MTB o Cross

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 5274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

MTB o Cross

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 8 gennaio 2019, 19:34

Amici bitossiani e non,
il 2019 portera' (la moglie ha approvato :diavoletto: ) un upgrade al mio parco gara. L'idea iniziale era un gruppo nuovo e un telaio nuovo per la bdc, ma mi sta sempre più tentando il fuoristrada. Non amo i fuori strada pesanti, downhill folli o single track con molto portage, ma idealmente mi vedo bene a sfrecciare sul Gardetta o arrivare in cima allo Jafferau. Mi chiedo, perciò, se investire in una bici da cross o in una MTB con forcella anteriore ammortizzata. Ho notato un bel mezzo francese del secondo tipo, sui 900 euro, con Deore e ruote da 27.5 ( in continuità col mezzo da corsa. Sono aperto anche alle 29, essendo io alto 1,90 ). Lo scambio che vedo io è tra maggiore attrito con la MTB, e miglior feeling su asfalto con la bici da cross, contro la maggiore affidabilità in discese accidentate della MTB).
Voi che mi consigliate?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.


Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2921
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: MTB o Cross

Messaggio da leggere da Bitossi » martedì 8 gennaio 2019, 22:49

MTB tutta la vita! ;)
La bici da cross... serve a fare le gare da cross. Al massimo ti fai qualche sterrato, o attraversi qualche prato. :boh:
Tutt'altra cosa la discesa su tratturi con gomme da più di 2 pollici; e comunque anche in salita la MTB offre maggiore scelta di rapporti, nonché maggior comfort e controllo.
Io addirittura preferisco la biammortizzata all-mountain, con cui si può andare praticamente dappertutto.
Ovviamente il meglio è avere entrambe (bdc e mtb), anche entry-level.

PS: la montagnona è una Rockrider? ;)


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 5274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: MTB o Cross

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 10 gennaio 2019, 14:57

Bitossi ha scritto:
martedì 8 gennaio 2019, 22:49
MTB tutta la vita! ;)
La bici da cross... serve a fare le gare da cross. Al massimo ti fai qualche sterrato, o attraversi qualche prato. :boh:
Tutt'altra cosa la discesa su tratturi con gomme da più di 2 pollici; e comunque anche in salita la MTB offre maggiore scelta di rapporti, nonché maggior comfort e controllo.
Io addirittura preferisco la biammortizzata all-mountain, con cui si può andare praticamente dappertutto.
Ovviamente il meglio è avere entrambe (bdc e mtb), anche entry-level.

PS: la montagnona è una Rockrider? ;)
mah, non so cos'è successo ai preferiti, non la trovo più... Comunque come concetto è identico a questa

http://vitusbikes.com/products/sentier-29-vr-2018/

Che non mi dispiace (magari modello 2012 al 70% :) ).

- 1x o 2x, cosa consigli(ate)?
- pensavo solo sospensione anteriore
- non so la differenza tra 29 e 27,5
- peso?

Queste le 4 cose su cui mi sto interrogando. Non più di 1200 euro direi, del carbonio non m'importa, anche meno euro se il prodotto è valido. Le bici tendo a usarle, non le lascio riposare troppo :)

PS vedo anche la Rockrider XC500 sotto i 1000 https://www.decathlon.it/mtb-xc-500-29- ... 05438.html


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2921
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: MTB o Cross

Messaggio da leggere da Bitossi » giovedì 10 gennaio 2019, 19:37

Allora, vediamo prima i 4 quesiti:
- 1x o 2x? Il futuro è senz’altro orientato verso il monocorona (un po’ come per i freni a disco nella bdc... :D ), che però al momento ha ancora qualche piccolo problema, in attesa della moltiplicazione dei pani e dei pesci - leggi 13 rapporti posteriori. In sostanza, si tratta più che altro del giusto compromesso sia per quel che riguarda i rapporti corti, sia per i più lunghi. Diciamo che una persona discretamente allenata può spingere in salite anche dure - ma non proibitive - un 32x42, mentre in discesa, soprattutto se asfaltata, il 32x11 rischia di “imballare” un bel po’ (a me succede già con il 36x11 che monta la mia Giant a doppia corona). Per le salite durissime dovrebbe prendere in considerazione una corona da 30, ma in questo modo l’effetto “fine rapporti” in discesa o anche in pianura aumenterebbe, a meno che non si monti un 10 o un 9 posteriore. D’altra parte uno poco allenato avrebbe il problema opposto, e dovrebbe munirsi anche di un 50 posteriore, di cui sono equipaggiate al momento mi pare solo le top di gamma.
- front o full suspended? Direi che se non si fanno percorsi molto movimentati, con discese a gradoni o con altre difficoltà tecniche, la front va benissimo, a maggior ragione se è la prima MTB. Personalmente, fino a qualche anno fa non avevo difficoltà ad affrontare passaggi medio-tecnici anche con la front, mentre adesso la full mi fa molto comodo. Ma io sono vecchio! :D
- 27,5” o 29”? La 27,5” è esattamente la metà strada tra le vecchie 26” (che però in discese tecniche vanno ancora bene), e le 29” che per alcuni anni erano le uniche alternative. Queste ultime risultano adatte a discese non tecnicissime, mentre faticano di più in quelle tecniche per quel che riguarda la manovrabilità. Quindi, se ormai tutte le marche hanno scelto questo compromesso rappresentato dalla 27,5”, la ragione sta ovviamente nella versatilità.
- peso: scendere sotto i 10 kg anche per una front è già questione di top di gamma, parlando di alluminio (il carbonio nella MTB non mi attira particolarmente). Come vedi quelle che hai linkato, essendo un poco sopra l’entry level, pesano intorno agli 11,5 la Rockrider, e addirittura 12,9 la Vitus (questo dato è veramente eccessivo: per darti un’idea la mia full pesa 13,2 kg, con un ammortizzatore in più, il tubo sella collassabile con relativo meccanismo, ed un telaio che ovviamente deve essere più robusto).

Peso a parte, ti do i miei personali + per entrambe le bici:
Forcella: la Reba è uno step meglio della Recon (+ Rockrider), ma l’escursione, se i dati sono esatti, e di ben 30 mm superiore nella Recon (+ Vitus)
Gruppo/Cambio: anche in questo caso, il Gx è uno step in più dell’ Nx, e poi mi risulta meno limitato nel cambio corone, cioè si può arrivare addirittura ad un 26 in basso ed al 40 in alto, mi pare, mentre l’ Nx credo abbia solo l’opzione 32-34-36-38. Mi pare inoltre che il Gx monti il pignone da 10 dietro, ma magari è cambiata qualcosa. Attenzione comunque alla gabbia posteriore ed alle pedivelle compatibili, in caso di cambio di coroneme pignoni. (+ Rockrider)
Pneumatici di serie: i Maxxis mi paiono leggermente meglio degli Hutchinson, ma qui va a gusti, e comunque sono i componenti che vanno cambiati più spesso. In ogni caso la Vitus monta dei 2.30”, mentre la Rock dei 2.10”. (+Vitus)

Gli altri componenti mi sembrano più o meno equivalenti... certo che il peso, se i dati sono giusti... :boh:

Infine, come colore mi piace più la Vitus, anche perché il rosso non mi piace proprio, almeno per quel che riguarda le bici... :diavoletto:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 5274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: MTB o Cross

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 10 gennaio 2019, 23:45

Bitossi ha scritto:
giovedì 10 gennaio 2019, 19:37
Allora, vediamo prima i 4 quesiti:
- 1x o 2x? Il futuro è senz’altro orientato verso il monocorona (un po’ come per i freni a disco nella bdc... :D ), che però al momento ha ancora qualche piccolo problema, in attesa della moltiplicazione dei pani e dei pesci - leggi 13 rapporti posteriori. In sostanza, si tratta più che altro del giusto compromesso sia per quel che riguarda i rapporti corti, sia per i più lunghi. Diciamo che una persona discretamente allenata può spingere in salite anche dure - ma non proibitive - un 32x42, mentre in discesa, soprattutto se asfaltata, il 32x11 rischia di “imballare” un bel po’ (a me succede già con il 36x11 che monta la mia Giant a doppia corona). Per le salite durissime dovrebbe prendere in considerazione una corona da 30, ma in questo modo l’effetto “fine rapporti” in discesa o anche in pianura aumenterebbe, a meno che non si monti un 10 o un 9 posteriore. D’altra parte uno poco allenato avrebbe il problema opposto, e dovrebbe munirsi anche di un 50 posteriore, di cui sono equipaggiate al momento mi pare solo le top di gamma.
- front o full suspended? Direi che se non si fanno percorsi molto movimentati, con discese a gradoni o con altre difficoltà tecniche, la front va benissimo, a maggior ragione se è la prima MTB. Personalmente, fino a qualche anno fa non avevo difficoltà ad affrontare passaggi medio-tecnici anche con la front, mentre adesso la full mi fa molto comodo. Ma io sono vecchio! :D
- 27,5” o 29”? La 27,5” è esattamente la metà strada tra le vecchie 26” (che però in discese tecniche vanno ancora bene), e le 29” che per alcuni anni erano le uniche alternative. Queste ultime risultano adatte a discese non tecnicissime, mentre faticano di più in quelle tecniche per quel che riguarda la manovrabilità. Quindi, se ormai tutte le marche hanno scelto questo compromesso rappresentato dalla 27,5”, la ragione sta ovviamente nella versatilità.
- peso: scendere sotto i 10 kg anche per una front è già questione di top di gamma, parlando di alluminio (il carbonio nella MTB non mi attira particolarmente). Come vedi quelle che hai linkato, essendo un poco sopra l’entry level, pesano intorno agli 11,5 la Rockrider, e addirittura 12,9 la Vitus (questo dato è veramente eccessivo: per darti un’idea la mia full pesa 13,2 kg, con un ammortizzatore in più, il tubo sella collassabile con relativo meccanismo, ed un telaio che ovviamente deve essere più robusto).

Peso a parte, ti do i miei personali + per entrambe le bici:
Forcella: la Reba è uno step meglio della Recon (+ Rockrider), ma l’escursione, se i dati sono esatti, e di ben 30 mm superiore nella Recon (+ Vitus)
Gruppo/Cambio: anche in questo caso, il Gx è uno step in più dell’ Nx, e poi mi risulta meno limitato nel cambio corone, cioè si può arrivare addirittura ad un 26 in basso ed al 40 in alto, mi pare, mentre l’ Nx credo abbia solo l’opzione 32-34-36-38. Mi pare inoltre che il Gx monti il pignone da 10 dietro, ma magari è cambiata qualcosa. Attenzione comunque alla gabbia posteriore ed alle pedivelle compatibili, in caso di cambio di coroneme pignoni. (+ Rockrider)
Pneumatici di serie: i Maxxis mi paiono leggermente meglio degli Hutchinson, ma qui va a gusti, e comunque sono i componenti che vanno cambiati più spesso. In ogni caso la Vitus monta dei 2.30”, mentre la Rock dei 2.10”. (+Vitus)

Gli altri componenti mi sembrano più o meno equivalenti... certo che il peso, se i dati sono giusti... :boh:

Infine, come colore mi piace più la Vitus, anche perché il rosso non mi piace proprio, almeno per quel che riguarda le bici... :diavoletto:
Wow grazie tantissmo. Adesso sfoglio ancora qua e là e vado per la mossa finale :)


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.


Rispondi