Parcheggio post "fuori post" sul doping

Per discutere, analizzare, approfondire tutto quello che riguarda il tema più dibattuto del ciclismo
AntiGazza
Messaggi: 1282
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da AntiGazza » martedì 25 giugno 2019, 10:57

Sai quante montagne avrebbe potuto spostare Romeo Venturelli, se invece di godersi la vita avesse pensato a fare il professionista serio?

L'evoluzione di Thomas di naturale non ha avuto nulla, lui e Froome sono stati trasformati in ciò che non sarebbero stati mai in grado di diventare per rispondere ad un programma ben preciso che aveva il beneplacito di tutti, UCI in primis.
In particolare come li hanno trasformati in ciò che mai sarebbero stati in in grado di diventare?
Con un doping particolare a cui nessun altro ha accesso ?
Ineos/Sky modello laboratori dell'Hydra ?
Oppure hanno possibilità di doparsi come cavalli al contrario degli altri ciclisti pane e acqua che per doparsi devono fare i salti mortali?
Per lo meno, rispetto al kenyano bianco, aveva già una base di talento che gli aveva permesso di emergere a certi livelli nella pista e, se avesse continuato convintamente, anche sul pavé.
Quindi Froome viene trasformato da alcuni scienziati pazzi e lui resiste per anni non solo ad allenamenti massacranti, diete impensabili ma anche a trattamenti farrmacologici da stendere un bue e non è dotato di talento alcuno .Però fa imprese da leggenda e lo fa senza talento.
Quindi abbiamo un metodo di trasformazione tale che lo porta da senza talento a livello stellare.
E allora se questo metodo lo avessero adottato con uno con talento che fa ? vince i giri con un ora di distacco ?
Quello che è successo dopo è altra roba, che è stata accettata da tutti, gli stessi che magari ancora oggi continuano a buttare merda su Valverde o altri corridori perché così gli va.
Il Tour 2008 di Riccò (e non solo quello) sarebbe stato dieci volte più credibile di quello vinto da Thomas e da quelli del suo fido compare a cui ha fatto da gregario per anni. Però Riccardino (che ha tante colpe e non è mai stato un santo, né ha voluto mai esserlo) ancora oggi è il male assoluto, così come Sella e Di Luca.
Riccardino è il male assoluto perché
a) è stato trovato positivo in maniera chiara più di una volta
b) è un uomo di merda, pure se fosse stato pulitissimo. Perché solo un uomo di merda rinnega la compagna come ha fatto lui. Perché solo un uomo di merda spaccia doping tra amatori (quello si che è grave ,altro che dopare i professionisti).
Comunque, vuoi per il passare del tempo e per gli eventi imprevedibili, forse anche in Sky stanno cominciando a capire che le corse a tappe si potrebbero vincere con i talenti naturali, senza stare a fare dietrologia ogni due per tre. Forse ci arriveranno anche loro e si renderanno conto, a quel punto, che la bellezza del gesto e il tifo sincero e leale degli appassionati non si possono comprare. Saranno soltanto la strada e il buon senso a donarli.
Quindi il talento naturale che correrà a pane e acqua vincerà finalmente e il bene trionferà ?
E se qualcun altro inizierà ad usare i metodi fantasmagorici di Sky , alla Sky non converebbe tornare a usarli anche sui talenti naturali ? Giusto per tutelarsi .A quel punto ore e ore di vantaggio (dato che un ronzino vince con minuti chissà un talento).

Io penso che il popolo del ciclismo sia stato scottato dal caso Armstrong non capendo invece cosa il caso Armstrong è stato.
E ora si additi chiunque non rientri nei canoni del ciclismo "che vogliamo" come il novello Armstrong (ripeto , non capendo però cosa davvero il caso Armstrong è stato).




Avatar utente
lemond
Messaggi: 11814
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da lemond » martedì 25 giugno 2019, 12:52

AntiGazza ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 10:57
Io penso che il popolo del ciclismo sia stato scottato dal caso Armstrong non capendo invece cosa il caso Armstrong è stato.
E ora si additi chiunque non rientri nei canoni del ciclismo "che vogliamo" come il novello Armstrong (ripeto , non capendo però cosa davvero il caso Armstrong è stato).
Non so che cosa sia stato il "caso Armstrong" e mi limito a togliere *caso* e lasciare nome e cognome (L.A.), che è stato il corridore che ha vinto più Tour, dominandole sei e limitandosi a arrivare primo in quello del 2003.
P.S. Anche un Giro di Svizzera e qualche corsa di un giorno. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

AntiGazza
Messaggi: 1282
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da AntiGazza » martedì 25 giugno 2019, 13:07

lemond ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 12:52
AntiGazza ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 10:57
Io penso che il popolo del ciclismo sia stato scottato dal caso Armstrong non capendo invece cosa il caso Armstrong è stato.
E ora si additi chiunque non rientri nei canoni del ciclismo "che vogliamo" come il novello Armstrong (ripeto , non capendo però cosa davvero il caso Armstrong è stato).
Non so che cosa sia stato il "caso Armstrong" e mi limito a togliere *caso* e lasciare nome e cognome (L.A.), che è stato il corridore che ha vinto più Tour, dominandole sei e limitandosi a arrivare primo in quello del 2003.
P.S. Anche un Giro di Svizzera e qualche corsa di un giorno. ;)
Con il caso Armstrong intendevo le uscite post carriera in cui si è scoperto tramite indagini USADA che LA e altri godessero di una protezione dell'UCI a fronte di alcuni vantaggi per l'UCI stessa.
Protezione che voleva dire potersi dopare sostanzialmente.

Ora il tutto per me è stato equivocato vedendo un unico capro (LA) come il cattivo che si dopava e che dominava i tour solo per quello .

Per me invece ,era una pecora nera in un gregge di pecore nere che preparava in una maniera più organica e scientifica UNA singola gara l'anno .
Tanto è che infatti ci si è trovati in difficoltà ad assegnare quei tour a qualcuno , perché in ogni caso , erano TUTTI invischiati fino al midollo nel doping.



giorgio ricci
Messaggi: 3020
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » martedì 25 giugno 2019, 14:19

Chiaramente il mio roferimento a Rik 2° era puramente statistico. Non oserei neanche paragonare tali mostri sacri, di un ciclismo che aveva ancora regole comprensibili a tutti e dove il talento prevaleva su tutto alla paludosa e maleodorante situazione attuale. Il problema di corridori come Van Looy o De vlaeminck era il recupero. Evidentemente attualmente si punta molto su questa prerogativa e su costruzioni alambiccate per creare corridori da GT dal nulla.
Certo che uno come Bernal parte da una genetica favorevole, come Contador. Credo che il quid sia nelle continuità di risultati, non nell'exploit.



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5480
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 25 giugno 2019, 15:18

AntiGazza ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 10:57

In particolare come li hanno trasformati in ciò che mai sarebbero stati in in grado di diventare?
Non posso rispondere su questo thread per ovvi motivi, tuttavia i concetti li ho espressi chiaramente anche in altri thread. Se hai tempo e pazienza, cercali.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"


AntiGazza
Messaggi: 1282
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da AntiGazza » martedì 25 giugno 2019, 15:37

Abruzzese ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 15:18
AntiGazza ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 10:57

In particolare come li hanno trasformati in ciò che mai sarebbero stati in in grado di diventare?
Non posso rispondere su questo thread per ovvi motivi, tuttavia i concetti li ho espressi chiaramente anche in altri thread. Se hai tempo e pazienza, cercali.
Ok che il thread e la sezione non è quella opportuna, e a questo punto non saprei nemmeno io dove scrivere quanto sto scrivendo , però quello che mi domandavo io era, ma cosa fanno di diverso dagli altri?
Comunque cercherò i tuoi messaggi per capire cosa intendi di preciso



nikybo85
Messaggi: 2831
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Giro della Svizzera 2019

Messaggio da leggere da nikybo85 » martedì 25 giugno 2019, 19:04

giorgio ricci ha scritto:
martedì 25 giugno 2019, 14:19
Chiaramente il mio roferimento a Rik 2° era puramente statistico. Non oserei neanche paragonare tali mostri sacri, di un ciclismo che aveva ancora regole comprensibili a tutti e dove il talento prevaleva su tutto alla paludosa e maleodorante situazione attuale. Il problema di corridori come Van Looy o De vlaeminck era il recupero. Evidentemente attualmente si punta molto su questa prerogativa e su costruzioni alambiccate per creare corridori da GT dal nulla.
Certo che uno come Bernal parte da una genetica favorevole, come Contador. Credo che il quid sia nelle continuità di risultati, non nell'exploit.
:clap: :clap:




Rispondi