SOS Vigorelli

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » domenica 25 ottobre 2015, 22:54

Maìno della Spinetta ha scritto:Caldo ottobre sulla Lombardia. Vigorelli colorato, e Maino che perde una vite dalle scarpine. Il tempo di cercare un negozio e, cosa lunghissima, trovare delle viti della lunghezza giusta, e ormai erano tutti belli e che partiti. Parte la rincorsa per Cinisello, desio arosio, erba, Ghisallo. Tiro in pianura e arrivato alla Valassina recupero qualche ciclista disperso. Il Magreglio per fortuna non è impossibile ma a un niente dalla fine crollo miseramente, fame nera e pulsazioni a mille. Salgo lento nel paese, piccola discesa, ed ecco il Santuario. Alla fine c'è anche un pacco pappa per me, perché in tanti non si son presentati, alla faccia delle preiscrizioni!
Rientro a casa in treno con alcuni di Arona e un paio di milanesi - non oso immaginare chi ha preso il treno dopo che casino avrà trovato: nel nostro non c'era il vagone porta bici!


grazie a te maino, è stata davvero una bellissima giornata. una di quelle che fanno capire che tutto questo che stiamo facendo per il vigorelli, per il ghisallo e non solo, ha fondamenta umane ben solide :)

a giudicare dal tuo "pronostico", credo di aver preso il treno dopo. diciamo che davanti a un gruppetto ben agguerrito di rompicoglioni, anche il capotreno ha dovuto alzare bandiera bianca. :cincin:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!


Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3470
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda simociclo » domenica 25 ottobre 2015, 23:04

volevo venire a salutare alla partenza (sono un appassionato da poltrona... :) ), ma un impegno imprevisto non me lo ha consentito.
Spero che l'iniziativa sia riuscita!


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » mercoledì 28 ottobre 2015, 11:08

Oggi cadono 80 anni esatti dall'inaugurazione del Vigorelli.
sarà un velodromo un po' vecchio e malandato ormai, ma fidatevi che ha ancora molto da dire e da dare :)

Immagine


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » mercoledì 28 ottobre 2015, 11:51

cauz. ha scritto:Oggi cadono 80 anni esatti dall'inaugurazione del Vigorelli.
sarà un velodromo un po' vecchio e malandato ormai, ma fidatevi che ha ancora molto da dire e da dare :)

Immagine


segnalo un altro magnifico pezzo di Pastonesi
http://blog.turbolento.net/gli-ottanta- ... vigorelli/

Mi sono accorto ora che c'è una pagina fb del comitato, gli iscritti non sono pochi, bravi!
ps: cauz mi devi una risposta sul futuro del Vigo ;) : secondo te potrà ospitare venti simil Fiorenzuola (se qualcuno avrà voglia e dindini per organizzarli) o il recupero sarà finalizzato esclusivamente alla pur vitale attività giovanile e amatoriale?


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » mercoledì 28 ottobre 2015, 12:06

marc ha scritto:Mi sono accorto ora che c'è una pagina fb del comitato, gli iscritti non sono pochi, bravi!
ps: cauz mi devi una risposta sul futuro del Vigo ;) : secondo te potrà ospitare venti simil Fiorenzuola (se qualcuno avrà voglia e dindini per organizzarli) o il recupero sarà finalizzato esclusivamente alla pur vitale attività giovanile e amatoriale?


la risposta sta tutta in quella tua parentesi che ho grassettato.
certo che potrà ospitarli. ti dirò di più: dovrà ospitarli, ma ci vorranno le forze per farli.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!


marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » mercoledì 28 ottobre 2015, 12:47

cauz. ha scritto:
marc ha scritto:Mi sono accorto ora che c'è una pagina fb del comitato, gli iscritti non sono pochi, bravi!
ps: cauz mi devi una risposta sul futuro del Vigo ;) : secondo te potrà ospitare venti simil Fiorenzuola (se qualcuno avrà voglia e dindini per organizzarli) o il recupero sarà finalizzato esclusivamente alla pur vitale attività giovanile e amatoriale?


la risposta sta tutta in quella tua parentesi che ho grassettato.
certo che potrà ospitarli. ti dirò di più: dovrà ospitarli, ma ci vorranno le forze per farli.


In Italia l'unico che organizza eventi su pista ad alto livello è Santi (nomen omen perché andrebbe santificato). A parte l'annuncio un po' generico di Dagnoni (su cui ti sei già espresso) per ora non c'è nulla all'orizzonte. Speriamo bene, provo a essere fiducioso :)


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » mercoledì 28 ottobre 2015, 17:59

e qui il mio personale augurio di compleanno...
https://www.facebook.com/crampi.sportivi/photos/a.556297814405378.1073741826.556290881072738/919227294779093/?type=3&theater

Metti Bepin Olmo e Frank Zappa, Fausto Coppi e i Ramones, i Clash e Fiorenzo Magni, i Led Zeppelin tra i lacrimogeni e Guido Messina tra gli applausi. Metti Peppino Di Capri che filma il primo concerto italiano dei Beatles e Sean Kelly che brucia Van der Poel e Mottet al Giro di Lombardia. Metti Anquetil e Rivière, la ruotona di Moser e Nando Terruzzi che frena poggiando il naso sul tubolare. Metti le sfide tra Maspes e Gaiardoni, e alcuni ragazzoni innamorati della velocissima palla ovale d'oltreoceano. Metti le bombe che piovono dal cielo di Milano e l'intero cast di "Rocco e i suoi Fratelli" che si dà da fare tra le telecamere. Metti migliaia di appassionati di ciclismo, che si ritrovano per imprese (per loro) eroiche o soltanto per stappare l'ennesima di troppe birre, ben consci che non sarà l'ultima. Mettili tutti insieme intorno a un tavolo. E in disparte mettici Mario Fossati, che osserva e prende appunti sul suo taccuino.

Non è una tavolata elegante, anzi è un ovale di legno alle volte liscio e scorrevole e altre decisamente malandato, ma ogni scheggia di questi 397,7 metri ha una storia da raccontare. E quando arrivano queste giornate uggiose d'autunno, quando il sole è soltanto un pallido punto fantasma dietro al cielo grigio di Milano e l'umidità sale lungo ogni venatura del legno, basta solo avvicinarsi alla pista magica del Vigorelli per sentire le sue listelle bisbigliare e raccontartele una per una queste storie.
Fausto Coppi qui ci mise un'ora a mettere in fila quelle listelle, una dopo l'altra, fino a raggiungere 45 chilometri e 798 metri. Il Vigorelli invece ci ha messo 80 anni a costruire la sua storia, da quel 28 ottobre 1935 quando fu inaugurato a questo grigio 28 ottobre 2015, quando la "pista magica" vede sempre più vicino il traguardo di un nuovo restauro, e di una nuova vita.
Perchè a differenza del record dell'ora, quella del Velodromo più bello del mondo è una gara che non ha una conclusione stabilita, un'americana fatta di storie magiche e tragiche che si danno cambi regolari lanciandosi in una continua volata.

Oggi le listelle di questa pista bisbigliano festose tutte insieme, raccontandosi le storie di Bepin Olmo e di Frank Zappa, di Ercole Baldini e degli Iron Maiden, ma quando i tubolari torneranno a farle sussultare e culi e clavicole di ciclisti caduti torneranno ad ammaccarle, questa storia da un bisbiglio indistinto diventerà una voce chiara, che racconterà nuovi personaggi e nuove favole. Non resta che scriverle, il Vigorelli si limiterà a metterci l'ambientazione, come fa da 80 anni.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

l'Orso
Messaggi: 4419
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda l'Orso » venerdì 30 ottobre 2015, 15:39

cauz. ha scritto:e qui il mio personale augurio di compleanno...
https://www.facebook.com/crampi.sportivi/photos/a.556297814405378.1073741826.556290881072738/919227294779093/?type=3&theater

Metti Bepin Olmo e Frank Zappa, Fausto Coppi e i Ramones, i Clash e Fiorenzo Magni, i Led Zeppelin tra i lacrimogeni e Guido Messina tra gli applausi. Metti Peppino Di Capri che filma il primo concerto italiano dei Beatles e Sean Kelly che brucia Van der Poel e Mottet al Giro di Lombardia. Metti Anquetil e Rivière, la ruotona di Moser e Nando Terruzzi che frena poggiando il naso sul tubolare. Metti le sfide tra Maspes e Gaiardoni, e alcuni ragazzoni innamorati della velocissima palla ovale d'oltreoceano. Metti le bombe che piovono dal cielo di Milano e l'intero cast di "Rocco e i suoi Fratelli" che si dà da fare tra le telecamere. Metti migliaia di appassionati di ciclismo, che si ritrovano per imprese (per loro) eroiche o soltanto per stappare l'ennesima di troppe birre, ben consci che non sarà l'ultima. Mettili tutti insieme intorno a un tavolo. E in disparte mettici Mario Fossati, che osserva e prende appunti sul suo taccuino.

Non è una tavolata elegante, anzi è un ovale di legno alle volte liscio e scorrevole e altre decisamente malandato, ma ogni scheggia di questi 397,7 metri ha una storia da raccontare. E quando arrivano queste giornate uggiose d'autunno, quando il sole è soltanto un pallido punto fantasma dietro al cielo grigio di Milano e l'umidità sale lungo ogni venatura del legno, basta solo avvicinarsi alla pista magica del Vigorelli per sentire le sue listelle bisbigliare e raccontartele una per una queste storie.
Fausto Coppi qui ci mise un'ora a mettere in fila quelle listelle, una dopo l'altra, fino a raggiungere 45 chilometri e 798 metri. Il Vigorelli invece ci ha messo 80 anni a costruire la sua storia, da quel 28 ottobre 1935 quando fu inaugurato a questo grigio 28 ottobre 2015, quando la "pista magica" vede sempre più vicino il traguardo di un nuovo restauro, e di una nuova vita.
Perchè a differenza del record dell'ora, quella del Velodromo più bello del mondo è una gara che non ha una conclusione stabilita, un'americana fatta di storie magiche e tragiche che si danno cambi regolari lanciandosi in una continua volata.

Oggi le listelle di questa pista bisbigliano festose tutte insieme, raccontandosi le storie di Bepin Olmo e di Frank Zappa, di Ercole Baldini e degli Iron Maiden, ma quando i tubolari torneranno a farle sussultare e culi e clavicole di ciclisti caduti torneranno ad ammaccarle, questa storia da un bisbiglio indistinto diventerà una voce chiara, che racconterà nuovi personaggi e nuove favole. Non resta che scriverle, il Vigorelli si limiterà a metterci l'ambientazione, come fa da 80 anni.


:clap: :clap: :clap: :clap:


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » lunedì 9 novembre 2015, 9:36

cauz. ha scritto:e qui il mio personale augurio di compleanno...
https://www.facebook.com/crampi.sportivi/photos/a.556297814405378.1073741826.556290881072738/919227294779093/?type=3&theater

Metti Bepin Olmo e Frank Zappa, Fausto Coppi e i Ramones, i Clash e Fiorenzo Magni, i Led Zeppelin tra i lacrimogeni e Guido Messina tra gli applausi. Metti Peppino Di Capri che filma il primo concerto italiano dei Beatles e Sean Kelly che brucia Van der Poel e Mottet al Giro di Lombardia. Metti Anquetil e Rivière, la ruotona di Moser e Nando Terruzzi che frena poggiando il naso sul tubolare. Metti le sfide tra Maspes e Gaiardoni, e alcuni ragazzoni innamorati della velocissima palla ovale d'oltreoceano. Metti le bombe che piovono dal cielo di Milano e l'intero cast di "Rocco e i suoi Fratelli" che si dà da fare tra le telecamere. Metti migliaia di appassionati di ciclismo, che si ritrovano per imprese (per loro) eroiche o soltanto per stappare l'ennesima di troppe birre, ben consci che non sarà l'ultima. Mettili tutti insieme intorno a un tavolo. E in disparte mettici Mario Fossati, che osserva e prende appunti sul suo taccuino.

Non è una tavolata elegante, anzi è un ovale di legno alle volte liscio e scorrevole e altre decisamente malandato, ma ogni scheggia di questi 397,7 metri ha una storia da raccontare. E quando arrivano queste giornate uggiose d'autunno, quando il sole è soltanto un pallido punto fantasma dietro al cielo grigio di Milano e l'umidità sale lungo ogni venatura del legno, basta solo avvicinarsi alla pista magica del Vigorelli per sentire le sue listelle bisbigliare e raccontartele una per una queste storie.
Fausto Coppi qui ci mise un'ora a mettere in fila quelle listelle, una dopo l'altra, fino a raggiungere 45 chilometri e 798 metri. Il Vigorelli invece ci ha messo 80 anni a costruire la sua storia, da quel 28 ottobre 1935 quando fu inaugurato a questo grigio 28 ottobre 2015, quando la "pista magica" vede sempre più vicino il traguardo di un nuovo restauro, e di una nuova vita.
Perchè a differenza del record dell'ora, quella del Velodromo più bello del mondo è una gara che non ha una conclusione stabilita, un'americana fatta di storie magiche e tragiche che si danno cambi regolari lanciandosi in una continua volata.

Oggi le listelle di questa pista bisbigliano festose tutte insieme, raccontandosi le storie di Bepin Olmo e di Frank Zappa, di Ercole Baldini e degli Iron Maiden, ma quando i tubolari torneranno a farle sussultare e culi e clavicole di ciclisti caduti torneranno ad ammaccarle, questa storia da un bisbiglio indistinto diventerà una voce chiara, che racconterà nuovi personaggi e nuove favole. Non resta che scriverle, il Vigorelli si limiterà a metterci l'ambientazione, come fa da 80 anni.


altre birre altre birre - e poi la Cobram al Vigo!


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 15 gennaio 2016, 22:09

il 20 gennaio inizieranno ufficialmente i lavori di restauro del vigorelli.
è una notizia bellissima, ma che non vale nulla sin quando non si conosceranno i progetti di gestione che serviranno a tenere in vita il nuovo vigorelli.
brindiamo moderatamente, insomma, se possibile. :cincin:

questo l'annuncio diffuso oggi dal comune di milano.

Cominciano i lavori per far rinascere il Vigorelli. Lo storico velodromo, tempio del ciclismo (qui il 7 novembre 1942 consegnò alla storia il primato mondiale dell'ora di Fausto Coppi), cornice di un celebre concerto dei Beatles nel 1965, casa nel passato anche per grandi boxeur e, più recentemente, per il football americano, sarà oggetto di un restauro conservativo. Verrà valorizzata la pista, consentendone il riuso. E sarà riportata all'antico splendore tutta la struttura, incluse le palestre sottostanti la pista, le coperture, il campo di gioco. L'investimento ammonta a 7 milioni di euro, tutti a scomputo degli oneri a carico di Citylife. L'obiettivo è di chiudere il cantiere entro il prossimo maggio. Il Vigorelli rinascerà come velodromo urbano e come arena civica da ottomila posti, per essere utilizzato anche come luogo per l'intrattenimento. Siamo al lavoro con la Federazione Ciclistica Italiana e il Comitato Velodromo Vigorelli per sviluppare un progetto che ne faccia la casa della bicicletta a Milano, aperta a tante proposte diverse


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

bove
Messaggi: 1351
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 22:29

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda bove » venerdì 15 gennaio 2016, 22:19

:clap: :clap: :clap:


Gianluca Avigo
Presidente AFCCPI (Associazione FantaCicloCrossisti Perditempo Italiani)

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » giovedì 25 febbraio 2016, 12:23

Immagine

sta succedendo qualcosa a milano...


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Slegar » giovedì 25 febbraio 2016, 12:59

Io inizierei a preoccuparmi. Non per fare l'uccello del malaugurio, ma la struttura di sostegno della curva non mi sembra abbia una bella cera; qua si sa quando sono iniziati ma non quando finiranno questi lavori e soprattutto quanto costerà il ripristino completo della pista (che poi i lavori a scomputo degli onerì chissà perché sono sempre cari).



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » giovedì 25 febbraio 2016, 13:31

Slegar ha scritto:Io inizierei a preoccuparmi. Non per fare l'uccello del malaugurio, ma la struttura di sostegno della curva non mi sembra abbia una bella cera; qua si sa quando sono iniziati ma non quando finiranno questi lavori e soprattutto quanto costerà il ripristino completo della pista (che poi i lavori a scomputo degli onerì chissà perché sono sempre cari).


no, la struttura a sostegno della curva è già stata analizzata e testata dai tecnici e ha superato tutte le prove. idem per la pista stessa, che nonostante manchi di manutenzione da 15 anni ha bisogno solo di interventi superficiali, tanto che i listelli da sostituire non dovrebbero essere più del 15%.

i lavori di restauro della pista e della tettoia si concluderanno il 31 maggio, cui si potrà tollerare eventualmente qualche piccolo ritardo in caso di rinvii per maltempo.
questo è il cronoprogramma sintetizzato:
Immagine

più preoccupante è il discorso sulla fase 2 dei lavori (spogliatoi, palestre,magazzini) e di un eventuale fase 3 (dedicata ai sottotribuna e ad eventuali spazi commerciali), perchè queste non sono ancora state calendarizzate con precisione. anzi, ad oggi io non ho visto nemmeno un progetto (ma pare sia in via di definizione).

il ripristino della pista è stato stimato con un costo di 1,3 milioni... ed effettivamente è una cifra eccessiva, ma speriamo sia ben spesa :)
i restanti 4 milioni (circa) saranno destinati ai lavori strutturali, che mi auguro prevedano anche un rifacimento degli impianti di illuminazione e riscaldamento che risalgono a 20 generazioni di tecnologie fa..


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » venerdì 11 marzo 2016, 14:55

Il Corriere spiega che il 12 giugno ci sarà la gara inaugurale del Vigorelli rinato. Di che si tratta? E chi è l'esponente della Federazione che ha parlato con i consiglieri comunali? Ha spiegato qualcosa di più dettagliato? Sono tutte ottime notizie, sia ben chiaro.

Cauz mi rivolgo a te, riusciresti a fare un pò di chiarezza su questi passaggi non chiarissimi del pezzo? :)


" Riapre le porte il tempio del ciclismo. Da maggio si tornerà a pedalare sulla pista di legno del Vigorelli, rimessa a nuovo grazie a 30 abeti rossi provenienti dalal Val di Fiemme che dal 1944 fornisce la materia prima per i listelli del velodromo. Ma gli alberi tagliati verranno ripiantumati dal Consorzio della valle moltiplicati per dieci e nascerà il «bosco Vigorelli». Per celebrare il ritornod elle due ruote al Maspes, è già stata programmata una gara il 12 giugno.

Il progetto di recupero della storica strutura, tutelata dalla Sprintendenza, è stato presentato ieri a Milano in commissione Sport. L'intervento, per un valore di 7 milioni di euro, è realizzato da Citylife a scomputo degli oneri di urbanizzazione e prevede anche la riqualificazione degli spogliatoi e degli spazi interni, lavori questi ultimi che termineranno solo a maggio 2018. Nel frattempo l'idea è di aprire la pista e il campo da fottball utiizzando spogliatoi prefabbricati. Entro il 30 maggio prossimo sarà invece terminato il restauro dei 3.600 metri quadrati della pista, dove è stato necessario sostituire il 15 per cento dei listelli. Per la stessa data sarà sistemata anche la copertura. Poi toccherà anche al campo di football americano (dopo i lavori sarà riposizionato il medesimo tappeto sintetico), alle tribune che saranno pronte a settembre, ai locali sotto la tribuna e alla palestra Ravasio.

«Abbiamo trovato il Vigorelli in uno stato di abbandono penoso e siamo felici di restituirlo alla città - ha detto l'assessore allo Sport, Chiara Bisconti -. Ora dovremo occuparci della gestione: io lo vedo come una seconda Arena e ipotizzo che per 4-5 anni il Comune si metta al centro con una gestione diretta, in stretto contatto con le federazioni».

La «mano pubblica», secondo Bisconti, dovrà «offrire il sostentamento dell'impianto». In prima linea ci saranno però, in consorzio, le Federazioni Ciclismo e Football con il Comitato Maspes Vigorelli.

Il progetto di manutebnzione straordinaria della pista è stato affidato a Aldo Galbiati, l'ultimo che si era occupato dello stato di salute del velodromo più di 20 anni fa. Ofgni singolo passaggio è stato compiuto sotto il comntrollo della Sovrintendenza, con l'obiettivo di conservare tutti gli elementi storici dell'impianto. «Entro fine maggio ci sarà il collaudo della pista - ha annunciato Galbiati -. La faremo utilizzare per una giornata sul legno grezzo. Pensiamo di far girare biciclette, motorini leggeri e moto pesanti». La capienza delle tribune salirà da 3.550 a circa 7.000 posti, grazie a interventi di messa a norma che consentiranno di omologare tutti gli spazi. La Federazione ciclistica ha precisato a tutti i consiglieri comunali che al Vigorelli «si potrà fare tutto ad eccezione di Olimpiadi e Campionati del Mondo».

Ma l'incongnita riguarda la disponibilità reale dell'impianto da maggio. «Si sta cercando una soluzione per utilizzarlo appena pronta la pista - ha spiegato Russo di Citylife -. Si potrebbero sistemare all'esterno delle baracche da afibire a spogliatoio. Ma perché ciò sia possibile, la commissione di vigilanza deve autorizzare l'uso in una fare in cui l'impianto non sarà omologato».

da Corriere della Sera Milano, a firma di Rossella Verga


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 11 marzo 2016, 16:58

marc ha scritto:Il Corriere spiega che il 12 giugno ci sarà la gara inaugurale del Vigorelli rinato. Di che si tratta? E chi è l'esponente della Federazione che ha parlato con i consiglieri comunali? Ha spiegato qualcosa di più dettagliato? Sono tutte ottime notizie, sia ben chiaro.

Cauz mi rivolgo a te, riusciresti a fare un pò di chiarezza su questi passaggi non chiarissimi del pezzo? :)


il 12 maggio ci dovrebbe essere una "criterium", gara in circuito su bici da pista, intorno al vigorelli. non so dirti ancora se si concluderà davvero in pista o meno. molto dipenderà dall'andamento del cantiere, ma sicuramente non sarà la "gara inaugurale" nel senso di pista.
ad ogni modo, qualcosa di più probabilmente si capirà alla giornata di presentazione del circuito italiano criterium, domenica 20 a milano, cui parteciperemo anche noi con una tavola rotonda sul vigorelli insieme a Marco Villa:
http://www.santeriasocial.club/here/eve ... -centrali/
(siete tutti invitati)

alla commissione comunale di ieri c'erano esponenti del comitato provinciale della FCI (che ha la delega sul vigorelli), il comitato velodromo vigorelli (compreso il sottoscritto) e un esponente della FIDAF, la federazione di football americano che gioca da oltre 20 anni al vigorelli. ieri in realtà non è emerso molto; è stata più che altro una presentazione della prima fase dei lavori. puoi vedere i dettagli qui: http://bit.ly/vigorelli-cantiere.
il nodo continua ad essere relativo all'ambito gestionale, e su quello prosegue il dialogo tra tutti (anche se con i tempi lenti tipici delle istituzioni).


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » venerdì 11 marzo 2016, 18:44

cauz. ha scritto:
marc ha scritto:Il Corriere spiega che il 12 giugno ci sarà la gara inaugurale del Vigorelli rinato. Di che si tratta? E chi è l'esponente della Federazione che ha parlato con i consiglieri comunali? Ha spiegato qualcosa di più dettagliato? Sono tutte ottime notizie, sia ben chiaro.

Cauz mi rivolgo a te, riusciresti a fare un pò di chiarezza su questi passaggi non chiarissimi del pezzo? :)


il 12 maggio ci dovrebbe essere una "criterium", gara in circuito su bici da pista, intorno al vigorelli. non so dirti ancora se si concluderà davvero in pista o meno. molto dipenderà dall'andamento del cantiere, ma sicuramente non sarà la "gara inaugurale" nel senso di pista.
ad ogni modo, qualcosa di più probabilmente si capirà alla giornata di presentazione del circuito italiano criterium, domenica 20 a milano, cui parteciperemo anche noi con una tavola rotonda sul vigorelli insieme a Marco Villa:
http://www.santeriasocial.club/here/eve ... -centrali/
(siete tutti invitati)

alla commissione comunale di ieri c'erano esponenti del comitato provinciale della FCI (che ha la delega sul vigorelli), il comitato velodromo vigorelli (compreso il sottoscritto) e un esponente della FIDAF, la federazione di football americano che gioca da oltre 20 anni al vigorelli. ieri in realtà non è emerso molto; è stata più che altro una presentazione della prima fase dei lavori. puoi vedere i dettagli qui: http://bit.ly/vigorelli-cantiere.
il nodo continua ad essere relativo all'ambito gestionale, e su quello prosegue il dialogo tra tutti (anche se con i tempi lenti tipici delle istituzioni).


Immaginavo, mi pareva un pò prematuro per una gara ufficiale su pista…va bene cmq, vedo che le cose procedono anche se il nodo come dici tu riguarderà la gestione vera e propria della struttura. Noto cmq con piacere che pur in maniera dozzinale (molto dozzinale anche rispetto agli standard del giornalismo generalista) si parla del Vigorelli su testate importanti con ampio spazio. E ho visto con altrettanto piacere che il relativo post sulla pagina FB del Comune di Milano è stato ampiamente commentato.


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » sabato 12 marzo 2016, 14:03

Interessante intervista a Dagnoni sul futuro del Vigorelli. Non so cosa ne pensiate, ma da profano qui dentro scorgo poche idee e abbastanza confuse. Probabilmente è solo una mia impressione. Cmq in bocca al lupo a Dagnoni, che però pare già mettere le mani avanti sulla difficoltà di far decollare il Vigorelli. Che dite? (e che ne pensa il Comitato?) ;)


VIGORELLI. Cordiano Dagnoni: «Attenzione alla gestione»
Siamo entusiasti per la rinascita del velodromo di Milano

Sta per riaprire le porte il Vigorelli, lo storico velodromo di Milano.
Per celebrare il ritorno delle due ruote al Maspes e saperne di più sulla rinascita del tondino all'ombra della Madonnina abbiamo rivolto le nostre domande a Cordiano Dagnoni, presidente facente funzioni del Comitato Regionale Lombardo della FCI.
Cosa pensa del rilancio di questa struttura?

«Come amante della pista e come comitato siamo felici e orgogliosi che tra i soldi stanziati per CityLife sia stato pensato a un budget per far ripartire il Vigorelli. La realizzazione di un palazzo coperto sarebbe stato il top ma ci accontentiamo della ristrutturazione della pista e della sua copertura. Siamo entusiasti e grati al Comune di Milano e felici che i lavori siano partiti. Il ciclismo italiano e lombardo esige una pista coperta e più moderna in città, nei mesi scorsi numerosi architetti hanno proposto idee innovative nei vari concorsi ma evidentemente non è stato possibile concretizzarle. Detto ciò, ora bisogna dedicare molta attenzione a come verrà gestito il Vigorelli. Rimetterlo a norma e in funzione è solo il primo passo, per il succeso di un impianto la gestione è fondamentale. Mi viene in mente il paragone con un corridore che passa professionista. In quel momento non raggiunge un traguardo ma inizia un percorso delicato. Ora inizia il bello, dobbiamo tutti lavorare sodo e con serietà».

Come verrà gestito?

«Mi auguro si propongano personaggi competenti, dal canto nostro noi offriamo il massimo supporto a chi verrà incaricato di questo compito dal comune. A mio avviso sarà importante sfruttare al meglio tutti gli spazi, il ciclismo deve restare l'attività primaria del Vigorelli, ma ci sono tante altre attività che possono e devono creare movimento per tener vivo l'impianto tutto l'anno. Mi prendo l'impegno di sedermi al tavolo con le altre federazioni regionali per collaborare e condividere le nostre idee. Auspico un coinvolgimento delle nostre competenze per valutare la gestione, non possiamo permetterci l'ennesimo flop come quello del '96 quando mio papà con il dottor Squinzi ed altri si erano dati da fare per riportarlo alla luce ma dopo poche manifestazioni non si è riusciti a valorizzarlo come merita».

Che tipo di corse potranno essere organizzate?

«Il Vigorelli è una pista agonistica difficile, non per tutti. Sui giornali continuo a leggere la bestialità di riportare la Sei Giorni che non c'è mai stata in questo velodromo, se non nella versione estiva ma è un altra cosa rispetto a quello che si svolgeva a febbraio a Milano. È una pista molto tecnica, per salirci serve avere una certa confidenza con la bicicletta, potranno usarla gli agonisti puri, non i bambini o gli amatori. Essendo una pista lunga (400 mt) e con le curve ripide obiettivamente non è il massimo per far imparare i giovani, ma troveremo il modo per sfruttare la parte bassa per i piccoli mentre nella parte alta gireranno i grandi dando l'esempio e stimolando chi si avvicina per la prima volta alla pista. Dovrà diventare un punto di riferimento per il nostro movimento, un centro di eccellenza del ciclismo, con uno studio medico - fisioterapico, un'officina meccanica dotata delle ultime tecnologie, insomma un polo di competenze delle due ruote. A logica dovrà ospitare il museo del ciclismo, il Ghisallo è stupendo ma scomodo da raggiungere per gli appassionati. Il Vigorelli è storicamente il tempio del ciclismo in Europa, è la sede naturale per ospitare il museo della bicicletta».


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » sabato 12 marzo 2016, 17:34

Dagnoni è una vita che osteggia qualsiasi progetto riguardante il vigorelli. Non ho mai capito perché, benché qualche idea me la sono fatta.
Francamente di 'opinioni' del genere mi interesso poco, mi sembra l'immagine perfetta di quello che è FCI oggi.
Se la pista in italia avesse ancora maestri come suo padre anziché grigi burocrati come i federali di oggi forse racconteremmo una storia differente.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » martedì 22 marzo 2016, 16:35

cauz complimenti per l'iniziativa di domenica, ho trovato in giro questo pezzo.

http://blog.ilgiornale.it/ruzzo/2016/03 ... ono-pista/

purtroppo non son potuto passare, ce lo faresti qui un riassunto di quello che han detto Villa e gli altri sul Vigo e dintorni?


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » mercoledì 23 marzo 2016, 12:51

marc ha scritto:cauz complimenti per l'iniziativa di domenica, ho trovato in giro questo pezzo.

http://blog.ilgiornale.it/ruzzo/2016/03 ... ono-pista/

purtroppo non son potuto passare, ce lo faresti qui un riassunto di quello che han detto Villa e gli altri sul Vigo e dintorni?


diciamo che in quel pezzo trovi una buona sintesi, visto che glielo ho dettato io ;)

nei prossimi giorni metto online la registrazione del dibattito con villa, de lillo e fiorin.
purtroppo sono saltati i primi 5 minuti, ma non è molto grave. anzi meglio, mi toglie dall'imbarazzo del riproporre la mia introduzione :)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » mercoledì 23 marzo 2016, 17:00

cauz. ha scritto:
marc ha scritto:cauz complimenti per l'iniziativa di domenica, ho trovato in giro questo pezzo.

http://blog.ilgiornale.it/ruzzo/2016/03 ... ono-pista/

purtroppo non son potuto passare, ce lo faresti qui un riassunto di quello che han detto Villa e gli altri sul Vigo e dintorni?


diciamo che in quel pezzo trovi una buona sintesi, visto che glielo ho dettato io ;)

nei prossimi giorni metto online la registrazione del dibattito con villa, de lillo e fiorin.
purtroppo sono saltati i primi 5 minuti, ma non è molto grave. anzi meglio, mi toglie dall'imbarazzo del riproporre la mia introduzione :)


ottimo


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 3 giugno 2016, 12:18

il traguardo è lontano, ma un traguardo la' in fondo c'è davvero.
ieri il vigorelli ha aperto la pista restaurata a una quarantina di ciclisti.
la pista ha bisogno ancora di qualche intervento, specie la parte alta ha ancora dei listelli un po' ammalorati, manca parte della levigatura, tutta la verniciatura definitiva e la resinatura finale... però la pista c'è davvero e tiene.
manca ancora un mese di lavori sulla pista, altri due sul campo e il fondo interno e poi inizieranno quasi due anni di lavori su spogliatoi e sottotribune, durante i quali la pista sarà già utilizzabile. questo signfica che il traguardo, appunto, è ancora da raggiungere, ma se penso a come è nata questa fuga, come dei velocisti al chilometro zero di un tappone dolomitico, non posso nascondere la soddisfazione.

a fine pomeriggio, dopo una giornata senza pause, ho preso in prestito la bici di un amico: almeno due taglie più piccola della mia, con gli scarponi da montagna ai piedi e mi sono buttato a testa bassa in pista. se va avanti così, da qui in poi ci sarà parecchio da divertirsi.


13313644_525466197643850_1559570069_o.jpg
13313644_525466197643850_1559570069_o.jpg (124.36 KiB) Visto 2555 volte


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 24 giugno 2016, 14:18



"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » venerdì 23 settembre 2016, 22:44

complimenti cauz e gli altri del comitato per la riapertura agli amatori del 24 sett…

chiedo però lumi su questo pezzo uscito si tuttobiciweb che parla di "settantina di atleti di valore internazionale" :uhm:



SCATTO FISSO | Sarà grande spettacolo domani a Milano con la Milano Fashion Fixie Night. Nell'area City Life, attorno al Velodromo Vigorelli andrà in scena una lunga giornata di ciclismo cittadino. Dalle 10 alle 17 sarà possibile infatti tornare a pedalare nello splendido velodomo Vigorelli, poi alle 17 scatteranno le gare riservate alle bici con scatto fisso. Prima la gara Lady e poi alle 18 l'inizio della gara Pro per le quali sono stati selezionati una settantina di atleti di valore internazionale. La manifestazione è inserita nel calendario della settimana della moda milanese.
Un'occasione importante per riabbracciare il Vigorelli, magari per provare l'ebbrezza di pedalare sulla storica pista e poi per godersi lo spettacolo dei campioni dello scatto fisso.


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » sabato 24 settembre 2016, 0:20

marc ha scritto:complimenti cauz e gli altri del comitato per la riapertura agli amatori del 24 sett…

chiedo però lumi su questo pezzo uscito si tuttobiciweb che parla di "settantina di atleti di valore internazionale" :uhm:

SCATTO FISSO | Sarà grande spettacolo domani a Milano con la Milano Fashion Fixie Night. Nell'area City Life, attorno al Velodromo Vigorelli andrà in scena una lunga giornata di ciclismo cittadino. Dalle 10 alle 17 sarà possibile infatti tornare a pedalare nello splendido velodomo Vigorelli, poi alle 17 scatteranno le gare riservate alle bici con scatto fisso. Prima la gara Lady e poi alle 18 l'inizio della gara Pro per le quali sono stati selezionati una settantina di atleti di valore internazionale. La manifestazione è inserita nel calendario della settimana della moda milanese.
Un'occasione importante per riabbracciare il Vigorelli, magari per provare l'ebbrezza di pedalare sulla storica pista e poi per godersi lo spettacolo dei campioni dello scatto fisso.


sono due iniziative diverse. ci siamo trovati in perfetto accordo sull'idea di riaprire il vigorelli, ma l'apertura agli amatori del mattino e la criterium del pomeriggio sono organizzate separatamente. questo per dire che non so molto della prova pomeridiana, anche perchè me ne dovrò andare già in tarda mattinata.

ho qualche riserva anche io sul "valore internazionale", ma se il valore è limitato al piccolo circuito delle criterium, tutto è possibile...

per quanto riguarda il vigorelli, nelle prossime settimane faremo altre 2-3 aperture, a seconda delle disponibilità che ci verranno concesse, poi con l'autunno inoltrato inizia un altro lotto di lavori, dopo il quale mi auguro si arrivi a definire davvero il progetto di gestione (e le elezioni federali, con ricadute anche sugli organi locali, non saranno ininfluenti).


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » sabato 24 settembre 2016, 10:38

cauz. ha scritto:
marc ha scritto:complimenti cauz e gli altri del comitato per la riapertura agli amatori del 24 sett…

chiedo però lumi su questo pezzo uscito si tuttobiciweb che parla di "settantina di atleti di valore internazionale" :uhm:

SCATTO FISSO | Sarà grande spettacolo domani a Milano con la Milano Fashion Fixie Night. Nell'area City Life, attorno al Velodromo Vigorelli andrà in scena una lunga giornata di ciclismo cittadino. Dalle 10 alle 17 sarà possibile infatti tornare a pedalare nello splendido velodomo Vigorelli, poi alle 17 scatteranno le gare riservate alle bici con scatto fisso. Prima la gara Lady e poi alle 18 l'inizio della gara Pro per le quali sono stati selezionati una settantina di atleti di valore internazionale. La manifestazione è inserita nel calendario della settimana della moda milanese.
Un'occasione importante per riabbracciare il Vigorelli, magari per provare l'ebbrezza di pedalare sulla storica pista e poi per godersi lo spettacolo dei campioni dello scatto fisso.


sono due iniziative diverse. ci siamo trovati in perfetto accordo sull'idea di riaprire il vigorelli, ma l'apertura agli amatori del mattino e la criterium del pomeriggio sono organizzate separatamente. questo per dire che non so molto della prova pomeridiana, anche perchè me ne dovrò andare già in tarda mattinata.

ho qualche riserva anche io sul "valore internazionale", ma se il valore è limitato al piccolo circuito delle criterium, tutto è possibile...

per quanto riguarda il vigorelli, nelle prossime settimane faremo altre 2-3 aperture, a seconda delle disponibilità che ci verranno concesse, poi con l'autunno inoltrato inizia un altro lotto di lavori, dopo il quale mi auguro si arrivi a definire davvero il progetto di gestione (e le elezioni federali, con ricadute anche sugli organi locali, non saranno ininfluenti).


molto bene, ancora complimenti


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » giovedì 29 settembre 2016, 23:02

stasera al vigorelli han pedalato 80 ciclisti da almeno una dozzina di nazioni diverse.
non so quando sia stata l'ultima volta che è successo, ma sono certo che si debba andare indietro nel tempo di alcuni decenni.
non so nemmeno quando ricapiterà, però è qualcosa di splendido, benchè i lavori sulla pista lascino già alcuni dubbi.
io un po' sono commosso. ;)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » martedì 11 ottobre 2016, 15:56

anzichè annoiarsi davanti al mondiale di Doha... domenica fatevi una pedalata! :)
http://www.vigorelli.eu/component/content/article/11-nuovo-vigorelli/41-vigorelli-ghisallo-2016.html

(Maino, sei allenato a sufficienza?)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » martedì 13 dicembre 2016, 13:20



"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
Morris
Messaggi: 719
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Morris » martedì 13 dicembre 2016, 22:11

cauz. ha scritto:il sogno di renato di rocco?
"vedere un velodromo a Milano" :hammer: :hammer: :hammer:

http://www.tuttobiciweb.it/2016/12/13/96354/di-rocco-fci-presidenza-elezioni-assemblea-tokyo


Di Rocco lo si conosce e non si smentisce, ma chi lo ha intervistato, non è migliore.


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Deadnature » martedì 13 dicembre 2016, 22:26

cauz. ha scritto:il sogno di renato di rocco?
"vedere un velodromo a Milano" :hammer: :hammer: :hammer:

http://www.tuttobiciweb.it/2016/12/13/96354/di-rocco-fci-presidenza-elezioni-assemblea-tokyo

Anche "tornare a respirare il profumo delle Sei Giorni in Italia" non è male.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda nino58 » venerdì 23 dicembre 2016, 9:09

cauz. ha scritto:e qui il mio personale augurio di compleanno...
https://www.facebook.com/crampi.sportivi/photos/a.556297814405378.1073741826.556290881072738/919227294779093/?type=3&theater

Metti Bepin Olmo e Frank Zappa, Fausto Coppi e i Ramones, i Clash e Fiorenzo Magni, i Led Zeppelin tra i lacrimogeni e Guido Messina tra gli applausi. Metti Peppino Di Capri che filma il primo concerto italiano dei Beatles e Sean Kelly che brucia Van der Poel e Mottet al Giro di Lombardia. Metti Anquetil e Rivière, la ruotona di Moser e Nando Terruzzi che frena poggiando il naso sul tubolare. Metti le sfide tra Maspes e Gaiardoni, e alcuni ragazzoni innamorati della velocissima palla ovale d'oltreoceano. Metti le bombe che piovono dal cielo di Milano e l'intero cast di "Rocco e i suoi Fratelli" che si dà da fare tra le telecamere. Metti migliaia di appassionati di ciclismo, che si ritrovano per imprese (per loro) eroiche o soltanto per stappare l'ennesima di troppe birre, ben consci che non sarà l'ultima. Mettili tutti insieme intorno a un tavolo. E in disparte mettici Mario Fossati, che osserva e prende appunti sul suo taccuino.

Non è una tavolata elegante, anzi è un ovale di legno alle volte liscio e scorrevole e altre decisamente malandato, ma ogni scheggia di questi 397,7 metri ha una storia da raccontare. E quando arrivano queste giornate uggiose d'autunno, quando il sole è soltanto un pallido punto fantasma dietro al cielo grigio di Milano e l'umidità sale lungo ogni venatura del legno, basta solo avvicinarsi alla pista magica del Vigorelli per sentire le sue listelle bisbigliare e raccontartele una per una queste storie.
Fausto Coppi qui ci mise un'ora a mettere in fila quelle listelle, una dopo l'altra, fino a raggiungere 45 chilometri e 798 metri. Il Vigorelli invece ci ha messo 80 anni a costruire la sua storia, da quel 28 ottobre 1935 quando fu inaugurato a questo grigio 28 ottobre 2015, quando la "pista magica" vede sempre più vicino il traguardo di un nuovo restauro, e di una nuova vita.
Perchè a differenza del record dell'ora, quella del Velodromo più bello del mondo è una gara che non ha una conclusione stabilita, un'americana fatta di storie magiche e tragiche che si danno cambi regolari lanciandosi in una continua volata.

Oggi le listelle di questa pista bisbigliano festose tutte insieme, raccontandosi le storie di Bepin Olmo e di Frank Zappa, di Ercole Baldini e degli Iron Maiden, ma quando i tubolari torneranno a farle sussultare e culi e clavicole di ciclisti caduti torneranno ad ammaccarle, questa storia da un bisbiglio indistinto diventerà una voce chiara, che racconterà nuovi personaggi e nuove favole. Non resta che scriverle, il Vigorelli si limiterà a metterci l'ambientazione, come fa da 80 anni.


Aggiungerei la "battaglia" dell'8 settembre 1980.
Concerto di PFM, Area e Stormy Six.
Concerto nell'ambito di una Festa dell'Unità.
Uno dei primi con pagamento del biglietto d'ingresso.
Decisione non gradita da parte dei giovani milanesi.
I quali tentano lo sfondamento ma vengono presi in mezzo tra il servizio d'ordine del PCI e la polizia.
Gli unici che danno loro una mano sono quelli che, entrati pagando, lanciano lattine dal punto più altro del velodromo su servizio d'ordine PCI e polizia.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » domenica 8 gennaio 2017, 0:02

Non so se era stato segnalato ai tempi, ma ho trovato questo pezzo del 2014. Meraviglioso.


Vigorelli: storie di ruote, pistard e magoni
Gino Cervi 24 marzo 2014


«Mi su no a ti, ma a mì me ciapa un magùn…». Avrà settant’anni, forse qualcuno di più. Cappelletto e giubbotto, che oggi sembra tornato l’inverno e c’è da ripararsi sotto la tettoia, e stringersi alla parabolica che sale come un muro di listelli di legno grigio. Chissà quanto forte devi pedalare per girare lassù in alto.

Lo chiedo al Piero Pambieri, milanese di viale Zara, tanta giovinezza passata in bicicletta, soprattutto sulla pista del Vigorelli, fine anni ’50, inizio ’60. «Sì, bisognava pedalare, e forte. Ma non era così difficile. Io, che facevo la velocità, ad esempio, sono caduto una sola volta, e perché mi ha portato giù uno che è caduto sopra di me, in curva…»

Scuote la testa, il Pambieri: «Nel 1997 il Comune di Milano ha speso fior di soldi, soldi pubblici, centinaia di milioni di lire di allora, per rimettere in sesto la struttura: le travature della pista, i listelli, e poi per rendere ignifughe le strutture in ferro delle tribune e delle coperture; e poi le tribune, le facciate e i locali interni, spogliatoi e via… E per cosa? Per farci due o tre riunioni… Poi più niente, il silenzio, l’abbandono. E la Federazione che non muove un dito… Che tristezza, che vergogna. Se penso alla gente, a migliaia, che veniva, il mercoledì, alle riunioni su pista, sessant’anni fa. Ci trovavi la passione dei milanesi per la bicicletta, e per la pista…»

Pambieri è stato un buon dilettante e il Vigorelli, come per tanti altri suoi coetanei, è stata un po’ la sua seconda casa. Qualche vittoria, tante gare tirate fino all’ultimo: ma quel che contava era la pratica, quotidiana, appassionata. Mai esasperata. Vincere sì, contava anche allora. Ma si correva per il gusto di correre e di confrontarsi. «Io avevo uno sprint lungo, mi mancava il rush finale. Dovevo anticipare la volata: vede, partivo là, alla fine della penultima curva. Sparavo a tutta per 300-250 metri. Qualche volta andava bene. Spesso mi rimontavano. Soprattutto se toccava confrontarmi col Vanni, Vanni Pettenella. Un amico, lui di Bruzzano, io di viale Zara: ci allenavamo insieme, ma contro di lui, in gara, non c’era mai storia. Troppo forte.»

Il giorno di apertura del Vigorelli, nelle giornate di primavera – si fa per dire, sembra novembre… – del FAI, arrivano a frotte a visitare la “Pista magica”. In mezzo c’è il verde sintetico del campo da football americano. Pazienza. Se questo è il modo di tenerlo aperto, di tenere in vita un mito come il Vigorelli va bene anche così. Però non basta.

Vengono a frotte i vecchi pistard, come a visitare un vecchio amico, un po’ malandato, con l’emozione di chi si ricorda con nostalgia di quando era tirato a lucido e il timore di leggergli negli occhi i giorni, forse le ore contate. Me li presenta, uno a uno, Gianni Bertoli, memoria storica di questo posto, anche se lui, mezzacalzetta, come si definisce, al Vigorelli non ci ha corso, o ci ha corso poco. «Ma si veniva qui anche solo per parlare, per ascoltare le storie. Era il nostro bar. Questo è il Carletto Capra, genio e sregolatezza. Fosse stato più attento a fare una vita da atleta, non avrebbe sfigurato al confronto coi migliori. Il Carletto annuisce malizioso: si vede che sottoscrive il motto di Renzo Zanazzi che commentava così, rivolgendosi al fratello Valeriano, le raccomandazioni dell’Avocatt Pavesi, quando erano giovani atleti della Legnano: «Uei Valeriano, quel lì l’è mat: gh’emm vint’ann e ne dis de ciulà no…»

Dino Galanti è ancora lustro come un bel violino stagionato. Gianni Bertoli lo chiama l’uomo da un milione di chilometri. Tanti ne ha fatti nella sua vita da ciclista: oggi, 22 marzo 2014, nell’anno in corso ne ha fatti già quasi 6000; la media è di circa 20.000 l’anno; se si considera che pedala da più di cinquant’anni… il conto è presto fatto, e probabilmente per difetto. Il Galanti ha in mano delle foto. Premiazioni al Vigorelli. La mitica Società ciclistica Azzini.

Arriva una bella signora che dice: «Mi ricordo anch’io dell’Azzini. Me ne parlava sempre mio papà. Però lui correva per lo Sport Club Genova, i rivali di sempre…». «Come si chiamava suo padre?» le chiede il Galanti. «Mio papà era Primo Bergomi!»… Stupore, ammirazione tra i presenti. Primo Bergomi, milanese di via Tortona, classe 1917, è stato campione italiano di velocità tra i professionisti nel 1940, nel 1943 e nel 1945, dopo esserlo stato tra i dilettanti nel 1939. Memorabili suoi duelli su pista, al Vigo, con Italo Astolfi, l’amico-rivale. Racconta la signora Daniela Bergomi, che è tornata a visitare il Vigorelli con la figlia e il nipotino: «A mio papà piacevano le corse su pista. Ma di soldi ce n’erano pochi, anche per il biglietto d’ingresso. L’unico modo per poterci essere era… correre. Fu così che provò una volta. Gli diedero una bicicletta che era tre misure più piccola della sua. Ma c’era la stoffa e strabiliò tutti in quella prima gara. Lo vide anche il signor Brambilla, titolare della BSA, mitica casa produttrice milanese. Che lo prese da parte e gli chiese: “Te piasariss curr cunt ona mia bicicletta?”. Rispose mio papà: “Sciur Brambilla, mi piassariss sì, ma i sò biciclett cùsten tropp per i mè tasc”. “T’ho minga dumandà se te voeuret cumprà ona mia bicicleta; t’ho dumandà se te voeuret curr!” fu la replica del sciur Brambilla. Mio papà non credeva ai suoi occhi: uno dei migliori costruttori milanesi gli offriva di correre con una sua bicicletta. Si misero d’accordo, scelse una cromata e chiese quando doveva passare per le misure. Rispose il Brambilla, squadrandolo da capo a piedi: “Tì pensa a curr, che a fa i biciclett ghe pensi mì”. Quando tornò la bici era già pronta, perfetta, senza bisogno di prendere le misure…»

Storie da Vigo. Ce ne sarebbero un’infinità da raccontare, anche di quelle che non parlano di campioni del mondo e record dell’ora. Sarebbe ora che qualcuno cominciasse a raccoglierle in un libro. E Gianni Bertoli, con le storie minori, ma non per questo meno importanti, dei suoi amici pistard Piero Pambieri, Dino Galanti, Carletto Capra, Federico Fontana e Enrico Castoldi, sarebbe l’autore giusto. Sono tutti lì, che si fanno fotografare con Sante Gaiardoni, che ha più aneddoti che scatti, e la Mery Cressari, che cinquant’anni fa al Vigo fece il record femminile dei 100 km.

Mi giro per dire al Gianni della mia idea, intanto che lui sta indicando al Pambieri un punto delle tribune: «Te se regordet? Sérum là quand ad aspettare l’arrivo del Lombardia del ’56. Non avevamo mica capito chi fosse quel che avesse bruciato il Fausto sul filo del traguardo. Darrigade quel giorno portava il cappellino che gli nascondeva la pelata biondiccia…».


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda nino58 » lunedì 9 gennaio 2017, 9:26

Bravo marc !!!!
:clap: :clap: :clap: :clap: :clap:


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » martedì 24 gennaio 2017, 14:09

copio et incollo


Messaggio di inizio anno del Comitato Velodromo Vigorelli


La buona notizia è che il 2017 è cominciato con il Vigorelli ancora in piedi, per il suo 82esimo anno consecutivo. Purtroppo le buone notizie si esauriscono qui, e anche il 2017 del Vigorelli comincia ancora con un cancello chiuso. Le prospettive di riapertura del Vigorelli, infatti, restano ferme al palo, benchè la pista sia quasi fresca di restauro, con il Comune di Milano che ancora non ha aperto una reale discussione sulle proposte progettuali e si ritrova già in ritardo sulla manutenzione ordinaria, indicata da sempre come fondamentale. Con un'assessora allo Sport che in 6 mesi di mandato non ha ancora trovato nemmeno pochi minuti per incontrare i cittadini che hanno preso a cuore questa vicenda negli ultimi anni, attivando una proficua collaborazione con l'amministrazione comunale.

Nel 2016 siamo riusciti a riaprire le porte del Vigorelli ai ciclisti, abbiamo permesso ad appassionati italiani ed internazionali di tornare a godere della magia di questa pista, raccogliendo soltanto pareri entusiastici da parte di partecipanti ed addetti ai lavori. Abbiamo portato a pedalare gli atleti della Red Hook Criterium e gli amatori milanesi, i giovani talenti del ciclismo su pista italiano e una delegazione del velodromo di Herne Hill di Londra, tra cui il progettista del velodromo olimpico del 2012, rimasto affascinato da questo monumento storico così come gli studenti del Politecnico di Graz che abbiamo accompagnato in visita. Lo abbiamo fatto pagando un regolare affitto e con una struttura organizzativa professionale, istituendo un regolamento per la corretta fruizione della pista, preoccupandoci sempre di avere un direttore di pista qualificato e certificato che vigilasse sull'utilizzo corretto dell'impianto, nell'ultima data persino provvedendo personalmente ad alcuni piccoli interventi di manutenzione del legno. I risultati sono stati così apprezzati che persino altri velodromi hanno preso ispirazione da questa esperienza ricalcandone le modalità di svolgimento e riproponendone i dettagli.

A questo si è arrivati con fatica, districandosi tra i labirinti burocratici che vedono oggi il Vigorelli bloccato da una grigia situazione di gestione, con Comune e CityLife parimenti affidatari dell'impianto stesso e Ufficio Tecnico e Milanosport sullo sfondo, con una vaga divisione di ruoli e compiti che complica e rallenta l'espletamento delle pratiche formali. Il Comitato Velodromo Vigorelli ha voluto investire tutte le proprie energie per trarre il massimo anche dalle situazioni di difficoltà, cercando sempre di mettere intorno ad un tavolo virtuale tutti gli attori interessati, allo scopo di restituire alla comunità ciclistica un impianto che ha raccolto attorno a se' passione e interesse. Non ci siamo fermati di fronte alle continue difficoltà e non abbiamo intenzione di farlo nemmeno in questo 2017, ben consapevoli che non sarà facile ottenere qualcosa di più di quanto (che non è comunque poco) si è riusciti a spuntare sin qui. Per perseguire questi obiettivi abbiamo espletato le procedure per strutturare anche formalmente il Comitato, in modo tale da coprire ogni aspetto (sportivo, legale, commerciale e comunicativo) delle aperture che abbiamo richiesto ormai da tempi agli uffici comunali. Un calendario di appuntamenti per il prossimo semestre da concordare con il Comune, alternando regolari aperture domenicali e infrasettimanali ad eventi speciali e competizioni.

Nel frattempo osserviamo con piacere come l'interesse intorno al Vigorelli non cessi di crescere, come dimostrano gli arrivi di nuove realtà interessate sulla scia del Comitato a ripetere iniziative e contenuti analoghi a quelli proposti sin qui, tanto da creare grossi equivoci tra i ciclisti che hanno seguito le vicende fino ad oggi a causa dell'evidente somiglianza di termini, nomi, estetica e proposte. E' una notizia che ci convince ulteriormente di averci visto giusto nel 2013, quando buona parte della comunità ciclistica milanese si raccolse nel Comitato Velodromo Vigorelli, proprio in difesa del "suo" velodromo. Oggi quella richiesta proviene anche da soggetti nuovi, da chi non ritenne allora di dover cogliere quell'opportunità e alcune volte persino da chi non esitò a dare il Vigorelli come morto e sepolto. Siamo felici di questo cambio di idee. E' una attesa novità oltre che un'altra tappa verso il futuro di un impianto sportivo con una ricchissima memoria internazionale, che senza l’opera del Comitato Velodromo Vigorelli sarebbe stata distrutta per sempre, da una miope visione economico-commerciale che prentendeva di accantonare altri valori. E tutto sommato, forse potremmo vedere anche in questo una buona notizia.

Vorremmo poter dire che il 2017 sarà un anno cruciale per il futuro del velodromo, ma attualmente non abbiamo gli elementi per sbilanciarci in questa direzione, nel momento in cui persino noi abbiamo dovuto rallentare la programmazione e i discorsi avviati con i molti suggetti interessati, congelando importanti sponsor ed investitori (che garantirebbero la copertura dei costi a cui un impianto come il Vigorelli va fatalmente incontro), nell'attesa che la situazione si riveli meno nebulosa. Di certo, il Vigorelli si gioca in questi mesi alcune delle sue carte decisive. Se anche questo nuovo restauro non sarà reso funzionale, se la pista non verrà accudita come merita (per la sua storia e per il suo valore monumentale), se proseguirà una politica di porte chiuse, con una seconda fase di lavori sull'impianto che è stata annunciata da tempo ma mai messa in moto davvero, si rischia di ritrovarsi con una situazione immutata tra 12 mesi. E quando in un tempio della velocità regna il più assoluto immobilismo non è mai una buona notizia.


Buon anno a tutti. Rimettiamolo in pista, anche nel 2017.


Comitato Velodromo Vigorelli


www.vigorelli.eu - facebook.com/CVVigorelli - twitter.com/CVVigorelli - info@vigorelli.eu


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » domenica 26 febbraio 2017, 17:12

Nonostante il Comune di Milano abbia speso 5 milioni per restaurare la pista, sin qui non solo non ha voluto dare spazio a chi intende riaprirla, ma nemmeno ha ritirato il ricorso contro il decreto di vincolo che di fatto, ha salvato la pista.
oggi però c'è una buona notizia: ricorso respinto. il Vigorelli non si tocca. Ora che lo si usi.
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_febbraio_26/velodromo-vigorelli-tutelare-tar-conferma-vincolo-storico-c2c02958-fb94-11e6-8df2-f7ebe5fcea94.shtml


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7852
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda nino58 » lunedì 27 febbraio 2017, 15:09

cauz. ha scritto:Nonostante il Comune di Milano abbia speso 5 milioni per restaurare la pista, sin qui non solo non ha voluto dare spazio a chi intende riaprirla, ma nemmeno ha ritirato il ricorso contro il decreto di vincolo che di fatto, ha salvato la pista.
oggi però c'è una buona notizia: ricorso respinto. il Vigorelli non si tocca. Ora che lo si usi.
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_febbraio_26/velodromo-vigorelli-tutelare-tar-conferma-vincolo-storico-c2c02958-fb94-11e6-8df2-f7ebe5fcea94.shtml


Bene !!!
Vediamo pure la FCI come si pone.
Se si pone.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

marc
Messaggi: 1782
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 22:39

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda marc » mercoledì 4 ottobre 2017, 9:11

Montichiari fa acqua nel vero senso della parola, i campionati italiani probabilmente non si faranno, ma per Augusto Stagi la "parte lesa" è la Federciclismo, e trova anche il tempo di attaccare frontalmente gli "Amici del Vigorelli". Per la precisione li definisce "geni". Ragazzi, che dite?

da Tuttobiciweb del 4 ottobre: "Niente campionati italiani, e fin qui la cosa può anche essere digerita e medicata in qualche modo. Ma il vero problema è che il ciclismo italiano, che in questi anni ha svolto un grandissimo lavoro per la riqualificazione della pista e della multidisciplinarietà, rischia davvero di restare senza un impianto coperto. La pista di Montichiari fa acqua, e non è un modo di dire. Dopo neanche dieci anni l’impianto bresciano, simbolo dell’Italia pistaiola che si è rimessa in pista, è drammaticamente in ginocchio. Dal tetto piove acqua. L’impianto, che è di proprietà del Comune, nato inizialmente aperto, fu coperto su sollecitazione dell’allora direttore generale della Federciclismo Silvio Martinello. Il tetto è il vero tallone d’Achille di questa struttura: bastano pochi mesi per veder sorgere immediatamente una serie di criticità importanti, tradotte in infiltrazioni d’acqua che vengono però in un primo momento liquidate come banali problemi di condensa. È chiaro che se il problema viene sottovalutato, lo stesso problema si ripresenta puntuale con maggiore forza, e nonostante le molte sollecitazioni fatte presso l’Amministrazione Comunale, tutto resta fermo. Tre anni fa il primo vero campanello d’allarme: sospensione dell’attività di una gara internazionale per acqua sulla pista. A marzo di quest’anno l’annullamento dell’ultima giornata della tre sere del Garda, guarda caso sempre per acqua sulla pista. Insomma, anche a Montichiari c’è un lago: in quanto a marketing sono avanti. Il Garda ringrazia. Il ciclismo un po’ meno. Precipita l’acqua dal tetto, ma precipita anche la situazione, e come accade in queste situazioni, comincia il minuetto delle responsabilità. L’altro giorno in un incontro tecnico che ha visto impegnati il Segretario Generale della Federciclismo Maria Cristina Gabriotti, il vice presidente Michele Gamba, il vice presidente del CRL Fabio Perego, per la commissione impianti FCI l’ing Aldo Galbiati (Vigorelli), William Bozzoni (ASD Energy – in rappresentanza della soc di gestione), il sindaco, il vice sindaco e l’Assessore allo Sport del comune di Montichiari, oltre ai responsabili dell’ufficio tecnico coadiuvati da un consulente esterno, non si è combinato più di tanto. Il meeting non ha prodotto alcun esito positivo, se non la chiara idea che i tempi saranno lunghi, per non dire lunghissimi. L'amministrazione comunale chiede i soldi alla FCI, la quale a sua volta sostiene di fare già la propria parte in maniera importante rimborsando al Comune le rate del mutuo per la copertura presso l’istituto del Credito Sportivo (di fatto è la stessa FCI a farsi onere in toto della spesa), in cambio di almeno 120 giornate di utilizzo in esclusiva per l’attività degli azzurri. La Federciclismo pare però essersi detta disponibile a fare i passi necessari presso il CONI e il Governo se l’Amministrazione di Montichiari sarà in grado di fornire, in tempi strettissimi, i documenti indispensabili a supporto. Tra le vere criticità di questo caso c’è quello forse più importante, sollevato dall’ingegner Galbiati, che ha chiesto conto all’Amministrazione Comunale della manutenzione ordinaria che pare non essere mai stata eseguita. Sembra che esista un protocollo che prevede con cadenza di 20, massimo 24 mesi, verifiche per un corretto equilibrio della tensione della copertura, controlli per altro mai effettuati. Quindi? Quindi siamo messi malissimo. L’ingegnere incaricato dal Comune prospetta tempi biblici per una valutazione completa del danno non prima di febbraio. I più ottimisti parlano di due anni. Costi? Almeno un milione e 200 mila euro. Ma se i tempi saranno lunghi, il rischio è che anche la pista, come tutte le piste non utilizzate per tanto tempo, debba poi subire lei stessa importanti interventi di manutenzione, esattamente come già successo per il Vigorelli (a proposito, complimenti per quei geni che hanno promosso la riapertura di una struttura superata e anacronistica. Se fosse per me, ai geni degli Amici del Vigorelli, gli farei pagare i conti, ma questo è un altro discorso). La situazione è drammatica. La Federciclismo pare essere al pari della Energy, che ha preso da pochi mesi il velodromo in gestione, parte lesa. La pista italiana aveva da poco rialzato la testa, era riemersa dopo anni di secca. Ma qui ora c’è l’acqua, e si rischia davvero di colare a picco".
Allegati
Schermata 2017-10-04 alle 10.13.09.png
Schermata 2017-10-04 alle 10.13.09.png (77.27 KiB) Visto 765 volte


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » mercoledì 4 ottobre 2017, 10:13

marc ha scritto:Montichiari fa acqua nel vero senso della parola, i campionati italiani probabilmente non si faranno, ma per Augusto Stagi la "parte lesa" è la Federciclismo, e trova anche il tempo di attaccare frontalmente gli "Amici del Vigorelli". Per la precisione li definisce "geni". Ragazzi, che dite?


mi piacerebbe molto rispondere, ma temo che le regole del forum mi portarebbero a un ban.

ad ogni modo, posto che gli "amici del vigorelli" non esistono (ma dubito che stagi sappia fare una ricerca su google, in effetti, d'altronde non è cosa semplice) e che di conti da pagare non ce ne sono, visto che per il vigorelli il comune fin qui non ha stanziato un euro (e infatti non ha mai voluto riaprirlo, e nemmeno far partire la manutenzione ordinaria), la questione di montichiari mi pare centrale nel far capire la situazione degli impianti in italia.
naturalmente, tra gli invitati alla citata riunione (citata per cosa non si sa, ad occhio solo per compiacere il committente dell'editoriale) c'è l'ex direttore di montichiari, che grazie a questo straordinario esempio gestionale è salito fino alla poltrona di vicepresidente regionale. ma stagi questo non lo dice (forse gli serviva google anche in quel caso), meglio gettare lì l'espressione poetica del "il minuetto delle responsabilità". per poi scansarsi, come se l'informazione non prevedesse anch'essa un ruolo di responsabilità.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Basso
Messaggi: 11806
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Basso » mercoledì 4 ottobre 2017, 10:22

:clap:


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Boll
Messaggi: 285
Iscritto il: domenica 22 luglio 2012, 21:32

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Boll » mercoledì 4 ottobre 2017, 10:42

L'articolo, nella parte di "esposizione" del problema, mi sembra conforme alla linea editoriale di TuttoBiciWeb, niente di nuovo.
Si scrive un articolo per fare un po' di sensazionalismo spiccio, con poche e confuse idee sul dove indirizzare le colpe, buttandosi quindi sul classico "STATO LADRO!1!1".
Purtroppo è una linea che ormai hanno preso, nelle versioni online, anche Repubblica o il Corriere, testate ben più blasonate di quella di Stagi.

Che questo sia stato "commissionato" da qualcuno presente alla riunione sinceramente non credo: i toni non sono certo di condanna, ma nemmeno agiografici nei confronti della FCI.
Lo scritto è inoltre molto confuso, con passaggi logici per nulla chiari (l'ingegner Galbiati e quello comunale sono la stessa persona?) e descrizioni sommarie e semplicistiche di dinamiche sicuramente complesse (debiti/crediti comune-stato-FCI).

La cosa che davvero non si spiega è l'attacco frontale al Vigorelli. Gratuito, posticcio, e fuori tema.
Necessitava semplicemente di qualcuno su cui puntare il dito (davvero, non per finta) o ci sono precedenti antipatie fra PAS e il Comitato Vigorelli?



l'Orso
Messaggi: 4419
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda l'Orso » giovedì 12 ottobre 2017, 14:22

Ho notato che le dichiarazioni di "amicizia" proseguono...
riporto da
http://www.tuttobiciweb.it/index.php?page=news&cod=105833

P.S. Nei giorni scorsi mi sono occupato della delicata situazione del velodromo di Montichiari. In quella circostanza ho aperto un piccolissimo inciso sul Vigorelli e sulla sua inedeguatezza: 400 metri, impianto all'aperto e di consegenza difficoltà ad organizzare eventi di carattere internazionale, perché non a norma (le piste sono tutte di 250 metri). I veri protagonisti di questa scellerata scelta, per una volta, non sono i politici, ma coloro i quali hanno trattato con essi: i fenomenali promotori e amici del Vigorelli. Quella parte della società civile che voleva riportare la Sei Giorni dove nella sostanza non c'è mai stata. Il Comune si è fidato di pareri privi di competenza. City Life, che è stato chiamato a dirigere questo monumento dello sport italiano, è per così dire chiaramente parte lesa. p.a.s.


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4249
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda Deadnature » venerdì 13 ottobre 2017, 2:22

l'Orso ha scritto: 400 metri, impianto all'aperto e di consegenza difficoltà ad organizzare eventi di carattere internazionale, perché non a norma (le piste sono tutte di 250 metri).

Stagi non mi pare proprio ferratissimo sull'argomento pista, tra le altre cose.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » venerdì 13 ottobre 2017, 18:45

cosa porti stagi a queste sceneggiate non lo saprei proprio, forse solo il suo psicanalista può aiutarci. ad ogni modo, la pista oggi stava benissimo, ci hanno girato più di 100 atleti da tutto il mondo per prepararsi alla red hook di domani, tra cui un viganò tirato a lucido e un sorprendente ivan garcia cortina in tenuta bahrain merida. forse a stagi conveniva affacciarsi al portone.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » martedì 24 ottobre 2017, 22:32

capisco che forse avrei dovuto svegliarmi prima e non il giorno dopo la chiusura delle iscrizioni... :crazy:
ma domenica c'è la vigorelli-ghisallo, e quest'anno sarà bellissima, come gli altri anni d'altronde.
http://www.vigorelli.eu/component/content/article/11-nuovo-vigorelli/45-vigorelli-ghisallo-3.html

ve lo segnalo anche oggi perchè poco importa per le iscrizioni. quelle servono perlopiù per gestire le colazioni e i pranzi, ma per pedalare c'è spazio per tutti.
venite, non occorre essere allenati, se ce la faccio io... :)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!

l'Orso
Messaggi: 4419
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda l'Orso » mercoledì 25 ottobre 2017, 7:28

cauz. ha scritto:capisco che forse avrei dovuto svegliarmi prima e non il giorno dopo la chiusura delle iscrizioni... :crazy:
ma domenica c'è la vigorelli-ghisallo, e quest'anno sarà bellissima, come gli altri anni d'altronde.
http://www.vigorelli.eu/component/content/article/11-nuovo-vigorelli/45-vigorelli-ghisallo-3.html

ve lo segnalo anche oggi perchè poco importa per le iscrizioni. quelle servono perlopiù per gestire le colazioni e i pranzi, ma per pedalare c'è spazio per tutti.
venite, non occorre essere allenati, se ce la faccio io... :)

azz.... l'è dura :)
con la Kobram ho esaurito i bonus "finesettimana in libertà" ... provo a perorare la causa ma immagino già la risposta (la "capa" lavora e io sono di corvè ... :( )


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11021
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: SOS Vigorelli

Messaggio da leggereda cauz. » giovedì 23 novembre 2017, 17:48

se chi vive o lavora/studia/abita a milano volesse dare una mano virtuale al vigorelli...
qui c'è un buon modo per impegnare 5/10' del vostro tempo: http://www.vigorelli.eu/component/content/article/11-nuovo-vigorelli/47-bilancio1.html


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!