Consiglio per bici

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 10:49

Consiglio per bici

Messaggio da leggereda eka » domenica 1 gennaio 2017, 12:05

Ciao a tutti,
per inizire bene l'anno ho intenzione di comprarmi una bici. Non ne so niente in realtà :D quindi son qui a chiedervi un consiglio su come muovermi.
Il mio capo a lavoro ha intenzione di prestarmi la sua "vecchia" trek, una montain bike, siamo alti uguale quindi dovrebbe andare bene per le misure. Ma io, per una questione anche estetica, propenderei per una ciclocross.
Al momento penso la userei per andare a lavoro (37.7 km, ma non tutti i giorni) e fare giri per strade bianche.
Come ho detto, non ne so un granchè in realtà, da neofita ho bisogno di capire quali sono gli aspetti da tenere maggiormente da conto. Non vorrei andare a vedere biciclette senza avere una minima idea e rischiare di farmi influenzare dal venditore di turno (anche se ho già un'idea su un paio di posti gestiti da persone oneste -ma se avete qualche dritta per le zone di Padova-Treviso-Vicenza-Venezia ben vengano).
Di mio ho un debole per le bmc e Colnago e sto pensando di passare anche a Rossano Veneto alla Willier. Cosa sapete dirmi delle marche? Quali sono i dettagli tecnici che le differenziano?
Grazie e buon anno :)




eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 10:49

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda eka » domenica 1 gennaio 2017, 13:59

dimenticavo:
budget 1000 euro, un massimo di 1500 a voler esagerare. Non so se per iniziare sia troppo/troppo poco.
Pensavo gruppo Campagnolo.



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda Bitossi » domenica 1 gennaio 2017, 14:23

Stavo per scrivere che alle tue richieste mancava un dato fondamentale, eka: il budget... :dollar:

In ogni caso, qualche considerazione iniziale: la definizione "bici da cross" in questo periodo può includere comodamente le gravel di nuova concezione, ovvero bici all-terrain, di solito in alluminio con freni a disco preferibilmente meccanici (l'idraulico può risultare di difficile manutenzione, se si desidera ad esempio viaggiare).
Non sottovaluterei le offerte delle marche che vendono solo online, come le tedesche Canyon o Rose, visto che Colnago e Bmc, e pure per certi versi Wilier, non sono propriamente tra le più economiche.
Esempio Canyon Inflite più economica, alluminio con freni a disco idraulici: https://www.canyon.com/it/road/inflite/ ... l-8-0.html
Esempio Rose Pro Cross economica, con freni meccanici: https://www.rosebikes.it/bike/rose-pro- ... aid:889054
Rinunciando alle lusinghe dei vari "si vende", si possono risparmiare alcune centinaia di euro; il servizio di consegna è solitamente impeccabile.

Infine, le modaiole americane Surly Straggler: http://surlybikes.com/bikes/straggler
Oppure Salsa Warbird: http://salsacycles.com/bikes/warbird/2017_warbird_105
Costano decisamente di più, ma, appunto, sono "di moda"... :boh:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda Bitossi » domenica 1 gennaio 2017, 14:41

Dimenticavo: nella gamma Wilier c'è qualcosa nel tuo budget, ad esempio questa Jareen in 3 versioni: http://www.wilier.com/it/prodotti/int/gravel/jareen
(dischi idraulici solo sulla più costosa; thru axle significa perno passante alla ruota anteriore, molto più resistente e sicuro dello sgancio rapido delle bdc)

CVD: sono montate con gruppi Shimano di gamma medio/bassa, a differenza di quelle precedentemente segnalate, che montavano mi pare tutte il 105, molto più affidabile. A prop, forse in questa tipologia di bike Shimano è preferibile; personalmente monterei Campagnolo solo su specialissime da strada.


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 10:49

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda eka » domenica 1 gennaio 2017, 16:02

Grazie mille! La canyon è davvero bella, ci faccio un serissimo pensiero.
Di salsa mi avevano parlato molto bene, insieme alla trek. ma io sono davvero innamorata di bmc e colnago e sto facendo molta fatica a considerare il resto, al di là del prezzo (conoscendomi, a rischio di risultare ridicola, se riesco a trovare una modalità di pagamento fattibile, andrà a finire che opterò per una delle due). diciamo che se resto sui 1500 posso prenderla a breve, se salgo, devo aspettare almeno-almeno un mesetto.
Domande tecniche:
tra alluminio e carbonio, per chi inizia, cos'è meglio?
io ho una schiena abbastanza sofferente ultimamente (il lavoro d'ufficio è letale), quindi devo valutare bene anche la posizione. Mi sembrava che le ciclocross fossero vantaggiose anche per questo, perchè a leggere sembra siano più alte e comode. a questo proposito forse dovrei tenere in considerazione anche le endurance, o no? inoltre, quale manubrio è migliore? a me dispiacerebbe il manubrio "dritto" da mtb, ma mi dicono che sia meglio.
perchè shimano è consigliabile rispetto a campagnolo? in effetti anche la colnago monta shimano...
delle bici disegnate specificamente per donne, invece? hanno senso? o sono solo un modo per creare un nuovo mercato?




Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2530
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano
Contatta:

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda Bitossi » domenica 1 gennaio 2017, 18:50

Alluminio vs Carbonio: ovviamente il secondo è molto più pregiato, richiedendo una lavorazione più complessa, oltre che per il valore intrinseco del materiale. Semplificando: reattività simile, comfort decisamente superiore per il carbonio, se realizzato con cura (anche per le fibre ci sono diverse qualità e modalità di realizzazione delle tubazioni). In genere, una carbon viene a costare mediamente intorno o sopra i 500 € in più di un modello analogo, con le stesse dotazioni.
Quindi per problemi di schiena andrebbe consigliato, risolta la questione prezzi. Dipende però anche da che uso se ne vuole fare: in ogni caso, anche stando sempre su strada, col livello di manutenzione che ultimamente abbiamo in Italia, il carbonio è altamente consigliabile. :D
Un esempio, per tirare dentro un altro marchio che conosco molto bene: Giant Anyroad Comax in carbonio con freni a disco meccanici (a me piace molto) https://www.giant-bicycles.com/it/anyroad-comax
Lo stesso modello in alluminio costa esattamente 500 € in meno, ed è anche meno dotato a livello di gruppo.

Questione endurance: questa tipologia di bike è pensata per un uso esclusivamente stradale; sono solo più comode e montano rapporti generalmente più agili rispetto alle specialissime da strada. Ormai montano quasi tutte i freni a disco idraulici, anche a scelta, e si possono trovare nel listino di praticamente tutte le marche più prestigiose.
Esempio Trek Domane 4 in carbonio: siamo su prezzi più alti, ma tecnologia molto interessante. http://trekbikes.com/it/it_IT/biciclett ... 1300-2016/

Manubrio: la piega da corsa è molto più stilosa, non c'è niente da fare... poi va a gusti. :boh: (okkio che cambiano anche i comandi, che diventano da MTB col manubrio dritto)

Campagnolo vs Shimano: se praticamente tutte le bici che abbiamo visto non montano Campagnolo, qualcosa vorrà dire... :D
Anche qui semplificando: Campagnolo non inferiore tecnicamente, e nemmeno più delicato, a ben vedere, a parità di livello con i concorrenti (mettiamoci anche Sram, e da quest'anno anche Fsa). Costicchiano, ma anche gli altri non scherzano. Direi che è forse più una questione di tradizione; Campagnolo rappresenta il top immaginario nelle specialissime, e forse le marche si adeguano a questa immagine, senza contare che nel caso delle bici che rappresentano una "via di mezzo" la componentistica può variare (l'esempio dei comandi col manubrio dritto potrebbe essere il più calzante).

Modelli per donna: mah... forse vale la tua seconda ipotesi, anche se l'attenzione al genere è una discreta novità, in un ambiente abbastanza maschilista... :diavoletto:
(Seriamente: per ovvi motivi mai provata una, e viste in giro pochissime. Immagino ci sia un ulteriore step di comfort, anche con attenzione alle geometrie. Il marchio Giant ad esempio si chiam Liv, e dispone fra l'altro di questo modello in alluminio con dischi idraulici, ad un prezzo interessante: https://www.liv-cycling.com/it/avail-sl-1-disc--cdb )

Buon Anno e buona scelta, anche se ormai avrai capito che più ci si guarda in giro, più curiosità viene! :cincin:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 10:49

Re: Consiglio per bici

Messaggio da leggereda eka » domenica 1 gennaio 2017, 19:51

grazie mille ancora!

Bitossi ha scritto:Alluminio vs Carbonio: ovviamente il secondo è molto più pregiato, richiedendo una lavorazione più complessa, oltre che per il valore intrinseco del materiale. Semplificando: reattività simile, comfort decisamente superiore per il carbonio, se realizzato con cura (anche per le fibre ci sono diverse qualità e modalità di realizzazione delle tubazioni). In genere, una carbon viene a costare mediamente intorno o sopra i 500 € in più di un modello analogo, con le stesse dotazioni.
Quindi per problemi di schiena andrebbe consigliato, risolta la questione prezzi. Dipende però anche da che uso se ne vuole fare: in ogni caso, anche stando sempre su strada, col livello di manutenzione che ultimamente abbiamo in Italia, il carbonio è altamente consigliabile. :D
Un esempio, per tirare dentro un altro marchio che conosco molto bene: Giant Anyroad Comax in carbonio con freni a disco meccanici (a me piace molto) https://www.giant-bicycles.com/it/anyroad-comax
Lo stesso modello in alluminio costa esattamente 500 € in meno, ed è anche meno dotato a livello di gruppo.



Devo valutare bene la questione budget perché sarà pure la mia prima bici ma vorrei che fosse anche l'unica per un bel po' di anni, quindi forse fare lo sforzo economico per prenderne una in carbonio vale la pena a questo punto…
anche se quella canyon mi ha proprio colpito…

Questione endurance: questa tipologia di bike è pensata per un uso esclusivamente stradale; sono solo più comode e montano rapporti generalmente più agili rispetto alle specialissime da strada. Ormai montano quasi tutte i freni a disco idraulici, anche a scelta, e si possono trovare nel listino di praticamente tutte le marche più prestigiose.
Esempio Trek Domane 4 in carbonio: siamo su prezzi più alti, ma tecnologia molto interessante. http://trekbikes.com/it/it_IT/biciclett ... 1300-2016/


mh allora le scarto a prescindere perché una cosa so per certo: non devo avere problemi fuoristrada

Manubrio: la piega da corsa è molto più stilosa, non c'è niente da fare... poi va a gusti. :boh: (okkio che cambiano anche i comandi, che diventano da MTB col manubrio dritto)


ahah sì, sono decisamente più belli e stilosi, su questo non ci sono dubbi. per me poi l'estetica è un fattore (quasi) decisivo, però prima volevo ben capire che differenze pratiche ci sono anche per la postura

comunque sì, da quando ho cominciato a spulciare i vari siti mi sto perdendo :D spero di decidermi per il meglio in tempi brevi :bici: