Ciclismo Femminile 2013

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
l'Orso
Messaggi: 4606
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 1 agosto 2013, 10:37

Avevo letto ieri nel pomeriggio, scelta di vita che merita un grosso applauso
:clap: :clap: :clap:


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » mercoledì 7 agosto 2013, 16:07

Quest'oggi iniziano in Scozia i mondiali su pista juniores, in cui ci sarà attesa soprattutto per le prestazioni delle nostre ragazze. Facciamo quindi un bel punto sulla situazione ;)

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/08 ... successi-a


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » giovedì 8 agosto 2013, 16:17

Non abbiamo parlato ma è in corso la Route de France: oggi quinta vittoria di tappa consecutiva (su 5 tappe in linea) per Giorgia Bronzini! :clap:
Peccato che non ci siano gli abbuoni



l'Orso
Messaggi: 4606
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 8 agosto 2013, 16:29

Seb ha scritto:Non abbiamo parlato ma è in corso la Route de France: oggi quinta vittoria di tappa consecutiva (su 5 tappe in linea) per Giorgia Bronzini! :clap:
Peccato che non ci siano gli abbuoni
Pure oggi? WOW
:clap: :clap: :clap: :clap:


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » giovedì 8 agosto 2013, 16:43

Seb ha scritto:Non abbiamo parlato ma è in corso la Route de France: oggi quinta vittoria di tappa consecutiva (su 5 tappe in linea) per Giorgia Bronzini! :clap:
Peccato che non ci siano gli abbuoni
Se oggi s'è permessa addirittura di tentare una fuga solitaria, di essere ripresa dal gruppo e vincere la volata, è segno di uno stato di forma straordinario. :clap:
Continuo però a ritenere troppo duro, per lei, il circuito del Mondiale! Spero mi smentisca... :)



Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » venerdì 9 agosto 2013, 16:30

...e 6 !!! :D



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » venerdì 9 agosto 2013, 17:24

Qualcuno ha memoria di corridori che hanno vinto sei tappe consecutive nella stessa corsa?



Admin
Messaggi: 14365
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Admin » venerdì 9 agosto 2013, 17:31

Di sicuro Girardengo al Giro del 1923 e Binda a quello del 1927.
Il buon Alfredo, però, al Giro del 1929 ne vinse in fila addirittura 8...


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

dietzen
Messaggi: 6388
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da dietzen » sabato 10 agosto 2013, 13:51

candido barbosa nel 97 vinse 6 tappe su 6 alla volta argarve (più ovviamente la generale), ma non sono sicuro che la corsa quell'anno avesse una classificazione uci.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 27 agosto 2013, 4:43

Chi in questi giorni ha prestato attenzione alle news in home page si sarà accorto con piacere che Elisa Longo Borghini è tornata a correre ad appena due mesi esatti dal bruttissimo incidente occorsole al campionato italiano. Ciò è avvenuto in occasione del Lotto Belisol Belgium Tour, che nell'ultima frazione che si concludeva a Geraardsbergen prevedeva anche la scalata al celebre Muro di Grammont. Considerando che era la prima gara dopo lo stop forzato, se l'è cavata in maniera egregia, terminando al 12esimo posto in classifica finale e mettendosi anche a disposizione di Rossella Ratto (che ha raccolto un terzo ed un quarto posto parziali e l'ottavo in classifica finale). A questo punto possiamo dire che il miracolo di vederla in gara al campionato del mondo di Firenze (prima di partire per il Belgio, tra l'altro, è stata a visionare il circuito iridato assieme ad altre ragazze), facendo tutti gli scongiuri del caso, è molto vicino dall'essere compiuto. :)

In chiave Firenze (ma non solo) poi va sottolineato il gran momento di forma che ormai da oltre un mese e mezzo sta attraversando Valentina Scandolara: al Giro Rosa è stata quasi sempre all'attacco, indossando per diversi giorni la maglia di miglior scalatrice; al Giro di Turingia ha vinto una tappa (secondo successo in stagione), riuscendo così ad aggiudicarsi il primo successo in gare del calendario UCI ed ha finalmente trovato una certa costanza di rendimento che finora, per vari motivi, non aveva mai avuto nelle precedenti stagioni da Elite. Ieri un bel secondo posto dietro, neanche a dirlo, Marianne Vos dopo essere entrata già nell'azione decisiva nella prima frazione al Trophèe d'Or in Francia.
Finalmente stiamo ritrovando un grande talento che stava rischiando di perdersi ed anche lei, con la condizione attuale, potrebbe svolgere un ruolo importantissimo al mondiale toscano.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 30 agosto 2013, 19:31

Intanto segnalo, per chi vorrà leggere, anche quest'articolo che ho letto qualche ora fa su Cyclingnews su uno dei più grandi talenti prodotti dal ciclismo australiano negli ultimi anni, Megan Dunn. Ragazza validissima su pista, con vari titoli mondiali conquistati da juniores (nella Corsa a Punti riuscì a battere le nostre Scandolara e Cecchini). Come si potrà notare leggendo però il destino negli anni successivi è stato incredibile per lei ma pare che adesso si stia avvicinando, dopo ben due anni, il momento del rientro alle gare:

http://www.cyclingnews.com/news/megan-d ... back-trail


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 6 settembre 2013, 3:40

Oh ragazzi, ravviviamo un po' anche questa sezione ogni tanto, su! Che le nostre ragazze meritano sicuramente di essere seguite con attenzione (poi diciamo che di femminile non si parla mai) :)

Torniamo ad affrontare il discorso riguardante i mondiali e, in aggiunta al post scritto alcuni giorni fa, faccio queste ulteriori considerazioni: dopo che gran parte della stagione era stata per lei ben poco memorabile, pare che Noemi Cantele stia finalmente trovando un buon colpo di pedale e quindi credo di poter dire che anche per quest'anno la varesina di Arcisate sarà della partita (a dire il vero io credo che Salvoldi l'avrebbe convocata in ogni caso, vuoi perche' è comunque un elemento esperto, che può svolgere un ruolo importantissimo anche per le più giovani, vuoi perche' questo sarà sicuramente l'ultimo mondiale che disputerà in Italia). Tra Plouay e Ardèche sono arrivati segnali confortanti.

Stando invece al ruolo di prima punta beh, dopo quel che ci ha fatto vedere nell'ultimo mese si stanno indubbiamente impennando le quote di Giorgia Bronzini, mai così vincente come in questo 2013 e soprattutto in grado di acquisire una resistenza anche su percorsi impegnativi che mai aveva avuto in passato (vedere il profilo altimetrico della 3a tappa del Tour de L'Ardèche da lei vinta per constatare). Il tutto avendo mantenuto il suo proverbiale spunto veloce, che in un arrivo ristretto la renderebbe praticamente l'unica azzurra in grado di battere nuovamente Marianne Vos allo sprint (anche se sarebbe molto dura in ogni caso).

Allo stato attuale delle cose quindi dal mio punto di vista potrebbero essere selezionate le seguenti atlete:
- Giorgia Bronzini
- Elisa Longo Borghini (come avevo anticipato è già tornata in gara ed ha fatto l'impossibile per poter ripresentarsi in gruppo in condizioni adeguate)
- Susanna Zorzi (iscritta di diritto in quanto campionessa europea in carica, utilissima sia per il lavoro sporco che per una fuga a lunga gittata)
- Rossella Ratto (atleta sempre molto valida, su un percorso così può andare benissimo ed è anche abbastanza veloce. Potrebbe disputare anche la cronometro, considerando l'argento europeo)
- Noemi Cantele
- Francesca Cauz (scontata la sua presenza dopo gli exploit degli ultimi mesi)
- Tatiana Guderzo (altra rappresentante della vecchia guardia che può tornare certamente utile. Anche lei dovrebbe disputare la cronometro).

Per l'ultimo posto direi che ci può essere più di un nome in ballo ma credo che dopo le prestazioni costanti dell'ultimo mese una come Valentina Scandolara possa essere nuovamente convocata per la sua capacità di movimentare la corsa, dal momento che ama andare all'attacco e in un'azione negli ultimi giri potrebbe diventare anche molto pericolosa col suo spunto veloce. Oltre a lei in lizza ci sarà sicuramente la campionessa italiana Dalia Muccioli, adatta per fare corsa dura anche se l'atleta romagnola nell'ultimo mese e mezzo non ha più fatto registrare prestazioni degne di nota, dopo aver disputato un buon europeo in Repubblica Ceca e questo potrebbe metterne in dubbio la partecipazione (di certo lasciare a casa la campionessa italiana, soprattutto se atleta adatta al percorso, potrebbe far scalpore ma ovviamente l'ultima parola spetterà a Salvoldi). Viste le recenti prestazioni, abbastanza convincenti per un'atleta con le sue caratteristiche, un occhio di riguardo lo meriterebbe anche Elena Cecchini, anche se l'atleta friulana con molta probabilità non sarà della partita. Resta un nome solo, che terrebbe sicuramente tantissimo a partecipare al mondiale fiorentino, per compiere una degna conclusione di carriera: parlo ovviamente di Fabiana Luperini ma la nota vicenda del Giro Rosa ha senz'altro rappresentato un duro colpo a livello morale. Ultimamente ha preso parte alle prove di Coppa del mondo ma senza riuscire a lasciare tracce significative. In ogni caso penso che sia difficile vederla in azzurro. Nella rosa delle azzurrabili infine era entrata anche la marchigiana Jennifer Fiori, convocata da Salvoldi nel raduno della seconda metà di agosto in cui era prevista anche la ricognizione del tracciato ma la simpatica atleta di Sassoferrato (la cui convocazione era comunque abbastanza difficile) proprio l'altro ieri si è rotta la clavicola al Tour de l'Ardèche ed ha pertanto chiuso anticipatamente il suo 2013 ciclistico.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

PetitBreton
Messaggi: 243
Iscritto il: martedì 10 settembre 2013, 20:38

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da PetitBreton » martedì 10 settembre 2013, 20:44

Non ho piu' notizie di Rossella Callovi... sapevo che dopo il Giro del Trentino si era dovuta fermare di nuovo per piu' di un mese sempre per i noti problemi di salute, sarebbe un peccato perdere un talento del genere



thepirate87
Messaggi: 471
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 17:04

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da thepirate87 » martedì 10 settembre 2013, 21:32

Torno a scrivere dopo un colpevole ritardo, ma nel frattempo ho seguito tutte le corse.
La nazionale italiana è praticamente fatta e concordo con Abruzzese, mentre l'ultimo nome per me deve essere la Scandolara (non so come abbia recuperato dalla caduta che aveva avuto però...). Quest'anno avrebbe meritato un posto la povera Jennifer Fiori, fatta fuori da una caduta proprio nella stagione in cui ha fatto un netto salto di qualità...
Non vedo una prima punta quest'anno, direi che Guderzo, Bronzini e anche la Ely (non dubitate per la sua forma, farà un gran mondiale ne son sicuro)si completano abbastanza. Un pò più indietro Cantele, Ratto e la bravissima Cauz, ma saranno molto utili...
In attesa delle convocazioni, mi auguro di poter essere a Firenze...


La buca l'è mèa straca se la sa mèa ad vaca...

Ecco Pantani che getta la bandana...scatto di Pantani!

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 10 settembre 2013, 21:46

PetitBreton ha scritto:Non ho piu' notizie di Rossella Callovi... sapevo che dopo il Giro del Trentino si era dovuta fermare di nuovo per piu' di un mese sempre per i noti problemi di salute, sarebbe un peccato perdere un talento del genere
Esattamente, ci sono stati ancora problemi che spero adesso siano stati superati definitivamente, tocchiamo ferro. Rossella è rientrata alle gare il 18 agosto a Bolzano e da domani sarà in gara al Giro di Toscana.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 10 settembre 2013, 21:48

thepirate87 ha scritto:mentre l'ultimo nome per me deve essere la Scandolara (non so come abbia recuperato dalla caduta che aveva avuto però...).
Su questo ti posso rassicurare: la caduta di cui eri al corrente era accaduta alla Grande Boucle Feminine ma poi, se ci hai fatto caso, Vale ha ripreso a correre ed ha disputato un grandissimo Trophèe d'Or, correndo sempre all'attacco e chiudendo quarta nella generale.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » mercoledì 11 settembre 2013, 5:27

Intanto prendo spunto dal pezzo di Francesco in home, riguardante le modifiche al tracciato della Milano-Sanremo, per riportare anche qui la sua considerazione finale:

"RCS, la Classicissima amatori e la Varazze-Sanremo dimenticata
Ultima novità targata RCS, la versione per amatori della Milano-Sanremo (La Sanremo, appunto) si correrà nella mattinata del 23 marzo prossimo, giorno di gara. Era chiaro che lo spostamento di classiche come Lombardia e Sanremo dal sabato alla domenica non fosse finalizzato ad evitare il traffico ma a promuovere eventi amatoriali collaterali. Nulla contro gli amatori e le Gran Fondo, sia chiaro, ma avremmo gradito dieci volte tanto se RCS avesse scommesso sulla rinascita della Varazze-Sanremo femminile. Magari in un futuro remoto, magari in un'altra vita, chi lo sa.
"

Io dico soltanto una cosa: che tristezza...Con tutto il rispetto per gli amatori, che hanno già centinaia di altre gare tutte per loro, ma in un momento in cui in Italia continuano ad esserci pochissime corse per le ragazze (tanto per gradire: nel calendario originario per il mese di settembre erano previste, nell'ordine, Giro della Val di Merse-Memorial Cesare Del Cancia-Giro di Toscana e GP di Cornaredo...alla fine si disputa soltanto il Toscana perché le altre sono state tutte annullate e già quest'anno non si era disputata una gara importante come il GP Liberazione di Crema) queste a mio avviso sono clamorose occasioni perse, in quanto, accoppiando la gara femminile a quella maschile, come accadeva una volta, c'era la possibilità di avere almeno un minimo ritorno mediatico.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » mercoledì 11 settembre 2013, 13:49

Abruzzese ha scritto:...queste a mio avviso sono clamorose occasioni perse, in quanto, accoppiando la gara femminile a quella maschile, come accadeva una volta, c'era la possibilità di avere almeno un minimo ritorno mediatico.
Di occasioni perse, ne ho viste anche troppe...ma qui, secondo me, non c'è proprio la volontà di dare visibilità a queste ragazze!
Mi sono appassionato al ciclismo femminile alla fine degli anni '80 e speravo di vedere un giorno le corse in diretta....pensa a quanti anni son passati e non è cambiato assolutamente niente!

Capitolo Mondiali: mai come quest'anno la selezione sembra già scontata e anche secondo me la Scandolara è la carta che manca.

Stasera intanto inizia il Giro della Toscana, con una start list d'eccezione!



PetitBreton
Messaggi: 243
Iscritto il: martedì 10 settembre 2013, 20:38

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da PetitBreton » mercoledì 11 settembre 2013, 22:14

Abruzzese ha scritto:
PetitBreton ha scritto:Non ho piu' notizie di Rossella Callovi... sapevo che dopo il Giro del Trentino si era dovuta fermare di nuovo per piu' di un mese sempre per i noti problemi di salute, sarebbe un peccato perdere un talento del genere
Esattamente, ci sono stati ancora problemi che spero adesso siano stati superati definitivamente, tocchiamo ferro. Rossella è rientrata alle gare il 18 agosto a Bolzano e da domani sarà in gara al Giro di Toscana.
Non mi risulta essere tra le convocate...

Pasta Zara - Cogeas - Manhattan [Donne]
91 - Inga Cilvinaite
92 - Ingrid Drexel
93 - Edita Janeliunaite
94 - Martina Ruzickova
95 - Agne Silinyte
96 - Giada Borgato



PetitBreton
Messaggi: 243
Iscritto il: martedì 10 settembre 2013, 20:38

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da PetitBreton » mercoledì 11 settembre 2013, 22:31

Alanford ha scritto:
Abruzzese ha scritto:...queste a mio avviso sono clamorose occasioni perse, in quanto, accoppiando la gara femminile a quella maschile, come accadeva una volta, c'era la possibilità di avere almeno un minimo ritorno mediatico.
Di occasioni perse, ne ho viste anche troppe...ma qui, secondo me, non c'è proprio la volontà di dare visibilità a queste ragazze!
Mi sono appassionato al ciclismo femminile alla fine degli anni '80 e speravo di vedere un giorno le corse in diretta....pensa a quanti anni son passati e non è cambiato assolutamente niente!

Capitolo Mondiali: mai come quest'anno la selezione sembra già scontata e anche secondo me la Scandolara è la carta che manca.

Stasera intanto inizia il Giro della Toscana, con una start list d'eccezione!
Vero è inutile che ci raccontano le favole... del ciclismo femminile non interessa a nessuno... sarà destinato a rimanere snobbato, un po' come il calcio femminile d'altronde...
Per quanto riguarda l'ultimo posto Mondiale, io punterei su Elena Cecchini.



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » mercoledì 11 settembre 2013, 23:06

PetitBreton ha scritto:

Non mi risulta essere tra le convocate...

Pasta Zara - Cogeas - Manhattan [Donne]
91 - Inga Cilvinaite
92 - Ingrid Drexel
93 - Edita Janeliunaite
94 - Martina Ruzickova
95 - Agne Silinyte
96 - Giada Borgato
In realtà non ti avevo detto una cosa inesatta, se rileggi anche il comunicato stampa della squadra avrebbe dovuto correre lei e non Giada Borgato, che invece è stata selezionata all'ultimo momento. Evidentemente non è stato ritenuto opportuno farla gareggiare perché la condizione non era al top.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Short Arm
Messaggi: 617
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:44
Località: Genova

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Short Arm » giovedì 12 settembre 2013, 1:37

Come diceva poco sopra Alanford, è iniziato il Giro della Toscana con il classico prologo di Campi Bisenzio, dove la Vos non solo ha vinto, ma ha fatto il "record della pista".

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/09 ... -su-van-vl

Per quanto riguarda la Nazionale, a meno di clamorose sorprese sarà quella che tutti si immaginano (oh, preparatevi alla cantonata bestiale che vado a prendere: Bronzini, Cantele, Guderzo, Cauz, Longo Borghini, Scandolara, Zorzi e Ratto). Molte soluzioni possibili, da Elisa a Giorgia, senza dimenticare Tatiana e Noemi, che essendo all'ultima stagione agonistica vorrà chiudere in bellezza. Penso che sarà un bel mondiale.

Sulle altre convocabili: la Cecchini sta andando bene ma Firenze potrebbe essere un po' troppo duro per lei,senza contare che durante tutto il 2013 non ha combinato moltissimo (parlo di strada). È uscita bene nelle ultime corse, da Plouay a qualche tappa dell'Ardèche.
Dalia Muccioli invece ultimamente non s'è vista affatto MA: è la Campionessa italiana e si sa che la maglia è la maglia. Inoltre, come caratteristiche, in teoria è molto più affidabile di una Cecchini (l'una è scalatrice pura, l'altra una velocista che tiene salite modeste).
E se si volesse rischiare portando (ovviamente come riserva) Anna Stricker, che per inciso sarebbe anche adatta al percorso? Io piuttosto che portare due corridori a metà (per caratteristiche e/o stato di forma, non per potenziale) punterei sull'altoatesina.

Staremo a vedere.


Francesco Sulas - Cicloweb.it

PetitBreton
Messaggi: 243
Iscritto il: martedì 10 settembre 2013, 20:38

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da PetitBreton » giovedì 12 settembre 2013, 21:01

Short Arm ha scritto:Come diceva poco sopra Alanford, è iniziato il Giro della Toscana con il classico prologo di Campi Bisenzio, dove la Vos non solo ha vinto, ma ha fatto il "record della pista".

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/09 ... -su-van-vl

Per quanto riguarda la Nazionale, a meno di clamorose sorprese sarà quella che tutti si immaginano (oh, preparatevi alla cantonata bestiale che vado a prendere: Bronzini, Cantele, Guderzo, Cauz, Longo Borghini, Scandolara, Zorzi e Ratto). Molte soluzioni possibili, da Elisa a Giorgia, senza dimenticare Tatiana e Noemi, che essendo all'ultima stagione agonistica vorrà chiudere in bellezza. Penso che sarà un bel mondiale.

Sulle altre convocabili: la Cecchini sta andando bene ma Firenze potrebbe essere un po' troppo duro per lei,senza contare che durante tutto il 2013 non ha combinato moltissimo (parlo di strada). È uscita bene nelle ultime corse, da Plouay a qualche tappa dell'Ardèche.
Dalia Muccioli invece ultimamente non s'è vista affatto MA: è la Campionessa italiana e si sa che la maglia è la maglia. Inoltre, come caratteristiche, in teoria è molto più affidabile di una Cecchini (l'una è scalatrice pura, l'altra una velocista che tiene salite modeste).
E se si volesse rischiare portando (ovviamente come riserva) Anna Stricker, che per inciso sarebbe anche adatta al percorso? Io piuttosto che portare due corridori a metà (per caratteristiche e/o stato di forma, non per potenziale) punterei sull'altoatesina.
Si potrebbe essere un'idea, nelle ultime apparizioni non è andata maluccio... Si forse la Cecchini non è troppo adatta ma forse si potrebbe utilizzarla nella prima parte come gregaria: la Scandolara forse merita di piu', la Muccioli invece sta deludendo molto... Sono d'accordo che sarà un bel mondiale e vedo l'Italia molto forte: confido in Rossella Ratto e speriamo che Elisa in queste ultime settimane affini la condizione e ritrovi il colpo di pedale della prima parte di stagione, d'altronde sarebbe l'unica in grado di tenere la ruota su un eventuale scatto della Vos in salita



Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » venerdì 13 settembre 2013, 13:23

Alla luce di quello che è successo ieri, definire 2.HC questo Giro della Toscana, è abbastanza assurdo. Peraltro, non ho ancora capito perché gli è stata assegnata questa categoria...!

Fra le azzurre volevo soffermarmi su Rossella Ratto, è cresciuta molto dall'anno scorso, sarà di sicuro una freccia importante nella squadra azzurra; in questa seconda parte di stagione tanti piazzamenti fra le dieci e spesso ha conquistato il podio, ma le manca ancora la vittoria, chissà che...... :)



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » venerdì 13 settembre 2013, 14:15

Alanford ha scritto:Alla luce di quello che è successo ieri, definire 2.HC questo Giro della Toscana, è abbastanza assurdo. Peraltro, non ho ancora capito perché gli è stata assegnata questa categoria...!
Anche oggi pare ci siano gli stessi problemi di ieri su traffico e auto sul percorso...



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 13 settembre 2013, 18:58

Alanford ha scritto: Fra le azzurre volevo soffermarmi su Rossella Ratto, è cresciuta molto dall'anno scorso, sarà di sicuro una freccia importante nella squadra azzurra; in questa seconda parte di stagione tanti piazzamenti fra le dieci e spesso ha conquistato il podio, ma le manca ancora la vittoria, chissà che...... :)
Rossella è sicuramente una ragazza di grande talento e forse si sta anche lei leggermente evolvendo, diventando ancor più competitiva magari nelle gare in linea. Probabilmente ha perso qualcosina (non troppo però) in salita e quindi quando le ascese sono lunghe e dure questo un po' la può penalizzare ma in compenso ha indubbiamente guadagnato in spunto veloce, tanto che ultimamente l'abbiamo vista ben piazzata anche in sprint discretamente affollati. Se si deve trovare una pecca alla sua stagione questa probabilmente risiede nel Giro Rosa, dove ci si aspettava di vederla concludere nelle prime 10, anche se bisogna dire che è venuta anche a trovarsi nella situazione di rivestire il ruolo di capitana del team per via dell'incidente occorso alla Longo Borghini e questo forse ha cambiato un po' le cose anche riguardo le tattiche di corsa. E' comunque una pedina di cui in azzurro non si può prescindere e che, come dimostrato anche lo scorso anno al suo primo mondiale, può tornare utilissima.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Short Arm
Messaggi: 617
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:44
Località: Genova

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Short Arm » venerdì 13 settembre 2013, 21:41

E se questo Toscana è strettamente Premondiale...

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/09 ... -nel-traff


Francesco Sulas - Cicloweb.it

14juillet
Messaggi: 1211
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2011, 20:44
Località: Napoli

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da 14juillet » venerdì 13 settembre 2013, 22:15

Short Arm ha scritto:E se questo Toscana è strettamente Premondiale...

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/09 ... -nel-traff

Facciamoci del male (in tutti i sensi!)! Povere ragazze!


Fantaciclismo:
2012: Bronzo Giochi Olimpici Londra 2012 -cronometro
2013: Vuelta a España, 11a tappa.
2015: Vuelta a España, 7a tappa; 11a tappa; 13a tappa.
2016: Paris-Roubaix; Flèche Wallonne.
2017: Tour de Suisse; Tour de France: 17a tappa.

Davide

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » sabato 14 settembre 2013, 3:18

Leggendo il pezzo il laconico commento che ne può venire è: "Sogno o son desto?". Purtroppo però a dormire pare che siano in tanti se si sta correndo in queste condizioni.

Io penso che Francesco meriti i complimenti da parte di tutti noi per aver fatto dell'informazione che purtroppo non tutti hanno il coraggio di fare. :clap: :clap:


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » domenica 15 settembre 2013, 20:24

Alla fine le ragazze si sono fatte sentire, giusto così, è incredibile come una corsa a livello internazionale, venga disputata col traffico aperto e con molta approssimazione in tutto l'apparato organizzativo.
Al Mondiale non sarà certo così (almeno lo spero), ma di sicuro non abbiamo fatto una bella figura!



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 15 settembre 2013, 21:13

L'unico rammarico è che, a fronte delle tante atlete di primissimo piano che hanno deciso di scioperare, ci sono state altre ragazze (magari anche d'accordissimo con la protesta) che sono state costrette a correre (del resto ci ricordiamo cosa successe anche nella tappa di Milano del Giro 2009, tanto per dire). Ne consegue che la conclusione del tutto si è rivelata una farsa.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

abc
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 15 settembre 2013, 23:58

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da abc » lunedì 16 settembre 2013, 0:56

L'unica dichiarazione che ritengo corretta è quella della Pegoraro(DS della Cipollini): giusta la protesta,sbagliato il tempismo visto che il problema si è verificato nella prima tappa e non nelle successive.
Le ragazze dovevano dire subito questa cosa e non aspettare la Lucca- Firenze solo per far nascere inutili e infondate polemiche sulla corsa iridata che si correrà sempre in Toscana,come più volte sentito suggerire in giro(evidentemente l'assegnazione di questo evento ad una terra che è la "patria" di molti campioni del ciclismo italiano ha dato fastidio a qualcuno,ma magari sono solamente mie idee)



Admin
Messaggi: 14365
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Admin » lunedì 16 settembre 2013, 1:47

Io penso che la protesta sia stata sacrosanta anche al di là della tempistica. Dov'è scritto che non posso protestare oggi per una cosa successa l'altro giorno?

Mi viene da pensare che le cicliste siano molto più coraggiose dei maschietti anche perché l'ambiente femminile non è che offra grandi sbocchi (nemmeno alle atlete in attività, figurarsi dopo il ritiro), quindi si sente meno la necessità di preservare buoni rapporti con un mondo che, in tanti casi, è patrigno nei confronti di queste ragazze. Insomma, mi importa meno rischiare di perdere uno stipendio da 300 euro al mese che non uno da diverse migliaia di euro.
O sono troppo cinico?


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

abc
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 15 settembre 2013, 23:58

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da abc » lunedì 16 settembre 2013, 15:04

vorrei però ricordare è nato tutto da una polemica creata ad hoc da un "giornalista" ASSENTE agli eventi, altrimenti avrebbe saputo che la Vos è rientrata tardi in hotel dopo il prologo(terminato alle 22.20, e i prologhi in notturna sono un'abitudine diffusissima nel ciclismo) perchè lei non riusciva a fare l'esame antidoping,non per problemi dell'organizzazione..e se si guarda a twitter come fosse una Bibbia si farebbe bene a dare un occhiata a quello che ha scritto la Cantele (dai CAMPEGGI dell'Ardache al bordo piscina del Giro di Toscana, W l'Italia!!) visto che l'organizzazione è stata accusata dal suddetto ASSENTE di mettere le atlete nelle bettole(è utile ricordare che è l'organizzazione,IN QUESTO CASO, a pagare tutte le atlete e le società in gara!inoltre gli alberghi erano tutti in Versilia e Montecatini Terme,non in cima ad un monte -.-")
Giusto criticare se c'è voglia di far crescere e migliorare il movimento ma se per motivi personali o per dictat superiori si vuol far del male al mondiale e alla corsa di Michela Fanini si ottiene solo la morte del ciclismo femminile!



dietzen
Messaggi: 6388
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 16 settembre 2013, 15:10

abc ha scritto:vorrei però ricordare è nato tutto da una polemica creata ad hoc da un "giornalista" ASSENTE agli eventi, altrimenti avrebbe saputo che la Vos è rientrata tardi in hotel dopo il prologo(terminato alle 22.20, e i prologhi in notturna sono un'abitudine diffusissima nel ciclismo) perchè lei non riusciva a fare l'esame antidoping,non per problemi dell'organizzazione..e se si guarda a twitter come fosse una Bibbia si farebbe bene a dare un occhiata a quello che ha scritto la Cantele (dai CAMPEGGI dell'Ardache al bordo piscina del Giro di Toscana, W l'Italia!!) visto che l'organizzazione è stata accusata dal suddetto ASSENTE di mettere le atlete nelle bettole(è utile ricordare che è l'organizzazione,IN QUESTO CASO, a pagare tutte le atlete e le società in gara!inoltre gli alberghi erano tutti in Versilia e Montecatini Terme,non in cima ad un monte -.-")
Giusto criticare se c'è voglia di far crescere e migliorare il movimento ma se per motivi personali o per dictat superiori si vuol far del male al mondiale e alla corsa di Michela Fanini si ottiene solo la morte del ciclismo femminile!
io però ho capito che la protesta era per un problema di sicurezza in gara, le strade non erano chiuse e le cicliste attardate si trovavano a dover correre in mezzo al traffico.
capisco che è un momento difficile per gli organizzatori e di corse ne scompaiono parecchie ogni anno, ma questo non può andare a scapito della sicurezza degli atleti che, in uno sport come il ciclismo, deve essere messa al primo posto.


Di Rocco non è il mio presidente

abc
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 15 settembre 2013, 23:58

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da abc » lunedì 16 settembre 2013, 15:57

La critica sulla sicurezza della tappa 1 è giustissima e va tenuta in considerazione se si vuole cambiare qualcosa!aè
il mio riferimento era al gran caso montato da Francesco che non si è mai visto a nessuna gara del giro e che prende in giro il motto commerciale del Fanini(che motivo c'è per farlo?!?) e dice che è una corsa "che fa ridere il mondo" senza neanche vedere coi suoi occhi,visto che ha scritto per sentito dire -.-
Sul fatto che questo atteggiamento di Francesco(mi spiace ma ritengo sbagliato definire giornalista chi "lavora" così) sia d'aiuto al movimento ciclistico femminile ho i miei dubbi..lo stesso Salvoldi ha criticato questo sciopero caldamente proposto dalla poltrona dell'ufficio di qualcuno(basta leggere l'articolo)



Avatar utente
Laura Grazioli
Messaggi: 1891
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 18:53
Località: Brescia

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Laura Grazioli » lunedì 16 settembre 2013, 16:00

Sig. ABC non sono per niente d'accordo con lei.
Primo non si può continuare a ricattare le persone "altrimenti non ci sono più gare". Sarebbe come se in un cantiere edile si protesta perché mancano i caschetti di protezione e poi altri dicessero "ma così non ci sono più cantieri". Questo discorso non sta ne' in cielo ne' in terra. Direi che è ora di finirla di ricattare così le persone per non assumersi responsabilità.
Le altre eccezioni fatte alla protesta sono presto ribattute.
Perché non subito? Perché non è facile organizzare una protesta, e come si è visto anche arrivando all'ultima tappa non è stata organizzata benissimo. Fare una manifestazione non è per niente facile, serve tempo, e nel caso di un gruppo ciclistico così vario anche le tante lingue non aiutano.
Perché proprio Firenze? Ma proprio perché è l'arrivo del Mondiale ed era certo che la protesta così sarebbe stata sentita da tutti. Se non fosse stata la tappa di Firenze ma la pincopallino-vattelapesca non se la sarebbe filata nessuno.


Un uomo comincerà a comportarsi in maniera ragionevole solo quando avrà esaurito ogni altra possibile soluzione

Avatar utente
Short Arm
Messaggi: 617
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:44
Località: Genova

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Short Arm » lunedì 16 settembre 2013, 17:26

abc ha scritto:vorrei però ricordare è nato tutto da una polemica creata ad hoc da un "giornalista" ASSENTE agli eventi, altrimenti avrebbe saputo che la Vos è rientrata tardi in hotel dopo il prologo(terminato alle 22.20, e i prologhi in notturna sono un'abitudine diffusissima nel ciclismo) perchè lei non riusciva a fare l'esame antidoping,non per problemi dell'organizzazione..e se si guarda a twitter come fosse una Bibbia si farebbe bene a dare un occhiata a quello che ha scritto la Cantele (dai CAMPEGGI dell'Ardache al bordo piscina del Giro di Toscana, W l'Italia!!) visto che l'organizzazione è stata accusata dal suddetto ASSENTE di mettere le atlete nelle bettole(è utile ricordare che è l'organizzazione,IN QUESTO CASO, a pagare tutte le atlete e le società in gara!inoltre gli alberghi erano tutti in Versilia e Montecatini Terme,non in cima ad un monte -.-")
Giusto criticare se c'è voglia di far crescere e migliorare il movimento ma se per motivi personali o per dictat superiori si vuol far del male al mondiale e alla corsa di Michela Fanini si ottiene solo la morte del ciclismo femminile!
Gentile signore,
mi faccia capire una bella cosa: se le atlete hanno scioperato la "colpa" è dell'articolo scritto giovedì, ovviamente ad hoc (certo...), da me (assente, e su questo dice il vero)? Non è che le motostaffette «erano veramente troppo poche» (citando Elisa Longo Borghini) e permettevano al traffico di entrare tra un gruppo e l'altro. Non è nemmeno che c'è stata quell'operatrice investita sul traguardo di Pontedera da Chloe Hosking (a proposito: perché era in mezzo alla strada? E perché le è stato permesso di restarci?).

Visto che ci sono le foto, della 2a tappa... http://iltirreno.gelocal.it/foto-e-vide ... -1.7737099

Insiste sul fatto che fossi assente. Ok, assodato il concetto, è logico che ho comunque le mie fonti e se poi vedo che su Twitter una buona dose delle ragazze al Toscana si lamentano per la stessa cosa (il traffico, le buche...) mi pongo più di qualche domanda.
(Mi saprà dire in seguito se Twitter si deve usare solo quando la Cantele fotografa belle piscine toscane - evviva l'italia! - o anche in altre occasioni più delicate).

La invito inoltre a leggere meglio l'articolo post tappa di Pontedera: «[...]Tour Languedoc-Roussillon: [...] il punto era ancora una volta la sicurezza, che non veniva garantita dalla Gendarmerie (e gli alloggi, semplici bungalow pieni di spifferi, ed il cibo inadatto per qualità e quantità a delle atlete...)[...]». Mi trovi dove dico che l'organizzazione del Toscana mette le atlete nelle bettole o in cima ai monti, visto che nel pezzo cito Camaiore (quindi Versilia) e Montecatini Terme.

A fronte di tanti temi minori, converrà che è assurdo continuare a dire: «o correte o l'anno prossimo non ci sarà il Giro della Toscana» (di solito si tende a sopravvivere, non a gareggiare). Voglio dire, si mette sul piatto la sicurezza di un gruppo e la sopravvivenza di una corsa a tappe, non so per lei ma per me non esiste al mondo.

Atlete nel traffico, incroci praticamente non presidiati, macchine (e camion) ferme, in movimento, contromano (questo è tutto un "sentito dire" dalla rappresentante ACCPI delle Élite, che evidentemente si sbaglia, e con lei Cantele, Vos...), un'operatrice travolta dopo una volata perché fuori posizione e portata in ospedale: per me è abbastanza per poter dire che non è una corsa così sicura, il Giro della Toscana.


Francesco Sulas - Cicloweb.it

abc
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 15 settembre 2013, 23:58

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da abc » lunedì 16 settembre 2013, 19:05

Mi trovo in accordo su quanto detto perchè senza atlete non c'è questa corsa,una delle poche del calendario in Italia. I danni che potrà aver portato questo sciopero si andranno a ripercuotere sulle atlete "minori" perchè se non ci sono corse il numero di squadre diminuisce e a rimetterci non saranno di certo Borghini,Bronzini, Cantele, Ratto(già che viene citata le pongo una domanda..sappiamo come mai la Ratto,pur essendo partita allettata dalla possibilità di portarsi a casa quella che comunque resta una delle più importanti corse al mondo nel panorama femminile, ha deciso di mettere piede a terra solo alle porte di -Firenze?forse per non avere "problemi" con le altre azzurre e le big ai mondiali??)
Tralasciando il quantomeno curioso comportamento della Ratto,come già detto anche Salvoldi si è mostrato critico nei confronti delle scioperanti proprio per questo, preferendo far correre le azzurrine e caldeggiando l'idea di far partire regolarmente la tappa,che sarebbe poi stata disputata ad andatura controllata come è accaduto alle 50 rimaste in gara(come avviene nelle gare maschili quando si verificano questi episodi).
Il traffico resta aperto fino al passaggio dell'apricorsa perchè l'UCI non prevede la totale chiusura della strada come per i principali eventi maschili e,come potrà ben capire, immagino che le amministrazioni comunali non siano ben propense a fare qualcosa più del necessario per ospitare tali eventi e concedono solamente la possibilità di un interruzione della circolazione...(il problema è più a monte,vista la disparità di trattamenti)
Ma basta accanirsi con TOSCANA2013, una corsa diversa su percorsi diversi e che non ha senso d'esser criticata per ciò che succede nella regione..(tanto per chiarire sarebbe come dire che se ci sono degli scontri,o più in generale dei problemi, ad una partita della Pistoiese allora rischi di trovarti nel mezzo allora rischi di trovarti nel mezzo ad altri scontri se vai a seguire la Fiorentina perchè si è comunque sempre in toscana;ciò è,in parole spiccie, quello che sembra emergere...) Un grande evento in Italia che deve far conto con gli attacchi "dall'interno" non mi sembra il massimo,almeno finchè non ce n'è una ragione valida ovviamente(ma come dice Lei,questa è l'Italia...)



Admin
Messaggi: 14365
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Admin » martedì 17 settembre 2013, 0:26

Ma basta con queste atlete "minori"... corrono gratis, o a rimborso simbolico, sono già abbastanza tartassate dal "sistema", non hanno prospettive lavorative, non hanno garanzie, non hanno nulla di nulla, ci si ricorda di loro solo quando c'è qualche "casino", allora si ritrova la sensibilità e "ne vanno di mezzo loro"... macché, loro ne vanno di mezzo già ad esserci, nel ciclismo femminile, non cambia nulla per loro se una corsa viene interrotta o non si farà più.

Seconda questione: mi piacerebbe sapere quanti giornalisti accreditati c'erano al seguito della corsa. Per tutti gli altri, la consegna del silenzio? Perché qui pare che non si possa parlare di una cosa se non si è fisicamente presenti... non credo ci fosse un inviato della Gazzetta, ma non credo che, se la rosea avesse dedicato all'evento (non alla protesta) una pagina, gli organizzatori si sarebbero lamentati: "eh no, non eravate presenti, non potete parlare della nostra corsa!!!".

Non è che Twitter è diventata la sede del giornalismo mondiale, su Twitter si trovano notizie o semplici tracce, poi il giornalista le verifica presso diverse e fidate fonti, e solo dopo scrive. Cosa che ha fatto Francesco Sulas. Cosa c'è di sbagliato in tutto ciò? Il ciclismo ha sede in tutto il mondo, è impensabile per chiunque essere al seguito di ogni evento, tantopiù per una realtà come Cicloweb, che non ha le risorse del Wall Street Journal e che deve necessariamente fare delle scelte (dolorose). E in ogni caso, anche quando si va alle corse, non si è mai al seguito della carovana: si fa la partenza, poi si corre in sala stampa all'arrivo, e lì si aspetta che la corsa finisca, quindi sostanzialmente cambia poco (certo, andare alle corse è molto più divertente che seguirle da casa...).

Detto questo, non capisco perché Brunello Fanini in questi giorni non abbia accennato a un minimo di autocritica, trincerandosi dietro a "per i giudici la corsa è regolare, se fate così chiudiamo, la protesta è esagerata...". Nessuno pretende la luna, ma condizioni minime di sicurezza devono essere garantite. Era così assurdo prendere l'impegno di "imparare dagli errori di quest'anno"? Ne andava di mezzo l'onorabilità dell'organizzatore? Non credo, ma si sarebbe dimostrato un minimo di voglia di andare incontro alle atlete.

Invece, come al solito, tutte trattate come se fossero l'ultima ruota del carro. E non mi stupisce che anche Salvoldi abbia pontificato sull'inopportunità di tale protesta. No, se Salvoldi permette, ognuno decide per sé come e quando protestare, non ci vuole l'avallo del ct per qualsiasi cosa si faccia, sia essa lo scioperare in una corsa o il candidarsi per il consiglio federale... opssss, forse questa non dovevo dirla.

La verità è che, perlomeno in Italia, il ciclismo femminile è una cosa ridicola. 5 gare internazionali quest'anno, CINQUE! Nel paese che dovrebbe essere la guida del movimento, ma di cosa stiamo parlando insomma? La situazione è già tragica, non è il Toscana-sì-Toscana-no che cambierà di una virgola lo stato delle cose. Il calendario dovrebbe avere il quadruplo, ma diciamo almeno il triplo delle corse che si svolgono attualmente... e invece pure per fare il GiroRosa bisogna accendere ceri alla madonna, ma insomma ci vogliamo rendere conto del livello di dilettantismo che regna sovrano?

E chiedere conto di tutto ciò alla FCI è del tutto inutile, abbiamo perso un treno forse irripetibile, le vittorie in serie ai Mondiali dovevano essere un volano straordinario, ma l'occasione è stata sprecata con la massima insipienza (e dire che le potenzialità sarebbero tante, quel che manca è un manico forte che tenga insieme ogni cosa).

E allora qual è il senso di scannarsi per uno sciopero delle cicliste? Le appoggio in pieno, alla faccia di Salvoldi, e le appoggio nonostante qualcuna ci avrà sicuramente marciato, sulla faccenda, ma non m'importa. Per una volta dal mondo delle atlete si leva forte la voce del dissenso, hanno la mia solidarietà ma soprattutto la mia stima. Su tutto quel che hanno intorno, per conto mio, si potrebbe pure tracciare una riga definitiva, e ripartire da zero con le poche persone serie e veramente capaci che bazzicano l'ambiente. Ce ne sono, come ci sono pure tanti appassionati (e non dubito che Fanini lo sia, mettiamolo in chiaro) che operano in buona fede. Ma, ripeto, la passione da sola non basta: bisogna essere capaci, o appoggiarsi a persone capaci. Costa? Ok, costa, ma l'alternativa porta dritti alla cialtronaggine. E io ne ho piene le tasche della cialtronaggine nel ciclismo.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 17 settembre 2013, 3:12

Admin ha scritto:
E chiedere conto di tutto ciò alla FCI è del tutto inutile, abbiamo perso un treno forse irripetibile, le vittorie in serie ai Mondiali dovevano essere un volano straordinario, ma l'occasione è stata sprecata con la massima insipienza (e dire che le potenzialità sarebbero tante, quel che manca è un manico forte che tenga insieme ogni cosa).
Prendo spunto da questa considerazione di Marco: io credo che i trionfi delle ragazze degli anni scorsi abbiano realmente fatto cominciare a correre in bicicletta qualche ragazzina, se si va a vedere tra le Esordienti e le Allieve il numero mi sembra buono. Resta comunque da chiedersi quante ragazze in più si sarebbero potute appassionare a questo sport con maggiore visibilità etc.etc. ma sono discorsi fatti allo sfinimento.
Il punto però è: chi metterebbe in bici la propria figlia sapendo che la sicurezza non viene garantita neppure nelle occasioni in cui deve essere garantita maggiormente? E che prospettive possono avere delle ragazze che già sanno di non poter fare del ciclismo un vero e proprio mestiere, anche se in tutto e per tutto per poter andare in bici dignitosamente devono dedicare ad essa una buona parte delle proprie giornate (e molte poi devono anche studiare o addirittura lavorare)?

Resta sempre un'amara constatazione d'irrisolto in un periodo in cui anche la polivalenza costituisce un formidabile veicolo d'esperienza (su pista, nella MTB e nel ciclocross il problema del traffico non si pone e le ragazze possono imparare innanzitutto a guidare la bici). Anche di questo troppo spesso ci dimentichiamo.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5486
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Abruzzese » giovedì 19 settembre 2013, 17:52

E dopo l'accusa, la difesa: Francesco ha intervistato Brunello Fanini che ha fornito la sua spiegazione sui fatti e difende l'operato del Giro di Toscana

http://www.cicloweb.it/articolo/2013/09 ... -sciopero-

Per cui rimettendo assieme i pezzi, tra gli articoli di gara e l'intervista odierna ognuno può farsi un'idea completa su tutto.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » domenica 22 settembre 2013, 10:26

Non abbiamo la diretta video ma la cronosquadre c'è lo stesso: al momento RusVelo in testa al primo intermedio con 17" sulla Boels Dolmans e 33" sulla Optum



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » domenica 22 settembre 2013, 10:49

Primo intermedio: Specialized, a 1" Orica, a 11" Rabo, a 23" Rusvelo



Kanso
Messaggi: 1151
Iscritto il: sabato 25 giugno 2011, 17:09

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Kanso » domenica 22 settembre 2013, 10:55

Che fine ha fatto la diretta?? :dubbio:



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » domenica 22 settembre 2013, 11:15

Secondo intermedio: Specialized, a 50" Orica, a 53" Rabo

Per quanto riguarda la diretta invece è sparita... ci dovrebbe essere una sintesi di 30' prima della gara maschile ma a sto punto dubito anche di quella



Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » domenica 22 settembre 2013, 11:20

Seb ha scritto:Secondo intermedio: Specialized, a 50" Orica, a 53" Rabo

Per quanto riguarda la diretta invece è sparita... ci dovrebbe essere una sintesi di 30' prima della gara maschile ma a sto punto dubito anche di quella
Crono che rispecchia fedelmente i pronostici

Durante una gara dei Mondiali, trasmettere in diretta una corsa di amatori...è di una tristezza infinita!



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5847
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Seb » domenica 22 settembre 2013, 11:31

Finale: Specialized, a 1'11" Rabobank, a 1'33" Orica. Pronostico rispettato al 100% (vedevo la Rabo meglio delle australiane). Bene RusVelo e MCipollini, 4° e 5° posto per loro; molto deludente la Wiggle che per tutto l'anno ha detto di puntare molto a questa gara, ha un buon organico, s'è allenata molto e ha fatto solo 6a a 2'33"



Basso
Messaggi: 15964
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Basso » domenica 22 settembre 2013, 11:31

Alanford, la colpa è dell'Uci e di Infront. Quest'ultima è la responsabile delle riprese di tutti i mondiali di questa stagione (strada, pista, mtb, cross, bmx, paraciclismo, ecc).

Ebbene, riprendono in diretta solo ciò che conviene dal punto di vista pubblicitario. La TTT donne, per loro, non lo è.

Emblematico il tweet di Francesco Pancani, in risposta ad un follower arrabbiato (e non a conoscenza della situazione)
Francesco Pancani ‏@f_pancani 26m
@Alessio_Cre hai ragione ma la rai trasmette a questo mondiale, nn produce. Purtroppo hanno fatto saltare la prima diretta! Colpa di altri


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10
20 Plouay-Toscana

Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3450
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Ciclismo Femminile 2013

Messaggio da leggere da Alanford » domenica 22 settembre 2013, 11:49

Complimenti alle ragazze della Specialized, squadrone imbattibile!

Basso ha scritto:Alanford, la colpa è dell'Uci e di Infront. Quest'ultima è la responsabile delle riprese di tutti i mondiali di questa stagione (strada, pista, mtb, cross, bmx, paraciclismo, ecc).

Ebbene, riprendono in diretta solo ciò che conviene dal punto di vista pubblicitario. La TTT donne, per loro, non lo è.
Grazie, non sapevo di questa cosa.
Resta il fatto che ha rimetterci è ancora il ciclismo femminile!



Rispondi