Fatti di... droga

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Principe

Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Principe » giovedì 15 settembre 2011, 17:02

Considerando le idee che sono state sostenute storicamente su questo forum credo che in molti qui abbiano una certa expertise in materia di sostanze stupefacenti. Apro questo thread per discutere in merito alla possibile liberalizzazione delle droghe leggere.




Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Deadnature » giovedì 15 settembre 2011, 19:35

Claudio82 ha scritto:Considerando le idee che sono state sostenute storicamente su questo forum credo che in molti qui abbiano una certa expertise in materia di sostanze stupefacenti.

Ti riferisci ai tifosi di Cunego? :D
Scusa, era un assist troppo bello.
Per quanto mi riguarda, completamente favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere. Carceri svuotate ed economia mafiosa colpita.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda danilodiluca87 » giovedì 15 settembre 2011, 19:51

ehhhhhh gentagliaa che non riesce più a divertirsi....l'unico modo è questoo!!!!!

sono contrarissimo a tutto, ma non li metterei ai ferri, ma ai lavori forzati....un bel campo da zappare a mano, una cavaa....bohhhhhhh

purtroppo li mettono in galeraa pochi giorni e poi subito li cacciano, e tornano in giro più spacconi di primaa.... :grr: :grr: :grr: :grr:


Il KILLER di Spoltore

Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 349
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda EugeRambler » giovedì 15 settembre 2011, 20:15

Claudio82 ha scritto:Considerando le idee che sono state sostenute storicamente su questo forum credo che in molti qui abbiano una certa expertise in materia di sostanze stupefacenti. Apro questo thread per discutere in merito alla possibile liberalizzazione delle droghe leggere.

Claudione, lascia perdere, stai già sotto così :hippy:


E quando tutto sembra andare storto, devi darci dentro e dimostrare che sei più forte! E il tempo non conta, conta solo il cuore.

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Bitossi » giovedì 15 settembre 2011, 20:45

danilodiluca87 ha scritto:ehhhhhh gentagliaa che non riesce più a divertirsi....l'unico modo è questoo!!!!!

sono contrarissimo a tutto, ma non li metterei ai ferri, ma ai lavori forzati....un bel campo da zappare a mano, una cavaa....bohhhhhhh

purtroppo li mettono in galeraa pochi giorni e poi subito li cacciano, e tornano in giro più spacconi di primaa.... :grr: :grr: :grr: :grr:

Stai anche tu parlando dei tifosi di Cunego, giusto? :diavoletto:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista


Admin
Messaggi: 11553
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Admin » giovedì 15 settembre 2011, 21:00

Ddl87, da come la metti penso che tu confonda gli effetti delle droghe leggere con quelli di altre sostanze (bianche e polverose, magari).


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » giovedì 15 settembre 2011, 21:10

Admin ha scritto:Ddl87, da come la metti penso che tu confonda gli effetti delle droghe leggere con quelli di altre sostanze (bianche e polverose, magari).

Cacciare Zomegnan polvere d'Angelo non è servito a nulla. Le Strade Bianche polverose restano. :diavoletto:
Scherzi a parte: depenalizzare è la via maestra.
E già che ci sono vado OT: per il bene di tutti anche il ns premier andrebbe dePENEalizzato. Per toglierlo dalle grinfie dei passerotrafficanti.



Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda danilodiluca87 » giovedì 15 settembre 2011, 22:35

Admin ha scritto:Ddl87, da come la metti penso che tu confonda gli effetti delle droghe leggere con quelli di altre sostanze (bianche e polverose, magari).


caro admin sono contrario a tutte....perchè fanno male tutte e due a livello fisico, anche se in maniera diversaa....sta roba distrugge i neuroni sappiatelo benee....proprio qualche mese fa feci un esama riguardante sta robaa......

l'uomo è un "produttore di droghe" come le endorfine ed altro, quindi vivete bene e voi stesse produrrete drogaa....le droghe si legano ai recettori dove si legano numerose sostanze endogene!!!!!!

ovviamente sono d'accordo con chi dice che le sigarette e le canne creino la dipendenza e siano solo la partenzaa......sono contrario anche alle sigarette, tanto che le metterei 5 euro a pacchettoo.....questa roba fa male e poi lo stato deve anche rimetterci soldi per curare un fumatore (questo è il male minoree)


Il KILLER di Spoltore

Avatar utente
desmoblu
Messaggi: 1046
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda desmoblu » venerdì 16 settembre 2011, 7:52

Ddl, la droga più pericolosa (e diffusa) è l'alcool. Semplicemente è considerato accettabile (e anzi positivo in svariate circostanze: chi beve un buon whisky è un intenditore, vile maschio- cit. R. Gaetano), per cui lo Stato può metterci un bollino e intascare una percentuale sulle vendite. Eppure, a livello di neuroni, fegato, apparato digerente, mucose, fa peggio delle canne.
Eppure: brr brancamenta, colore chiaro gusto pulito, ceres c'è.
La caffeina è una droga. Eppure kimbo, crema e gusto, etc.
Gli antidepressivi, gli ansiolitici, le benzodiazepine (bdz), sostanze 9 volte su 10 elargite con estrema facilità (dal medico curante: "Senti, sono un po' giù e dormo male, sono preoccupato per questo e quell'altro, spesso ho attacchi d'ansia e di panico").
Se poi parliamo in senso lato, la televisione, internet, i social networks danno dipendenza e- secondo diversi studi- influiscono sulla produzione di ormoni ed endorfine. In Giappone hanno messo su cliniche per "disintossicare" da facebook, c'è gente che non riesce a stare mezza giornata senza accedere al celebre sito o controllare compulsivamente la casella di posta.
In molti junk food troviamo sostanze che creano dipendenza, qualche anno fa venne fuori il caso di una catena americana (esclusivamente americana, aggiungo) che utilizzava derivati della nicotina espressamente per creare dipendenza a patatine e libbre di carne macinata.
E la nicotina...beh, l'hai scritto anche tu.

L'elenco sarebbe ancora lungo.

Come in ogni cosa bisognerebbe distinguere: droghe legegre e droghe pesanti. La differenza c'è, eccome. Non si può paragonare un grammo di ero a un grammo di marijuana. Non si può considerare ecstasy o mdma o cocaina allo stesso livello di una canna.
Gli effetti sul sistema nervoso e sull'organismo sono ENORMEMENTE diversi.
E se considerassi il ruolo delle mafie- avendo presente queste differenze- una liberalizzazione potrebbe non apparirti così scandalosa.

Grazie alle leggi attuali una percentuale rilevante di arrestati (e detenuti) è costituita da consumatori di droghe leggere. Prendi un ragazzo che si fa due canne e spediscilo in prigione tra stupratori, tossicodipendenti veri, sieropositivi, assassini (talvolta in divisa).. e vedrai alla fine quale progresso ci sarà per lui e per la società. Senza contare che equiparare (Giovanardi-style*) droghe leggere e pesanti ha portato ad un INCREMENTO nel consumo di eroina e cocaina: se rischi (in proporzione) più per due canne che per una modica quantità di polvere.. beh, è chiaro che molti si butteranno su questa.
Inoltre: la canapa è una pianta che puoi coltivare in casa con facilità, e questo eliminerebbe la trafila trafficanti-spacciatori-mafie (e guerre), al contrario di ero, cocaina, oppiacei, allucinogeni e amfetamine. Già: gli spacciatori. Quelli che ti VENDONO fumo ma spesso ti REGALANO la dose di coca o ero per "iniziarti" a queste simpatiche sostanze.
[*Giovanardi: quello che quando parla di Ustica tira fuori tesi smentite da anni, confondendo- credo colpevolmente- date e fatti pur di avallare la tesina; quello che ha riempito ulteriormente le carceri, e che quando addirittura la comunità di S.Patrignano- non certo dei sinistroidi lassisti- lancia un allarme sull'aumento del consumo e dello spostamento verso le cd. droghe pesanti... beh, semplicemente ignora il problema, ignora dati e statistiche e propone invece una versione che ottimistica è dire poco; quello che..]
Giovanardi non ha capito che certi fattori, nell'equazione, non si possono eliminare o ignorare. Esistono gli omosessuali, esistono gli atei, esistono i tossicodipendenti, esistono i consumatori di droghe leggere. Esistono cure peggiori dei mali. Esistono effetti pessimi, quali l'incremento delle narcomafie a causa di una legge semplicemente miope.

Viviamo in un mondo di dipendenze: alcolisti o bevitori occasionali, fumatori accaniti e compulsivi, tossicodipendenti, gente che si fa 8 caffè al giorno, cocoainomani in auto blu, teledipendenti, ragazzini al pc per 9 ore al giorno, bulimici, anoressici, bulimiche, anoressiche, cocainomani, obesi, coprofagi, necrofili (ok, le ultime due categorie sono esagerazioni), gente che dipende dal cioccolato, dalla tv, dalle seghe ed equivalenti (ops, autoerotismo), maniaci del fitness, culturisti che nella loro "palestrina" (ué!) si riempiono di steroidi ed anabolizzanti ed ormoni, etc etc. Le droghe leggere rientrano in questo quadro, ma non si può pensare di essere alieni da dipendenze (anche peggiori) per il solo fatto che si rifiutano le canne.

Sinceramente tra un ragazzo o una ragazza che - senza dar noia a nessuno- si fanno una canna la sera e guardano un film e un tizio che si riempie di una discreta quantità di pastiglie (e/o qualche striscia di coca) magari in discoteca e poi esce e- completamente di fuori- mette sotto il solito passante, oppure stupra una ragazzina (è successo, ndr).. beh, preferisco i primi.
Anche perché, ad esempio, le statistiche ci insegnano che i consumatori di marijuana (forse perché più rilassati, chissà caro Giovanardi) sono i più restii a guidare sotto effetto di droga. Ai primi posti troviamo i cocainomani (che non hanno problemi), poi i consumatori di alcool (che non si rendono conto del livello di).
Ecco, ci vorrebbe più informazione, e incentrata su basi scientifiche. Invece vedo che molti parlano dell'argomento semplicemente per motivi ideologici, o per partito preso (letteralmente). Chi esalta le droghe leggere, chi le criminalizza a prescindere: ma prima bisogna conoscere l'argomento. Che ne sa Giovanardi, ad esempio? Il problema è che quelli che vedono le d.leggere come panacea sono relativamente pochi e poco influenti, al massimo si fumano un bong dopo cena (fatti loro). Gli altri legiferano, spesso creando veri e propri disastri. Come cantava Guccini: "adesso avete voi il potere, adesso avete voi supremazia/diritto e polizia.." (canzone di notte n°2, credo 1974).
Senza contare, poi, che certe cose (esempio: il ragazzo e la ragazza di qualche riga più su) rientrano a pieno diritto nella sfera privata. Viviamo in una società ben strana: uno può andare letteralmente a putt*ne, mentire, farsi di coca e si dirà "sono fatti suoi, vita privata, siamo per la privacy"; ma lo stesso non vale per quelli che fanno semplicemente i fatti propri senza (ripeto) dare noia al prossimo. Uno dirà: certo, ma si fa del male da solo. Sarà. Ma a parte che- come abbiamo visto- le droghe leggere sono meno pericolose di molte altre droghe (legali o meno, accettabili o meno, accettate o meno- e quindi c'è una disparità ipocrita), un intervento come quello del legislatore nostrano è semplicemente paternalistico, totalizzante. Un intervento che nega la possibilità di scelta, il concetto di libera scelta (o arbitrio), eliminando preventivamente (e selettivamente) determinati fattori di scelta.
La non-conoscenza dell'argomento (totale o parziale), poi, porta ad esagerazioni. Il tuo "in miniera"/"ai lavori forzati" etc (tuo nello specifico, in realtà è un elemento comune a molti) verso l'amico spinellone loe stendiamo anche ai teledipendenti, ai bulimici, ai caffeinomani, ai fumatori (non dico 5 euro a pacchetto- e quasi ci siamo-, dico proprio i lavori forzati)? Se consideriamo l'uso (nb: differenze tra uso-abuso-dipendenza, definizione) di droghe leggere come una patologia, poi, bisognerebbe mandare in miniea anche la ragazzina anoressica e il bulimico? E se invece non è una patologia ma un crimine, perché si parla di dipendenza?

Perché alcuni sono elementi da aiutare, ed altri sono da mettere in prigione? Eppure, ad un certo livello, sono tutti soggetti a dipendenze. La ragazzina che muore perché pesa 34 kg si fa del male più o meno del ragazzo o del vecchio freak che si fuma una mezza canna/die?
Quello che voglio dire è: da un lato si mette sullo stesso piano uso/abuso/dipendenza, dando per scontato che tutti quelli che fumano (non importa la frequenza) siano tossicodipendenti (cosa evidentemente errata e forzata); dall'altro, una volta scelta questa via, si decide di reprimere e punire una cosa che, evidentemente (ripeto: se si opta per questa interpretazione) sarebbe una patologia, e quindi da curare.
Si dice: "tu fumi marijuana quindi sei malato, quindi ti metto in carcere". Ohibò.

Poi c'è la faccenda: si parte con la canna si arriva all'ero. Sbagliato.
È come dire: si parte col triciclo si arriva all'epo.
Si gioca al tirassegno e si finisce per fare una strage a scuola con un fucile semiautomatico.
Si mangia una tartina e si finisce per somigliare a Galeazzi, o Ferrara, o Pavarotti (spero da vivo, se si assomiglia al Pavarotti attuale è un po' grave).
Ci sono infinite storie ed infiniti modi, e le semplificazioni sono sempre sbagliate. Io conosco ad esempio dei ragazzi che hanno iniziato con la cocaina e nemmeno fumavano (anzi: quasi tutti sono passati dalla coca alla nicotina, processo inverso). Delle mie compagne (AL LICEO!!) si facevano di coca e amfetamine per studiare fino a tardi. Tra gli studenti di medicina, anche quelli che non fumano e non si drogano, il consumo delle stesse sostanze è assodato e accettato, dagli studenti stessi e dalla società ("Eh, lo faccio/fanno per studiare"). Sarà perché sono tendenzialmente giovani rampolli, solitamente di buona famiglia? La coca del dutur è più accettabile del fetido fumo di "quelli lì del centro sociale"? Si, ma qui sono posizioni ideologiche, nient'altro.


Ci sarebbe molto altro da dire. Io consiglio la visione di un documentario di una decina di anni fa, "L'erba proibita". È ben fatto, ci sono interventi di medici ed esperti, si parla del fenomeno in un'ottica storica contestualizzata al proibizionismo (c'è un video americano degli anni '40 -esilarante, in stile documentario dei Simpson per intenderci- in cui dei giovani che fumano mezza canna finiscono per ridere, contorcersi, uccidersi a vicenda con sguardi e modi da folli etc etc) e da un punto di vista non così comune.
Te lo consiglio davvero, è una voce in più e la conoscenza non fa MAI male.

Alla prossima.



Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Deadnature » venerdì 16 settembre 2011, 11:30

:clap: :clap: :clap:


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Bitossi » venerdì 16 settembre 2011, 11:36

danilodiluca87 ha scritto:...sono contrario anche alle sigarette, tanto che le metterei 5 euro a pacchetto...

Ho l'impressione che tu non sia mai stato un fumatore, e che sia rimasto alle MS a 3.000 Lire... le sigarette costano già praticamente tutte, giustamente da un certo punto di vista, tra 4 e 5 €. A questo punto un prezzo disincentivante l'uso dovrebbe assestarsi intorno ai 10 €.

Comunque sollevi delle questioni abbastanza interessanti, che fra l'altro mi sono piuttosto familiari, visto che ho lavorato per 4 anni (negli anni '80) in una comunità educativa contro le dipendenze.

Quel poco che ho imparato, è riassumibile in alcuni concetti-chiave:
- ci sono droghe accettate socialmente, e altre no, per motivi quasi sempre estranei alla loro pericolosità per la salute. Il caso dell'alcol è il primo, ma si potrebbero fare diversi altri esempi. Aldilà della generica riprovazione verso chi "beve troppo" (che in Italia funziona ancora abbastanza, di sicuro più che in altre nazioni, e la cosa non mi pare negativa), in pratica chiunque sopra i 16 anni è libero di rifornirsi, consumare ed eventualmente ammazzarsi attraverso una estrema varietà di prodotti legali. Viene sanzionato solo in pochi casi, come la guida in stato di ebrezza. A questo proposito c'è un reato, cioè l'ubriachezza molesta, che è rivelatore dello stigma sociale verso certi comportamenti, ma anche della sostanziale accettazione del fatto che c'è tanta gente che beve; lo si sa, e basta che non rompano i cojones...
Come mai non si mette in atto lo stesso atteggiamento verso alcune delle cosiddette "droghe", nello specifico quelle denominate leggere? La mia risposta è di tipo culturale: lo stigma ed il divieto nascono non da considerazioni "salutistiche" (che l'alcol crei danni anche neurologici superiori a quelli ad esempio della cannabis mi pare assodato), ma da aspetti che hanno persino a che vedere con la tradizione di pensiero e con la "trasmissione della cultura". In altre parole, gli effetti delle cosiddette droghe leggere si situano più che altro nell'organizzazione del pensiero: senza creare necessariamente una sua modalità patologica, è vero però che tendono ad organizzare modalità di percezione ed elaborazione "diverse", per certi versi incompatibili o mal sopportate dal nostro modus vivendi, in primis i modi di produzione. Uno "spinellato" rende poco nella scuola, nel lavoro, nella comprensione di ciò che gli viene richiesto, rispetto a standard, condivisibili o meno, che potremmo definire di tipo "occidentale". Si potrebbe dire lo stesso per l'alcolista, ma in quest'area la nostra cultura ha elaborato strategie di consumo in parte compatibili con le richieste. Come dire: l'alcol "non cambia la testa" (la peggiora, magari) è questo secondo me lo rende complessivamente più organico, soprattutto in un uso moderato, alla nostra cultura. Potrei fare anche l'esempio della cocaina, ma mi fermo qui (la cocaina è vietata, ma accettata come doping sociale in diversi ambienti, anche produttivi). Quel che vale nell'area operativa, non è però altrettanto giustificabile nella vita privata: qui entrano in gioco le diverse sfaccettature personali, che possono portare a fare riferimento a mondi "altri" (il pensiero non deduttivo, la meditazione, ecc.) legati in parte all'uso di diverse sostanze (la letteratura è piena di esempi al riguardo...); mondi interiori non incompatibili, soprattutto nelle persone più mature, con una vita "normale"; si tratta di atteggiamenti non condannabili di per sé stessi, e infatti persino non perseguiti dal legislatore (vedi il concetto di uso personale).
Pensa un po', è un argomento, ovviamente svolto con modalità semplificate, che cerco ogni tanto di far percepire pure ad alcuni nostri studenti dei primi anni di superiori, che arrivano alle 8 di mattina già belli brasati da una canna fatta di fretta nei capannelli prescolastici. Ovviamente in un'ottica di "riduzione del danno" e forse anche di una corretta informazione. Le loro risposte a queste considerazioni sono molto varie, e sarebbe bello soffermarsi, magari un'altra volta, sulle loro controdeduzioni.

- c'è comunque un insopprimibile bisogno/istinto/desiderio, in ogni cultura, di dare risposte diverse al nostro stare a questo mondo, e di tentare di uscire dalla "monodimensionalità" di alcune proposte sociali; purtroppo spesso grazie a scorciatoie. Questo atteggiamento, presente non di rado anche nelle persone più sensibili e creative, va compreso e indirizzato, a mio avviso. E' facile dire "fai sport e creati le tue endorfine". Mica tutti sono uguali, e poi quei bisogni sono spesso legati ad una visione contemplativa, non necessariamente dinamizzante e sportiva (intesa come riferita unicamente a concetti come benessere psicofisico legato a tono e forza muscolare e velocità), che secondo me ha pari dignità. Insomma, si può curare il proprio corpo e contemporaneamente la propria psiche, o anima, se vogliamo usare un concetto "mistico". Ed è facile cadere nella tentazione di ottenere in breve tempo e magari con intensità superiore gli stessi effetti di, poniamo, 10 anni di meditazione, a maggior ragione nel caso di una personalità in formazione, che sente questi argomenti in una maniera spesso ancora confusa.

- in conclusione ed in sintesi, la confusione tra tutte le sostanze vietate è assolutamente superficiale e poco informata ed informante, ed ingenera gravi errori di valutazione dei fenomeni; inoltre è evidentemente corresponsabile delle derive di connessione tra uso di sostanze e mondo criminale.


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11020
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 16 settembre 2011, 18:55

a costo di passare per il provocatore che non sono, dico si' alla depenalizzazione delle droghe, leggere o pesanti che siano.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Strong
Messaggi: 8611
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Strong » venerdì 16 settembre 2011, 19:19

cauz. ha scritto:a costo di passare per il provocatore che non sono, dico si' alla depenalizzazione delle droghe, leggere o pesanti che siano.



perchè no..
però solo se utilizzate in luoghi privati e se si viene beccati strafatti o ubriachi in luogo pubblico gli si fa un culo che forse la volta dopo gli passa la voglia di riprovare.
oppure, se si uccide una persona e si risulta alterati da alcool o droga....pena di morte.
per me va bene liberalizzare qualsiasi cosa però attenzione a non danneggiare chi si stà vivendo serenamente la propria vita in completa lucidità.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Strong
Messaggi: 8611
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Strong » venerdì 16 settembre 2011, 19:24

va bene anche "ghettizzare" stile amsterdam
tossici e puttanieri tutti assieme nello stesso quartiere


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
pacho
Messaggi: 2365
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda pacho » venerdì 16 settembre 2011, 20:09



Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Bitossi » venerdì 16 settembre 2011, 20:29

Strong ha scritto:va bene anche "ghettizzare" stile amsterdam

Ehi, questo è un thread in cui si parla di droga!
Quindi finiamola di insozzarlo con continui riferimenti al ciclismo e all'Amstel Gold Race,,,, :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

PS: non sarebbe il caso di chiuderlo? :D


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda danilodiluca87 » venerdì 16 settembre 2011, 23:00

desmoblu ha scritto:Ddl, la droga più pericolosa (e diffusa) è l'alcool. Semplicemente è considerato accettabile (e anzi positivo in svariate circostanze: chi beve un buon whisky è un intenditore, vile maschio- cit. R. Gaetano)....


ehhhh caro mioo ti chiedo scusa ho dimenticato l'etanoloo....bene sono contrarissimo anche a quello, ma forse quello è legale perchè penso che un goccio possa non essere "letale" come le droghe, perchè almeno all'inizio non crea una grande dipendenzaa......

compare mio vedoo ragazzi e ragazze che entrano (anche fuori) dai locali che devono "bere per forza" altrimenti non riescono a sorridere, a parlare, a muoveri, a ballare.....questo è il vero problemaa......

vedo gente che deve prima ubriacarsi, accannarsi ed altro per riuscire a divertirsi nelle discoteche, si scatenano un paio d'ore e poi all'alba li vedi buttati a terra ai lati del localee.....

cari amici in questa italia chi non beve viene preso per culo....st'estate a Pag stavano sulla navetta prima della discoteca delle ragazzettee con una bottiglia in mano e già facevano bordello, ed io insieme ai miei amici montanari le prendevamo in giro del tipo...."uagliò basta tracannare che già non ti mantieni in piedii" ste cose qua.....allora una di questa mi viene vicino, era del nord e dice "cioè tu vieni a pag e non beviiii, ma sei fuori......", che gli dovevo dire ad una di quellaa???????
eppure la notte nella discoteca all'aperto, le ragazze come quella le vedevo volare sopra le teste, i ragazzi se la passavano in aria e girava tutto il locale....io mee sò divertito alla grande e alla mattina stavo ancora come un toroo :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

poi certo ohh, in alcune situazioni mettersi in situazione "brillo" è anche piacevole, ma come ripeto fino ad oggi non ne ho avuto bisognoo....
purtroppo se i ragazzi escono ogni sera, si divertono ogni sera ecc.ecc.....è normale che si ha un'assefuazone e non riesci più a divertirtii :D :D :D :D

un altra cosa che noto....quando si sta in un locale, vedo "gente debole" che appena finisce di parlare con qualcuno, sentendosi sola, esce fuori e dice "vado a farmi una sigaretta", insomma il problema è che è troppo debole, forse timidaa......ovviamente poi ci sono gli spacconi che cominciano da bambiniii, quelli meriterebbero solo palate dalla mattina alla sera e sono i probabili drogati del domanniiiii......


Il KILLER di Spoltore

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11020
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda cauz. » sabato 17 settembre 2011, 1:28

danilodiluca87 ha scritto:sta roba distrugge i neuroni sappiatelo benee....proprio qualche mese fa feci un esama riguardante sta robaa......
l'uomo è un "produttore di droghe" come le endorfine ed altro, quindi vivete bene e voi stesse produrrete drogaa....le droghe si legano ai recettori dove si legano numerose sostanze endogene!!!!!!
ovviamente sono d'accordo con chi dice che le sigarette e le canne creino la dipendenza e siano solo la partenzaa....


scusa ma chi era il professore di quest'esame? topo gigio?


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » sabato 17 settembre 2011, 9:19

Concordo con quanto scritto dall'esimio prof. Lorenzo (Bitossi) e vorrei aggiungere qualche considerazione personale (da perfetto dilettante)

Non ho mai fumato, bevo un quinto di vino rosso ai pasti, perché il medico mi ha detto che fa bene, e non ho mai usato nessun tipo di canna (neppure quella da pesca, perché sono contrario ad uccidere animali per divertimento :x (nulla in contrario invece al pescatori professionisti), l'unica droga che ho assunto in vita mia è stata la morfina che mi è stata somministrata in ospedale alcuni giorni fa per attenuare i dolori dell'operazione a cui mi sono sottoposto e l'esperienza del dopo mi ha fatto proprio capire che è sempre meglio astenersi, perché non ero mai stato così depresso in vita mia. :x .
Tempo fa ho letto alcune statistiche e risulta che in Italia ci siano 300.000 decessi collegati (in modo più o meno diretto) con il fumo, 30.000 (con l'alcol) tantissimi in passato con le religioni (l'oppio dei popoli), ma al momento è più difficile stabilirlo ma, per fare un esempio, le morti causate per aborto illegale (a causa dei c.d. obiettori di coscienza) sono da imputare in gran parte ad essi, se poi si esce dall'Italia ... :grr: Ed infine nessun morto accertato per "la canapa indiana". Qualcuno (medico) mi sussurra che quest'ultima non crea neppure dipendenza ed allora sarebbe bene se smettessimo di chiamarla "droga leggera", perché credo che sia come bere un caffè al giorno o prendere un tavor prima di dormire.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Deadnature » sabato 17 settembre 2011, 9:31

lemond ha scritto: l'unica droga che ho assunto in vita mia è stata la morfina che mi è stata somministrata in ospedale alcuni giorni fa per attenuare i dolori dell'operazione a cui mi sono sottoposto e l'esperienza del dopo mi ha fatto proprio capire che è sempre meglio astenersi, perché non ero mai stato così depresso in vita mia. :x .

A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » sabato 17 settembre 2011, 9:37

Deadnature ha scritto:A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


Grazie. Ho patito parecchio, però l'intervento è riuscito perfettamente ed ora sono in convalescenza per ... speriamo giorni e non mesi :-)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda nino58 » sabato 17 settembre 2011, 9:44

Ma cosa hai fatto ?
lemond ha scritto:
Deadnature ha scritto:A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


Grazie. Ho patito parecchio, però l'intervento è riuscito perfettamente ed ora sono in convalescenza per ... speriamo giorni e non mesi :-)


Ma cosa hai fatto ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
desmoblu
Messaggi: 1046
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda desmoblu » sabato 17 settembre 2011, 9:57

Beh, Ddl, anche per esperienza personale ti dico che l'alcool da' dipendenza eccome. Forse il livello di assuefazione è simile a quello delle sigarette, più alto che non marijuana o hashish (non fosse altro che per una maggiore e più agevole reperibilità). In pratica è più facile bere e diventare dipendenti, ed i danni verso l'organismo sono maggiori.
Semplicemente, come ricordava anche il buon Bitossi, è un fatto culturale: il "cicchetto" è normale e simbolo di giovialità, il tiro di canna è una roba da drogati. Eppure il cicchetto fa peggio del tiro di cui sopra, quindi..
Un goccio non è certo letale, ma fa comunque sempre peggio di certe droghe.

A parte questo, quello che scrivi offre spunti interessanti. Gente che deve "bere per forza", ad esempio: vero, ma qui l'alcool non è il problema, il vero problema è di tipo corpontamentale e relazionale, è a monte. L'alcool è l'effetto, non la causa (questo ovviamente non vale per quelli che bevono perché "fa figo", della serie "dioffà ho bevuto 5 chupito e la vokka, la vokka").
Questo anche per una buona percentuale di dipendenze, usi ed abusi: se il mondo in cui viviamo fosse perfetto o comunque piacevole, a pochissimi verrebbe voglia di fumare, bere, tirare,cercarsi vene etc etc. Non è una giustificazione, ma c'è sempre una componente sociale, una parte (sottolineo parte) di responsabilità attribuibile alla società, e non la si può ignorare.
Rileggendo il post del buon Bitossi m'è venuta in mente la Palombelli, già tristemente nota come moglie di Rutelli. Col suo accento strascicato ogni giovedì faceva- per radio- una puntata contro la ddroga che rovina i nostri ragazzi, i ggiovani. Ricordo particolarmente bene una sua uscita "perché il vero sballo non è farsi uno spinello, è andare a sciare e vedere il tramonto sulle piste". Questo dimostra la sua lontananza dal 95% dei "ggiovani", quelli per intenderci che non hanno i soldi per andare a Courmayeur a"sballare" sulla sdraio del bar a 5 euro/lattina, e che vivono un disagio vero.
Poi certo, ognuno reagisce in modo diverso.

Nota: questo post sconclusionato e superficiale era solo per mettere un po' di carne al fuoco e aprire altri fronti in modo quasi-random. :)



alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » sabato 17 settembre 2011, 10:34

lemond ha scritto:
Deadnature ha scritto:A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


Grazie. Ho patito parecchio, però l'intervento è riuscito perfettamente ed ora sono in convalescenza per ... speriamo giorni e non mesi :-)

Bentornato convalescente Lemond :bici:



granfondista
Messaggi: 458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:39

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda granfondista » sabato 17 settembre 2011, 10:36

nino58 ha scritto:Ma cosa hai fatto ?
lemond ha scritto:
Deadnature ha scritto:A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


Grazie. Ho patito parecchio, però l'intervento è riuscito perfettamente ed ora sono in convalescenza per ... speriamo giorni e non mesi :-)


Ma cosa hai fatto ?

Operazione alla prostata.
Certo che se lo scrive nei thread sulla religione e su Gaber chi vuoi che se ne accorga? :crazy: :crazy: :cincin:


Meglio brocco che Di Rocco: Cicloweb forever!!

alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » sabato 17 settembre 2011, 11:16

granfondista ha scritto:Operazione alla prostata.
Certo che se lo scrive nei thread sulla religione e su Gaber chi vuoi che se ne accorga? :crazy: :crazy: :cincin:

La prostata è una religione. E so che questo farà frullare i consulenti destro e sinistro (ernesto ed evaristo) di Lemond :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

A proposito di prostata ;) e di droga, non è che in settimana a seguito di particolari eventi emersi si arrivi ad una depenalizzazione, stavolta ad personam?
E tutte le belle analisi sopra (idealmente o ideologicamente pro e contro) finiscono nell'inutile.
Pochi ricorderanno, ma c'è già un precedente del gennaio 1992, di un genero di un importante politico della Prima Repubblica pescato con coca in casa.
Il giorno prima del processo, per lui fu modificata la legge Jervolino-Vassalli.

Ps. Quando arriveremo alla "riduzione del danno" ... all'Italia?



Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Deadnature » sabato 17 settembre 2011, 11:26

alfiso ha scritto:
granfondista ha scritto:Operazione alla prostata.
Certo che se lo scrive nei thread sulla religione e su Gaber chi vuoi che se ne accorga? :crazy: :crazy: :cincin:

La prostata è una religione. E so che questo farà frullare i consulenti destro e sinistro (ernesto ed evaristo) di Lemond :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

A proposito di prostata ;) e di droga, non è che in settimana a seguito di particolari eventi emersi si arrivi ad una depenalizzazione, stavolta ad personam?
E tutte le belle analisi sopra (idealmente o ideologicamente pro e contro) finiscono nell'inutile.
Pochi ricorderanno, ma c'è già un precedente del gennaio 1992, di un genero di un importante politico della Prima Repubblica pescato con coca in casa.
Il giorno prima del processo, per lui fu modificata la legge Jervolino-Vassalli.

Ps. Quando arriveremo alla "riduzione del danno" ... all'Italia?

Per non parlare di quel vice-presidente del consiglio immortalato da Claudio Bisio E Rocco-SantoSubito-Tanica nel brano (di cui consiglio l'ascolto) "La droga fa male" (le XXX sono i "bip" della F.I.L.T.R.O., ipotetica commissione anti-droga che ha chiamato Bisio a testimoniare la sua condizione di ex-drogato).

Scadente operazione dei segugi
antinarcotico a Malindi,
han visto un marionomane che allegro
fischiettava Umberto Bindi.
"Va bene, può bastare, cambiamo argomento!"
Trattavasi ovviamente di quel viXX XXXXXdente del coXXiglio
"Ho detto che può bastare!"
che è amico del ciccione con gli occhiali
e che si XXXX XX XXXXXXiglio,
"No, questo no, per l'amor del cielo!"
ma pur essendo lui fra i promotori
della legge sulla droXa
non gli è successo niente
XX XXX XXXXXXX la Jervolino XXXXX XXXXnza.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

dietzen
Messaggi: 5273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda dietzen » sabato 17 settembre 2011, 14:45

lemond ha scritto:
Deadnature ha scritto:A proposito... Bentornato! Andato tutto bene? Vedo che lo spirito anti-religioso non è stato danneggiato dall'operazione... ;)


Grazie. Ho patito parecchio, però l'intervento è riuscito perfettamente ed ora sono in convalescenza per ... speriamo giorni e non mesi :-)


bentornato! :ponpon:


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
GiboSimoni
Messaggi: 860
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:29
Località: Bari
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda GiboSimoni » domenica 18 settembre 2011, 11:27

Vorrei dire la mia se possibile, anche io sono più o meno come ddl87 ho un'anno meno di lui e quì nel mio "piccolo mondo" (cit.) nella città dove vivo Bari (dal quale vorrei scappare ma non posso) faccio delle battaglia contro la droga, quando capita i discorsi con varie persone eh, non faccio parte di nessuna associazione o quant'altro. Ripeto anche io sono contro tutti i tipi di droga dall'exstacy all'eroina alla cocaina per passare al fumo e alla Marjuana (le ho messe in ordine in base all'enormità danno che provocano, però non so se quell'ordine è propriamente esatto). E' palese che tutte queste sostanze facciano male e anche io vedo non molto di buon occhio chi si fa le canne di erba (che sono quelle che in teoria e forse in pratica fanno meno male rispetto ad altri tipi di droga) ad esempio questo mondo l'ho notato da quando nel 2007 sono stato assunto nella fabbrica dove lavoro (non faccio ovviamente il nome per privacy) dove la stragrande maggioranza si fà le canne, chi in compagnia e in qualche rara occassione, chi invece come se fossero le sigarette (altro strumento che porta male e morte), ebbene dove lavoro c'è gente che durante le pause si fuma le canne, ma questo capita, in tantissime aziende dell'Italia meridionale e non, mi è capitato una volta che eravamo 8 in pausa, io ero l'unico "pirla" che non si faceva neanche un tiro, per la cronaca mai fatto un tiro di canna, sigarette o mai sniffato, sia perchè penso che sia autolesionistico farlo perchè fà solo male e non vedo benefici positivi, da quello che ho letto e ho studiato non ne ho trovato nessuno, l'unico "forse" per quanto riguarda la marijuana e me l'hanno detto questi colleghi di lavoro che fumano o altra gente quando ho instaurato questo discorso e che ti allieva, ti rilassa, ti fa distogliere anche solo per qualche minuto, dai problemi quotidiani più o meno gravi, in definitiva l'unico aspetto positivo che avrebbe (mettiamola così) è appunto questo senso di rilassatezza che porta, potrebbe anche essere vero eh, non lo attacco a priori anche perchè non avendo mai provato direttamente non posso nè dire è vero nè dire è sbagliato, ma gli effetti negativi sono sicuramente di più, ad esempio rimanendo nell'ambito del lavoro io fino a qualche mese fa viaggiavo insieme a un collega che abita vicino casa, non avendo ancora l'automobile per evitare lo strapazzo del pullman ecc, quando mi capitava il turno insieme a lui, viaggiavo insieme sopratutto quando capitava che avevamo il turno di notte, ebbene questo non lo faccio più da quando questo tizio mi ha detto una frase che mi ha fatto davvero male e mi ha portato anche a piangere quasi, questa frase è stata detta dopo che nella notte tra una pausa e l'altra si era fatto 2-3 canne di erba che erano quelle che di solito si faceva, si fà e si farà quando lavora. Questa frase è riconducibile a un fatto della mia vita privata, ovvero dei problemi personali che ho vissuto e sto vivendo tutt'ora con mia madre e che scrissi in uno sfogo un paio di anni fa sul forum vecchio, ( http://oldforum.cicloweb.it/viewthread. ... 413&page=1 questo è il topic in cui spiegavo della mia situazione, per chi non si ricorda o non sa, il messaggio è il 6 o il 7 della prima pagina del thread che ho postato, vi consiglio di leggerlo, altrimenti poi non si capirebbe quello che voglio dire nel proseguo del mio pensiero) ebbene qualche mese fa stavo vivendo un disagio a lavoro che mischiandosi con quello che sto vivendo in famiglia, mi stava mandando in tilt, infatti desmoblu ha detto nel suo messaggio ha fatto una lista di persone cui hanno un problema e visto che ah citato varie categorie credo che al mondo di oggi nessuna delle 6 miliardi di persone che vivono su questo pianeta non faccia parte almeno di una di quelle categorie, comunque la mia è quella dei depressi cronici (anche se preferisco definirmi un malinconico cronico, la depressione è ben più grave e peggiore e ti porta a non aver ancora speranza nel credere a nessun valore e io questa speranza non l'ho ancora persa e spero che non la perderò mai). Ritornando a questa frase di questo mio collega e ritornando al tema principale del thread ebbene questo mi disse una frase ripeto dopo essersi fatto qualche canna di erba che mi diceva a un mio sfogo nel quale dicevo, "la gente di oggi invece di dirmi bravo anche se non voglio statue o riconoscimenti, non ambisco a questo, mi sta sempre a evidenziare difetti, etichettarmi come un'ingenuo-stupido a evidenziare i miei difetti e basta quando ho comunque fatto una cosa importante che in pochi avrebbero fatto" e lui mi rispondeva "ehi, ancora con questa storia di tua amdre non ti credere che hai fatto chissà cosa la tua è stata una cosa in più" ecco una frase del genere detta da un tizio di cui avevo stima, cui ha 30 anni con un figlio, cui dovrebbe insegnarmi la vita a un "23 enne come me, che ora esce dal cordone ombelicale della mamma" (cit. di un'altro genio di collega che ho) ebbene questo mi fa essere contro anche alla marijuana anche perchè quando ritornavamo a casa, dopo ilt urno di notte vedevo su di lui gli effetti di quelle 2-3 anche qualcuna in più di canne che si faceva durante la notte, in macchina aveva una faccia completamente astratta, rilassato questo è vero ma sembrava non sia ccorgesse di quello che gli succedesse accanto, quasi vivesse in un mondo del tutto astratto, comunque la lucidità proprio persa non era, però di sicuro non era molto intensa. Ripeto gente di 30 anni e passa, che potrebbero essere deif ratelli maggiori o anche dei padri, che dovrebbero insegnarmi la vita e che si fanno di coca, di cannabis e quant'altro io non lo ritengo normale e giusto, lo ritengo come detto all'inizio autolesionistico e gravoso per se stessi e per gli altri, poi altro motivo con coloro che difendono un pò troppo i famosi "spinnellati" e che per trarre acqua al loro mulino mettono sempre in mezzo gli effetti benefici che ha la marijuana che spesso vengono utilizzati nel campo della medicina (anche se non nella giusta maniera cui andrebbe fatta) per dire che non fà male fumarla e questo è sbagliatissimo, anche perchè ogni combustione di qualsiasi organismo vegetale, produce sostanze nocive, tra cui la più "famosa" CO ovvero il monossido di carbonio, quindi ripeto è autolesionistico per se stessi in primis e per gli altri in secundis fare uso di qualasiasi tipo di droga. Io per trovare rilassatezza e qualcosa di bello, vado a torvare mia madre, farle una carezza e vedere il sorriso di essa, oppure l'abbraccio forte che mi dà, oppure stare di mattino presto a vedere spuntare l'alba su una panchina presso un lungomare qualsiasi (possibilmente in compagnia di qualche bella ragazza :D ), sarò come mi disse un'altro collega, SEI UN RAGAZZO ANACRONISTICO, evidentemente lo sono


Gibo il migliore!!!!!

Signori non ce ne sono più - Gilberto Simoni ad Aprica 2006

30 Maggio 2010 La fine di un Sogno Magnifico!

Le vere emozioni sono nell'accarezzare una mamma non più autosufficiente e su una sedia rotelle e vedere il sorriso di essa.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda nino58 » domenica 18 settembre 2011, 19:37

Caro Roberto Gibosimoni,
fai benissimo ad evitare ogni tipo di assunzione di sostanze inutili all'organismo.
Per dovere di corretta informazione, alcune di queste sono dannose (o perfino mortali) come l'alcol, il tabacco, l'eroina, la cocaina, le "pasticche", altre non lo sono come la cannabis (haschish e mariujana) .
Ciononostante la cannabis è vietata mentre l'alcol e il tabacco no.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » lunedì 19 settembre 2011, 7:20

nino58 ha scritto:Caro Roberto Gibosimoni,
fai benissimo ad evitare ogni tipo di assunzione di sostanze inutili all'organismo.
Per dovere di corretta informazione, alcune di queste sono dannose (o perfino mortali) come l'alcol, il tabacco, l'eroina, la cocaina, le "pasticche", altre non lo sono come la cannabis (haschish e mariujana) .
Ciononostante la cannabis è vietata mentre l'alcol e il tabacco no.



E' quello che mi chiedo da anni, perché tutti i governi che sono passati da quando ho la ragione, nessuno si è mai accorto di ciò? La risposta che mi posso dare è solo una: "E pensare che c'era il pensiero" non ha mai riguardato i nostri politici di maggioranza. :grr:

P.S.

Caro Gibo, una cosa che ho imparato con il tempo è che non bisogna mai fare "di tutta l'erba un fascio"! Quest'ultima parola non la uso a caso, perché rappresenta l'emblema di un modo di pensare e il prodromo di tutta una serie di comportamenti e ideologie che dall'Italia si sono sparsi in tutto il mondo. :grr:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

granfondista
Messaggi: 458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:39

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda granfondista » lunedì 19 settembre 2011, 8:57

Caro Gibo, lungi da me l'idea di farti cambiare idea sulle droghe leggere, ma credo sinceramente che la marjuana c'èntri poco con l'episodio che hai raccontato.
Molto più semplicemente il tuo collega non merita affatto la tua stima, quello che ti ha detto lo covava da tempo e la canna è stato il suo "lasciapassare" per tirarla fuori.
Perchè lo ha fatto? A mio parere lui ti invidia, tu riesci a gestire una situazione molto difficile, lui sa che non avrebbe la stessa forza per farlo, e sfoga la sua frustrazione attaccandoti per farti crollare e dimostrare (a se stesso), di essere il più forte.

"Fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa."

Ciao Gibo, sei un grande.


Meglio brocco che Di Rocco: Cicloweb forever!!

Avatar utente
GiboSimoni
Messaggi: 860
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:29
Località: Bari
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda GiboSimoni » lunedì 19 settembre 2011, 10:18

granfondista ha scritto:Caro Gibo, lungi da me l'idea di farti cambiare idea sulle droghe leggere, ma credo sinceramente che la marjuana c'èntri poco con l'episodio che hai raccontato.
Molto più semplicemente il tuo collega non merita affatto la tua stima, quello che ti ha detto lo covava da tempo e la canna è stato il suo "lasciapassare" per tirarla fuori.
Perchè lo ha fatto? A mio parere lui ti invidia, tu riesci a gestire una situazione molto difficile, lui sa che non avrebbe la stessa forza per farlo, e sfoga la sua frustrazione attaccandoti per farti crollare e dimostrare (a se stesso), di essere il più forte.

"Fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa."

Ciao Gibo, sei un grande.


no, non lo sono per niente grande anzi si ma solo nell'altezza :D ho fatto cose che credevo fossero normali e naturali farle, anche se nel corso del tempo mi so reso conto che più di qualcuno non le farebbe, però ormai di questo mondo non mi stupisco più di niente, sono talmente amareggiato da come pensa e si comporta la gente che ormai mi sono talmente asuefatto a questi comportamenti che lo spirito ideologico e tutti i valori che penso di avere e le battaglie idealistiche che faccio ormai non le faccio più, rischio solo di fare la fine di Don Chischotte , continuo a vivere perchè comunque credo che qualcosa di bello nella vita ci sia e che te la può ancora dare però sono rimaste veramente poche cose. Se per divertirsi bisogna tirare per forza di coca o farsi 10-20 cocktail o una miriade di canne o sfruttare le povere ragazze costrette a prostituirsi perchè ci sono MERDE che le sfruttano oppure vedere chi ci governa che è pieno di scandali e di marciume dalla testa ai piedi e non ha nè dignità, nè coraggio di dimettersi, non posso essere fiducioso e contento del mondo che mi circonda, preferisco 100 mila volte la solitudine anche se questa, non ti aiuta a stare bene o ti aiuta solo a piccoli momenti. Però se il mondo è così non posso andare dietro a certi pensieri e a certa gente, preferisco stare solo.


Gibo il migliore!!!!!

Signori non ce ne sono più - Gilberto Simoni ad Aprica 2006

30 Maggio 2010 La fine di un Sogno Magnifico!

Le vere emozioni sono nell'accarezzare una mamma non più autosufficiente e su una sedia rotelle e vedere il sorriso di essa.

Avatar utente
desmoblu
Messaggi: 1046
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda desmoblu » lunedì 19 settembre 2011, 10:29

D'accordo con Granfondista.
Le varie sostanze hanno modi ed effetti diversi. Alcune creano euforia, altre sedano, altre rilassano, altre ancora..
Diciamo che alcune hanno un ruolo ATTIVO, altre PASSIVO, altre ancora (l'alcool) agiscono in entrambi i modi.
L'alcool, come accennato dall'egregio Lorenzo/Bitossi, porta a un miscuglio vagamente prevedibile: un ubriaco può essere euforico, depresso, eccitabile, irritabile, può provare forti tendenze paranoiche, e soprattutto può (facilmente) alternare tutti questi stati in un breve lasso di tempo. "Peggiora il carattere", ha scritto, e tutto sommato è vero. L'alcool può anche cambiare il carattere, talvolta sensibilmente; un ubriaco può benissimo, in certi stati, dire cose che non pensa assolutamente, mentire etc, fino a comportamenti sconfinanti nel bipolare. In altri momenti non ha barriere (vedi quegli ubriachi che raccontano a chiunque i propri ca##i, anche imbarazzanti, senza rendersene conto).
La marijuana, solitamente, ha effetti diversi. Lo sblocco delle inibizioni è simile, in certi casi c'è euforia (almeno iniziale), ma diciamo che la sostanza toglie dei filtri senza aggiungere nulla. In pratica è più facile che una persona parli fuori dai denti, ma sinceramente e senza soppesare gli effetti. Però l'erba- ripeto- non aggiunge nulla, al contrario di altre droghe. È tremendamente facile, da quello che ho visto, che un consumatore di cocaina, eroina o alcool si comporti in un modo che non gli apparterrebbe per nulla (o quasi), e il mentire rientra in questa gamma di comportamenti.
Il classico spinellone è invece, tipicamente, sincero.
Quindi riprenderei, in una ringkomposition vagamente simemtrica, il consiglio di Granfondista.



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Bitossi » lunedì 19 settembre 2011, 11:02

Ciao Gibo,
ovviamente nessuno può pensare che chi è stron.zo di suo migliori con l'uso delle droghe leggere.
Anzi, visto che esse in genere tendono (semplificando) ad esaltare l'umore del momento o alcune caratteristiche della personalità (non solo a rilassare; anzi c'è pure chi con le canne va fuori di testa...), direi che se uno è str...o, fumando lo diventa di più! :D

Per questo dicevo che secondo me si può parlare di uso consapevole, e di "normalità", solo nel caso di persone mature e responsabili, e di uso personale nel tempo libero. Per le stesse ragioni non è sicuramente sano per un adolescente; anche in caso di legalizzazione, naturalmente andrebbe mantenuto il divieto ai minorenni. Cosa che, per coerenza, dovrebbe valere anche per l'alcol, ma sappiamo che non è così.

Nel divieto c'è poi un aspetto educativo e strumentale, basato anche sull'esperienza degli addetti ai lavori, che forse non è così evidente, e che capirei se qualcuno trovasse bizzarro: se si mantiene bassa l'asticella della trasgressione, quest'ultima, che spesso è un vero e proprio bisogno di una discreta fascia di adolescenti, può essere eventualmente compiuta con qualcosa di più "leggero". In altre parole: se dico ad un adolescente che può farsi le canne, forse lui per trasgredire cercherà qualcosa di "veramente proibito", e quindi magari di più dannoso.
Il tutto fermo restando che, ovviamente, una corretta informazione sui possibili danni di tutte le sostanze, anche le leggere, unitamente ad una loro stigmatizzazione senza demonizzazione, andrebbero sempre perseguite da ogni agenzia educativa, soprattutto da quelle in cui abbondano i soggetti a rischio (tipo la mia... ;) ).


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » lunedì 19 settembre 2011, 19:44

Le ragioni per cui vietare la Cannabis non le conosco.
Qualche mese fa ho parlato con dei ragazzi in comunità e tutti dicevano che avevano iniziato con le canne, e poi eran finita alla coca, e all'eroina. So che ci sono studi che dimostrano che questo non è il corso necessario delle cose, però loro avevano tutti (erano in 4) descritto una situazione del genere.

Diciamo così: mi sembra che le persone meno sole riescano a capire quando farsi una canna è solo farsi una canna,
e per le persone più deboli è più difficile capirlo.
Quindi una legge che la ostacoli magari non aiuta i forti e gli illuminati (i quali sanno benissimo dove comprarla), ma serve allo stato a contrastare un mercato che colpisce soprattutto i deboli.

Non ci ho mai ragionato su a fondo, è un tema che andrebbe studiato a fondo.
Sono sempre stato lontano da droghe varie perché vedevo in che stato si riducevano alcuni miei amici alle superiori, e c'era una tale estraniazione dalla realtà che mi sembrava uno schifo. Mi dicevo "non voglio scappare dalla realtà, voglio vivere".

PS Comunque in Italia l'ubriachezza è un reato. Bere alcol no, l'ubriachezza in pubblico sì


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda nino58 » lunedì 19 settembre 2011, 20:25

Se spezzi un unico mercato dichiarato illegale (che comprende sia la cannabis che eroina, cocaina, ecc.) in due mercati , uno dei quali legalizzato (quello, ad esempio, della cannabis) acquirenti e venditori hanno molte meno occasioni di incontrarsi ed è matematicamente meno probabile passare dalla cannabis ad altro di oggettivamente più pericoloso.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » martedì 20 settembre 2011, 7:56

Maìno della Spinetta ha scritto:Le ragioni per cui vietare la Cannabis non le conosco.
Qualche mese fa ho parlato con dei ragazzi in comunità e tutti dicevano che avevano iniziato con le canne, e poi eran finita alla coca, e all'eroina. So che ci sono studi che dimostrano che questo non è il corso necessario delle cose, però loro avevano tutti (erano in 4) descritto una situazione del genere.


Se si va per associazioni spurie, ti posso dire che non c'è un "drogato" che non abbia cominciato con il tabacco. :x Poi, mi associo a quanto ha scritto Nino. :clap:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11020
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda cauz. » martedì 20 settembre 2011, 11:52

lemond ha scritto:Se si va per associazioni spurie, ti posso dire che non c'è un "drogato" che non abbia cominciato con il tabacco. :x Poi, mi associo a quanto ha scritto Nino. :clap:


tutti i drogati, nessuno escluso, hanno cominciato col latte materno.
che sia da vietare?


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda nino58 » martedì 20 settembre 2011, 12:22

cauz. ha scritto:
lemond ha scritto:Se si va per associazioni spurie, ti posso dire che non c'è un "drogato" che non abbia cominciato con il tabacco. :x Poi, mi associo a quanto ha scritto Nino. :clap:


tutti i drogati, nessuno escluso, hanno cominciato col latte materno.
che sia da vietare?


Qualcuno anche subito con il latte in polvere.
E quelli sono i più a rischio di cascarci. :drool:


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » martedì 20 settembre 2011, 12:58

cauz. ha scritto:
lemond ha scritto:Se si va per associazioni spurie, ti posso dire che non c'è un "drogato" che non abbia cominciato con il tabacco. :x Poi, mi associo a quanto ha scritto Nino. :clap:


tutti i drogati, nessuno escluso, hanno cominciato col latte materno.
che sia da vietare?


Avevo scritto chiaramente che era *un'associazione spuria* :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » martedì 20 settembre 2011, 21:29

nino58 ha scritto:
cauz. ha scritto:
lemond ha scritto:Se si va per associazioni spurie, ti posso dire che non c'è un "drogato" che non abbia cominciato con il tabacco. :x Poi, mi associo a quanto ha scritto Nino. :clap:


tutti i drogati, nessuno escluso, hanno cominciato col latte materno.
che sia da vietare?


Qualcuno anche subito con il latte in polvere.
E quelli sono i più a rischio di cascarci. :drool:


parafraso il discorso che tutti e 4 i ragazzi in comunità (tra i 19 e i 24 anni) hanno fatto: "ero incazzato nero perche' in famiglia non mi volevano bene/perché la vita andava di me.da, e le canne mi davano sollievo. Poi non bastavano più, e volevo roba più forte".
Nessuno nel loro nesso di causalità parlava di latte materno; tutti e 4 hanno parlato o per una ragione o per l'altra di canne e droga.
Quindi cosa dovevo dirgli, che son scemi e che le due cose non c'entrano nulla?

Ora, ripeto, lo so che ci sono studi che non mettono in correlazione le due cose (ho letto anche wikipedia nel frattempo... fonte "autorevolissima", ma è quello che ho trovato nel cazzeggio in ufficio...). Però 4 ragazzi su 4 in comunità, che raccontavano la loro esperienza, l'hanno descritta così.

Non stento a credere che anche l'alcool se usato in un certo modo dia una bella botta in testa. E che quindi ci sia gente in comunità che racconti "mi sono prima dato all'alcool, e poi non bastava più, e allora sono passato alla coca".

Però mentre l'alcool è buono, ha un gusto buono, il sapore delle canne com'è? Insomma, qual'è il valore della canna per cui c'è tanto desiderio di liberalizzarne l'uso?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
lemond
Messaggi: 8531
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda lemond » mercoledì 21 settembre 2011, 7:25

Maìno della Spinetta ha scritto:Però mentre l'alcool è buono, ha un gusto buono, il sapore delle canne com'è? Insomma, qual'è il valore della canna per cui c'è tanto desiderio di liberalizzarne l'uso?


:uhm: Mi pare che questa sia un'associazione ancora più *spuria*. Il desiderio di legalizzarla, non liberalizzarla, perché è già libera sul mercato nero, che nessuno controlla, :( non si base certo sul gusto (che io non conosco), però a tal proposito devo dirti che solo dopo lungo tempo ho imparato ad apprezzare il gusto del vino rosso non annacquato, perché nei primi tempi mi toccava fare enormi "boccacce" per ingerire quel liquido, su suggerimento del dottore, che mi aveva detto che faceva bene e favoriva anche la prevenzione del cancro. Il motivo principale (oltre al fatto che i derivati della cannabis non dànno dipendenza) è distinguere i mercati e non fare di tutta l'erba :) un fascio, che porta al disastro attuale. :x


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

http://www.youtube.com/watch?v=vK-gCpOSSr8

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda nino58 » mercoledì 21 settembre 2011, 8:34

Caro Maìno,
hai correttamente raccolto le cause delle motivazione dei ragazzi (in famiglia non mi volevano più bene, e di qui, un certo nesso "figurato" con il latte materno forse ci sta) ma, secondo il mio modesto parere, è sulla terapia che non ci siamo.
Perchè vietare per legge e sanzionare con il carcere la produzione ed il commercio di una sostanza non tossica e non mortale e consentire produzione e vendita (anche da parte dello Stato stesso, leggi Monopoli di Stato) di una sostanza tossica e mortale (tabacco) ?
Se facciamo una ricerca storica ( osservando gli USA) sull'origine del divieto di produzione e commercio della cannabis scopriremmo motivazioni tutte politiche (ed economiche) e per nulla scientifiche.
Poi gli USA hanno "imposto" al mondo Il divieto.
E i pecoroni appresso.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » mercoledì 21 settembre 2011, 21:47

GiboSimoni ha scritto:Vorrei dire la mia se possibile...
...
Io per trovare rilassatezza e qualcosa di bello, vado a torvare mia madre, farle una carezza e vedere il sorriso di essa, oppure l'abbraccio forte che mi dà, oppure stare di mattino presto a vedere spuntare l'alba su una panchina presso un lungomare qualsiasi (possibilmente in compagnia di qualche bella ragazza :D ), sarò come mi disse un'altro collega, SEI UN RAGAZZO ANACRONISTICO, evidentemente lo sono

Carissimo Gibo-barese,
mi ero perso il tuo post. Son sincero e non concordo con la tua analisi sul negativo della droga, ovvero la tua analisi su coloro che la assumono.
Ma questo conta poco.
Mi piace, mi ha impressionato, invece la tua analisi positiva sul perchè non assumerla, analisi che interessa poi la maggioranza delle persone.
Noi sempre a cercare le bad-news, ma leggere le good-news (più difficili da scrivere) è un godimento di un infinito superiore.
Beh il tuo post sincero, brutalmente personale, da ciclista che sa soffrire è di una bellezza cruda ed intensa.
Quasi un film verità, un cortometraggio di parole vere e vissute intensamente.
Complimenti per come hai saputo trasporlo in parole per tutti noi. :cincin:
Semplicemente anacronisticamente bellissimo.



Avatar utente
GiboSimoni
Messaggi: 860
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:29
Località: Bari
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda GiboSimoni » sabato 24 settembre 2011, 15:15

alfiso ha scritto:
GiboSimoni ha scritto:Vorrei dire la mia se possibile...
...
Io per trovare rilassatezza e qualcosa di bello, vado a torvare mia madre, farle una carezza e vedere il sorriso di essa, oppure l'abbraccio forte che mi dà, oppure stare di mattino presto a vedere spuntare l'alba su una panchina presso un lungomare qualsiasi (possibilmente in compagnia di qualche bella ragazza :D ), sarò come mi disse un'altro collega, SEI UN RAGAZZO ANACRONISTICO, evidentemente lo sono

Carissimo Gibo-barese,
mi ero perso il tuo post. Son sincero e non concordo con la tua analisi sul negativo della droga, ovvero la tua analisi su coloro che la assumono.
Ma questo conta poco.
Mi piace, mi ha impressionato, invece la tua analisi positiva sul perchè non assumerla, analisi che interessa poi la maggioranza delle persone.
Noi sempre a cercare le bad-news, ma leggere le good-news (più difficili da scrivere) è un godimento di un infinito superiore.
Beh il tuo post sincero, brutalmente personale, da ciclista che sa soffrire è di una bellezza cruda ed intensa.
Quasi un film verità, un cortometraggio di parole vere e vissute intensamente.
Complimenti per come hai saputo trasporlo in parole per tutti noi. :cincin:
Semplicemente anacronisticamente bellissimo.


Mah indubbiamente cado nell'errore (ne faccio tanti) alle volte di considerare coloro che fumano marijuana o fumo come coloro che assumono coca o eroina o altro ed è parecchio sbagliato fare questa uguaglianza, forse è il mio odio totale per la droga che mi fà essere così ostracista nei confronti di chi l'assume. Io ripeto la odio, non ci trovo nessuna giustifazione al suo utilizzo, poi oltre a essere un danno per la saluta è un danno anche per i portafogli, stando con questi colleghi che fanno abituale uso delle canne ecc, ho scoperto i prezzi di tale sostanze che non assurdi, tipo 10 grammi di erba si va dai 60-70 euro anche di più, cioè per rovinarti il cervello devi buttare una giornata di lavoro? Mi pare, (non mi voglio ergere in una persona senza macchia )che sia una stronzata enorme , la cosa che più mi avvilisce e che ormai sono più quelli che fumano (qui ci metto anche coloro che fumano giusto in compagnia che non fanno uso abituale tipo 7-8 canne al giorno) e sopratutto fatto passare come una tale normalità che chi prova ribrezzo, si scandalizza come me, gli dicono, ma da dove vieni, da quale pianeta? Non lo so, sarò fatto male io, sicuramnete sono anacronistico in questo mondo e più lo conosco e più faccio fatica a viverci non sto scherzando, più vado avanti e più di essere cinico e quant'altro divento più "spirituale" ovvero per me i valori sono tutto: amore, amicizia, rispetto, sincerità onestà e altro un'altra cosa nel quale non mi ci ritrovo per niente e che è uno dei mantra del mondo di oggi è l'esasperazione dell'immagine (chiedo scusa se sono andato su tutt'altro argomento e che dalla droga poi inevitabilmente si va a finire a parere sull'animo umano e andesso andiamo a parare nella filosia e psicologia più esatrema eheh) ovvero come diceva Andrè Agassi "l'immagine è tutto" io per esempio sono un tipo che a volte si fa crescere i capelli più del dovuto, la barba la faccio crscere e e la faccio dopo svariati giorni, se sta una maglietta un pò "rotta" la continuo ad usare, ecc non faccio il trasandato però non ci do più di tanta attenzione all'aspetto, perchè mi interessa una persona come splende dentro non come splende fuori. Spero che il mio essere anacronistico sia verso il futuro e non verso il passato :)


Gibo il migliore!!!!!

Signori non ce ne sono più - Gilberto Simoni ad Aprica 2006

30 Maggio 2010 La fine di un Sogno Magnifico!

Le vere emozioni sono nell'accarezzare una mamma non più autosufficiente e su una sedia rotelle e vedere il sorriso di essa.

alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » giovedì 29 settembre 2011, 15:59

http://www.youtube.com/watch?v=4AvNkWcqomI

da mal di pancia :lol: :lol: :lol:

Dico ai ciovani, abbandonate l'alcool, abbandonate la droca.
Era dai tempi di Albano e Romina Power che non si vedeva tanta gente in questa piazza. Grazie Povia.
La festa è una grande momento, chi è contro le feste è uno stupido e non capisce un caxxo...
Siamo stati assolti a formula piena... :champion:

W u pilu !!!



alfiso

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda alfiso » lunedì 10 ottobre 2011, 18:33

Ma quanto è fatto Giovanardi? Ha confuso i crack di borsa con il crack spacciato a New York?
Don Camillo anni 2010 (solo per la somiglianza al grande Fernandel) starà pestando l'ennesima kakka?

http://tg24.sky.it/tg24/politica/2011/1 ... frasi.html
http://www.youtube.com/watch?v=eYWkhRwj5TU

Un vero fenomeno :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

Ps. Che alcuni broker si facciano non è un mistero, ma il collegamento causa-effetto avrebbe meritato un commento tecnico da Modigliani.
Sarei curioso di sapere il parere di altri economisti, americani in primis.



Strong
Messaggi: 8611
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda Strong » lunedì 31 ottobre 2011, 10:42

finalmente ci sono arrivati anche gli olandesi

L'Olanda ci ripensa:
marijuana come la cocaina

Amsterdam vuole inserire «l'erba», ben più pericolosa
che in passato, nell'elenco delle droghe pesanti



http://www.corriere.it/salute/11_ottobr ... 9dff.shtml


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
desmoblu
Messaggi: 1046
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39
Contatta:

Re: Fatti di... droga

Messaggio da leggereda desmoblu » lunedì 31 ottobre 2011, 17:53

Finalmente, oddio... è una minçħiata colossale. È come paragonare un vinello rosso ad un superalcolico di 70°.