Ciclotecnica

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi desmoblu » domenica 3 giugno 2012, 20:37

Piccola anticipazione dalla bici che il vostro sta montando (e verniciando). :)
Immagine
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi robby » lunedì 4 giugno 2012, 8:28

pronta per la CKC?
"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram
Avatar utente
robby
 
Messaggi: 1177
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi desmoblu » lunedì 4 giugno 2012, 9:07

Eh, no.. è ancora un pochino indietro. E comunque lì sarebbe fuori luogo, solo 'da esposizione': è fatta per la pista, alla Kobram sarebbe inutilizzabile. ;)
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » domenica 24 giugno 2012, 0:37

uffa ha scritto:Un cristone insomma. il muletto ti è un po' grande forse (61) ma si può mettere la sella a zero.. E ha la tripla! Non so se ho ruote da metterci però.. Altrimenti ferraglione in acciaio e cambio sul tubo, stesse dimensioni. Oppure cronometro bassa e lunga, se hai la trippa non respiri! :D


la MIA bici per eccellenza, un diamantone in acciaio del 94, è 60 x 60, con pipa da 12.
Siamo due nanetti ....
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi uffa » domenica 24 giugno 2012, 19:01

Uomini, non pippetti :D
Avatar utente
uffa
 
Messaggi: 365
Iscritto il: lunedì 20 dicembre 2010, 12:55
Località: milano

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Nicker » venerdì 29 giugno 2012, 11:40

Da quando vado in bici da corsa (quasi 3 anni) ho sempre utilizzato scarpini e pedali da mountain bike, sinceramente mi trovo abbastanza bene perché sono molto comodi da agganciare/sganciare, e inoltre all'occorrenza si evita di camminare a papera quando si scende di bici :) ... devo dire però che quando faccio dei giri lunghi mi fa male un po' la pianta del piede, nella zona più sollecitata, anche se questo è un problema mio in quanto di natura soffro con i piedi (quando faccio snowboard ho lo stesso dolore), e infatti anche il negoziante mi ha detto che questo problema non dipende assolutamente dagli attacchi mtb...
Però in pratica, nel caso in futuro volessi cambiare il tutto e passare agli attacchi e scarpe da corsa, vorrei chiedere a chi le ho provate entrambe su una bdc, quali sono le differenze sostanziali tre le due... La superficie di appoggio sarà di sicuro maggiore, ma c'è veramente più spinta? Il piede si affatica di meno o no? Considerate che non faccio gare, e non ho intenzione di farle... Comunque finora il fatto di poter camminare comodamente quando scendo, senza quella fastidiosa tacchetta ha sempre avuto la meglio... :D
"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"
Nicker
 
Messaggi: 1987
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » venerdì 29 giugno 2012, 15:06

ciao, sono passato da pedali shimano pd m520 da mtb (montati sulla bici all'acquisto) a degli exustar e-pr200 da corsa circa un mese fa.
Premetto che in vita mia avevo usato solo pedali da corsa e quella era la prima esperienza con attacchi da mtb.
Mi trovo molto ma molto meglio con quelli da corsa principlamente per due motivi:

a) c'è una superficie d'appoggio molto maggiore, che ti permette di spingere in maniera più confortevole. Probabilmente si scarica la stessa potenza, non so, però la sensazione è che, specialmente durante negli scatti, la tacchetta non sia pronta a staccarsi (nonostante tendo stringere le regolazioni al massimo, su entrambi i pedali). Anche nella fase si spinta mi danno più confidenza.
b) il peso. I pedali da mtb (almeno quelli che avevo) pesano 400 gr la coppia, mentre quelli da strada 244. Sebbene Uffa dica il contrario, ho avvertito la differenza di peso (o probabilmetne è solo l'effetto placebo, o forse ero io che scalavo panza e attribuivo le migliori sensazioni ai pedali :D )....Peso importante non solo nell'economia della bicicletta, specialmente in salita, ma anche perché il pedale è una massa rotante, quindi con un'importanza relativa maggiore.

Questi exustar e-pr200 (giuro che non faccio pubblicità occulta) sono il massimo che ho trovato per il rapporto qualità/prezzo (circa 60 euri). Se no ci sono i Look sempre validi, anche se costano un filino di più.
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi uffa » venerdì 29 giugno 2012, 16:33

pacho ha scritto:..Sebbene Uffa dica il contrario, ho avvertito la differenza di peso (o probabilmetne è solo l'effetto placebo, o forse ero io che scalavo panza e attribuivo le migliori sensazioni ai pedali :D )....Peso importante non solo nell'economia della bicicletta, specialmente in salita, ma anche perché il pedale è una massa rotante, quindi con un'importanza relativa maggiore.
...


Non sono io a dirlo, è la Fisica. E sempre lei dice che sei un Somaro.
Avatar utente
uffa
 
Messaggi: 365
Iscritto il: lunedì 20 dicembre 2010, 12:55
Località: milano

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » venerdì 29 giugno 2012, 17:32

oh la differenza c'è! è che abbiamo sensibilità differenti :diavoletto:
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Nicker » venerdì 29 giugno 2012, 18:29

pacho ha scritto:ciao, sono passato da pedali shimano pd m520 da mtb (montati sulla bici all'acquisto) a degli exustar e-pr200 da corsa circa un mese fa.
Premetto che in vita mia avevo usato solo pedali da corsa e quella era la prima esperienza con attacchi da mtb.
Mi trovo molto ma molto meglio con quelli da corsa principlamente per due motivi:

a) c'è una superficie d'appoggio molto maggiore, che ti permette di spingere in maniera più confortevole. Probabilmente si scarica la stessa potenza, non so, però la sensazione è che, specialmente durante negli scatti, la tacchetta non sia pronta a staccarsi (nonostante tendo stringere le regolazioni al massimo, su entrambi i pedali). Anche nella fase si spinta mi danno più confidenza.
b) il peso. I pedali da mtb (almeno quelli che avevo) pesano 400 gr la coppia, mentre quelli da strada 244. Sebbene Uffa dica il contrario, ho avvertito la differenza di peso (o probabilmetne è solo l'effetto placebo, o forse ero io che scalavo panza e attribuivo le migliori sensazioni ai pedali :D )....Peso importante non solo nell'economia della bicicletta, specialmente in salita, ma anche perché il pedale è una massa rotante, quindi con un'importanza relativa maggiore.

Questi exustar e-pr200 (giuro che non faccio pubblicità occulta) sono il massimo che ho trovato per il rapporto qualità/prezzo (circa 60 euri). Se no ci sono i Look sempre validi, anche se costano un filino di più.

Grazie dei consigli Pacho, soprattutto perché anch'io ho gli Shimano pd m520...
Oltre alla maggior confidenza e sensazione di confort, effettivamente non avevo pensato al peso, anche perché se inizio a pensare ai kg (non ai grammi :diavoletto: ), i pedali sarebbero tra gli ultimi dei problemi :D , ...però giustamente avere molto più peso proprio nei pedali non è il massimo...
Comunque si prima o poi penso che passerò ai pedali da corsa, forse l'anno prossimo, (grazie per la dritta sulla marca).
"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"
Nicker
 
Messaggi: 1987
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi desmoblu » lunedì 2 luglio 2012, 18:55

Signore e signori, vi presento l'ultima arrivata: la V01 "Vlaštovka"
Immagine
Scatto fisso 46.12, manubrio da crono direttamente from Utah, qualunque pezzo è stato assemblato da me medesimo, dai vari movimenti fino alle ruote con annessa raggiatura.
La livrea (che paroloni eh!) è anche quella opera mia: si partiva da una bella sabbiatura a zero, ho fatto questa cosa (lucido il rosso, opachi il verdone, il bianco e il nero) in onore del simpatico animale che da' il nome alla bici.
Immagine
Che dire? L'ho provata in pista e promette bene, al netto delle regolazione e delle sgrossature che caratterizzeranno i prossimi giorni. Lei dovrà abituarsi a me e io dovrò abituarmi, ovviamente, a lei. Su fb ho avuto modo di mettere più foto, qui per esigenze di banda e peso mi limito un po'. Ringrazio tra l'altro il MAO per la disponibilità e vi invito a visitarlo quanto prima: come vedete è un posto splendido.
Immagine
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi robby » martedì 3 luglio 2012, 7:53

figatissima!

stilosissima!!!!

te ne posso commissionare una così identica spiaccicata ma con manubrio stile bici da passeggio che la uso per fare il fico nella city? :P
"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram
Avatar utente
robby
 
Messaggi: 1177
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi uffa » martedì 3 luglio 2012, 8:36

pacho ha scritto:oh la differenza c'è! è che abbiamo sensibilità differenti :diavoletto:


mor'accis'

se fosse per quelli come te non sarebbe ancora stata inventata la ruota...
Avatar utente
uffa
 
Messaggi: 365
Iscritto il: lunedì 20 dicembre 2010, 12:55
Località: milano

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi desmoblu » martedì 3 luglio 2012, 9:31

robby ha scritto:te ne posso commissionare una così identica spiaccicata ma con manubrio stile bici da passeggio che la uso per fare il fico nella city? :P


hahahaha... quando vuoi
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi cauz. » martedì 3 luglio 2012, 10:20

desmoblu ha scritto:Signore e signori, vi presento l'ultima arrivata: la V01 "Vlaštovka"


a parte la catena bianca (orrore!), e' uno splendore :)
complimenti anche per la scelta dell'ambientazione delle foto, volessi venderla con un "catalogo" così ci tireresti su un bel gruzzoletto. :diavoletto:
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10761
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » martedì 3 luglio 2012, 11:27

Che spettacolo! Complimenti davvero, ho sempra avuto ammirazione (ed anche un po' di sana invidia) per chi ha la capacità di creare qualcosa con le sue mani, immagino debba essere una grande soddifazione. Massimo rispetto! :clap:
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi sceriffo » venerdì 13 luglio 2012, 13:57

meglio le ruote shimano c50 o le c35. e perchè? grazie
Avatar utente
sceriffo
 
Messaggi: 1382
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 22:48

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » venerdì 13 luglio 2012, 18:40

complimenti per la bici!stilosissima :D
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi herbie » sabato 14 luglio 2012, 7:12

non essendo un amante del cronometro sotto ogni aspetto, quindi tantomeno di qualunque tipo di luogo chiuso e circolare dove pedalare, la preferireri con ruote più tradizionali e senza quelle appendici, in versione strada...tuttavia la trovo anche così molto bella, esteticamente direi perfetta. :clap:
per il resto...ma che ambientazione splendida, direi perfetta per le linee austere e vintage della tua creazione! disponi a tuo piacimento di un tale palazzo con giardinetto zen per le presentazioni ufficiali? :o
herbie
 
Messaggi: 3132
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi desmoblu » sabato 14 luglio 2012, 19:22

possiedo una faccia onesta, la gente si fida ;)

grazie a tutti per i complimenti :cincin:
Avatar utente
desmoblu
 
Messaggi: 995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:39

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » sabato 11 agosto 2012, 9:26

dal sito www.53x12.com

nella prima crono del TdF wiggins ha usato pedivelle molto lunghe (tra 190 e 200mm),
nella seconda crono (177.5 - 180 mm),
misure calcolate dalle foto laterali , confrontandole con il diametro delle ruote (67.5
cm).
Su strada penso 177.5-180mm

Ho capito bene?
200 mm!?!?!!!!

Alla faccia.... ma non doveva far male alle ginocchia?
(NB, vado con le 175, e mi accorgo che in pianura rispetto ale 172.5 vado meglio, ma faccio più fatica a mantenere il ritmo in salita, notazione personale)
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

PROBLEMI BIANCHI INFINITO 2012

UNREAD_POSTdi pcrosetto » martedì 28 agosto 2012, 9:49

Ciao a tutti
Ho comprato a inizio stagione la nuova bianchi infinito con il campagnolo veloce e dopo qualche mese sono comiciati i problemi: prima la catena da cambiare, poi si blocca il cavo del deragliatore ant. e adesso sotto sforzo il movimento "scricchiola" parecchio, ed ovviamente tutti questi interventi sono stati risolti a pagamento.
Qualcuno di Voi ha avuto problemi analoghi ed ha avuto l'attenzione della Bianchi (a cui ho già scritto una mail)?
La bici quando non ha problemi è sicuramente OTTIMA ma l'affidabilità (della mia perlomeno), non è altrettanto ottima
pcrosetto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 9:33

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » mercoledì 29 agosto 2012, 21:43

Sei sicuro che sia il movimento centrale e non la guarnitura a scricchiolare? A volte i bulloni non sono perfettamente serrati e possono causare rumori.
Ti sembrerà strano, ma il rumore otrebbe originarsi anche altrove e propagarsi nei tubi del telaio fino ad essere avvertito in posti diversi, qualche tempo fa sentivo un fastidioso rumore che sembrava provenire proprio dal movimento centrale, alla fien scoprii che era colpa del reggisella, il mio (ex meccanico) aveva messo una specie di grasso grippante carbonio e questo causava un cigolio che si propagava fino alla scatola del movimento centrale.
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: PROBLEMI BIANCHI INFINITO 2012

UNREAD_POSTdi Bob Fats » sabato 1 settembre 2012, 10:16

pcrosetto ha scritto:Ciao a tutti
Ho comprato a inizio stagione la nuova bianchi infinito con il campagnolo veloce e dopo qualche mese sono comiciati i problemi: prima la catena da cambiare, poi si blocca il cavo del deragliatore ant. e adesso sotto sforzo il movimento "scricchiola" parecchio, ed ovviamente tutti questi interventi sono stati risolti a pagamento.
Qualcuno di Voi ha avuto problemi analoghi ed ha avuto l'attenzione della Bianchi (a cui ho già scritto una mail)?
La bici quando non ha problemi è sicuramente OTTIMA ma l'affidabilità (della mia perlomeno), non è altrettanto ottima


In genere questi problemini li risolvo con una bella pulita totale della bicicletta, con sgrassante, sapone e olio di gomito ed ampia spruzzata di aria compressa. Poi, ingrasso la catena e spruzzo un po' di spray tipo svitol (ce ne sempre uno nei pacchi gara dell GF, ne ho pieno il garage) e riparto per la Grande Rivoluzione Universale !!!
W il Lando's Team !!

:D
LANDO TEAM rulez
Grande Rivoluzione Universale sempre !!!
Avatar utente
Bob Fats
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:14

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » sabato 1 settembre 2012, 11:36

Quando uno del lando team è in bici e si sente un cigolio, questo non proviene dalla bici ma dal ciclista arrugginito :diavoletto:
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » sabato 1 settembre 2012, 13:03

com'è lo Sram come affidabilità e peso (Maìno, ho letto della tua chiaccherata col tipo a NY, thanks a posteriari)? l'altro giorno l'ho provato per qualche chilometro e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Ho sempre preferito Campagnolo (con lo Shimano non mi trovo), ma sto valutando di passare a questo sram.
Inoltre: che differenza c'è tra i vari modelli? (ho sentito che ci sta red, black, ecc)-
Ultima modifica di pacho il sabato 1 settembre 2012, 13:47, modificato 1 volta in totale.
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Subsonico » sabato 1 settembre 2012, 13:39

Grande Desmo! Andare in giro con un manubrio da crono...
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5245
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » domenica 2 settembre 2012, 15:57

pacho ha scritto:com'è lo Sram come affidabilità e peso (Maìno, ho letto della tua chiaccherata col tipo a NY, thanks a posteriari)? l'altro giorno l'ho provato per qualche chilometro e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Ho sempre preferito Campagnolo (con lo Shimano non mi trovo), ma sto valutando di passare a questo sram.
Inoltre: che differenza c'è tra i vari modelli? (ho sentito che ci sta red, black, ecc)-


Io ho campagnolo, e ho usato sia shimano che sram su bici altrui. Son tutti ottimi, fanno egregiamente il loro mestiere.
Quello che mi diceva il meccanico newyorkese non posso confermarlo solo perché lui parlava di affidabilità e usura dei componenti. Diceva che SRAM è meno durevole. Di Campagnolo amo i comandi (sia per la presa che per la cambiata multipla facile) e la guarnitura (molto stretta di fattore Q, e rigida: la larghezza ridottissima è la cosa a cui tenevo di più), per cui ho optato per Campagnolo.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi 14juillet » domenica 23 settembre 2012, 19:45

Ragazzi, ho un problema che si chiama: strade delle mia città, che mal si confanno a una bici da corsa!
Non sono in grado di cambiare da me le camere d'aria e, va bene, dopo i miei lunghi periodi di inattività, mi tocca cambiarle, perché, inevitabilmente, tendono ad "afflosciarsi".
Ora, le buche possono evitarsi, ma asfalto e sampietrini tenuti malissimo no e, in particolare, quando mi accosto al centro città, devo dare praticamente per scontata la foratura. Esempio: avevo ieri cambiato le due camere d'aria, e oggi, scendendo per una manifestazione al centro città, ho forato all'una e all'altra ruota, di cui una ha beccato un bel pezzo di vetro nel copertone. Ovviamente ciò è abbastanza frustante, effetti sul portafoglio compresi!
Sorvolando sulla sfiga ( :D), posso ovviare in qualche modo, magari cambiando i copertoni con alcuni da "semi-cross", o ricorrendo a camere d'aria di migliore qualità o non so cos'altro, oppure, dato il mio uso non molto intensivo, ma su percorsi mediamente esigenti, mi conviene passare a una più versatile ma pesante MTB?
Grazie per gli eventuali consigli. :)
Fantaciclismo:
2012: Bronzo Giochi Olimpici Londra 2012 -cronometro
2013: Vuelta a España, 11a tappa.
2015: Vuelta a España, 7a tappa; 11a tappa; 13a tappa.
2016: Paris-Roubaix; Flèche Wallonne.
2017: Tour de Suisse; Tour de France: 17a tappa.

Davide
14juillet
 
Messaggi: 1164
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2011, 20:44
Località: Napoli

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi cauz. » venerdì 5 ottobre 2012, 13:02

14juillet ha scritto:Sorvolando sulla sfiga ( :D), posso ovviare in qualche modo, magari cambiando i copertoni con alcuni da "semi-cross", o ricorrendo a camere d'aria di migliore qualità o non so cos'altro, oppure, dato il mio uso non molto intensivo, ma su percorsi mediamente esigenti, mi conviene passare a una più versatile ma pesante MTB?
Grazie per gli eventuali consigli. :)


mettici dei copertoni un po' piu' resistenti e un po' piu' tassellati.
io mi trovo da dio con i "vittoria randonneur", tanto che li ho messi sia sulla strada che sulla corsa. tengono bene e sono ugualmente scorrevoli: UNA foratura in 3 anni!
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10761
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » mercoledì 10 ottobre 2012, 15:28

cauz. ha scritto:
14juillet ha scritto:Sorvolando sulla sfiga ( :D), posso ovviare in qualche modo, magari cambiando i copertoni con alcuni da "semi-cross", o ricorrendo a camere d'aria di migliore qualità o non so cos'altro, oppure, dato il mio uso non molto intensivo, ma su percorsi mediamente esigenti, mi conviene passare a una più versatile ma pesante MTB?
Grazie per gli eventuali consigli. :)


mettici dei copertoni un po' piu' resistenti e un po' piu' tassellati.
io mi trovo da dio con i "vittoria randonneur", tanto che li ho messi sia sulla strada che sulla corsa. tengono bene e sono ugualmente scorrevoli: UNA foratura in 3 anni!


questo è ottimo a sapersi.
Cmque io ho dei Michelin Lithion 2, e non ho mai forato, compresi tratti in sterrato. Magari è fortuna, contro i vetri ci fai poco. Ma in che città abitti che è così vetrosa?
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » mercoledì 10 ottobre 2012, 18:05

Confermo la bontà dei Michelin Lithion.
7 mila km, ero praticamente sulle tele, e non una foratura. Un mese fa ne ho presi quindi un paio nuovi (con i bordi rossi, da tamarro) e toccandoci i gioiellini a 4 mani, ancora non ho bucato.
Il rapporto qualità/prezzo è fenomenale (su ebay a meno di 30 euri per entrambi)..unica pecca, non mi da una sicurezza assoluta sul bagnato.
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » mercoledì 10 ottobre 2012, 18:33

Io in inverno uso i Continental Grand Prix da 24, fenomenali su tutti i terreni, bagnato, fango, sterrato e pavè, costano 24 € cadauno ma sono soldi ben spesi, ci ho percorso quasi 10.000 km e non sono ancora finiti.
Sulla bici da salita invece ho montato i Vredestein Fortezza Tricomp, meno confortevoli dei Continental ma più performanti in corsa. Si sono ottimamente comportati anche sul bagnato e sugli sterrati più ostici.
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » mercoledì 10 ottobre 2012, 18:51

me ne hanno parlato bene di questi Vredestein Fortezza Tricomp...ma tu intendi i copertoncini o tubolari (se in corsa usi i copertoncini, ti schifo)?
ah, non hai qualche gruppo da vendere, anche (anzi, soprattutto) senza guarnitura?
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » mercoledì 10 ottobre 2012, 19:41

Schifami pure ma io uso solo copertoncini, sia in allenamento che in corsa, magari chi va forte la differenza la nota, ma per i miei ritmi non credo sia così importante avere i tubolari.
Gruppi da vendere non ne ho, ho solo una coppia di freni Campagnolo Veloce modello 2011.
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Mad » giovedì 11 ottobre 2012, 6:46

pacho ha scritto:Confermo la bontà dei Michelin Lithion.
7 mila km, ero praticamente sulle tele, e non una foratura. Un mese fa ne ho presi quindi un paio nuovi (con i bordi rossi, da tamarro) e toccandoci i gioiellini a 4 mani, ancora non ho bucato.
Il rapporto qualità/prezzo è fenomenale (su ebay a meno di 30 euri per entrambi)..unica pecca, non mi da una sicurezza assoluta sul bagnato.


I 2, i 3 o i 4?
Mad
 
Messaggi: 422
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » giovedì 11 ottobre 2012, 8:01

prima gli 0 (o comunque quelli senza numero); adesso i 2.
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » giovedì 11 ottobre 2012, 8:34

HELP, please! Dato che il mio culo non cambia mai, sto cercando una sella Selle Italia Flite, primo modello, colore rosso, come questa:
Immagine

Se doveste averne una, o indicarmi qualche negozio con avanzi di magazzino, fatemi sapere!
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi sceriffo » domenica 14 ottobre 2012, 13:42

avete idea se le ruote dura ace (c35 o c50) sono compatibili con il nuovo gruppo ad 11 velocità?
Avatar utente
sceriffo
 
Messaggi: 1382
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 22:48

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » mercoledì 17 ottobre 2012, 21:44

Per il mio compleanno mi sono fatto un piccolo regalino:

Immagine

Reggisella Pmp in titanio con testa in ergal, lavorato in Cnc. Un gioiellino tutto made inItaly. Lo monterò sulla mia bici da randonneè, ideale compromesso tra confort, leggerezza e robustezza, con questa soluzione potrò tranquillamente montare il bagaglino senza troppe ansie.
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 18 ottobre 2012, 8:56

Woodstock ha scritto:Per il mio compleanno mi sono fatto un piccolo regalino:

Immagine

Reggisella Pmp in titanio con testa in ergal, lavorato in Cnc. Un gioiellino tutto made inItaly. Lo monterò sulla mia bici da randonneè, ideale compromesso tra confort, leggerezza e robustezza, con questa soluzione potrò tranquillamente montare il bagaglino senza troppe ansie.


Anche io avevo notato i reggisella Pmp,
e ci stavo facendo un pensierino.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Mad » domenica 21 ottobre 2012, 17:35

sceriffo ha scritto:avete idea se le ruote dura ace (c35 o c50) sono compatibili con il nuovo gruppo ad 11 velocità?


Penso che la differenza tra l'11 e il 10 sia nella larghezza di catena, spessori e rapporti. La cassetta è sempre la stessa.
Mad
 
Messaggi: 422
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi sceriffo » domenica 21 ottobre 2012, 21:37

Mad ha scritto:
sceriffo ha scritto:avete idea se le ruote dura ace (c35 o c50) sono compatibili con il nuovo gruppo ad 11 velocità?


Penso che la differenza tra l'11 e il 10 sia nella larghezza di catena, spessori e rapporti. La cassetta è sempre la stessa.

quindi è compatibile.....?
Avatar utente
sceriffo
 
Messaggi: 1382
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 22:48

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Mad » martedì 23 ottobre 2012, 22:17

sceriffo ha scritto:
Mad ha scritto:
sceriffo ha scritto:avete idea se le ruote dura ace (c35 o c50) sono compatibili con il nuovo gruppo ad 11 velocità?


Penso che la differenza tra l'11 e il 10 sia nella larghezza di catena, spessori e rapporti. La cassetta è sempre la stessa.

quindi è compatibile.....?


Secondo me si. Ma è uscito lo Shimano a 11?
Mad
 
Messaggi: 422
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » mercoledì 24 ottobre 2012, 14:59

Una curiosità: che minchia servono 11 rapporti?!
posto che l'11 riesce a spingere sul serio lo 0.2% degli amatori, e se si devono montare pignoni da più di 28 denti (magari col 34 :diavoletto: ) è ora di cambiare sport :bll:
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » mercoledì 24 ottobre 2012, 19:28

Io uso un cambio 11v sulla mia bici principale, ho scelto un pacco pignoni 12-29 abbinato ad una guarnitura 50/34. Magari non si userà molto spesso (il mio è ancora immacolato) però ritengo che il 29 possa essere utile per chi intende affrontare salite estreme, mi è servito sullo Zoncolan, nei punti più duri del Mortirolo e del Santa Cristina e sui muri in sterrato alla Gf Magnifica.

Ho montato il 29 anche sulla bici muletto, in questo caso però la moltitplica è una 53/39, e mi è capitato di benedire il 29 in più di un occasione, con un solo dente in meno sul Muro di Sormano mi sarei ribaltato!

Anche se il suo utilizzo è molto limitato, il 29 è il classico "rapporto psicologico", è bello sapere che c'è.

Se non ricordo male, l'anno scorso Contador sullo Zoncolan usò un pignone da 32 con una moltiplica da 34.
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi pacho » mercoledì 24 ottobre 2012, 20:27

Allora riformulo la domanda: che minchia serve fare mulattiere con pendenze superiori al 18% su una bici da corsa ?!
Se devo andar su a 4 all'ora, mi metto le scarpe da ginnastica e vado a fare una passeggiata in montagna, che arrivo pure prima... perché se no è come andare con una dune buggy su un circuito da formula 1.

Mi gigimarzulizzo: permetti che in bici uno va dove cazzo gli pare?! :D
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2341
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 25 ottobre 2012, 16:21

pacho ha scritto:Allora riformulo la domanda: che minchia serve fare mulattiere con pendenze superiori al 18% su una bici da corsa ?!
Se devo andar su a 4 all'ora, mi metto le scarpe da ginnastica e vado a fare una passeggiata in montagna, che arrivo pure prima... perché se no è come andare con una dune buggy su un circuito da formula 1.

Mi gigimarzulizzo: permetti che in bici uno va dove cazzo gli pare?! :D


E Belluschi ti passa di corsa sgasando
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4275
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Woodstock » giovedì 25 ottobre 2012, 18:38

Il gusto di avventurarsi su una rampa al 18% è la soddisfazione che si prova dopo essere arrivato in cima, sarò masochista ma mi diverto di sulle rampe di garage che sugli stradoni in pianura. Almeno così se procedo a passo d'uomo ho sempre l'alibi della forza di gravità e poi ... e poi in bici vado dove c.zzo voglio mica ti ho detto di venirci pure te :bll:
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
Woodstock
 
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)

Re: Ciclotecnica

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » giovedì 25 ottobre 2012, 20:42

Maìno della Spinetta ha scritto:
pacho ha scritto:Allora riformulo la domanda: che minchia serve fare mulattiere con pendenze superiori al 18% su una bici da corsa ?!
Se devo andar su a 4 all'ora, mi metto le scarpe da ginnastica e vado a fare una passeggiata in montagna, che arrivo pure prima... perché se no è come andare con una dune buggy su un circuito da formula 1.

Mi gigimarzulizzo: permetti che in bici uno va dove cazzo gli pare?! :D


E Belluschi ti passa di corsa sgasando


In un'ipotetica sfida di 3Km al 18% credo proprio di sì.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2603
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Ciclotecnica

simila

simila
 

PrecedenteProssimo

Torna a Ciclismo Pedalato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite