Religione e dintorni :)

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » lunedì 27 maggio 2013, 10:31

Due/tre glosse molto alla buona. I corpi gloriosi saranno prevalentemente cinesi; il paradiso dell'uomo planetario va immaginato come un ambiente soprattutto asiatico. Infatti un Dio rispettoso (o forse autore) dei diritti umani fondamentali non può non risuscitare i cinesi né, perché cinesi, precipitarli all'inferno. Dobbiamo quindi, noi occidentali, prepararci a una "comunione dei santi" fatta di irrifiutabili acquisizioni interattive di miliardi di dettagliatissime mnemobiografie cinesi, spaesatissime, a loro volta, nell'incontrare le nostre. Ci sarà spaesamento non solo sincronico, ma anche diacronico: un paleoantropo della savana potrà acquisire la mnemobiografia di un nato in mezzo al computer? Quanto tempo ci vorrà per smaltire tutti gli incontri? Come farà Gesù, il futuro giudice del mondo, a valutare, facendone dei beati o dei dannati, persone appartenenti a culture per lui (come uomo) completamente aliene? (continua)
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi Niи » lunedì 27 maggio 2013, 23:56

Il mio essere ateo nella pratica e statisticamente ateo nella teoria ( :sherlock: :D ), ha preso via -lo ricordo ancora bene- quando a 15-16 anni iniziai a provare vertigini sulla vastità dell'universo e sull' imbarazzante, nonchè presuntuosa, irrilevanza della centralità umana all'interno del tutto. Poi, negli anni approfondendo la scienza, in parte in forma divulgativa (fisica, astronomia e biologia) in parte in sfumature più approfondite (medica), l'allontanamento al divino è diventato marcato. Riconosco però un sentimento spirituale e religioso nei confronti della realtà, in tutte le sue forme e in tutte le sue estrapolazioni. Logiche o apparentemente meno logiche. Del resto, il reale, è meno reale di quel che faticosamente ci si sforzi a razionalizzare :D
Avatar utente
Niи
 
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 1 aprile 2013, 23:10

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » martedì 28 maggio 2013, 6:09

Niи ha scritto: Riconosco però un sentimento spirituale e religioso nei confronti della realtà, in tutte le sue forme e in tutte le sue estrapolazioni. Logiche o apparentemente meno logiche.


Spirituale è ben diverso a parer mio da religioso, in ogni modo occorrerebbe ben specificare che cosa intendiamo con esso. Per parte mia ... vedi sotto

Niи ha scritto: Del resto, il reale, è meno reale di quel che faticosamente ci si sforzi a razionalizzare :D


Io sono d'accordo con Hegel che solo la funzione mediatrice della ragione è capace di cogliere il vero mentre gli strumenti "immediati" come l'intuizione, il sentimento e la fede, sono cose, talvolta necessarie all'uomo, ma inutili nella ricerca. Certo, come dici tu, "il reale è meno reale ..." cioè, traduco, la ragione si ferma "hic et nunc" davanti al *mistero* ed è forse questo che tu identifichi con sentimento spirituale. Ma il mistero è, per definizione, tale, in ogni momento storico e nessuno può stabilire che cosa significhi, meno di tutti le religioni, che si rifanno all'esperienza primordiale, nella quale l'essere umano viveva di pastorizia. :( Ergo è di rigore l' *apofatismo* che ci dice che la luce (il cosmo e tutto il resto) esiste, ma tutto intermo c'è il nero, il mistero, l'assolutamente impenetrabile (per il momento). :cincin:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » martedì 28 maggio 2013, 7:22

Sempre in tema di spaesamento, sapranno i corpi gloriosi dei padani convivere, amandoli fino alla beatitudine, con milioni/miliardi di corpi gloriosi di musulmani immigrati? Saranno capite tutte le migliaia di lingue, o si parlerà un inedito "superesperanto"? O ci si leggerà nel pensiero, necessariamente non linguistico? (ma che cosa ci si dice non linguisticamente?). L'evento collettivo più adatto a fare da icona terrestre al raduno soprannaturale, nel giorno del giudizio, dell'intiera umanità di tutti i tempi è il Kumbha Mela (fino a trenta milioni tra sadhu e pellegrini); ma rispetto al Kumbha Mela escatologico, se l'umanità sopravvive per qualche altro millennio, sarà poco più che un granello di sabbia in una spiaggia. Che folla eteroclita smisurata! ;) (continua)
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi Niи » martedì 28 maggio 2013, 15:57

lemond ha scritto:
Niи ha scritto: Riconosco però un sentimento spirituale e religioso nei confronti della realtà, in tutte le sue forme e in tutte le sue estrapolazioni. Logiche o apparentemente meno logiche.


Spirituale è ben diverso a parer mio da religioso, in ogni modo occorrerebbe ben specificare che cosa intendiamo con esso. Per parte mia ... vedi sotto

Niи ha scritto: Del resto, il reale, è meno reale di quel che faticosamente ci si sforzi a razionalizzare :D


Io sono d'accordo con Hegel che solo la funzione mediatrice della ragione è capace di cogliere il vero mentre gli strumenti "immediati" come l'intuizione, il sentimento e la fede, sono cose, talvolta necessarie all'uomo, ma inutili nella ricerca. Certo, come dici tu, "il reale è meno reale ..." cioè, traduco, la ragione si ferma "hic et nunc" davanti al *mistero* ed è forse questo che tu identifichi con sentimento spirituale. Ma il mistero è, per definizione, tale, in ogni momento storico e nessuno può stabilire che cosa significhi, meno di tutti le religioni, che si rifanno all'esperienza primordiale, nella quale l'essere umano viveva di pastorizia. :( Ergo è di rigore l' *apofatismo* che ci dice che la luce (il cosmo e tutto il resto) esiste, ma tutto intermo c'è il nero, il mistero, l'assolutamente impenetrabile (per il momento). :cincin:


Non so se ho usato correttamente gli aggettivi. Diciamo che in cuor mio intendevo dire con "spirituale" l'attaccamento emotivo che va al di la della razionalità, che scatena il conoscere l'immensità del reale. Una sorta di stupore primordiale nei confronti della natura. Con "religioso" intendevo sottolineare l'accezione di sacro nei confronti della natura\reale stessa. Nel senso che è lei il centro di tutto e non (la ricerca di) un dio (assoluto o personale che sia).
Mmm bello quello che hai scritto, mastichi indubbiamente meglio di me le connessioni filosofiche, ma con "il reale è meno reale.." mi riferivo ad un aspetto molto concreto di concezione della realtà emersa grazie a quel geniaccio di Einstein con la fisica quantistica. La ragione e la logica, nonchè gli altri strumenti "immediati" setacciano quello che che il macrocosmo, la macrorealtà. E la fisica classica, deterministica, la fisica a misura d'uomo in questo contesto è perfetta. Ma è solo una sfumatura, sapendo appunto che il micro, quindi il livello atomico, e l'infinito, hanno un "aspetto" totalmente diverso, le cui leggi non son solo diverse come numeri, ma proprio come basi, concezioni. Basti pensare all'immenso passaggio che c'è tra il determinismo classico di vedere le cose, gli eventi, la realtà e l'approccio probabilistico ed indeterministico che pregna invece la materia nella sua essenza. Per quello il reale è meno reale di quello che sembra. :cincin:
Su una cosa siam sicuri, non è la religione a fornire risposte (e forse neanche fino in fondo la scienza) ma neanche e soprattutto a fornire le vere domande!

Hai letto "l'illusione di Dio" di Dawkins? In generale, se lo conosci, lo ritieni un ateo da prendere come esempio o un ateo troppo convinto delle sue posizioni?
Avatar utente
Niи
 
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 1 aprile 2013, 23:10

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 29 maggio 2013, 6:38

Niи ha scritto:Non so se ho usato correttamente gli aggettivi. Diciamo che in cuor mio intendevo dire con "spirituale" l'attaccamento emotivo che va al di la della razionalità, che scatena il conoscere l'immensità del reale. Una sorta di stupore primordiale nei confronti della natura. Con "religioso" intendevo sottolineare l'accezione di sacro nei confronti della natura\reale stessa. Nel senso che è lei il centro di tutto e non (la ricerca di) un dio (assoluto o personale che sia).


D'accordo :cincin:

Niи ha scritto:
Mmm bello quello che hai scritto, mastichi indubbiamente meglio di me le connessioni filosofiche, ma con "il reale è meno reale.." mi riferivo ad un aspetto molto concreto di concezione della realtà emersa grazie a quel geniaccio di Einstein con la fisica quantistica. La ragione e la logica, nonchè gli altri strumenti "immediati" setacciano quello che che il macrocosmo, la macrorealtà. E la fisica classica, deterministica, la fisica a misura d'uomo in questo contesto è perfetta. Ma è solo una sfumatura, sapendo appunto che il micro, quindi il livello atomico, e l'infinito, hanno un "aspetto" totalmente diverso, le cui leggi non son solo diverse come numeri, ma proprio come basi, concezioni. Basti pensare all'immenso passaggio che c'è tra il determinismo classico di vedere le cose, gli eventi, la realtà e l'approccio probabilistico ed indeterministico che pregna invece la materia nella sua essenza. Per quello il reale è meno reale di quello che sembra. :cincin:
Su una cosa siam sicuri, non è la religione a fornire risposte (e forse neanche fino in fondo la scienza) ma neanche e soprattutto a fornire le vere domande!



Ti rispondo con una citazione tratta da un libro che ho proprio finito di leggere pochi minuti fa. Forse non è proprio congruente, ma con un po' di elasticità mentale (cosa che non ti manca di certo ;) ) può diventarlo.
«Temi, Adso, i profeti e coloro disposti a morire per la verità, ché di solito fan morire moltissimi
con loro, spesso prima di loro, talvolta al posto loro. Jorge ha compiuto un’opera diabolica
perché amava in modo così lubrico [osceno, morboso, perverso, n.d.r.] la sua verità da
osare tutto pur di distruggere la menzogna. Jorge temeva il secondo libro di Aristotele perché
esso forse insegnava davvero a deformare il volto di ogni verità, affinché non diventassimo
schiavi dei suoi fantasmi. Forse il compito di chi ama gli uomini è di far ridere della verità, fare
ridere la verità, perché l’unica verità è imparare a liberarci dalla passione insana per la verità". :)

Gott ist ein lautes Nichts, ihn rührt kein Nun noch. Hier...

Niи ha scritto:

Hai letto "l'illusione di Dio" di Dawkins? In generale, se lo conosci, lo ritieni un ateo da prendere come esempio o un ateo troppo convinto delle sue posizioni?



Sì, ma alcuni anni ormai sono trascorsi e non rammento quasi niente, quindi non saprei proprio rispondere alla tua domanda. Fra l'altro sono andato a cercarlo nella mia libreria, ma non l'ò trovato, forse l'ò dato a qualcuno. In ogni modo preferisco (e chi legge questa discussione l'avrà capito di certo) l'apofatismo del Sommo Luigi sia all'ateismo scientifico dei vari ... che a quello umoristico del, comunque bravo, Piergiorgio Odifreddi. ;)
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi desmoblu » mercoledì 29 maggio 2013, 8:10

Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 1032
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 29 maggio 2013, 12:23

desmoblu ha scritto:http://www.uaar.it/news/2013/05/28/disfida-crocifisso-sulmona/


Estrapolo da codesto sito, la riflessione del segretario cattolico di non so che "... che dona cultura, etica, amicizia e rispetto anche per i non credenti". e rispondo:

Cultura, chi si rifà alle tradizioni pastorali di 2500 anni fa.
Etica, chi non si vergogna di rubare allo Stato un miliardo e cinquecento milioni l'anno per l'otto per mille, lasciando perdere tutto il resto.
Amicizia e rispetto, chi di fronte al "gay pride" si indigna e organizza il "family day", dove in maggioranza poi vanno i politici con due o tre ... famiglie. :crazy: :diavoletto: :D
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 29 maggio 2013, 12:58

Ma ritorniano al paleantropo, perché mi ero dimenticato di uno scenario delicatissimo, da ambientare nella savana primeva: il commiato fra il primo ominide "resecturo" e il suo appena più rozzo genitore. "Oh babbo mi dispiace, perché tu non risorgerai, ma io sì. :D D'altra parte lo capisci non si può far risorgere tutta la filiera degli australopiteci! Comunque pensa, che meraviglia tutti noi, tuoi discendenti non destinati all'inferno, vivremo eternamente come corpi gloriosi". Babbo ciao, ti voglio bene e tu :rip:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 29 maggio 2013, 15:17

E.C.

Ho sbagliato a copiare, il termine era *reserrecturo*, anzi forse mi è rimasto un pezzetto nella tastiera. :-(
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 30 maggio 2013, 6:17

Chiesa, dopo la morte il profilo Facebook va chiuso
L'esperto di web di Famiglia Cristiana consiglia di chiudere il profilo Facebook dei propri amici e parenti defunti.

don Marco Sanavio
Esiste il rischio di confondere la realtà virtuale della Rete, potenzialmente senza tempo e senza fine, con la realtà sovrannaturale in cui credono i cattolici?

Per don Marco Sanavio - giovane sacerdote della diocesi di Padova, esperto della CEI per la comunicazione on line e titolare della rubrica sul web di Famiglia Cristiana, diffuso settimanale cattolico italiano - la possibilità c'è.


Don Marco si interroga sull'uso sempre più riscontrabile di tenere aperto un profilo Facebook di una persona defunta e si domanda se ciò sia compatibile con la fede nell'immortalità dell'anima, nella comunione dei santi, nella resurrezione della carne e nella vita nel mondo che verrà.Il sacerdote conclude così la propria riflessione: «Il web sviluppa una dimensione spirituale molto potente; forse per questo molti ritengono opportuno sottolineare la loro fede nella vita che non muore continuando a scrivere al posto della persona cara passata a miglior vita».

«La coerenza con l’esistenza terrena e con le prospettive del Vangelo» - continua don Marco - «ci suggerisce, però, che è più rispettoso e corretto chiudere o congelare i profili personali al termine della vita. Il ricordo della persona cara è più opportuno consegnarlo alla fede personale e alla preghiera».
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 30 maggio 2013, 7:39

Quanto ho scritto può sembrare "baldanzoso", in verità è stato destabilizzante, perché dentro di me non ho finito di fare i conti con il cristianesimo, con la sua sublime struggenza, con i suoi visionari giganti. Però, comunque, mi sono dovuto "sdraire al buio" e lasciar agire il nudo impatto laico/ista della realtà: la nientificazione finale di noi coscienze, di noi destinati semplicemente ad *essere stati*! Non solo: forse anche il laico/ista rilutta a raffigurarsi i due cadaveri decomposti di Gesù e Maria, a pensare ai due superEsseri come prede, anche loro, della "phtora", della "corruptio" che asservisce tutte le cose. :-( Glielo impone lo spirito scientifico, glielo ostacola una specie di pudore. Di fronte a simili oggetti l'atteggiamento più saggio è forse un "nobile silenzio", un prescindere altamente informato. :cincin: [Fine]

P.S. di Lemond

Mi piacerebbe sapere se c'è qualcuno, che ha letto questi quindici messaggi tratti dal pensiero del Sommo Luigi, che ancora crede nella "resurrezione finale e nella comunione dei santi"? Nel caso a loro consiglio di ascoltare ...

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » sabato 22 giugno 2013, 6:41

Francia: alluvioni, Lourdes potrebbe restare chiuso per mesi
15:37 20 GIU 2013

(AGI) - Tolosa, 20 giu. - I danni provocati dall'ondata di maltempo nel sud della Francia potrebbero imporre la chiusura del Santuario di Lourdes per diversi mesi. La cittadina delle apparizioni della Madonna e' stata devastata dalle alluvioni che hanno fatto tre morti nella regione, con la grotta santa sommersa da due metri d'acqua a causa della piena del fiume Gave de Pau. Molti hotel sono stati evacuati, con i pellegrini trasferiti in zone collinari piu' agibili. "Come si e' fermato il flusso d'acqua, abbiamo iniziato la conta dei danni", ha riferito Mathias Terrier, il portavoce del santuario di Lourdes. "Per la riapertura potranno volerci mesi, la gravita' dei danni e' tale che non possiamo sistemare tutto prima di alcune settimane", ha concluso il portavoce. Gia' lo scorso anno il Santuario era stato travolto dalla piena del Gave de Pau, con danni per piu' di un milione e 300mila euro .

... MA SENZA LA MADONNA ANDAVA DI SICURO MOLTO PEGGIO ... :bll:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi BenoixRoberti » lunedì 8 luglio 2013, 12:01

Sono stato scettico su Papa Francesco, dopo ciò che si diceva di lui e della chiesa argentina in alcuni libri sul periodo della dittatura.
Sono scettico verso il Vaticano, mai verso la Chiesa che è tutti noi credenti e meno credenti (come me).
Ma oggi debbo ammettere che mi hanno colpito le scioccanti parole del Papa a Pantelleria.
Se anche avesse qualche scheletro negli armadi argentini ... ciò che sta facendo renderebbe il senso della vita degli uomini. Cambiare in meglio.
Mi ha colpito il suo modo di stringere la mano agli "altri", ovvero chinandosi come gli altri.
Contagioso, tremendamente contagioso.
BenoixRoberti
 

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi desmoblu » lunedì 8 luglio 2013, 12:33

Con un po' di cinismo posso dire che dovrebbe essere la 'normalità', e che piuttosto è stato eccezionale (in senso negativo) il comportamento dei suoi predecessori? Dopo di loro queste cose paiono- e in parte sono- epocali, ma è anche perché ci hanno abituati al peggio..
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 1032
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » lunedì 8 luglio 2013, 13:36

BenoixRoberti ha scritto:Sono stato scettico su Papa Francesco, dopo ciò che si diceva di lui e della chiesa argentina in alcuni libri sul periodo della dittatura.
Sono scettico verso il Vaticano, mai verso la Chiesa che è tutti noi credenti e meno credenti (come me).
Ma oggi debbo ammettere che mi hanno colpito le scioccanti parole del Papa a Pantelleria.
Se anche avesse qualche scheletro negli armadi argentini ... ciò che sta facendo renderebbe il senso della vita degli uomini. Cambiare in meglio.
Mi ha colpito il suo modo di stringere la mano agli "altri", ovvero chinandosi come gli altri.
Contagioso, tremendamente contagioso.


Non so che abbia detto/fatto e non me ne curo minimamente, perché tutta la storia (millenni) mi dice di che cosa sono capaci costoro con le parole e con i gesti che non costano niente. Comincerò ad interessarmi alle notizie vaticane quando ci sarà la notizia che smetteranno di rubare l'otto per mille agli italiani che pagano le imposte. :grr:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi nemecsek » giovedì 18 giugno 2015, 23:54

ANIMISMO CALABRESE

Attilio*, il 70enne calabro analfabeto dirimpettaio della mia compagna, lamentava stamani di aver trovato un cassettino dell enel, posto sulle scale condominiali, aperto da ignote mani: ... e qualcuno ce andato a rompere i colioni... (al cassettino ndr) :crazy:

* Piacerebbemi dedicare un thread al vecchiardo, avevo già parlato di lui in merito alla fondazione italiana :diavoletto: di Podemos!, Potiamo! :champion: ma, inspiegabilmente, :uhm: il thread era stato censurato... rinnovo la richiesta di poter dedicare uno spazio alle reali, spassose avventure del vecchio, simpatico alfabeto :yes:
A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]
Avatar utente
nemecsek
 
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi Visconte85 » venerdì 19 giugno 2015, 16:03

lemond ha scritto:Non so che abbia detto/fatto e non me ne curo minimamente, perché tutta la storia (millenni) mi dice di che cosa sono capaci costoro con le parole e con i gesti che non costano niente. Comincerò ad interessarmi alle notizie vaticane quando ci sarà la notizia che smetteranno di rubare l'otto per mille agli italiani che pagano le imposte. :grr:


rubare è esagerato, sono offerte volontarie :)
non è mica lo stato italiano :D

lemond ha scritto:Sempre in tema di spaesamento, sapranno i corpi gloriosi dei padani convivere, amandoli fino alla beatitudine, con milioni/miliardi di corpi gloriosi di musulmani immigrati? Saranno capite tutte le migliaia di lingue, o si parlerà un inedito "superesperanto"? O ci si leggerà nel pensiero, necessariamente non linguistico? (ma che cosa ci si dice non linguisticamente?). L'evento collettivo più adatto a fare da icona terrestre al raduno soprannaturale, nel giorno del giudizio, dell'intiera umanità di tutti i tempi è il Kumbha Mela (fino a trenta milioni tra sadhu e pellegrini); ma rispetto al Kumbha Mela escatologico, se l'umanità sopravvive per qualche altro millennio, sarà poco più che un granello di sabbia in una spiaggia. Che folla eteroclita smisurata! ;) (continua)


quanti interrogativi, non è meglio non sapere? Affidarsi a qualcuno e poi un giorno poter dire: ''però questo non me lo sarei mai aspettato''
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 9182
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi nemecsek » venerdì 19 giugno 2015, 19:43

lemond ha scritto:L'evento collettivo più adatto a fare da icona terrestre al raduno soprannaturale, nel giorno del giudizio, dell'intiera umanità di tutti i tempi è il Kumbha Mela (fino a trenta milioni tra sadhu e pellegrini); ma rispetto al Kumbha Mela escatologico, se l'umanità sopravvive per qualche altro millennio, sarà poco più che un granello di sabbia in una spiaggia. Che folla eteroclita smisurata! ;) (continua)


Da vertigine borgesiana.
Pensa a quelli che staranno ar culo de Sascia Grei, che cce sarà pure lei ar cumbamela universale... :hammer:
A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]
Avatar utente
nemecsek
 
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi Visconte85 » martedì 2 febbraio 2016, 0:53

ogni altra parola è superflua, non aggiungo niente.....

La morte spiegata da una bambina con cancro terminale

"Quando sarò morta, penso che la mia mamma avrà nostalgia, ma io non ho paura di morire. Non sono nata per questa vita!"

Come oncologo con 29 anni di esperienza professionale, posso affermare di essere cresciuto e cambiato a causa dei drammi vissuti dai miei pazienti. Non conosciamo la nostra reale dimensione fino a quando, in mezzo alle avversità, non scopriamo di essere capaci di andare molto più in là.

Ricordo con emozione l'Ospedale Oncologico di Pernambuco, dove ho mosso i primi passi come professionista. Ho iniziato a frequentare l'infermeria infantile e mi sono innamorato dell'oncopediatria.

Ho assistito al dramma dei miei pazienti, piccole vittime innocenti del cancro. Con la nascita della mia prima figlia, ho cominciato a sentirmi a disagio vedendo la sofferenza dei bambini. Fino al giorno in cui un angelo è passato accanto a me!

Vedo quell'angelo nelle sembianze di una bambina di 11 anni, spossata da due lunghi anni di trattamenti diversi, manipolazioni, iniezioni e tutti i problemi che comportano i programmi chimici e la radioterapia. Ma non ho mai visto cedere quel piccolo angelo. L'ho vista piangere molte volte; ho visto anche la paura nei suoi occhi, ma è umano!

Un giorno sono arrivato in ospedale presto e ho trovato il mio angioletto solo nella stanza. Ho chiesto dove fosse la sua mamma. Ancora oggi non riesco a raccontare la risposta che mi diede senza emozionarmi profondamente.

“A volte la mia mamma esce dalla stanza per piangere di nascosto in corridoio. Quando sarò morta, penso che la mia mamma avrà nostalgia, ma io non ho paura di morire. Non sono nata per questa vita!”

“Cosa rappresenta la morte per te, tesoro?”, le chiesi.

“Quando siamo piccoli, a volte andiamo a dormire nel letto dei nostri genitori e il giorno dopo ci svegliamo nel nostro letto, vero? (Mi sono ricordato delle mie figlie, che all'epoca avevano 6 e 2 anni, e con loro succedeva proprio questo)”.

“È così. Un giorno dormirò e mio Padre verrà a prendermi. Mi risveglierò in casa Sua, nella mia vera vita!”

Rimasi sbalordito, non sapendo cosa dire. Ero scioccato dalla maturità con cui la sofferenza aveva accelerato la spiritualità di quella bambina.

“E la mia mamma avrà nostalgia”, aggiunse.

Emozionato, trattenendo a stento le lacrime, chiesi: “E cos'è la nostalgia per te, tesoro?”

“La nostalgia è l'amore che rimane!”

Oggi, a 53 anni, sfido chiunque a dare una definizione migliore, più diretta e più semplice della parola “nostalgia”: è l'amore che rimane!

Il mio angioletto se ne è andato già molti anni fa, ma mi ha lasciato una grande lezione che mi ha aiutato a migliorare la mia vita, a cercare di essere più umano e più affettuoso con i miei pazienti, a ripensare ai miei valori. Quando scende la notte, se il cielo è limpido e vedo una stella la chiamo il “mio angelo”, che brilla e risplende in cielo.

Immagino che nella sua nuova ed eterna casa sia una stella folgorante.

Grazie, angioletto, per la vita che ho avuto, per le lezioni che mi hai insegnato, per l'aiuto che mi hai dato. Che bello che esista la nostalgia! L'amore che è rimasto è eterno.

(Dr. Rogério Brandão, oncologo)
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 9182
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi nemecsek. » mercoledì 3 febbraio 2016, 0:37

n amica mia scrisse la tesi de psicologia su qualcosa tipo: L elaborazione del lutto nelle culture sudake.
I brasiliani che conosco so tutti baciapile, a parte n par de zozzone che te raccomanno :diavoletto: , questa fece la tesi a Genova, che cianno tipo n ventimila sudaki prevalentally ecuadoregni, morale me disse che questi colla morte, come colla vita aggiungo io, cianno st emotività a palla, se je more quarcuno vanno fori de testa, perarto so rumorosi pure in tutte le artre manifestazioni della vita, na telenovela continua....
pe sdrammatizzà... mortacci loro... :D
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 921
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 23 agosto 2017, 8:10

"L'idea di Rivelazione, tre monoteismi e il retto uso che ne va fatto" il commento di Rav Giuseppe Laras.

Recentemente leggevo che le difficoltà in matematica sembrerebbero correlate a disturbi dell’apprendimento, problemi cognitivi e blocchi psicologici. Credo sia lecito chiedersi se la Rivelazione, che non è irrazionale, non svolga tuttavia un effetto analogo sull’intelletto umano, creandogli una serie di blocchi, per cui la ragione tende a diventare dialettica e la mente a produrre ragnatele che l’avviluppano. Quand’anche questo fosse vero, tuttavia non dimostrerebbe la falsità della Rivelazione, ma piuttosto dovrebbe obbligare i religiosi a essere dichiaratamente avvertiti di blocchi e viscosità costitutivi del pensiero credente. Quest’ultimo fatto, che dovrebbe essere confessato, è purtroppo per lo più bellamente taciuto e sottostimato. Una comprensione romantica e ingenua delle religioni è pericolosa e la presentazione delle stesse come latrici di pacificazione politica è una farsa. L’idea di Rivelazione è l’idea ebraica che ha rivoluzionato le sorti del mondo, ben al di là dell’ebraismo e degli ebrei: monoteismo; Dio Creatore dell’universo, eterno, buono, giusto e onnipotente; Rivelazione e, quindi, elezione e Alleanza; Provvidenza individuale; immortalità dell’anima, giudizio e retribuzione. Qualsiasi credente ragionevole dovrebbe tremare nell’affermare tutto ciò, dato che si tratta di un’enormità, che presuppone coraggio e assai sorvegliata ricerca interiore. Eppure l’idea ebraica di Rivelazione è risultata irresistibile per miliardi di essere umani. Personalmente ritengo che, per moltissimi, la coscienza della Provvidenza individuale, che veglia e accompagna ciascuno, molto più dell’immortalità dell’anima o della retribuzione, svolga un ruolo consolatorio, latore di senso. Sul piano etico e politico, l’idea ebraica di Rivelazione ha affermato per la prima volta non solo l’eguale dignità e sacralità di tutti gli uomini, ma anche la loro fratellanza. Tutto ciò è stato recepito e rilanciato da cristianesimo e islam. Questo probabilmente spiega perché, per l’ebraismo, né il cristianesimo né l’islam costituiscano una proposta allettante di conversione. Unicamente agnosticismo e ateismo possono costituire una reale, lucida e fatale, “tentazione” per gli ebrei: ossia la negazione dell’idea di Rivelazione, con tutto quello che ne consegue. Questa idea, tuttavia, passando dall’ebraismo al cristianesimo e, successivamente, dai due predecessori, all’islam, ha subito una mutazione radicale, che l’ha molto alterata. Da Rivelazione universale per afflato ma particolaristica per senso, pratica, strategia e missione, con cristianesimo e islam essa è divenuta universale e universalistica. Da culto intenzionalmente minoritario si è trasformato in religioni universali e maggioritarie, come tali “irresistibili”. Basti osservare i due moti opposti e fortissimi che da secoli animano ebraismo e islam: quello ebraico è un “ri - torno”, una concentrazione e una contrazione; quello islamico è un moto espansivo, come tale eccentrico e pervasivo, oggi in nutrito risveglio. Per capire i non detti delle attitudini intime dei tre monoteismi occorre considerare come una generazione affidi all’al - tra il deposito della fede. Per il cristianesimo è la coppia genitoriale educante che inserisce il bambino, tramite il battesimo, nella chiesa, facendone un cristiano. Per l’ebraismo è la madre a trasmettere l’ebraicità ai figli; per l’islam, il padre. La strategia cristiana è quindi anzitutto culturale, coerente con la cultura occidentale e i suoi sviluppi. Una profonda crisi culturale del cristianesimo è quindi sempre da intendersi come un potenziale colpo ferale, che può minarne la trasmissione in poche generazioni. L’ebraismo e l’islam, realtà non occidentali nel loro Dna e nella loro ossatura fondamentale, si affidano direttamente alla procreazione, possedendo un forte carattere “sessuato”. L’islam, che è una maggioranza assoluta, si affida a un criterio coerente con il principio di maggioranza: il padre, ossia il seme maschile, sempre disponibile. L’ebraismo, che è minoranza assoluta, si affida a un criterio coerente con il suo essere minoranza: la madre, che non è sempre fertile, la cui fertilità sfiorisce prima. Considerando che l’ebraismo è una minoranza, messa crudelmente in discussione dalla storia e dai due monoteismi che ha contribuito a originare, questa strategia appare contraria a ogni criterio di sopravvivenza. Ciò attesta una scelta minoritaria – e non elitaria – precisa. Questo fatto è illuminante sulla psicologia e sulla sociologia profonda dei tre monoteismi e sulla loro diversità, specie quando dissimulata. L’antichità, ossia il Dna dei tre monoteismi, attesta in nuce alcune diversità economiche e sociali. Il calendario religioso ebraico (lunisolare) è tuttora, con ogni evidenza, un calendario agricolo, basato su campi, primizie, raccolti e decime. I primi arabi musulmani erano invece una popolazione nomadica, fondata su un’economia mercantile. Come alcuni suggeriscono, queste implicazioni economiche e sociali, più che argomenti teologici, hanno tenuto il cristianesimo più vicino all’ebraismo dell’islam. Non solo: l’unità sociale delle popolazioni nomadiche è la tribù e il clan, per cui un gruppo esteso e con vincoli d’onore è funzionale alla difesa organizzata. Per una società contadina, l’unità sociale allargata “donna-uomo-figli e dipendenti” è la cellula base e più stabile della società. Ed ecco che noi, non stranamente, troviamo ripetuta in tutta la Bibbia l’espressione “la Casa” di Israele. E non è per nulla un caso che una delle passioni del sionismo sia stata proprio l’agricoltura e il sogno non tramontato di “far fiorire il deserto”. Queste antitesi economiche e sociali rendono conto dell’inevitabile, costitutiva differenza profonda tra gli antichi ebrei e gli antichi arabi. L’idea di famiglia, oggi totalmente debilitata (anche quando estesa, per analogia, al fine di normare vincoli affettivi omosessuali), della cultura occidentale deriva esattamente da qui. Essa, cioè, non si impone per evidenza razionale, ma “solo” per cultura e tradizione. Non è un caso che la crisi economica che attraversa l’occidente sia correlata a una crisi decennale della famiglia – ivi intesa come prima realtà, costitutiva delle nostre società, di mutua assistenza e umana promozione – e della procreazione. E non è un caso che l’attuale aggressività economica, opprimente ed erodente la forza della politica e ogni sovranità, insista, specie in occidente, proprio sulla famiglia. L’economia internazionale e tecnologizzata, ormai entrata così potentemente nella fruizione – e persino, talvolta, nella definizione stessa – di intimi ambiti dell’umano, è universale, e trova una resistenza sgradita nel territoriale e nel particolare, sia esso locale, culturale o familiare. Come tale, è quantomeno neutra rispetto a molti valori. Questa forma economica può essere molto allettante, e non idiosincratica, per l’islam politico. L’illusione di economisti e di certi ingegneri sociali di poter comunque “gestire” l’islam consiste puntualmente nel non averne compreso la forza e l’intelligenza, convinti di mantenere un carattere “lai - co” nei processi e nella guida dell’econo - mia. Personalmente credo che il presente dimostri che l’islam politico, al riguardo, sia estremamente moderno. Questi problemi si acuiranno a breve, ossia con l’ul - teriore crescita incontrollata (e insostenibile?) di esseri umani nel pianeta. La laicità – estensione preziosissima, culturale e politica, della sfera dell’altro da sé e della sua intangibilità – ha avuto ed ha percorsi dolorosi (ed è un eufemismo!) in seno alla cultura occidentale. E’ però vero che la Bibbia la presuppone: l’umanità non è stata creata “ebrea”; Eva e Adamo, per restare nel racconto biblico, non erano ebrei, e nemmeno Noè. L’ebraismo, che non riguarda tutti, compare dopo, solo con Abramo. Tradotto: esiste un’ampia sfera intersoggettiva pregressa, come pure co-esistente, con dignità fondamentale e primaria, da apprezzarsi in sé e per sé, che non è ebraica (né cristiana). Per il Corano e la tradizione islamica, Adamo, ossia il primo uomo, l’archetipo e il fondamento della generazione umana, era musulmano. Credo che le conseguenze politiche e culturali siano evidenti: “Chiunque sia nato, nasce nello stato naturale della religione, ossia l’islam. Sono solo i suoi genitori che ne hanno fatto un ebreo o un cristiano”. La logica conseguenza di questo assunto storicamente, nei paesi islamici, è stata che, in assenza di genitori o per sopravvenuta morte di questi in tenera età (in particolare del padre), i bambini cristiani o ebrei venivano convertiti obbligatoriamente all’islam. Chiunque voglia, come è auspicabile, promuovere un dialogo tra la cultura laica occidentale, basata su diritti individuali e libertà personali (conquiste per la cui tutela dobbiamo essere disposti a batterci strenuamente e a morire!), e le culture religiose, totalmente eterogenee tra loro – e, nel caso dei tre monoteismi, tanto simili quanto dissimili –, deve ormai tener conto del peso demografico delle stesse, dato che le nostre democrazie, fragilissime ed esposte come non mai alla demagogia più ottundente, si basano per ora sulla demografia e sul principio “una testa un voto”. Inoltre, se i religiosi non hanno l’onestà, la moralità e la fede per farlo e meditarvici, specie nei riguardi delle persone che a loro si affidano e a fronte di masse umane in movimento, devono essere pungolati sulle loro cupe zone d’ombra senza possibilità di infingimenti e dissimulazione, sulla loro storia non entusiasmante e più tetra, sulle loro insidie, perché, lo abbiamo imparato, non c’è nulla di più pericoloso di una religione, specie se universale, data l’eccitazione da assoluto e il fascino irresistibile che esercita sui suoi aderenti.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » giovedì 7 settembre 2017, 12:21

Ma solo io a volte penso che c'è gente che non si fida dei vaccini ma magari crede in un essere che vive non si sa, esiste (ma non si sa bene se veramente)
Tra l'altro lo stesso Hegel diceva che era allucinante come le persone per ritrovare se stessi, si rinnegassero e ringraziassero un dio non solo per quello che avevano da mangiare(frutto del loro lavoro non di uno che manco esiste) e addirittura delle loro capacità)
P.S A volte vado a messa a scopo informativo e ogni volta sento dire che è vergognoso che esistano persone che non ringrazino dio e che si lamentino se magari non hanno ul lavoro,mah.........................
p.s il Problema non è il senso religioso(il quale è comunque insito in ognuno di noi) ma la religione che a mio avviso è la peggiore delle dittature" La religione è l'oppio dei popoli" K.Marx ciao
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 7 settembre 2017, 13:01

antani ha scritto:p.s il Problema non è il senso religioso(il quale è comunque insito in ognuno di noi) ma la religione che a mio avviso è la peggiore delle dittature" La religione è l'oppio dei popoli" K.Marx ciao


Inutile dire che siamo d'accordo sull'oppio, io, fra l'altro, mi chiamo Karl :crazy: Sul senso religioso, bisognerebbe, secondo me, spiegarsi meglio, forse tu pensi alla paura ancestrale degli ominidi?
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » giovedì 7 settembre 2017, 13:16

lemond ha scritto:
antani ha scritto:p.s il Problema non è il senso religioso(il quale è comunque insito in ognuno di noi) ma la religione che a mio avviso è la peggiore delle dittature" La religione è l'oppio dei popoli" K.Marx ciao


Inutile dire che siamo d'accordo sull'oppio, io, fra l'altro, mi chiamo Karl :crazy: Sul senso religioso, bisognerebbe, secondo me, spiegarsi meglio, forse tu pensi alla paura ancestrale degli ominidi?

Si Carlo in parte nel senso, secondo me il senso religioso fa parte dell'uomo, poichè è il desiderio di felicità che ogni uomo prova ,ora è qui che la religione entra in funzione, infatti solitamente questo macchinario umano non divino come qualcuno fraintende trasforma questo desiderio di felicità in paura terrore, ecco come vengono letteralmente controllate miliardi di persone (non solo i Cristiani) .
Secondo me infatti si divide in paura e desiderio di felicità:Paura ( se ti comporti bene e segui il vangelo andrai in paradiso ergo se fai il bravo a natale babbo natale ti porta i regali) felicità(io cerco me stesso interiormente e cerco pace attraverso la meditazione) non intesa come cercare qualcosa di superiroe
Oltretutto il bene e il male sono soggettivi ciò che per me è bene per te può essere male es: io non ho nulla contro gli omosessuali, per i Cristiani sono peggio dei lebbrosi.
La questione morale poi.......... la morale come diceva Nietsche apparteneva ai cavalieri ed assumeva valore positico(coraggio,fiducia,lealtà,amore) ora è negativa(questo lo devi fare es pregare,questo no es: pensieri o atti impuri.
P.S Pensa che Josif dzugasvili conosciuto come STALIN è stato in seminario non c'è bisogno di dire cosa è diventato
P.P.S Tra lo Stalinismo e il Cattolicesimo ci sono molte somiglianze
P.P.P.S La chiesa ha molte colpe nel ventennio fascista ,molte,e non parliamo della Germania Nazista,infatti Hitler firmò un accordo con la chiesa Cattolica e quella Luterana ,l''accordo fra gli altri fu firmato dal nunzio apostolico A Monaco un certo Eugenio Pacelli, non c'è bisogno di dire cosa è diventato il 1 aprile 1939,in oltre pochi giorni dopo il 17 alla fine della guerra civile Spagnola disse alla radio" gLI amici di Cristo hanno sconfitto i suoi nemici" ecco la chiesa ogia l'uomo e i sui diritti e la sua essenza ciao.
P.P.P.P.S Topic interessante questo
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 7 settembre 2017, 15:35

antani ha scritto:Si Carlo in parte nel senso, secondo me il senso religioso fa parte dell'uomo, poichè è il desiderio di felicità che ogni uomo prova ,ora è qui che la religione entra in funzione, infatti solitamente questo macchinario umano non divino come qualcuno fraintende trasforma questo desiderio di felicità in paura terrore, ecco come vengono letteralmente controllate miliardi di persone (non solo i Cristiani) .
Secondo me infatti si divide in paura e desiderio di felicità:Paura ( se ti comporti bene e segui il vangelo andrai in paradiso ergo se fai il bravo a natale babbo natale ti porta i regali) felicità(io cerco me stesso interiormente e cerco pace attraverso la meditazione) non intesa come cercare qualcosa di superiroe.

Io parlavo di una paura ancora precedente, perché ormai nel paradiso e nell'inferno ci credono solo i non acculturati, cioè la massa islamica, che è molto indietro, perché gli è mancato l'illuminismo e qualche fanatico cattolico (pochi) e cristiano/americano (molti). Cioè quando l'homo sapiens aveva da poco preso coscienza di sé stesso e tutto intorno gli appariva oltre e quindi solo il pensare a una provvidenza divina, poteva in qualche modo attenuare il terrore della natura matrigna (Leopardi docet). Dopo l'illuminismo, come dice Nietzsche, Dio è morto, perché ormai non rappresenta più molto per l'uomo che gli è stato soggetto fino a tutto il medio-evo. Fino a tale periodo, con eccezione per i greci e in parte i primi romani, tutto era impregnato di sacro e lo stesso Marx ne risente quando esprime la sua teoria: il capitalismo come male, la rivoluzione come cura e il comunismo come paradiso in terra. Ma ormai dicevo, dio è morto, nonostante che Guccini, ateo convinto, canti che questo fatto sia un male (le radici sono dure a morire)!
antani ha scritto:felicità(io cerco me stesso interiormente e cerco pace attraverso la meditazione) non intesa come cercare qualcosa di superiroe.

Codesto è il buddismo, anche se più che la felicità, loro si accontentano dell'eliminazione del dolore e il raggiungimento del nulla. :)
antani ha scritto:Oltretutto il bene e il male sono soggettivi ciò che per me è bene per te può essere male es: io non ho nulla contro gli omosessuali, per i Cristiani sono peggio dei lebbrosi.

Codesta mi sembra idiozia pura, sullo stesso livello che i mancini sono esseri del demonio :crazy:
antani ha scritto:La questione morale poi.......... la morale come diceva Nietsche apparteneva ai cavalieri ed assumeva valore positivo(coraggio,fiducia,lealtà,amore) ora è negativa(questo lo devi fare es pregare,questo no es: pensieri o atti impuri.
P.S Pensa che Josif dzugasvili conosciuto come STALIN è stato in seminario non c'è bisogno di dire cosa è diventato
P.P.S Tra lo Stalinismo e il Cattolicesimo ci sono molte somiglianze
P.P.P.S La chiesa ha molte colpe nel ventennio fascista ,molte,e non parliamo della Germania Nazista,infatti Hitler firmò un accordo con la chiesa Cattolica e quella Luterana ,l''accordo fra gli altri fu firmato dal nunzio apostolico A Monaco un certo Eugenio Pacelli, non c'è bisogno di dire cosa è diventato il 1 aprile 1939,in oltre pochi giorni dopo il 17 alla fine della guerra civile Spagnola disse alla radio" gLI amici di Cristo hanno sconfitto i suoi nemici" ecco la chiesa ogia l'uomo e i sui diritti e la sua essenza ciao.

Kriminalgeschichte des Christentums di Karlheinz Deschner credo sia composto di 10 tomi e se ne potrebbero scrivere molti altri. Nel mio piccolo mi sono occupato per lungo tempo di tal Agostino d'Ippona, uno dei peggiori figuri della storia, dopo Costantino (fondatore del cattolicesimo). Sul secondo puoi ascoltare su youtube una "lectio magistralis" di Alessandro barbero, mentre per il primo, se pensi possa essere interessante, posso mandare qui, piano piano, i suoi pensieri, con il mio commento. :cincin:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » venerdì 8 settembre 2017, 12:22

lemond ha scritto:
antani ha scritto:Si Carlo in parte nel senso, secondo me il senso religioso fa parte dell'uomo, poichè è il desiderio di felicità che ogni uomo prova ,ora è qui che la religione entra in funzione, infatti solitamente questo macchinario umano non divino come qualcuno fraintende trasforma questo desiderio di felicità in paura terrore, ecco come vengono letteralmente controllate miliardi di persone (non solo i Cristiani) .
Secondo me infatti si divide in paura e desiderio di felicità:Paura ( se ti comporti bene e segui il vangelo andrai in paradiso ergo se fai il bravo a natale babbo natale ti porta i regali) felicità(io cerco me stesso interiormente e cerco pace attraverso la meditazione) non intesa come cercare qualcosa di superiroe.

Io parlavo di una paura ancora precedente, perché ormai nel paradiso e nell'inferno ci credono solo i non acculturati, cioè la massa islamica, che è molto indietro, perché gli è mancato l'illuminismo e qualche fanatico cattolico (pochi) e cristiano/americano (molti). Cioè quando l'homo sapiens aveva da poco preso coscienza di sé stesso e tutto intorno gli appariva oltre e quindi solo il pensare a una provvidenza divina, poteva in qualche modo attenuare il terrore della natura matrigna (Leopardi docet). Dopo l'illuminismo, come dice Nietzsche, Dio è morto, perché ormai non rappresenta più molto per l'uomo che gli è stato soggetto fino a tutto il medio-evo. Fino a tale periodo, con eccezione per i greci e in parte i primi romani, tutto era impregnato di sacro e lo stesso Marx ne risente quando esprime la sua teoria: il capitalismo come male, la rivoluzione come cura e il comunismo come paradiso in terra. Ma ormai dicevo, dio è morto, nonostante che Guccini, ateo convinto, canti che questo fatto sia un male (le radici sono dure a morire)!
antani ha scritto:felicità(io cerco me stesso interiormente e cerco pace attraverso la meditazione) non intesa come cercare qualcosa di superiroe.

Codesto è il buddismo, anche se più che la felicità, loro si accontentano dell'eliminazione del dolore e il raggiungimento del nulla. :)
antani ha scritto:Oltretutto il bene e il male sono soggettivi ciò che per me è bene per te può essere male es: io non ho nulla contro gli omosessuali, per i Cristiani sono peggio dei lebbrosi.

Codesta mi sembra idiozia pura, sullo stesso livello che i mancini sono esseri del demonio :crazy:
antani ha scritto:La questione morale poi.......... la morale come diceva Nietsche apparteneva ai cavalieri ed assumeva valore positivo(coraggio,fiducia,lealtà,amore) ora è negativa(questo lo devi fare es pregare,questo no es: pensieri o atti impuri.
P.S Pensa che Josif dzugasvili conosciuto come STALIN è stato in seminario non c'è bisogno di dire cosa è diventato
P.P.S Tra lo Stalinismo e il Cattolicesimo ci sono molte somiglianze
P.P.P.S La chiesa ha molte colpe nel ventennio fascista ,molte,e non parliamo della Germania Nazista,infatti Hitler firmò un accordo con la chiesa Cattolica e quella Luterana ,l''accordo fra gli altri fu firmato dal nunzio apostolico A Monaco un certo Eugenio Pacelli, non c'è bisogno di dire cosa è diventato il 1 aprile 1939,in oltre pochi giorni dopo il 17 alla fine della guerra civile Spagnola disse alla radio" gLI amici di Cristo hanno sconfitto i suoi nemici" ecco la chiesa ogia l'uomo e i sui diritti e la sua essenza ciao.

Kriminalgeschichte des Christentums di Karlheinz Deschner credo sia composto di 10 tomi e se ne potrebbero scrivere molti altri. Nel mio piccolo mi sono occupato per lungo tempo di tal Agostino d'Ippona, uno dei peggiori figuri della storia, dopo Costantino (fondatore del cattolicesimo). Sul secondo puoi ascoltare su youtube una "lectio magistralis" di Alessandro barbero, mentre per il primo, se pensi possa essere interessante, posso mandare qui, piano piano, i suoi pensieri, con il mio commento. :cincin:

Si mi interesserebbero ,anche se di gente come Agostino d'Ippona o Paolo di Tarso c'è ben poco di cui fidarsi :cincin: :cincin:
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » venerdì 8 settembre 2017, 15:26

Fidarsi? E quando mai? Con loro mi diverto, un po' "mutatis mutandis" come con il Condor. ;) Ciao, a domani.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » sabato 9 settembre 2017, 7:28

Agostino di Ippona - Le Confessioni

S’incomincia subito bene con un richiamo alle sacre scritture: “Tu sei grande, Signore, e ben degno di lode; grande è la tua virtù e la tua sapienza incalcolabile.” Per un *x* di cui non si sa niente e che, in teoria, non dovrebbe neppure essere evocato e men che meno rappresentato, costui da buon filosofo (amante della conoscenza) si dice sicuro di *grandezza* *laudatività* (neologismo) e *sapienza*. Certo che quest’ultima era per lui difficile calcolarla; solo con Newton si è arrivati all’estensione degli integrali e al calcolo differenziale, a cui Archimede aveva solo accennato . :D Ma dubito che il Nostro fosse uno studioso del Siracusano.
E poi l’uomo si porta attorno la prova del suo peccato vuole lodarti, perché tu lo stimoli a dilettarsi delle tue lodi, perché ci hai fatti per te e il nostro cuore non ha posa, finché riposa in te.
Traduzione ridicole [posa … riposa] ma il concetto è ancora peggiore: si parte dall’assioma che quel che pensa lui, perché qualcuno glielo ha detto/imposto valga per tutti, è proprio il contrario di quel che l’intelligenza scientifica ha dimostrato: un solo esperimento non serve se non si può riprodurre a piacimento e da chiunque, non solo dai credini, :diavoletto:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » sabato 9 settembre 2017, 9:37

lemond ha scritto:Agostino di Ippona - Le Confessioni

S’incomincia subito bene con un richiamo alle sacre scritture: “Tu sei grande, Signore, e ben degno di lode; grande è la tua virtù e la tua sapienza incalcolabile.” Per un *x* di cui non si sa niente e che, in teoria, non dovrebbe neppure essere evocato e men che meno rappresentato, costui da buon filosofo (amante della conoscenza) si dice sicuro di *grandezza* *laudatività* (neologismo) e *sapienza*. Certo che quest’ultima era per lui difficile calcolarla; solo con Newton si è arrivati all’estensione degli integrali e al calcolo differenziale, a cui Archimede aveva solo accennato . :D Ma dubito che il Nostro fosse uno studioso del Siracusano.
E poi l’uomo si porta attorno la prova del suo peccato vuole lodarti, perché tu lo stimoli a dilettarsi delle tue lodi, perché ci hai fatti per te e il nostro cuore non ha posa, finché riposa in te.
Traduzione ridicole [posa … riposa] ma il concetto è ancora peggiore: si parte dall’assioma che quel che pensa lui, perché qualcuno glielo ha detto/imposto valga per tutti, è proprio il contrario di quel che l’intelligenza scientifica ha dimostrato: un solo esperimento non serve se non si può riprodurre a piacimento e da chiunque, non solo dai credini, :diavoletto:

ma, certo che a mio parere , Sant'Agostino ,più che filosofo,(come viene considerato e come ho studiato a scuola) è un padre della chiesa,e come tale lui non ha filosofato ma ha creato dei veri e propri dogmi su cui si basa la religione Cristiana e segnatamente quella Cattolica.Detto questo è interessante la citazione perchè a mio avvisogià parlare di lode a Dio è quantomeno ridicolo.
In primo luogo perchè cosa sto lodando??nulla ,a che serve la lode al nulla ?? a niente
in secondo luogo:supponiamo per un attimo che Dio esista, che se ne fa della lode dell'uomo???? parlando in modo epicureo ,dio sta nel cielo e non si interessa delle faccende umane.
Parla di sapienza e conoscenza e come hai detto tu da per empirici fatti che sono tutto tranne che empirici, e comunque a mio avviso sono anche aggettivi ossimorici, poichè sapienza e conoscenza sono qualità umane a mio avviso,per cui non possono essere attribuite al dio
e si come dici tu se non ho frainteso vuole far passare il concetto come se fosse un qualcosa di dimostato scientificamente quando in realtà l'ha pensata lui, e a quanto ne so non era altro che un puttaniere e un meschino.ciao :cincin:
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » sabato 9 settembre 2017, 11:14

Maanfatti, avrebbe detto la Gerini. :clap: E' proprio vero: lui non è un filosofo, perché non ama la conoscenza, ma la fede. Poi vero anche che è stato per molti anni un puttaniere, ma mammina pregava per lui. :crazy: Ciao a domani.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » domenica 10 settembre 2017, 7:22

Agostino di Ippona Le confessioni II
Ma come invocare il mio Dio, invocarlo sarà come invitarlo dentro di me. Ma certo, perché io non sarei se tu non fossi in me, o meglio, io non sarei se non fossi in te, poiché tutto da te, tutto per te, tutto in te. Sì, è così signore è così. Se mi ritraessi da te, sarei fuori dal cielo e dalla terra, perché Lui disse “Cielo e terra io colmo”.

Dimostrazione che parte e arriva nello stesso punto: dio c’è ed è da per tutto, perché l’à detto Lui, o meglio l’à scritto qualcuno che aveva imparato da poco l’arte dei segni e, siccome non comprendeva neppure cosa fosse il cielo e la terra, dette quella definizione che piace tanto a ai credini . :drink:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » domenica 10 settembre 2017, 9:39

lemond ha scritto:Agostino di Ippona Le confessioni II
Ma come invocare il mio Dio, invocarlo sarà come invitarlo dentro di me. Ma certo, perché io non sarei se tu non fossi in me, o meglio, io non sarei se non fossi in te, poiché tutto da te, tutto per te, tutto in te. Sì, è così signore è così. Se mi ritraessi da te, sarei fuori dal cielo e dalla terra, perché Lui disse “Cielo e terra io colmo”.

Dimostrazione che parte e arriva nello stesso punto: dio c’è ed è da per tutto, perché l’à detto Lui, o meglio l’à scritto qualcuno che aveva imparato da poco l’arte dei segni e, siccome non comprendeva neppure cosa fosse il cielo e la terra, dette quella definizione che piace tanto a ai credini . :drink:

:clap: :clap: :clap: si è vero parla come se stia dicendo 2+2=4 detto questo secondo me c'è anche un significato che in seguito Hegel(vero filosofo) spiega bene,l'uomo inizialmenten cerca se stesso in qualcosa di esterno,Dio ,a questo punto egli si annulla in favore di dio"io non sarei se non fossi in te" inoltre tutto ciò che l'uomo è o fa è dono di dio, dono che non si sa bene come arrivi,ciao buona domenica
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » lunedì 11 settembre 2017, 7:47

Poi il Nostro si mette a discettare sull’infinito, senza averne il concetto preciso, per esempio gli era ignoto il fatto che la somma di più infiniti, sempre infinto è. Ecco un esempio delle sue domande, a cui un professore di matematica assegnerebbe un voto piuttosto basso:

“Dunque esisterebbero parti di te maggiori, altre minori? O piuttosto tu sei intiero dappertutto e nessuna cosa ti comprende per intiero?”

Dipoi illustra le qualità del suo signore, le solite che sono sulla bocca di tutti i credini, ma delle quali nessuna e vera, ad es. misericordiosissimo (prima di Allah) e giustissimo si elidono a vicenda, perché la preghiera “perdona i nostri peccati” che si può rivolgerebbe al primo non riguarda il secondo che sarebbe ben lieto di ricevere “colpisci per le nostre iniquità”.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » martedì 12 settembre 2017, 8:20

Signore mio, cosa sei per me. Di’ all’anima mia: la salvezza tua io sono. Dillo che io oda. Ecco, le orecchie del mio cuore stanno davanti alla tua bocca, Signore. Aprile e di’ all’anima mia: la salvezza tua io sono. Rincorrendo questa voce io ti raggiungerò, e tu non celarmi il tuo volto. Che io muoia per non morire, per vederlo.

Naturalmente nonostante la ripetizione sulla salvezza che doveva sentire, non ascoltò nessun suono, ma che importa basta far finta e quel che si vuole accade. Lasciamo perdere poi che il volto di Dio non si può pensar nemmeno di vedere, ma l’Inquisizione allora non c’era e lo fecero Santo. :diavoletto:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 14 settembre 2017, 8:13

Purificami o Signore delle mie brutture ignote a me stesso, risparmia al tuo servo le brutture degli altri.

In altre parole, Lui può avere solo difetti che non conosce, a differenza degli altri che invece li posseggono in guisa manifesta! Che persona modesta o, per dirla come lui, *umile* ;-) (*) La differenza fra i due termini è sostanziale.

Però poi si rammenta che è bene essere un po’ modesto in confronto magari al solo Signore e allora:

Non disputo con te, che sei la verità, quindi non disputo con te, perché se ti porrai a considerare le colpe, Signore, Signore chi reggerà?

A parte il solito vizio di ripetere le cose, mi sembra solo una affermazione, con relativa domanda, retorica. :x
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi antani » venerdì 15 settembre 2017, 13:24

lemond ha scritto:Purificami o Signore delle mie brutture ignote a me stesso, risparmia al tuo servo le brutture degli altri.

In altre parole, Lui può avere solo difetti che non conosce, a differenza degli altri che invece li posseggono in guisa manifesta! Che persona modesta o, per dirla come lui, *umile* ;-) (*) La differenza fra i due termini è sostanziale.

Però poi si rammenta che è bene essere un po’ modesto in confronto magari al solo Signore e allora:

Non disputo con te, che sei la verità, quindi non disputo con te, perché se ti porrai a considerare le colpe, Signore, Signore chi reggerà?

A parte il solito vizio di ripetere le cose, mi sembra solo una affermazione, con relativa domanda, retorica. :x

Hegel parla ampiamente di questo passaggio dell'essere dove appunto ricerca se stesso in altro annullandosi di fatto, la religione purtroppo nega l'uomo e il suo essere e si vede, penso all'Islam per esempio,dove la donna non ha nessun tipo di diritto
"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
antani
 
Messaggi: 1635
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 11:31

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » mercoledì 20 settembre 2017, 8:28

E ora, ecco la mia infanzia da gran tempo morta, e me vivo. Tu però Signore, sempre vivo e di cui nulla muore perché prima dell’inizio dei secoli e prima di ogni cosa tu sei e sei Dio e Signore di tutte le cose, create da te, e in te perdurano stabili le cause di tutte le cose instabili, e di tutte le cose mutabili si conservano in te immutabili i princìpi, e di tutte le cose irrazionali e temporali sussistono in te sempiterne le ragioni; dimmi dunque ti supplico: la mia infanzia succedette a un’altra mia età, allora già morta? A quella forse da me trascorsa nelle viscere di mia madre?

Il Nostro ci propina, come se fosse sua, la dottrina delle idee di Paltone, con grande dovizia di ripetizioni, perché a lui la sintesi era estranea (Agostino era così) e il tutto per fare una domanda piuttosto sciocca: chi era lui prima dell’infanzia? A che serve sapere una cosa personale di cui non si ha memoria? Secondo me avrebbe fatto meglio a chiedergli qualcosa che riguarda tutti, come ad es. :” Se tu hai creato tutte le cose, e, come sappiamo “Ex nihilo nihil fit” ... chi ti ha creato?” :diavoletto:
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » venerdì 22 settembre 2017, 8:01

A differenza di Corrado Augias, penso che purtroppo del XX settembre non resti niente in Italia, se non la targa su alcune vie e piazze. Mentre il suo contrario è l’otto per mille (ma è solo un esempio)!!!

20 settembre 2017
Repubblica 21.9.17
Corrado Augias. Cosa resta del 20 settembre
GENTILE dottor Augias, l’Italia si riconosce nel 25 aprile, nel 2 giugno, nella celebrazione dei martiri delle Fosse Ardeatine, ma ha rimosso la festa del 20 settembre. Dopo la caduta del fascismo, la Repubblica mantenne l’abolizione decisa da Mussolini di quella festa. Il 20 settembre 1870 l’Unità italiana veniva finalmente completata sancendo la sconfitta del potere temporale della Chiesa cattolica. Istituita per legge nel 1895, detta festa, almeno fino al primo decennio del Novecento, era rimasta assai popolare soprattutto a Roma, strappata al suo isolamento di secoli e trasformata dall’arrivo degli “italiani” in una vera capitale. La memoria del 20 settembre (testimoniata dalla presenza in tante città italiane di vie e piazze intitolate all’evento) andò perdendosi quando le varie forze componenti la società civile, trovando ostacoli a realizzare in Italia uno Stato veramente laico e una Chiesa cattolica rinnovata, attenta alla diffusione dei valori religiosi e alle verità di fede, preferirono praticare soluzioni compromissorie tese ad avvicinare comunque Quirinale e Vaticano.
di Lorenzo Catania

IN UNA parte della lettera che ho dovuto tagliare per le solite ragioni di spazio, il signor Catania ricordava un episodio così penoso da sconfinare nel ridicolo che francamente ignoravo. Ernesto Rossi, promotore del movimento “Giustizia e Libertà”, redattore con Altiero Spinelli del Manifesto europeista di Ventotene, dopo avere commemorato a Firenze il 20 settembre, venne denunciato per vilipendio alla religione di Stato e subì una perquisizione domiciliare per sequestrare il dattiloscritto con il discorso incriminato. Un’azione che sarebbe oggi inconcepibile il che aiuta forse a spiegare perché il 20 settembre abbia perso il suo rilievo emotivo. Non ha perso però la sua importanza storica, il dominio temporale della Chiesa era un relitto, l’unità politica della penisola sarebbe stata incompleta senza Roma. A questo aveva pensato Cavour — non vedrà quel giorno essendo mancato nel 1861 — facendo ripetutamente presente a papa Pio IX quanto la sua missione spirituale si sarebbe giovata dell’abbandono di troppe incombenze di governo. L’ostinazione del pontefice fu, per varie ragioni, irremovibile e si arrivò a quei poveri morti inutili, da una parte e dall’altra, e ai quattro colpi di cannone contro le mura aureliane. Seguirono anni di separazione ( non expedit) con i cattolici estranei alla vita politica, chiusi nel 1929 con il Concordato. Porta Pia fu un’impresa necessaria di non particolare gloria, ci si limitò a cogliere il momento: Napoleone III era stato sconfitto dai prussiani a Sedan, la sua protezione del papa era venuta meno. Così non era stato vent’anni prima, nel 1849, quando Luigi Napoleone, non ancora proclamatosi imperatore, aveva mandato le truppe e l’artiglieria per abbattere la Repubblica Romana che, prima di spegnersi, ebbe modo di darsi la più avanzata carta costituzionale d’Europa. Molti di quei principi, ancora attualissimi, sono stati riversati un secolo dopo nell’attuale Costituzione della Repubblica. I due eventi, 1849 e 1870, vanno letti insieme per capire che cosa veramente accadde in quel 20 settembre.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » domenica 24 settembre 2017, 8:15

Tu, o Signore, concedesti all’uomo di ricostruire il proprio passato dal comportamento altrui e di credere sul proprio conto molte cose persino in base alle asserzioni di alcune donnicciole. Io dunque ero vivo già allora, prima dell’infanzia, ma solo dopo cominciai a manifestare agli altri i miei sentimenti.

Anche qui si vede come in ogni cristiano alberghi il pregiudizio contro il genere femminile *donnicciole* e la logica (o la memoria) non è il suo forte, perché dovrebbe sapere che il sentimento è la prima manifestazione umana. Probabilmente si è sbagliato e voleva dire i miei ragionamenti, invece di sentimenti.

Un essere vivente di tal fatta da chi poteva derivare, se non da te, Signore? Potrebbe mai qualcuno essere autore della propria creazione?

Un essere che non sa nulla, se non i discorsi delle donnicciole, non poteva derivare che da te: bel complimento! E poi si reitera la storia della puntata precedente, trascurando che la risposta implicita alla seconda domanda è NO e quindi il Signore non può essere autore e dunque *non esiste*, se non nell’immaginazione malata di qualcuno. Agostino era così. ;-)
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » giovedì 12 ottobre 2017, 14:19

Alessandro BARBERO - Alle origini della comunicazione aziendale: gli ordini religiosi del Medioevo

https://www.youtube.com/watch?v=Fko3NKb6VLc
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » sabato 14 ottobre 2017, 7:36

Forse è da qui che ha avuto origine il razzismo! Genesi, capitolo IX, Versetto 27
DIO ingrandisca Jafet e dimori nelle tende di Sem e sia Canaan suo schiavo!».
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi chinaski89 » sabato 14 ottobre 2017, 8:00

Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto), però io credo anche che le religioni monoteiste siano degli ottimi fertilizzanti per far fiorire il razzismo :diavoletto: dal momento in cui credi ad un unico Dio e ti definisci 'popolo eletto' alimenti anche un certo disprezzo per chi non la pensa come te, a differenza di quello che accade con una religione politeista, dove forse chi la pensa in maniera differente ha più possibilità di essere in qualche misura accettato
beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)


lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.
Avatar utente
chinaski89
 
Messaggi: 2131
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 15:51

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » sabato 14 ottobre 2017, 12:48

chinaski89 ha scritto:Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto), però io credo anche che le religioni monoteiste siano degli ottimi fertilizzanti per far fiorire il razzismo :diavoletto: dal momento in cui credi ad un unico Dio e ti definisci 'popolo eletto' alimenti anche un certo disprezzo per chi non la pensa come te, a differenza di quello che accade con una religione politeista, dove forse chi la pensa in maniera differente ha più possibilità di essere in qualche misura accettato


:clap: infatti i Romani associavano ai propri ogni culto esterno e le c.d. persecuzioni anticristiane non ci sono mai state, in quanto tali, ma perché costoro si rifiutavano di seguire la lex romana, che non guardava in faccia a nessuno (dura lex sed lex). Non è insomma come Hitler che condannava gli ebrei, gli zingari etc. in quanto tali.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi herbie » domenica 15 ottobre 2017, 11:46

chinaski89 ha scritto:Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto),

è anche vero, tuttavia, che nulla è più ignoto all'uomo di Dio, del quale razionalmente non si può affermare alcunché. Perciò, il modo più diretto per affrontare questo innato terrore per l'ignoto (verissimo) che alimenta il razzismo, sarebbe proprio quello di prendere in considerazione l'esistenza di Dio, l'ignoto per eccellenza... :) E soprattutto, perndere in considerazione il fatto che la realtà possa anche superare di gran lunga ciò che la ragione suggerisce. :crazy:
herbie
 
Messaggi: 3185
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » domenica 15 ottobre 2017, 13:06

herbie ha scritto:
chinaski89 ha scritto:Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto),

è anche vero, tuttavia, che nulla è più ignoto all'uomo di Dio, del quale razionalmente non si può affermare alcunché. Perciò, il modo più diretto per affrontare questo innato terrore per l'ignoto (verissimo) che alimenta il razzismo, sarebbe proprio quello di prendere in considerazione l'esistenza di Dio, l'ignoto per eccellenza... :) E soprattutto, perndere in considerazione il fatto che la realtà possa anche superare di gran lunga ciò che la ragione suggerisce. :crazy:


Secondo me, invece, intorno alle cose che non si conoscono, è bene tacere. Invece quanto più il credino ignora e più è sicuro! :x
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi herbie » domenica 15 ottobre 2017, 14:53

lemond ha scritto:
herbie ha scritto:
chinaski89 ha scritto:Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto),

è anche vero, tuttavia, che nulla è più ignoto all'uomo di Dio, del quale razionalmente non si può affermare alcunché. Perciò, il modo più diretto per affrontare questo innato terrore per l'ignoto (verissimo) che alimenta il razzismo, sarebbe proprio quello di prendere in considerazione l'esistenza di Dio, l'ignoto per eccellenza... :) E soprattutto, perndere in considerazione il fatto che la realtà possa anche superare di gran lunga ciò che la ragione suggerisce. :crazy:


Secondo me, invece, intorno alle cose che non si conoscono, è bene tacere.


d'altra parte, in tutto ciò che discende coerentemente dalle premesse, nulla di nuovo è mai da dire, visto che tutto già è negli assiomi. Anche lì, l'utilità del parlare, mi sembra scarsa... :P Ma questo forse è perché sono tra quelli che pensano che la poesia e l'arte abbiano ancora una pur piccola utilità per la vita dell'uomo.

Personalmente, preferisco il margine, dove, sul limite oscuro, tutto è ancora da dire, e, tra mille parole erranti, anche una sola che colga il senso di questo limite, può aprire un orizzonte differente. Totalmente differente.
Ma, quanto a questi argomenti, a differenza di quello che sembra, spesso è questione di gusti....
herbie
 
Messaggi: 3185
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » domenica 15 ottobre 2017, 15:29

herbie ha scritto:[
d'altra parte, in tutto ciò che discende coerentemente dalle premesse, nulla di nuovo è mai da dire, visto che tutto già è negli assiomi. Anche lì, l'utilità del parlare, mi sembra scarsa... :P Ma questo forse è perché sono tra quelli che pensano che la poesia e l'arte abbiano ancora una pur piccola utilità per la vita dell'uomo.

Personalmente, preferisco il margine, dove, sul limite oscuro, tutto è ancora da dire, e, tra mille parole erranti, anche una sola che colga il senso di questo limite, può aprire un orizzonte differente. Totalmente differente.
Ma, quanto a questi argomenti, a differenza di quello che sembra, spesso è questione di gusti....


Ma partendo dagli stessi assiomi si può arrivare a risultati diversi, anzi ci si arriva quasi di certo e il perché è semplice: l'interpretazione di qualsiasi simbolo è spesso soggettiva. Prendi, per esempio, la misurazione del Q.I. a chi non sa come è configurato, sembra qualcosa di valido per tutti, mentre è esattamente il contrario. Poi, perché voler dire qualcosa di nuovo? A me basterebbe comprendere quella che è stata la storia dell'uomo, dalle origini fino a noi e con questo legame qualcosa di vecchio, ma, al contempo, nuovo, s'impara e non mi pare poco. :)
https://www.youtube.com/watch?v=R7s9zZeyuvw
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi chinaski89 » domenica 15 ottobre 2017, 18:12

herbie ha scritto:
chinaski89 ha scritto:Il razzismo fa parte della natura umana, solo con la cultura si può superare la paura ancestrale per il diverso (che è simile al terrore per l'ignoto),

è anche vero, tuttavia, che nulla è più ignoto all'uomo di Dio, del quale razionalmente non si può affermare alcunché. Perciò, il modo più diretto per affrontare questo innato terrore per l'ignoto (verissimo) che alimenta il razzismo, sarebbe proprio quello di prendere in considerazione l'esistenza di Dio, l'ignoto per eccellenza... :) E soprattutto, perndere in considerazione il fatto che la realtà possa anche superare di gran lunga ciò che la ragione suggerisce. :crazy:


Io l'esistenza di un essere superiore chiamato Dio non riesco neppure a prenderla in considerazione da tanto la trovo un'idea insensata, ma non voglio offendere la sensibilità di nessuno perciò non insisto su sta cosa
beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)


lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.
Avatar utente
chinaski89
 
Messaggi: 2131
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 15:51

Re: Religione e dintorni :)

UNREAD_POSTdi lemond » lunedì 16 ottobre 2017, 7:35

chinaski89 ha scritto:Io l'esistenza di un essere superiore chiamato Dio non riesco neppure a prenderla in considerazione da tanto la trovo un'idea insensata, ma non voglio offendere la sensibilità di nessuno perciò non insisto su sta cosa


A me invece fa proprio rabbia pensare che l'uomo arrivi, per paura o similia, a inventarsi simili sciempiaggini. Certo se un credino non fa del male a nessuno e sta meglio con sé stesso "nulla questio", però non riesco a non ridergli in faccia e infatti qualcuno non mi parla più, mentre con altri siamo rimasti amici. ;)
P.S. Anche un monaco (Occam) aveva ben compreso che non serve nessun dio all'uomo, non più ominide.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8
Avatar utente
lemond
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Religione e dintorni :)

simila

simila
 

PrecedenteProssimo

Torna a Off Topic

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite