Pagina 2 di 12

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 4:26
da Admin
Montana Miller ha scritto:Con le logiche odierne possono sembrare poca roba 2 soli cambi,per quella di allora Beppe Baresi e Fanna erano due cambi extra lusso:titolari fino all'anno precedente e multi ruolo,il primo veniva schierato anche dall'inizio perché c'era l'idea di dover difendere a uomo sui 10 avversari più bravi,da Maradona a Baggio o Mancini.Fanna era assolutamente ambidestro,i suoi cross erano fantastici.Molto sottovalutato.L'essere stato della stessa epoca di Bruno Conti,al quale aggiungere lo stesso Causio e infine pure Donadoni non l'ha avvantaggiato nel giudizio.


Baresi - se ho contato bene - fu schierato titolare in 12 occasioni su 34, di cui 9 nel girone di andata, e 2 a scudetto vinto; nel mezzo, Trap aveva trovato una fantastica quadra con Matteoli perfetto metronomo, e quindi gli spazi per il vecchio Beppe si erano ristretti parecchio; certo quando mancava qualche pedina di centrocampo, o a volte di difesa, lui era lì pronto a fare il suo, schierato un paio di volte anche al posto di Brehme, per dire (cioè, fatico a pensare a due giocatori più diversi tra loro :D ). Comunque il tuo discorso non fa una grinza, però torniamo alla domanda di prima: questo calcio e quello sono lo stesso sport? Proprio no, a mio avviso.
Con tutti gli infortuni muscolari di oggi, anche all'epoca non sarebbe stato sostenibile vincere uno scudetto con due-tre veri cambi... nessuno dei quali un terzino (Verdelli era un centrale), nessuno una punta (il miglior rincalzo per l'attacco, un certo Dario Morello... dico "un certo" per sottolinearne l'assoluta inconsistenza nella storia del calcio, in realtà lo conosco bene essendo lui leccese).


Il corrispondente di 90° minuto più bravo era Franco Zuccalà,anche lui molto sottovalutato e molto simpatico...alla sua mamma.Forse.


Zuccalà era il corrispondente di punta per le milanesi, sì, ma credo più alla DS che a 90°. Lo soprannominarono Zuccallà quando non gli riusciva di pronunciare correttamente il cognome di un grande argentino, che per lui si chiamava "Battistutta". Con cinque t, forse anche sei, a pensarci bene... :D

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 4:53
da Admin
Admin ha scritto:Gli anni '80 furono veramente l'apice del calcio italiano. Lo scudetto fu vinto da 7 squadre diverse nel decennio '82-'91, ovvero dall'indomani del Mondiale (vera pietra angolare) in poi. 7 squadre diverse in 10 anni! Dal '91 a oggi solo 3 squadre si sono divise 24 scudetti su 27, e sono sfuggiti solo i due a cavallo del millennio (vinti a carissimo prezzo - anche per il contribuente, poi, diciamola tutta - dalle romane) e quello revocato a chi sappiamo (e quindi sarebbero 25 su 27, tutto sommato...).

Nei primi due-tre anni dalla riapertura delle frontiere arrivarono davvero tante carabattole (Caraballo-ttole :D ) dall'estero, ovviamente non c'era la conoscenza che c'è oggi, e ci si affidava spesso (specie le piccole) a intermediari tutti da inventariare... però dall'introduzione del secondo straniero e negli anni dei due giocatori esteri (quello che fu davvero il lustro d'oro, '82-'87) la qualità crebbe esponenzialmente.


Ultimo pensierino prima del (poco) sonno: la qualità crebbe esponenzialmente in quegli anni dei due stranieri, e poi s'impennò per alcuni col terzo, sul finire del decennio. Tanto che nel 1989 e nel 1990 la semina giunse a frutto, e raccogliemmo lauti risultati dopo anni di vacche magre nelle Coppe Europee: man mano aumentavano i posti a disposizione nella Coppa UEFA (quand'ero bimbo ricordo che qualificavamo solo 2 squadre nella terza coppa, poi salirono a 4 nel corso degli anni... prima ancora mi raccontavano che l'Italia aveva un solo posto a disposizione), aumentavano le squadre italiane - anche secondarie - che si comportavano benissimo in Europa... come dimenticare l'Atalanta in semifinale di Coppa delle Coppe (eliminata inopinatamente dal Malines)? (Mi fermo agli anni '80, sennò torno a parlare del Genoa :D )...

1989: vinte Coppa dei Campioni (il Milan più forte di sempre, e senza dover avere una seconda squadra in panchina e una terza in tribuna...) e Coppa UEFA (il Napoli più forte di sempre, Maradona-Careca meravigliosi), finale in Coppa delle Coppe (la Samp ci arrivò sfiatata e non fu proprio all'altezza del Barcellona).

1990: vinte tutte e tre le coppe, Milan più maturo ma meno scintillante in Coppa dei Campioni, Sampdoria alla rivincita in Coppa delle Coppe (ma col ben più abbordabile - rispetto al precedente Barça - Anderlecht; comunque quel successo fu il prodromo dello storico scudetto che sarebbe venuto di lì a 12 mesi), e Juventus vincente in Coppa UEFA addirittura in una finale tutta italiana con la Fiorentina. Mancò (non di molto) il suggello del Mondiale, poche settimane più tardi. L'apice, in ogni caso, per il nostro calcio di club. È vero che all'epoca nelle coppe mancavano le inglesi, ma la caratura di quelle squadre non era comunque paragonabile a quella delle italiane.

Perché dico tutto questo? Perché, tra le altre cose di 30 anni fa che non torneranno più, ci sono i mercoledì. Chi li ha vissuti, sa di cosa parlo. Chi non li ha vissuti... peggio per lui. :D :D :D :angelo:
Buonanotte. :zzz:

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 5:21
da Montana Miller
Admin ha scritto:gli spazi per il vecchio Beppe si erano ristretti parecchio; certo quando mancava qualche pedina di centrocampo, o a volte di difesa, lui era lì pronto a fare il suo, schierato un paio di volte anche al posto di Brehme, per dire (cioè, fatico a pensare a due giocatori più diversi tra loro :D )


Non ricordo bene,ma può essere che quando mancasse Brehme a sinistra tornasse a giocare Mandorlini,titolare nel ruolo fino all'anno precedente,convertito in libero tanto quanto Matteoli posto davanti alla difesa dopo una carriera da mezz'ala/trequartista.Due grandi trovate di Trapattoni,che interscambiava i tre dietro e con Brehme sempre proiettato in avanti passava con facilità dal 4-4-2 al 3-5-2 durante la stessa partita.Serena se non mise la metà dei gol di testa poco ci manca.

Un punto in comune tra le varie epoche ci sarà sempre,si gioca in 11 per volta.L'Inter del Triplete in fin dei conti non ruotava molti più uomini,in 16 superarono le 20 presenze complessive,segno che quello delle rose chilometriche è una degenerazione che non ha fondamento tecnico ed è cosa soprattutto italiana.Barcellona e Real tutta questa rotazione non la fanno,in Spagna hanno la buona abitudine di avere un 11 titolare vero e poi vediamo.Anche quel Milan faceva giocare sempre i soliti,così come la Juve di Lippi non sforava oltre i 18.E quando le gerarchie non sono troppo chiare si verificano solo problemi,se si prende l'ultima Juve si nota che partì con 4 terzini forti,forse troppo:2 li ha già persi (Evrà e D.Alves),1 (Lichtsteiner) si è lamentato più volte e 1 (Alex Sandro) si guarda intorno.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 7:53
da chinaski89
Admin ha scritto:
Ma un sistema di finanziamento basato sul giocato delle scommesse come lo vedreste?


Parrebbe molto pericoloso, già si è saputo che certi eventi sportivi erano veritieri quanto il wrestling così, figurati se fossero solo le scommesse a finanziare il tutto..

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 15:06
da Montana Miller
In questa estate ci sono stati giocatori che hanno sofferto di problemi tra lo psicologico e lo psicosomatico:a Firenze per esempio tira una brutta aria,tra la diarrea di Bernardeschi e l'inquietudine di Kalinic,prontamente risolte una volta arrivati a Torino e Milano,città dall'eco sostenibilità superiori.

Niang rifiuta il confino in Siberia,farà bene o male?Voglio dire a Milano si prospetta tribuna di giorno e nottate all'Hollywood,a Mosca le ragazze non saranno tutte come la Sharapova ma la media non mi pare comunque da buttare.Una via di mezzo sarebbe la destinazione Torino,per quanto una Hollywood-Torino quotidiana è un poco scomoda.Bisogna vedere se c'ha il fisico di Inzaghi.

Keita una volta si fece dare in prova una Lamborghini,che siccome non sapeva guidare giustamente sfatasciò,guardandosi però bene dal ripagare i danni in quanto il venditore,siccome era un calciatore e si presumeva due lire ce le avesse,passò sopra il fatto non avesse compiuto i 21 anni obbligatori,non vedendosi quindi nemmeno risarcito.Però nel merito della sua questione ha ragione,come ce l'aveva Pandev ai tempi e tutti quegli nella medesima situazione.Peraltro la squadra prima l'ha dichiarato infortunato per giustificare una non convocazione e poi si lamenta se il giocatore non va più agli allenamenti.Delle due l'una.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 15:42
da Tranchée d'Arenberg
Montana Miller ha scritto:In questa estate ci sono stati giocatori che hanno sofferto di problemi tra lo psicologico e lo psicosomatico:a Firenze per esempio tira una brutta aria,tra la diarrea di Bernardeschi e l'inquietudine di Kalinic,prontamente risolte una volta arrivati a Torino e Milano,città dall'eco sostenibilità superiori.

Niang rifiuta il confino in Siberia,farà bene o male?Voglio dire a Milano si prospetta tribuna di giorno e nottate all'Hollywood,a Mosca le ragazze non saranno tutte come la Sharapova ma la media non mi pare comunque da buttare.Una via di mezzo sarebbe la destinazione Torino,per quanto una Hollywood-Torino quotidiana è un poco scomoda.Bisogna vedere se c'ha il fisico di Inzaghi.

Keita una volta si fece dare in prova una Lamborghini,che siccome non sapeva guidare giustamente sfatasciò,guardandosi però bene dal ripagare i danni in quanto il venditore,siccome era un calciatore e si presumeva due lire ce le avesse,passò sopra il fatto non avesse compiuto i 21 anni obbligatori,non vedendosi quindi nemmeno risarcito.Però nel merito della sua questione ha ragione,come ce l'aveva Pandev ai tempi e tutti quegli nella medesima situazione.Peraltro la squadra prima l'ha dichiarato infortunato per giustificare una non convocazione e poi si lamenta se il giocatore non va più agli allenamenti.Delle due l'una.


Caustico :diavoletto:

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 15:54
da cauz.
Admin ha scritto:Soluzioni? Onestamente, chissenefrega. Tutto ha un tempo. Una volta un'altra mente brillante del pallone (purtroppo troppo destrorso per i miei gusti), mi riferisco all'uomo che condivide il talamo con Martina Colombari, disse "non credo che tra 100 anni il calcio esisterà ancora". Ha (aveva) ragione lui.

Perché cercare soluzioni per qualcosa che, nelle nostre menti da bambini, ha già avuto il suo apice 30 anni fa? Nulla ci riporterà a quella roba. Nulla ci riporterà all'euforia (dice bene quasar) della casellina "Trattative" nei tabelloni del calciomercato dell'epoca.


perchè chi ha 10 anni più di te ti dirà che l'apice è stato 40 anni fa, e via andare. perchè ricordare il calcio di maradona quando ci sono stati prima crujff, pelè, di stefano e via andare? non credo che la nostalgia possa essere mai una soluzione. e sarebbe bello che qualcosa si formasse anche nelle menti da bambini di domani di chi è bambino ora.

soluzioni? onestamente non ne so trovare. ci capisco poco di calcio, ma molto meno di economia finanziaria, e il problema sta in questa, non certo in quanto accade sul rettangolo verde.

PS.
citi la casellina "trattative", ecco. io oggi inorridisco -non scelgo termini più lievi- quando sento parlare di calciomercato. mi è capitato di fare chiacchiere da bar con gente che commentava l'ennesima cessione con: "almeno abbiamo incassato 12 milioni!" o altri che si lamentavano non per una determinata cessione, ma perchè era avvenuta alla cifra da lui ritenuta sbagliata. a tutti questi ho sempre risposto chiedendo se li avesse guadagnati lui, o se il suo tifo fosse indirizzato alla fingiochi anzichè al genoa, di cui è proprietaria (ma il discorso è equivalente per ogni altra squadra, sia chiaro). oggi si fa quasi più tifo per il mercato che per il campionato stesso, c'è un canale televisivo nominalmente di sport che dedica tutte le sue trasmissioni solo alle campagne acquisti, ovviamente mischiando gossip e invenzioni di sana pianta, perchè il materiale è quello che è... siamo praticamente al voyeurismo, difficile distinguere il campionato dal "grande fratello". da questo punto di vista mi ritrovo molto nelle soluzioni ipotizzate da Winter. cominciare a limitare fortemente il mercato e le dimensioni delle rose (per riprendere il tuo discorso sul milan 1/2/3) sarebbe già un bel passo avanti. e non solo nel calcio (così torniamo a parlare di ciclismo).

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 17:03
da Montana Miller
cauz. ha scritto: c'è un canale televisivo nominalmente di sport che dedica tutte le sue trasmissioni solo alle campagne acquisti


Bisogna anche prenderle per quelle che sono,trasmissioni di costume,anche ridotti direi considerata la poca stoffa indosso alle ragazze.Tirano come quelle di cucine o dei carri da buoi più puri,lo scopo è fare spettatori sempre e comunque anche quando trattano politica e informazione,e peraltro sono sempre meglio di quelle di fattucchieri e maialate varie a pagamento.La casellina trattative pure andava presa per quella che era,roba che faceva colore prima che discussione.A tal proprosito mi ricordo un personaggio leggendario da bar,con un soprannome che era tutto un programma,"Il Maharaja",con il fratello "Sceriffo",che pronunciava i giocatori stranieri sempre letteralmente o con accenti improbabili,Michel,Butragueno,Protassòv,Coeman...hai voglia,li doveva prendere tutti l'Inter di cui era tifoso.L'avrei ascoltato per ore.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 17:52
da Slegar
Admin ha scritto:Perché dico tutto questo? Perché, tra le altre cose di 30 anni fa che non torneranno più, ci sono i mercoledì. Chi li ha vissuti, sa di cosa parlo. Chi non li ha vissuti... peggio per lui. :D :D :D :angelo:
Buonanotte. :zzz:

Troppo giovane per non aver vissuto l'epopea di Eurogoal.

A proposito di calcio-mercato; scopro adesso che il miglior colpo possibile l'ha messo a segno il Torino. Secondo o terzo posto in vista per i granata.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 18:20
da Montana Miller
Liberarsi di Hart e Iturbe,forse pure Maxi Lopez?O aver acquisito Ichazo e N'Koulou?Se si buttano pure su Ionita,possono fare una bella mediana di centrocampo con Rincon.Vabbeh,questa è vecchia.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 18:24
da Slegar
Montana Miller ha scritto:Liberarsi di Hart e Iturbe,forse pure Maxi Lopez?O aver acquisito Ichazo e N'Koulou?Se si buttano pure su Ionita,possono fare una bella mediana di centrocampo con Rincon.Vabbeh,questa è vecchia.

Se per vincere non ti puoi comperare gli arbitri (esclusiva Juve a quanto sembra) qual'è il settore dove si possono ottenere notevoli miglioramenti?

E qui mi fermo.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 18:28
da Admin
cauz. ha scritto:perchè chi ha 10 anni più di te ti dirà che l'apice è stato 40 anni fa, e via andare. perchè ricordare il calcio di maradona quando ci sono stati prima crujff, pelè, di stefano e via andare? non credo che la nostalgia possa essere mai una soluzione. e sarebbe bello che qualcosa si formasse anche nelle menti da bambini di domani di chi è bambino ora.


Ma non ne faccio una questione di nostalgismo fine a se stesso, eh (attitudine che peraltro non mi appartiene per nulla). Il mio è un discorso che parte dal dato sportivo (nei '70 non ci furono i successi internazionali degli '80, per dire) e culturale (nei '60 non c'era la stessa compenetrazione popolare tra calcio e popolo, esplosa letteralmente dopo Spagna '82 a livelli certo mai toccati prima), e prende in esame un cavallo al galoppo (il calcio italiano nel decennio '82-'91) confrontandolo con quello che successivamente si è fatto sempre più ronzinante... per questo dico che quello fu l'apice, una sublimazione di risultati, crescita, entusiasmo e partecipazione popolare per la quale non vedo riscontri né prima né dopo.

Tu suggerisci che forse domani potrà tornare quell'incanto?
Io dico di no, e lo dico non tanto per la deriva che ha preso il calcio (qualcuno potrebbe ipotizzare che tale deriva possa essere stoppata e invertita, io penso che no, ma né io né quel qualcuno abbiamo ragione o torto), quanto per gli aspetti culturali suggeriti da Winter: "oggi i ragazzi hanno altri interessi". Questo è clamorosamente vero.
Lo sport (non solo il calcio) continuerà a essere seguito e incentivato come qualche decennio fa? Se la risposta è "no", ciò conferma la mia tesi di irriproducibilità di quel momento.
Il discorso di Costacurta va proprio in questo senso: qual era il concetto dello sport 100 anni fa? Completamente diverso da quello odierno; e tra 100 anni sarà di nuovo completamente diverso, non sappiamo in quale direzione. Magari tutto sarà virtuale.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 18:32
da Admin
E comunque, secondo me se facciamo un sondaggio tra 40enni, 50enni, 60enni, 70enni, sarà molto facile che alla domanda "qual è stato oggettivamente il decennio più bello per il calcio italiano e il suo campionato?", la maggioranza di risposte sarà proprio "gli anni '80".

Possiamo provarci già qui in piccolo, sul forum.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 19:49
da Winter
Anni 80 tutta la vita
pero' forse ha ragione cauz.. eravamo bambini

me li ricordo anch'io quei mercoledi.. ;)

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: mercoledì 23 agosto 2017, 20:47
da antani
Inter facile, Prma in champions, e foggia si salva ,ciaop.s non so manco se ci son tutte ancora in serie a :D

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: giovedì 24 agosto 2017, 1:11
da Mister K
Montana Miller ha scritto:Liberarsi di Hart e Iturbe,forse pure Maxi Lopez?O aver acquisito Ichazo e N'Koulou?Se si buttano pure su Ionita,possono fare una bella mediana di centrocampo con Rincon.Vabbeh,questa è vecchia.


Si riferisce al nuovo responsabile sanitario, ovvero l'ex dottore di famosi mezzofondisti olimpionici e del Milan berlusconiano.
C'è da dire però che nel "secondo mandato" in rossonero dal 2012 al 2017 i risultati non siano stati proprio eccezionali. :diavoletto:
I tempi sono cambiati, e intanto il Toro pareggia col mediocre Bologna. Tempi di fair play finanziari e di Var, i Val(ori del sangue) non contano più...forse :fischio:

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: giovedì 24 agosto 2017, 3:33
da Montana Miller
Admin ha scritto: "qual è stato oggettivamente il decennio più bello per il calcio italiano e il suo campionato?"


Secondo me non esiste un discorso tecnico e oggettivo,ne esiste uno emotivo e personale.

Questi ricordi penso anch'io abbiano tanta soggettività legata magari all'infanzia,l'unico momento in cui si può avviare un discorso di tifo vero e proprio,al protagonismo della propria squadra,a un momento personale coinciso col seguire le partite dal vivo,anche a un discorso di carattere tecnico come fai tu e coincide con il mio,ma credo pure si abbia più o meno la stessa età.Mio papà però per esempio ti citerebbe magari gli anni 70 perché quel clima autarchico coincide con il proprio modo di intendere le cose,ed è stato l'unico periodo in cui andava allo stadio:il post chiusura delle frontiere aveva dato seguito a una grande rinascita dei giocatori italiani dopo 1 Mondiale saltato e un'inflazione di stranieri e oriundi che avevano fatto il proprio tempo.Berlusconi per esempio,nonostante i propri trascorsi anni 80-90,pare sia legato al Milan di Schiaffino,suo giocatore del cuore.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: giovedì 24 agosto 2017, 12:18
da nunziol
Montana Miller ha scritto:Avere Guardiola in squadra è proprio un affare,ai tempi del Barcellona appena arrivato ha fatto vendere Ronaldinho perché ritenuto finito.Poi ha avuto rapporti privilegiati con quel bidone di Yaya Toure,ha fatto scambiare Eto'o,che al Barcellona com'è noto ha dato pochissimo per Ibrahimovic,mandaro subito al Milan con una minus valenza che buttala via.Al Bayern fa perdere Mandzukic perché non era adatto al suo gioco e pure Tony Kroos,sul quale spero non abbia troppe responsabilità,solo il più forte centrocampista del mondo.Già allora,nel 2014 da campione del mondo.Poi litiga pure con Schweinsteiger,bandiera della squadra che per profilo e carriera se la gioca con Pirlo e Xavi come più forte centrocampista degli ultimi 15 anni.Va al City e non contento rompe le palle di nuovo a Yaya Tourè,che nel frattempo è diventato così scarso da giocarsela con i 3 citati sopra e lo mette ai margini della squadra,fa cacciare Joe Hart (effettivamente scarso) per far svenare la squadra con Claudio Bravo,di cui si stufa subito e fa sostituire con Ederson,che giustamente paga il doppio.In 2 anni una spesa di 60 milioni per 1 portiere più Joe Hart,che sarà scarso quanto volete,ma darlo a gratis quando è il portiere titolare della Nazionale non è proprio da furbi lo stesso.Quasi 60 milioni per il giovane centrale di difesa Stones,ma poi cerca Bonucci e chissà chi altro.Infine la chicca estiva di mettere 142 milioni o quelli che sono per i terzini,di cui 1 potrebbe fare molta panchina.E Kolarov,un trattore,più forte di tutti gli altri messi assieme,regalato alla Roma.Magari è antipatico pure lui.

In parte concordo in parte no

Su Ronaldinho ebbe ragione,a parte un paio di mesi buoni al Milan la sua carriera ad alti livelli è finita con Rijkaard
Mandzukic non è una grande prima punta,bravissimo tatticamente,si impegna ma non ha mai superato i 20 gol in stagione,il confronto con Lewandowski è impietoso
Schweinsteiger era finito,al Man Utd è stato disastroso e lo hanno spedito negli Usa dalla disperazione (e per me ci sono stati un casino di centrocampisti migliori di lui)
Kroos non c'entra nulla
Concordo sui portieri (anche se Ederson non è male,anzi) e sui terzini

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: giovedì 24 agosto 2017, 12:52
da Tranchée d'Arenberg
nunziol ha scritto:
Montana Miller ha scritto:Avere Guardiola in squadra è proprio un affare,ai tempi del Barcellona appena arrivato ha fatto vendere Ronaldinho perché ritenuto finito.Poi ha avuto rapporti privilegiati con quel bidone di Yaya Toure,ha fatto scambiare Eto'o,che al Barcellona com'è noto ha dato pochissimo per Ibrahimovic,mandaro subito al Milan con una minus valenza che buttala via.Al Bayern fa perdere Mandzukic perché non era adatto al suo gioco e pure Tony Kroos,sul quale spero non abbia troppe responsabilità,solo il più forte centrocampista del mondo.Già allora,nel 2014 da campione del mondo.Poi litiga pure con Schweinsteiger,bandiera della squadra che per profilo e carriera se la gioca con Pirlo e Xavi come più forte centrocampista degli ultimi 15 anni.Va al City e non contento rompe le palle di nuovo a Yaya Tourè,che nel frattempo è diventato così scarso da giocarsela con i 3 citati sopra e lo mette ai margini della squadra,fa cacciare Joe Hart (effettivamente scarso) per far svenare la squadra con Claudio Bravo,di cui si stufa subito e fa sostituire con Ederson,che giustamente paga il doppio.In 2 anni una spesa di 60 milioni per 1 portiere più Joe Hart,che sarà scarso quanto volete,ma darlo a gratis quando è il portiere titolare della Nazionale non è proprio da furbi lo stesso.Quasi 60 milioni per il giovane centrale di difesa Stones,ma poi cerca Bonucci e chissà chi altro.Infine la chicca estiva di mettere 142 milioni o quelli che sono per i terzini,di cui 1 potrebbe fare molta panchina.E Kolarov,un trattore,più forte di tutti gli altri messi assieme,regalato alla Roma.Magari è antipatico pure lui.

In parte concordo in parte no

Su Ronaldinho ebbe ragione,a parte un paio di mesi buoni al Milan la sua carriera ad alti livelli è finita con Rijkaard
Mandzukic non è una grande prima punta,bravissimo tatticamente,si impegna ma non ha mai superato i 20 gol in stagione,il confronto con Lewandowski è impietoso
Schweinsteiger era finito,al Man Utd è stato disastroso e lo hanno spedito negli Usa dalla disperazione (e per me ci sono stati un casino di centrocampisti migliori di lui)
Kroos non c'entra nulla
Concordo sui portieri (anche se Ederson non è male,anzi) e sui terzini


Concordo in buona parte con Montana. Al City Guardiola sta da dando il peggio, almeno dal punto di vista del mercato che fa fare alla società. La gestione dei portieri è semplicemente stata ridicola. Ci sta che mandi via Hart (a quanto pare perchè non è buono coi piedi), ma non per andare a prendere uno più scarso come Bravo che poi è finito in panchia per far giocare un forse ancora più scarso come Caballero.
Stones è stato pagato 56 mln e qualcuno qui del forum mi diceva che è diventato una specie di barzelletta in premier. Le cifre spese per i terzini sono folli.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 3:53
da Montana Miller
Ronaldinho al Milan ha segnato 8 e 12 gol,cifre non banali in Serie A se non si agisce da prima punta,basta vedere l'ultimo anno di Dybala che in posizione analoga si è fermato a 11.E contribuito a portare la squadra a 2 piazzamenti Champions sfuggiti l'anno precedente il proprio arrivo,per cui direi che una certa continuità l'ha fornita.Poi che il meglio l'avesse già dato è oggettivo.

Valutare elementi come Mandzukic,Diego Costa o lo stesso Benzema,che a Madrid ha raggiunto i 20 gol in campionato in 2 occasioni su 8 dal numero di gol totali secondo me è molto parziale,sono giocatori vincenti tipici della grande squadra ben più di tanti realizzatori dai numeri più cospicui:con il loro giocare spalle alla porta consentono ai compagni di avanzare perché con la loro forza fisica sanno difendere la palla,poi giocando di sponda consentono altri attaccanti di segnare molti gol.Danno apporto anche in fase difensiva.A Guardiola dubito piacesse pure il polacco,il suo modello è uno che gioca più alto e scambia la palla con i compagni,daltronde ha scartato pure Eto'o e Ibrahimovic.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 9:31
da Strong
utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio
so che potrebbe non essere facile da capire ma è un pò come quando hai troppa figa...poi va a finire che quasi non la desideri più.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 9:35
da Tranchée d'Arenberg
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio
so che potrebbe non essere facile da capire ma è un pò come quando hai troppa figa...poi va a finire che quasi non la desideri più.


riempire gli stadi è cosa più che buona, a patto che ci siano stadi decenti. Ad oggi quanti ce ne stanno in serie A? Stadium, San Siro, Marassi (vecchio ma bello)...Dacia Arena. Poi?

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 9:53
da Strong
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio
so che potrebbe non essere facile da capire ma è un pò come quando hai troppa figa...poi va a finire che quasi non la desideri più.


riempire gli stadi è cosa più che buona, a patto che ci siano stadi decenti. Ad oggi quanti ce ne stanno in serie A? Stadium, San Siro, Marassi (vecchio ma bello)...Dacia Arena. Poi?


quella degli stadi nuovi mi sembra una scusa bella e buona.
chi ha passione e chi è interessato va allo stadio anche se ci sono i tubi innocenti (purchè siano garantiti gli standard minimi di sicurezza)

l'esempio dell'udinese è lampante. stadio nuovo e bello (a mio parere) e pochi spettatori (ci sarebbero da guardare le media ma anche a sensazione non dovrei sbagliare.

la soluzione non è fare lo stadio nuovo ma (ri)creare interesse. poi quando gli stadi saranno pieni si potrà anche pensare di rifarli
ma se ad udine ci vanno 10000 persone (quando va bene) che senso ha fare uno stadio nuovo ?
ad oggi vedere la tua squadra è troppo a "portata di mano" (con sky, mediaset e streaming vari)


parma ha fatto più di 10.000 abbonati sia in D che in lega pro e lo stadio è sempre quello degli anni '90
li ha fatti perchè sono stati bravi a ricreare interesse, per i prezzi bassi, ma anche perchè era l'unico modo per vedere le partite

quest'anno in serie B (ed oggi inizia il campionato) non si arriva ad 8000

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 10:07
da Montana Miller
Cose da pazzi.Reina forse va al PSG.Per soldi?Ni.
Il giorno della festa della squadra per la chiusura del Campionato,Aurelio ha detto alla moglie del portiere che questi c'ha le * così,come direbbe un mio amico che fa uso di sineddoche e non solo di quelle,ma anziché gongolare per il complimento del presidente solitamente parco,si è offeso a morte.La gente è proprio strana.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 10:19
da Basso
Strong ha scritto:l'esempio dell'udinese è lampante. stadio nuovo e bello (a mio parere) e pochi spettatori (ci sarebbero da guardare le media ma anche a sensazione non dovrei sbagliare.

la soluzione non è fare lo stadio nuovo ma (ri)creare interesse. poi quando gli stadi saranno pieni si potrà anche pensare di rifarli
ma se ad udine ci vanno 10000 persone (quando va bene) che senso ha fare uno stadio nuovo ?
ad oggi vedere la tua squadra è troppo a "portata di mano" (con sky, mediaset e streaming vari)

Ehm... almeno le basi, suvvia! Udinese-Chievo è stata l'unica partita in cui gli spettatori allo stadio erano in maggioranza rispetto a quelli in tv

Immagine

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 10:34
da Strong
Basso ha scritto:
Strong ha scritto:l'esempio dell'udinese è lampante. stadio nuovo e bello (a mio parere) e pochi spettatori (ci sarebbero da guardare le media ma anche a sensazione non dovrei sbagliare.

la soluzione non è fare lo stadio nuovo ma (ri)creare interesse. poi quando gli stadi saranno pieni si potrà anche pensare di rifarli
ma se ad udine ci vanno 10000 persone (quando va bene) che senso ha fare uno stadio nuovo ?
ad oggi vedere la tua squadra è troppo a "portata di mano" (con sky, mediaset e streaming vari)

Ehm... almeno le basi, suvvia! Udinese-Chievo è stata l'unica partita in cui gli spettatori allo stadio erano in maggioranza rispetto a quelli in tv

Immagine


la media spettatori dell'udine se nel 2016 è stata di 10000 (lo stadio NUOVO di zecca ne contiene 25000)
ora dimmi, basso? o cosa è servito fare lo stadio nuovo? non certo per portare più gente allo stadio

il dato che hai riportato dice e serve a poco "giuseppe maria per la precisione" :D
quei 7000 + gli eventuali x sugli streaming dovrebbero essere allo stadio e non in casa davanti ad un monitor.
ovvio che se non ci sono alternative oltre allo stadio, parte di quelli rinuncerà e parte comprerà il biglietto oppure si abbonerà
ma in ogni caso avrà interesse crescente per la propria squadra perchè l'unico momento di "contattto" potrà essere quello dello stadio.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 10:37
da Montana Miller
Se alle squadre italiane si tolgono o si rivedono per difetto i soldi dei diritti Tv finisce malissimo...rappresentano largamente la fetta più grossa della percentuale del fatturato.Che poi in Inghilterra,dove è vero non trasmettono tutte le partite ma le grandi squadre hanno un'esposizione assoluta o quasi,gli stadi sono comunque sempre pieni.In Italia si è perso il concetto dello spettacolo dal vivo,magari sono cambiate le abitudini,forse gli stadi di Calcio...non sono stadi Calcio.Oltre alle tangenti che volarono,quando venne fatta la spesa per le ristrutturazioni degli stadi in previsione dei Mondiali di Italia 90,fu concessa all'allora presidente IAAF Primo Nebiolo che gli stadi avessero tutti la pista di Atletica.E pagare un sacco di soldi per vedere da distanze astronomiche a tanti non va.Solo dopo ritengo sia sopravvenuto un discorso di abitudine culturale.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 11:52
da cauz.
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio


concordo, tuttalpiù lasciare un anticipo e un posticipo in tv (come mi pare sia stato per qualche tempo).
per farlo però è necessario rendere gli stadi accessibili, che non significa rifarli (questo è da sempre il grande progetto dei palazzinari) ma quantomeno cominciare a togliere tessere del tifoso, tornelli, vendite anticipate e tutti gli altri orpelli che hanno reso più facile andare a trovare un amico in galera che andare a vedere una partita di pallone.

il problema è che tagliando i soldi dei diritti, come già è stato detto, si toglie di fatto le squadre italiane dal confronto internazionale.o in alternativa si ingigantisce il divario tra grandi (che guadagnerebbero all'estero) e piccole. insomma, il provvedimento avrebbe senso solo se su scala europea. e questo non è pensabile.

stavo pensando invece se non si potesse fare un'operazione tipo quella che fanno con le olimpiadi, mettendo per ogni giornata una partita "in chiaro" sui canali rai, naturalmente la domenica sera. avverrebbe a rotazione per far vedere tutte le squadre e scardinerebbe un po' il fortino della pay-tv (vero che ormai tutti le guardano sugli streaming pirata, ma è ovvio che non è la stessa cosa). è chiaro che sky non concederebbe mai questa cosa, ma penso si possa inserire a livello contrattuale come fatto appunto per altri eventi.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 12:33
da UribeZubia
Strong ha scritto:
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio
so che potrebbe non essere facile da capire ma è un pò come quando hai troppa figa...poi va a finire che quasi non la desideri più.


riempire gli stadi è cosa più che buona, a patto che ci siano stadi decenti. Ad oggi quanti ce ne stanno in serie A? Stadium, San Siro, Marassi (vecchio ma bello)...Dacia Arena. Poi?


quella degli stadi nuovi mi sembra una scusa bella e buona.
chi ha passione e chi è interessato va allo stadio anche se ci sono i tubi innocenti (purchè siano garantiti gli standard minimi di sicurezza)

l'esempio dell'udinese è lampante. stadio nuovo e bello (a mio parere) e pochi spettatori (ci sarebbero da guardare le media ma anche a sensazione non dovrei sbagliare.

la soluzione non è fare lo stadio nuovo ma (ri)creare interesse. poi quando gli stadi saranno pieni si potrà anche pensare di rifarli
ma se ad udine ci vanno 10000 persone (quando va bene) che senso ha fare uno stadio nuovo ?
ad oggi vedere la tua squadra è troppo a "portata di mano" (con sky, mediaset e streaming vari)


parma ha fatto più di 10.000 abbonati sia in D che in lega pro e lo stadio è sempre quello degli anni '90
li ha fatti perchè sono stati bravi a ricreare interesse, per i prezzi bassi, ma anche perchè era l'unico modo per vedere le partite

quest'anno in serie B (ed oggi inizia il campionato) non si arriva ad 8000


Concordo con Strong. Negli anni 70-80 andavo spesso allo stadio, sia a San Siro che a Bergamo (uno dei peggiori stadi d'Italia). E mi divertivo, eccome.
I prezzi erano molto più accessibili di adesso, e personalmente il caro-prezzi è uno dei fattori preponderanti nel mio scegliere di non andare più allo stadio.
Per contro mi rifiuto di dare soldi alle pay-tv. e quindi anche se a malincuore mi tocca fare di necessità virtù ed accontentarmi di quello che offre mamma Rai.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 13:40
da dietzen
il concetto è giusto, ma irrealizzabile.
la maggior parte delle squadre di serie A senza i soldi delle tv non è che non sarbbero più competitive in europa, sarebbero proprio a rischio fallimento.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 13:47
da Strong
cauz. ha scritto: ....cominciare a togliere tessere del tifoso,....


non sono informatissimo ma credo di aver sentito che è già stata tolta...può essere?

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 14:05
da cauz.
Strong ha scritto:
cauz. ha scritto: ....cominciare a togliere tessere del tifoso,....


non sono informatissimo ma credo di aver sentito che è già stata tolta...può essere?


verrà abolita "gradualmente" nei prossim tre anni. non so cosa significhi la gradualità, forse ci sono tre anni di tempo per adeguarsi, ma è stata talmente un flop che immagino tutti lo faranno in breve tempo. in realtà da quanto ho capito resterà obbligatoria solo per le partite considerate "a rischio", il che però è una tale assurdità che non credo reggerà a lungo dal punto di vista legale.

ma la novità più importante, se confermata, potrebbe essere il ritorno alla vendita libera, ovvero alla possibilità di comprare il biglietto anche a pochi minuti dall'inizio della partita, che è poi l'incentivo migliore per riportare allo stadio i tanti tifosi occasionali che si erano visti bloccati dai troppi ostacoli.

come sempre c'è un lato B oscuro, però. le squadre avranno libertà di revocare gli abbonamenti a piacere. questa è un altra cosa che un buon avvocato credo possa far saltare con facilità, ma i tempi saranno lunghi. le vittime di tutto ciò però, non che io voglia disinteressarmene, non saranno appunto i tifosi occasionali. si mette da una parte per togliere dall'altra. non è un gran sistema, la logica è quella della coperta corta, ma tutto sommato lo ritengo un passo avanti.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 15:22
da Strong
dietzen ha scritto:il concetto è giusto, ma irrealizzabile.
la maggior parte delle squadre di serie A senza i soldi delle tv non è che non sarbbero più competitive in europa, sarebbero proprio a rischio fallimento.


certo, ancor più irrealizzabile se pensiamo che comporterebbe la chiusura di sky italia.
però, visto che è giusto guardare avanti e non indietro, il prossimo step potrebbe essere realmente una superlega europea.

2/3 squadre per nazione faranno un campionato europeo a 18/20 squadre e le altre si contenderanno il campionato nazionale
a questo punto si potrà porre un punto 0 per la lega nazionale e si potrà ripartire con il calcio solo alla stadio o con in chiaro solo qualche partita come diceva cauz.

se ci pensiamo forse solo la premier ha ancora un certo appeal a livello nazionale.

liga
serie a
bundesliga
ligue1

stanno piano piano diventando tornei ridicoli

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: venerdì 25 agosto 2017, 19:03
da chinaski89
cauz. ha scritto:
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio


concordo, tuttalpiù lasciare un anticipo e un posticipo in tv (come mi pare sia stato per qualche tempo).
per farlo però è necessario rendere gli stadi accessibili, che non significa rifarli (questo è da sempre il grande progetto dei palazzinari) ma quantomeno cominciare a togliere tessere del tifoso, tornelli, vendite anticipate e tutti gli altri orpelli che hanno reso più facile andare a trovare un amico in galera che andare a vedere una partita di pallone.

il problema è che tagliando i soldi dei diritti, come già è stato detto, si toglie di fatto le squadre italiane dal confronto internazionale.o in alternativa si ingigantisce il divario tra grandi (che guadagnerebbero all'estero) e piccole. insomma, il provvedimento avrebbe senso solo se su scala europea. e questo non è pensabile.

stavo pensando invece se non si potesse fare un'operazione tipo quella che fanno con le olimpiadi, mettendo per ogni giornata una partita "in chiaro" sui canali rai, naturalmente la domenica sera. avverrebbe a rotazione per far vedere tutte le squadre e scardinerebbe un po' il fortino della pay-tv (vero che ormai tutti le guardano sugli streaming pirata, ma è ovvio che non è la stessa cosa). è chiaro che sky non concederebbe mai questa cosa, ma penso si possa inserire a livello contrattuale come fatto appunto per altri eventi.


Beh c'è anche da dire che per certe tifoserie altro che tornelli ci vorrebbero, non so cosa non abbia funzionato, ma l'idea alla base non mi pareva campata per aria, in ogni caso è vero che allo stadio è molto più bello vedersi la partita, ma io trovo molto comoda l'offerta televisiva, quando non avevo Sky andavo al bar e finita lì, se qualche Don Chisciotte prendesse un provvedimento simile ne sarei oltremodo contrariato. Poi a vedermi qualche partitone ci vado volentierissimo allo stadio (non in curva però, non si vede una mazza e si è spesso circondati da individui sgradevoli), ma un Milan-Crotone manco se mi stipendiano sinceramente, mentre sul divano me la vedo volentieri

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 3:59
da Montana Miller
Strong ha scritto:il prossimo step potrebbe essere realmente una superlega europea.

2/3 squadre per nazione faranno un campionato europeo


Nel caso in cui le grandi leghe europee decidessero di uscire veramente dall'UEFA credo non lo farebbero mai per avere solo 2-3 squadre a testa in un ipotetico nuovo formato,anzi credo piuttosto rinforzerebbero numericamente la propria presenza a 4 se non 5 squadre per i 4 campionati principali,con 12-16 posti rimanenti a beneficio degli altri.Nel Basket hanno virato per una regular season a 30 partite e la qualità delle partite si è fatta meno tirata,senza però rinunciare all'eliminazione diretta,indispensabile sia sotto il profilo tecnico che economico.Avevo pensato anch'io un'idea del genere,ma a pensarci bene la formula attuale non credo cambierebbe e quella della prossima stagione trovo sia un buon compromesso.L'ancora vigente discorso del diritto sportivo,che ha vincolato per anni qualunque innovazione,trovava riscontro solo perché qualcuno ha interessi particolari,in sede di voto d'altronde hanno delegati pure le pulci,ma per fortuna questo impasse è stato almeno parzialmente superato.

Come si è visto nel sorteggio degli ultimi gironi di Champions di posti se ne trovano...i Qarabag della situazione diciamo che potrebbero pure accomodarsi per somma soddisfazione di tutti.Riempire lo stadio con gente del genere sarà impresa ardua.Così come con Maribor,Apoel e lo stesso Basilea,gente che non c'entra niente né tecnicamente né storicamente a questi livelli,con noi che dobbiamo lasciare 1 posto.Che per tanti anni sono stati pure 2.Mi pare il minimo che quel sistema saltasse,anzi c'è voluto pure troppo.E 3 posti ai portoghesi,uguale a noi,pure non esiste proprio.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 4:18
da Montana Miller
Per curiosità,sono andato a vedere quanti spettatori ha fatto l'Udinese negli ultimi anni in cui ha usufruito del "Friuli" prima dei lavori di restauro e quanti ne produce adesso rinominato "Dacia Arena":nella stagione 2012-2013,con la squadra che dimostrò un livello di competitività superiore rispetto ad adesso concludendo il campionato al 5' posto dopo il 3' dell'anno precedente,dettaglio che non sottovaluterei,ebbe una media di 15.606.Scesa a 14.252 l'anno seguente,ultimo anno del vecchio Friuli completamente disponibile.Nel 2015-2016,con il nuovo stadio disponibile solo per il girone di ritorno,gli spettatori sono risaliti a 16.209.L'ultimo anno a Dacia Arena completamente disponibile 17.878.Oltre 3600 spettatori di media in più rispetto all'ultima esperienza con il vecchio stadio.Per trovare una media superiore bisogna risalire alla stagione 2011-2012,quando la squadra terminò al 3' posto in classifica ed ebbe una media di 18.595,di cui 3.724 paganti contro gli oltre 7.000 della stagione scorsa quando gli abbonati sono stati 10.774.Mi sembrano numeri significativi,avere un vero stadio da Calcio conviene alle società calcistiche non ad altri soggetti,non vedere una partita dalla ionosfera vuol dire tanto.Basti vedere che medie faceva la Juve negli ultimi anni al Delle Alpi,cifre talmente ridicole da far ideare il nuovo stadio con una capienza ridotta,convinti fosse diventato impossibile riempirlo più di tanto.23.039 nel 2005-2006,39.936 l'ultimo anno.Sossoldi.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 4:51
da Deadnature
cauz. ha scritto:
Strong ha scritto:utopia pura ma per ridare lustro al calcio italiano, parere mio, basterebbe dare un taglio netto alla visione delle partite in tv.
tutti allo stadio

concordo, tuttalpiù lasciare un anticipo e un posticipo in tv (come mi pare sia stato per qualche tempo).
per farlo però è necessario rendere gli stadi accessibili, che non significa rifarli (questo è da sempre il grande progetto dei palazzinari) ma quantomeno cominciare a togliere tessere del tifoso, tornelli, vendite anticipate e tutti gli altri orpelli che hanno reso più facile andare a trovare un amico in galera che andare a vedere una partita di pallone.

Io vado a vedere il Bologna in media un paio di volte all'anno: non ho la tessera del tifoso, a volte compro i biglietti allo stadio, a volte in prevendita. Davvero ci sono squadre che non vendono i biglietti il giorno della partita?

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 12:03
da udra
I biglietti il giorno stesso della partita li vendono sempre. Per dire, il giorno del preliminare contro lo Shkendija si sono venduti 3000 biglietti circa nelle 3 ore prima del match.
Io, in un Como Salernitana di due anni fa, sono riuscito a entrare all'inizio del secondo tempo anche :D .
Ormai con le biglietterie online trovo uno spreco di tempo andare allo stadio senza aver già fatto un biglietto oppure dover andare in sede.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 12:22
da cauz.
in realtà dipende dalle partite... e dalle squadra. per alcune è concessa la vendita libera, per altre no.
alcune squadre ti chiedono il documento in originale, per altre basta la fotocopia, per altre ancora vale la delega... insomma, grande è la confusione.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 12:52
da Winter
Montana Miller ha scritto:Per curiosità,sono andato a vedere quanti spettatori ha fatto l'Udinese negli ultimi anni in cui ha usufruito del "Friuli" prima dei lavori di restauro e quanti ne produce adesso rinominato "Dacia Arena":nella stagione 2012-2013,con la squadra che dimostrò un livello di competitività superiore rispetto ad adesso concludendo il campionato al 5' posto dopo il 3' dell'anno precedente,dettaglio che non sottovaluterei,ebbe una media di 15.606.Scesa a 14.252 l'anno seguente,ultimo anno del vecchio Friuli completamente disponibile.Nel 2015-2016,con il nuovo stadio disponibile solo per il girone di ritorno,gli spettatori sono risaliti a 16.209.L'ultimo anno a Dacia Arena completamente disponibile 17.878.Oltre 3600 spettatori di media in più rispetto all'ultima esperienza con il vecchio stadio.Per trovare una media superiore bisogna risalire alla stagione 2011-2012,quando la squadra terminò al 3' posto in classifica ed ebbe una media di 18.595,di cui 3.724 paganti contro gli oltre 7.000 della stagione scorsa quando gli abbonati sono stati 10.774.Mi sembrano numeri significativi,avere un vero stadio da Calcio conviene alle società calcistiche non ad altri soggetti,non vedere una partita dalla ionosfera vuol dire tanto.Basti vedere che medie faceva la Juve negli ultimi anni al Delle Alpi,cifre talmente ridicole da far ideare il nuovo stadio con una capienza ridotta,convinti fosse diventato impossibile riempirlo più di tanto.23.039 nel 2005-2006,39.936 l'ultimo anno.Sossoldi.

Non so se sia molto redditizio farsi lo stadio..
Interessante analisi sull'Udinese e la dacia arena
http://www.calcioefinanza.it/2017/03/10 ... vo-stadio/
in teoria dovrebbe incominciare ad incassare nel 2022-2023..
anche se , a mio avviso , i ricavi son molto ottimistici :D

Ricordo che la stragrande maggioranza delle squadre americane delle 4 leghe pro non è proprietaria degli stadi
e non si sogna minimanente di averli
Preferisce ricattare le amministrazioni locali (se non mi fate uno stadio nuovo .. porto la squadra altrove)
che costruirselo

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 13:39
da quasar
Winter ha scritto:Non so se sia molto redditizio farsi lo stadio.

Vallo a dire a Mr Pallotta.
Unico motivo per cui ha deciso di rilevare l'AS Roma.
Roma non è Udine, certamente, ma da profano in materia economica fatico comunque a pensare a come eventuali ricavi potrebbero giustificare quel progetto sfarzoso è ambizioso che sinora la dirigenza americana non ha potuto (a detta loro) avviare.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 13:55
da Winter
Io parlavo di stadio
non di speculazione edilizia :D
come mai i Boston celtics (dove è socio..) non hanno il palazzetto di proprietà? E non ne fa uno tutto per loro?

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 14:02
da quasar
Neppure quello della Roma apparterrebbe alla società sportiva.
La proprietà sarebbe di una società esterna (cioè di Pallotta) con la società sportiva Roma che risulterebbe affittuaria.
Sino a quando Pallotta risulterà essere anche proprietario della società sportiva nessun problema.
Ma se decidesse di vendere la Roma?
Il vero grosso nodo della questione stadio - Roma è questo. Non tanto la presunta speculazione edilizia.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 14:05
da Winter
Già .. :diavoletto: ma chi stabilisce l affitto?

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 14:37
da quasar
Appunto.
Ignoro se in questi casi esistano dei vincoli da rispettare che limitino la richiesta del privato che assegna in concessione una struttura sportiva.
Che poi non si tratta di sola attività sportiva. Il grosso dei ricavi deriverebbe da altro (le famosi torri per il momento "tagliate" dal progetto, uffici),e comunque dubito che verrebbero poi investiti sotto forma di ricapitalizzazione nella società sportiva.

Tornando al calcio giocato, stasera probabilmente saccheggierete l'Olimpico. Perisic farà terrà bruciata a sinistra (sulla nostra corsia di destra).
Ma inizio ad intravedere Lucio già un tantino insofferente alla stampa milanese.
Piccole cose eh, scaramucce, ma anche a Roma aveva iniziato così per poi degenerare nel corso dei mesi.
Lui come maestro di calcio non si discute. Se dovesse trovare un equilibrio con l'ambiente vi farà divertire.
Se poi dovessero regalargli un centrale difensivo di scorta sarebbe ancora meglio :D

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 18:08
da Tranchée d'Arenberg
Ottima la var. In Genoa-Juve viene assegnato un giusto rigore alla squadra di casa. Peccato che Galabinov fosse in fuorigioco.

:gluglu: :grr:

A partire invertite, sarebbe scoppiata la guerra civile

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 18:20
da Deadnature
A me sembra uno strumento molto utile, invece. Queste settimane sono utili per risolvere alcuni difetti (ad esempio sul rigore contro la Juve forse c'è stato un attimo di frenesia nella decisione, anche se vorrei vedere delle immagini del fuorigioco non postate da account Twitter juventini, prima di giudicare), ma credo che i pro siano assai più dei contro.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 18:23
da Montana Miller
quasar ha scritto:
Winter ha scritto:Non so se sia molto redditizio farsi lo stadio.

Vallo a dire a Mr Pallotta.
Unico motivo per cui ha deciso di rilevare l'AS Roma.
Roma non è Udine, certamente, ma da profano in materia economica fatico comunque a pensare a come eventuali ricavi potrebbero giustificare quel progetto sfarzoso è ambizioso che sinora la dirigenza americana non ha potuto (a detta loro) avviare.


Quando Lebron James tornò a Cleveland nel 2014,si disse che la zona circostante la città,dove il proprietario,già padrone del palazzetto due interessi doveva averli,avrebbe fatto registrare un indotto di circa 500 milioni di dollari extra.Potrebbe essere questa la ragione per cui Pallotta e gli altri vogliono avere lo stadio di proprietà,il cui modello è ovviamente il Calcio Inglese,dove rappresenta per i top team una voce importante del fatturato,calcolando peraltro solo il prezzo dei biglietti e non chissà quanti altri interessi ramificati.Gli USA sono un altro mondo,il fatto che le squadre vengano indicate come franchigie e non come team,club et similia,è perché devono produrre profitto come una qualsiasi azienda,e se le condizioni nel tempo vengono a mutare e non lo permettono più,proprietario e gestori del "Circo" possono tranquillamente decidere di andare a itinerare da un'altra parte.Con buona pace della città che li ospita.

Basti pensare che i campioni in carica dei Golden State Warriors,indicati ufficialmente come una 3 franchigie originarie sin dalla prima stagione,hanno iniziato a Philadelphia per poi passare a San Francisco e infine a Oakland.Ora torneranno nuovamente a San Francisco.I Lakers di Los Angeles si chiamano così perché nella zona era pieno di laghi.A Minneapolis però.I Jazz dello UTAH partirono da New Orleans,mentre per quanto riguarda la Storia degli Hornets mi sono perso pure io.Situazioni a livello europeo irrealizzabili,dove viceversa gli interessi per così dire "limitrofi" rimarrebbero vita natural durante.

In un contesto del genere,dove tu sei proprietario di una casa in un contesto condominiale dove le regole sono quantomai stringenti e l'amministratore ha di fatto potere di esproprio per le città (Seattle,Vancouver e Charlotte),di forzare una vendita per comportamenti sconvenienti del tutto privati (Clippers e Atlanta),vincolare a sè il mercato (New Orleans),o costringere a spendere più di quanto si abbia intenzione di fare (Philadelphia),si capisce che essere anche proprietari del palazzetto non sempre conviene.E mi sono limitato all'Era Stern/Silver degli ultimi 30 anni.La Storia degli attuali Brooklyn Nets la risparmio,una diaspora senza fine,però il proprietario detiene a propria volta sia i diritti della franchigia che del palazzetto che ne ospita le partite.

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 19:04
da Winter
Ho controllato gli stadi della NFL

su 32 squadre
solo 7 son proprietarie delle stadio (gli stadi son 6 perche' il giants stadium è in coproprieta' tra Jets e Giants)
4 pagano l'affitto ad un'altra societa'
21 son di proprietà dello stadio

Tutte le varie leghe professionistiche copiano nfl (ma son lontanissimi dai loro utili)

Re: Ti amo campionato (perché non sei falsato) ed. 2017-2018

Inviato: sabato 26 agosto 2017, 19:09
da Deadnature
Deadnature ha scritto:A me sembra uno strumento molto utile, invece.


Ecco, appunto. Grazie VAR.