Serie televisive

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto

Serie televisive

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » martedì 22 ottobre 2013, 16:36

Apro questo thread parallelo a quello del cinema per parlare delle varie serie televisive.
Personalmente impazzisco per il genere fantascientifico (Heroes, Fringe) o del crimine (Prison Break, Breaking Bad, Romanzo Criminale).
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Deadnature » martedì 22 ottobre 2013, 16:58

Ottimo topic! Metto qui un elenco di ciò che seguo, vediamo poi se segue dibattito.
Comedy: Parks and Recreation, Community, Girls.
Drama: Game of Thrones, The Walking Dead.

Viste ed apprezzate (molto) sia Romanzo Criminale che Boris. Gradito molto la mini-serie britannica Black Mirror (alcuni episodi più di altri). Mi riservo di cominciare a breve termine Breaking Bad e/o Misfits.
http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...
Avatar utente
Deadnature
 
Messaggi: 4062
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » martedì 22 ottobre 2013, 17:18

Deadnature ha scritto:Viste ed apprezzate (molto) sia Romanzo Criminale che Boris. Gradito molto la mini-serie britannica Black Mirror (alcuni episodi più di altri). Mi riservo di cominciare a breve termine Breaking Bad e/o Misfits.

Breaking Bad ha avuto il pregio di avere qualità delle stagioni in continua e costante ascesa. Solitamente è il contrario, si parte alla grande con prima e seconda stagione, per poi chiudere con le ultime in forte calo di emozioni/con molte fasi ripetitive e noiose. Magari anche con molte cose che non vanno a quadrare. Esempio classico Lost.
In Breaking Bad invece una quinta ed ultima stagione veramente sontuosa. Con anche la quarta che si era già prestata su livelli altissimi. Te la consiglio alla grande.
La controindicazione è che all'inizio è molto lenta e ci sono tante fasi morte.
In ogni caso se fossi in te mi guarderei prima Prison Break, che ritengo a consuntivo di molte spanne superiore a Breaking Bad. In particolare la prima stagione è stato un capolavoro forse irreplicabile.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Laura Grazioli » martedì 22 ottobre 2013, 17:26

Eccomiiii una fanatica delle serie TV :D

Comedy: How I met your mother, New Girl, Vicini del terzo tipo, The Big Bang Theory, Scrubs e il classicissimo La vita secondo Jim
Drama: Homeland
Crime: CSI Miami, NCIS, Lie to Me
Un uomo comincerà a comportarsi in maniera ragionevole solo quando avrà esaurito ogni altra possibile soluzione
Avatar utente
Laura Grazioli
 
Messaggi: 1891
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 18:53
Località: Brescia

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 22 ottobre 2013, 17:33

Belluschi M. ha scritto:In ogni caso se fossi in te mi guarderei prima Prison Break, che ritengo a consuntivo di molte spanne superiore a Breaking Bad. In particolare la prima stagione è stato un capolavoro forse irreplicabile.

:clap: :clap:
Concordo Memorabile
Le altre scendon leggermente (anche se a Panama..) pero' la prima è difficile imitarla

e d'accordo con la Laura su Homeland (la Claire Daines da premio Oscar) , su NCIS (ma tra Ziva e Tony quando nascera' qualcosa :D ) e su Bing Bang Theory

Quelle che odio son quasi tutte quelle italiane..
Winter
 
Messaggi: 10427
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Subsonico » martedì 22 ottobre 2013, 18:36

Fringe! Almeno su qualcosa andiamo d'accordo...
Cito altre 2 meno note, per motivi affettivi "Life on Mars" è obbiettivamente poca roba, ma l'ho vista coi miei coinqulini trevigiani e c'eravamo appassionati un casino, tanto da cominciare a farci la barba come i protagonisti e a fare una veglia di preghiera per un personaggio (apparentemente) morto :diavoletto: ; poi c'è "Wilfred", che è una roba veramente delirante...parla di un avvocatino (Elijah Wood, Frodo per intenderci) che dopo essersi quasi suicidato coi barbiturici comincia a fare amicizia con il cane della sua vicina, che a lui appare in visione antropomorfa e manifesta ogni tipo di aberrazione morale esistente...insomma un trip divertente ;)
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi dietzen » martedì 22 ottobre 2013, 18:44

voi che amate breaking bad recuperate, se già non la conoscete, una serie di qualche anno fa, the wire.

http://www.youtube.com/watch?v=zIom3LSbB0I
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5141
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi desmoblu » martedì 22 ottobre 2013, 18:47

Sherlock della BBC, con Cumberbatch e Freeman. Il miglior Sherlock holmes che abbia vista sullo schermo, e paradossalmente il più fedele.. paradossalmente perché è una trasposizione ai giorni nostri, con un lavoro di scrittura coraggioso ma rispettoso e un cast capace di ottime interpretazioni.
Sempre in ambito British mi divertiva molto Hustle, e il primo Barnaby (anche se soporifero) non era male.
Comica: Scrubs.
Altre....ce ne sono, ma devo farmele venire in mente.
Edit: Borgen; ho visto la prima puntata su laEffe e mi è piaciuta così tanto che ho subito recuperato tuttti gli episodi (30) in lingua originale (danese) e coi sottotitoli in inglese.

Lista nera: Lost al primo posto.
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » martedì 22 ottobre 2013, 19:24

Subsonico ha scritto:Fringe! Almeno su qualcosa andiamo d'accordo...

Fringe mi ha lasciato con amaro in bocca per l'ultima stagione. Avevo aspettative altissime sulla storia degli Osservatori ed è stata risolta in modo goffo e sbrigativo (purtroppo con poche colpe degli sceneggiatori, dato che i fondi a disposizione erano scarsi per imbastire una stagione finale come si deve). Tra l'altro le cose non hanno quadrato nel finale.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » martedì 22 ottobre 2013, 20:47

Bravo belluschi! per l'inverno ci sta questo 3d...oltre alle già citate, la mia preferita di sempre è the wire, seguita da the shield,braquo e il bellissimo games of thrones: consigliatissime tutte!
sul genere che mi consigliate? magari con link funzionanti
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi dietzen » martedì 22 ottobre 2013, 20:53

matteo.conz ha scritto:Bravo belluschi! per l'inverno ci sta questo 3d...oltre alle già citate, la mia preferita di sempre è the wire, seguita da the shield,braquo e il bellissimo games of thrones: consigliatissime tutte!
sul genere che mi consigliate? magari con link funzionanti


link non ne ho perché sono un affezionato del p2p, ma prova questa nuova serie low winter sun.

un altro crime molto bello fra quelli non ancora citati è the Killing (alla terza stagione ormai).
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5141
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Admin » martedì 22 ottobre 2013, 21:00

So di essere in spaventosa minoranza sul tema :sedia: ma detesto le serie americane, usano tutte dei tritissimi giochini di sceneggiatura che mi triturano le palle dopo 5': tutti devono sempre essere così fighi, ognuno a modo suo, uuufff.

Ho adorato Boris, prodotto quasi incredibile per lo scenario italiano, per la cattiveria e la libertà (o licenziosità) che i suoi autori sono stati in grado di regalarci.
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11177
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Basso » martedì 22 ottobre 2013, 21:10

Sono felice, vedo che molti hanno apprezzato Prison Break.

La mia top 5 (only Usa)

5) Willy il principe di Bel Air: un Will Smith ancora versione cazzaro ma già abilissimo nel capire cosa proporre in tv. (a 22 anni era già sceneggiatore, produttore ed attore della serie, mica male)
4) Malcolm: ricordi di gioventù, ma innovazione (quarta dimensione abbattuta) portata nella consueta commedia statunitense. Gli adulti attori di prima categoria (e si è visto nel prosieguo della carriera).
3) Dr. House: le prime serie di altissimo livello (le prime due-tre in particolare) poi ha iniziato a darmi un senso di stantio. Il finale non mi è proprio piaciuto
2) Scrubs: grande, grandissima serie. Commistione perfetta fra momenti alti e momenti "bassi", cast superbo (e anche ottimi doppiatori italiani), alcune puntate sublimi.
1) Prison Break: la prima serie, miglior fiction che abbia mai visto, aggettivi finiti. La seconda, molto dinamica e interessante mix nel plot generale, gran bell'esempio di scrittura autorale. La terza, pur essendo stata la prima che ho visto (e che quindi mi ha fatto innamorare della serie), è secondo me la meno riuscita anche per l'impossibilità di dipanare al meglio la storyline (cadde in contemporanea con lo sciopero degli sceneggiatori). La quarta (ivi compreso il Final Break) è stata molto interessante, comunque non al livello delle prime due. Grande la scelta di chiudere in quel modo "l'epopea" delle quattro stagioni. In Prison Break la scelta sia dei "buoni" che dei villains è stata azzeccatissima, in particolar modo Robert Knepper/T Bag.

In Italia primato a Romanzo Criminale, alle spalle (anche se non è una vera e propria serie tv) l'Ispettore Coliandro.

p.s. bel thread ;)
11: Vuelta 7, Prato
12: Appennino, Japan Cup
13: Giro 9, ITA RR, Vuelta 20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour 3, Tour 21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Scheldeprijs, Giro 2, Giro 18, Giro, Tour 13, Fourmies
16: Nice, Vuelta 12
17: Frankfurt, Tour 11
Basso
 
Messaggi: 11259
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » martedì 22 ottobre 2013, 21:34

Beh admin qua mi cadi malamente...guarda braquo, crime francese di olivier marchal....la non c'è nessun figo ma solo desolazione oppure the wire: immensa analisi della sociata moderna! qui i link:

brAquo: http://www.piratestreaming.tv/serietv/braquo-.html
games of thrones: http://www.piratestreaming.tv/serietv/g ... rones.html

a breve the wire funzionante

admin comincia da qui non te ne pentirai, anzi diverrai addicted!
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » martedì 22 ottobre 2013, 21:48

questo è the wire, guardatelo, per me la miglior serie mai fatta!
http://eurostreaming.org/the-wire-streaming-ita/#000

se guardate la prima puntata non potrete piu farne a meno, è iper realistico, molto piu profondo di quel che sembra a prima vista ed i personaggi sn caratterizzati in un modo incredibile...omar su tutti!
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi cauz. » martedì 22 ottobre 2013, 22:23

Admin ha scritto:So di essere in spaventosa minoranza sul tema :sedia: ma detesto le serie americane, usano tutte dei tritissimi giochini di sceneggiatura che mi triturano le palle dopo 5': tutti devono sempre essere così fighi, ognuno a modo suo, uuufff.


non generalizzare.
io non amo le serie, perche' richiedono un impegno che non riesco a dedicargli, pero'...
- twin peaks, uno dei piu' grandi gioielli cine-televisivi di ogni tempo...
- i simpsons, e non aggiungo altro.
- e futurama a ruota.
tutte americane, guarda un po' :)
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10770
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » martedì 22 ottobre 2013, 22:58

cauz. ha scritto:
Admin ha scritto:So di essere in spaventosa minoranza sul tema :sedia: ma detesto le serie americane, usano tutte dei tritissimi giochini di sceneggiatura che mi triturano le palle dopo 5': tutti devono sempre essere così fighi, ognuno a modo suo, uuufff.


non generalizzare.
io non amo le serie, perche' richiedono un impegno che non riesco a dedicargli, pero'...
- twin peaks, uno dei piu' grandi gioielli cine-televisivi di ogni tempo...
- i simpsons, e non aggiungo altro.
- e futurama a ruota.
tutte americane, guarda un po' :)


quoto cauz, è l'eterna diatriba tra mio padre filosovietico e io che gli faccio notare come tutti i suoi scrittori preferiti siano almeno metà americani: steinbeck, bukowski, asimov, kerouac, ginsberg, woody gutrie, hemingway, eccetera eccetera, eccetera!
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » martedì 22 ottobre 2013, 23:04

posto solo l'ending theme di the wire per farvi venire voglia di guardarlo....anzi anche la sigla che è qusi piu bella: http://www.youtube.com/watch?v=TraSFcARVwM
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi quasar » mercoledì 23 ottobre 2013, 15:05

sono stato un buon fruitore di serie tv sino a metà anni 90 per poi, per lo stesso motivo indicato da cauz, abbandonare gradualmente il genere, o quasi....
le ultime che ho seguito con una certa costanza sono state X-Files, NYPD e le prime due serie di CSI; per entrambe vale la stessa considerazione, che è comunque un comune denominatore per gran parte delle serie tv: prime stagioni da cineteca, imperdibili e altamente coinvolgenti, per poi scemare in modo inesorabile e, nel caso di x-fils, scadere del tutto.
Pur non essendo al momento ferratissimo, non sarei cosi drastico nel bollare le serie americane; vige da sempre la stessa regola fondamentale: se non se ne abusa e non si fagocita tutto quanto arriva dall'altra parte dell'oceano, riuscendo ad avere un minimo di selettività, si riesce a trovare qualcosa di buono.
Il discorso di Admin secondo me regge per particolari generi, ad esempio il teen drama, sul quale per motivi di forza maggiore sono purtroppo informato :roll: insomma, partendo dal vecchio Berly hills per arrivare a OneTreehill, passando per OC e Dawson creek e simili, effettivamente si tratta di prodotti a stampo, destinato certamente ad un certo pubblico, comunque non proprio bambini. Per il resto, qualcosa di buono penso venga ancora prodotto... da quel poco che ho intravisto e letto, penso ad esempio che Prison Breack e 24 meritino veramente, avessi avuto un po di costanza e tempo le avrei indubbiamente apprezzate.

Posto anche io la mia personalissima top-five... marcatamente vintage :D

5) Ross Poldarck - Serie in costume, ultratrentennale, ambientata in inghilterra... forse la prima serie vista, nonostante fossi un bamboccio la ricordo con piacere. coinvolgente, probabilmente perchè prima ci si accontentava di poco, dal momento che la tv era dannatamente diversa da quella di oggi. forse oggi sarebbe proponibile solo per un pubblico di casalinghe, comunque ben costruita. a gusto personale merita una citazione
4) NYPD - Prime serie riuscitissime, ricordo che venivano trasmesse a notte tarda per via dei contenuti più forti rispetto alla media generale. genere poliziesco ma il tutto era un pretesto per affrontare temi più profondi, tipici della realtà americana. col passare delle stagioni ha tuttavia un po perso la connotazione originale.
3) Sesto senso - che dire, un gioiello assoluto. ora non amo il genere paranormale, ma all'epoca rimasi letteralmente folgorato. serie vecchissima, circa 40 anni, ma che ancora oggi resta uno dei livelli più alti raggiunti dal genere. suspance, brividi, cagotto al punto giusto già a partire dalla sigla.
2) Miami Vice - un cult. miami, spiegge paradisiache, macchine sportive, belle ragazze, camicie hawaiane, e una trama coinvolgente. imperdibile.
1) Starsky&Hutch - la mia serie tv per eccellenza. ho perso il conto di quante volte l'ho rivisto... da bambino, da ragazzo e da ragazzo un po cresciuto. la trovo sempre attualissima, mai minimamente demodé, immortale. penso sia stata sottovalutata, non tanto in quanto a popolarità (sempre notevole) quanto all'aver sempre banalizzato i contenuti, ritenendola una semplice serie incentrata esclusivamente su sparatorie e inseguimenti. invece no, c'era un sottile ma profondo filo conduttore che ha fortemente legato non solo le 4 stagioni ma pure i singoli episodi. insomma, tutt'altra cosa rispetto a Chips o T.J.Hooker.

NC) Twin Peaks - lynch mi fa letteralmente incazzare... come la quasi totalità dei suoi lungometraggi, anche questa serie è a tutti gli effetti un capolavoro. detto ciò, a gusto personale non ho mai apprezzato fino in fondo Twin Peaks, per via di quella venatura fortemente paranormale che ha caratterizzato la seconda parte della serie. che è poi una costante nei lavori di Lynch. in ogni caso al netto delle mie personalissime preferenze, oggettivamente la considero una fra le migliori serie mai realizzate.
quasar
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: lunedì 24 gennaio 2011, 1:53

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Subsonico » mercoledì 23 ottobre 2013, 16:08

Belluschi M. ha scritto:
Subsonico ha scritto:Fringe! Almeno su qualcosa andiamo d'accordo...

Fringe mi ha lasciato con amaro in bocca per l'ultima stagione. Avevo aspettative altissime sulla storia degli Osservatori ed è stata risolta in modo goffo e sbrigativo (purtroppo con poche colpe degli sceneggiatori, dato che i fondi a disposizione erano scarsi per imbastire una stagione finale come si deve). Tra l'altro le cose non hanno quadrato nel finale.


Complice una serie bulgara di commenti come questo e di una delle puntate della penultima che lasciava intravedere "come sarebbe andata", L'ultima stagione non l'ho vista apposta proprio per lasciarmi il ricordo di una serie strafiga. :P
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Subsonico » mercoledì 23 ottobre 2013, 16:13

Coliandro, come diceva già qualcuno, è uno dei pochi prodotti italiani originali. Il resto, citando il meraviglioso Boris, è "Tutto troppo italiano".

Personalmente la cosa più esaltante di Coliandro è proprio l'avere tra le mani un anti-eroe (e per giunta fascistello) con alle spalle una cultura poliziottesco-fumettistica (memorabile la puntata in cui stende un camorrista alla Zagor in risposta all'accusa di aver letto troppi Tex Willer)
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » mercoledì 23 ottobre 2013, 17:28

Subsonico ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:
Subsonico ha scritto:Fringe! Almeno su qualcosa andiamo d'accordo...

Fringe mi ha lasciato con amaro in bocca per l'ultima stagione. Avevo aspettative altissime sulla storia degli Osservatori ed è stata risolta in modo goffo e sbrigativo (purtroppo con poche colpe degli sceneggiatori, dato che i fondi a disposizione erano scarsi per imbastire una stagione finale come si deve). Tra l'altro le cose non hanno quadrato nel finale.


Complice una serie bulgara di commenti come questo e di una delle puntate della penultima che lasciava intravedere "come sarebbe andata", L'ultima stagione non l'ho vista apposta proprio per lasciarmi il ricordo di una serie strafiga. :P


La puntata che tu citi (4x19) invece mi aveva caricato a 1000 di aspettative per l'ultima stagione. Non vedevo l'ora che iniziasse. Anche perché la storia degli Osservatori era la cosa che più mi appassionava in Fringe dato che per le prime 4 stagioni di risposte sulla fattispecie ce ne furono pochissime.
Purtroppo è stata sottotono. Fossi in te comunque me la guarderei.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Bitossi » mercoledì 23 ottobre 2013, 17:33

Io mi vantavo di non aver mai seguito una serie TV in tutta la mia vita, neppure da ragazzo (ce ne erano poche, ed in orari in cui in genere uscivo).

Da un anno circa invece mi sono fatto irretire da "The walking dead", e se mi si dovesse chiedere perché, non saprei rispondere... :D
Non so se è il mix horror/splatter con derive parodistiche (il primo aspetto mi interessa, il secondo non particolarmente, il terzo così così), o la circolarità della narrazione ed il senso di claustrofobia che ne deriva. Fra l'altro, a livello visivo/filmico può persino sembrare un prodotto datato, e non escludo che c'entri qualcosa anche questo.
La logica delle trasformazioni e delle "eliminazioni" a volte mi sfugge, ma sarà perché ho perso le prime due stagioni... :D

Però forse è solo curiosità: dove andranno a parare? (sono quasi pronto a scommettere che qualcuno inventerà un vaccino, o qualcosa di simile, tra una ventina d'anni... :diavoletto: )
"Un bravo bugiardo deve avere buona memoria: Kissinger è un bugiardo eccellente con una memoria notevole"
Christopher Hitchens; Processo a Henry Kissinger; Fazi Editore 2003; pag. 129 :diavoletto:
Avatar utente
Bitossi
 
Messaggi: 2437
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matter1985 » mercoledì 23 ottobre 2013, 17:39

Ah le serie tv,ne ho iniziate un tritello e non ne ho finita manco una. :hammer:
#JeSuisNizzolo
matter1985
 
Messaggi: 4327
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 15:38
Località: Toscana

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 23 ottobre 2013, 19:18

min...ia siete dei teledipendenti. ma su che canali le trasmettono tutte 'ste serie?
Io ho amato kojak, spazio 1999, happy days, gli imbranati (con john travolta giovanissimo). Negli ultimi 10 anni mi ricordo solo Medium, la comedy inglese The Office, Kebab for breakfast, per un periodo Scrubs e un'altra comedy inglese molto divertente che andava su MTV di cui non ricordo il nome.
ah dimenticavo la fantastica Sanford & Son. Non ditelo, è preistoria, ma era meravigliosa.
In generale preferisco le produzioni inglesi a quelle americane, ovviamente con le dovute eccezioni
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » mercoledì 23 ottobre 2013, 19:47

galliano ha scritto:min...ia siete dei teledipendenti. ma su che canali le trasmettono tutte 'ste serie?

Io solo in streaming sul web. Si trovano praticamente tutte facilmente.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » mercoledì 23 ottobre 2013, 22:25

Si tutto in streaming, io la tv non ce l'ho nemmeno più, guardo il ciclismo su quella dei miei.
Galliano,admin e bitossi: guardatevi the wire sul link che ho messo ieri, vedrete che eccezionale, meglio del 90% dei film che mi capita di vedere! Se vi piace, ma dubito che non piaccia dopo aver visto i primi 4-5 episodi, guardate braquo di olivier marchal in una parigi nera e senza speranza come raramente mi è capitato.
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 24 ottobre 2013, 6:39

Frena Matteo, frena: Braquo è francese (Marchal poi è un grande!), quindi non rientra nel mio diktat dell'altro giorno! :D

Comunque non ho proprio il tempo per vedere né questa né le altre, se non magari saltuariamente qualcosa, quando capita.
Cauz, hai ragione, dimenticavo I Simpson e Futurama, ovviamente eccezionali! :D
I Simpson hanno segnato la nostra generazione, poco da dire: nessuno come loro (neanche le variamente divertenti serie di McFarlane, tra le quali mi ha divertito più di tutte quella su Cleveland Brown).
Twin Peaks non l'ho vista.

Galliano invece mi apre il cuore citando Sanford&Son!!! Nei miei djset a volte metto la sigletta funkyssima (firmata da un certo Quincy Jones! http://www.youtube.com/watch?v=T5DnqW3F57E ) :D
In tema di post-blaxploitation televisiva, come non citare I Jefferson? Acuti, pungenti, divertentissimi anche a rivederli oggi dopo più di 30 anni (il mitico Sherman Hemsley è morto non molto tempo fa).
Concordo pure con quasar su Starsky&Hutch (altra epocale sigla superfunky! Beccatevela live: http://www.youtube.com/watch?v=vAdPFM3u5fM ), mentre molte serie che da piccolo mi piacevano moltissimo (Happy Days, I Robinson, in misura minore Tre cuori in affitto) a rivederle oggi mi sembrano stucchevoli.

Sulle serie moderne, forse è vero, non dovrei generalizzare: ma se escludo i procedural polizieschi, che non mi prendono minimamente, ho visto qualche puntata di Dr. House, di Lost, di Lie to me, di Flash Forward, di boh... e mi pare tutta una gran fuffa. Magari guarderò una puntata delle serie che avete proposto (The Wire, non so cos'altro), ma sono abbastanza scettico.
Per non parlare del fronte comedy: da un lato le serie familiari in cui i padri di famiglia sono tutti dei piccoli Homer Simpson (così al volo penso a quelle con Belushi, con Sheen, con Wayans; non chiedetemi i titoli); dall'altra, quelle più "frizzanti" (Scrubs, New Girl), che trovo letteralmente odiose, con tutti i vezzi che le contraddistinguono. (Non mi è mai piaciuta nemmeno Friends). Spero di aver argomentato meglio :D

Ah, una serie di cui qualche anno fa seguii ampi tratti è Sex and the City, non mi pareva malaccio. Prima ancora, LA Law-Avvocati a Los Angeles. Ma oggi non le seguirei, credo. E poi non mi dispiaceva neanche l'avvocatessa, lì, Calista Flockhart. Ma in quel telefilm c'era la meravigliosa Lucy Liu! :hammer:

Paradossalmente, sono abbastanza informato sulle serie, perché leggo FilmTv che da qualche anno se ne occupa abbastanza (pure troppo, pe' li gusti mia!).
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11177
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » giovedì 24 ottobre 2013, 13:32

Eh capisco admin ma è come confrontare twilight (serie del papa oppure sex and the city,ecc) con c'era una volta in america, il padrino,ecc (the wire,the shield,braquo,ecc)
siamo proprio su livelli diversi! Tipo la parigi-tours con l'amatissimo giro delle pesche nettarine
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 24 ottobre 2013, 15:14

E in tema di scadenti mezzucci di sceneggiatura...

Avete presente quando dopo 1784 puntate compare dal nulla un gemello di cui fin lì non si era mai saputo niente?... Chissà come mai questa cosa mi viene in mente proprio ora... :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11177
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Laura Grazioli » giovedì 24 ottobre 2013, 16:16

Scusate però come dimenticare quando in "2 uomini e mezzo" (quella con Sheen per intenderci, Admin) uno dei protagonisti entra in casa con la divisa della Palazzago... scusa eh... chapeau!
Un uomo comincerà a comportarsi in maniera ragionevole solo quando avrà esaurito ogni altra possibile soluzione
Avatar utente
Laura Grazioli
 
Messaggi: 1891
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 18:53
Località: Brescia

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Subsonico » giovedì 24 ottobre 2013, 16:18

Laura Grazioli ha scritto:Scusate però come dimenticare quando in "2 uomini e mezzo" (quella con Sheen per intenderci, Admin) uno dei protagonisti entra in casa con la divisa della Palazzago... scusa eh... chapeau!


ahaha non ci credo!
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Laura Grazioli » giovedì 24 ottobre 2013, 16:31

Subsonico ha scritto:
Laura Grazioli ha scritto:Scusate però come dimenticare quando in "2 uomini e mezzo" (quella con Sheen per intenderci, Admin) uno dei protagonisti entra in casa con la divisa della Palazzago... scusa eh... chapeau!


ahaha non ci credo!


Non solo è vero, ma ti aggiungo un'altra chicca. Su Vanity Fair di settimana scorsa ci sono le fotografie del bellissimo Patrick Dempsey (Grey's Anatomy) in giro in bicicletta: divisa Sky di questa stagione e bicicletta Specialized griffata coi colori della vecchia HTC-Highroad.
Binomio ciclismo - serie tv che continua :D
Un uomo comincerà a comportarsi in maniera ragionevole solo quando avrà esaurito ogni altra possibile soluzione
Avatar utente
Laura Grazioli
 
Messaggi: 1891
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 18:53
Località: Brescia

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 24 ottobre 2013, 17:00

Subsonico ha scritto:
Laura Grazioli ha scritto:Scusate però come dimenticare quando in "2 uomini e mezzo" (quella con Sheen per intenderci, Admin) uno dei protagonisti entra in casa con la divisa della Palazzago... scusa eh... chapeau!


ahaha non ci credo!


Mi pare che la Palazzago ci fece pure un comunicato stampa o qualcosa del genere :D
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11177
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Seb » giovedì 24 ottobre 2013, 17:06

Admin ha scritto:
Subsonico ha scritto:
Laura Grazioli ha scritto:Scusate però come dimenticare quando in "2 uomini e mezzo" (quella con Sheen per intenderci, Admin) uno dei protagonisti entra in casa con la divisa della Palazzago... scusa eh... chapeau!


ahaha non ci credo!


Mi pare che la Palazzago ci fece pure un comunicato stampa o qualcosa del genere :D


Voilà http://www.youtube.com/watch?v=TNHne2QKwSE
Avatar utente
Seb
 
Messaggi: 3738
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 24 ottobre 2013, 17:12



Ma vogliamo parlare di Gabrielle, quindi? :D :crazy: :hammer:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11177
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matter1985 » venerdì 25 ottobre 2013, 0:49

Bitossi ha scritto:Io mi vagenere uscivo).

Da un anno circa invece mi sono fatto irretire da "The walking dead", e se mi si dovesse chiedere perché, non saprei rispondere... :D
Non so se è il mix horror/splatter con derive parodistiche (il primo aspetto mi interessa, il secondo non particolarmente, il terzo così così), o la circolarità della narrazione ed il senso di claustrofobia che ne deriva. Fra l'altro, a livello visivo/filmico può persino sembrare un prodotto datato, e non escludo che c'entri qualcosa anche questo.
La logica delle trasformazioni e delle "eliminazioni" a volte mi sfugge, ma sarà perché ho perso le prime due stagioni... :D

Però forse è solo curiosità: dove andranno a parare? (sono quasi pronto a scommettere che qualcuno inventerà un vaccino, o qualcosa di simile, tra una ventina d'anni... :diavoletto: )

Ecco ultimamente abbiamo iniziato io e mio fratello a seguire questa serie ma provenienti dalla lettura del fumetto e nonostante Kirkman sia al timone pure della versione televisiva.... :muro: :muro:non mi è piaciuta,cè qualche innovazione rispetto all' originale che è ben riuscita,ma purtroppo il fumetto per me resta avanti anni luce anche solo per il senso di cambiamento perenne che emana(gli ultimi 2 book me li son fatti fuori in mezz' ora visto che era mesi che li aspettavo).
#JeSuisNizzolo
matter1985
 
Messaggi: 4327
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 15:38
Località: Toscana

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi desmoblu » venerdì 25 ottobre 2013, 8:03

Ohi ohi, piano. Di cosa stiamo parlando? :)
Avete fatto un mischione tra le serie propriamente dette, i telefilm e i cartoni animati!
Caratteristiche della serie sono la durata degli episodi (minimo 60'), lo sviluppo narrativo e, in genere, differenze nette tra le varie stagioni. Il prototipo anni '90 fu x-files, o e-r. Il telefilm che più si avvicinava era jarod.
Se parliamo di telefilm, quelli imperdibili -per me - erano a-team e MC gyver. Poi altri, che so?, riptide, hazard etc.
Cartoni: futurama, beavis&Butt-head, daria. I Simpsons dopo un po' mi davano fastidio perché tutti gli episodi sono costruiti allo stesso modo (inizio-situazione secondaria che diventa principale-fine)
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi cauz. » venerdì 25 ottobre 2013, 9:05

desmoblu ha scritto:Ohi ohi, piano. Di cosa stiamo parlando? :)
Avete fatto un mischione tra le serie propriamente dette, i telefilm e i cartoni animati!
Caratteristiche della serie sono la durata degli episodi (minimo 60'), lo sviluppo narrativo e, in genere, differenze nette tra le varie stagioni. Il prototipo anni '90 fu x-files, o e-r. Il telefilm che più si avvicinava era jarod.
Se parliamo di telefilm, quelli imperdibili -per me - erano a-team e MC gyver. Poi altri, che so?, riptide, hazard etc.
Cartoni: futurama, beavis&Butt-head, daria. I Simpsons dopo un po' mi davano fastidio perché tutti gli episodi sono costruiti allo stesso modo (inizio-situazione secondaria che diventa principale-fine)


uhm, no. :)
il cartone animato è una tecnica di rappresentazione, non è un genere.
per quanto riguarda i simpsons (e derivati) in tutto il mondo anglosassone si parla di sit-com, infatti.
si legga il bel libro di guido michelone sull'argomento, per approfondire :)
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10770
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi quasar » venerdì 25 ottobre 2013, 9:25

desmoblu ha scritto:Ohi ohi, piano. Di cosa stiamo parlando? :)
Avete fatto un mischione tra le serie propriamente dette, i telefilm e i cartoni animati!
Caratteristiche della serie sono la durata degli episodi (minimo 60'), lo sviluppo narrativo e, in genere, differenze nette tra le varie stagioni. Il prototipo anni '90 fu x-files, o e-r. Il telefilm che più si avvicinava era jarod.

ci sarebbe pure la sitcom (qualcuno ha citato i jefferson), le miniserie (twin peaks e teken, tra l'altro gradevole), i serial tv... è alquanto ostico districarsi, anche perchè spesso non vi sono distinzioni cosi marcate.
per quanto riguarda la durata, mi pare invece che le serie raramente raggiungano i 60' per episodio, attestandosi nella maggior parte dei casi sui 45'.
a proposito, episodi o puntate? :D l'episodio dovrebbe iniziare e morire nei 45', ma in molte serie tv prosegue ben oltre assumendo una connotazione di vera e propria puntata.
sviluppo narrativo: nelle serie gli episodi dovrebbero comunque avere un filo conduttore che li mette in connessione tra loro, ma è lo stesso meccanismo che caratterizzava gran parte dei telefilm anni 80.
penso che "serie tv" sia una nuova veste per i prodotti che 20 anni fa venivano comunemente definiti telefilm . lo stesso motivo per il quale oggi fa più figo parlare di fiction e non di sceneggiati...
quasar
 
Messaggi: 1283
Iscritto il: lunedì 24 gennaio 2011, 1:53

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi desmoblu » venerdì 25 ottobre 2013, 10:37

Oh, dottor Cauz, se- per dirla con l'ingegner McLuhan - il medium è il messaggio, allora è anche verosimile che tecniche differenti portino a prodotti (brr) culturali differenti. Un cartone animato è affine a un film o un telefilm, con cui condivide molte caratteristiche ed espedienti tecnici, ma ha soluzioni tecniche proprie e specifiche. Che generano differenze narrative. In sostanza, tutte le tipologie di prodotti culturali sono o possono essere affini, ma ciascuna ha le sue caratteristiche che la contraddistinguono. Esempio: il fumetto d'autore è affine alla pittura, al romanzo, al cinema. Ha una sua regia, ha un lavoro di ideazione e scrittura alle spalle. Ma non è cinema e non è romanzo (il concetto di graphic novel è fuorviante e - in fondo - una puttanata, ma non mi dilungherò qui, per rispetto della vs pazienza).
Si potrebbe dire anche che le innovazioni tecniche rivoluzionano uno stesso linguaggio: un lungometraggio del 1920 è cinema come uno del 1980, ma non allo stesso modo. Il passaggio dal muto al sonoro ha prodotto cambiamenti enormi, fondamentali. Col suono sono cambiate recitazione, scrittura, regia, sono cambiate la produzione del film e la fruizione da parte del pubblico.

Tornando alla distinzione tra serie-TV e telefilm: è molto labile, è vero, e forse è solo per comodità. Forse. Ma:
- sviluppo narrativo. In un telefilm le puntate sono in genere autoconcludenti, e nelle successive si tiene conto solo dei cambiamenti fondamentali (un nuovo personaggio, o un personaggio che muore o che se ne va), tanto che puoi guardarti una puntata di Otto sotto un tetto o dei Robinson o di Happy days essendoti perso le precedenti, e che è anche possibile un cambio d'attore non traumatico (la zia di Willy nel principe di bel- air). In una serie la narrazione è costruita puntata per puntata (prova a perdertene una..), e la scrittura si avvicina a quella del film.
- durata. Nei telefilm è solitamente di mezz'ora, nelle serie di una certa importanza si arriva anche all'ora e mezza. Cito nuovamente qualche titolo: ER, Lost, Doctor Who, Sherlock, Barnaby, Poirot. Poi dipende anche dall'uso di CGI e dal grado di azione: reggere 90' di zombies e razzimissile è decisamente impegnativo.

Per finire: la sit-com (situation comedy) è un sottogenere di telefilm, ma è una distinzione molto artificiosa, introdotta per vendere meglio un prodotto che a un certo punto si riteneva vecchio. Della serie: abbiamo questo telefilm con la Aniston e cinque amici, ci sono le risate registrate e gli episodi autoconcludenti. Bolliamola come sit-com e chiamiamola friends.
Per finire/2: concordo, spesso le distinzioni non sono così nette.
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi cauz. » venerdì 25 ottobre 2013, 10:52

desmoblu ha scritto:(il concetto di graphic novel è fuorviante e - in fondo - una puttanata, ma non mi dilungherò qui, per rispetto della vs pazienza)


o magari dilungati altrove, tipo in "letteratura" perchè l'esempio che volevo portare era esattamente quello, ma non l'ho portato perchè non era attinente. anzi, non c'entrava proprio nulla. :)

sul resto sono tendenzialmente d'accordo, specie per quanto riguardo il dettaglio fondamentale degli episodi autoconcludenti, che è poi il motivo per cui non riesco proprio a star dietro alle serie attuali, se non quelle brevi o quelle "anomale" (black mirror, già citato da altri, è breve e con episodi tutti autoconcludenti, di cui buona parte decisamente noiosi).
tra l'altro ho notato che ormai sono scomparsi anche i "riassunti delle puntate precedenti", e spesso pure i riferimenti all'interno delle puntate spesse. un cambiamento voluto per aumentare la fidelizzazione del telespettatore, soprattutto negli usa dove si tende a costruire un'identità di spettatore intorno alle trasmissioni scelte: così i fan di lost, ad esempio, diventano una sorta di setta in cui il vangelo è qualcosa di tutto interno alla comunità dei fan, avere nuovi adepti è difficile perchè la storia è difficilmente approcciabile (ma questo la rende pure desiderabile).
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10770
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi dietzen » venerdì 25 ottobre 2013, 14:08

la distinzione fra le varie definizioni di fiction è molto labile perché sostanzialmente tutto cambia da nazione a nazione a seconda delle esigenze di programmazione (soprattutto per quanto riguarda il minutaggio delle puntate) e le abitudini (in Inghilterra ad esempio una buona parte delle serie ha 6 episodi a stagione, negli usa è raro ne abbiano meno di 12), quindi distinguere telefilm da serie tv ha senso, volendo, solo dal punto di vista temporale, fra una vecchia definizione e una nuova. fra l'altro credo che telefilm sia un termine solo italiano...

vero che negli ultimi anni è cambiato tanto, negli usa dicono che questa è la golden age della serie televisiva, ormai i migliori sceneggiatori americani e inglesi scrivono per la tv e non per il cinema, il racconto narrativo raggiunge ormai il massimo nelle serie mentre il cinema si sta indirizzando verso il prodotto artistico da un lato e il blockbuster con le grandi star dall'altro.

il punto di svolta è probabilmente stato twin peaks, la prima serie (almeno a mia memoria) di una certa lunghezza che ha puntato più sulla cosiddetta linea orizzontale (cioè la trama che va avanti per tutta la serie) piuttosto che su quella verticale (cioè il caso di puntata). fino ad allora si puntava quasi esclusivamente sulle storie di puntate, autoconcluse, e anche nelle poche serie che avevano una linea narrativa che durava per tutti gli episodi questa restava marginale, in secondo o terzo piano.
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5141
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi jerrydrake » domenica 27 ottobre 2013, 9:10

Da grandissimo amante delle serie tv, o telefilm, o come le volete chiamare, un :clap: a questo post.
Guardo soprattutto sitcom ed in particolare serie "vintage". Ho recuperato una quantità incredibile di episodi che non avrò mai il tempo di guardare, ma vado fiero della mia collezione. La mia top 5, partendo dal basso è:

5) Frasier
4) Seinfeld
3) Giudice di notte
2) M*A*S*H
1) Cheers (o se preferite all'italiana Cin Cin)

A parte Mash, che andava molto da noi negli anni '80, sono tutti telefilm che da noi non hanno avuto grandissimo successo, mentre negli USA sono state molto amate dal pubblico e hanno avuto grandi riconoscimenti dalla critica. Mi sento di raccomandare, a chi avesse tempo e voglia di recuperarle, 2 grandi chicche della BBC: il vecchissimo (1975) Fawlty Towers ed il recente (2000) Coupling. E poi, da non perdere per chi ha Sky, la serie CBS che dal 1971 ha cambiato la storia della TV: Arcibaldo. Da noi poco considerato, dimenticato per oltre 25 anni (mentre il suo spinoff, "I Jefferson", andava alla grande) è semplicemente la Liegi-Bastogne-Liegi delle sitcom.
Avatar utente
jerrydrake
 
Messaggi: 4448
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Winter » domenica 27 ottobre 2013, 13:22

Do anch'io la mia top 5

1 Prison Break (come Basso e Belluschi) inarrivabile
2 Il Camaleonte (The Pretender) , peccato si siano fermati
3 Hazard , serie preferita quando avevo dieci anni :D
4 Person of Interest , miglior serie attuale con Homeland
5 Alias , probabilmente la serie piu' complicata che abbia mai visto , doppi giochi , colpi di scena continui. Jennifer Garner da applausi

Fringe mi manca l'ultima serie , prime 2 ok
Winter
 
Messaggi: 10427
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » domenica 27 ottobre 2013, 13:29

Winter ha scritto:Do anch'io la mia top 5

1 Prison Break (come Basso e Belluschi) inarrivabile
2 Il Camaleonte (The Pretender) , peccato si siano fermati
3 Hazard , serie preferita quando avevo dieci anni :D
4 Person of Interest , miglior serie attuale con Homeland
5 Alias , probabilmente la serie piu' complicata che abbia mai visto , doppi giochi , colpi di scena continui. Jennifer Garner da applausi

Fringe mi manca l'ultima serie , prime 2 ok


Molto belle. Prison break mi ha entusiasmato alla prima serie, anche la seconda mentre poi è diventata inverosimile. La piu bella in onda per me è games of thrones mentre ho appena cominciato the killing e mi piace!
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi Winter » domenica 27 ottobre 2013, 13:44

The Killing concordo
Games of Thrones non l'ho mai visto pero' mi dicono che è molto interessante

Prison Break la prima serie è il top
La seconda cala leggermente
La Terza a Panama a me era piaciuta ;)
Winter
 
Messaggi: 10427
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi dietzen » domenica 27 ottobre 2013, 14:08

jerrydrake ha scritto:Da grandissimo amante delle serie tv, o telefilm, o come le volete chiamare, un :clap: a questo post.
Guardo soprattutto sitcom ed in particolare serie "vintage". Ho recuperato una quantità incredibile di episodi che non avrò mai il tempo di guardare, ma vado fiero della mia collezione. La mia top 5, partendo dal basso è:

5) Frasier
4) Seinfeld
3) Giudice di notte
2) M*A*S*H
1) Cheers (o se preferite all'italiana Cin Cin)

A parte Mash, che andava molto da noi negli anni '80, sono tutti telefilm che da noi non hanno avuto grandissimo successo, mentre negli USA sono state molto amate dal pubblico e hanno avuto grandi riconoscimenti dalla critica. Mi sento di raccomandare, a chi avesse tempo e voglia di recuperarle, 2 grandi chicche della BBC: il vecchissimo (1975) Fawlty Towers ed il recente (2000) Coupling. E poi, da non perdere per chi ha Sky, la serie CBS che dal 1971 ha cambiato la storia della TV: Arcibaldo. Da noi poco considerato, dimenticato per oltre 25 anni (mentre il suo spinoff, "I Jefferson", andava alla grande) è semplicemente la Liegi-Bastogne-Liegi delle sitcom.


sono un grande fan di seinfeld, ma anche di coupling, davvero fantastica.
un'altra sitcom grandissima sempre inglese e dello stesso periodo (primi 2000) è stata black books.
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5141
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi matteo.conz » domenica 27 ottobre 2013, 16:55

Winter ha scritto:The Killing concordo
Games of Thrones non l'ho mai visto pero' mi dicono che è molto interessante

Prison Break la prima serie è il top
La seconda cala leggermente
La Terza a Panama a me era piaciuta ;)


Games of thrones è un vero capolavoro e io non sono amante del genere. Ricomincia in primavera e stanno finendo di girare in croazia....qui le prime tre stagioni, quando hai tempo guardala che merita moltissimo: http://www.piratestreaming.tv/serietv/g ... rones.html
Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Avatar utente
matteo.conz
 
Messaggi: 6206
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Serie televisive

UNREAD_POSTdi jerrydrake » domenica 27 ottobre 2013, 17:42

dietzen ha scritto:sono un grande fan di seinfeld, ma anche di coupling, davvero fantastica.
un'altra sitcom grandissima sempre inglese e dello stesso periodo (primi 2000) è stata black books.


Mai sentita nominare, ma visto che abbiamo gli stessi gusti cercherò di recuperare questa mancanza!
Grazie
Avatar utente
jerrydrake
 
Messaggi: 4448
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Serie televisive

simila

simila
 

Prossimo

Torna a Off Topic

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bitossi e 2 ospiti