Francesco Guccini

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 18 marzo 2019, 14:57

jerrydrake ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 13:26
Concordo col fatto che Donchisciotte e Cyrano non c'entrino nulla con la Locomotiva. Tuttavia ritengo Donchisciotte infinitamente superiore a Cyrano.
Cyrano mi fa commuovere, Donchisciotte è più intellettuale, ma alla fine penso tu abbia ragione. :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:


Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 18 marzo 2019, 15:03

jerrydrake ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 13:39
lemond ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 13:15
la Locomotiva è la storia di uno stupido (o eroe, fate voi) che intende l'anarchia nel modo opposto: violento e non umanitario! Ma ci sarà modo di analizzarla in seguito, se qualcuno non volesse anticipare, cosa che a me va sempre bene, perché, come diceva sempre mio nonno: "È meglio una cosa fatta, che cento da fare!" ;)
Scusa Carlo, ma Pietro Rigosi (il protagonista della canzone) non si dichiarò mai anarchico. Capisco che Guccini per ragioni di metrica o per elucubrazioni personali abbia inserito la frase "la fiaccola dell'anarchia", ma il folle gesto del fuochista non ebbe mai una motivazione ufficiale e lui non ne spiegò mai il perché. Quindi ci sono pochi indizi per associare l'anarchia al Rigosi che, vista l'epoca storica, poteva anche essere un simpatizzante del movimento russo Narodnaja volja che predicava la violenza come strumento di lotta politica.
Ascoltando, appunto, il riferimento da te citato l'ò sempre associato all'anarchia. Il fatto vero non mi è noto anche perché la cronaca non mi ha mai interessato. In ogni modo una violenza non necessaria (e soprattutto anche inutile) non può essere portata ad esempio di eroismo e di bellezza giovanile! :(
P.S. Non sono pacifista, ma *non violento* sì.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 18 marzo 2019, 15:06

matteo.conz ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 14:18
E questa? chi conosce un po' bolo non può non amarla https://www.youtube.com/watch?v=30X-gjtVKig&index=29&list=RDKeX1Yb8CSjw
Tranne la Locomotive e Dio e morto, le amo tutte, a parte un'altra, ma quella non per le parole, ma perché sa di jaaz (s.s.s.c.). E infatti non sopporto Paolo Conte, ancorché, come poeta, credo sia bravo.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 5317
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da Deadnature » martedì 19 marzo 2019, 4:11

jerrydrake ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 10:34
lemond ha scritto:
domenica 17 marzo 2019, 10:19
Dio è morto I

Per me, insieme alla locomotiva, è la canzone più sbagliata che ci sia del grande Francesco. Sarebbe giusta se solo avesse cambiato *morto* con vivo*!
"Dio è morto" è la più commerciale delle canzoni di Guccini, "La Locomotiva" è il suo massimo capolavoro.
Mannò dai, "La locomotiva" non è neanche tra le 15 migliori canzoni di Guccini (malgrado ascoltata live sia in grado di creare un senso di collettività senza pari).


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 19 marzo 2019, 8:17

Dio è morto III

*... perché è venuto ormai il momento di negare tutto ciò che è falsità, le fedi fatte di abitudine e paura.*

E che cosa è la fede nell'aldilà catto/cristiano se non la paura nell'inferno e la tacita approvazione delle omelie dei preti e dei pastori, oltre che dalla lettura propria della Bibbia, da cui si apprende (fra le altre cose) che il pipistrello è un uccello! :x

*una politica che è solo far carriera*

In altre parole la D.C. che è l'acronimo di democrazia Cristiana, per chi eventualmente non se ne ricordasse!

*il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto, l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto*

Dai concili di Nicea e Costantinopoli (IV secolo) ormai il cristiano sa con assoluta certezza quello che deve credere e non ci sono scappatoie, perché quel credo di allora è pochissimo cambiato oggi e quindi una tradizione che dura da 15 secoli non ammette contrasti e la storia infatti ce lo ha insegnato spesso! (Probabilmente se non c'era Pannella in Italia non avremmo nemmeno il divorzio e d'altra parte le donne hanno avuto il diritto di voto ... :diavoletto:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:


Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 20 marzo 2019, 8:58

Dio è morto IV

*... nei campi di sterminio Dio è morto, con i miti della razza dio è morto*

Qui, secondo me si raggiunge l'apice e infatti Elie Wiesel, premio Nobel per la pace nel 1986 ha detto/scritto cose che dovrebbero essere conosciute da "toute le monde" direbbero i francesi: "Tutti gli assassini dell'Olocausto erano cristiani e il sistema nazista non comparve certo dal nulla, ma ebbe profonde radici in una tradizione inseparabile dal passato europeo e non senza motivo le s.s. portavano scritto sulla fibbia della cintura "Gott mit uns". E Pio XII come si comportò in quel frangente?
E qui finisce il brano, perché poi Francesco si mette a parlare di falsa utopia (anche qui però al contrario), ma forse è sarcastico? (speriamo) *perché noi tutti ormai sappiamo che se dio muore è per tre giorni e poi risorge


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » giovedì 21 marzo 2019, 7:38

Il Frate

Mario Pieraccini un vero personaggio pavanese, che aveva studiato in seminario, ma non era mai diventato (per fortuna) prete. Il tema centrale è dato dal fatto se sia meglio una conoscenza confusa, ma formata dall'esperienza o la presunzione di un giovane fresco di studi ben organizzati e di letture intelligenti? :dubbio:

https://www.youtube.com/watch?v=fKJV32CQGwI


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 2270
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da UribeZubia » giovedì 21 marzo 2019, 18:41

nino58 ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 12:37
Ma il suo diamante è "Van Loon".
E Amerigo :yes:

Qui una bellissima versione live : https://www.youtube.com/watch?v=J0DlKPhnieI



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 7628
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da matteo.conz » giovedì 21 marzo 2019, 22:41

UribeZubia ha scritto:
giovedì 21 marzo 2019, 18:41
nino58 ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 12:37
Ma il suo diamante è "Van Loon".
E Amerigo :yes:

Qui una bellissima versione live : https://www.youtube.com/watch?v=J0DlKPhnieI
Stupenda, non l'avevo mai sentita. Quale disco è il migliore secondo voi? Io l'ho ascoltato negli anni ma non come de andrè ad esempio, di cui ho ascoltato tutta la discografa e mezza la so a memoria.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 2270
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da UribeZubia » venerdì 22 marzo 2019, 8:08

matteo.conz ha scritto:
giovedì 21 marzo 2019, 22:41
UribeZubia ha scritto:
giovedì 21 marzo 2019, 18:41
nino58 ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 12:37
Ma il suo diamante è "Van Loon".
E Amerigo :yes:

Qui una bellissima versione live : https://www.youtube.com/watch?v=J0DlKPhnieI
Stupenda, non l'avevo mai sentita. Quale disco è il migliore secondo voi? Io l'ho ascoltato negli anni ma non come de andrè ad esempio, di cui ho ascoltato tutta la discografa e mezza la so a memoria.
Ti consiglio di leggere il libro di Marco Aime, TRA I CASTAGNI DELL'APPENNINO, che poi non è altro che una conversazione con Francesco Guccini che l'autore va a trovare a Pàvana. Tra l'altro a un certo punto della conversazione Guccini parla anche del suo rapporto con il ciclismo. ;)

Riporto un piccolo brano del libro :

Domanda) Di Dio è morto a me viene da pensare che abbiano letto il titolo ma non il testo perchè se poi senti le parole è tutto l'opposto. E quella è una canzone che rimane,ci sono certe canzoni che non invecchiano.

Risposta) Eppure per me è una canzone di second'ordine. Non penso sia una bella canzone. AMERIGO è cento volte meglio, BISANZIO è cento volte meglio, SAMANTHA è cento volte meglio. DIO E' MORTO è una cosa molto giovanile,avevo 25-26 anni quando l'ho scritta. Anche AUSCHWITZ, che ho scritto a 24 anni...anche quella non è una gran canzone.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 8:17

UribeZubia ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:08
Risposta) Eppure per me è una canzone di second'ordine. Non penso sia una bella canzone. AMERIGO è cento volte meglio, BISANZIO è cento volte meglio, SAMANTHA è cento volte meglio. DIO E' MORTO è una cosa molto giovanile,avevo 25-26 anni quando l'ho scritta. Anche AUSCHWITZ, che ho scritto a 24 anni...anche quella non è una gran canzone.
E ho cercato di dimostrare che, appunto, "Dio è morto" è la sua peggiore opera: giovanilista, oltre che giovanile, proprio come la Locomotiva! Di Auschwitz invece ho una più alta opinione.
P.S. Per rispondere a Matteo, Guccini non è come De André; è più lineare, mentre Faber riesce ad esplorare campi diversi e, a parer mio, alcuni meravigliosi, altri da lasciar perdere. In altre parole Guccini (come Gaber, Vecchioni, Bertoli) si amano per intiero, l'altro (cose Battiato) a pezzi. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 2270
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da UribeZubia » venerdì 22 marzo 2019, 8:50

lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:17
P.S. Per rispondere a Matteo, Guccini non è come De André; è più lineare, mentre Faber riesce ad esplorare campi diversi e, a parer mio, alcuni meravigliosi, altri da lasciar perdere. In altre parole Guccini (come Gaber, Vecchioni, Bertoli) si amano per intiero, l'altro (cose Battiato) a pezzi. :)
Personalmente toglierei senz'altro Vecchioni dalla tua lista, alla quale aggiungerei probabilmente De Gregori.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 10920
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 22 marzo 2019, 9:23

UribeZubia ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:50
lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:17
P.S. Per rispondere a Matteo, Guccini non è come De André; è più lineare, mentre Faber riesce ad esplorare campi diversi e, a parer mio, alcuni meravigliosi, altri da lasciar perdere. In altre parole Guccini (come Gaber, Vecchioni, Bertoli) si amano per intiero, l'altro (cose Battiato) a pezzi. :)
Personalmente toglierei senz'altro Vecchioni dalla tua lista, alla quale aggiungerei probabilmente De Gregori.
Sì, anch'io.
E comunque, più passa il tempo, più le figure di Guccini e De Andrè si elevano (almeno a me) rispetto a tutto il resto, pur eccellente, del "cantautorato" italiano perchè i testi (sulle musiche non mi pronuncio perchè la musica posso solo gradirla o non gradirla in quanto, non conoscendola, non la posso giudicare) sono ogni giorno più attuali anzichè più datati.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 11:53

UribeZubia ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:50
lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:17
P.S. Per rispondere a Matteo, Guccini non è come De André; è più lineare, mentre Faber riesce ad esplorare campi diversi e, a parer mio, alcuni meravigliosi, altri da lasciar perdere. In altre parole Guccini (come Gaber, Vecchioni, Bertoli) si amano per intiero, l'altro (cose Battiato) a pezzi. :)
Personalmente toglierei senz'altro Vecchioni dalla tua lista, alla quale aggiungerei probabilmente De Gregori.
Non capisco perché, ma sono disposto ad ascoltare le tue (e di NIno) argomentazioni. Fra l'altro Roberto è il più colto di tutti.
P.S. De Gregori lo conosco poco.
P.P.S. Avevo scritto nelle richieste di informazioni dove fosse la discussione cominciata da te sui vini, perché volevo inserirci una "lectio magistralis" di Daverio, ma nessuno mi ha fornito suggerimenti.
P.P.P.S. Si potrebbe immettere, per me ormai diventato astemio, una "emoticom" con
Brindisi coi bicchieri colmi d'acqua?


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nino58
Messaggi: 10920
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 22 marzo 2019, 12:08

lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 11:53
UribeZubia ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:50
lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 8:17
P.S. Per rispondere a Matteo, Guccini non è come De André; è più lineare, mentre Faber riesce ad esplorare campi diversi e, a parer mio, alcuni meravigliosi, altri da lasciar perdere. In altre parole Guccini (come Gaber, Vecchioni, Bertoli) si amano per intiero, l'altro (cose Battiato) a pezzi. :)
Personalmente toglierei senz'altro Vecchioni dalla tua lista, alla quale aggiungerei probabilmente De Gregori.
Non capisco perché, ma sono disposto ad ascoltare le tue (e di NIno) argomentazioni. Fra l'altro Roberto è il più colto di tutti.
P.S. De Gregori lo conosco poco.
P.P.S. Avevo scritto nelle richieste di informazioni dove fosse la discussione cominciata da te sui vini, perché volevo inserirci una "lectio magistralis" di Daverio, ma nessuno mi ha fornito suggerimenti.
P.P.P.S. Si potrebbe immettere, per me ormai diventato astemio, una "emoticom" con
Brindisi coi bicchieri colmi d'acqua?
Per me, perchè il tasso poetico è diverso.
Dopo "Luci a san Siro" non l'ho più colto, mentre De Gregori non ha mai smesso di suscitarmi emozioni poetiche.
Sui brindisi, scusa, ma quelli con l'acqua mi mettono tristezza.
:cincin: Beccati questa bevanda gialla maleodorante . ;)
P.S. Ah, beninteso.
Non è che Vecchioni non sia bravissimo o non mi piaccia. Averne.
Facevo soltanto il paragone con De Gregori.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 2270
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da UribeZubia » venerdì 22 marzo 2019, 12:30

Semplicemente toglierei dalla lista (di quelli che si amano per intiero) Vecchioni in quanto parecchie delle sue canzoni non mi sono piaciute,a volte per il testo a volte per il contenuto (una su tutte Milady).Poi è chiaro che il giudizio sulla musica è ovviamente soggettivo.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 12:31

nino58 ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 12:08
Per me, perchè il tasso poetico è diverso.
Dopo "Luci a san Siro" non l'ho più colto, mentre De Gregori non ha mai smesso di suscitarmi emozioni poetiche.
Sui brindisi, scusa, ma quelli con l'acqua mi mettono tristezza.
:cincin: Beccati questa bevanda gialla maleodorante . ;)
P.S. Ah, beninteso.
Non è che Vecchioni non sia bravissimo o non mi piaccia. Averne.
Facevo soltanto il paragone con De Gregori.
Non posso confrontarli, però che queste canzoni non suscitino tutta una serie di emozioni ... "pas possible" :)

https://www.youtube.com/watch?v=H4Ztb2GqOwE

https://www.youtube.com/watch?v=-DcbLGul8Mk


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 13:23



Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 14:57

Chiedo a chi vuol rispondere quale fra queste due preferiscono? Per me non c'è confronto.

https://www.youtube.com/watch?v=L3_TXMA ... s&index=17

https://www.youtube.com/watch?v=j2ELGdXOPJQ


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3190
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da Alanford » venerdì 22 marzo 2019, 16:26

lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 14:57
Chiedo a chi vuol rispondere quale fra queste due preferiscono? Per me non c'è confronto.

https://www.youtube.com/watch?v=L3_TXMA ... s&index=17

https://www.youtube.com/watch?v=j2ELGdXOPJQ
Due cantautori che amo e due belle canzoni.
Non so qual'è la tua, ma personalmente la mia preferenza va alla struggente Celia de la Cerna, mi ha emozionato sin dal primo ascolto e continua a farlo ogni volta che la sento.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 22 marzo 2019, 17:39

Alanford ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 16:26
lemond ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 14:57
Chiedo a chi vuol rispondere quale fra queste due preferiscono? Per me non c'è confronto.

https://www.youtube.com/watch?v=L3_TXMA ... s&index=17

https://www.youtube.com/watch?v=j2ELGdXOPJQ
Due cantautori che amo e due belle canzoni.
Non so qual'è la tua, ma personalmente la mia preferenza va alla struggente Celia de la Cerna, mi ha emozionato sin dal primo ascolto e continua a farlo ogni volta che la sento.
:clap: :clap: :clap: e quest'altri dicono che Vecchioni è inferiore a Guccio. :bll:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » sabato 23 marzo 2019, 0:52

Bah, per me Vecchioni è una vecchia scurengia rancida.
Cadrà nell oblio, insieme a quasi tutti i cantautori citati; about Bertoli ricordo quel divertente, squisitamente politically incorrect, indovinello: è rosso e ha le ruote: cos'è? :diavoletto:
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.


Immagine

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 5317
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da Deadnature » sabato 23 marzo 2019, 1:41

nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
E anche suo padre Fabrizio un paio di canzoni decenti le ha fatte.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » sabato 23 marzo 2019, 8:18

Deadnature ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 1:41
nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
E anche suo padre Fabrizio un paio di canzoni decenti le ha fatte.
:champion:

:lol:


Immagine

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » sabato 23 marzo 2019, 8:27

nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
Bah, per me Vecchioni è una vecchia scurengia rancida.
Cadrà nell oblio, insieme a quasi tutti i cantautori citati; about Bertoli ricordo quel divertente, squisitamente politically incorrect, indovinello: è rosso e ha le ruote: cos'è? :diavoletto:
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
Mi dispiace molto che tu la pensi così, ma tant'è non possiamo mica essere d'accordo su tutto, altrimenti sai che monotonia. :)
P.S. Per me Faber non era proprio genuino, come gli altri, "puzzava" di aristocrazia, ma questo non c'entra. :x


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » sabato 23 marzo 2019, 8:38

Radici

https://www.youtube.com/watch?v=TFCpY8UPotQ

È indubbio che Pavana rappresenta l'anima di Francesco e il mulino dei nonni paterni l'emblema del titolo. L'uomo si chiede quali vite abbiano abitato quel luogo, consacrandolo per i discendenti. Ivi era possibile "parlare" con i boschi e con il fiume, ma ora, la volontà di un simile rapporto continuerà ad appartenere alle generazioni future? Sapranno che nelle piante, nella terra, nelle montagne c'è qualcosa di loro/nostro?


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » sabato 23 marzo 2019, 8:49

lemond ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 8:27
nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
Bah, per me Vecchioni è una vecchia scurengia rancida.
Cadrà nell oblio, insieme a quasi tutti i cantautori citati; about Bertoli ricordo quel divertente, squisitamente politically incorrect, indovinello: è rosso e ha le ruote: cos'è? :diavoletto:
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
Mi dispiace molto che tu la pensi così, ma tant'è non possiamo mica essere d'accordo su tutto, altrimenti sai che monotonia. :)
P.S. Per me Faber non era proprio genuino, come gli altri, "puzzava" di aristocrazia, ma questo non c'entra. :x
Certo è che il figlio del Professore dai vicoli tornava a dormire a Castelletto a casa sua, la boheme è piacevole, ma a dosi moderate... :D


Immagine

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » domenica 24 marzo 2019, 8:41

La Locomotiva

Sul Resto del Carlino del 21 luglio 1893 era apparsa una notizia di cronaca, dove si narrava la pazzia di un tale (fuochista) che aveva fatto schiantare un treno merci in un binario morto.
In realtà si era trattato di un'azione politica, riconducibile all'ideologia anarchico-libertaria (quanto sia coerente il tentativo di strage con la libertà, chiunque può immaginare). Si dirà che la lotta contro le ingiustizie sociali dell'epoca val bene una risposta, ma forse conviene cercare di assolvere il Nostro (chi può) trasformando il fatto politico con una vocazione umanitaria, come sostiene l'autore, anche se non mi sembra coerente associare tale empito al voler uccidere persone innocenti. Ma tant'è e la Locomotiva è diventata un brano di gran successo, ma forse una ragione c'è: l'uomo ha dimostrato nel corso dei secoli di essere soprattutto una belva! :x


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 7628
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da matteo.conz » lunedì 25 marzo 2019, 7:39

nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
Bah, per me Vecchioni è una vecchia scurengia rancida.
Cadrà nell oblio, insieme a quasi tutti i cantautori citati; about Bertoli ricordo quel divertente, squisitamente politically incorrect, indovinello: è rosso e ha le ruote: cos'è? :diavoletto:
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
Super quote! Insieme a vecchioni c'è tutta una sfilza di cantautori e cantautrici sopravvalutati, un po' ruffiani e poco autentici. De André veniva dalla borghesia, vero, ma nella sua opera ci sono molte riflessioni a riguardo e il rapporto col suo ceto sociale è sempre stato travagliato non nascondendo il conflitto tra il frequentare, cantare e sostenere la causa degli ultimi essendo però un borghese e vivendo da borghese.
Questo è almeno in parte, ciò che rende così grande Fabrizio perché, al di là dei testi e della musica, da una sensazione a pelle di autenticità come anche Guccini. Sensazione che molti altri danno invece nel senso opposto come moltissimi rapper di oggi che sono falsissimi ed hanno molto successo perché il pubblico ormai è completamente assuefatto da incubi di plastica generati in serie dalle major.
Uno che mi da idea di essere autentico oggi, in Italia è calcutta ad esempio o clever gold. Vedremo alla prova del tempo.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 25 marzo 2019, 8:20

matteo.conz ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 7:39
nemecsek. ha scritto:
sabato 23 marzo 2019, 0:52
Bah, per me Vecchioni è una vecchia scurengia rancida.
Cadrà nell oblio, insieme a quasi tutti i cantautori citati; about Bertoli ricordo quel divertente, squisitamente politically incorrect, indovinello: è rosso e ha le ruote: cos'è? :diavoletto:
L unico la cui figura, come sostiene nino, si mostra sempre più nella sua complessa grandezza è il Sommo De Andrè.
Super quote! Insieme a vecchioni c'è tutta una sfilza di cantautori e cantautrici sopravvalutati, un po' ruffiani e poco autentici. De André veniva dalla borghesia, vero, ma nella sua opera ci sono molte riflessioni a riguardo e il rapporto col suo ceto sociale è sempre stato travagliato non nascondendo il conflitto tra il frequentare, cantare e sostenere la causa degli ultimi essendo però un borghese e vivendo da borghese.
Questo è almeno in parte, ciò che rende così grande Fabrizio perché, al di là dei testi e della musica, da una sensazione a pelle di autenticità come anche Guccini. Sensazione che molti altri danno invece nel senso opposto come moltissimi rapper di oggi che sono falsissimi ed hanno molto successo perché il pubblico ormai è completamente assuefatto da incubi di plastica generati in serie dalle major.
Uno che mi da idea di essere autentico oggi, in Italia è calcutta ad esempio o clever gold. Vedremo alla prova del tempo.
Non mi torna il riferimento a De André per il semplice fatto che è stato sempre nella *lista bianca* e non capisco invece perché Vecchioni sia considerato così male da voi due e forse anche altri? :dubbio:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 25 marzo 2019, 8:38

Canzone della bambina portoghese

https://www.youtube.com/watch?v=W3dj169cjtE

I militanti di quegli anni ('68/'72) credevano di avere la verità in tasca e sempre in quel periodo Guccini s'incontrò con un'amica che era stata in Portogallo, cioè all'estremo limite dell'Europa. Simili punti geografici meritano un riflessione incrociata con il senso della vita e quel sembra opportuno è non passar sopra alle incrollabili certezze! Per un autore convinto che l'incertezza sia l'unica possibilità e il dubbio assiduo l'unica ragione, torna bene l'immagine della "bambina" smarrita di fronte all'immensità dell'oceano: insignificanza della presenza dell'uomo nell'infinito cosmo.
Le domande ultima sul senso dell'esistenza sarebbe meglio lasciarle perdere, perché c'è un teorema (di K Gödel) che ci assicura che la completezza della matematica è impossibile, così come prevedere i risultati della fisica quantistica.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 25 marzo 2019, 9:40

lemond ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 8:38
Canzone della bambina portoghese

https://www.youtube.com/watch?v=W3dj169cjtE

I militanti di quegli anni ('68/'72) credevano di avere la verità in tasca e sempre in quel periodo Guccini s'incontrò con un'amica che era stata in Portogallo, cioè all'estremo limite dell'Europa. Simili punti geografici meritano un riflessione incrociata con il senso della vita e quel sembra opportuno è non passar sopra alle incrollabili certezze! Per un autore convinto che l'incertezza sia l'unica possibilità e il dubbio assiduo l'unica ragione, torna bene l'immagine della "bambina" smarrita di fronte all'immensità dell'oceano: insignificanza della presenza dell'uomo nell'infinito cosmo.
Le domande ultima sul senso dell'esistenza sarebbe meglio lasciarle perdere, perché c'è un teorema (di K Gödel) che ci assicura che la completezza della matematica è impossibile, così come prevedere i risultati della fisica quantistica.
Carlo parlaci in modo più approfondito di Godel e lascia perdere l Emiliano.
:)


Immagine

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 25 marzo 2019, 11:36

nemecsek. ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 9:40
Avevo provato, ma purtroppo la mia comprensione della matematica si avvicina allo zero. El Condor e Matteo credo siano bravi (e anche altri, che al momento mi sfuggono).


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 25 marzo 2019, 12:13

Anni fa avevo tentato la lettura di Gödel, Escher, Bach: un'eterna ghirlanda brillante.
Era rimasto in bella vista in libreria, per far colpo sulle ragazze intellettualoidi che riuscivo a trascinare in casa.... :ouch:


Immagine

nibali-san baronto
Messaggi: 653
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » lunedì 25 marzo 2019, 20:10

lemond ha scritto:
domenica 17 marzo 2019, 10:19
Dio è morto I

Per me, insieme alla locomotiva, è la canzone più sbagliata che ci sia del grande Francesco. Sarebbe giusta se solo avesse cambiato *morto* con vivo*!
Perdonami ma non concordo, su entrambe le canzoni:

Per quanto riguarda Dio è morto, ammesso che ne ha scritte tecnicamente di migliori per sua stessa ammissione, non dimentichiamoci che è una delle primissime che ha scritto e quello stile che noi chiamiamo gucciniano in realtà si è formato del tutto solo a partire da L'Isola non trovata (1971).

Il messaggio secondo me è potentissimo, infatti lo stesso Guccini pur sostenendo che la canzone non gli piace ha anche spesso detto che (al pari di Auschwitz) non è riuscito a toglierla dalle scalette dei concerti, perché (ahinoi) è ancora attuale.
L'espressione "Dio è morto" non deve essere intrepretata nella chiave Nietzschana ("Lo abbiamo ucciso noi!") di morte della religione, dei dogmi e dell'integralismo, ma nel senso esattamente contrario. Dio (da intendersi anche come Gesù) è stato ucciso dalla religione stessa, Dio muore vedendo in quale modo gli uomini agiscono in suo nome, Dio muore perché non vuole essere venerato come dittatore reazionario ma al contrario come un rivoluzionario. Il messaggio è quasi il medesimo de La buona novella di F.De André.
Allo stesso tempo Guccini ha detto più volte che la canzone nasce in senso laico, ma qui in verità dimostra grande affinità con il pensiero cristiano: Dio alla fine risorge! In senso laico, poiché una nuova generazione di uomini "è preparata ad un mondo nuovo e ad una speranza appena nata" (e qui Guccini profetizza e allo stesso tempo ispira il movimento sessantottino); in senso religioso, perché nel momento in cui vede che l'uomo è capace di pentirsi, risollevarsi e rimediare ai peccati commessi, Dio perdona.

Da quanto ho capito dalle tue osservazioni, contesti una visione del tutto distorta delle cose da parte di Guccini, ma letta in questa chiave secondo me risulta una canzone assulatamente lucida e coerente, oltre ad essere assolutamente in linea con i tempi o addirittura in anticipo.

______________________________________________________________________________________________________________________________


Per quanto riguarda La locomotiva, ho sempre avuto anche io un po' di repulsione sul fatto che Rigosi sia di fatto un terrorista. Però non dimentichiamoci che Radici è un concept album e come tale le canzoni non vanno eccessivamente decontestualizzate.

Radici, come il titolo stesso suggerisce, è una raccolta di canzoni sulle radici di Guccini stesso, che ricerca il suo patrimonio sociale, culturale e politico nel passato. Se Radici (stavolta la canzone) è la radice familiare del nido pascoliano, Piccola città la radice geo-culturale e Canzone dei dodici mesi è un divertissement in cui raccogliere tutto il proprio bagaglio culturale unendolo alla tradizione contadina che è ben radicata in lui, La locomotiva rappresenta le radici politiche. La locomotiva nasce con l'intento di essere una canzone popolare a imitazione di quelle di Pietro Gori, proprio per ricreare l'atmosfera di fine Ottocento; e in questa chiave l'attentato di Rigosi risulta semplicemente un fatto di cronaca che viene iperbolicamente trasposto in un gesto eroico di alfierana memoria. Mi verrebbe da dire che è tutto sommato un periodo storico di continue proteste, rivoluzioni (in senso lato) e a quel punto la violenza può anche essere giustificata. D'altronde anche la Marsigliese è piena di sangue, eppure non per questo porta un messaggio di guerra. Allo stesso modo La locomotiva si concede il diritto di partire da un gesto violento (quindi condannabile) per ispirare i valori veri dell'anarchia, quelli che Guccini ha imparato a conoscere. Il gesto di Rigosi è la "radice" dell'anarchia di Guccini, è un gesto che ispira valori morali e civili.

E' lo stesso spirito con cui si deve ascoltare Storia di un impiegato di De André: infervorati al grido "siete per sempre coinvolti" indipendentemente dall'aver tirato una bomba o meno.
In questo caso ciò che conta non è il terrorista, ma la giustizia proletaria.



Detto ciò, non sono le canzoni che preferisco in assoluto ma a me piacciono comunque molto, per il fatto di essere molto potenti nei concetti espressi e quindi piacevolissime da cantare a squarciagola come se fosse Bella Ciao.



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 7628
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da matteo.conz » lunedì 25 marzo 2019, 23:39

Eccezionale, è quello che avrei voluto scrivere ma non c'ho neanche provato. Come mai in questo forum ed in altri luoghi virtuali ci sono così tante persone meravigliose però poi la società italiana fa così schifo? Ah sì...le masse... però io non mi sento migliore degli altri, anzi spesso mi faccio schifo. Cosa c'è che non va?


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 26 marzo 2019, 10:29

nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
Dio (da intendersi anche come Gesù) è stato ucciso dalla religione stessa, Dio muore vedendo in quale modo gli uomini agiscono in suo nome, Dio muore perché non vuole essere venerato come dittatore reazionario ma al contrario come un rivoluzionario.
Ma davvero sei convinto che il cristianesimo sia un pensiero rivoluzionario e non il più reazionario inventato dall'umanità insieme al comunismo? Gesù è una favola antica e va considerato solo come un riassunto di qualche ideale ebreo circa un messia che li avrebbe dovuto riportare ai fasti di David e Salomone (se mai ci furono). I creatori del cristianesimo sono stati Saulo di Tarso e Costantino, due fra i peggiori figuri discesi dall'homo sapiens anche se politici molto bravi e infatti la loro ditta è ancora in buone condizioni e addirittura Francesco I è l'uomo più ricco del mondo. :grr:
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
Allo stesso tempo Guccini ha detto più volte che la canzone nasce in senso laico, ma qui in verità dimostra grande affinità con il pensiero cristiano: Dio alla fine risorge! In senso laico, poiché una nuova generazione di uomini "è preparata ad un mondo nuovo e ad una speranza appena nata" (e qui Guccini profetizza e allo stesso tempo ispira il movimento sessantottino); in senso religioso, perché nel momento in cui vede che l'uomo è capace di pentirsi, risollevarsi e rimediare ai peccati commessi, Dio perdona.
Maanfatti, a dio in quanto non esistenza, si può far dire tutto e il suo contrario, l'importante è guadagnarci
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
Da quanto ho capito dalle tue osservazioni, contesti una visione del tutto distorta delle cose da parte di Guccini, ma letta in questa chiave secondo me risulta una canzone assolatamente lucida e coerente, oltre ad essere assolutamente in linea con i tempi o addirittura in anticipo.
Contesto la falsità di ogni affermazione e il catto/comunismo di Francesco che è ... l'ò già detto. :x Io, come Sancho sono più realista e mi accontenterei di un castello, :diavoletto:
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
Per quanto riguarda La locomotiva, ho sempre avuto anche io un po' di repulsione sul fatto che Rigosi sia di fatto un terrorista. Però non dimentichiamoci che Radici è un concept album e come tale le canzoni non vanno eccessivamente decontestualizzate.
Non sono capace di contestualizzare troppo e quel troppo per me è molto poco. Per farti un esempio quel che scrive Agostino di Ippona nelle Confessione e nella Città di Dio sono per lo più stupidaggini e non vale a niente (per me) dire che viveva nel v secolo dove ... Anche Ipazia era nata in quei tempi e Socrate, Epicuro, Eraclito, Democrito etc . ancora prima. Stesso discorso per Dante che, secondo me, va letto come fosse un genere "del peggior "fantasy".
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
... e a quel punto la violenza può anche essere giustificata. D'altronde anche la Marsigliese è piena di sangue, eppure non per questo porta un messaggio di guerra. Allo stesso modo La locomotiva si concede il diritto di partire da un gesto violento (quindi condannabile) per ispirare i valori veri dell'anarchia, quelli che Guccini ha imparato a conoscere. Il gesto di Rigosi è la "radice" dell'anarchia di Guccini, è un gesto che ispira valori morali e civili.
Giustificata forse, osannata mai e la rivoluzione francese non la prenderei come un esempio di civiltà, così come il colpo di Stato in Russia del '17. Sono episodi che poi hanno portato lutti in tutto il mondo. L'illuminismo sì andrebbe esaltato, così come il socialismo utopistico, proprio perché "in nomen omen" non esiste. Ma quando si passa allo spargimento di sangue ... si ritorna ad Auschwitz e quando "Ancora tuona il cannone, ancora non è contento di sangue la belva umana".
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10

In questo caso ciò che conta non è il terrorista, ma la giustizia proletaria.
Non esiste, secondo me, giustizia proletaria; essa è solo un illusione e tanto più deleteria quanto maggiormente creduta. Il fanatismo con tutti i suoi orpelli nasce da tutto ciò. :x
nibali-san baronto ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 20:10
Detto ciò, non sono le canzoni che preferisco in assoluto ma a me piacciono comunque molto, per il fatto di essere molto potenti nei concetti espressi e quindi piacevolissime da cantare a squarciagola..
"Nulla questio" e ti ringrazio per l'intervento. :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 26 marzo 2019, 10:32

matteo.conz ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 23:39
Eccezionale, è quello che avrei voluto scrivere ma non c'ho neanche provato. Come mai in questo forum ed in altri luoghi virtuali ci sono così tante persone meravigliose però poi la società italiana fa così schifo? Ah sì...le masse... però io non mi sento migliore degli altri, anzi spesso mi faccio schifo. Cosa c'è che non va?
E ti sbagli! Come un mio amico (erotomane) dice "poco se me lo guardo" tanto se lo confronto". :crazy: Credo sia ovvio che tu sei una persona ipercritica verso testesso e, ripeto, ti sbagli e come diceva Gaber "La massa fa massa!"


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

nibali-san baronto
Messaggi: 653
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » martedì 26 marzo 2019, 13:58

matteo.conz ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 23:39
Eccezionale, è quello che avrei voluto scrivere ma non c'ho neanche provato. Come mai in questo forum ed in altri luoghi virtuali ci sono così tante persone meravigliose però poi la società italiana fa così schifo? Ah sì...le masse... però io non mi sento migliore degli altri, anzi spesso mi faccio schifo. Cosa c'è che non va?
Ti ringrazio per l' "eccezionale" e ti invito ad avere un po' più di autostima! :bll:
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:29
Ma davvero sei convinto che il cristianesimo sia un pensiero rivoluzionario e non il più reazionario inventato dall'umanità insieme al comunismo? Gesù è una favola antica e va considerato solo come un riassunto di qualche ideale ebreo circa un messia che li avrebbe dovuto riportare ai fasti di David e Salomone (se mai ci furono). I creatori del cristianesimo sono stati Saulo di Tarso e Costantino, due fra i peggiori figuri discesi dall'homo sapiens anche se politici molto bravi e infatti la loro ditta è ancora in buone condizioni e addirittura Francesco I è l'uomo più ricco del mondo. :grr:
Secondo me bisogna distinguere il cristianesimo dal cattolicesimo, nel senso che io credo in Gesù come il più grande rivoluzionario della storia, assieme ad altrettanto rivoluzionari santi come Agostino e Francesco. Insieme costituiscono anche alcuni dei massimi riferimenti per l'anarchia nel suo messaggio di convivenza civile. Cosa c'è di più anarchico e condivisibile di "ama il prossimo tuo come te stesso" (Gesù) o "ama e fa ciò che vuoi" (Agostino)? Questo è il cristianesimo in cui credo, quello che a partire dal Concilio Vaticano II sta tentando (senza riuscirci) di cambiare. Quel cristianesimo che ha dato a coloro che gestivano le trasmissioni di Radio Vaticana di mandare in onda Dio è morto, mentre la Rai senza pensarci due volte l'aveva censurata come blasfema.
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:29
Contesto la falsità di ogni affermazione e il catto/comunismo di Francesco che è ... l'ò già detto. :x Io, come Sancho sono più realista e mi accontenterei di un castello, :diavoletto:
Allora avevo giustamente interpretato le tue parole. Non mi resta che ribadire che al contrario le ritengo del tutto veriterie, perché ciò che il Maestrone lì elenca e proprio ciò che vuole condannare.
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:29
Giustificata forse, osannata mai e la rivoluzione francese non la prenderei come un esempio di civiltà, così come il colpo di Stato in Russia del '17. Sono episodi che poi hanno portato lutti in tutto il mondo. L'illuminismo sì andrebbe esaltato, così come il socialismo utopistico, proprio perché "in nomen omen" non esiste. Ma quando si passa allo spargimento di sangue ... si ritorna ad Auschwitz e quando "Ancora tuona il cannone, ancora non è contento di sangue la belva umana".
Su questo siamo praticamente d'accordo. Concordo che la rivoluzione francese non sia un esempio di civiltà per ciò che è stato, ma può essere ispiratrice per i valori che la avevano prodotta: Legalità, uguaglianza e fraternità.
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:29
Non esiste, secondo me, giustizia proletaria; essa è solo un illusione e tanto più deleteria quanto maggiormente creduta. Il fanatismo con tutti i suoi orpelli nasce da tutto ciò. :x
Ahimé mi risulta difficile contraddirti. Per questo La locomotiva mi lascia qualche perplessità come dicevo, ma come già detto il vocabolario usato in questa canzone è volutamente quello di fine Ottocento e, quindi, del tutto estemporaneo. Guccini non crede nella giustizia proletaria, ma questo è il sentimento, la radice che lo ha portato ad essere anarchico. Parallelamente anche per chi ascolta ciò che conta è sentirsi deandreaniamente anarchici, nel senso che (recuperando proprio una dichiarazione di De André) mi sento sufficientemente civile da non aver bisogno che qualcuno mi governi. E in questo senso nel mio piccolo contribuisco a creare quella convivenza civile (l'evoluzione dell'arcaica giustizia proletaria marxista) che difficilmente arriverà a compimento.
Non vado oltre altrimenti rischio di parlare di politica... :diavoletto:
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:29
"Nulla questio" e ti ringrazio per l'intervento. :cincin:
Sempre piacevole parlare civilmente con persone che condividono una passione di qualsiasi genere :cincin:



nibali-san baronto
Messaggi: 653
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » martedì 26 marzo 2019, 14:14

Aggiungo che forse non è del tutto casuale il fatto che l'attentato di Rigosi sia fallito. Come sosteneva Hemingway spesso ha più significato ciò che non viene detto. E forse il fallimento maschera l'utopia, nonché la condanna alla violenza.
D'altronde scrivere una canzone sull'assassinio di Aldo Moro non può funzionare, perché non può essere trasposto come gesto eroico. Nel caso di Rigosi al contrario gli si può attribuire un messaggio metaforico di impegno politico e civile.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 26 marzo 2019, 14:55

nibali-san baronto ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 13:58
Secondo me bisogna distinguere il cristianesimo dal cattolicesimo, nel senso che io credo in Gesù come il più grande rivoluzionario della storia, assieme ad altrettanto rivoluzionari santi come Agostino e Francesco. Insieme costituiscono anche alcuni dei massimi riferimenti per l'anarchia nel suo messaggio di convivenza civile. Cosa c'è di più anarchico e condivisibile di "ama il prossimo tuo come te stesso" (Gesù) o "ama e fa ciò che vuoi" (Agostino)? Questo è il cristianesimo in cui credo, quello che a partire dal Concilio Vaticano II sta tentando (senza riuscirci) di cambiare. Quel cristianesimo che ha dato a coloro che gestivano le trasmissioni di Radio Vaticana di mandare in onda Dio è morto, mentre la Rai senza pensarci due volte l'aveva censurata come blasfema.
L'unica religione esistente in quanto strutturata è il cattolicesimo (il cristianesimo protestante è formato da sètte dove uno può dire quel che vuole e con Nietzsche può affermare che non esistono fatti, ma solo interpretazioni), ancorché non monoteistica e nella quale ripeto la figura di Gesù non esiste di fatto, ma solo come santino da baciare. Amare il prossimo tuo come sé stesso è solo fare propaganda menzognera (in buona fede magari, ma sempre di cose non vere si tratta). :) Quasi di sicuro tu sei giovane e quindi ottimista sull'homo sapiens, ma aspetta e ... vedrai (per lo meno a me è successo così) :) Quanto ad Agostino era fissato con il sesso e con la mamma, per il resto è colui che ha detto sì ama, ma anche uccidi gli infedeli, perché intanto si sa che l'uomo è destinato a morire e quindi un po' prima o un po' dopo non è che sia tanto differente e dipoi se riesci a battezzarlo prima che muoia gli hai anche procurato la salvezza eterna. :crazy: P.S. Tieni conto che le sue origini sono manichee e l'uomo difficilmente cambia. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1911
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nemecsek. » martedì 26 marzo 2019, 15:01

lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 14:55
. Tieni conto che le sue origini sono manichee e l'uomo difficilmente cambia. :)
Carlo, converrai con me che si sarebbe trovato in buona compagnia nel nostro forum

:hippy:


Immagine

nibali-san baronto
Messaggi: 653
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » martedì 26 marzo 2019, 15:20

lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 14:55
nibali-san baronto ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 13:58
Secondo me bisogna distinguere il cristianesimo dal cattolicesimo, nel senso che io credo in Gesù come il più grande rivoluzionario della storia, assieme ad altrettanto rivoluzionari santi come Agostino e Francesco. Insieme costituiscono anche alcuni dei massimi riferimenti per l'anarchia nel suo messaggio di convivenza civile. Cosa c'è di più anarchico e condivisibile di "ama il prossimo tuo come te stesso" (Gesù) o "ama e fa ciò che vuoi" (Agostino)? Questo è il cristianesimo in cui credo, quello che a partire dal Concilio Vaticano II sta tentando (senza riuscirci) di cambiare. Quel cristianesimo che ha dato a coloro che gestivano le trasmissioni di Radio Vaticana di mandare in onda Dio è morto, mentre la Rai senza pensarci due volte l'aveva censurata come blasfema.
L'unica religione esistente in quanto strutturata è il cattolicesimo (il cristianesimo protestante è formato da sètte dove uno può dire quel che vuole e con Nietzsche può affermare che non esistono fatti, ma solo interpretazioni), ancorché non monoteistica e nella quale ripeto la figura di Gesù non esiste di fatto, ma solo come santino da baciare. Amare il prossimo tuo come sé stesso è solo fare propaganda menzognera (in buona fede magari, ma sempre di cose non vere si tratta). :) Quasi di sicuro tu sei giovane e quindi ottimista sull'homo sapiens, ma aspetta e ... vedrai (per lo meno a me è successo così) :) Quanto ad Agostino era fissato con il sesso e con la mamma, per il resto è colui che ha detto sì ama, ma anche uccidi gli infedeli, perché intanto si sa che l'uomo è destinato a morire e quindi un po' prima o un po' dopo non è che sia tanto differente e dipoi se riesci a battezzarlo prima che muoia gli hai anche procurato la salvezza eterna. :crazy: P.S. Tieni conto che le sue origini sono manichee e l'uomo difficilmente cambia. :)
Mea culpa su Agostino.
Tuttavia anche se sono giovane non mi reputo ottimista.
Non concordo col fatto che "ama il prossimo tuo come sé stesso" sia solo propaganda: lo è per la chiesa, ma Gesù rimane la figura che è. Gesù è esistito ed ha predicato (tant'è che è ben visto anche dai musulmani), poi la chiesa lo ha interpretato come lo ha voluto. Al di là di credere in Dio come logos trascendente, credo nei valori predicati da Gesù, esattamente come può piacere Nietzche nonostante sia stato travisato dai nazisti (esempio a caso).



Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 26 marzo 2019, 15:36

nemecsek. ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 15:01
lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 14:55
. Tieni conto che le sue origini sono manichee e l'uomo difficilmente cambia. :)
Carlo, converrai con me che si sarebbe trovato in buona compagnia nel nostro forum

:hippy:
:)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » martedì 26 marzo 2019, 15:41

nibali-san baronto ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 15:20
Tuttavia anche se sono giovane non mi reputo ottimista.
Non concordo col fatto che "ama il prossimo tuo come sé stesso" sia solo propaganda: lo è per la chiesa, ma Gesù rimane la figura che è. Gesù è esistito ed ha predicato (tant'è che è ben visto anche dai musulmani), poi la chiesa lo ha interpretato come lo ha voluto. Al di là di credere in Dio come logos trascendente, credo nei valori predicati da Gesù, esattamente come può piacere Nietzche nonostante sia stato travisato dai nazisti (esempio a caso).
Sei giovane è molto intelligente, però s.m. sei anche ottimista, perché non ti sfiora l'idea di Hobbes "Homo homini lupus". :cincin: Quanto al credere all'esistenza di tal Gesù, non c'è nessuna prova storica, ma solo dicerie di gente interessata e i musulmani lo sono più dei cattolici! Ma comunque penso che possiamo riparlarne fra qualche tempo o quando vuoi tu, perché anch'io alla tua età credevo in tante cose che ... ;) :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

nibali-san baronto
Messaggi: 653
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » martedì 26 marzo 2019, 17:35

lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 15:41
Sei giovane è molto intelligente, però s.m. sei anche ottimista, perché non ti sfiora l'idea di Hobbes "Homo homini lupus". :cincin: Quanto al credere all'esistenza di tal Gesù, non c'è nessuna prova storica, ma solo dicerie di gente interessata e i musulmani lo sono più dei cattolici! Ma comunque penso che possiamo riparlarne fra qualche tempo o quando vuoi tu, perché anch'io alla tua età credevo in tante cose che ... ;) :)
Mi permetto un'ultima volta di intervenire sulla questione, poi basta altrimenti andiamo ot.
Gesù credo si possa considerare che sia esisto con buona probabilità. Concordo sull' interesse dei musulmani, tuttavia non erano interessati a dar ragione ai cristiani. E poi esistono i vangeli apocrifi. In ogni caso, che si chiamasse Gesù o no, qualcuno che ha detto determinate cose deve essere esistito, altrimenti i vangeli su cosa sono stati scritti (sia che fossero di ispirazione divina sia che non lo fossero)?

Per il resto, grazie del dibattito e per l'aggettivo "intelligente". In ogni caso mi ritengo "eterno studente, perché la materia di studio sarebbe infinita e, soprattutto, perché so di non sapere niente".
W Guccini! :cincin:



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 7628
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da matteo.conz » martedì 26 marzo 2019, 18:01

lemond ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 10:32
matteo.conz ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 23:39
Eccezionale, è quello che avrei voluto scrivere ma non c'ho neanche provato. Come mai in questo forum ed in altri luoghi virtuali ci sono così tante persone meravigliose però poi la società italiana fa così schifo? Ah sì...le masse... però io non mi sento migliore degli altri, anzi spesso mi faccio schifo. Cosa c'è che non va?
E ti sbagli! Come un mio amico (erotomane) dice "poco se me lo guardo" tanto se lo confronto". :crazy: Credo sia ovvio che tu sei una persona ipercritica verso testesso e, ripeto, ti sbagli e come diceva Gaber "La massa fa massa!"
Guarda può esser vero non so però ti rispondo con una battuta del trono di spade di Mertin. Snow quando arriva alla barriera dice allo zio:"ma dove sono finito?!? io sono meglio di questa gentaglia...". Lo zio incazzato gli risponde duro: "MIGLIORE DI NESSUNO! QUI UNO HA QUELLO CHE SI GUADAGNA!". Ecco la penso più o meno così.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 27 marzo 2019, 9:10

nibali-san baronto ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 17:35
Mi permetto un'ultima volta di intervenire sulla questione, poi basta altrimenti andiamo ot.
Gesù credo si possa considerare che sia esisto con buona probabilità. Concordo sull' interesse dei musulmani, tuttavia non erano interessati a dar ragione ai cristiani. E poi esistono i vangeli apocrifi. In ogni caso, che si chiamasse Gesù o no, qualcuno che ha detto determinate cose deve essere esistito, altrimenti i vangeli su cosa sono stati scritti (sia che fossero di ispirazione divina sia che non lo fossero)?
Lasciando perdere il divina, l'ispirazione è data dal creare una tradizione per un popolo soggiogato dai babilonesi e che aveva vissuto (secondo loro) altri splendori (a differenza della casa del pensionato), per cui ecco il vecchio testamento. Dipoi ci sono stati romani e il messia che tardava e allora si sono presi a prestito idee e fatti dai paesi conosciuti e li si sono adattati alla bisogna dell'indipendenza delle tribù d'Israele. E ai personaggi si è fatto dire di tutto: sia inviti alla pace che alla guerra e, nel mucchio ci sarà di certo qualcosa di profondo e meritevole di passare alla storia, così come nei poemi omerici e in genere greci, ma non c'è bisogno di trattare tali storie come realmente accadute. Pensa un po' alla nascita e alla vita di Gesù e troverai tutta una serie di esempi quasi eguali attribuiti a Mitra, Osiride etc.
nibali-san baronto ha scritto:
martedì 26 marzo 2019, 17:35
Per il resto, grazie del dibattito e per l'aggettivo "intelligente". In ogni caso mi ritengo "eterno studente, perché la materia di studio sarebbe infinita e, soprattutto, perché so di non sapere niente".
W Guccini! :cincin:
Eh sì, come Francesco, Socrate, il mio amico Lopez (che lavora alla Coop) e ogni persona che ama studiare, il fatto di non sapere è perspicuo. :clap:
matteo.conz ha scritto:
lunedì 25 marzo 2019, 7:39
Guarda può esser vero non so però ti rispondo con una battuta del trono di spade di Mertin. Snow quando arriva alla barriera dice allo zio:"ma dove sono finito?!? io sono meglio di questa gentaglia...". Lo zio incazzato gli risponde duro: "MIGLIORE DI NESSUNO! QUI UNO HA QUELLO CHE SI GUADAGNA!". Ecco la penso più o meno così.
Certo che uno ha quel che merita in teoria, ma in pratica pensa a chi si è preso il carico di governare l'Italia o addirittura il mondo, ritieni che ne sia capace? E la ragione è piuttosto semplice: la gente tende a scegliere chi più gli assomiglia e fra un novello Einstein e Trump non ha dubbi, così come (per far felice nIbali-san baronto) fra Barabba e Gesù ... :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 7628
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da matteo.conz » mercoledì 27 marzo 2019, 14:54

lemond ha scritto:
mercoledì 27 marzo 2019, 9:10

Certo che uno ha quel che merita in teoria, ma in pratica pensa a chi si è preso il carico di governare l'Italia o addirittura il mondo, ritieni che ne sia capace? E la ragione è piuttosto semplice: la gente tende a scegliere chi più gli assomiglia e fra un novello Einstein e Trump non ha dubbi, così come (per far felice nIbali-san baronto) fra Barabba e Gesù ... :)
Se ci penso la vedo anch'io così ma poi il mio "sentire" mi dice altre. Troppe ne ho fatte! ma non ho fatto del male a nessuno, su quello ho la coscienza pulita.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
lemond
Messaggi: 11988
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Francesco Guccini

Messaggio da leggere da lemond » giovedì 28 marzo 2019, 9:17

Piccola città

https://www.youtube.com/watch?v=7_OqY0DD-g8

Modena è per Francesco l'esilio da Pàvana e l'attesa di Bologna è la "nemica strana" dell'adolescenza; forse il periodo più sconfortante della vita, perché nell'immediato dopoguerra le aspettative erano tante e le possibilità di realizzarle quasi nulle.
In questa canzone si rievoca un specie di *non tempo* della vita: sospeso fra il tramonto della felicità infantile (Pàvana) e la consapevolezza dell'età adulta. Nessuna levità è concessa a quegli anni che si ripresentano alla memoria adulta connotati da giudizi impietosi "sciocca adolescenza, falsa e stupida innocenza, vuoto mito americano ..." Quest'ultimo potrebbe essere qualcosa che lascia spazio alla fantasia, come il "far west" se non fosse appunto vuoto e sarà del tutto infranto anni dopo quando il Nostro avrà avuto esperienza di una nazione e di un popolo pieno di boria, ipocrisie e anche altro. :(


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:


Rispondi