Pagina 39 di 39

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 14 dicembre 2017, 0:04
da Basso
Premessa: non si tratta di doping. Si tratta solo di tre geni all'opera http://www.cicloweb.it/2017/12/13/team-lottonl-jumbo-corridori-espulsi-ritiro/

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 16 dicembre 2017, 11:17
da Basso
Per una volta l'UCI ha riconosciuto l'involontarietà totale dell'assunzione di una sostanza http://www.cicloweb.it/2017/12/16/caso-bresciani-luci-scagiona-lazzurro-assunzione-involontaria-2-mesi-stop/

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 16 dicembre 2017, 12:10
da dietzen
Basso ha scritto:Per una volta l'UCI ha riconosciuto l'involontarietà totale dell'assunzione di una sostanza http://www.cicloweb.it/2017/12/16/caso-bresciani-luci-scagiona-lazzurro-assunzione-involontaria-2-mesi-stop/


simile al caso errani, mi pare.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 16 dicembre 2017, 15:18
da andriusskerla
Basso ha scritto:Premessa: non si tratta di doping. Si tratta solo di tre geni all'opera http://www.cicloweb.it/2017/12/13/team-lottonl-jumbo-corridori-espulsi-ritiro/

La situazione sembra più complicata di quanto apparisse inizialmente.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 18 dicembre 2017, 17:03
da Basso

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 18 dicembre 2017, 19:55
da henny5
tre pesi e due misure. se hanno recisso il contratto con lobato dovevano farlo anche con tolhoek ed eenkhoorn.
spero che dopo questa cazzata, lobato riesca comunque a trovare un team professional (es.euskadi)

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 18 dicembre 2017, 21:38
da dietzen
henny5 ha scritto:
tre pesi e due misure. se hanno recisso il contratto con lobato dovevano farlo anche con tolhoek ed eenkhoorn.
spero che dopo questa cazzata, lobato riesca comunque a trovare un team professional (es.euskadi)


bè, da quanto è trapelato pare sia stato lobato a dare i medicinali agli altri due, quindi ci sta che sia ritenuto maggiormente responsabile.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 18 dicembre 2017, 22:05
da Tranchée d'Arenberg
dietzen ha scritto:
henny5 ha scritto:
tre pesi e due misure. se hanno recisso il contratto con lobato dovevano farlo anche con tolhoek ed eenkhoorn.
spero che dopo questa cazzata, lobato riesca comunque a trovare un team professional (es.euskadi)


bè, da quanto è trapelato pare sia stato lobato a dare i medicinali agli altri due, quindi ci sta che sia ritenuto maggiormente responsabile.


Tra l'altro, ho letto che la sera in cui sono stati sgamati, non riuscivano a risvegliare Lobato, tanto che hanno chiamato pure l'ambulanza. Lo spagnolo si è risvegliato solo all'arrivo dei soccorsi. Gli altri due invece pare che fossero in condizioni migliori.

Diciamo pure che Juanjo è un atleta di 29 anni, professionista da 7. Toholek e Eenkhorn sono invece dei giovani talenti. Il primo di anni ne ha 23 ed è prof da 2, mentre il secondo ha solo 20 anni e sta per passare proprio nel 2018. Insomma, magari ai due olandesi hanno voluto riconoscere anche questa attenunate.

Certo, la disparità di trattamento è comunque evidente. Lobato si ritrova a piedi a fine dicembre, credo con scarse possibilità di trovare una buona squadra a questo punto dell'anno; per gli olandesi 'solo' 2 mesi di sospensione, dei quali 1 praticamente abbonato visto che nei prossimi 30 giorni in pratica non si corre.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 18 dicembre 2017, 22:19
da dietzen
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
dietzen ha scritto:
henny5 ha scritto:tre pesi e due misure. se hanno recisso il contratto con lobato dovevano farlo anche con tolhoek ed eenkhoorn.
spero che dopo questa cazzata, lobato riesca comunque a trovare un team professional (es.euskadi)


bè, da quanto è trapelato pare sia stato lobato a dare i medicinali agli altri due, quindi ci sta che sia ritenuto maggiormente responsabile.


Tra l'altro, ho letto che la sera in cui sono stati sgamati, non riuscivano a risvegliare Lobato, tanto che hanno chiamato pure l'ambulanza. Lo spagnolo si è risvegliato solo all'arrivo dei soccorsi. Gli altri due invece pare che fossero in condizioni migliori.

Diciamo pure che Juanjo è un atleta di 29 anni, professionista da 7. Toholek e Eenkhorn sono invece dei giovani talenti. Il primo di anni ne ha 23 ed è prof da 2, mentre il secondo ha solo 20 anni e sta per passare proprio nel 2018. Insomma, magari ai due olandesi hanno voluto riconoscere anche questa attenunate.

Certo, la disparità di trattamento è comunque evidente. Lobato si ritrova a piedi a fine dicembre, credo con scarse possibilità di trovare una buona squadra a questo punto dell'anno; per gli olandesi 'solo' 2 mesi di sospensione, dei quali 1 praticamente abbonato visto che nei prossimi 30 giorni in pratica non si corre.


comunque per lobato si parla di rescissione consensuale e nei giorni scorsi leggevo che si stavano accordando con il suo manager, ergo gli pagheranno buona parte dello stipendio se non addirittura tutto.
quindi non dovrebbe essere complicato per lui trovare una professional, visto che la parte economica è coperta dagli olandesi. (un po' come accadde con luis leon Sanchez alla caja rural)

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 19 dicembre 2017, 18:37
da henny5
dietzen ha scritto:
henny5 ha scritto:
tre pesi e due misure. se hanno recisso il contratto con lobato dovevano farlo anche con tolhoek ed eenkhoorn.
spero che dopo questa cazzata, lobato riesca comunque a trovare un team professional (es.euskadi)


bè, da quanto è trapelato pare sia stato lobato a dare i medicinali agli altri due, quindi ci sta che sia ritenuto maggiormente responsabile.
in realtà quello che aveva la pillola per il sonnifero era tolhoek...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: mercoledì 24 gennaio 2018, 15:38
da nemecsek.
nemecsek. ha scritto:
Winter ha scritto:http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2017/09/14/news/caso-rumsas-sei-indagati-per-doping-1.15851864

Bruttissima vicenda


tristezza
e schifo


http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/c ... 8bcaf.html


Pietas

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: mercoledì 31 gennaio 2018, 18:27
da Basso
Come si fa a non amare la Vuelta a Costa Rica e in particolar modo il clan Rojas? :champion: :champion: :champion: http://www.cicloweb.it/2018/01/31/antidoping-vuelta-costa-rica/

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: mercoledì 31 gennaio 2018, 19:38
da Winter
Be viste le performance. .
probabilmente pensavano non ci fosse controllo antidoping

Son rimasto enormemente sorpreso che tra i positivi c è jason huertas
Era la grande speranza del ciclima centro americana
Ottimi risultati da junior , quest anno buonissima prima stagione al lizarte , strada spianata al professionismo con la movista
E invece..

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: mercoledì 31 gennaio 2018, 20:24
da Luca90
Basso ha scritto:Come si fa a non amare la Vuelta a Costa Rica e in particolar modo il clan Rojas? :champion: :champion: :champion: http://www.cicloweb.it/2018/01/31/antidoping-vuelta-costa-rica/

:diavoletto:

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: mercoledì 31 gennaio 2018, 23:58
da Luca90
aspetto con ansia i risultati dell'antidoping alla vuelta san juan :diavoletto:

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 3 febbraio 2018, 14:34
da Luca90
sulla gazzetta articolo sui casi doping in colombia e costa rica... e si parla di controlli fatti appositamente sulla squadra del vincitore della vuelta san juan... non ci resta che attendere...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 11:27
da Basso

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 14:28
da el_condor
Conoscevo Narciso Franceschi ...
Sono veramente addolorato soprattutto pensando alla famiglia Rumsas: non riesco ad accettare il fatto che un padre possa mettere in pericolo la vita di un figlio. Non mi pare possibile che Rumsas non fosse al corrente dei pericoli. Non so cosa pensare..Tristissimo anche pensare ai giovani atleti che si inducono a imbrogliare...
Sono senza parole...
ciao

el_condor
P.S. di Lunata ho bei ricordi quando andavo a trovare Colombini e spesso vi incontravo campioni...(la prima volta andai con Silvano Ciampi incontrato in allenamento...)

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 15:13
da Montana Miller
Io nello specifico non mi meraviglio,questo (Rumsas) all'epoca fece fare vari mesi di galera alla moglie pur di non consegnarsi lui.Di uno così vigliacco c'è davvero poco da stupirsi.Comunque troppi titoli e spazi informativi importanti per una vicenda di Ciclismo giovanile e quindi marginale.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 16:08
da barrylyndon
De Negri positvo ad un anabolizzante...che giornatina, ragazzi..

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 16:21
da Basso

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 18:05
da Faxnico
Purtroppo dei corridori passati per le nostre professional, ormai facciamo prima a nominare quelli che si son salvati, rispetto ai beccati. :(
Lo stesso Viola arrestato oggi, stagista prima Lampre, poi sia con Scinto che con Savio...
Boh, invece della (non) risposta politica, sarebbe più utile suggerire ai TM di provare sempre a capire un minimo con chi hanno a che fare mi sà, dato che tra loro stà gente continua spesso e volentieri a vantarsi...
L'intercettazione sui bimbetti che portiamo in giro per il mondo, mi auguro di cuore faccia suonare qualche campanello e verificare a chi di dovere.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 18:26
da Strong
Faxnico ha scritto:L'intercettazione sui bimbetti che portiamo in giro per il mondo, mi auguro di cuore faccia suonare qualche campanello e verificare a chi di dovere.


dubito, anche perchè questi non fanno altro che copiare dai grandi.
forse il campanello suonerà se ci sarà qualche morto. forse...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 18:58
da Denb
Montana Miller ha scritto:Di uno così vigliacco c'è davvero poco da stupirsi.Comunque troppi titoli e spazi informativi importanti per una vicenda di Ciclismo giovanile e quindi marginale.


A me la storia di un team che faceva dopare dei ragazzini mi sembra tutt'altro che marginale...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 20:18
da nemecsek.
Ad esse l avvocato de sti gentiluomini, andrebbi al tempio a ringraziare gli dei se il reato contestato fosse "solo" dopping.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: giovedì 8 febbraio 2018, 20:22
da Winter
Strong ha scritto:
Faxnico ha scritto:L'intercettazione sui bimbetti che portiamo in giro per il mondo, mi auguro di cuore faccia suonare qualche campanello e verificare a chi di dovere.


dubito, anche perchè questi non fanno altro che copiare dai grandi.
forse il campanello suonerà se ci sarà qualche morto. forse...

ma uno c'e' gia' stato :( (anzi piu' di uno.. mascherati da morti naturali..)

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: venerdì 9 febbraio 2018, 13:42
da Montana Miller
Denb ha scritto:A me la storia di un team che faceva dopare dei ragazzini mi sembra tutt'altro che marginale...


Hai ragione,pare che sottovaluto e non è il caso.E' solo che mi chiedo cos'abbia di più sportivo un fatto di doping di Ciclismo giovanile rispetto al pedofilo allenatore della squadretta di Calcio.Di certo a spostare l'attenzione non può essere la visibiltà dei soggetti,inesistente in entrambi i casi.Eppure uno passa con risonanza e l'altro molto sottotraccia,quando la gravità,le implicazioni personali a tutto tondo e il numero totale dei soggetti coinvolti,è probabile facciano pendere la bilancia sulla seconda situazione.Almeno dal mio punto di vista.Si dessero un po' tutte mi starebbe bene,ma così non è.La discriminante mi sfugge,mi pare quantomeno discrezionale.Che poi nello specifico del figlio di Rumsas venuto a mancare la responsabilità ritengo sia della famiglia piuttosto che della società coinvolta.Loro le armi per difendersi le avrebbero dovute avere più di chiunque altro.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: venerdì 9 febbraio 2018, 13:51
da Theakston
Vicenda molto brutta, anche perché si pensava che il mondo del ciclismo avesse fatto un po' di pulizia. Oltretutto non era nemmeno una delle squadre più forti...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 10 febbraio 2018, 0:38
da bartoli
Sciotti :roll:

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 10 febbraio 2018, 8:26
da sceriffo
bartoli ha scritto:Sciotti :roll:

?

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: sabato 10 febbraio 2018, 19:45
da Subsonico

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: domenica 11 febbraio 2018, 10:27
da CarbonaraJazz
bartoli ha scritto:Sciotti :roll:


Ma se non sbaglio De Negri è stao pizzicato quando non correva più per Sciotti.
La nuova MsTina-Focus ha vari corridori ex Nippo ed il DS Giuliani.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: domenica 11 febbraio 2018, 22:54
da barrylyndon

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: domenica 11 febbraio 2018, 22:55
da Luca90

ne parlava la gazzetta di oggi...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 0:04
da bartoli
CarbonaraJazz ha scritto:
bartoli ha scritto:Sciotti :roll:


Ma se non sbaglio De Negri è stao pizzicato quando non correva più per Sciotti.
La nuova MsTina-Focus ha vari corridori ex Nippo ed il DS Giuliani.

No, mi riferivo a cosa ha scritto su Tuttobici dove è stato smascherato mentre usava più di un account

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 9:51
da marco_graz
bartoli ha scritto:
CarbonaraJazz ha scritto:
bartoli ha scritto:Sciotti :roll:


Ma se non sbaglio De Negri è stao pizzicato quando non correva più per Sciotti.
La nuova MsTina-Focus ha vari corridori ex Nippo ed il DS Giuliani.

No, mi riferivo a cosa ha scritto su Tuttobici dove è stato smascherato mentre usava più di un account

Cosa ha scritto?

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 11:55
da Theakston

In effetti se ci fai caso nella foto allegata all'articolo ha un bel mascellone! :D
In tanti sport (ciclismo, atletica, sci di fondo) i successi polacchi mi hanno lasciato molti dubbi.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 17:04
da castelli
la mascella diviene più pronunciat negli atleti principalmente per la magrezza. alcuni hanno il viso tondo e fanno più fatica. bruseghin. questo al di là del ricorso all'esogeno che esiste. ma lascerei da parte la fisiognomica del dopato.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 18:17
da pacho
Io invece no, dato che il tratto caratteristico del GH è quello di ingrossare marcatamente le delle ossa del massiccio facciale (oltrechè le mani, ecc).
Forse sarebbe più corretto dire: secondo me è meglio fare come gli struzzi e fare finta di non vedere perchè tanto si dopano tutti, destra sinistra sono tutti uguali, noi italiani si stava meglio a pascolare le pecore, ecc.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 19:10
da castelli
tornando al topic le morti per doping correlate all'abuso di gh dovrebbero cominciare a fioccare.
nello sport pro/ nel ciclismo a lasciarci la ghirba è stata (anche) gente che ha incontrato le droghe ricreazionali, alcune legali tipo l?alcool.

per come è raccontato il peloton fine anni 80 in poi dovrebbe essere decimato, gh steroidi ed epo attaccano i reni, organo fondamentale. per fortuna non è così.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: lunedì 12 febbraio 2018, 19:10
da castelli
tornando al topic le morti per doping correlate all'abuso di gh dovrebbero cominciare a fioccare.
nello sport pro/ nel ciclismo a lasciarci la ghirba è stata (anche) gente che ha incontrato le droghe ricreazionali, alcune legali tipo l?alcool.

per come è raccontato il peloton fine anni 80 in poi dovrebbe essere decimato, gh steroidi ed epo attaccano i reni, organo fondamentale. per fortuna non è così.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 10:33
da pacho
Che déjavu. Praticamente il discorso fattomi da un amatore ex prof che si bombava come un cavallo durante una uscita qualche anno fa. Suonava piú o meno così: il GH fa bene ai bambini malati. Figurati agli adulti sani! Che pena.
Probabilmente gli scienziati e i dottori che hanno in cura mio figlio nato prematuro e che deve prendere GH x i prossimi 10 anni sono dei paranoici sempliciotti che fanno del terrorismo psicologico.

Che ne sai tu delle statistiche legate alle malattie e/o patologie connesse all'abuso di GH? O le tue deduzionisi basano sulle spanne o su tuo cugino?
Sia chiaro, per me possono mangiare il GH nel latte a colazione. Però evita di alzare il ditino x dire cretinate.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 11:22
da castelli
pacho ha scritto:Che déjavu. Praticamente il discorso fattomi da un amatore ex prof che si bombava come un cavallo durante una uscita qualche anno fa. Suonava piú o meno così: il GH fa bene ai bambini malati. Figurati agli adulti sani! Che pena.
Probabilmente gli scienziati e i dottori che hanno in cura mio figlio nato prematuro e che deve prendere GH x i prossimi 10 anni sono dei paranoici sempliciotti che fanno del terrorismo psicologico.

Che ne sai tu delle statistiche legate alle malattie e/o patologie connesse all'abuso di GH? O le tue deduzionisi basano sulle spanne o su tuo cugino?
Sia chiaro, per me possono mangiare il GH nel latte a colazione. Però evita di alzare il ditino x dire cretinate.

grazie di aver fornito dati statistici presi durante l'uscita con armstrong.


non mi è chiaro se secondo te possono mangiare gh a colazione. secondo me no. non è che mi sembri uno che rispetta le opinioni altrui. così, a spanne eh. non ti preoccupare, non sei l'unico. ma te lo faccio notare che magari da solo non te ne accorgi.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 14:16
da pacho
Le cose di cui mi accorgo sono le inesattezze che scrivi con gran perseveranza sul discorso doping. Prima l'epo che non fa niente. Adesso il gh che è innocuo. Sarebbe interessante sapere a che pro', dato che mi sembrano tutt'altro che disinteressate, e visto l'impegno che ci metti...

E se permetti, e se non permetti è uguale, le 'opinioni' da uno che stravolge le parole degli altri non le accetto. Dal mio post è chiaro che i rischi del gh mi sono stati fatti BEN presenti da gente con qualche titolo e pubblicazione scientifica alle spalle. Invece in maniera meschina lo riconduci all'amatore, che ho menzionato solo per usarlo come metro di paragone delle 'opinioni' che scrivi sul tema doping.
La cosa agghiacciante è che poi fai pure la morale agli altri che non rispetterebbero la sua opinione. Inizia a rigare dritto tu (alias, dibattere in maniera intellettualmente onesta), che poi dai le lezioncine agli altri su come comportarsi.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 17:10
da castelli
pacho ha scritto:Le cose di cui mi accorgo sono le inesattezze che scrivi con gran perseveranza sul discorso doping. Prima l'epo che non fa niente. Adesso il gh che è innocuo. Sarebbe interessante sapere a che pro', dato che mi sembrano tutt'altro che disinteressate, e visto l'impegno che ci metti...

E se permetti, e se non permetti è uguale, le 'opinioni' da uno che stravolge le parole degli altri non le accetto. Dal mio post è chiaro che i rischi del gh mi sono stati fatti BEN presenti da gente con qualche titolo e pubblicazione scientifica alle spalle. Invece in maniera meschina lo riconduci all'amatore, che ho menzionato solo per usarlo come metro di paragone delle 'opinioni' che scrivi sul tema doping.
La cosa agghiacciante è che poi fai pure la morale agli altri che non rispetterebbero la sua opinione. Inizia a rigare dritto tu (alias, dibattere in maniera intellettualmente onesta), che poi dai le lezioncine agli altri su come comportarsi.

bahhhh...ho scritto qualche rigo sopra che gh e epo aggrediscono i reni, non ho mai scritto che sono innocui. penso invece che ci sia del pressapochismo nel descriverne gli effetti, un approccio sensazionalistico che non serve ad un cazzo.


ossia qui bisogna intendersi quanto gh serve per allungarti le mascelle o quanto epo per farti avere una trombosi o un ictus.

ho un amico medico chirurgo, medico della squadra di calcio delle mia città che operò un importante ciclista veneto (se vuoi in mp ti dico che è) degli anni 90 alla arteria iliaca.

lui nelle conversazioni che ha con me si dice sicuro che ciò fosse dovuto all'abuso di epo. magari è vero.

tra me e me mi verrebbe da replicargli che anche dombrowski è stato operato all'iliaca e i tempi sono diversi dal 199x. ad effetti uguali probabilemente cause diverse.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 19:50
da nemecsek.
st' arteria iliaca pare na malattia professionale ner ciclismo, li mortè... statisticamente interpretabbili le cause...

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: martedì 13 febbraio 2018, 21:02
da dietzen
nemecsek. ha scritto:st' arteria iliaca pare na malattia professionale ner ciclismo, li mortè... statisticamente interpretabbili le cause...


negli ultimi 10-15 anni mi pare ci siano stati casi in numero assai limitato, a voler essere buoni si potrebbe pure dare il beneficio del dubbio...
negli anni 90 invece furono in parecchi ad avere questo problema e certo non poteva essere una casualità.

Re: Il Doping nel ciclismo attuale

Inviato: venerdì 16 febbraio 2018, 10:06
da Montana Miller
Non sono sicuro che il GH influisca solo sulle ossa e su muscoli visibili.Quando nel 2007 il wrestler Chris Benoit sterminò la famiglia,tra le varie cose che vennero dette dopo l'autopsia,una è che aveva il cuore di dimensione praticamente doppia rispetto al normale,una condizione che probabilmente lo avrebbe portato alla morte nel giro di non troppo tempo.Le reazioni ai farmaci sono individuali e magari è stato più sfortunato di altri,però secondo me non si può credere di tenere il GH troppo sotto controllo,sperare lavori solo su quel che si vorrebbe.

Un problema secondo me sottovalutato dell'abuso di farmaci,alcol e droghe è la diffusione dell'Epatite C,malattia terribile di cui molti sono affetti senza nemmeno saperlo alle volte,e che può generarsi anche molti anni dopo aver chiuso con un determinato stile di vita.Poi oggi è considerata anche malattia degenerativa,di usura,si può vivere a lungo e nell'anonimato.