Il libro di Tyler Hamilton

Per discutere, analizzare, approfondire tutto quello che riguarda il tema più dibattuto del ciclismo

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Strong » martedì 6 agosto 2013, 15:01

dietzen ha scritto:ma sai, non è che dovevo arrivare sul forum di cicloweb per imparare il senso propagandistico del concetto "tutti colpevoli nessun colpevole". :D
quindi non è che mi metterò a spiegare differenze fra la protezione ad armstrong e i favori ad altri... tanto è stato sviscerato più volte il concetto e si può andare a leggerlo sopra o in altri thread, ma peraltro sono sicuro che sia tu che belluschi siate abbastanza svegli da comprenderlo.

quanto ai tedeschi, vediamo che uscirà fuori. il ciclismo è stato già indagato a fondo in questi anni e gli scandali che dovevano uscire sono usciti (peggio di così non saprei proprio che news possa esserci). mi aspetto robe sull'atletica leggera e forse sul calcio. più che altro dovrebbe essere un qualche programma simile a quello coni-ferrara al centro dell'indagine.

ps: comunque mi pare qui si dia per scontato che a me armstrong stia antipatico, mentre invece non è mica detto sia così, eh. ;)



sono solito valutare gli aspetti sportivi e non quelli politici e da quel punto di vista poco conta la natura delle protezioni o dei favori, a conti fatti c'era un bel gruppo di atleti che aveva accesso alle migliori tecniche di doping ed hanno potuto agire (per più o meno anni) ben sapendo che non gli sarebbe successo nulla.
Chi protetto dalle federazioni nazionali, chi dallo sponsor (di stato) chi dalla federazione internazionale. La differenza tra armstrong ed i suoi rivali è stata che lui ha avuto l'abilità/capacità di costruirsi una strada diretta senza ricorrere ad intermediari mentre i suoi avversari erano costretti a qualche passaggio in più (federazioni nazionali, sponsors, manager ecc ecc.) per riuscire ad arrivare a chi poteva dire "ho la possibilità di far risultare positivo chi voglio quando voglio".
Volendo avrebbero potuto squalificare il 90% del gruppo (senza falsificare i test)
Non coprivano il singolo ciclista ma l'intero sport
Malori - Konig

i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » martedì 6 agosto 2013, 15:11

dietzen ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:Fermi, fermi tutti.
Mi state dicendo che Admin e Dietzen sono andati avanti a menare il torrone sull'Armstrong intoccabile a fronte di tutti i restanti poveri pellegrini in gruppo, quando nell'era pre-Armstrong Ullrich ha vinto il suo Tour senza ricevere controlli ematici in corsa?
Io non lo sapevo, ma allora de che stiamo a parla' ?


su su, non fare la verginella, che sai benissimo di cosa stiamo parlando e quali sono le differenze. ;)


No ragazzo mio, questa non passa.
Ullrich a quanto ho capito non ha ricevuto controlli ematici nel 1997, come il resto della squadra. Ergo ha potuto caricarsi con ogni probabilità all'inverosimile d'EPO, dormendo nel contempo sogni tranquilli.
NELLA SOSTANZA il caso è quindi perfettamente comparabile a quello di Armstrong. Uno poteva avere ematocrito al 60 dormendo sogni tranquilli sicché non lo avrebbero controllato. L'altro veniva controllato, ma dormiva allo stesso beatamente che tanto se usciva positivo la cosa veniva insabbiata.

E ciò conferma ciò che pensavo da tempo: Armstrong non è stata l'eccezione della storia del ciclismo. Il più forte, da sempre, può godere di privilegi che altri non hanno.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2604
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi dietzen » martedì 6 agosto 2013, 15:21

Belluschi M. ha scritto:
dietzen ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:Fermi, fermi tutti.
Mi state dicendo che Admin e Dietzen sono andati avanti a menare il torrone sull'Armstrong intoccabile a fronte di tutti i restanti poveri pellegrini in gruppo, quando nell'era pre-Armstrong Ullrich ha vinto il suo Tour senza ricevere controlli ematici in corsa?
Io non lo sapevo, ma allora de che stiamo a parla' ?


su su, non fare la verginella, che sai benissimo di cosa stiamo parlando e quali sono le differenze. ;)


No ragazzo mio, questa non passa.
Ullrich a quanto ho capito non ha ricevuto controlli ematici nel 1997, come il resto della squadra. Ergo ha potuto caricarsi con ogni probabilità all'inverosimile d'EPO, dormendo nel contempo sogni tranquilli.
NELLA SOSTANZA il caso è quindi perfettamente comparabile a quello di Armstrong. Uno poteva avere ematocrito al 60 dormendo sogni tranquilli sicché non lo avrebbero controllato. L'altro veniva controllato, ma dormiva allo stesso beatamente che tanto se usciva positivo la cosa veniva insabbiata.

E ciò conferma ciò che pensavo da tempo: Armstrong non è stata l'eccezione della storia del ciclismo. Il più forte, da sempre, può godere di privilegi che altri non hanno.


ovviamente sei liberissimo di pensarla come meglio credi, figuriamoci se io voglio impedirtelo. :cincin:
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5139
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 6 agosto 2013, 17:17

Belluschi M. ha scritto:
Steven ha scritto:
Telekom e Festina


Fermi, fermi tutti.
Mi state dicendo che Admin e Dietzen sono andati avanti a menare il torrone sull'Armstrong intoccabile a fronte di tutti i restanti poveri pellegrini in gruppo, quando nell'era pre-Armstrong Ullrich ha vinto il suo Tour senza ricevere controlli ematici in corsa?
Io non lo sapevo, ma allora de che stiamo a parla' ?

Su Festina e Telekom si puo' supporre che avessero qualche aggancio
Su Armstrong ci son le certezze
In piu' solo Armstrong ha fatto un bonifico (donazione) all'UCI?
Devi ammettere che non è normale..
Winter
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Strong » martedì 6 agosto 2013, 17:26

Winter ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:
Steven ha scritto:
Telekom e Festina


Fermi, fermi tutti.
Mi state dicendo che Admin e Dietzen sono andati avanti a menare il torrone sull'Armstrong intoccabile a fronte di tutti i restanti poveri pellegrini in gruppo, quando nell'era pre-Armstrong Ullrich ha vinto il suo Tour senza ricevere controlli ematici in corsa?
Io non lo sapevo, ma allora de che stiamo a parla' ?

Su Festina e Telekom si puo' supporre che avessero qualche aggancio
Su Armstrong ci son le certezze
In piu' solo Armstrong ha fatto un bonifico (donazione) all'UCI?
Devi ammettere che non è normale..


beh certo, come ho già risposto ad admin se la mettiamo così non ci sono palle
su armstrong hanno indagato alla grande per anni ed ovviamente hanno tirato fuori quello che serviva, su altri tutte queste indagini non sono state fatte perchè non c'era l'interesse di farlo.

però se alcuni decidono di fare i garantisti solo quando e con chi gli "conviene" allora qualche replica sulla "sostanza" me la permetto ;)
Malori - Konig

i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 6 agosto 2013, 17:36

Strong ha scritto:
beh certo, come ho già risposto ad admin se la mettiamo così non ci sono palle
su armstrong hanno indagato alla grande per anni ed ovviamente hanno tirato fuori quello che serviva, su altri tutte queste indagini non sono state fatte perchè non c'era l'interesse di farlo.

però se alcuni decidono di fare i garantisti solo quando e con chi gli "conviene" allora qualche replica sulla "sostanza" me la permetto ;)

In parte hai ragione
In piu' c'e' anche l'antipatia
Vado un po' ot..
Tour 2013 , dovrebbe esser un duello Froome - Contador (nonostante la stagione dimostrasse che Froome fosse superiore)
Froome domina , mai stato trovato positivo , mai indagato su nulla (con la squadra che offre all'equipe di visionare i propri dati) , è quello che imbroglia
Contador , squalificato due anni (nonostante il tentativo d'insabbiamento dell'UCI) , nome che entra e esce nell'affaire Puerto.. il suo preparatore invischiato nell'affaire Ferrari , la sua ex squadra (quella della pecora nera Armstrong) covo di dopati , è quello pulito
Winter
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » martedì 6 agosto 2013, 18:20

Winter ha scritto:
Strong ha scritto:
beh certo, come ho già risposto ad admin se la mettiamo così non ci sono palle
su armstrong hanno indagato alla grande per anni ed ovviamente hanno tirato fuori quello che serviva, su altri tutte queste indagini non sono state fatte perchè non c'era l'interesse di farlo.

però se alcuni decidono di fare i garantisti solo quando e con chi gli "conviene" allora qualche replica sulla "sostanza" me la permetto ;)

In parte hai ragione
In piu' c'e' anche l'antipatia
Vado un po' ot..
Tour 2013 , dovrebbe esser un duello Froome - Contador (nonostante la stagione dimostrasse che Froome fosse superiore)
Froome domina , mai stato trovato positivo , mai indagato su nulla (con la squadra che offre all'equipe di visionare i propri dati) , è quello che imbroglia
Contador , squalificato due anni (nonostante il tentativo d'insabbiamento dell'UCI) , nome che entra e esce nell'affaire Puerto.. il suo preparatore invischiato nell'affaire Ferrari , la sua ex squadra (quella della pecora nera Armstrong) covo di dopati , è quello pulito


Io ero bannato e non potei intervenire, ma fu semplicemente disgustoso il trattamento riservato a Froome da parte di alcuni utenti qua dentro. C'era gente che al posto di godersi in modo sacrosanto la tappa sul divano con birra al seguito, era alle prese con fogli di calcolo excel e database delle salite. E scattavano le erezioni quando l'anglo-keniano avvicinava i tempi di Armstrong & co, in quanto applicavano subito la legge transitiva. Ergo...
Che poi magari sono gli stessi che si incazzano quando la Gazzetta usa la mannaia contro il ciclismo in tema di doping. A volte penso che il trattamento che riservano i media a ciascuno sport sia fortemente correlato al tifoso stesso di quello sport.
Nel calcio il tifoso se la prende con l'arbitro, con l'allenatore, con il bomber. Mai tira fuori "l'avversario è dopato".
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2604
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Subsonico » martedì 6 agosto 2013, 18:41

Winter ha scritto:
Strong ha scritto:
beh certo, come ho già risposto ad admin se la mettiamo così non ci sono palle
su armstrong hanno indagato alla grande per anni ed ovviamente hanno tirato fuori quello che serviva, su altri tutte queste indagini non sono state fatte perchè non c'era l'interesse di farlo.

però se alcuni decidono di fare i garantisti solo quando e con chi gli "conviene" allora qualche replica sulla "sostanza" me la permetto ;)

In parte hai ragione
In piu' c'e' anche l'antipatia
Vado un po' ot..
Tour 2013 , dovrebbe esser un duello Froome - Contador (nonostante la stagione dimostrasse che Froome fosse superiore)
Froome domina , mai stato trovato positivo , mai indagato su nulla (con la squadra che offre all'equipe di visionare i propri dati) , è quello che imbroglia
Contador , squalificato due anni (nonostante il tentativo d'insabbiamento dell'UCI) , nome che entra e esce nell'affaire Puerto.. il suo preparatore invischiato nell'affaire Ferrari , la sua ex squadra (quella della pecora nera Armstrong) covo di dopati , è quello pulito


Contador sta simpatico agli altri o sta antipatico a te? Magari la differenza è labile. Perchè poi ripeto, gli stuoli di haters di Froome devono ancora apparire.
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5250
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 6 agosto 2013, 18:51

1) Parlavo di Armstrong , cmq , io non mi nascondo , Contador non mi sta simpatico (unica cosa che apprezzo è la squadra juniores che ha fatto e U23 del prossimo anno)
Noto solo differenze di trattamento
2) Devon ancora apparire ?
Winter
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Subsonico » martedì 6 agosto 2013, 18:58

Winter ha scritto:2) Devon ancora apparire ?


L'antipatia implica ragioni di comportamento personale che esulano dalle prestazioni. Finora solo le prestazioni sono state (oltremodo) criticate, ma antipatia o simpatia in questo non c'entrano.
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5250
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 6 agosto 2013, 19:15

Prestazioni ma anche il resto..
Poi la squadra (come Us Postal , anche Sky non sta simpatica)

Ripeto , a oggi tra Froome e Contador , il piu' pulito è il keniano sudafricano
Winter
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Strong » martedì 6 agosto 2013, 20:37

Subsonico ha scritto:Contador sta simpatico agli altri o sta antipatico a te? Magari la differenza è labile. Perchè poi ripeto, gli stuoli di haters di Froome devono ancora apparire.


a volte sembra che tu sia appena capitato sul forum di cw...
Malori - Konig

i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Belluschi M. » mercoledì 7 agosto 2013, 8:52

Strong ha scritto:
Subsonico ha scritto:Contador sta simpatico agli altri o sta antipatico a te? Magari la differenza è labile. Perchè poi ripeto, gli stuoli di haters di Froome devono ancora apparire.


a volte sembra che tu sia appena capitato sul forum di cw...

Per me fa apposta.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].
Avatar utente
Belluschi M.
 
Messaggi: 2604
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 16:47
Località: Figino Serenza (CO)

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Subsonico » mercoledì 7 agosto 2013, 9:30

M'aveste almeno fatto notare che scrivevo "Haters" come ar cà...
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5250
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi TIC » mercoledì 7 agosto 2013, 13:36

paolo117 ha scritto:...
Quello che mi ha sconvolto era l'arroganza di Lance, e quante prove ci fossero nel corso degli anni che facevano chiaramente capire che si dopasse pesantemente..e mi ha fatto anche capire quanto sia sbagliata la frase "si dopavano tutti vinceva il piu forte". Sbagliatissimo, vinceva chi si dopava meglio, chi aveva il miglior dottore ( e piu soldi per pagarlo) chi aveva le migliori coperture politiche ( e faceva donazioni all'Uci)...



E' chiaro che se uno e' piu' forte, allora vince di piu', ha piu' soldi, puo' permettersi preparatori migliori e coperture migliori.
E' come se noi ci lamentassimo di non poter avere gli avvocati di Berlusca...

Il grande errore che si sta facendo e' credere alla storiella che le cose ora sono cambiate gli atleti e dirigenti hanno una cultura diversa... No, le cose non sono affatto cambiate, tutti cercano e cercheranno sempre di fare carte false per vincere. Le uniche cose che sono cambiate sono i progressi relativi dell'antidoping rispetto al doping.
Henry Kissinger : (Ad un summit presso il Ministero degli Esteri alla fine dell'intervento di Aldo Moro) Chi parla in questo modo non può che essere un imbroglione e non può che rappresentare un popolo di imbroglioni.
Avatar utente
TIC
 
Messaggi: 6648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi el_condor » martedì 9 giugno 2015, 22:18

Winter ha scritto:Prestazioni ma anche il resto..
Poi la squadra (come Us Postal , anche Sky non sta simpatica)

Ripeto , a oggi tra Froome e Contador , il piu' pulito è il keniano sudafricano

Sarebbe interessante sapere su cosa basi la tua sentenza:
Froome e Contador vanno forte tutto l'anno, dubitiamo di chi va forte poche settimane (Berzin, colombo, Armstrong e alcuni contemporanei che hanno bisogno di mesi per essere al top, poi vanno bene due o tre settimane e subito dopo tornano nell'ombra..

ciao

el_condor
Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."
el_condor
 
Messaggi: 2428
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 23:10

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi robot1 » martedì 9 giugno 2015, 23:14

el_condor ha scritto:
Winter ha scritto:Prestazioni ma anche il resto..
Poi la squadra (come Us Postal , anche Sky non sta simpatica)

Ripeto , a oggi tra Froome e Contador , il piu' pulito è il keniano sudafricano

Sarebbe interessante sapere su cosa basi la tua sentenza:
Froome e Contador vanno forte tutto l'anno, dubitiamo di chi va forte poche settimane (Berzin, colombo, Armstrong e alcuni contemporanei che hanno bisogno di mesi per essere al top, poi vanno bene due o tre settimane e subito dopo tornano nell'ombra..

ciao

el_condor

Io dubiterei prima di qualcuno che è stato beccato due volte (e la prima l'ha scampata).
Poi dubiterei degli altri, se proprio devo.
Ciao.
Un giorno potremo raccontare ai nipotini che noi siamo stati fortunati a veder correre Sagan
Avatar utente
robot1
 
Messaggi: 984
Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2010, 19:46

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi held » venerdì 12 giugno 2015, 19:18

Ho letto il libro la scorsa estate, molto istruttivo, il che denota la mia ignoranza in materia.. :lol:
Chiedo a chi è più esperto di me, quanto può esserci di vero in quel che scrive Tyler? 90%? di meno?
La cosa che mi ha colpito di più, oltre allo strapotere di Armstrong sugli organi dirigenti nonchè del trattamento privilegiato di cui godeva, è il carattere che emerge del texano, non concepiva il concetto di sconfitta! Una gran grinta su tutti i fronti! Non l'ho mai amato, per il modo di correre, per l'odio verso il pirata, per aver cavalcato la moda dell'iper specializzazione, e per vari decine di altri motivi, però ammetto fosse un personaggio fortemente carismatico!
held
 
Messaggi: 926
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Subsonico » venerdì 12 giugno 2015, 20:37

held ha scritto:Ho letto il libro la scorsa estate, molto istruttivo, il che denota la mia ignoranza in materia.. :lol:
Chiedo a chi è più esperto di me, quanto può esserci di vero in quel che scrive Tyler? 90%? di meno?
La cosa che mi ha colpito di più, oltre allo strapotere di Armstrong sugli organi dirigenti nonchè del trattamento privilegiato di cui godeva, è il carattere che emerge del texano, non concepiva il concetto di sconfitta! Una gran grinta su tutti i fronti! Non l'ho mai amato, per il modo di correre, per l'odio verso il pirata, per aver cavalcato la moda dell'iper specializzazione, e per vari decine di altri motivi, però ammetto fosse un personaggio fortemente carismatico!


anche lui era così

Immagine
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5250
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 2 novembre 2016, 9:54

Dopo 3 anni mi sono letto questo libro.
Lettura amena, che aiuta a mettere a posto un po' di cose, a fare i giusti collegamenti, diciamo a chiudere il cerchio di un qualcosa che ai più scaltri fu chiara fin dalla prima salita del Tour '99, a quelli un po' meno scaltri lo fu da Hautacam 2000. Insomma solo conferme e nessuna sorpresa da questo libro.
Se volessimo fare un paragone direi che i rivali erano i consumatori, LA era il trafficante.
La barzelletta che si corresse ad armi pari trova la sua più chiara e inevitabile smentita.

Quello che mi spiace veramente è che Verbruggen non stia in una bella galera.
A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Luca90 » mercoledì 2 novembre 2016, 13:49

io lo volevo leggere questa estate ma non l'ho mai trovato in nessuna libreria
2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017: Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
Luca90
 
Messaggi: 2622
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 21:21

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi dietzen » mercoledì 2 novembre 2016, 14:54

galliano ha scritto:A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?


non so se addirittura sia ancora presidente onorario dell'uci, fino a pochi anni fa sicuramente, oggi non so.
come di sicuro ha tuttora qualche ruolo al cio (peraltro, per gli standard dei membri del cio, verbruggen non è certo fra i peggiori).
negli ultimi anni credo comunque si sia dedicato a fare cause per diffamazione, credo le abbia vinte tutte.
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5139
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 2 novembre 2016, 15:39

dietzen ha scritto:
galliano ha scritto:A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?


non so se addirittura sia ancora presidente onorario dell'uci, fino a pochi anni fa sicuramente, oggi non so.
come di sicuro ha tuttora qualche ruolo al cio (peraltro, per gli standard dei membri del cio, verbruggen non è certo fra i peggiori).
negli ultimi anni credo comunque si sia dedicato a fare cause per diffamazione, credo le abbia vinte tutte.

Mi stai dando un consiglio da amico a misurare bene le parole? :P
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi dietzen » giovedì 3 novembre 2016, 14:24

galliano ha scritto:
dietzen ha scritto:
galliano ha scritto:A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?


non so se addirittura sia ancora presidente onorario dell'uci, fino a pochi anni fa sicuramente, oggi non so.
come di sicuro ha tuttora qualche ruolo al cio (peraltro, per gli standard dei membri del cio, verbruggen non è certo fra i peggiori).
negli ultimi anni credo comunque si sia dedicato a fare cause per diffamazione, credo le abbia vinte tutte.

Mi stai dando un consiglio da amico a misurare bene le parole? :P


:D
Di Rocco non è il mio presidente
dietzen
 
Messaggi: 5139
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Pirata81 » venerdì 4 novembre 2016, 3:56

galliano ha scritto:Dopo 3 anni mi sono letto questo libro.
Lettura amena, che aiuta a mettere a posto un po' di cose, a fare i giusti collegamenti, diciamo a chiudere il cerchio di un qualcosa che ai più scaltri fu chiara fin dalla prima salita del Tour '99, a quelli un po' meno scaltri lo fu da Hautacam 2000. Insomma solo conferme e nessuna sorpresa da questo libro.
Se volessimo fare un paragone direi che i rivali erano i consumatori, LA era il trafficante.
La barzelletta che si corresse ad armi pari trova la sua più chiara e inevitabile smentita.

Quello che mi spiace veramente è che Verbruggen non stia in una bella galera.
A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?

L'ho letto in inglese appena uscì.
Mi sentivo soffocare dalla rabbia al pensiero che i sospetti che nutrivo su LA,su Verbruggen (stranamente era a Campiglio,che fortuita coincidenza) e sull'antidoping fin dal 99 trovassero conferme ad ogni pagina. Motoman è il vero tocco di classe ignobilmente cristallina del soggetto in questione.
Il giorno di Hautacam 2000 me lo ricordo bene,diedi la maturità a mezzogiorno e volai a casa per sognare con Marco!
FC 2017
Tour t. 9,San Sebastian,Polonia
2° Superclassifica FantaTour
FC 2016: 6° CGF
Giro t. 8,Tour t. 16,GP Montreal
3° FantaGiro
3° FantaTour
FCC 2016-2017
Campione Italiano
Trofeo Titoli
DVV t. 8
SP t. 7
https://www.youtube.com/watch?v=66iXTQio7wk
Avatar utente
Pirata81
 
Messaggi: 1222
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » venerdì 4 novembre 2016, 11:26

Pirata81 ha scritto:Il giorno di Hautacam 2000 me lo ricordo bene,diedi la maturità a mezzogiorno e volai a casa per sognare con Marco!

Bella fregatura.
Già m'immagino la scena.
Dopo giorni di studio e la tensione dell'esame, te ne tornavi tutto bello contento a casa.
TI aspetta l'estate più rilassata e piacevole da tanti anni a questa parte e cigliegina sulla torta ti aspetta la parte più interessante del Tour 2000.
Poi arriva quello là a rovinare l'idillio.
Ci sarebbero tutti gli estremi per costituirti parte civile in qualche processo a suo carico e chiedere un risarcimento per procurato danno. :P

Comunque da questo libro ho trovato conferme anche su una vaga idea che mi ero fatto di Landis e Leipheimer. Tra gli sgherri di LA erano i due che sotto sotto si potevano anche apprezzare.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Visconte85 » venerdì 4 novembre 2016, 11:57

galliano ha scritto:Comunque da questo libro ho trovato conferme anche su una vaga idea che mi ero fatto di Landis e Leipheimer. Tra gli sgherri di LA erano i due che sotto sotto si potevano anche apprezzare.


io non ho letto il libro, ma ti vorrei chiedere il perché pensi ciò
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 8960
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi White Mamba » lunedì 7 novembre 2016, 8:56

Visconte85 ha scritto:
galliano ha scritto:Comunque da questo libro ho trovato conferme anche su una vaga idea che mi ero fatto di Landis e Leipheimer. Tra gli sgherri di LA erano i due che sotto sotto si potevano anche apprezzare.


io non ho letto il libro, ma ti vorrei chiedere il perché pensi ciò


Landis viene dipinto come un tipo difficile da imbrigliare. Una personalità forte, non uno yes man sempre pronto ad assecondare Armstrong.
Leipheimer se non ricordo male è stato uno dei pochi a non trattare Hamilton come un traditore dopo la "confessione".
White Mamba
 
Messaggi: 624
Iscritto il: lunedì 6 luglio 2015, 10:27

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » lunedì 7 novembre 2016, 11:22

White Mamba ha scritto:
Visconte85 ha scritto:
galliano ha scritto:Comunque da questo libro ho trovato conferme anche su una vaga idea che mi ero fatto di Landis e Leipheimer. Tra gli sgherri di LA erano i due che sotto sotto si potevano anche apprezzare.


io non ho letto il libro, ma ti vorrei chiedere il perché pensi ciò


Landis viene dipinto come un tipo difficile da imbrigliare. Una personalità forte, non uno yes man sempre pronto ad assecondare Armstrong.
Leipheimer se non ricordo male è stato uno dei pochi a non trattare Hamilton come un traditore dopo la "confessione".

White mamba è arrivato prima di me a risponderti.
Sì, sostanzialmente è così.

Quando correvano non li ho mai amati, né l'uno né l'altro, anzi ero parecchio critico, sopratutto perché erano un po' sgraziati, e sai che io sono un amante del bel gesto :crazy:
Però sotto sotto provavo un certa empatia per questi due brutti anatroccoli.
Il ritratto che ne fa Hamilton ha contribuito a rendermeli simpatici, sopratutto Landis non era il tipo da accettare supino le decisioni altrui senza metterle in discussione.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Strong » lunedì 7 novembre 2016, 11:42

galliano ha scritto:White mamba è arrivato prima di me a risponderti.
Sì, sostanzialmente è così.

Quando correvano non li ho mai amati, né l'uno né l'altro, anzi ero parecchio critico, sopratutto perché erano un po' sgraziati, e sai che io sono un amante del bel gesto :crazy:
Però sotto sotto provavo un certa empatia per questi due brutti anatroccoli.
Il ritratto che ne fa Hamilton ha contribuito a rendermeli simpatici, sopratutto Landis non era il tipo da accettare supino le decisioni altrui senza metterle in discussione.


galliano, sei una discreta macchietta :D
ma ti sei letto anche questo: "Positively False: The Real Story of How I Won the Tour de France"

landis aveva (e probabilmente ha viste le sue ultime uscite) diverse rotelle fuori posto (mi stupisco di come lance possa aver fatto il grosso di prenderlo nel suo team).
in ogni caso landis è sempre stato opportunismo allo stato puro...opportunista in un mondo (quello del ciclismo) di opportunisti
ha persino "scritto" un libro per dire che non si era dopato e poi, visto che non ha avuto successo, ha pensato di "scriverne" un secondo per dire tutto il contrario.
il secondo ovviamente ha avuto successo....
Malori - Konig

i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » lunedì 7 novembre 2016, 12:50

Strong ha scritto:
galliano ha scritto:White mamba è arrivato prima di me a risponderti.
Sì, sostanzialmente è così.

Quando correvano non li ho mai amati, né l'uno né l'altro, anzi ero parecchio critico, sopratutto perché erano un po' sgraziati, e sai che io sono un amante del bel gesto :crazy:
Però sotto sotto provavo un certa empatia per questi due brutti anatroccoli.
Il ritratto che ne fa Hamilton ha contribuito a rendermeli simpatici, sopratutto Landis non era il tipo da accettare supino le decisioni altrui senza metterle in discussione.


galliano, sei una discreta macchietta :D
ma ti sei letto anche questo: "Positively False: The Real Story of How I Won the Tour de France"

landis aveva (ed probabilmente ha viste le sue ultime uscite) diverse rotelle fuori posto (mi stupisco come lance possa aver fatto il grosso errore di prenderlo nel suop team).
in ogni caso landis è sempre stato opportunismo allo stato puro...
ha persino "scritto" un libro per dire che non si era dopato poi, visto che non ha avuto successo, ha pensato di "scriverne" un secondo per dire tutto il contrario.
il secondo ovviamente ha avuto successo....

Strong, spesso mi chiedo che bisogno di sia di denigrare gli altri solo per aver espresso una simpatia. Tra l'altro virtuale, cosa che più aleatoria non c'è.

No, non ho letto il libro di Landis, ma potrebbe essere una buona lettura per il futuro.
Per ora mi baso su quanto racconta Hamilton e Landis ne esce come uno con più spina dorsale di altri. Può essere che Hamilton non sia bravo a giudicare le persone, può essere, affari suoi.
Landis, opportunista? Può essere, fatto sta che mi pare sia stato il primo ad accollarsi il rischio di far cadere il castello di LA. Cosa che molti altri non hanno avuto il coraggio di fare.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Tranchée d'Arenberg » lunedì 7 novembre 2016, 14:44

galliano ha scritto:
dietzen ha scritto:
galliano ha scritto:A proposito, che fine ha fatto? Mica starà ancora da qualche parte nel CIO?


non so se addirittura sia ancora presidente onorario dell'uci, fino a pochi anni fa sicuramente, oggi non so.
come di sicuro ha tuttora qualche ruolo al cio (peraltro, per gli standard dei membri del cio, verbruggen non è certo fra i peggiori).
negli ultimi anni credo comunque si sia dedicato a fare cause per diffamazione, credo le abbia vinte tutte.

Mi stai dando un consiglio da amico a misurare bene le parole? :P


:D :D :D
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
 
Messaggi: 11990
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Strong » lunedì 7 novembre 2016, 14:59

[quote="galliano"]
io mi chiedo perchè tu senta il bisogno di acusarmi ingiustamente di averti denigrato solo perchè affettuosamente ti ho dato della "discreta macchietta"? :uhm:
comunque era solo un modo per farti notare che passa il messaggio che, a prescindere, hai simpatica per chi spala merda su uno che ti è antipatico. :boh:
a me fa ridere, tutto qui... :D
Malori - Konig

i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi galliano » lunedì 7 novembre 2016, 15:25

Strong ha scritto:
galliano ha scritto:io mi chiedo perchè tu senta il bisogno di acusarmi ingiustamente di averti denigrato solo perchè affettuosamente ti ho dato della "discreta macchietta"? :uhm:
comunque era solo un modo per farti notare che passa il messaggio che, a prescindere, hai simpatica per chi spala merda su uno che ti è antipatico. :boh:
a me fa ridere, tutto qui... :D

Quando io mi riferisco a qualcuno come macchietta non lo faccio per fargli un complimento.

No, leggi meglio.
Io ho simpatia per i due, per il comportamento avuto prima e dopo, non per aver inguaiato LA. Che si è inguaiato da solo.
Di Landis ho apprezzato (stando a quanto dice Hamilton) il suo essere poco propenso a chinare il capo, che non centra nulla con lo spalare merda.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10058
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Visconte85 » lunedì 7 novembre 2016, 15:58

galliano ha scritto:
White Mamba ha scritto:Landis viene dipinto come un tipo difficile da imbrigliare. Una personalità forte, non uno yes man sempre pronto ad assecondare Armstrong.
Leipheimer se non ricordo male è stato uno dei pochi a non trattare Hamilton come un traditore dopo la "confessione".

White mamba è arrivato prima di me a risponderti.
Sì, sostanzialmente è così.

Quando correvano non li ho mai amati, né l'uno né l'altro, anzi ero parecchio critico, sopratutto perché erano un po' sgraziati, e sai che io sono un amante del bel gesto :crazy:
Però sotto sotto provavo un certa empatia per questi due brutti anatroccoli.
Il ritratto che ne fa Hamilton ha contribuito a rendermeli simpatici, sopratutto Landis non era il tipo da accettare supino le decisioni altrui senza metterle in discussione.


:hippy:
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 8960
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi castelli » lunedì 7 novembre 2016, 22:23

Di landis e' il piu' bel numero degli ultimi 16 anni.

Paradossalmente quel numero sancisce la fine di Armstrong. Sempre Morzine tra l'altro.
Lanza non aveva alternative se non quella di mettere a libro paga Floyd, tipo passargli una rendita perpetua di 30 mila dollari al mese.
Lanza ha calcolato male e se le' presa in cu.
La volpe e' finita in pellicceria.
Cmq dopo aver letto il libro di Hamilton, Armstrong mi sa di tipo interessante.
capziosamente pantaniano. faziosamente froomiano. froomiano post bastonata alla vuelta.
dichiarato clinicamente pazzo da quando dice di rivedere imerio tacchella in murdoch; boifava in brailsford e pantani in froome.
tifo froome anche col motorino.
castelli
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 20:12

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Luca90 » martedì 8 novembre 2016, 0:28

oggi sono andato in una libreria della stazione termini e niente non lo vendono da 3 anni... :muro: :muro: :muro:
2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017: Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
Luca90
 
Messaggi: 2622
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 21:21

Re: Il libro di Tyler Hamilton

UNREAD_POSTdi Morris » martedì 8 novembre 2016, 11:03

Ciò che ha scritto Hamilton sull'impostore era risaputo, anche per chi non era interessato, ma che per "caso" conobbe e colloquiò con un certo creatore.
Comunque un simile impostore-creatore poteva nascere e prosperare solo nel ciclismo. Aldilà delle connivenze volontarie ed involontarie ambientali, insisteva ed insiste, fra razze, ruote e, soprattutto, poltrone, uno zoccolo di soggetti cui persino i dispregiativi sembrano insufficienti.... E dire che qualcuno viene addirittura inteso come intellettuale......
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.
Avatar utente
Morris
 
Messaggi: 719
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Il libro di Tyler Hamilton

simila

simila
 

Precedente

Torna a Doping e Antidoping

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite