Record dell'ora

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » domenica 7 giugno 2015, 15:56

via col fanta-record di wiggo.
io dico 55,323.
:champion:




Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » domenica 7 giugno 2015, 16:44

Per me 54,985 km :bici:



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4126
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da simociclo » domenica 7 giugno 2015, 19:28

55,444


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 9 giugno 2015, 13:31

scusate, mi autospammo :)

l'articolo originario, con i link e i video, è qui:
http://crampisportivi.com/2015/06/09/unora/



UN'ORA

Il tempo è un’entità infinita e indefinibile, che scorre senza senza mutazione durante tutta la nostra vita. Non si può modificare il tempo, non si può rallentarlo né accelerarlo, nemmeno l’uomo con tutta la sua smania di controllo dell’esistente è mai riuscito a intervenire sul suo ineluttabile scorrere. Tuttalpiù l’uomo ha provato a suddividerlo, a misurarlo e classificarlo. Da che abbiamo testimonianza delle civiltà più antiche, vi è sempre stata una forma di descrizione del tempo: l’alternarsi del giorno e della notte e il ciclo delle stagioni hanno permesso all’uomo di afferrare una circolarità nel tempo che scorre, e di utilizzarla per definirlo. La durata di ogni giornata è stata sezionata in segmenti sempre più piccoli, dal millisecondo alle 24 ore.

Cos’è in fondo un’ora se non una suddivisione del tutto arbitraria che l’uomo ha definito nel tentativo di delimitare il tempo? Al di fuori della teoria, è possibile descrivere fisicamente un’ora?
Qualsiasi suddivisione di tempo è descrivibile soltanto attraverso le nostre percezioni; non siamo in grado di identificare un’ora, ma possiamo assegnargli un valore collegandolo alle nostre esperienze. E in tempi di precarizzazione selvaggia, l’ora riscopre anche un valore economico ben chiaro: si torna ad essere pagati a ore, e ogni ora torna ad avere il suo prezzo. Se tenessimo i conti di ogni istante delle nostre vite, potremmo essere in grado di assegnare un prezzo anche al minuto, forse anche al secondo, e soppesare ogni nostro gesto in base al suo valore. Ma fintanto che -fortunatamente- questi conti non li teniamo, l’ora che passa continuerà ad essere una percezione.

Cos’è quindi un’ora? Dove la possiamo incontrare e come la possiamo riempire?
Per i cattolici, e per tanti che nelle chiese ci sono forzatamente cresciuti, un’ora è la messa domenicale: è quella sensazione di noia e fede, quell’attesa scandita dall’alzarsi e dal sedersi nella speranza di rivedere la luce del sole all’esterno.
Un’ora è per tanti il tempo che si impiega per arrivare al lavoro ogni mattina, su e giù tra autobus e treni, o bloccati in coda lungo qualche tangenziale, dove il tempo sembra scorrere a velocità diverse, ma così non è, è un’ora resta sempre un’ora.
Un’ora è il tempo necessario per ascoltare “Music for 18 musicians”, per orientarsi nella sua struttura quasi piramidale e da essa farsi trascinare, fino a raggiungere, un’ora più tardi, la cima di quella piramide di suono ideata da Steve Reich per fornire un punto panoramico da cui guardare il mondo con le orecchie.

Ma la stessa ora potrebbe essere poco più della durata di un ascolto di “Master of Puppets”, dove il tempo si stringe e si dilata come un elastico, partendo con qui pochi passi di lenta rincorsa che introducono “Battery” e il suo battaglione lanciato all’attacco per la carica della title-track, per poi contorcersi negli spazi di “The Thing That Should Not Be” e “Sanitarium” prima del velocissimo sprint finale di uno dei lati B più travolgenti della storia del rock.
Di certo un’ora non è il tempo necessario per una partita di football americano, benchè la durata di un match sia esattamente un’ora. Un lasso di tempo ingannevole, perchè nel football americano il tempo si ferma, qui si cerca davvero di modificarne lo scorrimento arrestandolo ogniqualvolta si ferma il gioco fino a creare un concetto nuovo di tempo, quel tempo effettivo con cui l’uomo prova a sfidare quest’entità sfuggente.

Un’ora è stato il tempo sufficiente per riscrivere la storia della bicicletta, più ancora che del ciclismo. E’ quanto fece 22 anni fa, nel luglio del ‘93, uno sconosciuto ciclista scozzese: Graeme Obree non era un professionista quando decise di assaltare il record dell’ora, era soltanto un appassionato di biciclette, padrone di un negozio caduto in fallimento ed ex aspirante suicida. Però aveva un’idea, e sapeva che quell’idea poteva valere un record, e riscrivere in chilometri la durata di un’ora. Obree si costruì la sua bici in casa usando addirittura dei pezzi della propria lavatrice, affittò con i propri risparmi l’altrettanto sconosciuto velodromo norvegese di Hamar, e lì pedalò per un’ora coprendo la distanza di 51.596 km ed entrando nella storia della bicicletta. A seguire il record di Obree da casa propria nei sobborghi di Londra c’era un ragazzino chiamato Bradley Wiggins, il figlio di un ex-pistard australiano che, affascinato dall’attività di un padre che risultava disastroso ogni volta che scendeva di sella, aveva da poco iniziato a muovere le sue prime pedalata sullo storico anello di Herne Hill. Ventidue anni, ovvero 191.904 ore più tardi, Wiggins è arrivato ad assaltare quel record in tutt’altra maniera: al posto del ciclista sconosciuto c’era uno dei più grandi campioni del ciclismo moderno, vincitore di mondiali su pista e strada, di un Tour de France e di un’Olimpiade, al posto del semisconosciuto velodromo c’era l’anello di Lee Valley Park teatro dei trionfi britannici a Londra 2012, al posto di una bici autocostruita c’era un modello unico da decine di migliaia di euro, sviluppato da un team di ricercatori internazionale per ottenere il massimo da un regolamento fattosi ben più rigido col passare del tempo. Un contesto diametralmente diverso per uno stesso esercizio: un’ora di pedalate continue al massimo dello sforzo, in quella che tutti i grandi campioni hanno definito come la prova più faticosa del ciclismo, un concetto che si può estendere probabilmente al limite di fatica massimo dell’intero sport. Eppure “è il puro ciclismo”, come detto da Wiggins stesso alla vigilia del suo record.

Ora in italiano è un termine ricco di significati, va oltre il valore di misura del tempo per indicare un istante esatto: il presente. Ora è un momento che non è definibile in alcun modo, perchè appena ci pensi quell’istante è passato. L’unico modo per fissare quell’istante è metterci un marchio in grado di storicizzarlo. L’ora di Bradley Wiggins è intorno alle 20:30 di domenica 7 giugno, quando il baronetto inglese ha potuto finalmente alzare la testa dal manubrio e guardare intorno a se’ un velodromo in festa per l’impresa che fa di Wiggo il nuovo recordman dell’ora. E che ci dice esattamente quanto è lunga un’ora: 54,526 chilometri.



pres
Messaggi: 38
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2016, 14:51
Località: Liguria

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da pres » martedì 23 febbraio 2016, 11:15

Qualche news sul record dell'ora
http://www.ilmessaggero.it/umbria/all_u ... 21533.html
"PERUGIA - La campionessa del ciclismo Christiane Koschier sta utilizzando la Galleria del vento “Raffaele Balli” dell’Università degli Studi di Perugia per mettere a punto la sfida al record femminile dell’ora in bicicletta su pista"

Ma invece il record dell'ora maschile italiano? E' quello di Andrea Tarlao? :help:




Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » sabato 27 febbraio 2016, 21:24

Record nettissimo di Evie Stevens oggi in california.
la misura ufficiosa è 48,333km, ancora da confermare. ad ogni modo, il distacco sul precedente (46,882km di Bridie O’Donnell) parla chiaro.

questo per dire anche che il record è fuori discussione, benchè gli ultimi 2-3 giri siano a mio vedere "dubbi", visto che più volte è scesa sotto la linea interna tagliando di qualche cm le curve (e infatti ha ribaltato almeno 3 delle listelle messe all'interno della pista per impedire il taglio).

EDIT: misura ufficiale ben più bassa effettivamente: 47,980 km. resta abbondante il margine sul record precedente, ma torna al di sotto di jeannie longo (che l'aveva stabilito con il vecchio regolamento tecnico).



andriusskerla
Messaggi: 2068
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da andriusskerla » venerdì 16 settembre 2016, 18:35

Tom Zirbel ci prova.

EDIT: Risultato eccellente per Zirbel, che fa 53.037. Ovviamente Wiggins era fuori portata, ma è andato più forte del vecchio record di Dowsett



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 14 dicembre 2016, 18:40

dombrowski non ci sta a questa discriminazione verso gli scalatori, e propone il record dell'ora in salita misurando le vam ;)
http://www.velonews.com/2016/12/news/jo ... ord_426289

(il che mi offre l'assist per riesumare questo thread e invitare chi dovesse essere dalle parti di milano a una serata domani in cui si parlerà proprio della storia del record: http://www.facebook.com/events/1157270217719469/)



Basso
Messaggi: 13824
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 4 gennaio 2017, 17:16



11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » sabato 7 ottobre 2017, 18:27

Due tentativi effettuati nella giornata di oggi. In Messico la piemontese Vittoria Bussi, atleta con una storia molto particolare, non è andata molto distante dal far segnare il nuovo record dell'ora fermandosi a 404 metri da Evelyn Stevens.

In Danimarca il quasi 19enne (!!!) Mikkel Bjerg che aveva dominato la crono dei Mondiali U23 ha fatto segnare il nuovo primato nazionale con 52.3 km: considerando l'età, un risultato notevolissimo

http://www.cicloweb.it/2017/10/07/recor ... ria-bussi/



Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4902
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Deadnature » martedì 10 ottobre 2017, 3:04

Seb ha scritto:Due tentativi effettuati nella giornata di oggi. In Messico la piemontese Vittoria Bussi, atleta con una storia molto particolare, non è andata molto distante dal far segnare il nuovo record dell'ora fermandosi a 404 metri da Evelyn Stevens.
Non la conoscevo, personaggio davvero molto interessante! Avere nel CV un PhD in matematica pura e il record italiano dell'ora non è proprio cosa di tutti i giorni.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » giovedì 29 marzo 2018, 22:01

Vittoria Bussi ci riproverà quest'estate: ecco qui un'intervista fresca fresca
http://www.cicloweb.it/2018/03/29/vitto ... ta-record/



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 22 agosto 2018, 11:33

la cosa più bella del record dell'ora sono i tentativi folli.
oggi tocca a Dion Beukeboom, semisconosciuto 29enne olandese che proverà a battere Sir Wiggo, dichiarando in anticipo che sa di essere inferiore, ma conta sul fatto che il record di wiggo è arrivato in condizioni non ottimali :)

diretta sul canale youtube dell'uci dalle 20.50: https://www.youtube.com/watch?v=--Tb0nL ... e=youtu.be



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » mercoledì 22 agosto 2018, 21:05

Partito! Condizioni meteo non proprio ideali però...



henny5
Messaggi: 604
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da henny5 » mercoledì 22 agosto 2018, 22:09

e alla fine media 52.757.almeno ha fatto il record olandese :clap: :clap: .c'è anche da dire che dalla mezz'ora in poi il record dell'ora è come la terza settimana di un grande giro...è proprio un altro sport(dopo mezz'ora aveva fatto 53.5 quasi .6 di media).

Io non so cosa stia aspettando cameron mayer ha fare il record.secondo me(insieme a dumoulin)è l'unico che puo' battere o almeno ad avvicinarsi al record di wiggins



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » venerdì 14 settembre 2018, 0:03

Vittoria Bussi ha stabilito il nuovo Record dell'Ora tra le donne: battuta Evelyn Stevens, superata (di un soffio) la barriera di 48 km
http://www.cicloweb.it/2018/09/13/vitto ... ecord-ora/



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 2897
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 14 settembre 2018, 0:07

Superata di un soffio anche l'avversaria. Brava Vittoria!



Stasis
Messaggi: 40
Iscritto il: mercoledì 28 marzo 2018, 19:35

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Stasis » mercoledì 26 settembre 2018, 17:10

Questo Dennis dovrebbe provarci:
oggi ha fatto una prestazione di 1h e 3' per 52km a praticamente 50km/h con una salita di 5km al 7% con punte intorno al 10%. Una moto.



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Seb » mercoledì 3 ottobre 2018, 22:43

Domani Mikkel Bjerg proverà a riprendersi il Record dell'ora danese: è 53.360 km di Martin Toft Madsen, seconda miglior prestazione dopo Wiggins. Il ragazzino dovrà fare un bel numero



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 31 ottobre 2018, 11:43

campenaerts proverà a superare Wiggo ad aprile ad aguascalientes.
la cosa interessante è che per prepararsi farà due settimane di ritiro in namibia



Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 31 ottobre 2018, 18:04

Ho letto anch'io
Cauz , tu ne saprai sicuramente piu' di me , ho letto che la pressione atmosferica influisce tantissimo sul record dell'ora.. (e aguascalientes con il suo clima secco è l'ideale) ma come ? (visti i vari record.. han sicuramente ragione)
Namibia piu' un mese in messico , ci conta tantissimo il belga :clap:



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 31 ottobre 2018, 21:31

Winter ha scritto:
mercoledì 31 ottobre 2018, 18:04
Ho letto anch'io
Cauz , tu ne saprai sicuramente piu' di me , ho letto che la pressione atmosferica influisce tantissimo sul record dell'ora.. (e aguascalientes con il suo clima secco è l'ideale) ma come ? (visti i vari record.. han sicuramente ragione)
Namibia piu' un mese in messico , ci conta tantissimo il belga
ringrazio per la stima, ma è assolutamente immeritata :)
per quanto abbia ottenuto tempo fa una laurea in una disciplina scientifica (pezzo di carta di cui potrei fare perlopiù un uso igienico, se non fosse che non è nemmeno su carta) le mie conoscenze in materia sono abbastanza nulle. da quel poco che so un'aria più rarefatta riduce l'attrito e quindi favorisce la prestazione.
ad ogni modo in rete si trovano tante spiegazioni scientifiche. così al volo ho trovato questo: http://coachmichelusi.blogspot.com/2015 ... zioni.html, ma cercando soprattutto in inglese si troveranno facilmente pareri ben argomentati



Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Record dell'ora

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 1 novembre 2018, 7:46

Grazie




Rispondi