Ciclocross 2018-2019

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
Avatar utente
Patate
Messaggi: 4195
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Patate » domenica 3 febbraio 2019, 15:35



antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile


Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 3 febbraio 2019, 15:37

Ora si vede sull'applicazione raiplay
Menu > dirette


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 12992
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 3 febbraio 2019, 15:38

A meno di sfighe, finita


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 3 febbraio 2019, 15:44

Walter_White ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 15:38
A meno di sfighe, finita
Direi di si. Ora c'è solo da sperare che nel gruppetto dietro si controllino e Gioele rientri


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » domenica 3 febbraio 2019, 15:46

È andata, wout è in apnea




Primo86
Messaggi: 73
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Primo86 » domenica 3 febbraio 2019, 15:59

Fenomeno assoluto.

Lo si può solo celebrare.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12036
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da cauz. » domenica 3 febbraio 2019, 16:05

Ma quanto dura? Gli han messo un giro di troppo?


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 3 febbraio 2019, 16:24

cauz. ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 16:05
Ma quanto dura? Gli han messo un giro di troppo?
Se non ricordo male al mondiale tendono sempre a farlo un filo più lungo


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » domenica 3 febbraio 2019, 16:25

Meritato, niente da dire, un mix di potenza, tecnica e carattere! Ha dominato la stagione.
Inizialmente ho preferito Van Aert per via della maggiore tecnica ma sopratutto del carattere, Van der Poel mostrava troppa fragilità. Ora posso dire che la situazione sembra quasi capovolta. L'olandese grande tecnica, si cimenta anche nella MTB e con ottimi risultati. Il belga invece, forse, ha ceduto troppo presto alle sirene della strada... Chissà. Cattiveria e fame invece che sto vedendo in Aerts, il quale non sarà tecnicamente e fisicamente il più forte ma ha una combattività da leone.



henny5
Messaggi: 710
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da henny5 » domenica 3 febbraio 2019, 16:26

Nulla da dire su MVDP. dominatore della stagione su cross e l'ha dimostrato anche oggi. Peccato per Aerts che il secondo posto se lo sarebbe meritato considerando che al primo attacco di MVDP SI è letteralmente sacrificato per metà giro per van aert poi si è risparmiato nel secondo gruppetto dietro a van aert per poi fare una rimonta grandiosa sull'ex campione del mondo belga poi è arrivata la caduta nel momento sbagliato.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 3 febbraio 2019, 18:08

Va be. Stagione praticamente archiviata. Per noi bene ma non benissimo
Dorigoni e la Persico molte bene ( ma la strada li scippera' definitivamente )
Bertolini sotto le attese. A parte l'italiano, stagione da mettere in archivio come stagione di passaggio. Ci sta.
Arzuffi, per il mondiale si sapeva, ma la stagione è stata ottima. Chiusa un po in calando ma cmq ottima
Per la Lechner alti e bassi, non la migliore Eva, però è lì a poco. Le doti soprattutto tecniche non mancano.
Per il cross italiano in genere, netto miglioramento nei percorsi, nella partecipazione soprattutto giovanile, ma in cima manca ancora tanto. Sia per gli atleti che per le gare. Tradotto manca i sghei. Resta per me inconpresibile, in un paese ciclisticamente evoluto come l'italia, non trovare un team di organizzatori che si mettano d'accordo. Che trovino un Main sponsor pesante anche al di fuori del ciclismo, e mettano in piedi un circuito di 5/6 gare capace di attrarre anche qualche nome da fuori. Ok non i super big, ma qualcuno di valido che orbita nelle prime 20/30 posizioni del ranking, mi sembra il minimo.


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5323
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 3 febbraio 2019, 19:51

bove ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 18:08
Dorigoni e la Persico molte bene ( ma la strada li scippera' definitivamente )
Il bello è che hanno avuto destini opposti: Jakob è nato principalmente nel fuoristrada, da allievo era stato anche campione italiano nella MTB e sta dando il meglio di se nel ciclocross. La scorsa stagione ha cominciato ad emergere molto bene anche su strada, con due vittorie e, soprattutto, il podio sfiorato a Capodarco. Sarà interessante vedere la sua stagione nella Colpack, che quest'anno ha fatto il salto tra le Continental. Io penso che almeno per un'altra stagione possa ancora distribuirsi bene nel cross.

Silvia Persico invece ha sempre praticato soprattutto la strada e un po' di pista. È però una ragazza che ama divertirsi in bicicletta e sa guidare molto bene. Da quel che ricordo, ha cominciato a praticare ciclocross stabilmente solo dalla scorsa stagione e quest'anno, tra l'altro, col fatto che la Valcar ha concentrato la sua attività solo sulla strada con le Elite (tanto che non ci saranno più nemmeno le squadre giovanili), ha dovuto trovare anche una squadra per poter disputare la stagione invernale. Di conseguenza, ha iniziato un po' più tardi rispetto alle sue colleghe ma questo le ha permesso di arrivare nelle condizioni ideali per il mondiale, che ad una come lei si adattava decisamente meglio che alle sue compagne, che prediligono maggiormente percorsi "da biker". Ecco, forse nel suo caso è possibile che le buone risultanze le permettano di continuare nel ciclocross ancora per qualche stagione.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 3 febbraio 2019, 22:02

Abruzzese ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 19:51
bove ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 18:08
Dorigoni e la Persico molte bene ( ma la strada li scippera' definitivamente )
Il bello è che hanno avuto destini opposti: Jakob è nato principalmente nel fuoristrada, da allievo era stato anche campione italiano nella MTB e sta dando il meglio di se nel ciclocross. La scorsa stagione ha cominciato ad emergere molto bene anche su strada, con due vittorie e, soprattutto, il podio sfiorato a Capodarco. Sarà interessante vedere la sua stagione nella Colpack, che quest'anno ha fatto il salto tra le Continental. Io penso che almeno per un'altra stagione possa ancora distribuirsi bene nel cross.

Silvia Persico invece ha sempre praticato soprattutto la strada e un po' di pista. È però una ragazza che ama divertirsi in bicicletta e sa guidare molto bene. Da quel che ricordo, ha cominciato a praticare ciclocross stabilmente solo dalla scorsa stagione e quest'anno, tra l'altro, col fatto che la Valcar ha concentrato la sua attività solo sulla strada con le Elite (tanto che non ci saranno più nemmeno le squadre giovanili), ha dovuto trovare anche una squadra per poter disputare la stagione invernale. Di conseguenza, ha iniziato un po' più tardi rispetto alle sue colleghe ma questo le ha permesso di arrivare nelle condizioni ideali per il mondiale, che ad una come lei si adattava decisamente meglio che alle sue compagne, che prediligono maggiormente percorsi "da biker". Ecco, forse nel suo caso è possibile che le buone risultanze le permettano di continuare nel ciclocross ancora per qualche stagione.
Ovviamente io spero riescano a conciliare le due cose, ma l'esperienza italiana dice che è molto difficile


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5323
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » lunedì 4 febbraio 2019, 1:14

bove ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 22:02
Abruzzese ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 19:51
bove ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 18:08
Dorigoni e la Persico molte bene ( ma la strada li scippera' definitivamente )
Il bello è che hanno avuto destini opposti: Jakob è nato principalmente nel fuoristrada, da allievo era stato anche campione italiano nella MTB e sta dando il meglio di se nel ciclocross. La scorsa stagione ha cominciato ad emergere molto bene anche su strada, con due vittorie e, soprattutto, il podio sfiorato a Capodarco. Sarà interessante vedere la sua stagione nella Colpack, che quest'anno ha fatto il salto tra le Continental. Io penso che almeno per un'altra stagione possa ancora distribuirsi bene nel cross.

Silvia Persico invece ha sempre praticato soprattutto la strada e un po' di pista. È però una ragazza che ama divertirsi in bicicletta e sa guidare molto bene. Da quel che ricordo, ha cominciato a praticare ciclocross stabilmente solo dalla scorsa stagione e quest'anno, tra l'altro, col fatto che la Valcar ha concentrato la sua attività solo sulla strada con le Elite (tanto che non ci saranno più nemmeno le squadre giovanili), ha dovuto trovare anche una squadra per poter disputare la stagione invernale. Di conseguenza, ha iniziato un po' più tardi rispetto alle sue colleghe ma questo le ha permesso di arrivare nelle condizioni ideali per il mondiale, che ad una come lei si adattava decisamente meglio che alle sue compagne, che prediligono maggiormente percorsi "da biker". Ecco, forse nel suo caso è possibile che le buone risultanze le permettano di continuare nel ciclocross ancora per qualche stagione.
Ovviamente io spero riescano a conciliare le due cose, ma l'esperienza italiana dice che è molto difficile
Certi concetti sono stati ripetuti per molto tempo, inoltre restando nel campo del ciclismo giovanile l'approdo di qualche potenziale talento a determinate squadre spesso è stato garanzia di fine dell'attività da crossista.
Qualche volta poi sono subentrate anche scelte da dover fare: per dire Maria Giulia Confalonieri e Arianna Fidanza (ma potrei citare pure Letizia Paternoster che non ci si è mai dedicata eccessivamente) se la cavavano benissimo anche nel ciclocross ma ancora prima che si potesse pensare di farne pedine importanti anche in ambito internazionale nel fuoristrada, si erano già di gran lunga orientate sulla pista oltre alla strada (e soprattutto nel caso della Confalonieri direi che la scelta ha ampiamente pagato).

Per il futuro direi di continuare a seguire con particolare attenzione la mia conterranea Gaia Realini: ha un fisico minuto ma tanta tanta grinta. Ha disputato un grande Giro d'Italia ed ha già debuttato in maglia azzurra. Lei anche è nata nel fuoristrada, visto che per anni oltre al ciclocross ha praticato la MTB. Occhio però che anche lei su strada potrebbe crescere molto: nel 2018 alla prima stagione in cui ha corso un po' di più su strada è già stata capace di arrivare quinta ai campionati italiani, per cui potrebbe essere ben più di una semplice buona crossista.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » lunedì 4 febbraio 2019, 13:25

Per le donne al momento è sicuramente più facile portare avanti, e con buoni buonissimi risultati, due discipline. Strada-pista
Strada-cross, mtb-cross. Abbiamo 2000 esempi. ( Arzuffi, Lechner, Paternoster ecc ecc ). Per i maschietti decisamente meno. Il colpevole senza se e senza ma, a mio avviso è l'abominevole calendario del ciclismo su strada. Calendario che fagocita tutto e tutti. Sarà la "strada" giusta?
Per quel che mi riguarda le gare da metà ottobre a metà febbraio, sono sicuramente esotiche, curiose ecc ecc ma al ciclismo che conta dicono poco e almeno per il world tour se ne potrebbe fare a meno. Ovviamente sappiamo che ci sono di mezzo "i sghei" quindi fin che ce ne saranno difficilmente si farà un passo indietro. Tornare ad un calendario più ragionato darebbe più spazio alle attività tipicamente invernali come il cross e la pista? Non lo so. Forse. Di sicuro oggi lo toglie.

Gli Ammerricani che hanno tanti tantissimi difetti sanno però fare bene i conti. I tre maggiori sport ( nfl, baseball e nba ) hanno un calendario ragionato, per non creare fastidiose e controproducenti sovrapposizioni. Inoltre se l'evento dura relativamente poco 4/5 mesi è a tutti gli effetti un "evento". Il miope ciclismo invece addirittura sovrappone gare che fanno parte dello stesso circuito. Parigi Nizza Vs tirreno, Delfinato Vs tour de Suisse, giro Vs California, classiche canadesi Vs Vuelta..... suicidio comunicativo


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » lunedì 4 febbraio 2019, 22:10

Sulla pagina facebook di scratch parecchie interviste da Bogense
E mercoledì ore 20.00 puntatone speciale mondiali sul canale italia 84

https://m.facebook.com/profile.php?id=1 ... ent_filter


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5323
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 5 febbraio 2019, 1:08

bove ha scritto:
lunedì 4 febbraio 2019, 13:25
Per le donne al momento è sicuramente più facile portare avanti, e con buoni buonissimi risultati, due discipline. Strada-pista
Strada-cross, mtb-cross. Abbiamo 2000 esempi. ( Arzuffi, Lechner, Paternoster ecc ecc ). Per i maschietti decisamente meno. Il colpevole senza se e senza ma, a mio avviso è l'abominevole calendario del ciclismo su strada. Calendario che fagocita tutto e tutti.
Questo può essere vero in parte, nel senso che il tutto è anche figlio della mancanza di cultura (in certi casi degli stessi direttori sportivi) e di un menefreghismo che vede la Federazione come prima responsabile. L'ho già citato una marea di volte come esempio ma quello che si è visto per anni con la Velocità su pista è il caso più emblematico: atleti come Guardini, Gasparrini, Mareczko, lo stesso Riccardo Minali che magari potevano avere lì il loro vero futuro, il terreno per esprimere la loro vera eccellenza, sono stati indotti a puntare tutto sulla strada, sia perché la situazione del settore è quella che purtroppo conosciamo da tempo, visto che non c'è la volontà di affidare il lavoro a tecnici realmente competenti nel settore, dall'altro perché il tutto viene visto come una perdita di tempo, un intralcio, un qualcosa che non dà futuro in termini economici.
Se ci pensiamo anche per il ciclocross va così e anche in questo caso l'abbiamo ribadito molte volte: qui in Italia di ciclocross non ci si campa, come invece può avvenire in Belgio, il tutto viene visto solo in quella funzione, quando invece una volta costituiva anche un validissimo allenamento in preparazione della stagione su strada. Anche perché si potrebbe scoprire anche che qualcosa di buono si può combinare. Forse però in questo è più facile che il tutto avvenga tra le ragazze e quello di Silvia Persico è solo l'ultimo caso. Basti pensare a Eva Lechner: nelle categorie giovanili e nelle prime stagioni da Elite focalizzava tutto o quasi sulla MTB e si ritagliava con successo anche qualche esperienza su strada. Poi decise di dedicarsi al ciclocross ed è diventata la nostra miglior crossista, a dimostrazione che le ottime basi che già possedeva richiedevano solo che affinasse la tecnica.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Basso
Messaggi: 14392
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Basso » martedì 5 febbraio 2019, 10:32

Il Mondiale 2020 sarà disputato... in aeroporto, quindi pressoché tutto pianeggiante (le parti in salita dovrebbero essere quelle giallorosse). Media di 35 km/h? :D

Immagine


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Volta

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5259
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Seb » martedì 5 febbraio 2019, 10:44

Basso ha scritto:
martedì 5 febbraio 2019, 10:32
Il Mondiale 2020 sarà disputato... in aeroporto, quindi pressoché tutto pianeggiante (le parti in salita dovrebbero essere quelle giallorosse). Media di 35 km/h? :D[/img]
Magari mettono un aereo con i motori accesi a fare vento contrario in rettilineo :D



rizz23
Messaggi: 1859
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da rizz23 » martedì 5 febbraio 2019, 11:17

e ma vedrete quando atterrano che sparpaglio



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 12992
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Walter_White » martedì 5 febbraio 2019, 12:06

Ma che schifezza è? :oops: :oops: :oops:


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Winter
Messaggi: 14554
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Winter » martedì 5 febbraio 2019, 19:16

Io ricordo che i ciclocross svizzeri di una volta erano belli tosti (molto di piu' di quelli del benelux)
speriamo..
Poi son andato a vedere , ultimo mondiale in terra rossocrociata 1995



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » martedì 5 febbraio 2019, 20:38

Basso ha scritto:
martedì 5 febbraio 2019, 10:32
Il Mondiale 2020 sarà disputato... in aeroporto, quindi pressoché tutto pianeggiante (le parti in salita dovrebbero essere quelle giallorosse). Media di 35 km/h? :D

Immagine
Come diceva la mitica Sora Lella " aaaaaa annamo bene"

Cominciamo già da ora a fare la danza della pioggia?


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » martedì 5 febbraio 2019, 21:01

Abruzzese ha scritto:
martedì 5 febbraio 2019, 1:08
bove ha scritto:
lunedì 4 febbraio 2019, 13:25
Per le donne al momento è sicuramente più facile portare avanti, e con buoni buonissimi risultati, due discipline. Strada-pista
Strada-cross, mtb-cross. Abbiamo 2000 esempi. ( Arzuffi, Lechner, Paternoster ecc ecc ). Per i maschietti decisamente meno. Il colpevole senza se e senza ma, a mio avviso è l'abominevole calendario del ciclismo su strada. Calendario che fagocita tutto e tutti.
Questo può essere vero in parte, nel senso che il tutto è anche figlio della mancanza di cultura (in certi casi degli stessi direttori sportivi) e di un menefreghismo che vede la Federazione come prima responsabile. L'ho già citato una marea di volte come esempio ma quello che si è visto per anni con la Velocità su pista è il caso più emblematico: atleti come Guardini, Gasparrini, Mareczko, lo stesso Riccardo Minali che magari potevano avere lì il loro vero futuro, il terreno per esprimere la loro vera eccellenza, sono stati indotti a puntare tutto sulla strada, sia perché la situazione del settore è quella che purtroppo conosciamo da tempo, visto che non c'è la volontà di affidare il lavoro a tecnici realmente competenti nel settore, dall'altro perché il tutto viene visto come una perdita di tempo, un intralcio, un qualcosa che non dà futuro in termini economici.
Se ci pensiamo anche per il ciclocross va così e anche in questo caso l'abbiamo ribadito molte volte: qui in Italia di ciclocross non ci si campa, come invece può avvenire in Belgio, il tutto viene visto solo in quella funzione, quando invece una volta costituiva anche un validissimo allenamento in preparazione della stagione su strada. Anche perché si potrebbe scoprire anche che qualcosa di buono si può combinare. Forse però in questo è più facile che il tutto avvenga tra le ragazze e quello di Silvia Persico è solo l'ultimo caso. Basti pensare a Eva Lechner: nelle categorie giovanili e nelle prime stagioni da Elite focalizzava tutto o quasi sulla MTB e si ritagliava con successo anche qualche esperienza su strada. Poi decise di dedicarsi al ciclocross ed è diventata la nostra miglior crossista, a dimostrazione che le ottime basi che già possedeva richiedevano solo che affinasse la tecnica.
Sono d'accordissimo. In primo luogo è una questione di cultura e di visione.
Ho dato un'occhiata al calendario usa per la prossima stagione
27 gare c.1 e c.2 in calendario
Ancora non hanno trovato il talento, ma quando arriverà ( e arriverà ) anche il cross ( indotto incluso ) comincerà a sbilanciarsi da quella parte. Visione! quello che manca a noi da secoli


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6330
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Subsonico » mercoledì 6 febbraio 2019, 19:31

Basso ha scritto:
martedì 5 febbraio 2019, 10:32
Il Mondiale 2020 sarà disputato... in aeroporto, quindi pressoché tutto pianeggiante (le parti in salita dovrebbero essere quelle giallorosse). Media di 35 km/h? :D

Immagine
Però la parte in cui attraversano due aerei si preannuncia interessante...significa almeno quattro scalinate

PS: Er Cittì ha segnato la strada, adesso il Mondiale alle Capannelle non è più precluso


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » mercoledì 6 febbraio 2019, 23:09

Non capisco, in svizzera non fanno bei percorsi solitamente.. Cosa gli è preso? La sindrome delle capannelle??? :ouch:



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » giovedì 7 febbraio 2019, 8:11



«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » giovedì 7 febbraio 2019, 8:13

held ha scritto:
mercoledì 6 febbraio 2019, 23:09
Non capisco, in svizzera non fanno bei percorsi solitamente.. Cosa gli è preso? La sindrome delle capannelle??? :ouch:
Ma no, vedrete che si inventeranno qualcosa. Tipo posizionare dei cecchini lungo il tracciato. Chi arriva vivo vince

Comunque ha ragione la Lazzaro. Su un tracciato del genere, uno come Trentin se ci arriva in forma, può dire la sua.


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12036
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 8 febbraio 2019, 11:48

spero che admin mi perdoni l'ennesimo spam (tra un po' mi manda la finanza) ma volevo dirvi che il 12 febbraio esce il nuovo numero di Alvento in edicola e tutte le prime 30 pagine sono dedicate al Cx. Ho raccontato approfonditamente quanto ho vissuto nel weekend in Belgio tra anversa e zonhoven di cui già vi avevo parlato a lungo qui. Anzi, devo dire che se non l'avessi raccontato prima a voi sarebbe stato molto più difficile mettere poi le idee su carta, quindi ci siamo dentro un po' tutti noi :)

(e il caso vuole che l'articolo subito dopo, dedicato a MVDP e Wva sia scritto da una vecchia conoscenza del forum come Tetzuo!)


Immagine


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » venerdì 8 febbraio 2019, 12:56

Fantastico!!! :clap:
L'ultimo numero però non sono riuscito a trovarlo in edicola! :cry:



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » venerdì 8 febbraio 2019, 14:48

cauz. ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 11:48
spero che admin mi perdoni l'ennesimo spam (tra un po' mi manda la finanza) ma volevo dirvi che il 12 febbraio esce il nuovo numero di Alvento in edicola e tutte le prime 30 pagine sono dedicate al Cx. Ho raccontato approfonditamente quanto ho vissuto nel weekend in Belgio tra anversa e zonhoven di cui già vi avevo parlato a lungo qui. Anzi, devo dire che se non l'avessi raccontato prima a voi sarebbe stato molto più difficile mettere poi le idee su carta, quindi ci siamo dentro un po' tutti noi :)

(e il caso vuole che l'articolo subito dopo, dedicato a MVDP e Wva sia scritto da una vecchia conoscenza del forum come Tetzuo!)


Immagine
In tutte le edicole?


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12036
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 8 febbraio 2019, 17:13

bove ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 14:48

In tutte le edicole?
il numero 2 era in oltre 9mila edicole, con forniture extra per feltrinelli e mondadori nelle stazioni. spero e immagino che il numero 3 sia uguale, se non di più


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » venerdì 8 febbraio 2019, 18:22

Una rivista di ciclismo in Italia, che mette il ciclocross in copertina, merita un applauso di 10 minuti a prescindere!!! :clap:



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » venerdì 8 febbraio 2019, 20:36

cauz. ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 17:13
bove ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 14:48

In tutte le edicole?
il numero 2 era in oltre 9mila edicole, con forniture extra per feltrinelli e mondadori nelle stazioni. spero e immagino che il numero 3 sia uguale, se non di più
Lo cercherò. Chi diffonde il ciclocross, che sia in tv, radio, web o carta stampata merita la mia attenzione e stima


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 3712
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da chinaski89 » venerdì 8 febbraio 2019, 21:05

cauz. ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 17:13
bove ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 14:48

In tutte le edicole?
il numero 2 era in oltre 9mila edicole, con forniture extra per feltrinelli e mondadori nelle stazioni. spero e immagino che il numero 3 sia uguale, se non di più
Lo chiederò perchè non l'ho mai visto qui in giro! Fatto bene a spammare :D



held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » martedì 12 febbraio 2019, 10:47

Vista ieri la gara di domenica del super prestige!!! Accidenti che garone!!! Il fango fa proprio la differenza! :drool:
Qualche problemino di guida per Aerts!



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6330
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Subsonico » martedì 12 febbraio 2019, 11:32

held ha scritto:
martedì 12 febbraio 2019, 10:47
Vista ieri la gara di domenica del super prestige!!! Accidenti che garone!!! Il fango fa proprio la differenza! :drool:
Qualche problemino di guida per Aerts!
Diciamo che Mathieu ha dimostrato (come ho espresso nell'articolo) che può fare la differenza anche senza attaccare, semplicemente restando incollato alla sella dove tutti gli altri cadono.
Aerts sul fango riesce ad andare addirittura più forte (e questo è un bene), dopo esser caduto la prima volta ha continuato in modalità rischiatutto, normale a quel punto che sia finito per terra a ripetizione.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » sabato 16 febbraio 2019, 18:19

Forse (per me) la stagione più deludente degli ultimi 10/12 anni. Ovviamente parlo della cat elite man. Per la cat donne direi Alice ed Eva sante subito.
Per i maschietti mi aspettavo, speravo, credevo di vedere finalmente i due (o forse tre) enfant prodige prendersi a cascate per tutta la stagione, invece niente. In pratica un rituale tutti i week end, compreso quest'ultimo.
Mi aspettavo, speravo, credevo di vedere Bertolini, non dico sempre, ma spesso nelle top ten. Invece nulla, stagione opaca. Speriamo sia per lui un anno andato così è speriamo che Dorigoni continui con la sua costante crescita.
Va be! Anche se ne manca una, amici fangosi vi saluto e vi aspetto a settembre. Ovviamente sempre che non arrivi qualche notizia estiva.

Salut, goodbye, au revoir, dasvidania, aufidersen, a bientot, hasta luego


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » lunedì 18 febbraio 2019, 22:15

bove ha scritto:
sabato 16 febbraio 2019, 18:19
Forse (per me) la stagione più deludente degli ultimi 10/12 anni. Ovviamente parlo della cat elite man. Per la cat donne direi Alice ed Eva sante subito.
Per i maschietti mi aspettavo, speravo, credevo di vedere finalmente i due (o forse tre) enfant prodige prendersi a cascate per tutta la stagione, invece niente. In pratica un rituale tutti i week end, compreso quest'ultimo.
Mi aspettavo, speravo, credevo di vedere Bertolini, non dico sempre, ma spesso nelle top ten. Invece nulla, stagione opaca. Speriamo sia per lui un anno andato così è speriamo che Dorigoni continui con la sua costante crescita.
Va be! Anche se ne manca una, amici fangosi vi saluto e vi aspetto a settembre. Ovviamente sempre che non arrivi qualche notizia estiva.

Salut, goodbye, au revoir, dasvidania, aufidersen, a bientot, hasta luego
Condivido purtroppo la tua analisi, dico purtroppo perché è stata davvero una stagione deludente e noiosa, almeno per me. Una sfida stellare che non c'è mai stata, un dominatore asfissiante, poche emozioni, Bertolini che si butta maggiormente nella mischia senza però ottenere significativi miglioramenti. Per fortuna il movimento femminile fa un bel balzo in avanti con la lechner che da sempre garanzie e la arzuffi che fa dei miglioramenti incredibili ottenendo anche una bellissima vittoria al superprestige! Che dire.... Speriamo nella nuova stagione!



held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » lunedì 18 febbraio 2019, 22:30

cauz. ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 11:48
spero che admin mi perdoni l'ennesimo spam (tra un po' mi manda la finanza) ma volevo dirvi che il 12 febbraio esce il nuovo numero di Alvento in edicola e tutte le prime 30 pagine sono dedicate al Cx. Ho raccontato approfonditamente quanto ho vissuto nel weekend in Belgio tra anversa e zonhoven di cui già vi avevo parlato a lungo qui. Anzi, devo dire che se non l'avessi raccontato prima a voi sarebbe stato molto più difficile mettere poi le idee su carta, quindi ci siamo dentro un po' tutti noi :)

(e il caso vuole che l'articolo subito dopo, dedicato a MVDP e Wva sia scritto da una vecchia conoscenza del forum come Tetzuo!)


Immagine
Articoli letti! Bellissimi! Descrizione suggestiva dell'universo ciclocross dal punto di vista dell' appassionato!!! sicuramente un viaggio in Belgio è uno dei miei prossimi obiettivi! Complimenti!! :cincin: :clap: :clap: :clap:



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » martedì 19 febbraio 2019, 19:49

Ho chiesto in 2/3 edicole dell'hinterland milanese ma nulla. Alvento non l'ho ancora trovato. :cry:


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6330
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Subsonico » mercoledì 20 febbraio 2019, 20:14

Meeusen ha vinto la prova di salto ai Masters di Waregem, eguagliando il record di Denuwelaere (80 cm).

Ha dichiarato: "Almeno posso dire di aver vinto qualcosa in questa stagione!" :diavoletto:


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5259
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Seb » giovedì 21 febbraio 2019, 13:49




held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » giovedì 21 febbraio 2019, 15:27

bove ha scritto:
martedì 19 febbraio 2019, 19:49
Ho chiesto in 2/3 edicole dell'hinterland milanese ma nulla. Alvento non l'ho ancora trovato. :cry:
Dopo averne perso due ho dovuto minacciare l'edicolante! :diavoletto:



held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » giovedì 21 febbraio 2019, 15:28

Seb ha scritto:
giovedì 21 febbraio 2019, 13:49
Il video del salto
https://twitter.com/SoudalClassics/stat ... 2378246144
Però nonostante la stagione è bello sorridente! :crazy:



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12036
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da cauz. » domenica 24 febbraio 2019, 15:37

pauwels clamoroso nella sua gara di addio a Ooostmalle.
In testa per più di metà gara, solo ora sta cominciando a soffrire un po' le accelerazione di Aerts.


EDIT. e ce l'ha fatta! ultima corsa, ultima vittoria! :clap: :clap: :clap:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2394
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » martedì 26 febbraio 2019, 18:56

cauz. ha scritto:
domenica 24 febbraio 2019, 15:37
pauwels clamoroso nella sua gara di addio a Ooostmalle.
In testa per più di metà gara, solo ora sta cominciando a soffrire un po' le accelerazione di Aerts.


EDIT. e ce l'ha fatta! ultima corsa, ultima vittoria! :clap: :clap: :clap:
Un addio con in fiocchi. Fosse stato anche un po "telefonato" fa niente. Ci sta
:clap: :clap: :clap:


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » martedì 26 febbraio 2019, 20:34

Mi è sempre stato simpatico! Aveva quella faccia che ricorda vagamente Di Luca!
Sicuramente sfortunato a trovare sempre qualche fenomeno nella sua strada! :clap: :clap:



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12036
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 1 marzo 2019, 13:30

il fatto che questo sia il primo weekend senza ciclocross dell'anno mi fa venire una profonda tristezza (che mondiali pista, OHN e KBK sapranno fortunatamente mitigare). per celebrare la fine della stagione ho messo insieme una raccolta delle più improbabili musiche che si sentono suonare alle corse in belgio. forse andava postato nel thread musica o ancora meglio in quello delle cazzate e curiosità, ma vabbè, stiamo qui :gruppo:

https://medium.com/@ciclismoliquido/in- ... e92cd99bc9


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

held
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Ciclocross 2018-2019

Messaggio da leggere da held » domenica 3 marzo 2019, 8:27

Ho ascoltato un po di musica, potrei definirla "particolare " :crazy: :hammer:




Rispondi