Allenamenti e sensazioni, 2012 e 2013

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » venerdì 31 agosto 2012, 19:06

No! il Nerone non l'ho ancora fatto. Ma lo faremo la settimana prox con Nicker :D Vieni giù e unisciti a noi!
Quella Vam l'ho fatta sulla Castelleta, che è la salita tipica della zona. E' 6,2 km, ma ti posso assicurare che è bella tosta, con pendenza mediasul 7% (spiana all'ultimo km, se no sempre attorno al 9%)

http://maps.google.it/maps?saddr=Strada ... 7&t=m&z=13

E poi è inutile che bluffi, lo sanno anche i sassi che stai facendo il Mortirolo 2 volte al giorno per la prossima ck :sherlock:
Oh, speriamo che Beruschi non la faccia a piedi, se no ci da due giri a tutti :diavoletto:
Immagine

Bob, cavoli se riuscissi a venir qui la prox estate ci facciamo una settimana di fuego: ho già il programmino pronto. :hippy:
18mila metri di dislivello in una settiamana possono bastare? :bll:
A parte le stronzate, qui i paesaggi sono mozzafiato, il clima è ideale, la cucina spacca e i prezzi onesti. Organizzati.

Buone pedalate a tutti!
Ultima modifica di pacho il venerdì 31 agosto 2012, 19:46, modificato 1 volta in totale.


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni


Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » venerdì 31 agosto 2012, 19:45

By the way: sti cazzi Nicker! Stavo calcolando i dati della scalata del s.vicino di Mercoledì scorso.
Premessa: prima di affrontarlo ci eravamo già pappati 70 km, con più di una decina di km di salita sulle gambe, e il resto quasi tutto in falsopiano. Quindi lo abbiamo fatto in tutta tranquillità.
cmq: 9,2 km; dislivello 718 metri, tempo verificato da entrambi: 43 minuti. Vam: 1002.


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » venerdì 31 agosto 2012, 19:53

pacho ha scritto:Oh, speriamo solo che Beruschi non la faccia a piedi, se no ci da due giri a tutti :diavoletto:
Guarda che ero serio. Io nel top della condizione 14Km al 8% potrei salirli a poco meno di 4'30" al Km (circa 13,5Km/h).
Ti posso garantire che quando svolgo l'allenamento di cronoscalata, bastono il 90% dei ciclisti. Poi chiaro che se trovo uno che si allena già in un certo modo, le prendo alla grande.
In quella salita postata da Nicker, io avrei l'handicap di quei 500mt in discesa posti sul finale. A quel punto della salita, con le gambe ormai finite, percorrerei quel tratto al massimo in 1'55"-2'00", mentre in bici presumo si possa piazzare uno split di 45-50". Si tratta quindi già di 1'10"-1'20" buttati via.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » venerdì 31 agosto 2012, 19:58

Si conferma che con te non è possibile discutere


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » venerdì 31 agosto 2012, 20:01

bravo, ora stammi su da dosso.


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni


Nicker
Messaggi: 1988
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Nicker » venerdì 31 agosto 2012, 20:56

pacho ha scritto:By the way: sti cazzi Nicker! Stavo calcolando i dati della scalata del s.vicino di Mercoledì scorso.
Premessa: prima di affrontarlo ci eravamo già pappati 70 km, con più di una decina di km di salita sulle gambe, e il resto quasi tutto in falsopiano. Quindi lo abbiamo fatto in tutta tranquillità.
cmq: 9,2 km; dislivello 718 metri, tempo verificato da entrambi: 43 minuti. Vam: 1002.
Accidenti, per me è un grande risultato! Se solo rinunciassi alla birra, ai dolci ecc ecc, e perdessi quei 5 o 6 kg di troppo ci sarebbe da divertirsi...
Detto questo stasera ho una festa della birra vicino casa e quindi vado a sbronzarmi :D :cincin: :diavoletto: !!!

Belluschi M. ha scritto: Io nel top della condizione 14Km al 8% potrei salirli a poco meno di 4'30" al Km (circa 13,5Km/h).
Ti posso garantire che quando svolgo l'allenamento di cronoscalata, bastono il 90% dei ciclisti. Poi chiaro che se trovo uno che si allena già in un certo modo, le prendo alla grande.
Me lo sono sempre chiedo se un mezzofondista allenato potesse superare un ciclista "medio" in salita, e se veramente tieni quella media, probabilmente mi batteresti.... Ma fidati che Pacho è forte, secondo me lui potrebbe tenere i 15 km all'ora di media in 14km all' 8%. Però devi considerare che un ciclista di solito si fa parecchi km prima di percorrere una salita lunga e ne dovrà fare molti altri per tornare a casa...; se invece parliamo di cronoscalata pura, per me in bici si va più forte che a piedi: ossia un ciclista medio può battere abbastanza facilmente anche un podista forte...
Comunque Belluschi, nella realtà con Pacho ci si parla tranquillamente, fidati ;) ....


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Avatar utente
Killer
Messaggi: 743
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2011, 22:12
Località: Pescara

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Killer » venerdì 31 agosto 2012, 21:07

Pacho,è credibile una mia VAM di 1200 su questa salita?
http://www.salite.ch/7437.asp?mappa=htt ... priseH=400

Specifico che ho fatto partire il cronometro alla rotonda di Pretoro (secondo il gps del mio smartphone,altitudine 603m) e l'ho stoppato all'entrata di Passo Lanciano (1317m) per un tempo di 35.43
Sono rimasto stupito perchè l'anno scorso avevo un best di 42 minuti e spiccioli mentre a fine aprile di quest'anno ero riuscito a fare 40 netti.
Certo sono 1.81x58kg...però ho solo 6000km nelle gambe.
Sono rimasto stupito,anche perchè non ho mai fatto allenamenti specifici di nessun tipo. :boh:



Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » venerdì 31 agosto 2012, 21:26

Nicker ha scritto:
Belluschi M. ha scritto: Io nel top della condizione 14Km al 8% potrei salirli a poco meno di 4'30" al Km (circa 13,5Km/h).
Ti posso garantire che quando svolgo l'allenamento di cronoscalata, bastono il 90% dei ciclisti. Poi chiaro che se trovo uno che si allena già in un certo modo, le prendo alla grande.
Me lo sono sempre chiedo se un mezzofondista allenato potesse superare un ciclista "medio" in salita, e se veramente tieni quella media, probabilmente mi batteresti.... Ma fidati che Pacho è forte, secondo me lui potrebbe tenere i 15 km all'ora di media in 14km all' 8%. Però devi considerare che un ciclista di solito si fa parecchi km prima di percorrere una salita lunga e ne dovrà fare molti altri per tornare a casa...; se invece parliamo di cronoscalata pura, per me in bici si va più forte che a piedi: ossia un ciclista medio può battere abbastanza facilmente anche un podista forte...
Comunque Belluschi, nella realtà con Pacho ci si parla tranquillamente, fidati ;) ....
Ma infatti io ho buttato giù i dati che terrei su una salita del genere, puntualizzando che un ciclista che si allena in modo serio (tutti i giorni) mi avrebbe bastonato. Non mi sembra di aver fatto il fenomeno, quindi non ho capito perchè si debba inalberare in quel modo.

Per quanto riguarda la sfida podista/ciclista, più le pendenze sono arcigne più il gap si restringe. In ogni caso concordo con te sul fatto che un ciciclista di caratura media (ove per media intendo che si alleni comunque tutti i giorni) vince sempre.

Tanto per farti un esempio, la salita che utilizzo per la cronoscalata è la seguente:
http://www.grimpeur.it/salita.asp?PPrefisso=Vicere
Nel top della forma l'ho corsa in 24'20". Se vai a vedere i tempi di chi si è registrato, sono molti più quelli che mi arriverebbe dietro che davanti. E c'è da tener conto che si tratta di uno sforzo breve sotto la mezzora.
In uno sforzo che supera l'ora, sarei ulteriormente avvantaggiato, perchè fa ancor più la differenza il fatto di essere molto allenato dal punto di vista aerobico.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
Woodstock
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Woodstock » venerdì 31 agosto 2012, 21:51

Belluschi M. ha scritto: Per quanto riguarda la sfida podista/ciclista, più le pendenze sono arcigne più il gap si restringe. In ogni caso concordo con te sul fatto che un ciciclista di caratura media (ove per media intendo che si alleni comunque tutti i giorni) vince sempre.

Ricordo che quando abitavo a Bologna, sulla salita del San Luca procedevo praticamente alla stessa velocità dei podisti che correvano sotto il colonnato ... mi chiedevo sempre se ero io ad andar piano o loro forte


Ve lo meritate Alberto Sordi!

Nicker
Messaggi: 1988
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Nicker » sabato 1 settembre 2012, 1:59

Belluschi M. ha scritto: Per quanto riguarda la sfida podista/ciclista, più le pendenze sono arcigne più il gap si restringe. In ogni caso concordo con te sul fatto che un ciciclista di caratura media (ove per media intendo che si alleni comunque tutti i giorni) vince sempre.

Tanto per farti un esempio, la salita che utilizzo per la cronoscalata è la seguente:
http://www.grimpeur.it/salita.asp?PPrefisso=Vicere
Nel top della forma l'ho corsa in 24'20". Se vai a vedere i tempi di chi si è registrato, sono molti più quelli che mi arriverebbe dietro che davanti. E c'è da tener conto che si tratta di uno sforzo breve sotto la mezzora.
In uno sforzo che supera l'ora, sarei ulteriormente avvantaggiato, perchè fa ancor più la differenza il fatto di essere molto allenato dal punto di vista aerobico.
Comunque l'argomento è interessante, tra l'altro ho sempre in programma di allenarmi anche un po' correndo a piedi, ma poi vedo la bicicletta lì da sola e non resisto :D ...
magari sarebbe interessante vedere organizzata una cronoscalata podisti professionisti vs ciclisti amatori o dilettanti boh... forse in determinate salite lunghe, regolari e dure verrebbe fuori qualcosa di equilibrato... (penso a qualcosa del tipo... http://www.salite.ch/giau1.asp?Mappa=ht ... priseH=661 o http://www.salite.ch/7478.asp?mappa=htt ... priseH=661 o anche il monte nerone perchè no..)


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Nicker
Messaggi: 1988
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Nicker » sabato 1 settembre 2012, 2:23

pacho ha scritto:No! il Nerone non l'ho ancora fatto. Ma lo faremo la settimana prox con Nicker :D
Pacho, Diavolo d'un tentatore :diavoletto: ! Vedremo... Seriamente, non penso proprio di avere le gambe per fare il Nerone da Piobbico. Comunque il versante ufficiale del "Mount Ventoux delle Marche", ossia quello affrontato dal Giro e dalla GF Straducale, non è da Piobbico ma da Pianello, con i suoi bei 20 tornanti (http://www.mondociclismo.com/giro-dital ... -tappa.htm) che è sempre una signora salita ma un po' più abbordabile. Inoltre vuoi mettere andare in quelle zone per scalare il Nerone e non farsi il monte Catria e il Monte Petrano..., sarebbe un delitto :D ...
Te l'ho detto, il mio prossimo obiettivo in teoria è il Sassotetto (http://www.terredeivarano.it/fondo_terr ... otetto.htm), anche se non so quando... Comunque se ti può interessare Pacho c'è questo blog che è ben fatto: http://salitedellemarche.blogspot.it/


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Avatar utente
Woodstock
Messaggi: 511
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:21
Località: Giffoni Valle Piana (SA)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Woodstock » sabato 1 settembre 2012, 9:19

Ho affrontato Petrano, Catria e Nerone alla Gf Straducale di quest'anno e devo dire che sono delle salite davvero impegnative, il caldo esagerato di quel giorno poi ha reso tutto più complicato, secondo i comunicati dell'organizzazione, in alcuni momenti si sono superati i 40°.
Monte Petrano è una salita non troppo lunga ma bisogna stare attenti nei tratti di sterrato, il fondo non è compatto ma disseminato di pietre dagli spigoli vivi, è molto facile forare. Naturalmente è sconsigliabile alzarsi sui pedali per rilanciare l'azione, si rischia di scivolare con la ruota posteriore.
Il catria è decisamente la più dura delle tre, primi km agevoli ma la parte centrale è micidiale, ci sono tre km in cui la pendenza non scende mai sotto il 10%, con punte del 18.
Il Nerone è quello con le pendenze più regolari ma non finisce mai, non c'è un metro d'ombra, in una giornata calda come quella che ho trovato io è devvero micidiale, meno male che, ad ogni fontana c'erano i volontari che ci innaffiavano con le pompe, durante la salita ho dovuto anche caricare in ambulanza un mio compagno di squadra.

Comunque le salite marchigiane sono state una bella scoperta, prima o poi ci tornerò in uno dei miei vari "Tour de Franz"


Ve lo meritate Alberto Sordi!

Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » sabato 1 settembre 2012, 11:34

Killer: 1.81 x 58kg? :o ragazzi, finalmente abbiamo scoperto dov'è finito Andy! (ok, mi autoflagello).
A parte le stronzate, col rapporto peso potenza che ti ritrovi e con 6000km, che non sono proprio bruscolini, secondo me 1200 possono essere un dato credibile. (di solito uso questo sito per i calcoli: http://www.magicoveneto.it/hobbies/Orient-CalcCicl.htm )
Secondo me per essere certo al 100% dovresti verificare su una cartina che il dato indicato sul tuo gps dello smartphone (a 603m) sia corretto.
Poi c'è sempre la prova del nove: con 1200 di Vam dovresti staccare buona parte degli amatori con cui ti alleni. Se ti staccano loro, il dato è sicurametne sbagliato :D

Nicker, facciamo così: senza ammazzarti, prova ad aumentare un attimino (Garzelli forever) il ritmo delle uscite.
Poi decidi una salita tosta e la si va a fare. Non so perchè, e me ne stupisco anche, ma mi fido :D Petrano, Sassotetto, Nerone, quello che vuoi te. L'importante è che mi fai ancora da guida enogastronomica dato che il giorno dopo mi toccherà fare lo stesso giro con la mia ragazza (eh sì, è gelosa), con sosta culinario-alcoolica.
ps: appena torna, ti mando le foto che ha fatto (il percorso è identico a quello del giro di merc.): spettacolo!

Tornando in 3d :whip: stamattina 115 km andatura sempre forte, un paio di salitelle tanto per tenere in movimento la gamba. A un certo punto mentre eravamo pancia a terra a 50 all'ora ci ha passato un tipo a piedi, ma non l'ho visto bene perchè da mezza sega quale sono ero troppo stanco :diavoletto:
http://www.youtube.com/watch?v=MrGoJWtk4ZM

Domani è previsto un giro massacrante: 150 km con 3 salite lunghe.


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » domenica 2 settembre 2012, 11:47

oggi 140 km, vallonati con una salita lunghetta. alla fine siamo rimasti in 5 (ex prof e dilettanti).
media 34, nonostante i primi km in massima tranquillità.
minchia che gamba: sensazione neoton al naturale :D :diavoletto:
L'esordio in gara è fissato al 16 settembre. da domani do una stretta alla dieta. intanto, oggi ravioloni fatti in casa. :ole:


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » domenica 2 settembre 2012, 13:46

Belluschi M. ha scritto:


Ma infatti io ho buttato giù i dati che terrei su una salita del genere, puntualizzando che un ciclista che si allena in modo serio (tutti i giorni) mi avrebbe bastonato. Non mi sembra di aver fatto il fenomeno, quindi non ho capito perchè si debba inalberare in quel modo.

Per quanto riguarda la sfida podista/ciclista, più le pendenze sono arcigne più il gap si restringe. In ogni caso concordo con te sul fatto che un ciciclista di caratura media (ove per media intendo che si alleni comunque tutti i giorni) vince sempre.

Tanto per farti un esempio, la salita che utilizzo per la cronoscalata è la seguente:
http://www.grimpeur.it/salita.asp?PPrefisso=Vicere
Nel top della forma l'ho corsa in 24'20". Se vai a vedere i tempi di chi si è registrato, sono molti più quelli che mi arriverebbe dietro che davanti. E c'è da tener conto che si tratta di uno sforzo breve sotto la mezzora.
In uno sforzo che supera l'ora, sarei ulteriormente avvantaggiato, perchè fa ancor più la differenza il fatto di essere molto allenato dal punto di vista aerobico.

ok il 24'20" sull'Alpe del Vicere lo fa un ciclista senza pretese....uno allenato "mediamente" come dici tu, che vuol dire più o meno come me, ovvero da 3 uscite e circa 200 km la settimane, la fa in 21....ed è una salita breve di meno di 6 km.
Tu la fai al top della condizione e sei un semi-professionista.
Poi nello specifico, l'Alpe del Vicere è una salita che alterna strappi duri oltre il 10% a brevi falsopiani specie all'inizio e alla fine. Su una salita più normale (quelle che personalmente odio...ma è un altro discorso...) un ciclista che si allena quotidianamente come si deve, DOVREBBE viaggiare sui 18-20 quando le pendenze sono medie, ovvero tra il 6 e l'8% il che vuol direovviamente sui 3' 3'30" al chilometro il che vuol dire un minuto meno al chilometro...
logico che se poi trovo anche io in bici sulla strada uno che guida con pprudenza un motorino degli anni 50 lo supero anche in salita....ma non vuol dire che un ciclista va più forte del 90% dei motorini....



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » domenica 2 settembre 2012, 16:53

gran battuta di caccia nelle langhe,
un bel giro ieri con due docce e tante colline,
i kg di troppo del rientro italico che appesantivano (ma che gioia ritrovare certi piatti)
e uno stupendo giro a Ponzone a mangiar funghi oggi.

Allenamenti pochi,
Sensazioni, OK, culinariamente più che ciclisticamente.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » domenica 2 settembre 2012, 20:51

herbie ha scritto:
ok il 24'20" sull'Alpe del Vicere lo fa un ciclista senza pretese....uno allenato "mediamente" come dici tu, che vuol dire più o meno come me, ovvero da 3 uscite e circa 200 km la settimane, la fa in 21....ed è una salita breve di meno di 6 km.
Tu la fai al top della condizione e sei un semi-professionista.
Poi nello specifico, l'Alpe del Vicere è una salita che alterna strappi duri oltre il 10% a brevi falsopiani specie all'inizio e alla fine. Su una salita più normale (quelle che personalmente odio...ma è un altro discorso...) un ciclista che si allena quotidianamente come si deve, DOVREBBE viaggiare sui 18-20 quando le pendenze sono medie, ovvero tra il 6 e l'8% il che vuol direovviamente sui 3' 3'30" al chilometro il che vuol dire un minuto meno al chilometro...
logico che se poi trovo anche io in bici sulla strada uno che guida con pprudenza un motorino degli anni 50 lo supero anche in salita....ma non vuol dire che un ciclista va più forte del 90% dei motorini....
Hai ragione, rileggendo ammetto di aver sparato una cazzata con quel 90%.
E' un dato che ho tirato fuori basandomi solo dalla mia esperienza soggettiva. E' infatti probabile che l'ora in cui svolgo di solito la cronoscalata, non coincidea con l'orario tipo di chi pedala già in modo buono. Va anche ricordato che io mi alleno per le gare in pianaura (pista e mezze), quindi gli allenamenti in salita non hanno cadenza giornaliera, bensì una volta ogni due settimane circa. E da ciò scaturisce che durante un anno solare,ho a disposizione 15-20 osservazioni in totale che non sono tante.

PS. Oggi gara in salita vicino alle tue parti (abiti in zona Varese giusto?). Cittiglio-Vararo, che ricalca il passo del Cuvignone per l'appunto fino al Paesino di Vararo e..... Vittoria!
La gamba dopo l'altura girava alla grande. Pacho preparati :D :D :angelo:


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » domenica 2 settembre 2012, 21:44

herbie ha scritto:
uno allenato "mediamente" come dici tu, che vuol dire più o meno come me, ovvero da 3 uscite e circa 200 km la settimane
In questo caso invece si tratta di un semplice refuso dovuto alla nonconoscenza del vostro ambiente.
Nel senso che nella corsa, uno allenato "mediamente" (come me), è uno che corre tutti i giorni. Con 3 allennamenti settimanali si va molto molto piano. Mentre uno che si allena tanto, esce 12-13 volte alla settimana.
Presumo sia dovuto al diverso stimolo allenante di una seduta in bici rispetto che a piedi.

In ogni caso, io che vengo dall'ambiente corsa, quando ho iniziato a frequentare questo forum ho notato grandi differenze.
Nel senso che nei forum di corsa per il 90% (questa volta percentuale più o meno corretta) si parla esclusivamente delle metodiche di allenamento, alle volte anche in modo eccessivo e maniacale.
Mentre qui nel ciclismo leggo poche discussioni (anzi nessuna a dire il vero) su come si allenano nello specifico i professionisti.
Sapete dirmi il motivo?
Io ho dedotto che sia per il fatto che nella corsa, i dati degli allenamenti, danno già un'idea numerica di come andranno le prestazioni in gara. Mentre nel ciclismo subentranno mille e mila variabili in più. Corretto?


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » lunedì 3 settembre 2012, 0:21

Belluschi M. ha scritto:
herbie ha scritto:
uno allenato "mediamente" come dici tu, che vuol dire più o meno come me, ovvero da 3 uscite e circa 200 km la settimane
In questo caso invece si tratta di un semplice refuso dovuto alla nonconoscenza del vostro ambiente.
Nel senso che nella corsa, uno allenato "mediamente" (come me), è uno che corre tutti i giorni. Con 3 allennamenti settimanali si va molto molto piano. Mentre uno che si allena tanto, esce 12-13 volte alla settimana.
Presumo sia dovuto al diverso stimolo allenante di una seduta in bici rispetto che a piedi.

In ogni caso, io che vengo dall'ambiente corsa, quando ho iniziato a frequentare questo forum ho notato grandi differenze.
Nel senso che nei forum di corsa per il 90% (questa volta percentuale più o meno corretta) si parla esclusivamente delle metodiche di allenamento, alle volte anche in modo eccessivo e maniacale.
Mentre qui nel ciclismo leggo poche discussioni (anzi nessuna a dire il vero) su come si allenano nello specifico i professionisti.
Sapete dirmi il motivo?
questo è perchè non siamo in un forum dedicato primariamente allo sport amatoriale, ma bensì a quello professionistico. Quindi è più facile che attiri l'appassionato di ciclismo come spettatore, tifoso, suiveur...Poi va da sè che alcuni siano anche praticanti, ma lo sport amatoriale, oggi, come saprai è ben altra cosa.
Una curiosità, ma se uno allenato "mediamente" fa 12-13 sedute settimanali (penso di durata media di un paio d'ore?) , quante ne fa un "amatore" allenato "seriamente"? :o :o
Per quanto riguarda la bici, le 3 uscite settimanali, se hai anche qualcos'altro oltre allo sport già ti riempiono la settimana. Due ore vogliono dire poco. Per una uscita di un certo impegno (e soddisfazione per andare a cercare qualche strada che voglia dire qualcosa) devi calcolarne almeno 4. Questo per come la penso io. Poi se il tuo obiettivo è staccare l'amico di una vita alla garetta di 60 km. della domenica allora fai anche lo stress estremo dell'ora tutta di corsa tra vestirsi, mangiare, lavarsi, mettere a posto, in pausa pranzo. Ma per me è solo ed esclusivamente stress inutile. ne vale la pena per il traguardo di via Roma a Sanremo, per quello di Milano del Giro, anche in 160esima posizione, gli Champs Elysees, il Muro di Huy, insomma ci siamo capiti. Altrimenti dovrebbe essere solo divertimento, il resto non ha senso. Parere personalissimo. Le dimostrazioni le puoi anche dare uscendo con una bici da 10 chili, se non puoi vivere senza darle....
Per quanto riguarda il rendimento con una, due o dieci uscite la settimana, dipende ovviamente da tanti fattori, ma penso che sia lo stesso per ogni sport, dipende primariamente dal motore :boh: personalmente conosco qualcuno a cui basterebbe tornare al 50% della sua miglior condizione per lasciarmi tranquillamente per strada pianura o salita che sia, e ne conosco altri che nemmeno con una damigiana di EPO....

PS: le mie felicitazioni per la vittoria in quel di Vararo, incantevole radura.



Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2648
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Belluschi M. » lunedì 3 settembre 2012, 10:49

herbie ha scritto: Una curiosità, ma se uno allenato "mediamente" fa 12-13 sedute settimanali (penso di durata media di un paio d'ore?) , quante ne fa un "amatore" allenato "seriamente"? :o :o
No, hai frainteso. Uno allenato mediamente esce tutti i giorni una volta al giorno. Quindi 7 allenamenti a settimana.
Uno che si allena tanto fa 12-13 allenamenti settimanali. Ma ciò possono farlo esclusivamente chi lo fa di professione (che in Italia tra mezzofondo e fondo saranno 50 anime in totale), perchè ovviamente col lavoro diventa impossibile.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » lunedì 3 settembre 2012, 21:14

Oggi ho fatto la visita d'idoneità sportiva, fortunatamente passata, anche se me la sono un po' fatta sotto dato che il medico ha voluto fare ulteriori verifiche al cuore. Alla fine, tutto ok. :)
Ho sotto mano i risultati della spirometria, e ne approfitto per porvi una domanda: come interpretare la Capacita Vitale Forzata (FVC) e il volume espiratorio forzato in 1 secondo (FEV1)? Ad intuito, parrebbe quasi indicare la cilindrata del motore dell'atleta. E' così? Al netto delle esagerazioni che si trovano sui forum di ciclismo amatoriale dove ho letto di gente che spara cifre superiori ai 9 litri, ho letto che Coppi in quanto a capacità polmonare (la FVC?) si attestava sui 7 litri, Indurain 7,8 litri, Pantani sui 5,6 litri (altri dicono 6lt). Altri asini fatti passare per cavalli (e qui l'antipatia c'entra poco), si attesta(va)no attorno ai 5,5 litri di FVC, altri ancora a 5 litri.
Posto che dovrebbe dipendere anche dalla stazza dell'atleta, quanto dovrebbe essere (o quanto dovrebbe scostarsi in % dai valori teorici) una buona FVC e FEV1 per un corridore (naturalmente, a caso :D ) che si aggira attorno al metro e settanta?
Infine, conoscete i dati di alcuni professionisti (con le relative fonti)?
grazie!


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4745
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Deadnature » lunedì 3 settembre 2012, 21:55

Ho trovato questa cosa (che magari avevi già visto).
"Una capacità polmonare superiore alla norma non aumenta il livello prestativo. E' stato infatti dimostrato che anche durante un esercizio massimale esiste una riserva funzionale da parte del sistema respiratorio pari al 15-35%. In un soggetto sano non esiste dunque una limitazione della performance di origine respiratoria anche se ciò potrebbe non essere del tutto vero nei due casi estremi, ovvero per il sedentario e per il mezzofondista di altissimo livello."
Che in pratica ridurrebbe l'importanza della FVC, anche se mi par strano.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » martedì 4 settembre 2012, 18:45

anche io sapevo la stessa cosa riguardo questi dati della spirometria.
Visto che citi la famigerata "cilindrata del motore dell'atleta", mi viene forse in mente che potresti fare riferimento al dato del massimo consumo di ossigeno che poco ha a che fare con i dati spirometrici, quello sì che in teoria dovrebbe fornire alcuni dati importanti sulla capacità aerobica dell'atleta. Però non ho ben presente attraverso quali test (comunque non si fanno nella normale visita di idoneità) venga determinato con precisione.
In generale comunque nove corridori su dieci ti dicono che molte volte questi test al ciclosimulatore ( ti escono 450 watt alla soglia e ti convinci di spaccare il mondo, ma poi quando c'è di mezzo la forza di gravità....)vengono prontamente smentiti alla prima gara, fidati delle tue sensazioni e delle velocità che ti rileva il contakm!



Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » martedì 4 settembre 2012, 18:59

No, su questo sfondi una porta aperta:non ho nemmeno il cardio... e quando vedo che perfino il 90% degli amatori della zona fa tutta l'uscita con l'occhio puntato su un mostro posizionato all'attacco manubrio mi viene il nervoso (...più che altro, mi fanno un po' tenerezza perchè quando c'è da fare un fuori soglia, s'imballano come dei prosciutti).

Sapevo che la 'cilindrata' viene in qualche modo rilevata (mooolto indicativamente) dal consumo di ossigeno sotto sforzo attraverso un test specifico (lo avevo fatto 10 anni fa ma non mi ricordo una mazza: ma ne è passata di birra sotto i ponti :D ).

Però, dato che ho in mano questi dati e non ci penso nemmeno per sogno di sborsare quattrini per un test pressoché inutile, mi chiedevo se sta benedetta spirometria indichi effettivamente qualcosa o meno.

By the way: da oggi ho cambiato orario d'allenamento, sia per motivi di lavoro e in vista dell'inverno: uscita alle 6.00: 64 km vallonati in due ore precise precise con record personale sulla salitella di riferimento: 11.14 secondi. Se entro quest'anno sfondassi il muro degli 11 minuti (a marzo stavo sui 20 minuti), mi ritiro.
Stavolta definitivamente :diavoletto:


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Nicker
Messaggi: 1988
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Nicker » martedì 4 settembre 2012, 19:33

pacho ha scritto:mi ritiro.
:diavoletto: Ma come? ho già organizzato la prossima uscita :D :
Immagine
Vediamo se riconosci le salite, per aiutarti ti dico che i due strappetti all'inizio e alla fine non esistono, sono un errore del sito...sarebbero i passaggi per la gola del Furlo.


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » martedì 4 settembre 2012, 20:18

già che ci siete potreste fare anche il Petrano, tanto per completare il giro....



Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » martedì 4 settembre 2012, 20:34

non ne ho la benchè minima idea. l'altimetria basta e avanza. quindi, implorandoti: mandami la mappa su google map che inizio a farmi dei trip.
ps: che fai venerdì mattina? :D


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Nicker
Messaggi: 1988
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Nicker » martedì 4 settembre 2012, 20:46

pacho ha scritto:non ne ho la benchè minima idea. l'altimetria basta e avanza. quindi, implorandoti: mandami la mappa su google map che inizio a farmi dei trip.
ps: che fai venerdì mattina? :D
Ti mando una mail sia per la mappa che per venerdì...


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

pitoro
Messaggi: 1528
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 18:30

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pitoro » martedì 4 settembre 2012, 22:53

allora...

preparazione terminata, domenica si parte. La forma sembra buona: sui 60 km ( e 3/3500 m D+) riesco a tenere bene i 4 kmh. La VAM sulla salita di fine allenamento è sui 550/600. Il fatto è che la gara sarà molto più lunga e che sul percorso è caduta tanta neve. Non tutta se ne andrà, purtroppo.
Cmq sono già felice così. Non sono mai stato tanto in forma (e da gennaio ho pure perso 11 kg). Però le incognite sono troppe per essere certi di arrivare al traguardo. L'unica cosa certa è che a fine mese, dopo un anno, tornerò in sella. Ho promesso alla mia bici di portarla a vedere il Lombardia. Sembrava contenta.

Scusate l''OT, ma non sapevo dove altro postare questa cosa.


PS Simpatici gufi stanno organizzando il Memorial Pitoro per fine ottobre. Nel caso dovessero verificarsi le condizioni necessarie allo svolgimento dell'evento, potete rivolgervi per informazioni ad AntiTeam e EugeRambler. Confido però in uno slittamento di data. Sine die



Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 349
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da EugeRambler » mercoledì 12 settembre 2012, 12:38

pitoro ha scritto:allora...

preparazione terminata, domenica si parte. La forma sembra buona: sui 60 km ( e 3/3500 m D+) riesco a tenere bene i 4 kmh. La VAM sulla salita di fine allenamento è sui 550/600. Il fatto è che la gara sarà molto più lunga e che sul percorso è caduta tanta neve. Non tutta se ne andrà, purtroppo.
Cmq sono già felice così. Non sono mai stato tanto in forma (e da gennaio ho pure perso 11 kg). Però le incognite sono troppe per essere certi di arrivare al traguardo. L'unica cosa certa è che a fine mese, dopo un anno, tornerò in sella. Ho promesso alla mia bici di portarla a vedere il Lombardia. Sembrava contenta.

Scusate l''OT, ma non sapevo dove altro postare questa cosa.


PS Simpatici gufi stanno organizzando il Memorial Pitoro per fine ottobre. Nel caso dovessero verificarsi le condizioni necessarie allo svolgimento dell'evento, potete rivolgervi per informazioni ad AntiTeam e EugeRambler. Confido però in uno slittamento di data. Sine die
Ieri sera poco prima di metà percorso (150km dalla partenza) il nostro eroe era ancora abbastanza vivo, forse un po' troppo lento.
Ho cercato di spronarlo e fargli guadagnare un po' di tempo, che tornerà utile a partire da oggi pomeriggio.

Info e crono su www.tordesgeants.it


E quando tutto sembra andare storto, devi darci dentro e dimostrare che sei più forte! E il tempo non conta, conta solo il cuore.

Avatar utente
robby
Messaggi: 1216
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da robby » mercoledì 12 settembre 2012, 12:48

grande pitoro! euge aggiornaci!


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

pitoro
Messaggi: 1528
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 18:30

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pitoro » giovedì 13 settembre 2012, 19:11

Euge ci ha visto giusto. Il giorno dopo il nostro incontro a Donnaz è stato sufficiente un errore di percorso (roba da un'oretta) per finire out a un cancello orario. Peccato, a parte le vesciche non avevo problemi, cercavo solo di continuare a risparmiare. Ho esagerato con la tirchieria energetica:-)

La grande difficoltà è piuttosto il sonno. Anche a me è capitato di camminare addormentato. Roba ultrapericolosa. Se ritenterò dovrò cambiare la gestione tattica delle pause.
All'attivo mi restano 180 km e 14mila metri di dislivello+ in tre giorni. Come non essere sodisfatti?

In ogni caso è stata un'esperienza fantastica, magica. E neppure troppo folle.

E per finiore il super OT: GRAZIE EUGE


Aggiorno lo sboron post con un link http://www.actionmagazine.it/Notizia.as ... 134#lnkImg



Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » martedì 2 ottobre 2012, 20:49

ieri ho seriamente pensato di esser su candid camera.
Pausa pranzo, cambio al volo, inforco la bestia, cuffiette nelle orecchie, passo al bar a prendere il solito pezzetto di crostata e si parte, 2 ore a tutta.
Sono ancora sul lungomare che mangio la crostatina quando mi sorpassa una camionetta dell'esercito, piazzandosi davanti. Nel mentre, l'ipod cinese passava http://www.youtube.com/watch?v=U0FE79kJqhw .
Da dentro la camionetta, un soldato inizia a urlare, gesticolando verso di me. Lo guardo in cagnesco, mordendomi la lingua cercando di star zitto. E' uno sporco provocatore. Se rispondo questi mi fermano, chiamano i rinforzi e mi cacano il cazzo. Cercano solo quello. La storia va avanti per 300 metri buoni, e non facendocela più alzo il dito medio.
La camionetta si ferma.
Ormai quel che fatto è fatto, quindi torno indietro intenzionato a riempire di insulti il tipo. Quando mi avvicino, vedo un tipo scuro che mi guarda e mi fa: varda cun' c'è: mè cugginù!!
Minchia, il cuggino del sud che non vedevo da 10 anni! Il bello è che mentre mi urlava dalla camionetta diceva ai suoi colleghi: 'guardate, guardate come lo faccio incazzare' :diavoletto:


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11374
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 5 ottobre 2012, 15:23

pacho ha scritto:ieri ho seriamente pensato di esser su candid camera.
Pausa pranzo, cambio al volo, inforco la bestia, cuffiette nelle orecchie, passo al bar a prendere il solito pezzetto di crostata e si parte, 2 ore a tutta.
Sono ancora sul lungomare che mangio la crostatina quando mi sorpassa una camionetta dell'esercito, piazzandosi davanti. Nel mentre, l'ipod cinese passava http://www.youtube.com/watch?v=U0FE79kJqhw .
Da dentro la camionetta, un soldato inizia a urlare, gesticolando verso di me. Lo guardo in cagnesco, mordendomi la lingua cercando di star zitto. E' uno sporco provocatore. Se rispondo questi mi fermano, chiamano i rinforzi e mi cacano il cazzo. Cercano solo quello. La storia va avanti per 300 metri buoni, e non facendocela più alzo il dito medio.
La camionetta si ferma.
Ormai quel che fatto è fatto, quindi torno indietro intenzionato a riempire di insulti il tipo. Quando mi avvicino, vedo un tipo scuro che mi guarda e mi fa: varda cun' c'è: mè cugginù!!
Minchia, il cuggino del sud che non vedevo da 10 anni! Il bello è che mentre mi urlava dalla camionetta diceva ai suoi colleghi: 'guardate, guardate come lo faccio incazzare' :diavoletto:

fantastica! :clap:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

granfondista
Messaggi: 458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:39

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da granfondista » venerdì 5 ottobre 2012, 16:09

pacho ha scritto:ieri ho seriamente pensato di esser su candid camera.
Pausa pranzo, cambio al volo, inforco la bestia, cuffiette nelle orecchie, passo al bar a prendere il solito pezzetto di crostata e si parte, 2 ore a tutta.
Sono ancora sul lungomare che mangio la crostatina quando mi sorpassa una camionetta dell'esercito, piazzandosi davanti. Nel mentre, l'ipod cinese passava http://www.youtube.com/watch?v=U0FE79kJqhw .
Da dentro la camionetta, un soldato inizia a urlare, gesticolando verso di me. Lo guardo in cagnesco, mordendomi la lingua cercando di star zitto. E' uno sporco provocatore. Se rispondo questi mi fermano, chiamano i rinforzi e mi cacano il cazzo. Cercano solo quello. La storia va avanti per 300 metri buoni, e non facendocela più alzo il dito medio.
La camionetta si ferma.
Ormai quel che fatto è fatto, quindi torno indietro intenzionato a riempire di insulti il tipo. Quando mi avvicino, vedo un tipo scuro che mi guarda e mi fa: varda cun' c'è: mè cugginù!!
Minchia, il cuggino del sud che non vedevo da 10 anni! Il bello è che mentre mi urlava dalla camionetta diceva ai suoi colleghi: 'guardate, guardate come lo faccio incazzare' :diavoletto:
:mrgreen:
Non lo vedevi da 10 anni, ma ha dimostrato di conoscerti ancora bene. :diavoletto: :bll:


Meglio brocco che Di Rocco: Cicloweb forever!!

Avatar utente
galliano
Messaggi: 11732
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da galliano » venerdì 5 ottobre 2012, 22:46

pacho ha scritto:Pausa pranzo, cambio al volo, inforco la bestia, cuffiette nelle orecchie, passo al bar a prendere il solito pezzetto di crostata e si parte, 2 ore a tutta.
Ah però, riesci a fare 2 ore a tutta mangiando un pezzo di crostata per pranzo! Io non potrei mai farlo, quando ancora facevo un paio di uscite a settimana, capitava l'uscita alla domenica mattina e nonostante una discreta colazione rischiavo sempre la crisi di fame. Altra storia al pomeriggio dopo un lauto pasto.

Passando ad altro, c'è qualcuno che ha fatto il Bondone?
Che tempi avete?



Avatar utente
robby
Messaggi: 1216
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da robby » lunedì 22 ottobre 2012, 16:59

Ieri mi sono ricordato di essere un ciclista…checchè ne dicano tutti! Tiè

Mattinata con famiglia a passeggio per le vie della città che accoglierà l’arrivo del Giro d’Italia 2013 e uscita pomeridiana….avendo come base di partenza la casa dei suoceri nei pressi di Desenzano del Garda e avendo voglia di fare strade nuove ho provato a girovagare un po’ su google maps per vedere che percorsi avrei potuto fare stando sul centinaio di km. Alla fin fine mi sono deciso e ho fatto questo itinerario:
Desenzano-Peschiera del Garda-Bardolino-Costermano-San Zeno di Montagna-Brenzone-Torri del Benaco-Garda-Bardolino e ritorno.

Risultato: 107 km (ed era tanto che i 100 non li superavo)in manica corta e pantaloncini, panorama mozzafiato soprattutto nella strada a mezzo costa dopo san zeno di montagna con discesa drittissima e velocissima a picco sul lago (sembrava di tuffarcisi). Inaspettata bella gamba e nonostante un po’ di vento contrario da Brenzone a Peschiera (per chi non conosce il lago di Garda è un bel pezzetto…30ina di km circa) la media finale tonda tonda era di 29,00 km/h, Mica male!

E’ sempre bello fare giri su strade nuove (diciamo che ieri il tratto che non conoscevo era quello che andava da Bardolino a Brenzone comprendente salita e discesa). Ho in mente di fare un altro bel giretto partendo da Bardolino, salendo su monte baldo, scendendo a Brentonico per poi ritornare a Bardolino costeggiando nuovamente il Garda…vediamo se sono ancora in tempo oppure se quello appena passato era l’ultimo week end disponibile


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Strong
Messaggi: 9028
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Strong » lunedì 22 ottobre 2012, 17:50

invidia per chi, quasi a fine ottobre, riesce ancora a sciropparsi più di 100km (non pianeggianti)

purtroppo tra l'accorciarsi delle giornate ed i vari impegni lavorativi e di vita privata (ma quelli ci sono sempre) da ottobre in pioi sono limitato ad una sola uscita settimanale nel we.
Pensare di risucire a mettere assieme più di 60/70km ad uscita è pura utopia
e dire che, probabilmente grazie alla limitata presenza di allergeni nell'aria, la gamba gira meglio da ottobre in poi :boh:


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4745
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Deadnature » lunedì 22 ottobre 2012, 22:45

galliano ha scritto:
pacho ha scritto:Pausa pranzo, cambio al volo, inforco la bestia, cuffiette nelle orecchie, passo al bar a prendere il solito pezzetto di crostata e si parte, 2 ore a tutta.
Ah però, riesci a fare 2 ore a tutta mangiando un pezzo di crostata per pranzo! Io non potrei mai farlo, quando ancora facevo un paio di uscite a settimana, capitava l'uscita alla domenica mattina e nonostante una discreta colazione rischiavo sempre la crisi di fame. Altra storia al pomeriggio dopo un lauto pasto.

Passando ad altro, c'è qualcuno che ha fatto il Bondone?
Che tempi avete?
Io più volte (da tutti i versanti, piccolo vanto), ma dillo prima tu, ché mi vergogno. :)


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
robby
Messaggi: 1216
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da robby » martedì 23 ottobre 2012, 8:24

Strong ha scritto:invidia per chi, quasi a fine ottobre, riesce ancora a sciropparsi più di 100km (non pianeggianti)

purtroppo tra l'accorciarsi delle giornate ed i vari impegni lavorativi e di vita privata (ma quelli ci sono sempre) da ottobre in pioi sono limitato ad una sola uscita settimanale nel we.
Pensare di risucire a mettere assieme più di 60/70km ad uscita è pura utopia
e dire che, probabilmente grazie alla limitata presenza di allergeni nell'aria, la gamba gira meglio da ottobre in poi :boh:
anche io riesco ad uscire molto poco, una o due volte nel week end quando va bene, ma devo dire che effettivamente nel mese di ottobre sono sempre andato molto meglio rispetto ai mesi più caldi


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Avatar utente
robby
Messaggi: 1216
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da robby » martedì 23 ottobre 2012, 8:24

Strong ha scritto:invidia per chi, quasi a fine ottobre, riesce ancora a sciropparsi più di 100km (non pianeggianti)

purtroppo tra l'accorciarsi delle giornate ed i vari impegni lavorativi e di vita privata (ma quelli ci sono sempre) da ottobre in pioi sono limitato ad una sola uscita settimanale nel we.
Pensare di risucire a mettere assieme più di 60/70km ad uscita è pura utopia
e dire che, probabilmente grazie alla limitata presenza di allergeni nell'aria, la gamba gira meglio da ottobre in poi :boh:
anche io riesco ad uscire molto poco, una o due volte nel week end quando va bene, ma devo dire che effettivamente nel mese di ottobre sono sempre andato molto meglio rispetto ai mesi più caldi


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 ottobre 2012, 9:44

robby ha scritto:Ieri mi sono ricordato di essere un ciclista…checchè ne dicano tutti! Tiè

Mattinata con famiglia a passeggio per le vie della città che accoglierà l’arrivo del Giro d’Italia 2013 e uscita pomeridiana….avendo come base di partenza la casa dei suoceri nei pressi di Desenzano del Garda e avendo voglia di fare strade nuove ho provato a girovagare un po’ su google maps per vedere che percorsi avrei potuto fare stando sul centinaio di km. Alla fin fine mi sono deciso e ho fatto questo itinerario:
Desenzano-Peschiera del Garda-Bardolino-Costermano-San Zeno di Montagna-Brenzone-Torri del Benaco-Garda-Bardolino e ritorno.

Risultato: 107 km (ed era tanto che i 100 non li superavo)in manica corta e pantaloncini, panorama mozzafiato soprattutto nella strada a mezzo costa dopo san zeno di montagna con discesa drittissima e velocissima a picco sul lago (sembrava di tuffarcisi). Inaspettata bella gamba e nonostante un po’ di vento contrario da Brenzone a Peschiera (per chi non conosce il lago di Garda è un bel pezzetto…30ina di km circa) la media finale tonda tonda era di 29,00 km/h, Mica male!

E’ sempre bello fare giri su strade nuove (diciamo che ieri il tratto che non conoscevo era quello che andava da Bardolino a Brenzone comprendente salita e discesa). Ho in mente di fare un altro bel giretto partendo da Bardolino, salendo su monte baldo, scendendo a Brentonico per poi ritornare a Bardolino costeggiando nuovamente il Garda…vediamo se sono ancora in tempo oppure se quello appena passato era l’ultimo week end disponibile
settimana pazzesca, tra lavoro e insegnamento meeto giù un 9-24 da lunedì a venerdì. Sabato mi alzo, e comincio a camminare, camminare, camminare. Sembra primavera. 20 gradi a Milano. Telefonata di qui, squillo di là, smonto il mezzo e lo butto nella Legacy dell'amico, destinazione Pavia. Scendiamo, si va tranquilli in statale, poi si imboccan le stradine, eccoci alla statale della bassa padana, e su, per i colli. Strappi, controstrappi, lunghi tratti sulla dorsale. Mi sento rinascere. Un venticello mi fa venir voglia di manicotti, ma in verità basta spingere un po' e ci si ritrova sudati e come si deve. I panormai cangian a manca e a dritta. Il mio amico è perso, appesantito dal rientro. Mi sorprendo di aver la gamba che gira ancora dopo 3 settimane di fermo totale.

Un weekend molto bello, che replicherò di dicuro, credo già da venerdì pomeriggio. E fanc....o agli impegni.

PS Com'era? "Robby fa il passo?"
Anche Maìno. Ho lustrato l'anello...


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 ottobre 2012, 9:47

Strong ha scritto:invidia per chi, quasi a fine ottobre, riesce ancora a sciropparsi più di 100km (non pianeggianti)

purtroppo tra l'accorciarsi delle giornate ed i vari impegni lavorativi e di vita privata (ma quelli ci sono sempre) da ottobre in pioi sono limitato ad una sola uscita settimanale nel we.
Pensare di risucire a mettere assieme più di 60/70km ad uscita è pura utopia
e dire che, probabilmente grazie alla limitata presenza di allergeni nell'aria, la gamba gira meglio da ottobre in poi :boh:
Inventati un impegno,
funziona sempre.

"purtroppo dalle 10 alle 13 il sabato non posso: pranzo sul tardi?
E i 100 km ottobrini,
una gran goduria con questo solicello, tornan realtà...


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 ottobre 2012, 10:01

pacho ha scritto:No, su questo sfondi una porta aperta:non ho nemmeno il cardio... e quando vedo che perfino il 90% degli amatori della zona fa tutta l'uscita con l'occhio puntato su un mostro posizionato all'attacco manubrio mi viene il nervoso (...più che altro, mi fanno un po' tenerezza perchè quando c'è da fare un fuori soglia, s'imballano come dei prosciutti).
Quest'anno mentre faccio un passo alpino mi sento poco in palla,
cerco di andar su del mio. Arrivo a un certo punto e vedo che nessuno mi segue. Non che andassi forte, affatto. Dietro i cardiofrequenzisti si erano accorti di essere molto su.
Rallento e chiedo cosa sta succedendo. "Le frequenze vanno su troppo, la salita è lunga" mi rispondono (tra l'altro mica siamo dei PRO: che te frega, sbarelli, metti il piede giù, foto al panorama, e riparti moscio. Ma che te frega? Comunque...)
Comunque rallento e sto con loro. Metto le dita al collo e conto 140 battiti in un minuto. Sarà l'altezza, sarà la salita, comunque il cuore gira abbastanza veloce. Ma neanche troppo. Butto giù la catena, e me ne vado.
In cima son lì a parlare con un motociclista. Arrivano i soci: "ah, neanche così dura".
Ma andate a cagare, pavidi! Io ero lì cotto e sfinito,
e loro col loro rapportino, Polar e borraccetta a dirmi "neanche così dura"
Ignavi.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » martedì 23 ottobre 2012, 10:14

Maìno della Spinetta ha scritto:Comunque rallento e sto con loro. Metto le dita al collo e conto 140 battiti in un minuto. Sarà l'altezza, sarà la salita, comunque il cuore gira abbastanza veloce. Ma neanche troppo. Butto giù la catena, e me ne vado.
In cima son lì a parlare con un motociclista. Arrivano i soci: "ah, neanche così dura".
Ma andate a cagare, pavidi! Io ero lì cotto e sfinito,
e loro col loro rapportino, Polar e borraccetta a dirmi "neanche così dura"
Ignavi.
:D :D :D no dai, lo sfottò delle dita sul collo per misurare le pulsazioni potevi risparmiartelo....hai misurato i 10" e poi moltiplicato per 6? :D oppure proprio proprio hai contato fino a 140 per tutto il minuto mentre loro pedalavano? qualcuno secondo me si è pure offeso....comunque , caro amico, per avere 140 pulsazioni dopo un lungo tratto di salita vuol dire che per il tuo ritmo loro stavano salendo piano, ma piano piano eh.....potevi pure portarti una clessidretta in tasca per contare il distacco in cima....



herbie
Messaggi: 3485
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da herbie » martedì 23 ottobre 2012, 10:23

Maìno della Spinetta ha scritto:settimana pazzesca, tra lavoro e insegnamento meeto giù un 9-24 da lunedì a venerdì. Sabato mi alzo, e comincio a camminare, camminare, camminare. Sembra primavera. 20 gradi a Milano. Telefonata di qui, squillo di là, smonto il mezzo e lo butto nella Legacy dell'amico, destinazione Pavia. Scendiamo, si va tranquilli in statale, poi si imboccan le stradine, eccoci alla statale della bassa padana, e su, per i colli. Strappi, controstrappi, lunghi tratti sulla dorsale. Mi sento rinascere. Un venticello mi fa venir voglia di manicotti, ma in verità basta spingere un po' e ci si ritrova sudati e come si deve. I panormai cangian a manca e a dritta. Il mio amico è perso, appesantito dal rientro. Mi sorprendo di aver la gamba che gira ancora dopo 3 settimane di fermo totale.

Un weekend molto bello, che replicherò di dicuro, credo già da venerdì pomeriggio. E fanc....o agli impegni.

PS Com'era? "Robby fa il passo?"
Anche Maìno. Ho lustrato l'anello...
:P nonono, qui invece te la boccio proprio...ma come? così, esci di casa con una idea, andare a passeggiare, poi, nel bel mezzo della mattinata, che ore erano? le 11, mezzogiorno? ti salta in mente tutt'altra cosa, di fare un giretto in bici, dove, udite udite, a quasi un'ora di macchina (mettici la vestizione, il traffico in uscita da milano, il reperimento del parcheggio....), e trovi pure uno che ti segue? nononono le uscite in bici come Dio comanda devono essere organizzate come Dio comanda altrimenti che mi muovo a fare? due ore e mezza tra viaggio, preparazione, ritorno, doccia non ne vale la pena di buttarle se non per almeno 4 di bici, almeno....



Avatar utente
pacho
Messaggi: 2438
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da pacho » martedì 23 ottobre 2012, 10:47

Bravi cagnacci...anche se far salite a 140 battiti... :bll: Herbie the flogger is right :worthy:
Robby allenati, che la scusa del pargolo inizia a scricchiolare :scooter:

Per la prima volta quest'anno, ieri ho avuto il rifiuto della bici. La corsa di sabato e l'uscita del giorno dopo mi hanno massacrato.
Sabato, circuito di 96 km tra le colline marchigiane, media 43! Dato che non ho squadra, curavo i big che a loro volta si curavano. Dopo mille tentativi di entrare durante i primi 40 km, va via la fuga bidone di 15,con altri due andati via all'ultimo km. Mi sono dovuto accontentare di castigare il gruppo in volata :whip: No scherzo, In realtà pensavo che ci fosse lo striscione d'arrivo, invece quand'ho chiesto dove fosse mi han detto: è li a 300 metri, vicino al camion!...quindi son dovuto partire dal fondo e rimontare per quanto possibile...alla fine, secondo della volata del gruppo e 19esimo assoluto. Voto: 3-.

Ad ogni modo, le grosse differenze rispetto alle categorie agonistiche sono che:
-in pianura le andature sono pressoché identiche (e soffro abbastanza la cosa perchè a 58 kg in pianura stai sempre inchiodato)
-sugli strappi e in volata, qui le andature sono nettamente inferiori, c'è meno esplosività.

Domenica pensavo di fare un'uscita tranquilla. Sti cazzi. dato il ritado cronico che scandisce la mia esistenza, e gli insulti ricevuti, son arrivato tardi all'appuntamento, facendo i primi 10 km pancia a terra su un falsopiano in salita ad inseguire il gruppo. Una volta raggiunto, il percorso prevedeva 130 km con strappi e salite in abbondanza e una guerra continua, dato che c'era da vendicare la corsa del giorno prima.

Non vedo l'ora che arrivi domenica prossima e staccare per due settimane :D ..anche se nel mentre l'obiettivo sarà quello di non replicare le mangiate invernali del mitico Jan.
Alla fine, la stagione è andata bene. Dopo 10 anni di inattività, magnate, panza, fumi e birra, il contachilometri segna 10.000 tondi fatti in circa 7 mesi (anche se i primi 2 le uscite si aggiravano attorno ai 30 km), e la bilancia è scesa da 78.5 a 58.
Se la voglia e il tempo mi assisteranno ancora, quest'inverno vita monastica all'insegna del sacrificio :diavoletto:


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
robby
Messaggi: 1216
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da robby » martedì 23 ottobre 2012, 12:53

caro pacho,


Il pargolo non è una scusa e io sono il primo a non cercare scuse…tu ormai sei completamente fuori dalla mia portata. Lo so bene….uno che non corre da 10 anni, si allena e alla prima GF agonistica arriva nei 30 assoluti è completamente fuori dalla mia portata…a meno che, non uscissi tutti i giorni, mi facessi 100 km al giorno con lavori specifici da qui fino a giugno e tenessi controllato anche il cibo…il piccolo problema è che il rovescio della medaglia sarebbe:
- Divorzio (e conseguente dilapidazione economica da adesso e fino alla fine dei miei giorni)
- Rifiuto totale della bici (checcazzo, io in bici mi diverto, come ho fatto domenica!)

Mi tengo stretta mia moglie, mio figlio e la mia sconfinata passione per le pedalate!! 

…ciò non toglie che essendo il Gabri un po’ più grande magari adesso riesco a ritagliarmi qualche km in più nei week end e il tutto sarebbe solo un qualcosa di più divertente!

@Maìno…stai per fare pure tu il grande passo???!!??? Yuppie!! Auguroni!!

Potresti essere il mio ideale compagno di uscite in bici d'ora in poi :cincin:

@Herbie...ma prima o poi un giro in bici insieme riusciamo a farlo? dammi tempo di mettere un po' di fieno in cascina e un po' di fondo


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 ottobre 2012, 19:59

herbie ha scritto:
Maìno della Spinetta ha scritto:Comunque rallento e sto con loro. Metto le dita al collo e conto 140 battiti in un minuto. Sarà l'altezza, sarà la salita, comunque il cuore gira abbastanza veloce. Ma neanche troppo. Butto giù la catena, e me ne vado.
In cima son lì a parlare con un motociclista. Arrivano i soci: "ah, neanche così dura".
Ma andate a cagare, pavidi! Io ero lì cotto e sfinito,
e loro col loro rapportino, Polar e borraccetta a dirmi "neanche così dura"
Ignavi.
:D :D :D no dai, lo sfottò delle dita sul collo per misurare le pulsazioni potevi risparmiartelo....hai misurato i 10" e poi moltiplicato per 6? :D oppure proprio proprio hai contato fino a 140 per tutto il minuto mentre loro pedalavano? qualcuno secondo me si è pure offeso....comunque , caro amico, per avere 140 pulsazioni dopo un lungo tratto di salita vuol dire che per il tuo ritmo loro stavano salendo piano, ma piano piano eh.....potevi pure portarti una clessidretta in tasca per contare il distacco in cima....
opppure 20 secondi per 3? eran 140 o 160? Chi si ricorda, ricordo solo dove mi montò l'incazzatura: un tratto in falsopiano, quando si vuol spingere beati e invece i pavidi avevano il braccino, anzi, la gambetta, per timore. Pavidi. Padri di famiglia, rovinati... E io mi ridurrò come loro. Che poi avendo il 34 come moltiplica veramente gestisci bene una salita, a meno di andare su pendenze assurde, pigli il tuo passo e via. Ma loro no. Dannazione.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4963
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Allenamenti e sensazioni, 2012

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 ottobre 2012, 20:08

herbie ha scritto: :P nonono, qui invece te la boccio proprio...ma come? così, esci di casa con una idea, andare a passeggiare, poi, nel bel mezzo della mattinata, che ore erano? le 11, mezzogiorno? ti salta in mente tutt'altra cosa, di fare un giretto in bici, dove, udite udite, a quasi un'ora di macchina (mettici la vestizione, il traffico in uscita da milano, il reperimento del parcheggio....), e trovi pure uno che ti segue? nononono le uscite in bici come Dio comanda devono essere organizzate come Dio comanda altrimenti che mi muovo a fare? due ore e mezza tra viaggio, preparazione, ritorno, doccia non ne vale la pena di buttarle se non per almeno 4 di bici, almeno....
sto diventando schiavo della vita stressata. :muro: :muro: :muro:
Dannazione. A fuoria di incastrare le cose, pur di avere 3 ore in pace, sei disposto a queste idiozie.


@Pacho. A te, Mr Dukan e le sue bresaole anoressiche, fanno 'n baffo


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.


Rispondi