che le gare delle olimpiadi canadesi fossero state le ultime della sua carriera.

Immagine
fonte: Bundesarchiv-Bild


fair play? No, Grazie!

jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 24 gennaio 2011, 20:29

Slegar ha scritto:
jianji ha scritto:Sì, che poi a dire il vero è la terza... ;)
Seconda serie (di tiri) della terza (frazione) :P
Dicevo terza gara di Zakopane.. Una era un recupero di Harrachov ;)



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Vierschanzentournee - I plurivincitori (2.1.1)

Messaggio da leggere da Slegar » martedì 25 gennaio 2011, 10:30

Slegar ha scritto:Jens Weißflog - 1984/1985/1991/1996 (Germania Est/Germania)
Cavoli, mi sono dimenticato di postare una foto.

1984: il grande scontro

Immagine
Fonte: m.onet.pl

La foto sopra ritrae le premiazioni della gara dal trampolino normale alle Olimpiadi Invernali di Sarajevo del 1984: da sinistra Matti Nykänen (FIN), Jens Weissflog (DDR) e Jari Puikkonen (FIN)


fair play? No, Grazie!

Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 26 gennaio 2011, 17:48

Slegar grazie mille



jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » martedì 1 febbraio 2011, 20:46

Dopo le gare di domenica a Willingen, un trampolino lungo dal profilo gigante( HS 145m, record 152 di Ahonen, che nell'occasione trovò un salto pazzesco!!), ritorna il Fis Team Tour a Kligenthal. Oggi in scena la qualificazione: Bene Gregor Schlierenzauer e Janne Happonen, al rientro Domenica dopo una lunga assenza, tra i non PQ. Alla grande anche Amman, che pian piano torna quello dei tempi belli..

Segnaliamo un Ottimo Colloredo Domenica 14esimo, e discreto oggi.

Nella scorsa settimana si segnala l'incredibile ritiro del talento sprecato, nonchè eterna promessa mai completamente compiuta del salto con gli sci, Harri Olli, a soli 26 anni.. :| :(



HOTDOG
Messaggi: 1850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da HOTDOG » giovedì 3 febbraio 2011, 9:55

a Klingenthal ha vinto a sorpresa Stoch, che aveva vinto di recente a Zakopane ma in casa sua, di misura su Ammann e Morgenstern, 5° Schlierenzauer penalizzato da una decisione scellerata della giuria di abbassare la stanga ma già a Oberstdorf l'austriaco potrebbe tornare al successo o quantomeno sul podio, d'obbligo parlare anche di biathlon con Dorothea Wierer che ha vinto 3 medaglie d'oro in 3 gare ai Mondiali junior che con quelle degli anni passati diventano 5 eguagliando una certa Magdalena Neuner



Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 3 febbraio 2011, 18:04

Bella la gara di ieri
Prima manche un po' strana per il vento e i giudici ma dopo per fortuna (o per errori..) tutto si è aggiustato
Gregor ritorna in forma.. a Holmenkollen sara' tra i favoriti
Lotta Koch - Loitzl per il 4 posto nel team Austria



jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 7 febbraio 2011, 14:16

Segnalo che settimana prossima ci saranne le gare di volo sul nuovo trampolino di Vikersund HS225, che potrebbe far cadere il vecchio recor del mondo di Romoeren. Se devo dire un nome dico Koch...

Intanto a Presque Isle 4 italiani nei 22, con Hofer che mantiene l'ottavo posto della sprint, nell'inseguimento maschile. Ora si va a Fort Kent, dove ci sarà la Mass, e possibilità di farla bene...



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » lunedì 7 febbraio 2011, 14:37

Da domani si disputeranno a Garmisch Partenkirchen i mondiali di sci alpino.

Questo il programma delle gare:
Uomini
Super G 9 febbraio
Supercombinata 14 febbraio
Discesa 12 febbraio
Gigante 18 febbraio
Slalom speciale 20 febbraio

Donne
Super G 8 febbraio
Supercombinata 11 febbraio
Discesa 13 febbraio
Gigante 17 febbraio
Slalom 19 febbraio

Gara a squadre 16 febbraio

Questi gli azzurri in gara (i quartetti non sono stati ancora definiti)

Uomini
Discesa: Fill,Heel,Innerhofer,Paris
SuperG: Fill,Heel,Innerhofer,Marsaglia (o Paris)
Gigante: Blardone,Borsotti,Moelgg,Simoncelli
Slalom: Deville,Gross,Moelgg,Razzoli
Combinata: Fill,Innerhofer,Pangrazzi e ballottaggio Marsaglia-Paris

Donne:
Discesa: Fanchini,Merighetti,Schnarf,Stuffer
SuperG: E. Curtoni,Fanchini,Schnarf e ballottaggio Merighetti-Marsaglia
Gigante: Brignone,I. Curtoni,Karbon,Moelgg
Slalom: I. Curtoni,Gius,Moelgg.
Combinata: E. Curtoni,Marsaglia,Merighetti,Schnarf

La squadra italiana, che non ha ottenuto granchè in CDM proverà a riscattarsi nella rassegna iridata. L'obiettivo massimo sono le 6 medaglie ottenute a Sestriere 97 o i 4 ori di Sierra Nevada 96. Realisticamente c'è una squadra che proverà a raccogliere qualcosa in una stagione avara di soddisfazioni. Particolare interesse attorno ai giovani Paris (2° nell'ultima discesa), Borsotti (miglior azzurro nell'ultima gara di gigante), Razzoli (campione olimpico in carica) oltre all'intera squadra di velocità. Tra le ragazze occhi puntati sulla giovanissima Elena Curtoni, campionessa mondiale junior in supergigante.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 7 febbraio 2011, 18:06

Toto Medaglie

Slalom Uomini 1 Kostelic 2 Grange 3 Herbst
Gigante Uomini 1 Ligety 2 Svindal 3 Raich
Super G Uomini 1 Reichelt 2 Cuche 3 Miller
Discesa Uomini 1 Cuche 2 Walchhofer 3 Kroell
Combinata Uomini 1 Kostelic 2 Raich 3 Zurbriggen
Slalom Donne 1 Schild 2 Riesch 3 Pietilae
Gigante Donne 1 Worley 2 Brignone 3 Rebensburg
Super G Donne 1 Vonn * 2 Mancuso 3 Riesch
Discesa Donne 1 Vonn 2 Riesch 3 Gut
Combinata Donne 1 Riesch 2 Mancuso 3 Hosp

* é in dubbio la sua partecipazione..



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » martedì 8 febbraio 2011, 8:46

Sul podio di oggi vedo Vonn (ammesso che parta) Gut Curtoni. :)


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » mercoledì 9 febbraio 2011, 8:51

eliacodogno ha scritto:Sul podio di oggi vedo Vonn (ammesso che parta) Gut Curtoni. :)
Ok, non una ne ho beccata anche se Elena e soprattutto Laretta si sono avvicinate... :lol:
Per oggi dico Svindal Miller Reichelt.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 9 febbraio 2011, 10:45

Gran bella prova ieri di Elena Curtoni. Nell'analisi della gara (http://www.fis-ski.com/uk/604/610.html? ... ceid=62333) si vede che nel primo tratto di scorrimento ha realizzato il 22° tempo (a 0"74 dalla Goergl) complice la pista più lenta ed un piccolo errore, la seconda prestazione nel 2°tratto (a 0"07 dalla Gut) quella fino all'ingresso nella parte più ripida, l'11ª prestazione nel 3° tratto, quello più ripido, (a 0"45 dalla Mancuso) sciato bene dall'italiana ma un po' troppo trattenuta ed il 2°tempo nella parte finale (a 0"04 sempre dalla Mancuso) dove la Curtoni ha probabilmente seguito le linee migliori.
eliacodogno ha scritto:
eliacodogno ha scritto:Sul podio di oggi vedo Vonn (ammesso che parta) Gut Curtoni. :)
Ok, non una ne ho beccata anche se Elena e soprattutto Laretta si sono avvicinate... :lol:
Per oggi dico Svindal Miller Reichelt.
Per questi mondiali di sci alpino non mi imbarco in nessun pronostico, perché non ho seguito granché la stagione.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 9 febbraio 2011, 11:57

Alla pausa televisiva, dopo i che sono scesi i miglior, l'italiano Cristof Innerhofer è in testa al Super Gigante maschile davanti a Reichelt e Kostelic: Zurbriggen, Jansrud e Bertrand le ultime insidie?

Edit: non parte Bertrand


fair play? No, Grazie!

andrea82
Messaggi: 409
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 21:00
Località: Colico (Lecco)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da andrea82 » mercoledì 9 febbraio 2011, 12:16

Slegar ha scritto:Alla pausa televisiva, dopo i che sono scesi i miglior, l'italiano Cristof Innerhofer è in testa al Super Gigante maschile davanti a Reichelt e Kostelic: Zurbriggen, Jansrud e Bertrand le ultime insidie?

Edit: non parte Bertrand

Innerhofer campione del mondo!!!!!!!!!!



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » mercoledì 9 febbraio 2011, 14:31

E grande spettacolo anche da parte di Heel e soprattutto Bode. Una bellissima gara, speriamo di vederne altre in queste 2 settimane! :)


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 10 febbraio 2011, 11:03

Prima prova di discesa a Inner su Svindal, Paris, Cuche e Fill :)
Domani la SC donne: ancora da vedere la presenza di Vonn e Riesch.
Pronostico per il podio di domani: Paerson Hosp Goergl


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 11 febbraio 2011, 11:28

Situazione dopo la manche di discesa: Goergl davanti a Gisin e Paerson. Per il podio non troppo lontane anche Mancuso e Maze. 12a Vonn, visibilmente in difesa e 15a Riesch, ancora debilitata dal virus influenzale.
In campo azzurro 11. Hanna Schnarf, discreta in slalom, 17. Francesca Marsaglia.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 11 febbraio 2011, 14:49

eliacodogno ha scritto:Situazione dopo la manche di discesa: Goergl davanti a Gisin e Paerson. Per il podio non troppo lontane anche Mancuso e Maze. 12a Vonn, visibilmente in difesa e 15a Riesch, ancora debilitata dal virus influenzale.
In campo azzurro 11. Hanna Schnarf, discreta in slalom, 17. Francesca Marsaglia.
Vince Fenninger su Maze e Paerson. 8. Hanna Schnarf
Non partita Lindsey Vonn


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » sabato 12 febbraio 2011, 9:04

Per oggi (DH maschile) dico Cuche Innerhofer Walchhofer


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » sabato 12 febbraio 2011, 12:22

E dopo l'oro Innerhofer vince anche il bronzo in discesa libera. :D :D


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » sabato 12 febbraio 2011, 12:25

Ne ho presi 2 su 3 sto migliorando! Grandissimo Inner!!!


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » sabato 12 febbraio 2011, 12:40

Sono contento della vittoria di Guay, anche de De Chiesa si è espresso in maniera ingenerosa su di lui dicendo che quest'anno non è andato oltre il 13° posto. Il canadese è un vero talento e l'anno scorso nella premondiale di Garmisch ha conquistato il 3° posto in discesa libera dietro allo svizzero Janka ed all'austriaco Scheiber; questo vuol dire che la pista è adatta a lui.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » sabato 12 febbraio 2011, 15:05

Slegar ha scritto:Sono contento della vittoria di Guay, anche de De Chiesa si è espresso in maniera ingenerosa su di lui dicendo che quest'anno non è andato oltre il 13° posto. Il canadese è un vero talento e l'anno scorso nella premondiale di Garmisch ha conquistato il 3° posto in discesa libera dietro allo svizzero Janka ed all'austriaco Scheiber; questo vuol dire che la pista è adatta a lui.
Sono contento anche io per il canadese; non credo che De Chiesa volesse sminuire il suo successo, semplicemente ha considerato come Cuche meritasse più di tutti il successo iridato nella disciplina che da molto tempo lo vede protagonista assoluto (di nuovo una piazza d'onore per lui...)


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » sabato 12 febbraio 2011, 19:47

Gran bella gara oggi a Vikersund di voli con gli sci (HS 225). Vittoria a pari merito per Schlierenzauer (243,5 m; 232,5 m.) ed Evensen (240,0 m. e 234,5) con Ammann staccatissimo. Eccellente prova di Andrea morassi, classificato 21°, che nella seconda serie ottiene la 6ª misura con 208,5 m. (non so se è la migliore prestazione mai ottenuta da un italiano). Spettacolo "falsato" dalla decisione, giusta, dei giudici di abbassare di due "gate" la partenza della IIª serie di salti per Evensen e Schlierenzauer altrimenti si metteva a rischio la salute dei due saltatori a poche settimane dai mondiali.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » domenica 13 febbraio 2011, 9:21

DH femminile: Gisin Gut Paerson


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » domenica 13 febbraio 2011, 12:36

Slegar ha scritto:Gran bella gara oggi a Vikersund di voli con gli sci (HS 225). Vittoria a pari merito per Schlierenzauer (243,5 m; 232,5 m.) ed Evensen (240,0 m. e 234,5) con Ammann staccatissimo. Eccellente prova di Andrea morassi, classificato 21°, che nella seconda serie ottiene la 6ª misura con 208,5 m. (non so se è la migliore prestazione mai ottenuta da un italiano). Spettacolo "falsato" dalla decisione, giusta, dei giudici di abbassare di due "gate" la partenza della IIª serie di salti per Evensen e Schlierenzauer altrimenti si metteva a rischio la salute dei due saltatori a poche settimane dai mondiali.
Gara veramente bella
Oggi , vento permettendo , altro grande spettacolo
Vikersund mi sembra piu' sicura di Planica
Evensen in volo è da enciclopedia

Per Morassi è record italiano

Grande Lizi Goergl , doppietta discesa +superg non è da tutti e c'e' ancora il gigante..



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » domenica 13 febbraio 2011, 16:35

Bellissima la doppietta della Goergl e grande orgoglio da parte di Riesch e Vonn che strappano un podio nonostante i guai e le difficoltà di questi giorni! :D


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » lunedì 14 febbraio 2011, 12:51

Winter ha scritto:Oggi, vento permettendo , altro grande spettacolo
Vikersund mi sembra piu' sicura di Planica
Evensen in volo è da enciclopedia

Per Morassi è record italiano
Anche ieri la gara è stata veramente bella. Vittoria di Schlierenzauer davanti ad Evensen con Morgenstern matematico vincitore della coppa del mondo. Ieri il salto più incredibile, anche se non il più lungo, è stato il secondo di Malysz; a differenza degli altri, che tentano di allungare il salto sfiorando il pendio, ha effettuato uno stacco perfetto rimanendo alto ed effettuando una traiettoria molto simile ad un salto su un trampolino "normale". Di fatto più che "volare" ha "saltato" per 230,5 m.

Il trampolino dei voli di Vikersund è appena stato rifatto. Hanno eliminato la vecchia struttura in legno (Indirizzo su Google maps: Vikersundbakken, 3370, Modum, Buskerud, Norvegia - la si vede ancora. Mi domandavo sempre come non crollasse mai), sbancato la montagna per realizzare la rampa di lancio, rifatto il profilo di atterraggio allungando il "punto K" di 20 m. (da 205 a 225 m.) e realizzate delle postazioni per le riprese TV posizionate in maniera tale da inquadrare perfettamente la fase di volo. Non ricordo fasi di volo così belle, televisivamente parlando, nelle gare di Planica o Oberstdorf.

La differenza fondamentale tra Vikersund e Planica, ed è ciò che rende il trampolino norvegese più sicuro, e che il trampolino sloveno si trova in un fondo valle e perciò è più soggetto a condizioni di vento forte e costante.

Ieri Morassi ha avvicinato nuovamente la misura.

Ieri sera ho visto alla TV la masstart di biathlon maschile da Fort Kent. Buon ottavo posto di Lukas Hofer con soli due errori. I limiti, per ora, dell'italiano sono nella propensione all'errore nei momenti decisivi della gara e l'assoluta mancanza di cambio di ritmo sugli sci; i due errori al poligono sono stati fatti nella prima serie di tiri in piedi quando era in piena lotta la vittoria mentre ha perso due posizioni negli ultime centinaia di metri di gara, dopo aver cercato di rientrare su Os, quando Svendsen e Lindström dopo essere stati attaccati al gancio di Hofer lo hanno infilato brutalmente. Se il secondo è un limite che difficilmente riuscirà a colmare, i margini di miglioramento sulla propensione all'errore sono, spero, ancora ampi (è da ricordare che questa è la sua prima stagione ad alto livello).


fair play? No, Grazie!

jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 14 febbraio 2011, 13:28

Il punto HS é passato da 205 a 225... ;)

In oltre Lukas ha appena passato una malattia. E non ha rischiato ai poligoni e ha trovato buone percentuali. E comunque 5o tempo sugli sci per lui...



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » lunedì 14 febbraio 2011, 17:28

Svindal Inner Fill; ancora sul podio Christof, quarta medaglia azzurra!!!!
Ancora a secco l'Austria tra gli uomini, vedremo nelle discipline tecniche.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » lunedì 14 febbraio 2011, 18:01

jianji ha scritto:Il punto HS é passato da 205 a 225... ;)
Errore di sbaglio :oops:


fair play? No, Grazie!

jianji
Messaggi: 2354
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 18:25

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da jianji » lunedì 14 febbraio 2011, 22:17

eliacodogno ha scritto:Svindal Inner Fill; ancora sul podio Christof, quarta medaglia azzurra!!!!
Ancora a secco l'Austria tra gli uomini, vedremo nelle discipline tecniche.
Winnerhofer, ormai...



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » mercoledì 16 febbraio 2011, 8:26

Oggi la gara a squadre, 11 formazioni iscritte:
Austria: Fenninger, Kirchgasser, Schild, Baumann, Raich, Schoerghofer
Svizzera: Feierabend, Holdener, Suter, Berthod, Feuz, Murisier
Francia: Barioz, Marmottan, Worley, De Tessieres, Fanara, Richard
Italia: Brignone, Merighetti, Schnarf, Blardone, Borsotti, Deville
USA: Mancuso, McJames, Schleper, Jitloff, Ligety, Miller
Germania: Duerr, Hronek, Staber, Dopfer, Luitz, Neureuther
Svezia: Hector, Paerson, Pietilae-Holmner, Baeck, H. Olsson, M. Olsson
Croazia: Novoselic, Palic, Siroki, Zrncic-Dim
Canada: Gagnon, B. Janyk, Prefontaine, M. Janyk, Stutz
Rep. Ceca: Dubovska, Paulathova, Zemanova, Bank, Kryzl, Zika
Slovacchia: Gantnerova, Saalova, Babusiak, Zampa

Austria, Svizzera, Francia, Italia e USA già ammesse ai quarti, le altre sei si affronteranno per il turno preliminare. Italia contro USA, per l'Austria la vincente fra Croazia e Canada, la Francia incontrerà una fra Germania e Slovacchia, mentre l'avversaria della Svizzera uscirà dallo scontro fra Svezia e Rep. Ceca.
L'Austria difende il titolo conquistato nel 2007 (nel 2009 non venne disputata) mentre la scorsa stagione alle finali (con il debutto della nuova formula proprio su questa pista) si impose a sorpresa la Rep. Ceca.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

HOTDOG
Messaggi: 1850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da HOTDOG » mercoledì 16 febbraio 2011, 12:16

Slegar ha scritto: Ieri sera ho visto alla TV la masstart di biathlon maschile da Fort Kent. Buon ottavo posto di Lukas Hofer con soli due errori. I limiti, per ora, dell'italiano sono nella propensione all'errore nei momenti decisivi della gara e l'assoluta mancanza di cambio di ritmo sugli sci; i due errori al poligono sono stati fatti nella prima serie di tiri in piedi quando era in piena lotta la vittoria mentre ha perso due posizioni negli ultime centinaia di metri di gara, dopo aver cercato di rientrare su Os, quando Svendsen e Lindström dopo essere stati attaccati al gancio di Hofer lo hanno infilato brutalmente. Se il secondo è un limite che difficilmente riuscirà a colmare, i margini di miglioramento sulla propensione all'errore sono, spero, ancora ampi (è da ricordare che questa è la sua prima stagione ad alto livello).
Hofer è un talento straordinario come non ne avevamo nel biathlon dai tempi di Nathalie Santer al di là delle medaglie vinte da Pallhuber, Cattarinussi e compagnia, l'anno scorso l'altoatesino ha sostanzialmente perso una stagione per via di problemi interni tra staff e federazione italiana che non sto qui a dire ora altrimenti sarebbe vicino ai livelli di Boe, suo rivale nella categoria junior che ora è in testa alla CDM, l'ultimo giro non è il suo punto di forza ma in fondo non lo è mai stato neppure per uno come Poiree mentre al poligono le percentuali sono ancora basse per puntare agli altissimi livelli ma sono comunque molto migliorate rispetto alla passata stagione anche se a discapito di una velocità di esecuzione minore, dove Hofer fa veramente la differenza al di là della velocità sugli sci che è al livello dei migliori è nello sdraiarsi e nell'alzarsi e ripartire appena finito di sparare, in quei frangenti guadagna secondi su tutti



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 16 febbraio 2011, 13:04

Ho visto gareggiare Hofer dal vivo ad Anterselva ai campionati italiali di sci di fondo (2008?) quando vinse, giocando, il titolo italiano junior; è una forza della natura e mi ricordo Silvio Fauner ed altri allenatori della nazionale che gli facevano una corte spietata per lasciare il biathlon. L'anno scorso poteva essere devastante per lui (anch'io conosco le scelte assurde operate dalla federazione lo scorso anno) ma per fortuna lui e la squadra hano saputo risalire la china. Sulla mancanza di spunto veloce la mia era una semplice presa d'atto delle caratteristiche di Hofer: hai citato Poiree ma si potrebbere inserire nella lista fior fiore di atleti come Ole Einar Bjørndalen o Giorgio Vanzetta ad esempio.

Sui momenti di transizione prima e dopo il tiro devo ammettere che non avevo mai fatto caso a questa caratteristica di Hofer. Facendo mente locale alla gara di domenica sera posso constatare come nell'ultima serie di tiro, come hai detto tu non velocissima, in breve tempo era già a passaggio dell'intertempo.
HOTDOG ha scritto:...... talento straordinario come non ne avevamo nel biathlon dai tempi di Nathalie Santer ......
:?: :?: :?:

Permettimi di dissentire sul talento di Nathalie Santer; troppo discontinua al tiro. I suoi anni migliori sono stati i primi (periodo Albertville '92) poi un lampo ogni tanto. Battuta di bassa lega: se dovessi andare davanti ad un plotone di esecuzione spero bene che lei non ci sia, perché altrimenti l'agonia sarebbe lunghissima.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » mercoledì 16 febbraio 2011, 13:07

La Francia vince la gara a squadre; seconda l'Austria, terza la Svezia. Quarta l'Italia :roll:


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

HOTDOG
Messaggi: 1850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da HOTDOG » mercoledì 16 febbraio 2011, 15:11

Nathalie nei primi anni di carriera sparava relativamente bene e nel 1994 è arrivata 2a in classifica generale di CDM, le percentuali sono peggiorate dopo che ha avuto un terribile incidente nel 2001 che le ha fatto cambiare meccanica di tiro



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5424
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 16 febbraio 2011, 15:20

HOTDOG ha scritto:................ dopo che ha avuto un terribile incidente nel 2001 che le ha fatto cambiare meccanica di tiro
:?: :?: :?: :?: :?:


fair play? No, Grazie!

HOTDOG
Messaggi: 1850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da HOTDOG » mercoledì 16 febbraio 2011, 16:56

incidente stradale, andò anche in coma, rettifico lo ebbe nel 1996 e non nel 2001



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 17 febbraio 2011, 8:22

Oggi GS donne. In gara le azzurre Brignone, Moelgg, Curtoni e Karbon (già argento nel 2003 e bronzo nel 2007).
Sul podio odierno vedo Worley, Pietilae-Holmner, Brignone.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Morris
Messaggi: 755
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Morris » giovedì 17 febbraio 2011, 15:50

La slovena Maze ha vinto il gigante. Seconda, a soli 9 centesimi, Federica Brignone, migliore nella seconda manche. Bronzo alla francese Worley. Quarta Denis Karbon.
La figlia di Maria Rosa Quario è davvero una gran realtà.


https://www.suiveur.it/interviste/quest ... zio-ricci/
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6172
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 17 febbraio 2011, 15:57

Gara esaltante, peccato per la pista che alla fine era un po' sbrindellata. E peccato anche per la Karbon che con un errore sul piano finale compromette la possibilità di cogliere il terzo podio iridato della carriera. Bella gara anche di Manu Moelgg, sesta.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Winter
Messaggi: 15508
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Parliamo di sport invernali

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 17 febbraio 2011, 18:08

Dopo 55 anni una Valdostana di nuovo sul podio! Grande Federica!




Rispondi