Fatti di Politica 2020

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » sabato 4 gennaio 2020, 11:09

Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo che all'epoca dell'elezione di Trump, qualche esperto di politica internazionale afferente all'area grillino-sovranista ci aveva spiegato che Trump, a differenza della Clinton e di Obama, non era guerrafondaio.

Buon anno e buona guerra a tutte e tutti


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)


GiacomoXT
Messaggi: 1638
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da GiacomoXT » sabato 4 gennaio 2020, 11:50

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 11:09
Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo che all'epoca dell'elezione di Trump, qualche esperto di politica internazionale afferente all'area grillino-sovranista ci aveva spiegato che Trump, a differenza della Clinton e di Obama, non era guerrafondaio.

Buon anno e buona guerra a tutte e tutti
Mi sembra un vaghissimo riferimento a questo: shorturl.at/bcpTW (primo risultato di Google avendo ricercato "di battista trump politica estera" :diavoletto:).


FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo

Oude Kwaremont
Messaggi: 1609
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » sabato 4 gennaio 2020, 14:11

Difatti Trump è tutto fuorchè un guerrafondaio. Quello che ha realizzato in questi tre anni in Corea del Nord, Siria, Venezuela potrebbero essere dimostrazioni sufficienti. Potrebbero... vero che i fatti di ieri potrebbero far crollare tutto quanto, ma l' impressione è che Trump sia stato costretto a a fare un gesto inconsulto, vedendosi mettere con le spalle al muro.



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » sabato 4 gennaio 2020, 17:35

Nelle piccole cose di casa nostra, il 2020 si apre con il rinvio a giudizio dell'ex sindaco di Visso e poi scelto da Salvini come testimonial per la Lega dell'attività a sostengo delle zone colpite dal terremoto del 2016. É accusato di aver indirizzato alcune donazioni non al Comune ma direttamente a due società (una sua e una di un suo amico)



Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5640
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da jerrydrake » sabato 4 gennaio 2020, 20:21

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 11:09
Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo che all'epoca dell'elezione di Trump, qualche esperto di politica internazionale afferente all'area grillino-sovranista ci aveva spiegato che Trump, a differenza della Clinton e di Obama, non era guerrafondaio.

Buon anno e buona guerra a tutte e tutti
Se gli Iraniani non sanno stare agli scherzi, sarà mica colpa di Trump? :diavoletto:

Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà. Ma sono ottimista:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico trufferà Sanders e candiderà la marionetta Biden
3) Trump vincerà le elezioni per dispersione e non scatenerà la III Guerra Mondiale




Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » sabato 4 gennaio 2020, 21:09

jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 20:21
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 11:09
Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo che all'epoca dell'elezione di Trump, qualche esperto di politica internazionale afferente all'area grillino-sovranista ci aveva spiegato che Trump, a differenza della Clinton e di Obama, non era guerrafondaio.

Buon anno e buona guerra a tutte e tutti
Se gli Iraniani non sanno stare agli scherzi, sarà mica colpa di Trump? :diavoletto:

Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà. Ma sono ottimista:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico trufferà Sanders e candiderà la marionetta Biden
3) Trump vincerà le elezioni per dispersione e non scatenerà la III Guerra Mondiale
Belle prospettive per il 2020. Finisco di bere e mi impicco, va


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5640
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da jerrydrake » sabato 4 gennaio 2020, 22:20

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 21:09
jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 20:21
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 11:09
Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo che all'epoca dell'elezione di Trump, qualche esperto di politica internazionale afferente all'area grillino-sovranista ci aveva spiegato che Trump, a differenza della Clinton e di Obama, non era guerrafondaio.

Buon anno e buona guerra a tutte e tutti
Se gli Iraniani non sanno stare agli scherzi, sarà mica colpa di Trump? :diavoletto:

Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà. Ma sono ottimista:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico trufferà Sanders e candiderà la marionetta Biden
3) Trump vincerà le elezioni per dispersione e non scatenerà la III Guerra Mondiale
Belle prospettive per il 2020. Finisco di bere e mi impicco, va
Se preferisci ci sarebbe quest'altro scenario:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico fallirà nella truffa contro Sanders che sarà lo sfidante di Trump
3) Trump, vistosi perduto per le elezioni, scatenerà la Crociata per la conquista di Teheran
4) Il Buon Vecchio Zio Donnie grazie alla chiamata alle armi (e a strani contrattempi con le macchinette elettorali in Florida e Ohio) vincerà di misura le elezioni
5) mentre l'Iran si trasformerà per gli USA nel nuovo Vietnam, il nuovo Presidente Israeliano Avigdor Lieberman si annetterà la Penisola del Sinai e raderà al suolo la Striscia di Gaza. Recep Erdoğan completerà l'annessione del Kurdistan Siriano e occuperà il Kurdistan Iracheno.
6) Fabio Aru vincerà il Tour e sull'onda dall'euforia guiderà un movimento separatista sardo al trionfo nelle elezioni politiche di settembre che porterà all'indipendenza della Sardegna il cui esercito invaderà (ma solo nel 2021 dopo la doppietta Giro-Tour) la Corsica.
Scegli pure lo scenario che più ti aggrada.



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » domenica 5 gennaio 2020, 12:34

jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 22:20
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 21:09
jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 20:21

Se gli Iraniani non sanno stare agli scherzi, sarà mica colpa di Trump? :diavoletto:

Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà. Ma sono ottimista:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico trufferà Sanders e candiderà la marionetta Biden
3) Trump vincerà le elezioni per dispersione e non scatenerà la III Guerra Mondiale
Belle prospettive per il 2020. Finisco di bere e mi impicco, va
Se preferisci ci sarebbe quest'altro scenario:
1) l'impeachment sarà un buco nell'acqua
2) il Partito Democratico fallirà nella truffa contro Sanders che sarà lo sfidante di Trump
3) Trump, vistosi perduto per le elezioni, scatenerà la Crociata per la conquista di Teheran
4) Il Buon Vecchio Zio Donnie grazie alla chiamata alle armi (e a strani contrattempi con le macchinette elettorali in Florida e Ohio) vincerà di misura le elezioni
5) mentre l'Iran si trasformerà per gli USA nel nuovo Vietnam, il nuovo Presidente Israeliano Avigdor Lieberman si annetterà la Penisola del Sinai e raderà al suolo la Striscia di Gaza. Recep Erdoğan completerà l'annessione del Kurdistan Siriano e occuperà il Kurdistan Iracheno.
6) Fabio Aru vincerà il Tour e sull'onda dall'euforia guiderà un movimento separatista sardo al trionfo nelle elezioni politiche di settembre che porterà all'indipendenza della Sardegna il cui esercito invaderà (ma solo nel 2021 dopo la doppietta Giro-Tour) la Corsica.
Scegli pure lo scenario che più ti aggrada.
Troppo tardi. Sono già morto. Però devo dire che il punto 6) è veramente interessante


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » domenica 5 gennaio 2020, 12:37

Oude Kwaremont ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 14:11
Difatti Trump è tutto fuorchè un guerrafondaio. Quello che ha realizzato in questi tre anni in Corea del Nord, Siria, Venezuela potrebbero essere dimostrazioni sufficienti. Potrebbero... vero che i fatti di ieri potrebbero far crollare tutto quanto, ma l' impressione è che Trump sia stato costretto a a fare un gesto inconsulto, vedendosi mettere con le spalle al muro.
In Siria ha aperto le porte ad Erdogan per far massacrare i Curdi. Bel servizio.

Poi sta cosa che è stato messo con le spalle al muro (da chi?) non si può sentire. Fa gia ridere cosi. Il presidente degli Usa, non il primo che passa. Il motivo dell'ennesima sporca guerra è molto evidente e lo ha scritto Jerry.

Ad ogni modo, qui si parla di fatti e i fatti ci dicono che Trump sta scatendando una guerra. Ci sono pochi cazzi


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » domenica 5 gennaio 2020, 19:42

Pare che il drone sia partito da Sigonella.
Torre di controllo a Niscemi.
E poi ci dicevano che eravamo stupidi a contestare il sito, trentacinque anni fa.

Facevamo bene, abbiamo sempre fatto bene a rompere il cazzo.
Altroché.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Winter
Messaggi: 15029
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Winter » domenica 5 gennaio 2020, 20:33

Ma perché doveva partire da sigonella?
han basi e portaerei molto più vicine



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » domenica 5 gennaio 2020, 20:44

Winter ha scritto:
domenica 5 gennaio 2020, 20:33
Ma perché doveva partire da sigonella?
han basi e portaerei molto più vicine
Perché lo decidono loro da dove partire o non partire.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » domenica 5 gennaio 2020, 20:46

Comunque il nostro Ministro degli Esteri smentisce.
Vediamo.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Oude Kwaremont
Messaggi: 1609
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » domenica 5 gennaio 2020, 23:09

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
domenica 5 gennaio 2020, 12:37
Oude Kwaremont ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 14:11
Difatti Trump è tutto fuorchè un guerrafondaio. Quello che ha realizzato in questi tre anni in Corea del Nord, Siria, Venezuela potrebbero essere dimostrazioni sufficienti. Potrebbero... vero che i fatti di ieri potrebbero far crollare tutto quanto, ma l' impressione è che Trump sia stato costretto a a fare un gesto inconsulto, vedendosi mettere con le spalle al muro.
In Siria ha aperto le porte ad Erdogan per far massacrare i Curdi. Bel servizio.

Poi sta cosa che è stato messo con le spalle al muro (da chi?) non si può sentire. Fa gia ridere cosi. Il presidente degli Usa, non il primo che passa. Il motivo dell'ennesima sporca guerra è molto evidente e lo ha scritto Jerry.

Ad ogni modo, qui si parla di fatti e i fatti ci dicono che Trump sta scatendando una guerra. Ci sono pochi cazzi
Trump avrebbe dovuto occuparsi della questione curda, ma ciò non toglie che il ritiro delle truppe statunitensi dalla Siria costituisce una mossa dovuta e in linea con la sua politica di disimpegno verso l' esterno.

Per quanto riguarda il resto: non c' è solo un fatto da tenere in considerazione, ce ne sono tanti. Trump stesso qualche giorno fa ha scritto "Questa guerra non la vuole l'America e non la vuole l'Iran". Anche qui, in linea con la sua posizione di disimpegno, già in parte mostrata nei confronti dell'o stesso Iran questa estate: i consiglieri di Trump erano già praticamente tutti per la guerra ma lui annullò l’attacco di rappresaglia previsto per l’abbattimento del drone da parte dei reparti missilistici iraniani, sostenendo si tratti di un errore che costerebbe 150 vite.

In aprile, durante un intervista con Fox News, il ministro degli esteri iraniano ha fatto i nomi di coloro che, secondo lui, vogliono una guerra con l’Iran. Alla domanda se Trump stesse cercando il conflitto e il cambio di regime che Bolton ha sostenuto da molto prima di diventare il suo consigliere per la sicurezza, Mohammad Javad Zarif ha risposto di no:
“Non credo che il Presidente Trump lo voglia. Credo che il Presidente Trump abbia fatto la sua campagna sulla promessa di non buttare gli Stati Uniti in un’altra guerra. Trump stesso ha detto che gli USA hanno speso 7 triliardi di dollari nella nostra regione ottenendo in cambio solo più terrore, più insicurezza e più instabilità. I popoli del Medio Oriente sono dell’idea che la presenza degli Stati Uniti sia destabilizzante. E penso che il Presidente Trump sia d’accordo su ciò”.
Ma se non è Trump a volere il confronto con l’Iran, allora chi è? Zarif ha detto: “Penso che sia la Squadra B a volere spingere gli Stati Uniti, e convincere il Presidente Trump, in una guerra che lui non vuole fare”. E chi compone la “Squadra B”? Zarif li identifica con: Bolton, Netanyahu, Mohammed Bin Salman e Mohammed bin Zayed.
Se la “Squadra B” dovesse avere successo, sarà la guerra di Trump, e sarà la presidenza Trump a pagarne il prezzo.

Per concludere, riporto un articolo di Giulietto Chiesa:

"Damned if you do it , damned if you don't. Traduzione: se lo fai sei fregato, ma sei fregato anche se non lo fai. Chi è il "fregato"? Donald Trump. Sulla graticola c'è lui. E non per sua scelta. La prova è che pochi giorni fa ha scritto: "Questa guerra non la vuole l'America e non la vuole l'Iran".

Invece c'è chi la vuole. A tutti i costi. L'uccisione del generale iraniano Suleimanì, all'aeroporto di Baghdad (un atto terroristico compiuto dagli Stati Uniti sul territorio di un paese sovrano, cosa che tutti gli osservatori si dimenticano di notare) è una colossale provocazione il cui obiettivo è fare precipitare la situazione e innescare la guerra tra Stati Uniti e Iran.

Chi vuole questo esito? Lo vuole Israele, nella persona di Benjamin Netanyhau. Lo vuole il Deep State americano, cioè Pentagono, CIA, FBI, NSA. Lo vuole il Partito Democratico (Obama, Clinton, Biden, Soros, con tutto il codazzo dei maggiori media americani).

Non bisogna farsi illusioni, il momento è gravissimo. Come è chiara la successione degli eventi che l'hanno preceduto negli ultimi giorni dell'anno che si è appena concluso. A cominciare da un attacco contro una base USA in territorio siriano che - è stato detto - avrebbe provocato la morte di un "contractor" USA. Cosa ci stesse a fare il mercenario americano laggiù non è chiaro. Chiara è invece la risposta militare americana, che bombarda le milizie iraniane in Irak e in Siria, provocando decine di morti.

C'è la protesta di massa a Baghdad. Migliaia di dimostranti assediano e attaccano furibondi l'ambasciata americana. Sfondano le prime difese ma vengono fermati. Però il Pentagono e tutti i media strillano che si ripeterà la tragedia di Bengazi, in Libia, quando l'ambasciatore USA fu ucciso dalla folla (dalla folla?). Ma non c'è il morto americano a Baghdad. Per ora. Fin qui a Baghdad.

Ma a Mar-a-lago, negli Stati Uniti, dove il presidente americano sta riposando, arrivano all'improvviso (è il 29 dicembre) il Segretario di Stato Mike Pompeo, il Segretario alla Difesa, Mark Esper e il Capo degli Stati Maggiori Riuniti del Pentagono, Mike Miley. Vanno a "informare" Donald Trump (che, si noti, è il comandante in capo di tutte le forze statunitensi). E fanno un conferenza stampa per, appunto, "informare il Presidente sulle attività che si sono svolte in Medio Oriente nelle ultime 72 ore". Che è come dire che Trump non ne era al corrente.

Ma Donald Trump non solo non è presente alla conferenza stampa. Addirittura prende il volo per andarsene a West Palm Beach, al suo campo da golf privato. Senza neanche scrivere un twit, lui che ne fa cinque al giorno per molto meno. Cioè resta in silenzio. Inoltre: Che ci faceva Pompeo a Mar-a-lago? Lui non è un capo militare. Il tutto aveva l'aria di un pronunciamiento (meglio dirlo alla sud-americana): "o agisci o sei un inetto"!

Cioè: l'impeachment non funzionerà? La crisi economica sarà rimandata a dopo le elezioni? Allora occorre costringere il Presidente in carica a fare un gesto inconsulto, mettendolo con le spalle al muro. Cioè guerra contro l'Iran. Il Cremlino guarda con grande preoccupazione e affida a una figura di secondo piano, Andrej Bystritsky, presidente del Club Valdai, il compito di far capire che a Mosca vedono "un rischio, e un rischio molto serio" che Donald Trump sia messo in una situazione "senza via d'uscita".

Tutto questo avveniva prima dell'assassinio di Suleimanì. Trump twitta una bandiera americana, senza dire altro. E il Pentagono dichiara che la decisione di uccidere è stata presa da Donald Trump. Dall'Iran giungono dichiarazioni furibonde di vendetta per il "martirio" di Suleimanì. Salvini ringrazia il Presidente Trump per avere ucciso il terrorista numero uno. Dimostrando così che il livello di stupidità assoluta è stato superato con un balzo record. L'Italia non ha dirigenti capaci di dire l'unica cosa sensata: noi non vogliamo una guerra contro l'Iran e non parteciperemo a questa guerra, se ci sarà."



Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10333
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Visconte85 » lunedì 6 gennaio 2020, 20:56

Venti di guerra soffiano sul nuovo anno
troppi interessi in pochi lembi di terra

Non sottovalutate la Turchia, leggi Erdogan, che ha ormai mani dappertutto
la questione Libica è affar suo,
forse un bene, forse un male
ma un Erdogan così forte in varie regioni calde non mi fa ben sperare
specie se ha le spalle coperte da i suoi alleati occidentali

In medio-oriente la guerra scoppierà, non oggi, non domani ma è solo questione di tempo
Iran-Arabia Saudita-Siria-Turchia e Israele
troppi interessi in pochi km

l'attacco di Trump in Iran non scatenerà la guerra (lo spero ma non ci credo)
ma quanti attentati e morti innocenti scatenerà ?
odio chiama odio


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10333
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Visconte85 » lunedì 6 gennaio 2020, 21:09

Oude Kwaremont ha scritto:
domenica 5 gennaio 2020, 23:09
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
domenica 5 gennaio 2020, 12:37
Oude Kwaremont ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 14:11
Difatti Trump è tutto fuorchè un guerrafondaio. Quello che ha realizzato in questi tre anni in Corea del Nord, Siria, Venezuela potrebbero essere dimostrazioni sufficienti. Potrebbero... vero che i fatti di ieri potrebbero far crollare tutto quanto, ma l' impressione è che Trump sia stato costretto a a fare un gesto inconsulto, vedendosi mettere con le spalle al muro.
In Siria ha aperto le porte ad Erdogan per far massacrare i Curdi. Bel servizio.

Poi sta cosa che è stato messo con le spalle al muro (da chi?) non si può sentire. Fa gia ridere cosi. Il presidente degli Usa, non il primo che passa. Il motivo dell'ennesima sporca guerra è molto evidente e lo ha scritto Jerry.

Ad ogni modo, qui si parla di fatti e i fatti ci dicono che Trump sta scatendando una guerra. Ci sono pochi cazzi
Trump avrebbe dovuto occuparsi della questione curda, ma ciò non toglie che il ritiro delle truppe statunitensi dalla Siria costituisce una mossa dovuta e in linea con la sua politica di disimpegno verso l' esterno.

Per quanto riguarda il resto: non c' è solo un fatto da tenere in considerazione, ce ne sono tanti. Trump stesso qualche giorno fa ha scritto "Questa guerra non la vuole l'America e non la vuole l'Iran". Anche qui, in linea con la sua posizione di disimpegno, già in parte mostrata nei confronti dell'o stesso Iran questa estate: i consiglieri di Trump erano già praticamente tutti per la guerra ma lui annullò l’attacco di rappresaglia previsto per l’abbattimento del drone da parte dei reparti missilistici iraniani, sostenendo si tratti di un errore che costerebbe 150 vite.

In aprile, durante un intervista con Fox News, il ministro degli esteri iraniano ha fatto i nomi di coloro che, secondo lui, vogliono una guerra con l’Iran. Alla domanda se Trump stesse cercando il conflitto e il cambio di regime che Bolton ha sostenuto da molto prima di diventare il suo consigliere per la sicurezza, Mohammad Javad Zarif ha risposto di no:
“Non credo che il Presidente Trump lo voglia. Credo che il Presidente Trump abbia fatto la sua campagna sulla promessa di non buttare gli Stati Uniti in un’altra guerra. Trump stesso ha detto che gli USA hanno speso 7 triliardi di dollari nella nostra regione ottenendo in cambio solo più terrore, più insicurezza e più instabilità. I popoli del Medio Oriente sono dell’idea che la presenza degli Stati Uniti sia destabilizzante. E penso che il Presidente Trump sia d’accordo su ciò”.
Ma se non è Trump a volere il confronto con l’Iran, allora chi è? Zarif ha detto: “Penso che sia la Squadra B a volere spingere gli Stati Uniti, e convincere il Presidente Trump, in una guerra che lui non vuole fare”. E chi compone la “Squadra B”? Zarif li identifica con: Bolton, Netanyahu, Mohammed Bin Salman e Mohammed bin Zayed.
Se la “Squadra B” dovesse avere successo, sarà la guerra di Trump, e sarà la presidenza Trump a pagarne il prezzo.

Per concludere, riporto un articolo di Giulietto Chiesa:

"Damned if you do it , damned if you don't. Traduzione: se lo fai sei fregato, ma sei fregato anche se non lo fai. Chi è il "fregato"? Donald Trump. Sulla graticola c'è lui. E non per sua scelta. La prova è che pochi giorni fa ha scritto: "Questa guerra non la vuole l'America e non la vuole l'Iran".

Invece c'è chi la vuole. A tutti i costi. L'uccisione del generale iraniano Suleimanì, all'aeroporto di Baghdad (un atto terroristico compiuto dagli Stati Uniti sul territorio di un paese sovrano, cosa che tutti gli osservatori si dimenticano di notare) è una colossale provocazione il cui obiettivo è fare precipitare la situazione e innescare la guerra tra Stati Uniti e Iran.

Chi vuole questo esito? Lo vuole Israele, nella persona di Benjamin Netanyhau. Lo vuole il Deep State americano, cioè Pentagono, CIA, FBI, NSA. Lo vuole il Partito Democratico (Obama, Clinton, Biden, Soros, con tutto il codazzo dei maggiori media americani).

Non bisogna farsi illusioni, il momento è gravissimo. Come è chiara la successione degli eventi che l'hanno preceduto negli ultimi giorni dell'anno che si è appena concluso. A cominciare da un attacco contro una base USA in territorio siriano che - è stato detto - avrebbe provocato la morte di un "contractor" USA. Cosa ci stesse a fare il mercenario americano laggiù non è chiaro. Chiara è invece la risposta militare americana, che bombarda le milizie iraniane in Irak e in Siria, provocando decine di morti.

C'è la protesta di massa a Baghdad. Migliaia di dimostranti assediano e attaccano furibondi l'ambasciata americana. Sfondano le prime difese ma vengono fermati. Però il Pentagono e tutti i media strillano che si ripeterà la tragedia di Bengazi, in Libia, quando l'ambasciatore USA fu ucciso dalla folla (dalla folla?). Ma non c'è il morto americano a Baghdad. Per ora. Fin qui a Baghdad.

Ma a Mar-a-lago, negli Stati Uniti, dove il presidente americano sta riposando, arrivano all'improvviso (è il 29 dicembre) il Segretario di Stato Mike Pompeo, il Segretario alla Difesa, Mark Esper e il Capo degli Stati Maggiori Riuniti del Pentagono, Mike Miley. Vanno a "informare" Donald Trump (che, si noti, è il comandante in capo di tutte le forze statunitensi). E fanno un conferenza stampa per, appunto, "informare il Presidente sulle attività che si sono svolte in Medio Oriente nelle ultime 72 ore". Che è come dire che Trump non ne era al corrente.

Ma Donald Trump non solo non è presente alla conferenza stampa. Addirittura prende il volo per andarsene a West Palm Beach, al suo campo da golf privato. Senza neanche scrivere un twit, lui che ne fa cinque al giorno per molto meno. Cioè resta in silenzio. Inoltre: Che ci faceva Pompeo a Mar-a-lago? Lui non è un capo militare. Il tutto aveva l'aria di un pronunciamiento (meglio dirlo alla sud-americana): "o agisci o sei un inetto"!

Cioè: l'impeachment non funzionerà? La crisi economica sarà rimandata a dopo le elezioni? Allora occorre costringere il Presidente in carica a fare un gesto inconsulto, mettendolo con le spalle al muro. Cioè guerra contro l'Iran. Il Cremlino guarda con grande preoccupazione e affida a una figura di secondo piano, Andrej Bystritsky, presidente del Club Valdai, il compito di far capire che a Mosca vedono "un rischio, e un rischio molto serio" che Donald Trump sia messo in una situazione "senza via d'uscita".

Tutto questo avveniva prima dell'assassinio di Suleimanì. Trump twitta una bandiera americana, senza dire altro. E il Pentagono dichiara che la decisione di uccidere è stata presa da Donald Trump. Dall'Iran giungono dichiarazioni furibonde di vendetta per il "martirio" di Suleimanì. Salvini ringrazia il Presidente Trump per avere ucciso il terrorista numero uno. Dimostrando così che il livello di stupidità assoluta è stato superato con un balzo record. L'Italia non ha dirigenti capaci di dire l'unica cosa sensata: noi non vogliamo una guerra contro l'Iran e non parteciperemo a questa guerra, se ci sarà."
Giulietto Chiesa scrive bene, vicino a certi ambienti che hanno notizie più dettagliate, nonostante in passato provò a cambiare la realtà in favore di qualche suo amico russo. Comunque ha ragione, non ci sono più guerrafondai dei guerrafondai dei Democratici Statunitensi, su questo siamo d'accordo
come lo siamo su Salvini e sulla classe politica dirigente in Italia.

Sfortunati gli iraniani, nemmeno il tempo di festeggiare il 10 novembre la scoperta di un nuovo maxi-giacimento petrolifero da circa 50 miliardi di barili che già devono bruciarlo.


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5640
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da jerrydrake » mercoledì 8 gennaio 2020, 10:04

Visconte85 ha scritto:
lunedì 6 gennaio 2020, 21:09
Oude Kwaremont ha scritto:
domenica 5 gennaio 2020, 23:09

Per concludere, riporto un articolo di Giulietto Chiesa:

"Damned if you do it , damned if you don't. Traduzione: se lo fai sei fregato, ma sei fregato anche se non lo fai. Chi è il "fregato"? Donald Trump. Sulla graticola c'è lui. E non per sua scelta. La prova è che pochi giorni fa ha scritto: "Questa guerra non la vuole l'America e non la vuole l'Iran".

Invece c'è chi la vuole. A tutti i costi. L'uccisione del generale iraniano Suleimanì, all'aeroporto di Baghdad (un atto terroristico compiuto dagli Stati Uniti sul territorio di un paese sovrano, cosa che tutti gli osservatori si dimenticano di notare) è una colossale provocazione il cui obiettivo è fare precipitare la situazione e innescare la guerra tra Stati Uniti e Iran.

Chi vuole questo esito? Lo vuole Israele, nella persona di Benjamin Netanyhau. Lo vuole il Deep State americano, cioè Pentagono, CIA, FBI, NSA. Lo vuole il Partito Democratico (Obama, Clinton, Biden, Soros, con tutto il codazzo dei maggiori media americani).

Non bisogna farsi illusioni, il momento è gravissimo. Come è chiara la successione degli eventi che l'hanno preceduto negli ultimi giorni dell'anno che si è appena concluso. A cominciare da un attacco contro una base USA in territorio siriano che - è stato detto - avrebbe provocato la morte di un "contractor" USA. Cosa ci stesse a fare il mercenario americano laggiù non è chiaro. Chiara è invece la risposta militare americana, che bombarda le milizie iraniane in Irak e in Siria, provocando decine di morti.

C'è la protesta di massa a Baghdad. Migliaia di dimostranti assediano e attaccano furibondi l'ambasciata americana. Sfondano le prime difese ma vengono fermati. Però il Pentagono e tutti i media strillano che si ripeterà la tragedia di Bengazi, in Libia, quando l'ambasciatore USA fu ucciso dalla folla (dalla folla?). Ma non c'è il morto americano a Baghdad. Per ora. Fin qui a Baghdad.

Ma a Mar-a-lago, negli Stati Uniti, dove il presidente americano sta riposando, arrivano all'improvviso (è il 29 dicembre) il Segretario di Stato Mike Pompeo, il Segretario alla Difesa, Mark Esper e il Capo degli Stati Maggiori Riuniti del Pentagono, Mike Miley. Vanno a "informare" Donald Trump (che, si noti, è il comandante in capo di tutte le forze statunitensi). E fanno un conferenza stampa per, appunto, "informare il Presidente sulle attività che si sono svolte in Medio Oriente nelle ultime 72 ore". Che è come dire che Trump non ne era al corrente.

Ma Donald Trump non solo non è presente alla conferenza stampa. Addirittura prende il volo per andarsene a West Palm Beach, al suo campo da golf privato. Senza neanche scrivere un twit, lui che ne fa cinque al giorno per molto meno. Cioè resta in silenzio. Inoltre: Che ci faceva Pompeo a Mar-a-lago? Lui non è un capo militare. Il tutto aveva l'aria di un pronunciamiento (meglio dirlo alla sud-americana): "o agisci o sei un inetto"!

Cioè: l'impeachment non funzionerà? La crisi economica sarà rimandata a dopo le elezioni? Allora occorre costringere il Presidente in carica a fare un gesto inconsulto, mettendolo con le spalle al muro. Cioè guerra contro l'Iran. Il Cremlino guarda con grande preoccupazione e affida a una figura di secondo piano, Andrej Bystritsky, presidente del Club Valdai, il compito di far capire che a Mosca vedono "un rischio, e un rischio molto serio" che Donald Trump sia messo in una situazione "senza via d'uscita".

Tutto questo avveniva prima dell'assassinio di Suleimanì. Trump twitta una bandiera americana, senza dire altro. E il Pentagono dichiara che la decisione di uccidere è stata presa da Donald Trump. Dall'Iran giungono dichiarazioni furibonde di vendetta per il "martirio" di Suleimanì. Salvini ringrazia il Presidente Trump per avere ucciso il terrorista numero uno. Dimostrando così che il livello di stupidità assoluta è stato superato con un balzo record. L'Italia non ha dirigenti capaci di dire l'unica cosa sensata: noi non vogliamo una guerra contro l'Iran e non parteciperemo a questa guerra, se ci sarà."
Giulietto Chiesa scrive bene, vicino a certi ambienti che hanno notizie più dettagliate, nonostante in passato provò a cambiare la realtà in favore di qualche suo amico russo. Comunque ha ragione, non ci sono più guerrafondai dei guerrafondai dei Democratici Statunitensi, su questo siamo d'accordo
come lo siamo su Salvini e sulla classe politica dirigente in Italia.

Sfortunati gli iraniani, nemmeno il tempo di festeggiare il 10 novembre la scoperta di un nuovo maxi-giacimento petrolifero da circa 50 miliardi di barili che già devono bruciarlo.
E' palese che c'è un Deep State americano che vuole ciò che Trump non vuole. Altrettanto palese che gli USA stiano perdendo la guerra per il controllo del Medio Oriente. L'Iraq è quasi andato, Siria e Libia sono totalmente andate, il Libano è sempre lo stesso casino, nemmeno nello Yemen riescono a uscirne fuori e persino Netanyahu si muove come cacchio gli pare senza ascoltare i suggerimenti americani. E allora booooom, famo saltà il nummero uno delle menti nemiche, lo stratega che questa guerra la sta vincendo. Magari lo zio Donnie manco sapeva chi fosse, ma tant'è, c'ha probbblemi a casa e lo si convince facilmente a vestirsi da John Wayne. Un azzardo, un All-In della disperazione, forse addirittura un colpo di stato in quel di Washington. A casa nostra i soliti ignoranti. Salvini può raccontare ciò che vuole non è lui che comanda, Di Maio farà fatica ad indicare sulla mappa dove si trovano Iraq e Iran, Conte aspetta l'imbeccata di Padre Pio. Sarebbe interessante sentire Sergione in qualità di comandante delle forze armate italiane cosa stiamo facendo e come ci muoveremo ma ragazzi è iniziato "La Pupa e il Secchione e Viceversa", sta per partire "Il Grande Fratello VIP", Lukaku è una bestia, c'è altro da raccontare al tiggì.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 1139
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Felice » mercoledì 8 gennaio 2020, 11:16

jerrydrake ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 10:04
E' palese che c'è un Deep State americano che vuole ciò che Trump non vuole. Altrettanto palese che gli USA stiano perdendo la guerra per il controllo del Medio Oriente. L'Iraq è quasi andato, Siria e Libia sono totalmente andate, il Libano è sempre lo stesso casino, nemmeno nello Yemen riescono a uscirne fuori e persino Netanyahu si muove come cacchio gli pare senza ascoltare i suggerimenti americani. E allora booooom, famo saltà il nummero uno delle menti nemiche, lo stratega che questa guerra la sta vincendo. Magari lo zio Donnie manco sapeva chi fosse, ma tant'è, c'ha probbblemi a casa e lo si convince facilmente a vestirsi da John Wayne. Un azzardo, un All-In della disperazione, forse addirittura un colpo di stato in quel di Washington. A casa nostra i soliti ignoranti. Salvini può raccontare ciò che vuole non è lui che comanda, Di Maio farà fatica ad indicare sulla mappa dove si trovano Iraq e Iran, Conte aspetta l'imbeccata di Padre Pio. Sarebbe interessante sentire Sergione in qualità di comandante delle forze armate italiane cosa stiamo facendo e come ci muoveremo ma ragazzi è iniziato "La Pupa e il Secchione e Viceversa", sta per partire "Il Grande Fratello VIP", Lukaku è una bestia, c'è altro da raccontare al tiggì.
Sintesi perfetta.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 8 gennaio 2020, 11:21

Felice ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 11:16
jerrydrake ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 10:04
E' palese che c'è un Deep State americano che vuole ciò che Trump non vuole. Altrettanto palese che gli USA stiano perdendo la guerra per il controllo del Medio Oriente. L'Iraq è quasi andato, Siria e Libia sono totalmente andate, il Libano è sempre lo stesso casino, nemmeno nello Yemen riescono a uscirne fuori e persino Netanyahu si muove come cacchio gli pare senza ascoltare i suggerimenti americani. E allora booooom, famo saltà il nummero uno delle menti nemiche, lo stratega che questa guerra la sta vincendo. Magari lo zio Donnie manco sapeva chi fosse, ma tant'è, c'ha probbblemi a casa e lo si convince facilmente a vestirsi da John Wayne. Un azzardo, un All-In della disperazione, forse addirittura un colpo di stato in quel di Washington. A casa nostra i soliti ignoranti. Salvini può raccontare ciò che vuole non è lui che comanda, Di Maio farà fatica ad indicare sulla mappa dove si trovano Iraq e Iran, Conte aspetta l'imbeccata di Padre Pio. Sarebbe interessante sentire Sergione in qualità di comandante delle forze armate italiane cosa stiamo facendo e come ci muoveremo ma ragazzi è iniziato "La Pupa e il Secchione e Viceversa", sta per partire "Il Grande Fratello VIP", Lukaku è una bestia, c'è altro da raccontare al tiggì.
Sintesi perfetta.
Sintesi perfetta, ma (OT) lasciatemi stare Lukaku (fine OT).


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 8 gennaio 2020, 11:38

Felice ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 11:16
jerrydrake ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 10:04
E' palese che c'è un Deep State americano che vuole ciò che Trump non vuole. Altrettanto palese che gli USA stiano perdendo la guerra per il controllo del Medio Oriente. L'Iraq è quasi andato, Siria e Libia sono totalmente andate, il Libano è sempre lo stesso casino, nemmeno nello Yemen riescono a uscirne fuori e persino Netanyahu si muove come cacchio gli pare senza ascoltare i suggerimenti americani. E allora booooom, famo saltà il nummero uno delle menti nemiche, lo stratega che questa guerra la sta vincendo. Magari lo zio Donnie manco sapeva chi fosse, ma tant'è, c'ha probbblemi a casa e lo si convince facilmente a vestirsi da John Wayne. Un azzardo, un All-In della disperazione, forse addirittura un colpo di stato in quel di Washington. A casa nostra i soliti ignoranti. Salvini può raccontare ciò che vuole non è lui che comanda, Di Maio farà fatica ad indicare sulla mappa dove si trovano Iraq e Iran, Conte aspetta l'imbeccata di Padre Pio. Sarebbe interessante sentire Sergione in qualità di comandante delle forze armate italiane cosa stiamo facendo e come ci muoveremo ma ragazzi è iniziato "La Pupa e il Secchione e Viceversa", sta per partire "Il Grande Fratello VIP", Lukaku è una bestia, c'è altro da raccontare al tiggì.
Sintesi perfetta.
Sarà anche una sintesi perfetta, ma non è che possiamo 'salvare' Trump così facilmente, lasciando tutte le colpe ad altri. Lui è il presidente degli Stati Uniti. Se la guerra non la vuole, se è cosciente fino in fondo di quel che sta accadendo (e qui ho i miei dubbi, un pò come jerry), può anche andarsene a casa e far altro. Il fatto è che lui vuole continuare a fare il presidente anche nel prossimo quadriennio e soprattutto vuole evitare l'impeachment. Dunque, se si piega a certe logiche interne, per me resta sempre colpevole. Non ci sono scuse che reggono di fronte ad una guerra, secondo me.

Il Deep State di cui parla jerry esiste non da oggi, ma da sempre, sia sotto i democratici sia sotto i repubblicani. Non è mica una novità, gli Stati Uniti fanno guerre da sempre. Dalla mia infanzia sino ad ora, non ricordo nessun Presidente americano che non abbia fatto guerre: da Bush padre a Clinton, da Bush figlio ad Obama ed ora Trump. Diciamola tutta allora: è il sistema USA ad essere intrinsecamente guerrafondaio, imperialista, colonialista, violento, sopraffattore. Per questo contestavo e contesto ancora chi diceva che con Trump non ci sarebbero state guerre. I fatti mi danno ragione, signori. :boh:


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5173
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 8 gennaio 2020, 13:06

jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 20:21
Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà.
Gli statunitensi, nel loro piccolo, sono molto tradizionalisti; il tacchino nel giorno del ringraziamento, la torta di mele, la finale del Superbowl, il bombardamento del presidente sotto impeachment
https://www.nytimes.com/1998/12/17/us/i ... q-air.html


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5640
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da jerrydrake » mercoledì 8 gennaio 2020, 23:07

Slegar ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 13:06
jerrydrake ha scritto:
sabato 4 gennaio 2020, 20:21
Comunque la Clinton a quest'ora avrebbe già scatenato parecchie guerre, Trump non ha fatto altro che rispondere all'impeachment con la tecnica da sempre usata dai Presidenti USA in difficoltà.
Gli statunitensi, nel loro piccolo, sono molto tradizionalisti; il tacchino nel giorno del ringraziamento, la torta di mele, la finale del Superbowl, il bombardamento del presidente sotto impeachment
https://www.nytimes.com/1998/12/17/us/i ... q-air.html
Per assurdo, però, il primo impeachiato fu Andrew Johnson (il vice di Lincoln subentratogli dopo l'assassinio) che si oppose in tutti i modi a leggi oppressive verso il Sud in piena Era della ricostruzione. Quindi un non guerrafondaio accusato di pacifismo.
Rimango fiducioso sul fatto che si rimanga su un livello di conflitto a bassa intensità (però ero fiducioso anche sulla vittoria di Aru al Tour 2017).
Chiaramente per pacificare il Medio Oriente è necessario che l'Iran realizzi la dottrina Kim (gli Usa non rompono le balle solo a chi possiede la bomba nucleare).



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5173
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Slegar » giovedì 9 gennaio 2020, 9:03

jerrydrake ha scritto:
mercoledì 8 gennaio 2020, 23:07
Rimango fiducioso sul fatto che si rimanga su un livello di conflitto a bassa intensità (però ero fiducioso anche sulla vittoria di Aru al Tour 2017).
Chiaramente per pacificare il Medio Oriente è necessario che l'Iran realizzi la dottrina Kim (gli Usa non rompono le balle solo a chi possiede la bomba nucleare).
L'Iran non è l'Iraq o la Siria e ad andarci contro si rischia di sbattere violentemente il muso come successe a Saddam Hussein. Sono fiducioso che il conflitto rimanga a bassa intensità in quanto per gli USA non è quella un'area strategicamente rilevante come lo è invece l'estremo oriente. La Cina, con modi diversi, si sta espandendo nell'area come fece il Giappone negli anni '30 del secolo scorso e alla fine lo scontro fisico tra le due superpotenze sarà inevitabile e non è detto che gli esisti saranno gli stessi di settant'anni fa.

Poi è vero che il possedere armi nucleari è un potente mezzo di difesa e di pacificazione forzata delle aree limitrofe e sono anch'io convinto che qualora l'Iran riuscisse a realizzare la propria bomba atomica molti conflitti cesserebbero. Purtroppo però penso che nel caso in cui anche l'Arabia Saudita entrasse in possesso di tali armi, quel regime di pazzi scatenati sanguinari non esiterebbe ad usarle direttamente o indirettamente attraverso gruppi terroristici come l'ISIS.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » venerdì 10 gennaio 2020, 6:59

Ci apprestiamo a subire l'ennesimo cambio di legge elettorale, stavolta con lo scopo dichiaratamente eversivo di provare a impedire che nella prossima legislatura la destra possa governare e scegliere il Presidente della Repubblica. L'unica cosa che in questi anni nessuno ha ancora cambiato o proposto di cambiare sono i listini bloccati, il cancro del Parlamento italiano, il motivo per cui non abbiamo dei deputati e senatori ma solo dei dipendenti delle segreterie dei partiti.
Intanto segnalo che al posto di misure per il clima e l'efficienza energetica l'attuale governo ci ha regalato il "Bonus facciate": detrazioni del 90% per restaurare le facciate delle case nei centri storici (restaurare = tinteggiare). Ne sentivamo davvero il bisogno



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 10 gennaio 2020, 9:18

Beppugrillo ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 6:59
Ci apprestiamo a subire l'ennesimo cambio di legge elettorale, stavolta con lo scopo dichiaratamente eversivo di provare a impedire che nella prossima legislatura la destra possa governare e scegliere il Presidente della Repubblica. L'unica cosa che in questi anni nessuno ha ancora cambiato o proposto di cambiare sono i listini bloccati, il cancro del Parlamento italiano, il motivo per cui non abbiamo dei deputati e senatori ma solo dei dipendenti delle segreterie dei partiti.
Intanto segnalo che al posto di misure per il clima e l'efficienza energetica l'attuale governo ci ha regalato il "Bonus facciate": detrazioni del 90% per restaurare le facciate delle case nei centri storici (restaurare = tinteggiare). Ne sentivamo davvero il bisogno
La questione del cambio di legge elettorale ha, come peccato d'origine, un sentenza della Corte Costituzionale del 1992 o 1993 (se non erro) che fu propedeutica alla legge che introduceva, di fatto e di diritto, il maggioritario.
Siccome, al tempo, si diceva che la colpa di Tangentopoli era del sistema elettorale proporzionale (mica dei papponi) ed occorrevano supporti al suo cambiamento vi furono sia quella sentenza sia un referendum confermativo che vide il 93% di pecoroni votare a favore.
Il trionfo dell'ipocrisia.
Il resto, a cascata.
Ognuno che arrivava si aggiustava, com'era ovvio che fosse ed è ovvio che sia, la legge a comodo proprio.
Non fu eversione, ma ipocrisia, che forse è pure più squallido.
Ad ogni buon conto, se devo dirti la mia, questo cambio di legge elettorale in senso proporzionale mi fa felice, altrochè.
Con l'eccezione, sia chiaro, dello schifo dei listini bloccati e dell'altrettanto ipocrita norma dell'alternanza dei sessi, che rimangono.
Scusate se ho usato in quantità industriali il termine ipocrisia ed il suo aggettivo ipocrita, ma non trovavo sinonimi accettabili.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » venerdì 10 gennaio 2020, 14:12

Per me tutto ciò che non è 100% maggioritario è pura inciviltà, ma mi rendo conto di essere leggermente nazista sul tema. La cosa allucinante è che non esiste un solo cittadino italiano favorevole alle liste bloccate eppure continuano a essere imposte ogni volta. Qual è un tema su cui si raggiunge un dissenso così totale? Non esiste. Però non è un tema abbastanza forte, loro lo sanno e ne approfittano al massimo delle possibilità



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » venerdì 10 gennaio 2020, 14:17

nino58 ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 9:18

Ad ogni buon conto, se devo dirti la mia, questo cambio di legge elettorale in senso proporzionale mi fa felice, altrochè.
Tutto ciò che si muove verso il proporzionale puro, rappresenta un piccolo passettino verso una specie di democrazia. Detto da uno che non crede alle istituzioni della democrazia rappresentativa, eh


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » venerdì 10 gennaio 2020, 20:26

L'unico che ci guadagna col proporzionale puro è Enrico Mentana che può fare uno speciale sulle elezioni politiche ogni 6 mesi



Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5640
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da jerrydrake » venerdì 10 gennaio 2020, 22:13

Io fui uno degli appartenenti al settimo percentile che si oppose al maggioritario. Da allora nessun mio rappresentante mise piede in Parlamento (nel senso che non ho mai votato nessuno degli eletti al Parlamento Italiano da quando c'è il maggioritario).



Avatar utente
Felice
Messaggi: 1139
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Felice » sabato 18 gennaio 2020, 16:16

Leggo sul sito di Repubblica:

Da Berlusconi a Marcucci, omaggio trasversale all'ex leader socialista
Il capogruppo dem al Senato: "Fa parte dei nostri valori". Il presidente di FI scrive a Stefania Craxi: anticipò nostre battaglie, ha pagato un caro prezzo per le sue idee

Passi per FI, Berlusconi e Craxi andavano a braccetto a quel tempo. Ma i dem... "Fa parte dei nostri valori". "Fa parte dei nostri valori". "Fa parte dei nostri valori". Incredibile!!
Se questi sono i valori dei nostri politici...



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » mercoledì 22 gennaio 2020, 21:47

Rai1 ha appena trasmesso un comizio di Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5173
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Slegar » giovedì 23 gennaio 2020, 8:02

Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 22 gennaio 2020, 21:47
Rai1 ha appena trasmesso un comizio di Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia
Da chi ha intervistato Totò Riina in pompa magna sotto gli aranceti di famiglia, questo ed altro.

In un paese serio un giornalista del genere sarebbe preso a calci in culo così tanto che si ritroverebbe in Australia a saltare assieme ai canguri.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 23 gennaio 2020, 11:21

Slegar ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 8:02
Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 22 gennaio 2020, 21:47
Rai1 ha appena trasmesso un comizio di Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia
Da chi ha intervistato Totò Riina in pompa magna sotto gli aranceti di famiglia, questo ed altro.

In un paese serio un giornalista del genere sarebbe preso a calci in culo così tanto che si ritroverebbe in Australia a saltare assieme ai canguri.
Non ho visto la trasmissione.
Chi era il giornalista ?
Il figlio di Mussolini ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 23 gennaio 2020, 11:57

nino58 ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 11:21
Slegar ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 8:02
Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 22 gennaio 2020, 21:47
Rai1 ha appena trasmesso un comizio di Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia
Da chi ha intervistato Totò Riina in pompa magna sotto gli aranceti di famiglia, questo ed altro.

In un paese serio un giornalista del genere sarebbe preso a calci in culo così tanto che si ritroverebbe in Australia a saltare assieme ai canguri.
Non ho visto la trasmissione.
Chi era il giornalista ?
Il figlio di Mussolini ?
Si, il figlio di Mussolini. Però dargli del giornalista mi sembra eccessivo


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5173
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Slegar » giovedì 23 gennaio 2020, 12:32

nino58 ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 11:21
Slegar ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 8:02
Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 22 gennaio 2020, 21:47
Rai1 ha appena trasmesso un comizio di Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia
Da chi ha intervistato Totò Riina in pompa magna sotto gli aranceti di famiglia, questo ed altro.

In un paese serio un giornalista del genere sarebbe preso a calci in culo così tanto che si ritroverebbe in Australia a saltare assieme ai canguri.
Non ho visto la trasmissione.
Chi era il giornalista ?
Il figlio di Mussolini ?
E' il figlio di quello da lui definito "Editore di riferimento", quindi di tutti (non solo di Mussolini), quindi di n.n., ecc.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 23 gennaio 2020, 12:34

Slegar ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 12:32
nino58 ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 11:21
Slegar ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 8:02


Da chi ha intervistato Totò Riina in pompa magna sotto gli aranceti di famiglia, questo ed altro.

In un paese serio un giornalista del genere sarebbe preso a calci in culo così tanto che si ritroverebbe in Australia a saltare assieme ai canguri.
Non ho visto la trasmissione.
Chi era il giornalista ?
Il figlio di Mussolini ?
E' il figlio di quello da lui definito "Editore di riferimento", quindi di tutti (non solo di Mussolini), quindi di n.n., ecc.
Ed è il motivo per cui sta lì da decenni, come nessun'altro nella tv di stato. Evidentemente lui più di altri sa soddisfare le esigenze dell'Editore di riferimento, qualsiasi esso sia, in qualsiasi epoca.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 23 gennaio 2020, 22:11

Di “immediato atto riparatorio” ha parlato il direttore di Rai1, Stefano Coletta, che deciso in tal senso dopo aver “preso atto dell’ammissione di responsabilità da parte di Bruno Vespa“. Coletta – si legge in una nota di Rai1 – “ha accolto la proposta del giornalista di un immediato atto riparatorio al fine di garantire un rigoroso riequilibrio”. In cosa consisterà l’atto riparatorio? La spiegazione direttamente dal comunicato della Rai: “Durante il primo break della fiction ‘Don Matteo’ il segretario del Pd Nicola Zingaretti risponderà questa sera al medesimo quesito posto al segretario della Lega nel corso del promo trasmesso ieri in modo che la durata complessiva degli interventi di Zingaretti sia pari a quello di Salvini”

Io sento che stiamo completamente perdendo il controllo della situazione



Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1968
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nemecsek. » giovedì 23 gennaio 2020, 22:30

Beppugrillo ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 14:12
Per me tutto ciò che non è 100% maggioritario è pura inciviltà, ma mi rendo conto di essere leggermente nazista sul tema. La cosa allucinante è che non esiste un solo cittadino italiano favorevole alle liste bloccate eppure continuano a essere imposte ogni volta. Qual è un tema su cui si raggiunge un dissenso così totale? Non esiste. Però non è un tema abbastanza forte, loro lo sanno e ne approfittano al massimo delle possibilità
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 14:17
nino58 ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 9:18

Ad ogni buon conto, se devo dirti la mia, questo cambio di legge elettorale in senso proporzionale mi fa felice, altrochè.
Tutto ciò che si muove verso il proporzionale puro, rappresenta un piccolo passettino verso una specie di democrazia. Detto da uno che non crede alle istituzioni della democrazia rappresentativa, eh
Pure io ce credo poco, ad oggi il meno peggio sarebbe garantire due cose: rappresentatività e governabilità
Ovvero...

Figghiuletti, come vedete le regionali in emilia? dice stanno sostanzialmente alla pari...


Immagine

granfondista
Messaggi: 491
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:39

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da granfondista » venerdì 24 gennaio 2020, 6:35

nemecsek. ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 22:30

Figghiuletti, come vedete le regionali in emilia? dice stanno sostanzialmente alla pari...
Vittoria di strettissima misura del PD, con conseguente richiesta da parte della Lega di ricontare i voti e ripetere le elezioni, chiedendo ad ogni elettore di dichiarare il proprio voto prima di entrare in cabina elettorale, tanto per essere sicuri. :D


Meglio brocco che Di Rocco: Cicloweb forever!!

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1183
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Beppugrillo » venerdì 24 gennaio 2020, 7:34

Vincerà Bonaccini di un paio di punti così Zingaretti ci racconterà di un trionfo assoluto del Partito Democratico, evitando accuratamente di citare la parola Calabria (la disparità di trattamento dei media e dei partiti tra Emilia Romagna e la Calabria è vergognosa, simbolo di una politica che è diventata semplice intrattenimento alla pari del Grande Fratello e del quiz di Enrico Papi). Poi ricominceremo da capo con la Toscana e le sardine, mentre in Campania, Liguria, Marche e Veneto vincerà largamente la destra (o estrema destra a seconda dei casi). A fine 2020 il Partito Democratico governerà in 3 regioni su 20



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » venerdì 24 gennaio 2020, 9:21

Beppugrillo ha scritto:
venerdì 24 gennaio 2020, 7:34
Vincerà Bonaccini di un paio di punti così Zingaretti ci racconterà di un trionfo assoluto del Partito Democratico, evitando accuratamente di citare la parola Calabria (la disparità di trattamento dei media e dei partiti tra Emilia Romagna e la Calabria è vergognosa, simbolo di una politica che è diventata semplice intrattenimento alla pari del Grande Fratello e del quiz di Enrico Papi). Poi ricominceremo da capo con la Toscana e le sardine, mentre in Campania, Liguria, Marche e Veneto vincerà largamente la destra (o estrema destra a seconda dei casi). A fine 2020 il Partito Democratico governerà in 3 regioni su 20
A proposito di Calabria, vi voglio raccontare come funziona qui la campagna elettorale e chi sono in Calabria gli uomini di Salvini.

Negli scorsi giorni alcuni personaggi legati alla N'drangheta si sono recati presso l'ex luogo di lavoro di mio fratello, un capannone di smistamento dei pacchi della GLS, a Gizzeria (CZ). Hanno fatto ingresso nel capannone e hanno intimato a tutti di votare per la Lega alle prossime elezioni regionali. Ovviamente si sono segnati nome, cognome e luogo di residenza di tutti i presenti.

Questo è Salvini, questa è la Lega, questa è la ndrangheta.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » venerdì 24 gennaio 2020, 9:23

nemecsek. ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 22:30
Beppugrillo ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 14:12
Per me tutto ciò che non è 100% maggioritario è pura inciviltà, ma mi rendo conto di essere leggermente nazista sul tema. La cosa allucinante è che non esiste un solo cittadino italiano favorevole alle liste bloccate eppure continuano a essere imposte ogni volta. Qual è un tema su cui si raggiunge un dissenso così totale? Non esiste. Però non è un tema abbastanza forte, loro lo sanno e ne approfittano al massimo delle possibilità
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 14:17
nino58 ha scritto:
venerdì 10 gennaio 2020, 9:18

Ad ogni buon conto, se devo dirti la mia, questo cambio di legge elettorale in senso proporzionale mi fa felice, altrochè.
Tutto ciò che si muove verso il proporzionale puro, rappresenta un piccolo passettino verso una specie di democrazia. Detto da uno che non crede alle istituzioni della democrazia rappresentativa, eh
Pure io ce credo poco, ad oggi il meno peggio sarebbe garantire due cose: rappresentatività e governabilità
Ovvero...
ovvero in Italia c'è stata una scarsa governabilità anche quando ci sono state leggi che avevano una spinta maggioritaria, anche quando c'erano due soli poli. Dunque, meglio garantire comunque la massima rappresentatività.
nemecsek. ha scritto:
giovedì 23 gennaio 2020, 22:30
Figghiuletti, come vedete le regionali in emilia? dice stanno sostanzialmente alla pari...
Di solito quando i sondaggi danno alla pari, poi la spunta il centrodestra...


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

el_condor
Messaggi: 3611
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da el_condor » sabato 25 gennaio 2020, 13:39

mi pare impossibile possa vincere la destra..
A chi dice Bibbiano, per rispondere con lo stesso linguaggio, si dovrebbe dire "uno bianca…".
Qualcuno sa trovare i sondaggi dei bookmakers inglesi ?


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » sabato 25 gennaio 2020, 13:55

el_condor ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 13:39
mi pare impossibile possa vincere la destra..
A chi dice Bibbiano, per rispondere con lo stesso linguaggio, si dovrebbe dire "uno bianca…".
Qualcuno sa trovare i sondaggi dei bookmakers inglesi ?
Il problema è che il PD non è capace di dire "uno bianca", come non è stato capace di dire che Pinelli è stato assassinato.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Gimbatbu
Messaggi: 1178
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Gimbatbu » sabato 25 gennaio 2020, 16:49

Siamo al fondo del barile. Salvini è la summa del peggio di Trump, Erdogan e Orban, ossia un mostro dantesco metà sciacallo, metà piranha col cervello da gallina. Zingaretti basta guardarlo in faccia per certificare un rincretinimento galoppante (ma è mai stato non cretino?) che potrebbe essere sfruttato televisivamente creando il personaggio del fratello scemo di Montalbano. Di Maio per dirla con Protagora "non è"; non lo è mai stato umanamente e dopo gli ultimi sviluppi anche in seno al suo partito. Cosa resta? Mister "Mi riempio la saccoccia Renzi", 'aa sora Meloni, il gran bollito a sinistra del PD, il neanche bollito, oserei dire in via di putrefazione, di quello che resta del partito del Delinquente, oscenità di varia specie alle estremità. E, allo stato attuale non possiamo neanche rifugiarci nel brodino tiepido del governo tecnico sotto al quale spesso negli ultimi vent' anni, su pressante invito europeo, avevamo dovuto appecoronarci.



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » sabato 25 gennaio 2020, 17:37

nino58 ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 13:55
el_condor ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 13:39
mi pare impossibile possa vincere la destra..
A chi dice Bibbiano, per rispondere con lo stesso linguaggio, si dovrebbe dire "uno bianca…".
Qualcuno sa trovare i sondaggi dei bookmakers inglesi ?
Il problema è che il PD non è capace di dire "uno bianca", come non è stato capace di dire che Pinelli è stato assassinato.
E perché mai il PD dovrebbe difendere la memoria di Pinelli? Se oggi ci fosse un nuovo Pinelli, il PD sarebbe tra quelli che lo accuserebbero.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11134
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da nino58 » sabato 25 gennaio 2020, 18:21

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 17:37
nino58 ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 13:55
el_condor ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 13:39
mi pare impossibile possa vincere la destra..
A chi dice Bibbiano, per rispondere con lo stesso linguaggio, si dovrebbe dire "uno bianca…".
Qualcuno sa trovare i sondaggi dei bookmakers inglesi ?
Il problema è che il PD non è capace di dire "uno bianca", come non è stato capace di dire che Pinelli è stato assassinato.
E perché mai il PD dovrebbe difendere la memoria di Pinelli? Se oggi ci fosse un nuovo Pinelli, il PD sarebbe tra quelli che lo accuserebbero.
Dovrebbe farlo semplicemente per antifascismo.
Non di facciata, di sostanza.
Ma come giustamente dici tu, lo accuserebbero.
Come accusarono Valpreda.
Basta rileggere l'Unità dopo il suo arresto.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

el_condor
Messaggi: 3611
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da el_condor » sabato 25 gennaio 2020, 18:27

nino58 ha scritto:
sabato 25 gennaio 2020, 18:21


Dovrebbe farlo semplicemente per antifascismo.
Non di facciata, di sostanza.
Ma come giustamente dici tu, lo accuserebbero.
Come accusarono Valpreda.
Basta rileggere l'Unità dopo il suo arresto.
il PD derenzizzato dovrebbe, piano piano, riacquistare coraggio (e dignità…).
Salvini mi sembra ancora piu' pericoloso di Berlusconi…


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18089
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 27 gennaio 2020, 11:47

Ovviamente scrivo senza entusiasmo alcuno perchè politicamente il PD è veramente tanto distante dalle mie idee politiche. Però la battuta d'arresto che Salvini ha subito in Emilia-Romagna può rappresentare una piccola ma utile frenata alle barbarie, all'ignoranza, all'odio, al razzismo, al fascismo, alla totale assenza di cultura, agli atteggiamenti da bullo di quartiere, al ricorso alla malavita per ottenere voti.
Per me non è sicuramente una vittoria, ma una giornata di 'resistenza' al mostro che avanza.

ps: ennesima azione suicida dei 5S che, presentandosi a questa tornata elettorale, si sono ridotti ai minimi storici. Praticamente gli sono rimasti solo i voti dei parenti :diavoletto:


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

el_condor
Messaggi: 3611
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Fatti di Politica 2020

Messaggio da leggere da el_condor » lunedì 27 gennaio 2020, 11:49

si riparte dall'Emila. Sbugiardato Matteo ,il Vanna Marchi della politica. Sono piu' contento del risultato delle elezioni che se Contador fosse tornato ed avesse vinto la Sanremo..
a Pisa alcuni studenti (italiani pare) hanno semidistrutto una scuola, in Campania un po' di delinquenti (italiani…)continuano ad accendere dannosissimi roghi, nell'indifferenza delle forza dell'ordine.
Fatti come questi sono di gran lunga piu' gravi dello sbarco di alcuni poveretti, stremati, malnutriti, semidisidratati e spaventati ma Pig Matteo non se accorgeva..Su un muro c'era scritto Big Matteo Salvini, non avevo l'occorrente per trasformare Big in Pig altrimenti l'avrei fatto.
ciao


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."


Rispondi