[2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » lunedì 19 novembre 2018, 17:40

Ammazza, però devi farci vedere il percorso




castelli
Messaggi: 1837
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da castelli » martedì 20 novembre 2018, 11:28

Beppugrillo ha scritto:
lunedì 19 novembre 2018, 17:40
Ammazza, però devi farci vedere il percorso
loop salita a 10 km da casa.
Allegati
Cattura 2.PNG
Cattura 2.PNG (131.34 KiB) Visto 2046 volte


Defensor Froomey

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 22 novembre 2018, 14:01

Oggi giornata molto bella con sole e temperature sopra i 10 gradi però sto perdendo seriamente colpi, comunque 80 km a 23 km/h di media. Alla fine ho tentato il tutto per tutto per entrare nella top ten in un segmento in salita di Strava che arriva praticamente sotto casa mia e che è pochissimo frequentato essendo una strada secondaria. Risultato: sono arrivato in cima morto e non sono comunque entrato nella top ten. Devo buttare giù un altro minuto, magari facendolo a inizio giro ci posso riuscire ma insomma sopravvivo anche così. Tra l'altro appena dietro di me (2'') nella classifica ora c'è Nicola Gaffurini, che corre in una Continental. E sono anche a 30'' dall'ex campione europeo Marathon Jarno Calcagni, che ha un sacco di kom qui in zona visto che è di Macerata. Probabilmente l'hanno fatta pedalando all'indietro, ma ormai mi sento già con un piede nel professionismo e non si torna indietro :diavoletto:



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » venerdì 23 novembre 2018, 21:28

Avevo in programma grandi acquisti per il black friday invece sono povero e sopratutto non ho trovato niente di troppo interessante, quindi mi sono comprato solo un mitico cappellino Brooklyn su Ebay. Volevo prendere un casco ma ho trovato solo offerte "standard" per cui aspetto l'anno prossimo e intanto risparmio per prendere la bici



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 25 novembre 2018, 11:06

Dopo una settimana molto impegnativa e in cui non ho avuto la possibilità di fare nessun allenamento stamattina, visto anche il tempo incerto, ho ripreso l'allenamento con 1h e 30m di sgambata molto tranquilla sui rulli.


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m


pragserfranz
Messaggi: 52
Iscritto il: martedì 15 luglio 2014, 7:14

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da pragserfranz » domenica 25 novembre 2018, 20:14

Oggi ho partecipato alla El Santo Gravel, bellissimo e partecipato evento gravel organizzato da CicloAzione, associazione di Mussolente molto attiva nella promozione della bicicletta a 360°. Partenza dalla villa Albrizzi Marini di San Zenone degli Ezzelini, splendida location sui colli asolani, sovrastata dall'incombente presenza del massiccio del Grappa. Il percorso misura 134 km e ci porterà prima attraverso la campagna altovicentina, siamo a pochi km da Bassano, per poi costeggiare la Brenta percorrendo splendide ciclabili fino a Padova con giro di boa fissato davanti alla Basilica di Sant'Antonio e ritorno lungo gli argini del Muson e vari sterrati molto fangosi fino allo strappo del monte castellaro e del santuario della madonna del monte prima della picchiata nel giardino della villa. Gli amici di CicloAzione si divertono un mondo, l'evento è promosso in chiave medievaleggiante e la partenza è data modello ciclocross con uno squillo di tromba che incita madonne e messeri a dar inizio alla tenzone. Per guadagnare lo splendido percorso ciclabile lungo la Brenta è subito fango e ci si butta dentro a testa bassa. Si forma un bel gruppetto di una trentina di "illustri messeri" che viaggiano di buona lena. Io mi tengo in coda perchè nonostante il recentissimo passaggio in officina (bici ritirata sabato mattina), il cambio di catena e le frequenti accellerazioni mettono subito in crisi la ruota libera che strappa vistosamente e lo farà per tutto il giorno :angry: Nonostante tutto riesco a non perdere contatto, anche se ogni ripartenza (transenne, incroci, strettoie, etc) mi tocca fare fatica doppia per cercare di rimanere attaccato e per chiudere il buco che si forma inevitabilmente, viste le continue pedalate a vuoto. Un pò è orgoglio, e vabbè, un pò è necessità visto che sono senza garmin (mandato in assistenza da più di tre settimane :angry: :angry: mentre strava non mi carica la traccia e comunque il tempo minaccia pioggia ed il mio telefono con due gocce rischia il default...Mi aiutano un pò gli errori dei battistrada che, sbagliano qualche incrocio ricompattando così le fila del nostro plotone. Fattostà che in meno di tre ore siamo a Padova (75 km), selfie di rito, come da richiesta dell'organizzazione, e si riparte in ordine sparso. Uscire dalla città senza traccia non è semplicissimo, sembra di essere ad una gara di orienteering. Finalmente, con altri compagni di avventura del mattino, guadagniamo gli argini del Muson, lontani dal traffico e dalla possibilità di errore. Tanto l'andata era stata rallegrata dalla compagnia numerosa, quanto il ritorno diventa solitario. Piccoli gruppetti, molti in compagnia soltanto di sè stessi. Prima di lasciare il Muson mi concedo una cocazero al baretto all'incrocio con l'Ostiglia, mi superano diversi dei compagni di viaggio del mattino ma poi salto io il ristoro offerto da quelli di VenetoGravel e li supero di nuovo. Mal me ne incoglie perchè le loro maledizioni non tardano a fare effetto e, come un Doumolin qualsiasi, mi tocca cercare una siepe per nascondere terga ed effetti speciali poco edificanti. Riparto un pò provato ma l'arrivo è ormai vicino, anche se le peripezie non sono finite. Googlemaps che mi aveva accompagnato nella seconda parte del tracciato decide infatti di salutarmi proprio mentre affronto il sentiero natura che porta allo strappo finale. Mi ritrovo a girare in tondo sui sentieri disegnati sul fianco della collina per una decina buona di minuti finchè, anzichè spuntare sulla strada che porta al santuario mi ritrovo davanti all'ingresso della villa. Un lungo e ripetuto strappo della ruota libera mi fa capire che per oggi va bene così (134 km in poco più di 5h e mezza, soste escluse, alla media di 24kmh). Inforco la stradina del parco e ricevo gli applausi dei ragazzi di CicloAzione e del gruppetto di quelli arrivati prima di me. Neanche tanti. Ora devo suonare la tromba...soffio soffio ma non esce una nota che sia una, grandi risate, ma anche grande soddisfazione: con i 134 km di oggi taglio il traguardo dei 15000 km quest'anno. E festeggerò da martedì a venerdi accompagnando la carovana di RideWithUs (ciclisti ambientalisti contro i cambiamenti climatici diretti quest'anno alla conferenza COP 24 che si terrà a Katowice) da Venezia fino a Tarvisio (e ritorno)!



Avatar utente
Divanista
Messaggi: 387
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Divanista » lunedì 26 novembre 2018, 8:34

Bel racconto... complimenti! :clap:


Ecco la mia presentazione. :carta:

nikybo85
Messaggi: 1918
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da nikybo85 » giovedì 29 novembre 2018, 3:42

castelli ha scritto:
lunedì 19 novembre 2018, 13:20
18/11/18
Qua si fa sul serio :stretta:



nikybo85
Messaggi: 1918
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da nikybo85 » giovedì 29 novembre 2018, 3:45

pragserfranz ha scritto:
domenica 25 novembre 2018, 20:14
Oggi ho partecipato alla El Santo Gravel, bellissimo e partecipato evento gravel organizzato da CicloAzione, associazione di Mussolente molto attiva nella promozione della bicicletta a 360°. Partenza dalla villa Albrizzi Marini di San Zenone degli Ezzelini, splendida location sui colli asolani, sovrastata dall'incombente presenza del massiccio del Grappa. Il percorso misura 134 km e ci porterà prima attraverso la campagna altovicentina, siamo a pochi km da Bassano, per poi costeggiare la Brenta percorrendo splendide ciclabili fino a Padova con giro di boa fissato davanti alla Basilica di Sant'Antonio e ritorno lungo gli argini del Muson e vari sterrati molto fangosi fino allo strappo del monte castellaro e del santuario della madonna del monte prima della picchiata nel giardino della villa. Gli amici di CicloAzione si divertono un mondo, l'evento è promosso in chiave medievaleggiante e la partenza è data modello ciclocross con uno squillo di tromba che incita madonne e messeri a dar inizio alla tenzone. Per guadagnare lo splendido percorso ciclabile lungo la Brenta è subito fango e ci si butta dentro a testa bassa. Si forma un bel gruppetto di una trentina di "illustri messeri" che viaggiano di buona lena. Io mi tengo in coda perchè nonostante il recentissimo passaggio in officina (bici ritirata sabato mattina), il cambio di catena e le frequenti accellerazioni mettono subito in crisi la ruota libera che strappa vistosamente e lo farà per tutto il giorno :angry: Nonostante tutto riesco a non perdere contatto, anche se ogni ripartenza (transenne, incroci, strettoie, etc) mi tocca fare fatica doppia per cercare di rimanere attaccato e per chiudere il buco che si forma inevitabilmente, viste le continue pedalate a vuoto. Un pò è orgoglio, e vabbè, un pò è necessità visto che sono senza garmin (mandato in assistenza da più di tre settimane :angry: :angry: mentre strava non mi carica la traccia e comunque il tempo minaccia pioggia ed il mio telefono con due gocce rischia il default...Mi aiutano un pò gli errori dei battistrada che, sbagliano qualche incrocio ricompattando così le fila del nostro plotone. Fattostà che in meno di tre ore siamo a Padova (75 km), selfie di rito, come da richiesta dell'organizzazione, e si riparte in ordine sparso. Uscire dalla città senza traccia non è semplicissimo, sembra di essere ad una gara di orienteering. Finalmente, con altri compagni di avventura del mattino, guadagniamo gli argini del Muson, lontani dal traffico e dalla possibilità di errore. Tanto l'andata era stata rallegrata dalla compagnia numerosa, quanto il ritorno diventa solitario. Piccoli gruppetti, molti in compagnia soltanto di sè stessi. Prima di lasciare il Muson mi concedo una cocazero al baretto all'incrocio con l'Ostiglia, mi superano diversi dei compagni di viaggio del mattino ma poi salto io il ristoro offerto da quelli di VenetoGravel e li supero di nuovo. Mal me ne incoglie perchè le loro maledizioni non tardano a fare effetto e, come un Doumolin qualsiasi, mi tocca cercare una siepe per nascondere terga ed effetti speciali poco edificanti. Riparto un pò provato ma l'arrivo è ormai vicino, anche se le peripezie non sono finite. Googlemaps che mi aveva accompagnato nella seconda parte del tracciato decide infatti di salutarmi proprio mentre affronto il sentiero natura che porta allo strappo finale. Mi ritrovo a girare in tondo sui sentieri disegnati sul fianco della collina per una decina buona di minuti finchè, anzichè spuntare sulla strada che porta al santuario mi ritrovo davanti all'ingresso della villa. Un lungo e ripetuto strappo della ruota libera mi fa capire che per oggi va bene così (134 km in poco più di 5h e mezza, soste escluse, alla media di 24kmh). Inforco la stradina del parco e ricevo gli applausi dei ragazzi di CicloAzione e del gruppetto di quelli arrivati prima di me. Neanche tanti. Ora devo suonare la tromba...soffio soffio ma non esce una nota che sia una, grandi risate, ma anche grande soddisfazione: con i 134 km di oggi taglio il traguardo dei 15000 km quest'anno. E festeggerò da martedì a venerdi accompagnando la carovana di RideWithUs (ciclisti ambientalisti contro i cambiamenti climatici diretti quest'anno alla conferenza COP 24 che si terrà a Katowice) da Venezia fino a Tarvisio (e ritorno)!
Ma che bell'evento!
Mi pare proprio tu ne raccontasti uno del genere qualche settimana fa..ci si da ( fortunatamente) da fare da quelle parti per chi ha l'interesse della bicicletta.



nikybo85
Messaggi: 1918
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da nikybo85 » giovedì 29 novembre 2018, 3:55

Domenica ho chiuso la mia stagione con un'uscita per me molto particolare. L'asfalto è stato infatti in netta minoranza, la pioggia grande protagonista, ed ero in compagnia di un amico, io incallito pedalatore solitario.
I km sono stati circa 30: come dicevo poco asfalto, forse 1/4 del percorso..sterrati abbastanza semplici e larghi hanno fatto una buona parte alternati a sterrati meno semplici e pieni di pozze..mentre una parte minore ma non trascurabile è stata effettuata su sentierini in mezzo alle pinete.
A rendere epica la pedalata un passaggio in spiaggia, a pochi metri dal mare, su una sabbia resa percorribile dalla pioggia ma a tratti sabbia vera e quindi zavorra assoluta.
La bellezza di certe zone del ravennate con clima piovoso si moltiplica e nonostante l'essere arrivato fradicio e mezzo congelato è stata proprio una gran domenica.

P.s. all'ultima uscita la prima caduta..scivolata innocua su marciapiede in legno..Non poteva mancare nella mia stagione :hammer:



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 29 novembre 2018, 12:05

Anch'io mi sa che sono agli sgoccioli per quest'anno, oggi sono riuscito a uscire ma solo per 27 km (ok che avevo solo due ore, quindi di più non potevo a prescindere). Il freddo comincia a essere abbastanza pesante, gli ultimi giorni c'è stato anche tantissimo vento (pure oggi non scherzava). Avevo/ho quest'idea di pedalare in mezzo alla neve (che è caduta abbastanza abbondante sui Sibillini), vediamo se si riesce domenica. Oggi ho rifatto la strada che avevo fatto stamattina presto in macchina perché c'era una vista spettacolare, purtroppo nel frattempo si sono alzate le nuvole ed è cambiata la luce per cui si vedeva solo la cima del Monte Priora mentre il Vettore e tutto il resto erano scomparsi :x



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 2 dicembre 2018, 14:23

Oggi uscita veramente masochista: esco alle 7.30, pantaloni corti e guanti con le dita scoperte, obiettivo Sassotetto. Però era davvero freddo, la prima ora e mezzo nonostante il sole (si fa per dire) i vari termometri per strada segnavano tutti 2-3 gradi. Poi ho cominciato a salire e il freddo è scomparso (per la fatica chiaramente, non perché era diventato caldo) però gambe moscissime, anche perché secondo me col freddo c'è questo problema che la fatica la senti meno, così arriva tutta insieme. Comunque amen, non sono arrivato al passo perché ricominciavo a sentire freddo e avevo paura poi della discesa, anche perché un po' di ghiaccio nelle zone in ombra c'era (giusto 3-4 striscette che si vedevano bene per fortuna). Sono arrivato a casa devastato come pochissime altre volte. Tante persone in strada comunque, non in salita chiaramente, ma giù ho incrociato una quindicina di persone in bici e qua è quasi un record.



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 2 dicembre 2018, 15:18

Ricovero d'urgenza in ospedale nella nottata di mercoledì per fortissima colica renale, dopo le cure immediate dimesso con una cura da fare a casa e con prescrizione di qualche giorno di riposo, anche dalla bici, per non risollecitare troppo il calcolo (bello grosso...) responsabile della colica renale... :(


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 3403
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 3 dicembre 2018, 18:35

Auguri di pronta guarigione Grammont63!



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » giovedì 6 dicembre 2018, 21:13

Grazie.

Volevo riprendere in settimana con una "rullata" leggera, poi martedì sera un mio amico ed ex-compagno nella squadra che abbiamo chiuso alla fine di questa stagione è stato investito e ucciso da una macchina mentre era in bicicletta

https://www.ilmessaggero.it/rieti/incid ... 50968.html

e da allora sono distrutto, oggi abbiamo fatto i funerali alla presenza di centinaia di persone e della Banda Nazionale dell'Arma dei Carabinieri per la quale lui prestava servizio come clarinettista, oltre a fare il maestro della scuola di musica della Banda del suo paese.
Sono distrutto :( :( :( non so a questo punto SE riuscirò a risalire in sella e quando...

Ti sia lieve la terra amico Andrea... :(


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 9 dicembre 2018, 13:14

Mi sono fatto coraggio e sono uscito su strada stamattina, anche perchè sono certo che anche lui avrebbe voluto così.
Una breve sgambata di due ore vicino casa, giusto per riprendere confidenza dopo tutte le avversità fisiche e non solo delle ultime settimane.
Sono certo di aver pedalato con la protezione di una persona speciale... :angelo: :angelo:


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 9 dicembre 2018, 13:15

Oggi giornata ventosissima ma volevo uscire assolutamente, quindi ho approfittato per fare un giro che avevo in programma da un po': 85 km con 1500 metri di dislivello senza mai allontanarmi a più di 10 km da casa e sopratutto senza mai fare la stessa salita. Ne ho fatte 7 diverse, tutti versanti che salgono in città, ma ce ne sarebbero almeno altre 6. Tra l'altro ho fatto tutte quelle intermedie, saltando le più facili e le più dure. Comunque bello, non so quante città offrano tutte queste possibilità, cosa che tra l'altro è dimostrata dalle ultime occasioni in cui i professionisti sono arrivati qui: ci sono state le vittorie di Cipollini, Riccò e Evans, per dire che si può salire sia dai piattoni che dai muri. Ultima nota: tantissima gente in strada, di nuovo ce n'è (o almeno ne incontro) nettamente più ora che in estate



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 9 dicembre 2018, 16:04

Sono soddisfazioni! Magari non diciamo quanti sono in totale i tempi su quel segmento (comunque kom distante meno di un minuto e mezzo, ci proverò)
Allegati
Screenshot_20181209-155930.jpg
Screenshot_20181209-155930.jpg (92.97 KiB) Visto 1274 volte



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 5426
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » mercoledì 12 dicembre 2018, 0:31

Grammont63 ha scritto:
giovedì 6 dicembre 2018, 21:13
Grazie.

Volevo riprendere in settimana con una "rullata" leggera, poi martedì sera un mio amico ed ex-compagno nella squadra che abbiamo chiuso alla fine di questa stagione è stato investito e ucciso da una macchina mentre era in bicicletta

https://www.ilmessaggero.it/rieti/incid ... 50968.html

e da allora sono distrutto, oggi abbiamo fatto i funerali alla presenza di centinaia di persone e della Banda Nazionale dell'Arma dei Carabinieri per la quale lui prestava servizio come clarinettista, oltre a fare il maestro della scuola di musica della Banda del suo paese.
Sono distrutto :( :( :( non so a questo punto SE riuscirò a risalire in sella e quando...

Ti sia lieve la terra amico Andrea... :(
Un abbraccio caro Grammont, che tristezza che viene a leggere sta cosa


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Luca90
Messaggi: 4785
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Luca90 » mercoledì 12 dicembre 2018, 3:42

lunedì e martedì ero appiedato e per andare in palestra ho dovuto prendere la bici nel tardo pomeriggio... erano pochi km tra andare e tornare ( circa 5) ma in calzoncini parevano 50 :diavoletto:


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 13 dicembre 2018, 16:00

Domenica se c'è un tempo dignitoso tocca andare a fare la "ricognizione" sui muri di Recanati della prossima Tirreno-Adriatico. Se c'è qualche marchigiano che vuole unirsi... :diavoletto:



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 20 dicembre 2018, 9:27

Stamattina avevo il tempo, clima perfetto, avevo già in mente il percorso, mi sono vestito e tutto...non si apre il garage e non posso prendere la bicicletta. Mai imprecato tanto come oggi nella mia vita



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » giovedì 20 dicembre 2018, 14:54

Altre visite e altri controlli: entro il mese prossimo. dovrò essere operato per rimuovere il calcolo renale che non se ne è andato nonostante le cure per eliminarlo.
Al netto di altri problemi spero comunque nel prossimo periodo di festività di riprendere a pedalare anche se per tratti brevi e non particolarmente impegnativi.


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » sabato 22 dicembre 2018, 18:37

Considerato che la giornata qui è passata fra nubi basse, nebbie e pioviggini, stamattina appena alzato ho ripreso con una sgambata molto leggera sui rulli della durata di 1h circa.


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » sabato 22 dicembre 2018, 21:35

Seconda uscita consecutiva programmata e impedita dalle circostanze, stavolta dovrò rimanere a casa domani perché andando a gonfiare le ruote stasera ne ho trovata una a terra e non ho la camera d'aria di riserva. Inoltre incazzandomi ho rotto la pistola del compressore :clap:



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 23 dicembre 2018, 14:13

Oggi c'è stato il secondo capitolo. Siccome non volevo assolutamente rinunciare ad andare oggi, visto che era davvero la giornata perfetta (almeno secondo le previsioni, poi in pratica c'era un po' di nebbia e un po' di vento, ma solo in un paio di punti), ieri sera ho avuto la geniale idea di saccheggiare un'altra bici che avevo in garage e usare la sua camera d'aria. Già qui uno intelligente si sarebbe fermato, perché la bici in questione era lì da un anno ferma e era evidente che non potesse essere a posto. Comunque non è stato il mio caso, ho fatto il trapianto ieri sera a mezzanotte, facendo una fatica bestiale perché ovviamente non avevo gli strumenti adatti e a mano non riuscivo, quindi cosa ho usato? Il cavatappi. Insomma alla fine sono riuscito, stamattina ho rimontato la ruota (punto fondamentale: avevo portato la ruota su in camera, per cui l'ho gonfiata solo stamattina prima di partire) e sono riuscito a partire. Tutto a posto, faccio 40 km, gambe pessime ma non importa, mi importava arrivare a Sassotetto perché mi sono fissato con questa cosa di pedalare in mezzo alla gente che scia. Comincio a salire, ovviamente foro. Avevo portato la bomboletta con la schiuma? Ovviamente no, perché ho voluto portare un paio di guanti in più (totalmente inutili perché era caldissimo) e nelle tasche dietro non mi entra tutto (unica consolazione: probabilmente sarebbe stata comunque inutile perché 10 km di discesa e poi altri 40 con la schiuma non avendola mai usata non so se li avrei fatti). Quindi mi sono fatto venire a prendere. Da puntualizzare pure che ho forato in mezzo alla neve, per cui per quanto caldo, stando fermo con i pantaloncini corti non è che si stava benissimo, quindi sono venuto giù a piedi mentre aspettavo, anche per scaldarmi un po', mi sono fatto 4 km in discesa portando la bici, un regalo di natale per la schiena



Avatar utente
jpm
Messaggi: 71
Iscritto il: sabato 21 maggio 2016, 12:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da jpm » lunedì 24 dicembre 2018, 17:37

io la schiuma l'ho usata due volte: la prima ha funzionato e sono riuscito a tornare a casa (ma ho dovuto buttare la camera d'aria), la seconda non ha funzionato quindi mi sono ritrovato ruota e copertone pieni di lattice (ci ho messo ore a ripulire lo schifo) e ho dovuto chiamare per farmi venire a prendere in auto.
da allora in tutti i giri mi porto: camera d'aria di riserva, mini pompa, toppe, mastice e una chiave inglese da 15.
la schiuma non la uso più ma ho comprato al lidl delle bombolette di co2 da 16g (e relativo accessorio per collegarle alla valvola) e devo dire che è una soluzione molto utile per gonfiare rapidamente le camere d'aria delle mtb senza doverle poi buttare perché piene di lattice


el_condor ha scritto:Che Aru arrivi avanti a Contador e' possibile ma è piu' probabile nevichi a Viareggio il 14 luglio ...

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » martedì 25 dicembre 2018, 8:45

jpm ha scritto:
lunedì 24 dicembre 2018, 17:37
io la schiuma l'ho usata due volte: la prima ha funzionato e sono riuscito a tornare a casa (ma ho dovuto buttare la camera d'aria), la seconda non ha funzionato quindi mi sono ritrovato ruota e copertone pieni di lattice (ci ho messo ore a ripulire lo schifo) e ho dovuto chiamare per farmi venire a prendere in auto.
da allora in tutti i giri mi porto: camera d'aria di riserva, mini pompa, toppe, mastice e una chiave inglese da 15.
la schiuma non la uso più ma ho comprato al lidl delle bombolette di co2 da 16g (e relativo accessorio per collegarle alla valvola) e devo dire che è una soluzione molto utile per gonfiare rapidamente le camere d'aria delle mtb senza doverle poi buttare perché piene di lattice
Minipompa quanto mini? E ricordi dove l'hai trovata? Perché mi sa che è la strada giusta. Però devo prendere anche quelle bacchettine che servono per estrarre il copertone perché l'altro giorno ci ho messo quasi un'ora in tutto. Le bombolette sono alternative alla pompa? Chiedo perché sono tutte cose che non ho mai provato per cui non ci capisco niente. Tra l'altro un'altra cosa che non ho mai fatto è estrarre la ruota posteriore, devo farmi insegnare (anche perché ha il copertone talmente rovinato che praticamente pedalo direttamente con la camera d'aria)



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2997
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Bitossi » martedì 25 dicembre 2018, 10:02

Beppugrillo ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 8:45
jpm ha scritto:
lunedì 24 dicembre 2018, 17:37
io la schiuma l'ho usata due volte: la prima ha funzionato e sono riuscito a tornare a casa (ma ho dovuto buttare la camera d'aria), la seconda non ha funzionato quindi mi sono ritrovato ruota e copertone pieni di lattice (ci ho messo ore a ripulire lo schifo) e ho dovuto chiamare per farmi venire a prendere in auto.
da allora in tutti i giri mi porto: camera d'aria di riserva, mini pompa, toppe, mastice e una chiave inglese da 15.
la schiuma non la uso più ma ho comprato al lidl delle bombolette di co2 da 16g (e relativo accessorio per collegarle alla valvola) e devo dire che è una soluzione molto utile per gonfiare rapidamente le camere d'aria delle mtb senza doverle poi buttare perché piene di lattice
Minipompa quanto mini? E ricordi dove l'hai trovata? Perché mi sa che è la strada giusta. Però devo prendere anche quelle bacchettine che servono per estrarre il copertone perché l'altro giorno ci ho messo quasi un'ora in tutto. Le bombolette sono alternative alla pompa? Chiedo perché sono tutte cose che non ho mai provato per cui non ci capisco niente. Tra l'altro un'altra cosa che non ho mai fatto è estrarre la ruota posteriore, devo farmi insegnare (anche perché ha il copertone talmente rovinato che praticamente pedalo direttamente con la camera d'aria)
Cioè... famme capì... vai in giro senza pompa? :o E se fori a 35 km da casa? :dubbio:
Anche il fatto che non hai mai estratto la ruota posteriore è un problema. Vuol dire che la bici non ha lo sgancio rapido, ma è imbullonata col classico dado da 15? Kriminale! :diavoletto:

Scherzi a parte, il ciclismo ha il brutto (unico) problema dei costi per il mezzo, il vestiario, l’attrezzatura, i ricambi. Costi che possono andare da cifre altissime (ovviamente in primo luogo per il mezzo), che lasciamo ai malati come me, fino a poche ma necessarie decine di € per l’attrezzatura di base, acquistabili anche da Decathlon. Per la propria ed altrui sicurezza (farsi venire a prendere in zone impervie può essere un problema), alcune accortezze vanno osservate.
Personalmente in MTB consiglierei uno zainetto (va anche di moda... :D ) che contenga un po’ di tutto, ma come minimo una camera d’aria, pompa e/o bombolette con rubinetto, leve per copertoni, e se possibile un multitool.
Io ho dentro anche una bomboletta di schiuma, pezze autoadesive, mastice, coltellino svizzero, tiraraggi, pinzette per estrarre spine, false maglie con attrezzo multifunzione per rimettere a posto la catena, e pure un giubbino antipioggia... :boh: Per i giri lunghi, panozzi o altro commestibile. Ci starebbe anche la sacca idrica, ma bevo poco e di solito mi faccio bastare una borraccia (d’estate, rifornimento alle fontanelle o ai bar... :D).
In alternativa, per la bdc, uno dei due portaborracce occupato da uno di quei contenitori con dentro il minimo indispensabile descritto sopra.
Altro consiglio (ci siamo passati tutti... ;) ): dedicare una mezza giornata alle simulazioni. Estrazioni ruote, smontaggio e rimontaggio copertoni (record Italiano di un mio amico senza gonfiaggio: 45” :champion: ), se possibile imparare ad inserire una falsamaglia in una catena spezzata.

Buon Natale a tutti, tra qualche giorno facciamo il punto del kilometraggio annuo! :cincin:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
jpm
Messaggi: 71
Iscritto il: sabato 21 maggio 2016, 12:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da jpm » martedì 25 dicembre 2018, 11:36

Beppugrillo ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 8:45
Minipompa quanto mini? E ricordi dove l'hai trovata? Perché mi sa che è la strada giusta. Però devo prendere anche quelle bacchettine che servono per estrarre il copertone perché l'altro giorno ci ho messo quasi un'ora in tutto. Le bombolette sono alternative alla pompa? Chiedo perché sono tutte cose che non ho mai provato per cui non ci capisco niente. Tra l'altro un'altra cosa che non ho mai fatto è estrarre la ruota posteriore, devo farmi insegnare (anche perché ha il copertone talmente rovinato che praticamente pedalo direttamente con la camera d'aria)
mini pompa ho preso quella basica del decathlon da 10 euro, la tengo in una borsa ma volendo si può tenere sul telaio tramite il supporto di plastica che danno in dotazione.
fa il suo lavoro ma non è il massimo della comodità da usare, se sali di prezzo trovi soluzioni molto più eleganti e funzionali.
le bombolette sono alternative nel caso in cui hai con te anche una camera d'aria di riserva, per sicurezza io porterei comunque anche la mini pompa.
la ruota posteriore si toglie come l'anteriore, a meno che dietro tu non abbia i dadi invece dello sgancio rapido. in quel caso cambio poco, semplicemente invece di agire su una leva devi svitare i due dadi.
l'unica accortezza, per facilitare l'operazione, è mettere la catena sul pignone posteriore con meno denti in modo da ridurre la tensione sulla catena e di ruotare il deragliatore posteriore in modo da permettere l'uscita del perno ruota dai forcellini, se lo fai con la bici capovolta è più facile.
comunque se cerchi su youtube troverai una montagna di video molto più chiari della mia spiegazione a parole sulle operazioni basilari di manutenzione della bicicletta, su come funzionano le bombolette di co2 e su i tipi di mini pompe esistenti in commercio
ultima cosa: girare con copertoni usurati aumenta esponenzialmente la probabilità di forare


el_condor ha scritto:Che Aru arrivi avanti a Contador e' possibile ma è piu' probabile nevichi a Viareggio il 14 luglio ...

castelli
Messaggi: 1837
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da castelli » martedì 25 dicembre 2018, 11:54

per levare la posteriore si mette corona sul 39 o 34 e pignone piccolo. quindi si apre il freno. si apre lo sgancio.

per facilitare l'uscita della posteriore mano sinistra ben salda sul reggisella si alza la bici sul posteriore e si spinge la ruota abbastanza forte verso il basso (il terreno) e in avanti (verso il movimento centrale). vedrete che viene via facile. per rimetterla si spinge verso l'alto e all'indietro dopo aver controllato che la catena sia in aggancio sul pignone piccolo. ricordatevi di controllare che la ruota sia dritta. di solito il problema principale è che in fase di spinta si fa salire storta e batte sul pattino sinistro del freno posteriore e dovete rispingerla fuori e ripetere l'operazione.


Defensor Froomey

castelli
Messaggi: 1837
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da castelli » martedì 25 dicembre 2018, 12:17

Beppugrillo ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 8:45
jpm ha scritto:
lunedì 24 dicembre 2018, 17:37
io la schiuma l'ho usata due volte: la prima ha funzionato e sono riuscito a tornare a casa (ma ho dovuto buttare la camera d'aria), la seconda non ha funzionato quindi mi sono ritrovato ruota e copertone pieni di lattice (ci ho messo ore a ripulire lo schifo) e ho dovuto chiamare per farmi venire a prendere in auto.
da allora in tutti i giri mi porto: camera d'aria di riserva, mini pompa, toppe, mastice e una chiave inglese da 15.
la schiuma non la uso più ma ho comprato al lidl delle bombolette di co2 da 16g (e relativo accessorio per collegarle alla valvola) e devo dire che è una soluzione molto utile per gonfiare rapidamente le camere d'aria delle mtb senza doverle poi buttare perché piene di lattice
Minipompa quanto mini? E ricordi dove l'hai trovata? Perché mi sa che è la strada giusta. Però devo prendere anche quelle bacchettine che servono per estrarre il copertone perché l'altro giorno ci ho messo quasi un'ora in tutto. Le bombolette sono alternative alla pompa? Chiedo perché sono tutte cose che non ho mai provato per cui non ci capisco niente. Tra l'altro un'altra cosa che non ho mai fatto è estrarre la ruota posteriore, devo farmi insegnare (anche perché ha il copertone talmente rovinato che praticamente pedalo direttamente con la camera d'aria)
la chiave del 15? in teoria ci smonti solo i pedali...

serve sicuramente una camera di riserva, una mini pompa che funzioni bene (vedere le pro shimano, a mio avviso le migliori). le bombolette le lascerei perdere o meglio le porterei dietro ASSIEME alla mini pompa.
le migliori leve secondo me sono le continental gialle con cui si fa più fatica a pizzicare la camera.
dipende molto anche dal tipo di ruota: shimano e mavic sono molto facili da montare, il copertoncino sale facilmente a mano, dt swiss e soprattutto campagnolo far salire il copertoncino a mano è molto ostico.
sconsiglio di pedalare su un posteriore alle tele per evidenti ragioni: non tiene nulla è molto facile bucare.

la soluzione radicale sarebbe adottare il sistema migliore (di gran lunga migliore): il tubeless.
serve una certa manualità (ma neanche tanto), un compressore, e le ultime ruote stanno uscendo sempre più coi fori già coperti.

il sistema è costoso ma non è paragonabile al copertoncino+ camera. la camera è stata un'invenzione geniale per rapidità e facilità di uso ma i suoi pregi finiscono qui. lanciarsi a 60/70 all'ora in discesa con la camera è una cosa che si fa ma che a mio avviso non è il massimo. in questo senso il tubeless è un'altra cosa. così come a livello di protezione foratura: mi porto la camera ma in 4 anni di uso di tubeless sulla bici da corsa non è mai servita.


Defensor Froomey

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » martedì 25 dicembre 2018, 13:16

Intanto grazie dei consigli. A mia parziale discolpa volevo dire che non so fare un cacchio perché ho iniziato quest'anno e finora non mi ero mai scontrato con problemi meccanici vari, anche perché pedalando con una mountain bike su asfalto le probabilità di forare sicuramente cadono molto (tra l'altro anche domenica il problema verosimilmente è che la camera d'aria era danneggiata prima ancora che la montassi sulla mia visto che era nell'altra bici da anni). Comunque ecco ora che mi ci sono scontrato mi attrezzerò un po' meglio.
L'opzione tubeless è interessantissima, però il punto è che ora sto girando con una bici da 300 euro. Per l'anno prossimo conto di ripartire con una bici da corsa e un discreto investimento quindi ci farà sicuramente un pensierino



Avatar utente
jpm
Messaggi: 71
Iscritto il: sabato 21 maggio 2016, 12:06

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da jpm » martedì 25 dicembre 2018, 14:46

castelli ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 12:17
la chiave del 15? in teoria ci smonti solo i pedali...

serve sicuramente una camera di riserva, una mini pompa che funzioni bene (vedere le pro shimano, a mio avviso le migliori). le bombolette le lascerei perdere o meglio le porterei dietro ASSIEME alla mini pompa.
le migliori leve secondo me sono le continental gialle con cui si fa più fatica a pizzicare la camera.
dipende molto anche dal tipo di ruota: shimano e mavic sono molto facili da montare, il copertoncino sale facilmente a mano, dt swiss e soprattutto campagnolo far salire il copertoncino a mano è molto ostico.
sconsiglio di pedalare su un posteriore alle tele per evidenti ragioni: non tiene nulla è molto facile bucare.

la soluzione radicale sarebbe adottare il sistema migliore (di gran lunga migliore): il tubeless.
serve una certa manualità (ma neanche tanto), un compressore, e le ultime ruote stanno uscendo sempre più coi fori già coperti.

il sistema è costoso ma non è paragonabile al copertoncino+ camera. la camera è stata un'invenzione geniale per rapidità e facilità di uso ma i suoi pregi finiscono qui. lanciarsi a 60/70 all'ora in discesa con la camera è una cosa che si fa ma che a mio avviso non è il massimo. in questo senso il tubeless è un'altra cosa. così come a livello di protezione foratura: mi porto la camera ma in 4 anni di uso di tubeless sulla bici da corsa non è mai servita.
pensavo il tubeless fosse quasi esclusiva delle mtb, visto che il principale vantaggio è che permette di viaggiare a pressioni più basse rispetto alla camera d'aria, problema che non esiste su strada.
se il sistema è migliore non mi spiego perché i pro usino ancora i tubolari :uhm:


el_condor ha scritto:Che Aru arrivi avanti a Contador e' possibile ma è piu' probabile nevichi a Viareggio il 14 luglio ...

castelli
Messaggi: 1837
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da castelli » martedì 25 dicembre 2018, 16:33

jpm ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 14:46
castelli ha scritto:
martedì 25 dicembre 2018, 12:17
la chiave del 15? in teoria ci smonti solo i pedali...

serve sicuramente una camera di riserva, una mini pompa che funzioni bene (vedere le pro shimano, a mio avviso le migliori). le bombolette le lascerei perdere o meglio le porterei dietro ASSIEME alla mini pompa.
le migliori leve secondo me sono le continental gialle con cui si fa più fatica a pizzicare la camera.
dipende molto anche dal tipo di ruota: shimano e mavic sono molto facili da montare, il copertoncino sale facilmente a mano, dt swiss e soprattutto campagnolo far salire il copertoncino a mano è molto ostico.
sconsiglio di pedalare su un posteriore alle tele per evidenti ragioni: non tiene nulla è molto facile bucare.

la soluzione radicale sarebbe adottare il sistema migliore (di gran lunga migliore): il tubeless.
serve una certa manualità (ma neanche tanto), un compressore, e le ultime ruote stanno uscendo sempre più coi fori già coperti.

il sistema è costoso ma non è paragonabile al copertoncino+ camera. la camera è stata un'invenzione geniale per rapidità e facilità di uso ma i suoi pregi finiscono qui. lanciarsi a 60/70 all'ora in discesa con la camera è una cosa che si fa ma che a mio avviso non è il massimo. in questo senso il tubeless è un'altra cosa. così come a livello di protezione foratura: mi porto la camera ma in 4 anni di uso di tubeless sulla bici da corsa non è mai servita.
pensavo il tubeless fosse quasi esclusiva delle mtb, visto che il principale vantaggio è che permette di viaggiare a pressioni più basse rispetto alla camera d'aria, problema che non esiste su strada.
se il sistema è migliore non mi spiego perché i pro usino ancora i tubolari :uhm:
sicurezza forature pressione di gonfiaggio (ossia comfort, un pro one si può gonfiare a 5 atm). il vittoria pesa pure poco, meno del tubolare. sono stati già usati dai pro. penso che gilbert ci abbia pure vinto.

non vengono usati di default dai pro perché il sistema se hai l'ammiraglia dietro è come il tubolare. inoltre il tubolare ha il vantaggio di essere 100 grammi abbondanti più leggero sul cerchio rispetto al tubeless, quando acceleri/rilanci il tubolare scappa via o perlomeno dà questa sensazione mentre il tubeless è più telefonato.

chiaramente sono questioni di lana caprina. il sistema tubeless ripeto è migliore del copertoncino (sicurezza in discesa) e tendenzialmente anche del tubolare.
il tubolare è molto meno gestibile in caso di foratura e i migliori tubolari (tipo i vittoria) tendono ad essere molto fragili da questo punto di vista.

poi il fatto che un sistema sia migliore non equivale ad avere la SICUREZZA che metta fuori mercato gli altri. anche se personalmente non penso proprio che farà la fine del betamax. nella partita del tubeless è entrata anche continetal. trend is my friend.


Defensor Froomey

Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » mercoledì 26 dicembre 2018, 11:39

Volevo uscire su strada, poi al risveglio la temperatura esterna particolarmente fredda ed a cui da tempo non sono abituato (in bici) nonostante l'ottima qualità dell'abbigliamento invernale mi ha fatto ripiegare a titolo precauzionale su un intenso ed impegnativo allenamento sui rulli della durata di 1h.
Piano piano e fatta salva la sosta forzata al momento dell'operazione ai calcoli cercheremo di riprendere confidenza anche con i rulli più impegnativi, fermo restando che se la temperatura sarà più abbordabile tornerò anche ad allenarmi su strada.


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » mercoledì 26 dicembre 2018, 17:03

Le mie uscite per quest'anno probabilmente sono finite, quindi è ora di fare un bilancio. Le premesse erano tre anni senza salire su una bici (e comunque prima non avevo mai fatto più di 35 chilometri di fila) e una mountain bike da 300 euro e 14 chili, ma anche tanto tempo libero.

-I chilometri totali non li ho potuti contare visto che ho installato Strava solo a ottobre, comunque facendo una stima sono tra 5000 e 6000. Però è anche vero che nel 75% delle uscite ho fatto più di mille metri di dislivello (almeno il dislivello abbondante calcolato da Strava)

-Le salite di "prima categoria" che ho fatto sono Sassotetto (più di dieci volte), la Laminox (il versante duro di Sassotetto), il Monte Prata, la Forca di Presta e il Monte San Vicino da due versanti. Cioè in pratica tutte quelle che posso raggiungere da casa mia senza prendere la macchina (e senza fare più di 150 km), più le due di Castelluccio. Ci ho messo anche diversi muri, tra cui quasi tutti quelli intorno a Macerata e altri in giro per la provincia.

-L'uscita più bella è stata senza dubbio quella nell'immagine in basso, 130 km e più di 3000 metri di dislivello in una intera giornata sui Sibillini intorno a Castelluccio di Norcia. Le strade vuote, la mattina con la nebbia, poi il sole forte, la salita in mezzo alle macerie di Arquata del Tronto, il panino col pecorino a Norcia e il fiale con la benzina completamente finita. Giornate che valgono un'intera estate.

-Gare ovviamente nessuna, mi sono imbucato alla Granfondo di Recanati per una piccola parte del percorso e ho constatato che nelle retrovie posso anche starci, almeno in salita.

-Insomma vado piuttosto piano ma ho anche la consapevolezza di poter arrivare più o meno ovunque. L'anno prossimo chissà, l'obiettivo è prendere una bici da strada e fare almeno una settimana sulle Alpi in estate, ma si vedrà, possono cambiare tantissime cose.
Allegati
download.png
download.png (92.68 KiB) Visto 743 volte



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » sabato 29 dicembre 2018, 11:05

Anche oggi temperatura molto fredda al risveglio con estese gelate nelle zone più in ombra e quindi, per non rischiare di ammalarmi anche in vista della chiamata per l'intervento ai calcoli renali, fatta 1h abbastanza impegnativa sui rulli.


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 971
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 30 dicembre 2018, 12:17

Alla fine ci è uscito un altro giro primo della fine dell'anno. Molto breve ma anche molto soddisfacente, perché le premesse erano pessime (a dicembre ho fatto solo 300 km e quasi tutti all'inizio, in più ultimamente per ovvi motivi ho mangiato molto più del normale, stamattina mi sentivo gonfio al punto di non riuscire a far colazione). In realtà invece mi sono sentito benissimo in bici, gambe esplosive come poche altre volte, ho fatto tre muri in totale controllo (uno davvero bello, prima o poi lo dovranno proporre alla Tirreno-Adriatico, sono 900 metri all'11.6%, è bello perché in un chilometro ti porta dalla campagna, tanto che dove inizia il muro stamattina c'era un cacciatore col cane che mi ha pure inseguito, al centro della città) e anche due mitici record personali su Strava, il primo perché sono passato davanti a un gruppo di ragazzini fermi con la mountain bike e dovevo sembrare forte, il secondo invece l'ho fatto proprio apposta.

Non sono riuscito a stare sopra i 20 km/h ma alla fine senza pianura non è semplice
Allegati
photo5857033119461388043.jpg
photo5857033119461388043.jpg (17.84 KiB) Visto 634 volte



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2997
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Bitossi » lunedì 31 dicembre 2018, 17:07

Ed ecco qui il ticker dell’anno 2018:

Immagine


~ 5.550 bdc / ~ 2.800 mtb.
Anno semi-sabbatico, in cui prevedevo di fare pochi km. Invece alcuni problemucci fisici si sono parzialmente risolti, e senza altri problemi lavorativi, che hanno limitato i km da agosto in poi, si poteva arrivare a 10.000 come di consueto.

Obiettivo 2019, appunto tornare ai 10.000 km complessivi. :old:

Auguroni a tutti per le pedalate future!!! :cincin:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

pragserfranz
Messaggi: 52
Iscritto il: martedì 15 luglio 2014, 7:14

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da pragserfranz » martedì 1 gennaio 2019, 12:58

Buongiorno a tutti e buon 2019. Chiudo il 2018 con il completamento del #raphafestive500 ed oltre 16000 km percorsi, tante emozioni e soddisfazioni percorrendo sterrati (tanti) ed asfalto (poco). In carniere tanti eventi gravel ed il mio primo bikepacking. Propositi per il futuro? Ancora tutti da decidere, troppe incognite, personali, familiari, lavorative. Per adesso godiamoci, pedalata dopo pedalata, ogni uscita. Poi si vedrà...

https://2018.strava.com/en-gb/video/a79 ... 0591ac3648



Grammont63
Messaggi: 534
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2018] - Qui i nostri allenamenti con la bici

Messaggio da leggere da Grammont63 » martedì 1 gennaio 2019, 13:47

Per me causa problemi di salute e impegni vari il 2018 si chiude con numeri "piccoli": 2.900 km circa su strada e 120 h complessive di allenamenti sportivi considerando anche i rulli e il vogatore.
Speriamo in meglio per il 2019, buoni "progressi" a tutti !


Allenamenti 2019 (Strada + Rulli + vogatore): 20 h e 40 m


Rispondi