Juniores 2018

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
Mad
Messaggi: 479
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Mad » sabato 1 settembre 2018, 20:45

Oggi ero presente sul posto e bisogna ammettere che comunque il Belgio ha una bella formazione ed oggi hanno anche lavorato parecchio per tenere a bada la fuga. Se non fosse caduto nella prima tappa penso che la lotta per la generale avrebbe visto partecipare anche Vaceck, come ho già detto è quello che c'è dopo la salita che non gli ha permesso di conquistare tante gare sino ad oggi.




Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » sabato 1 settembre 2018, 20:46

Oggi, finalmente, una buona prova anche da parte di Rubino, 9° a 24".



bartoli
Messaggi: 1377
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da bartoli » sabato 1 settembre 2018, 21:22

Winter ha scritto:
sabato 1 settembre 2018, 16:54
Sai di quanto l ha staccato?
10"
Però non mi è piaciuto l'atteggiamento del belga in corsa e dopo corsa


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 2 settembre 2018, 7:38

Winter ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 7:23
Oggi vacek m è proprio piaciuto
Bello sicuro e anche un po spaccone
Quindi Vacek che fa lo spaccone ti piace e poi critichi il "personaggio Sagan" ? :D :D :D

Mi sa che certe volte ti contraddici un po' troppo :) :)


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 7:57

Be ha staccato il più forte junior al mondo
e ha pure messo il carico da dieci..con l intervista
oggi c sarà battaglia
per uno che ama il ciclismo, le rivalità ecc l ideale

Cosa ci trovi di strano? :dubbio:
alla pantani , Simoni , riccò

Invece virenque , perché era francese non lo sopportavo
ecco come stile di personaggio (non parlo come ciclista e palmares) sagan mi ricorda virenque
un po costruito (per me)




Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 8:14

Ieri a beasain c era la premondiale spagnola
i tre più forti junior spagnoli si son giocati la vittoria

http://www.biciciclismo.com/es/barrenet ... 018?loc=on

Prossima settimana campionato nazionale

Mi chiedo come sia possibile che da noi si faccia il campionato nazionale a crono..in concomitanza con il Lunigiana (be i francesi fan ancora peggio..con avenir..campionati u23..)



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 2 settembre 2018, 8:30

Winter ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 7:57
Be ha staccato il più forte junior al mondo
e ha pure messo il carico da dieci..con l intervista
oggi c sarà battaglia
per uno che ama il ciclismo, le rivalità ecc l ideale

Cosa ci trovi di strano? :dubbio:
alla pantani , Simoni , riccò

Invece virenque , perché era francese non lo sopportavo
ecco come stile di personaggio (non parlo come ciclista e palmares) sagan mi ricorda virenque
un po costruito (per me)
A parte la bonaria presa per i fondelli che ti facevo, diciamo che io continuo a vedere incongruenze nelle tue affermazioni.

Nel senso: avendo imparato un po' a conoscerti, lo sbruffone in generale non ti piace. Però ecco, se non ti piace in generale, non riesco a capire perché se certi corridori si esprimono o fanno gesti di un certo tipo ti va bene mentre se li fa Sagan (o magari anche Valverde) stai sempre lì col fucile spianato.
Più che altro non riesco ancora a vedere questi atteggiamenti così gravi di Peter (a parte la palpata al culo della miss) che possano suscitare tutta questa antipatia (o magari atteggiamenti di gara tipo quello della Gand-Wevelgem in cui si era messo in testa di far perdere Terpstra e la Quick Step). In più anche nelle interviste, a parte qualche guasconata, mi è parso molto assennato, come in quella in cui, appena rivinto il mondiale, diceva di auspicare la pace nel mondo per la tesa situazione internazionale che si stava configurando. Così come ho la netta impressione che quest'antipatia a pelle per il personaggio ti tolga inevitabilmente obiettività nelle tue argomentazioni sulle gare, dove finisci per diventare spesso il classico interista frustrato che più che alla vittoria della sua squadra (regolarmente tagliata fuori dalla lotta per il successo) è interessato alla sconfitta delle avversarie (Juventus e Milan soprattutto). Con Sagan mi pare che tu faccia lo stesso, dimenticandoti della cosa più importante (e questo vale anche per Valverde): che non parliamo di Mitchell Docker o Simone Andreetta (con rispetto parlando per loro) ma di un fuoriclasse assoluto, uno dei pochissimi di quest'epoca attuale caratterizzata da una decisa diminuzione di talento. Trattandosi di fuoriclasse assoluto, è inevitabile che chi di questo sport capisca qualcosa ma anche l'osservatore occasionale, ne resti conquistato, ammaliato. Mettiamoci pure che lui ha una personalità tale che si presta perfettamente a certe goliardate, fatte anche (e soprattutto) per non prendersi sul serio. A te magari non piacerà (e ti ribadisco che le tue argomentazioni non mi convincono neanche un po' ma comunque le rispetto) ma bisogna prendere atto che uno come Sagan avvicina ed ha contribuito ad avvicinare la gente al ciclismo, in un periodo in cui dopo scandali vari la popolarità di questo sport era stata ulteriormente minata. Sagan è quello che serve, così come entusiasmavano Pantani, Chiappucci, Bugno, Fignon etc.etc...
In ogni modo, anche Peter i suoi errori li ha pagati, sia in tema di comportamenti che di tattiche di gara, abbiamo visto che è umano anche lui. Semplicemente in quest'epoca attuale è quanto di meglio il ciclismo possa desiderare in termini di visibilità/competitività.

Comunque, per tornare a quel che dicevi all'inizio: se hai ben capito il mio messaggio, non ti contestavo scherzosamente gli elogi a Vacek, quanto il fatto che avevi gradito anche l'atteggiamento spaccone dell'intervista post gara. Chiaramente le rivalità sono l'essenza di un po' tutti gli sport, occorre soltanto saper distinguere quella verace e dettata dal sano agonismo (in cui non manca mai il rispetto per l'altro) da quella in cui si finisce per farla fuori dal vaso in qualche modo.

Che poi su Vacek io mi auguro una cosa, che avevo già accennato: si sentiva parlare in cronaca del cambiamento di stile, che gli sta portando a risultati più redditizi. Ecco, io voglio augurarmi che certe cose siano fatte in funzione realmente educativa, nel senso di non fargli sprecare energie inutili piuttosto che uno scimmiottamento di certe teorie moderne che vedono nell'agilità e nella magrezza portate all'estremo i veri segreti per emergere in certi contesti. Speriamo di no perché di porcherie continuiamo a vederle anche troppe.

P.S.: per me Virenque con Sagan non c'entra veramente niente, se non altro perché anche la tipologia dei corridori e il modo d'interpretare le gare è totalmente diverso. È comunque il mio parere che può essere diverso dal tuo o da altri.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 9:03

In generale gli sbruffoni non mi piacciono
pero' ogni tanto ci vanno
per animare un po' le corse
Da una polemica puo' nascere una guerra
nella vita reale non è una bella cosa.. nel mondo dello sport è molto positivo invece
Piu' c'e' rivalità (nei limiti della correttezza sportiva) piu' le corse diventano animate e spettacolari

Sul discorso Inter.. fai confusione con il toro (squadra che apprezzo.. tra l'altro)
Prima di tutto viene l'inter poi il resto..
Non lottiamo per lo scudetto ? siam tagliati fuori da tutto ? chissenefrega
Mica tieni all'inter perche' ogni anno vuoi vincere lo scudetto , champions ecc
Lo sport è fatto piu' di sconfitte che di vittorie
Ho iniziato a seguire l'inter a sei anni nel 1981.. per i primi 25 anni ho visto uno scudetto (e tantissime delusioni , tante per colpa nostra .. altre è stato poi dimostrato per altri motivi..)
Poi dopo son arrivate le tante vittorie
e adesso un periodo un po' piu' buio
La Juve ha vinto sette scudetti di fila (ne vincera' probabilmente dieci .. o forse piu) a me non cambia nulla
Il fatto , che nonostante la sconfitta alla prima giornata , ci fossero sessantamila spettatori alla prima giornata a san siro.. tanti la pensano come me
Nei prossimi giorni la Gazzetta pubblichera' il monte stipendi delle varie squadre..
la Juve avra' piu del doppio del nostro.. probabilmente saremo 3 o 4 .. qualcosa significa
https://www.ultimouomo.com/guida-ai-mon ... a-2017-18/
quello 2017-2018
noi eravamo quarti.. abbiamo finito quarti
Poi certo che son contento quando juve e milan perdono (tu no ? se perde l'inter)

Con Sagan e (ancor di piu' Valverde)
Io le gare le guardo tutte. Se vincono dei corridori che apprezzo son piu' felice
se vincono loro meno
ma credo che succeda lo stesso con te con altri corridori

Io parlavo come personaggi. Virenque era uno scalatore , Sagan un corridore da classiche sprinter
Entrambi hanno (avevano) grossa popolarità (il Virenque prima del 98.. ovviamente)
carattere simile

Tornando agli junior
Su vacek concordo con te (come d'altronde nei settori giovanili del calcio , si spera che si lavori per la maturazione tecnica , fisica e tattica di un ragazzo.. non per ottenere successi immediati a livello giovanile)



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 10:55

e difatti..
remco sta dando spettacolo
http://www.ciclismo.live/2018/09/02/gir ... retta-web/
è da solo
con un minuto e 20 sul gruppo (in mezzo favaretto)
40 all'arrivo



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 11:06

un minuto e 40.. (vacek... l'aveva stuzzicato ieri :diavoletto: )



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 11:13

Mi sa che lo vedono all'arrivo..
oltre due minuti .. ai meno 25



Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 12:04

Non ha fatto prigionieri.

Nelle corse a tappe mi pare pure che vada in crescendo con il passare dei giorni.



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 12:31

tu hai i distacchi ?

a oggi ha 39 giorni /corsa.. 30 vittorie (negli ultimi anni l'unico che ricordo abbia vinto piu' di 22 corse era Michael Van Der Poel..)

continua la sua imbattibilita' dal 8 aprile



Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 12:38

Winter ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 12:31
tu hai i distacchi ?

a oggi ha 39 giorni /corsa.. 30 vittorie (negli ultimi anni l'unico che ricordo abbia vinto piu' di 22 corse era Michael Van Der Poel..)

continua la sua imbattibilita' dal 8 aprile
1'30" circa.

Pare abbia fatto la discesa finale con molta cautela.



peek
Messaggi: 5081
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da peek » domenica 2 settembre 2018, 13:57

E' finita anche la corsa della concorrenza, quella che fanno in Svizzera.
L'ultima tappa l'ha vinta un francese, tale Retailleau.
Non cambiano i primi tre della generale definita dalla crono di ieri: Leijins, Ghirmay, Arnes.



Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 14:29

Vacek terzultimo a oltre 9 minuti oggi :o



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 2 settembre 2018, 19:50

Bon, direi che a scanso d'equivoci Remco oggi ha voluto rimettere i puntini sulle i e ristabilire le gerarchie. Certo, il distacco di Vacek è molto pesante e quindi sarei curioso di sapere se ha preso una bambola o è incappato in qualche altro incoveniente. In ogni modo Evenepoel, oltre che nella generale, si è aggiudicato anche la classifica a punti e quella degli scalatori :D :D

Belgio che piazza anche Van Wilder (anche lui eccellente corridore, come già avete ricordato) mentre la Germania va a podio con Gessner.

Per quanto riguarda l'Italia, confortanti le prestazioni di Fancellu delle ultime due giornate (da Rubino invece mi sarei aspettato molto meglio) e vorrei proprio sapere il motivo dei tanti minuti persi nei primi giorni. Nell'ultima tappa si è ben comportato anche Filippo Baroncini, un corridore che sa ben esprimersi sui percorsi misti, che si difende molto bene sulle salite di media lunghezza ed ha anche un buon spunto veloce. Alla fine ne piazziamo tre nei dieci con Frigo quinto e Carpene sesto, di cui parlavo nei giorni scorsi, e Alex Tolio (altro atleta che quest'anno ha fatto bene con 3 vittorie e vari buoni piazzamenti) in decima posizione.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 2 settembre 2018, 19:52

bartoli ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 14:41
Anche Mayrhofer è un gran bel corridore ;)
Assolutamente: velocissimo allo sprint, di ottimo passo e con una certa resistenza in salita. Oggi magari ha accusato un po' troppo gli sforzi ma comunque è stato un altro bel protagonista di queste giornate. :)


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 20:01

In Korea vittoria di Fedorov che ha preceduto di 6" un gruppetto di 13 unità regolato da Daniil Pronskiy...nei 10 anche i giapponesi Onodera e Umakoshi e i koreani Lee e Lim. Dal 15esimo in giù distacchi abissali.



Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » domenica 2 settembre 2018, 20:20

Nel gruppetto regolato dal fratello di Vadim c'era anche l'americano Vollmer che il mese scorso ha vinto la Ronde des Vallées.

Quanto a Mayrhofer è da vedere se riuscirà a portare al piano di sopra lo strapotere fisico che lo caratterizza.
E' un uomo fatto e finito.

A me è piaciuto davvero molto van Wilder. Come Remco è brevilineo e tozzo ma nella scelta dei rapporti è agli antipodi.
L'anno prossimo va in Lotto U23, probabilmente dovrà scegliere cosa diventare: io direi corridore da classiche dure.

Inoltre fisicamente mi sembra tutt'altro che formato, può essere lavorabile in tal senso (non da stravolgerlo ovviamente).


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 20:59

peek ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 13:57
E' finita anche la corsa della concorrenza, quella che fanno in Svizzera.
L'ultima tappa l'ha vinta un francese, tale Retailleau.
Non cambiano i primi tre della generale definita dalla crono di ieri: Leijins, Ghirmay, Arnes.
Retailleau è un corridore molto interessante
fa anche ciclocross
Quest anno ha fatto un notevole salto di qualità
probabilmente avrebbe vinto anche la prima tappa senza l errore dell organizzazione



Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 21:05

Eccolo lo show: https://www.facebook.com/ciclismo.live/ ... 2pGapy7yvo

Remco ha uno degli scatti più poderosi che io abbia mai visto.

Vacek ha provato a seguirlo ed è esploso subito.



henny5
Messaggi: 599
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da henny5 » domenica 2 settembre 2018, 21:33

Luciano Pagliarini ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 21:05
Eccolo lo show: https://www.facebook.com/ciclismo.live/ ... 2pGapy7yvo

Remco ha uno degli scatti più poderosi che io abbia mai visto.

Vacek ha provato a seguirlo ed è esploso subito.
più che seguirlo nel momento in cui è scattato evenepoel la strada era molto stretta e non c'era spazio per 2 corridori e poi la strada era in leggero falsopiano.su vack e sul ritiro,ci dovrebbe essere stato un problema meccanico che ha condizionato la tappa anche se secondo me sarebbe finito nel gruppo che alla fine è arrivato a 1'43''.

Su evenepoel sono sempre più convinto che abbia bisogno di un'anno negli under23(ma anche 6 o 7 mesi).nelle sintesi del giro della lunigiana(e non solo) era quasi sempre in testa(anche in pianura) e la posizione più arretrata che lo abbia visto fosse non oltre la decima



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 2 settembre 2018, 21:51

Abruzzese ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 19:50

Per quanto riguarda l'Italia, confortanti le prestazioni di Fancellu delle ultime due giornate (da Rubino invece mi sarei aspettato molto meglio) e vorrei proprio sapere il motivo dei tanti minuti persi nei primi giorni. Nell'ultima tappa si è ben comportato anche Filippo Baroncini, un corridore che sa ben esprimersi sui percorsi misti, che si difende molto bene sulle salite di media lunghezza ed ha anche un buon spunto veloce. Alla fine ne piazziamo tre nei dieci con Frigo quinto e Carpene sesto, di cui parlavo nei giorni scorsi, e Alex Tolio (altro atleta che quest'anno ha fatto bene con 3 vittorie e vari buoni piazzamenti) in decima posizione.
onestamente mi aspettavo molto di più
corsa nostrana
Tre sole grosse nazionali straniere
i nostri si son fatti vedere
ma già dalla prima tappa son usciti di classifica
ok remco
ok vacek
Ok van Wilder
ma pure il terzo belga o gessner :(



Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » domenica 2 settembre 2018, 22:00

Luciano Pagliarini ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 21:05
Eccolo lo show: https://www.facebook.com/ciclismo.live/ ... 2pGapy7yvo

Remco ha uno degli scatti più poderosi che io abbia mai visto.

Vacek ha provato a seguirlo ed è esploso subito.
Per me non brilla tanto nello scatto quanto nella capacità di tenere altissima l'andatura dopo lo scatto stesso, laddove molti, con uno spunto anche migliore del suo, tendono a rifiatare. Recupera dagli sforzi come niente.

Lo scatto è buono, ha grande potenza, ma per me ci sono corridori più esplosivi (non tra i junior, forse Vacek in salite come quella di ieri).


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 2 settembre 2018, 22:20

Tra gli uomi da corse a tappe me ne vengono in mente pochi dotati di uno scatto migliore, francamente.

Oggi è partito con una rasoiata degna del miglior Di Luca.

Poi, ovviamente, c'è anche tutto il resto (che ad altri corridori dotati di grande scatto mancava).



bartoli
Messaggi: 1377
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da bartoli » domenica 2 settembre 2018, 23:55

Rimarrà un gran rimpianto per ciò che riguarda Tiberi ma sarà una lezione per il futuro. Correre davanti


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » lunedì 3 settembre 2018, 5:13

Winter ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 21:51
Abruzzese ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 19:50

Per quanto riguarda l'Italia, confortanti le prestazioni di Fancellu delle ultime due giornate (da Rubino invece mi sarei aspettato molto meglio) e vorrei proprio sapere il motivo dei tanti minuti persi nei primi giorni. Nell'ultima tappa si è ben comportato anche Filippo Baroncini, un corridore che sa ben esprimersi sui percorsi misti, che si difende molto bene sulle salite di media lunghezza ed ha anche un buon spunto veloce. Alla fine ne piazziamo tre nei dieci con Frigo quinto e Carpene sesto, di cui parlavo nei giorni scorsi, e Alex Tolio (altro atleta che quest'anno ha fatto bene con 3 vittorie e vari buoni piazzamenti) in decima posizione.
onestamente mi aspettavo molto di più
corsa nostrana
Tre sole grosse nazionali straniere
i nostri si son fatti vedere
ma già dalla prima tappa son usciti di classifica
ok remco
ok vacek
Ok van Wilder
ma pure il terzo belga o gessner :(
Secondo me ti aspetti sempre un po' troppo dall'Italia, considerati gli avversari con cui ci si confronta al giorno d'oggi. E' vero, c'è qualcuno che poteva e doveva fare di più (e per qualcuno vale anche l'attenuante delle cadute), però non abbiamo un livello tale per competere nelle gare a tappe con certi corridori che pure sono abituati a stare in giro per l'Europa e fare anche più gare a tappe durante l'anno. Per me va benissimo aver piazzato quei 3 ragazzi, specie per il fatto che non mi pare godano di molta considerazione rispetto ad altri loro pari età e per il livello che c'era direi che hanno fatto più che bene.
Il rimpianto vero forse mi resta per Fancellu ma, come ho già ribadito, non so se il distacco accumulato nei primi giorni è dovuto a inconvenienti oppure al fatto di aver dovuto lavorare per altri.

Comunque, per fare un esempio calcistico, è un po' come l'Europa League: ogni anno potremmo avere almeno una squadra che potrebbe puntare seriamente a far bene ma puntualmente vediamo vincere sempre gli altri. Oramai Fabio ciclisticamente non siamo più come negli anni Novanta e ancora ancora anni Duemila, le cose vanno diversamente e c'è diversa gente che va molto più di noi, di questo occorre prendere atto. Ciò non toglie che qualche bella prestazione o vittoria (esempio: Manfredi che vince la Gand-Wevelgem e arriva secondo alla Roubaix) si possa ancora verificare. Però se si va a vedere sono gli scalatori di razza quelli che poi vengono a mancarci.

P.S.: è vero che Vacek è di nazionalità ceca ma, di fatto, ciclisticamente sta nascendo in Italia. Poi vabbé, ho già fatto capire molte volte che è inserito in un contesto che solo nel lungo termine sarà possibile valutare quanto bene o quanto male gli avrà fatto.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » lunedì 3 settembre 2018, 16:26

Al DMZ nuova tripletta kazaka: stavolta vittoria di Pronskiy su Brussenskiy, terzo Fedorov.

Anche oggi grossi distacchi. Da segnalare un altro buon piazzamento per il sudcoreano Sihoon Lee.


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Luciano Pagliarini
Messaggi: 959
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » lunedì 3 settembre 2018, 16:51

Robbe Claeys, invece, ha vinto la Philippe Gilbert junior: http://firstcycling.com/race.php?r=983&y=2018



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 3 settembre 2018, 18:28

Abruzzese ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 5:13

Secondo me ti aspetti sempre un po' troppo dall'Italia, considerati gli avversari con cui ci si confronta al giorno d'oggi. E' vero, c'è qualcuno che poteva e doveva fare di più (e per qualcuno vale anche l'attenuante delle cadute), però non abbiamo un livello tale per competere nelle gare a tappe con certi corridori che pure sono abituati a stare in giro per l'Europa e fare anche più gare a tappe durante l'anno. Per me va benissimo aver piazzato quei 3 ragazzi, specie per il fatto che non mi pare godano di molta considerazione rispetto ad altri loro pari età e per il livello che c'era direi che hanno fatto più che bene.
Il rimpianto vero forse mi resta per Fancellu ma, come ho già ribadito, non so se il distacco accumulato nei primi giorni è dovuto a inconvenienti oppure al fatto di aver dovuto lavorare per altri.

Comunque, per fare un esempio calcistico, è un po' come l'Europa League: ogni anno potremmo avere almeno una squadra che potrebbe puntare seriamente a far bene ma puntualmente vediamo vincere sempre gli altri. Oramai Fabio ciclisticamente non siamo più come negli anni Novanta e ancora ancora anni Duemila, le cose vanno diversamente e c'è diversa gente che va molto più di noi, di questo occorre prendere atto. Ciò non toglie che qualche bella prestazione o vittoria (esempio: Manfredi che vince la Gand-Wevelgem e arriva secondo alla Roubaix) si possa ancora verificare. Però se si va a vedere sono gli scalatori di razza quelli che poi vengono a mancarci.

P.S.: è vero che Vacek è di nazionalità ceca ma, di fatto, ciclisticamente sta nascendo in Italia. Poi vabbé, ho già fatto capire molte volte che è inserito in un contesto che solo nel lungo termine sarà possibile valutare quanto bene o quanto male gli avrà fatto.
Si io mi aspetto di piu'
Non dico gli anni 90 pero' un livello dove i nostri si giocano la vittoria
Nell'ultimo periodo non siamo protagonisti nelle corse under 23
almeno in quelle junior..



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » lunedì 3 settembre 2018, 18:59

Winter ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 18:28
Abruzzese ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 5:13

Secondo me ti aspetti sempre un po' troppo dall'Italia, considerati gli avversari con cui ci si confronta al giorno d'oggi. E' vero, c'è qualcuno che poteva e doveva fare di più (e per qualcuno vale anche l'attenuante delle cadute), però non abbiamo un livello tale per competere nelle gare a tappe con certi corridori che pure sono abituati a stare in giro per l'Europa e fare anche più gare a tappe durante l'anno. Per me va benissimo aver piazzato quei 3 ragazzi, specie per il fatto che non mi pare godano di molta considerazione rispetto ad altri loro pari età e per il livello che c'era direi che hanno fatto più che bene.
Il rimpianto vero forse mi resta per Fancellu ma, come ho già ribadito, non so se il distacco accumulato nei primi giorni è dovuto a inconvenienti oppure al fatto di aver dovuto lavorare per altri.

Comunque, per fare un esempio calcistico, è un po' come l'Europa League: ogni anno potremmo avere almeno una squadra che potrebbe puntare seriamente a far bene ma puntualmente vediamo vincere sempre gli altri. Oramai Fabio ciclisticamente non siamo più come negli anni Novanta e ancora ancora anni Duemila, le cose vanno diversamente e c'è diversa gente che va molto più di noi, di questo occorre prendere atto. Ciò non toglie che qualche bella prestazione o vittoria (esempio: Manfredi che vince la Gand-Wevelgem e arriva secondo alla Roubaix) si possa ancora verificare. Però se si va a vedere sono gli scalatori di razza quelli che poi vengono a mancarci.

P.S.: è vero che Vacek è di nazionalità ceca ma, di fatto, ciclisticamente sta nascendo in Italia. Poi vabbé, ho già fatto capire molte volte che è inserito in un contesto che solo nel lungo termine sarà possibile valutare quanto bene o quanto male gli avrà fatto.
Si io mi aspetto di piu'
Non dico gli anni 90 pero' un livello dove i nostri si giocano la vittoria
Nell'ultimo periodo non siamo protagonisti nelle corse under 23
almeno in quelle junior..
I tempi purtroppo sono cambiati, c'è chi va più forte di noi e di conseguenza cerchiamo di fare il possibile. L'unica speranza è che con qualche ragazzo non si tiri troppo adesso e possa poi esprimersi al meglio nella massima categoria, se dovesse arrivarci. Preferirei qualche vittoria in meno adesso ma grandi soddisfazioni poi.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 3 settembre 2018, 19:17

sicuramente
pero' se guardi l'albo d'oro del lunigiana
Nibali 2002 Cunego 1998 Di Luca 1994
i piu' forti lo erano anche da junior



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » lunedì 3 settembre 2018, 20:19

Winter ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 19:17
sicuramente
pero' se guardi l'albo d'oro del lunigiana
Nibali 2002 Cunego 1998 Di Luca 1994
i piu' forti lo erano anche da junior
Ok, ma a quei tempi c'era quella professionalizzazione che c'è ora? C'era già allora gente fissata con le tabelle d'allenamento, gli SRM, e via dicendo? Una volta ce la si vedeva poi spesso con i corridori dell'Est ex sovietici (russi, ucraini), adesso ti trovi a confrontarti con realtà ben più ampie (naturalmente con questa considerazione non parlo solo del Lunigiana ma in generale). Bisogna vedere come ci arrivano gli stranieri a queste corse e come ci arrivano i nostri. Considera che in nazionale non tutti prendono parte alle stesse corse a tappe, c'è turn over, ovvero che alcuni vanno a correre la Corsa della Pace, alcuni il Patton, altri il Pays de Vaud etc.etc. mentre ci sono atleti stranieri che se le fanno quasi tutte.
A quei tempi eravamo noi all'avanguardia, adesso sicuramente non basta più e in certe cose ci sono nazioni che ci sono avanti. In più occorre vedere in che modo crescono i ragazzi: altrove magari i corridori sono liberi di continuare a praticare pure pista e ciclocross, da noi invece già da juniores qualcuno comincia a non frequentare più certi campi di gara.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 3 settembre 2018, 20:28

c'erano anche gli stranieri
come adesso

Nibali batte Svab (sloveno) , Muck (tedesco) , grega Bole
Tra i vincitori di tappa Rojas , Delage (tutti pro)

Cunego batte Di Nunzio.. Heickmann (tedesco.. fortissimo a livello giovanile) , mourecek (ceko) , eltink (olandese)
tappe vinte anche da allan davis (australiano) ecc

Di Luca epico duello con Figueras (targato vigorplant) poi il russo parfimovich , malberti e nocentini..
gli stranieri c'erano ma i nostri erano fortissimi



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 4305
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Abruzzese » lunedì 3 settembre 2018, 20:42

Winter ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 20:28
c'erano anche gli stranieri
come adesso

Nibali batte Svab (sloveno) , Muck (tedesco) , grega Bole
Tra i vincitori di tappa Rojas , Delage (tutti pro)

Cunego batte Di Nunzio.. Heickmann (tedesco.. fortissimo a livello giovanile) , mourecek (ceko) , eltink (olandese)
tappe vinte anche da allan davis (australiano) ecc

Di Luca epico duello con Figueras (targato vigorplant) poi il russo parfimovich , malberti e nocentini..
gli stranieri c'erano ma i nostri erano fortissimi
Questo l'ho capito, gli stranieri ci sono sempre stati. Pure nel calcio facevamo incetta di coppe mentre adesso è un evento se riusciamo a vincere.
Sarà solo che siamo stati noi a sbagliare qualcosa oppure che anche gli altri siano inevitabilmente saliti di livello, trovando il modo giusto per emergere?

Poi comunque non perdiamo di vista l'obiettivo: a me va benissimo che i nostri si tolgano belle soddisfazioni ad una certa età ma se in futuro certi stranieri che spadroneggiano ora spariranno mentre dei nostri atleti che si mantengono costanti, arriveranno a crescere fino ad arrivare all'apice, io non potrò non esserne contento. La categoria di juniores è una tappa fondamentale ma di passaggio, non può mai essere punto d'arrivo.

Senza andare troppo indietro nel tempo ma ricordo che negli anni in cui ancora c'era Mohoric a dare sprazzi di talento, uno dei suoi avversari principali era il tedesco Silvio Herklotz, che al tempo mi piaceva molto. Andiamo a vedere cosa stanno combinando entrambi tra i professionisti e mentre Matej, dopo qualche comprensibile difficoltà iniziale, sta cominciando a far vedere di cosa è capace, il tedesco è letteralmente sparito.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 3 settembre 2018, 20:52

Per me siamo calati noi
avevamo una base enorme
si è ridotta drasticamente
in piu' come hai detto giustamente tu.. i nostri fan solo strada
gli altri ciclocross pista mtb ecc
in tutti gli sport di resistenza purtroppo facciamo molta fatica
Sicuramente rispetto ad altre nazioni abbiamo meno fame
Ho letto vari libri di ciclisti , in tanti c'e' la voglia di emergere , anche il riscatto sociale
Quello che hanno probabilmente i corridori colombiani
e che avevamo noi anni fa
Nibali , per arrivare dove è arrivato ha fatto enormi sacrifici
Non so se le nostre generazioni attuali hanno la stessa determinazione e voglia



Mad
Messaggi: 479
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Mad » martedì 4 settembre 2018, 20:57

Winter ha scritto:
lunedì 3 settembre 2018, 20:52
Per me siamo calati noi
avevamo una base enorme
si è ridotta drasticamente
in piu' come hai detto giustamente tu.. i nostri fan solo strada
gli altri ciclocross pista mtb ecc
in tutti gli sport di resistenza purtroppo facciamo molta fatica
Sicuramente rispetto ad altre nazioni abbiamo meno fame
Ho letto vari libri di ciclisti , in tanti c'e' la voglia di emergere , anche il riscatto sociale
Quello che hanno probabilmente i corridori colombiani
e che avevamo noi anni fa
Nibali , per arrivare dove è arrivato ha fatto enormi sacrifici
Non so se le nostre generazioni attuali hanno la stessa determinazione e voglia
Bisogna rendersi conto che una volta c'erano due sport: calcio e ciclismo. Oggi ce ne sono una vastità e sono anche facilmente accessibili, quasi tutti chiedono meno sacrifici o promettono più guadagni o sono di moda o vengono visti meglio dai genitori o tutte queste cose assieme.

E' evidente che la base da cui attingere si è ristretta, mentre altre nazioni hanno invece scoperto il ciclismo recentemente e sono emerse sul palcoscenico internazionale.

Per quanto riguarda il discorso multidisciplinare, io stesso a questo lunigiana avevo un crossista in selezione ed anche lui è caduto nella prima tappa, la stessa nazionale ha portato il gruppo della pista e, se si esclude Nencini, non ha concluso poi molto, quindi non guarderei alla multidisciplinarietà come alla panacea per tutti i mali. Ho visto atleti correre tutto l'anno tra pista cross e strada e finire la carriera da under distrutti perché tra le tante discipline che facevano non c'era il risposo. Purtroppo non è facile crescere un atleta e portarlo sino alla carriera professionistica, per ora Evenepoel sta rifilando ceffoni sportivi a tutti, vedremo se dall'anno prossimo, quando dovrà pur riceverne, riuscirà a sopportarli e a proseguire nella sua crescita.



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 9 settembre 2018, 19:47

Winter ha scritto:
domenica 2 settembre 2018, 8:14
Ieri a beasain c era la premondiale spagnola
i tre più forti junior spagnoli si son giocati la vittoria

http://www.biciciclismo.com/es/barrenet ... 018?loc=on

Prossima settimana campionato nazionale
e oggi si è preso pure il campionato nazionale
con cobo 2° e rodriguez 4° (l'andaluso aveva dominato la crono)

http://www.biciciclismo.com/es/el-junio ... -2018?loc=



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 10 settembre 2018, 20:06

remco s'e' preso anche l'ultimo test a crono
http://uitslagen.kbwb-rlvb.com/index_be ... ITSLAG.pdf

unico a resistergli .. come sempre van wilder
gli altri 3 kmh piu' piano..



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10514
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Walter_White » martedì 11 settembre 2018, 10:09

Winter ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 20:06
remco s'e' preso anche l'ultimo test a crono
http://uitslagen.kbwb-rlvb.com/index_be ... ITSLAG.pdf

unico a resistergli .. come sempre van wilder
gli altri 3 kmh piu' piano..
Anche Van Wilder sembra uno bello forte....senza il mostro avrebbe vinto molte gare quest'anno


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » martedì 11 settembre 2018, 20:00

A occhio una decina
proprio sfortunato
o magari è un vantaggio
ha meno pressioni..
e magari tra i pro..



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 16 settembre 2018, 9:22

Oggi grande sfida evenepoel vs vacek (che passerà pro con merckx) al trofeo buffoni
speriamo di vedere anche i nostri..protagonisti



Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 16 settembre 2018, 10:33

in questi giorni in colombia ci son diverse gare
son rimasto impressionato da uno scalatore della squadra di Chaves

Daniel Mendes Norena (che aveva gia' vinto in spagna in primavera)
due tappe e generale nella vuelta cundinamarca
tappa alla gara del suo patron

ma soprattutto
nella cronoscalata all'alto de romeral del clasica di soacha
http://www.altimetrias.net/aspbk/verPer ... sp?id=1516
di 6,5 km (non 10 come l'altimetria)

ha dominato la gara junior
dando dei distacchi abissali (39 secondi al secondo che è il promettente chaves con il quarto a due minuti..)

ma confrontando i tempi con la gara dei dilettanti
sarebbe finito 5° (meglio del professionista dell'education first Martinez..)



Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » domenica 16 settembre 2018, 17:34

Rubino batte un colpo al Buffoni. Secondo Balmer (settimana scorsa campione del mondo mtb) e terzo Petrucci.


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 16 settembre 2018, 17:57

ho visto la diretta tv (incredibile per una gara junior)
rubino gran numero nel finale
Balmer ripreso proprio ai cento metri

remco e vacek non li ho visti.. ma han partecipato =?

bello vincere i nostri



Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » domenica 16 settembre 2018, 18:47

Winter ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 17:57
ho visto la diretta tv (incredibile per una gara junior)
rubino gran numero nel finale
Balmer ripreso proprio ai cento metri

remco e vacek non li ho visti.. ma han partecipato =?

bello vincere i nostri
Vacek ha corso (e vinto) in Austria. Remco non lo so.

Entrambi erano tra i preiscritti (come del resto van Wilder): http://www.trofeobuffoni.com/public/res ... _CORSA.pdf

In ogni caso Balmer non è certo l'ultimo arrivato, anzi, per me ha ottime possibilità di essere il primo degli umani al mondiale, come avevo già scritto nel thread di Remco.

EDIT: Remco non c'era, ho visto le immagini della partenza.


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Winter
Messaggi: 13396
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 17 settembre 2018, 18:47




Albino
Messaggi: 1203
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Albino » lunedì 17 settembre 2018, 18:59

Federciclismo : TBW (e tutti gli altri copiano).

Rouiller ieri ha vinto a Baden tra gli under.
Per me è il 2000 più forte nel cross, con Kopecky appena dietro.


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 758
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Juniores 2018

Messaggio da leggere da Beppugrillo » martedì 18 settembre 2018, 9:28

Winter ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 17:57
ho visto la diretta tv (incredibile per una gara junior)
rubino gran numero nel finale
Balmer ripreso proprio ai cento metri

remco e vacek non li ho visti.. ma han partecipato =?

bello vincere i nostri
L'ho vista anch'io, mi è capitata per caso davanti la diretta su facebook, davvero una bella sorpresa. Tra l'altro con un commento pure molto competente (poi nel finale avevano dato Balmer vincente visto che aveva fatto il vuoto, però onestamente sembrava chiusissima anche a me, invece numero eccezionale di Rubino).
Non avendo seguito minimamente la stagione, chi sono i nostri capitani a Innsbruck?




Rispondi