Parliamo di Atletica

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 4102
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Bitossi »

galliano ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 9:02 Quella delle scarpe è roba da non crederci. chissà se ci hanno romanzato sopra.

In ogni caso correre con quelle scarpe non era certo una passeggiata di salute

]https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ ... 1920cr.jpg
Quelle scarpe mi sanno un po’ di fotomontaggio... :D
Non è che qualcuno, vista la storia, si è divertito a modificare una foto, fino a farla diventare “ufficiale”? :dubbio:

Certo ‘sto Guillemot... il cuore storto, un polmone in meno, le scarpe di Carla Fracci... non è che correva anche con 10 kg nelle tasche? :diavoletto:


Immagine
Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista
Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Bitossi ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 13:59
galliano ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 9:02 Quella delle scarpe è roba da non crederci. chissà se ci hanno romanzato sopra.

In ogni caso correre con quelle scarpe non era certo una passeggiata di salute

]https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ ... 1920cr.jpg
Quelle scarpe mi sanno un po’ di fotomontaggio... :D
Non è che qualcuno, vista la storia, si è divertito a modificare una foto, fino a farla diventare “ufficiale”? :dubbio:

Certo ‘sto Guillemot... il cuore storto, un polmone in meno, le scarpe di Carla Fracci... non è che correva anche con 10 kg nelle tasche? :diavoletto:
Il Guillemot se avesse fatto 'sti touretti con tappe da 150km come quelli dei giorni nostri si ritirava per protesta in maglia gialla con 10' di vantaggio su Pogacar :crazy:


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Gimbatbu ha scritto: mercoledì 16 giugno 2021, 23:27
galliano ha scritto: mercoledì 16 giugno 2021, 22:59 Sabato a Madrid torna finalmente van niekerk sui 400.
In questo momento non ha il minimo olimpico (44"90), ma sono solo 17 ad averlo, e non è nemmeno nei primi 48 del ranking iaaf.
Il 29 giugno chi è dentro è dentro chi è fuori è fuori, quindi pochi scherzi.
Se non scende sotto i 45" mi sa che lo possiamo considerare un ex, agli altissimi livelli. Lui è convinto di tornare. Vediamo se è un illuso come Froome.
Sempre a Madrid "sfida" Simbine vs Tortu nei 100.
Come il Beppe considero Tortu già al capolinea, the new Aru ma senza nemmeno la vuelta nel carniere.
Torna anche jacobs domenica in Polonia.

Per quanto riguarda la trost è da un pezzo che pare non crederci nemmeno lei, si accontenta delle interviste della Caporale e via così.
Invece parlando di cose serie appare quasi incredibile la crisi della laSitskene che ha saltato solo 1 e 88, meno della trost!!
E pure le due ucraine sono nella buca.
Adesso seguo meno e mi baso sui gludizi dell' EMM :worthy: però Van Niekerk se è appena al 60/100 sotto i 45 ci va ad occhi chiusi. Se non li fa vuol dire che non è più competitivo. Tortu, purtroppo, vedrà la schiena di Simbine, che non è un fenomeno, ma i 10 netti sono il suo standard abituale, dalla partenza. Sono dell' idea già espressa in precedenza che i padri non dovrebbero allenare i figli, anche se ci sono sodalizi vincenti in tal senso, e poi uno che parte come Tortu, non essendo Bolt, sui 100 difficilmente potrebbe raccogliere granché, però voi avete scritto in precedenza che dei 200 manco a parlarne quindi temo che tu e l' EMM abbiate ragione. Sulla Lasitskene penso che non sia stato facile gareggiare tutti questi anni da desaparecida, l' equilibrio psicologico di un saltatore è molto labile ( noi per esempio ne abbiamo uno con equilibrio labilissimo...) e se saltano certi meccanismi e alcune certezze non le riprendi più ( vedi Trost... ).
Notiziona di oggi: La Iapichino sarà allenata da Iapichino. Gianni ovviamente.
Della serie, dopo Howe e Tortu, roviniamo anche la sua di carriere :D
Mo andee a cagheer ....


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

La storia dell' atletica è piena di personaggi singolari. Il meglio accadde nella maratona delle Olimpiadi di Saint Louis nel 1904. Alla partenza uno dei favoriti, il cubano Carbajal, si presentò completamente ubriaco, in pigiama e con stivali da cowboy ai piedi. Alle rimostranze dei giudici sulla sua tenuta rispose facendosi dare un paio di forbici trasformando i pantaloni in calzoncini e la giacca in maglietta! I giudici rassegnati lo fecero partire. Dopo pochi km gli stivali divennero uno strumento di tortura e Carbajal se ne liberò proseguendo senza. Doveva essere un bell' atleta perché scalzo, proseguendo e smaltendo la sbronza cominciò a rimontare parecchie posizioni senonché iniziò ad accusare una sete terribile e siccome era un tipo che la soluzione la trovava in corso d'opera, deviò per un campo e raccolse delle pere da un albero, non aveva fatto i conti con l' irritabilità del contadino che gli avvento' contro un cane. Carbajal senza mollare le pere d' impegnò in un bello scatto per riportarsi sul percorso e tenne a distanza il cane. Saranno state le pere, sarà stata la fifa il cubano prese un bel ritmo e al 30esimo km affiancò quello che era secondo chiedendogli quanti ne aveva davanti, saputo che ne era rimasto uno solo forzò il ritmo ignorando che frattempo quello di era ritirato! Dopo un paio di km ad andatura forsennata si accasciò al lato della strada in preda a dolori lancinanti allo stomaco, non aveva digerito le pere!
Per la cronaca tagliò per primo il traguardo tale Fred Lorz che aveva percorso gli ultimi 10 km nascosto in un carro! Aveva fatto una scommessa con gli amici che prima della fine dei Giochi avrebbe baciato la figlia del Presidente Roosevelt che presenziava a molte premiazioni, infatti lui si era iscritto a tutte le gare dove lei era presente! Fu squalificato e la vittoria andò a quello a cui Carbajal avevaa chiesto informazioni. Era l' unico normale!


Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

beppesaronni ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:32

Notiziona di oggi: La Iapichino sarà allenata da Iapichino. Gianni ovviamente.
Della serie, dopo Howe e Tortu, roviniamo anche la sua di carriere :D
Mo andee a cagheer ....
Non dovesse andare bene la può sempre allenare la madre :crazy:


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:42
beppesaronni ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:32

Notiziona di oggi: La Iapichino sarà allenata da Iapichino. Gianni ovviamente.
Della serie, dopo Howe e Tortu, roviniamo anche la sua di carriere :D
Mo andee a cagheer ....
Non dovesse andare bene la può sempre allenare la madre :crazy:
Sua madre, già saltava da schifo (faceva 7 metri perchè fisicamente/atleticamente era mostruosa), sgangherata, una gamba qua e una la, prendeva l'asse una volta su 4.
No dai, non fatemelo


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Avatar utente
robot1
Messaggi: 1192
Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2010, 19:46

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da robot1 »

Per curiosità, chi allena Tamberi?


Un giorno potremo raccontare ai nipotini che noi siamo stati fortunati a veder correre Sagan
el_condor
Messaggi: 4165
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da el_condor »

Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 8:46

Il nome non mi diceva nulla, vado a controllare: campione olimpico 1920! Cavolo dico, ma quanti anni ha Condor? Poi ho letto : cuore a destra e senza un polmone. Vinse i 5000 e arrivò appena dietro Nurmi nei 10.000 dopo essersi appena alzato da tavola e con le scarpe di due numeri più grandi. Che tempi!
Paavo Nurmi era quasi imbattibile. Questa è una storia incredibile, ma vera..


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

robot1 ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 22:48 Per curiosità, chi allena Tamberi?
Genitore 1


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Mi viene un dubbio piuttosto maligno,
ma non è che in italia alcuni atleti di punta si fanno allenare dei genitori perché così questo si prende lo stipendio dallo stato?

forse è una malignità gratuita perchè non ho proprio idea di come funziona la cosa, se i vari Tamberi senior, Tortu, Felton (madre di Howe), adesso Iapichino sono assunti e pagati dalla federazione oppure se li paga l'atleta di tasca sua.


Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Chi è che diceva che a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca?


Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Se pensi che anche il mistero Derkach era, non lo so se ancora adesso, allenata dalla mammeta ( che almeno lei aqt era forte).


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Voglio essere magnanimo e non pensar male, ma un discreto indicatore della bontà della scelta di farsi allenare da un genitore potrebbe essere il numero di altri atleti allenati da mamma o papà.

Mi spiego, se il genitore x allena almeno 5/6 atleti di buon livello internazionale oltre al figlio è un conto, se allena solo il figlio allora qualche dubbio maligno mi viene. Perchè se il figlio è Usain Bolt potrei anche vagamente capirlo che ci si deve dedicare quasi in esclusiva ma se invece è un discreto comprimario lo capisco molto molto meno.


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:39 La storia dell' atletica è piena di personaggi singolari. Il meglio accadde nella maratona delle Olimpiadi di Saint Louis nel 1904. Alla partenza uno dei favoriti, il cubano Carbajal, si presentò completamente ubriaco, in pigiama e con stivali da cowboy ai piedi. Alle rimostranze dei giudici sulla sua tenuta rispose facendosi dare un paio di forbici trasformando i pantaloni in calzoncini e la giacca in maglietta! I giudici rassegnati lo fecero partire. Dopo pochi km gli stivali divennero uno strumento di tortura e Carbajal se ne liberò proseguendo senza. Doveva essere un bell' atleta perché scalzo, proseguendo e smaltendo la sbronza cominciò a rimontare parecchie posizioni senonché iniziò ad accusare una sete terribile e siccome era un tipo che la soluzione la trovava in corso d'opera, deviò per un campo e raccolse delle pere da un albero, non aveva fatto i conti con l' irritabilità del contadino che gli avvento' contro un cane. Carbajal senza mollare le pere d' impegnò in un bello scatto per riportarsi sul percorso e tenne a distanza il cane. Saranno state le pere, sarà stata la fifa il cubano prese un bel ritmo e al 30esimo km affiancò quello che era secondo chiedendogli quanti ne aveva davanti, saputo che ne era rimasto uno solo forzò il ritmo ignorando che frattempo quello di era ritirato! Dopo un paio di km ad andatura forsennata si accasciò al lato della strada in preda a dolori lancinanti allo stomaco, non aveva digerito le pere!
Per la cronaca tagliò per primo il traguardo tale Fred Lorz che aveva percorso gli ultimi 10 km nascosto in un carro! Aveva fatto una scommessa con gli amici che prima della fine dei Giochi avrebbe baciato la figlia del Presidente Roosevelt che presenziava a molte premiazioni, infatti lui si era iscritto a tutte le gare dove lei era presente! Fu squalificato e la vittoria andò a quello a cui Carbajal avevaa chiesto informazioni. Era l' unico normale!
Capolavoro!!!!!


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
kokkelkoren
Messaggi: 439
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da kokkelkoren »

Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:39 La storia dell' atletica è piena di personaggi singolari. Il meglio accadde nella maratona delle Olimpiadi di Saint Louis nel 1904. Alla partenza uno dei favoriti, il cubano Carbajal, si presentò completamente ubriaco, in pigiama e con stivali da cowboy ai piedi. Alle rimostranze dei giudici sulla sua tenuta rispose facendosi dare un paio di forbici trasformando i pantaloni in calzoncini e la giacca in maglietta! I giudici rassegnati lo fecero partire. Dopo pochi km gli stivali divennero uno strumento di tortura e Carbajal se ne liberò proseguendo senza. Doveva essere un bell' atleta perché scalzo, proseguendo e smaltendo la sbronza cominciò a rimontare parecchie posizioni senonché iniziò ad accusare una sete terribile e siccome era un tipo che la soluzione la trovava in corso d'opera, deviò per un campo e raccolse delle pere da un albero, non aveva fatto i conti con l' irritabilità del contadino che gli avvento' contro un cane. Carbajal senza mollare le pere d' impegnò in un bello scatto per riportarsi sul percorso e tenne a distanza il cane. Saranno state le pere, sarà stata la fifa il cubano prese un bel ritmo e al 30esimo km affiancò quello che era secondo chiedendogli quanti ne aveva davanti, saputo che ne era rimasto uno solo forzò il ritmo ignorando che frattempo quello di era ritirato! Dopo un paio di km ad andatura forsennata si accasciò al lato della strada in preda a dolori lancinanti allo stomaco, non aveva digerito le pere!
Per la cronaca tagliò per primo il traguardo tale Fred Lorz che aveva percorso gli ultimi 10 km nascosto in un carro! Aveva fatto una scommessa con gli amici che prima della fine dei Giochi avrebbe baciato la figlia del Presidente Roosevelt che presenziava a molte premiazioni, infatti lui si era iscritto a tutte le gare dove lei era presente! Fu squalificato e la vittoria andò a quello a cui Carbajal avevaa chiesto informazioni. Era l' unico normale!
Normale è una parola grossa!
Si chiamava Hicks, e quando arrivò al traguardo, ignorato dagli spettatori, crollò a terra svenuto.
Era fatto e strafatto di stricnina.
Tuttavia dopo tutti gli episodi avvenuti nessuno nell'organizzazione se la sentiva di aprire un nuovo scandalo per cui venne proclamato vincitore con buona pace per tutti.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

L'avete chiamata e vi ha risposto, al grande Beppe EMM fischiano le orecchie :D

14mt e 31 per la Derkach a Rieti, 15cm meglio del suo personale.

https://www.atleticalive.it/darya-derka ... -da-tokyo/

Così adesso siamo costretti a mandarla a Tokyo per farsi eliminare nelle qualificazioni con 13mt e 40 :diavoletto:
Io sono sempre maligno, ma vorrei vedere la Derkach saltare un 14mt in un meeting fuori dall'Italia.


Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Non voglio commentare, aspetto l' EMM...


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Tra l'altro la povera Dariya rischia di restare comunque a casa.
Il minimo olimpico è 14 e 32, raggiunto finora da 29 atlete, rimangono 3 posti perché il numero di ammesse è 32.
A 14mt e 31 di atlete ce ne sono più di tre e non mi è chiaro cosa succede a questo punto, se tutte quelle a 14 e 31 vengono ammesse oppure se guardano a qualche altro parametro.

Poi c'è sempre la possibilità che qualcuna delle prime 29 rinunci per infortunio o altro.

https://www.worldathletics.org/stats-zo ... d=10229529


Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 3019
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da nemecsek. »

kokkelkoren ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 19:29
Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:39 La storia dell' atletica è piena di personaggi singolari. Il meglio accadde nella maratona delle Olimpiadi di Saint Louis nel 1904. Alla partenza uno dei favoriti, il cubano Carbajal, si presentò completamente ubriaco, in pigiama e con stivali da cowboy ai piedi. Alle rimostranze dei giudici sulla sua tenuta rispose facendosi dare un paio di forbici trasformando i pantaloni in calzoncini e la giacca in maglietta! I giudici rassegnati lo fecero partire. Dopo pochi km gli stivali divennero uno strumento di tortura e Carbajal se ne liberò proseguendo senza. Doveva essere un bell' atleta perché scalzo, proseguendo e smaltendo la sbronza cominciò a rimontare parecchie posizioni senonché iniziò ad accusare una sete terribile e siccome era un tipo che la soluzione la trovava in corso d'opera, deviò per un campo e raccolse delle pere da un albero, non aveva fatto i conti con l' irritabilità del contadino che gli avvento' contro un cane. Carbajal senza mollare le pere d' impegnò in un bello scatto per riportarsi sul percorso e tenne a distanza il cane. Saranno state le pere, sarà stata la fifa il cubano prese un bel ritmo e al 30esimo km affiancò quello che era secondo chiedendogli quanti ne aveva davanti, saputo che ne era rimasto uno solo forzò il ritmo ignorando che frattempo quello di era ritirato! Dopo un paio di km ad andatura forsennata si accasciò al lato della strada in preda a dolori lancinanti allo stomaco, non aveva digerito le pere!
Per la cronaca tagliò per primo il traguardo tale Fred Lorz che aveva percorso gli ultimi 10 km nascosto in un carro! Aveva fatto una scommessa con gli amici che prima della fine dei Giochi avrebbe baciato la figlia del Presidente Roosevelt che presenziava a molte premiazioni, infatti lui si era iscritto a tutte le gare dove lei era presente! Fu squalificato e la vittoria andò a quello a cui Carbajal avevaa chiesto informazioni. Era l' unico normale!
Normale è una parola grossa!
Si chiamava Hicks, e quando arrivò al traguardo, ignorato dagli spettatori, crollò a terra svenuto.
Era fatto e strafatto di stricnina.
Tuttavia dopo tutti gli episodi avvenuti nessuno nell'organizzazione se la sentiva di aprire un nuovo scandalo per cui venne proclamato vincitore con buona pace per tutti.
Fra i folli animali di quella meravigliosa, intima, fondante, illuminante esperienza che si chiama Maratona ci mettiamo pure Kanaguri Shisō e la sua corsa durata 54 anni (Stoccolma 1912/1967).
Ultima modifica di nemecsek. il sabato 19 giugno 2021, 1:53, modificato 1 volta in totale.


Immagine

Finestre 2018 rosicata eterna :D
Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 3019
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da nemecsek. »

nino58 ha scritto: mercoledì 16 giugno 2021, 18:00

Scartezzini nel 1980 non lo batteva nessuno.
Ma era finanziere e fu battuto da Kossiga che vietò agli atleti militari di andare a Mosca.
Fortunatamente Pietrino non pigliava (allora) la paga del sabato.


Immagine

Finestre 2018 rosicata eterna :D
andriusskerla
Messaggi: 2947
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da andriusskerla »

Ryan Crouser disintegra il record del mondo del getto del peso nei Trials USA.


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Comunque la derkach l'abbiamo svegliata noi :D .
Concordo che andasse alle olimpiadi, saltera 13.40. Si sa già.
Oggi mi aspetto un bel 10.19 di tortu e temo che jacobs abbia smaltito la forma e domani non andra troppo meglio.
Post disfattista ovviamente sperando di portare sfiga al contrario


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

beppesaronni ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 8:30 Comunque la derkach l'abbiamo svegliata noi :D .
Concordo che andasse alle olimpiadi, saltera 13.40. Si sa già.
Oggi mi aspetto un bel 10.19 di tortu e temo che jacobs abbia smaltito la forma e domani non andra troppo meglio.
Post disfattista ovviamente sperando di portare sfiga al contrario
Forse ci leggono... :carta:


Avatar utente
Slegar
Messaggi: 6537
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Slegar »

nemecsek. ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 1:51
nino58 ha scritto: mercoledì 16 giugno 2021, 18:00

Scartezzini nel 1980 non lo batteva nessuno.
Ma era finanziere e fu battuto da Kossiga che vietò agli atleti militari di andare a Mosca.
Fortunatamente Pietrino non pigliava (allora) la paga del sabato.
Se ingiusto nei confronti di chi, allora, gareggiava nei gruppi sportivi militari ed in particolare nelle FF.GG. Un caro amico nel 1983 entrò a far parte delle FF.GG in atletica leggera, prese armi e bagagli e si trasferì a Roma; effettuò questo trasferimento perché gli atleti delle FF.GG. avevano l'obbligo, sempre allora, di allenarsi nei centri sportivi e con gli allenatori societari. Poco tempo dopo mi spiegò che aveva l'alternativa di essere arruolato nelle FF.OO. di Padova e che avrebbe potuto continuare ad essere seguito dai suoi soliti allenatori ma scelse di trasferirsi a Roma per due motivi: il primo che nelle FF.GG. prima eri un atleta e poi un finanziere , mentre nelle FF.OO. eri prima un poliziotto e poi un atleta (e in quei tempi era un attimo ritrovarsi dalla divisa di allenamento a quella antisommossa), ma soprattutto che a Roma aveva la possibilità di accedere a delle strutture che altrimenti se le sarebbe sognate (detto da uno che quotidianamente percorreva assieme ad un giavellottista il percorso Asiago-Schio in Vespa col giavellotto in mano). Per molti atleti di quel 1980 l'alternativa era tra partecipare alle olimpiadi e poi smettere per non avere nessun'altra struttura ad alto livello oppure rinunciare per proseguire la carriera.

Piuttosto sarebbe interessante studiare i danni fatti allo sport italiano da Antonio di Pietro grazie alla stretta da lui voluta, nel primo governo Prodi, sui limiti alle sponsorizzazioni sportive.


fair play? No, Grazie!
Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 4102
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Bitossi »

nemecsek. ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 1:48 Fra i folli animali di quella meravigliosa, intima, fondante, illuminante esperienza che si chiama Maratona ci mettiamo pure Kanaguri Shisō e la sua corsa durata 54 anni (Stoccolma 1912/1967).
Un po’ meno esotica, perché ce l’hanno propinata in tutte le salse, però pure la vicenda di Dorando Pietri merita! ;)
Ma quei giudici non potevano farsi i c...i loro? :diavoletto: (a quanto pare Conan Doyle non c’entrava niente, non si capisce bene perché fu messo in mezzo... :boh: )


Immagine
Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Bitossi ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 13:59
nemecsek. ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 1:48 Fra i folli animali di quella meravigliosa, intima, fondante, illuminante esperienza che si chiama Maratona ci mettiamo pure Kanaguri Shisō e la sua corsa durata 54 anni (Stoccolma 1912/1967).
Un po’ meno esotica, perché ce l’hanno propinata in tutte le salse, però pure la vicenda di Dorando Pietri merita! ;)
Ma quei giudici non potevano farsi i c...i loro? :diavoletto: (a quanto pare Conan Doyle non c’entrava niente, non si capisce bene perché fu messo in mezzo... :boh: )
Che poi a voler sottilizzare anche il povero Dorando si era fatto la sua brava dose di pozione, ma c' è da dire che i corridori all' epoca per sbarcare il lunario si sottoponevano a dei tour de force pazzeschi. Dopo le Olimpiadi non so quante volte lui e Hayes ( colui che fu dichiarato vincitore a Londra) si sfidarono in gare a premi.


Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 8876
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da matteo.conz »

Gimbatbu ha scritto: giovedì 17 giugno 2021, 17:39 La storia dell' atletica è piena di personaggi singolari. Il meglio accadde nella maratona delle Olimpiadi di Saint Louis nel 1904. Alla partenza uno dei favoriti, il cubano Carbajal, si presentò completamente ubriaco, in pigiama e con stivali da cowboy ai piedi. Alle rimostranze dei giudici sulla sua tenuta rispose facendosi dare un paio di forbici trasformando i pantaloni in calzoncini e la giacca in maglietta! I giudici rassegnati lo fecero partire. Dopo pochi km gli stivali divennero uno strumento di tortura e Carbajal se ne liberò proseguendo senza. Doveva essere un bell' atleta perché scalzo, proseguendo e smaltendo la sbronza cominciò a rimontare parecchie posizioni senonché iniziò ad accusare una sete terribile e siccome era un tipo che la soluzione la trovava in corso d'opera, deviò per un campo e raccolse delle pere da un albero, non aveva fatto i conti con l' irritabilità del contadino che gli avvento' contro un cane. Carbajal senza mollare le pere d' impegnò in un bello scatto per riportarsi sul percorso e tenne a distanza il cane. Saranno state le pere, sarà stata la fifa il cubano prese un bel ritmo e al 30esimo km affiancò quello che era secondo chiedendogli quanti ne aveva davanti, saputo che ne era rimasto uno solo forzò il ritmo ignorando che frattempo quello di era ritirato! Dopo un paio di km ad andatura forsennata si accasciò al lato della strada in preda a dolori lancinanti allo stomaco, non aveva digerito le pere!
Per la cronaca tagliò per primo il traguardo tale Fred Lorz che aveva percorso gli ultimi 10 km nascosto in un carro! Aveva fatto una scommessa con gli amici che prima della fine dei Giochi avrebbe baciato la figlia del Presidente Roosevelt che presenziava a molte premiazioni, infatti lui si era iscritto a tutte le gare dove lei era presente! Fu squalificato e la vittoria andò a quello a cui Carbajal avevaa chiesto informazioni. Era l' unico normale!
Grazie del racconto! Queste storie dello sport che fu mi appasionano sempre.


Mondiale 2019: 1 matteo.conz 53 :champion:
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Mi fa piacere di aver postato una cosa gradevole. Stasera sto al lavoro, ma domani racconto un' altra maratona leggendaria e avvolta anche questa nel dubbio.


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Poco fa 72 e rotti della fantini.
Un altra che alle olimpiadi in qualificazione lancerà a 64 ....


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Road Runner »

Gimbatbu ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 18:47
Bitossi ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 13:59
nemecsek. ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 1:48 Fra i folli animali di quella meravigliosa, intima, fondante, illuminante esperienza che si chiama Maratona ci mettiamo pure Kanaguri Shisō e la sua corsa durata 54 anni (Stoccolma 1912/1967).
Un po’ meno esotica, perché ce l’hanno propinata in tutte le salse, però pure la vicenda di Dorando Pietri merita! ;)
Ma quei giudici non potevano farsi i c...i loro? :diavoletto: (a quanto pare Conan Doyle non c’entrava niente, non si capisce bene perché fu messo in mezzo... :boh: )
Che poi a voler sottilizzare anche il povero Dorando si era fatto la sua brava dose di pozione, ma c' è da dire che i corridori all' epoca per sbarcare il lunario si sottoponevano a dei tour de force pazzeschi. Dopo le Olimpiadi non so quante volte lui e Hayes ( colui che fu dichiarato vincitore a Londra) si sfidarono in gare a premi.
Ho svariati libri su Dorando Pietri. In uno c'è tutta la cronologia delle sfide organizzate come rivincita. Una sequela di maratone indoor al Madison Square Garden, su pista di 180 metri, in un fumo e una bolgia infernale, con rifornimenti a Rhum e Whiskey !! Pazzesco...


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

beppesaronni ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 20:21 Poco fa 72 e rotti della fantini.
Un altra che alle olimpiadi in qualificazione lancerà a 64 ....
Sempre a Madrid torna van niekerk ma perde da Zambrano, 44.56 il tempo del sudafricano. a mio avviso prova incoraggiante, considerando che Zambrano è forte.
Devo vedere le immagini per farmi un'idea migliore.

10" 27 per Tortu con vento -1,4
Il primo, il sudafricano LEOtlela fa 10.15.
Leotlela quest'anno ha 9 e 94.


Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 4102
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Bitossi »

Gimbatbu ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 18:47
Bitossi ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 13:59
nemecsek. ha scritto: sabato 19 giugno 2021, 1:48 Fra i folli animali di quella meravigliosa, intima, fondante, illuminante esperienza che si chiama Maratona ci mettiamo pure Kanaguri Shisō e la sua corsa durata 54 anni (Stoccolma 1912/1967).
Un po’ meno esotica, perché ce l’hanno propinata in tutte le salse, però pure la vicenda di Dorando Pietri merita! ;)
Ma quei giudici non potevano farsi i c...i loro? :diavoletto: (a quanto pare Conan Doyle non c’entrava niente, non si capisce bene perché fu messo in mezzo... :boh: )
Che poi a voler sottilizzare anche il povero Dorando si era fatto la sua brava dose di pozione, ma c' è da dire che i corridori all' epoca per sbarcare il lunario si sottoponevano a dei tour de force pazzeschi. Dopo le Olimpiadi non so quante volte lui e Hayes ( colui che fu dichiarato vincitore a Londra) si sfidarono in gare a premi.
Ah, be’, che fossero tutti “pieni” lo davo per scontato, ovviamente di intrugli artigianali a base di stimolanti “forti” o di energetici fatti in casa. :D
Un po’ come nel ciclismo eroico; non essendoci divieti particolari, la cosa non mi crea alcun problema.

Ora non ricordo se nello sceneggiato televisivo dedicato a Pietri si facesse allusione a queste pratiche, ma a naso direi di no... :diavoletto: (era su Rai1 :boh: )


Immagine
Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista
Cthulhu
Messaggi: 1876
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Cthulhu »

galliano ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 8:55 Mi viene un dubbio piuttosto maligno,
ma non è che in italia alcuni atleti di punta si fanno allenare dei genitori perché così questo si prende lo stipendio dallo stato?

forse è una malignità gratuita perchè non ho proprio idea di come funziona la cosa, se i vari Tamberi senior, Tortu, Felton (madre di Howe), adesso Iapichino sono assunti e pagati dalla federazione oppure se li paga l'atleta di tasca sua.
Non credo sia quello il motivo, Gianni non ha problemi di soldi, la sua compagna ha una azienda a Singapore che va più che bene.
Mi sa che è banalmente " geloso", non gli va di lasciare la bella figlia diciottenne troppo da sola...


Cthulhu
Messaggi: 1876
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Intanto Allyson Felix si è qualificata per la sua quinta olimpiade. E' già la donna più vincente di sempre alle Olimpiadi nell'atletica e probabilmente batterà il suo record di 6 medaglie d'oro vincendo almeno la 4x400. Che poi gli ori li ha vinti quasi tutti in staffetta.


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2230
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Sul tema degli atleti allenati dai genitori secondo me non funziona fare un confronto con ciò che avrebbe ipoteticamente potuto essere con un altro allenatore, il confronto va fatto con ciò che gli altri atleti con un altro allenatore non hanno fatto. Tra l'altro è evidente che ogni caso è diverso, se di Howe penso anch'io che avrebbe potuto fare di più, di Tortu e Tamberi penso sia abbastanza evidente e condiviso che hanno raggiunto il massimo del loro potenziale


Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Beppugrillo ha scritto: mercoledì 23 giugno 2021, 21:15 Sul tema degli atleti allenati dai genitori secondo me non funziona fare un confronto con ciò che avrebbe ipoteticamente potuto essere con un altro allenatore, il confronto va fatto con ciò che gli altri atleti con un altro allenatore non hanno fatto. Tra l'altro è evidente che ogni caso è diverso, se di Howe penso anch'io che avrebbe potuto fare di più, di Tortu e Tamberi penso sia abbastanza evidente e condiviso che hanno raggiunto il massimo del loro potenziale
Questi tre hanno un comun denominatore. Si sono infortunati spesso, può essere un caso come anche no.


Cthulhu
Messaggi: 1876
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Gimbatbu ha scritto: mercoledì 23 giugno 2021, 22:19
Beppugrillo ha scritto: mercoledì 23 giugno 2021, 21:15 Sul tema degli atleti allenati dai genitori secondo me non funziona fare un confronto con ciò che avrebbe ipoteticamente potuto essere con un altro allenatore, il confronto va fatto con ciò che gli altri atleti con un altro allenatore non hanno fatto. Tra l'altro è evidente che ogni caso è diverso, se di Howe penso anch'io che avrebbe potuto fare di più, di Tortu e Tamberi penso sia abbastanza evidente e condiviso che hanno raggiunto il massimo del loro potenziale
Questi tre hanno un comun denominatore. Si sono infortunati spesso, può essere un caso come anche no.
Vero. Però c'è da dire che fanno tutti specialità dove serve la forza esplosiva e in quelle se ne infortunano tantissimi.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Sto seguendo i trials statunitensi e giamaicani.
Volevo segnalare due personaggine degne di un pomeriggio su canale 5 dalla de filippi.
Due fior di burine da far concorrenza alle borgatare romane.
La vincitrice dei 100 Sha'Carri Richardson e la candidata al titolo del lungo Tara Davis. Difficile dire quale delle due sia la più impresentabile. Evidentemente in USA, e non solo, paga la ricerca della visibilità ad ogni costo.
Per fortuna alle Olimpiadi troveranno qualcuna che impedirà loro di infangare l'albo d'oro dell'atletica.

Tanto per fare un paragone preferirei che Aru vincesse 5 Tour piuttosto che una di queste due burine vincesse l'oro a Tokyo.

Tornando ai risultati grande sorpresa negli 800 USA con il campione mondiale in carica Brazier che rimane a casa.
A questo punto l'oro a Tokyo diventa molto più incerto.
Molto sotto tono il triplo maschile in cui dopo molti anni era assente per grave infortunio Chris Taylor.

Occhio ai 400hs che si correranno stanotte perché potrebbero anche cadere i due record del mondo. Più probabile quello femminile.
Altro personaggio che ha impressionato è la quattrocentista/ottocentista MU (genitori sudanesi), 17 anni e favoritissima negli 800. Potrebbe vincere pure a Tokyo.

Nei 100 femminili a Kingston vince con l'ennesima grande prova di forza SA Fraser, 10.71. Battute una strepitosa Shericka Jackson e Elaine Thompson.
Va detto che la Jackson è una quattrocentista, che potrebbe vincere sia i 200 che i 400 a questi Trials.
Se arriva con questa forma a Tokyo potrebbe vincere l'oro nei 200 oppure nei 400.
Vediamo, non credo sia così folle da correre 7/8 turni in 4 giorni ai trials giamaicani.

Quest'anno è complicato immaginare i favoriti per Tokyo nelle corse veloci femminili perché molte atlete potrebbero aspirare ad una medaglia in più di una specialità.
Ad esempio la bahamense Miller-Uibo pare faccia i 200 e rinunci ai 400, scelta piuttosto strana considerando che sul giro di pista ha nettamente il miglior tempo dell'anno e la concorrenza nei 400 pare decisamente minore, visto che la MU farà gli 800 e pare che pure la Jackson faccia i 200.
C'è l'incognita Naser che ha scampato la squalifica per mancati controlli ma quest'anno non ha mai corso.

Come sempre c'insegna Beppone i tempi a Eugene vanno tarati perché fioccano prestazioni monstre che poi non si ripetono altrove.


Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 7354
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da jerrydrake »

Non sono trials ma gli Assoluti italiani ci dicono che la Trost rimarrà probabilmente a casa, che Larissa Iapichino ha perso lo smalto di qualche mese fa, che i 400isti non sono messi bene, che Marcell Jacobs ha recuperato alla grande dall'infortunio. L'italotexano ha corso uno strepitoso 10.01 con 1m/s di vento in faccia. Ottimo.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Nei 400 uomini facciamo come i gamberi.

Fabbri nel peso non mi trasmette alcuna affidabilità, solo terzo con misure risibili a livello mondiale. Primo l'americano Ponzio che ha da poco preso la nazionalità italiana anche se non sa una parola della nostra lingua. Alla faccia di Suarez :D

Molto bene Jacobs, considerando che gli americani saranno solo tre e che i giamaicani vanno piano, non è poi così lontano dal podio.

Gara particolare nel lungo donne per via di un nullo dubbio sull'ultimo salto (6,67) della Strati che le avrebbe dato il titolo italiano e il biglietto per Tokyo.

La Trost credo andrà perché ha saltato 1,93 pochi giorni fa. Un viaggio probabilmente inutile...


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16353
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da galliano »

Comincio a essere un po' perplesso da questi trials USA , soprattutto in campo femminile.
Si vedono tempi e misure clamorose un po' in tutte le specialità.
Che so, nei 200 un'onesta mestierante come la Prandini fa 21:88 :shock:
La Thomas arriva addirittura a 21.61, secondo tempo di sempre, abbassando di 1" i suoi tempi degli ultimi 2 anni e distruggendo il personale di 60 centesimi.
Ho addirittura la sensazione che per vincere a Tokyo si possa arrivare all'inavvicinabile record della Griffith.
Nei 400hs sicuramente stanotte cadrà il record del mondo e forse la mcLaughlin scenderà sotto i 52".

A vedere questi risultati a Tokyo le americane possono vincere praticamente tutte le specialità tolta la marcia, 10000 e 5000.
800, Martello, peso, disco, asta, alto, ecc. ormai è una valanga a stelle e strisce al femminile. Pure i 3000 sp.
Sarà l'aria buona dell'oregon...


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Ragazzi occhio che il 10.01 ti jacobs vale gia un 9.90 con vento onesto.
Ed è appena stato fermo 20 giorni.
Questo è davvero molto vicino a vincere una medaglia alle olimpiadi, medaglia che con vento onesto si prende anche a 9.86-9.88


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 7354
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da jerrydrake »

galliano ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 11:27 Comincio a essere un po' perplesso da questi trials USA , soprattutto in campo femminile.
Si vedono tempi e misure clamorose un po' in tutte le specialità.
Che so, nei 200 un'onesta mestierante come la Prandini fa 21:88 :shock:
La Thomas arriva addirittura a 21.61, secondo tempo di sempre, abbassando di 1" i suoi tempi degli ultimi 2 anni e distruggendo il personale di 60 centesimi.
Ho addirittura la sensazione che per vincere a Tokyo si possa arrivare all'inavvicinabile record della Griffith.
Nei 400hs sicuramente stanotte cadrà il record del mondo e forse la mcLaughlin scenderà sotto i 52".

A vedere questi risultati a Tokyo le americane possono vincere praticamente tutte le specialità tolta la marcia, 10000 e 5000.
800, Martello, peso, disco, asta, alto, ecc. ormai è una valanga a stelle e strisce al femminile. Pure i 3000 sp.
Sarà l'aria buona dell'oregon...
Dimentichi il risultato più clamoroso: il nuovo record mondiale under 20 del 17enne Errijon Knighton nelle semifinali dei 200m maschili, il 19.88 con cui manda in soffitta Usain Bolt...


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Intanto ottimo 14.47 della derkach.
Sono 3 le CERTISSIME controprestazioni che avremo alle olimpiadi, e vorrei che qualcuno se le ricordasse.
La derkach.
Del molin.
La fantini nel martello


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
cassius
Messaggi: 1995
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da cassius »

galliano ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 10:03 Mi spiego, se il genitore x allena almeno 5/6 atleti di buon livello internazionale oltre al figlio è un conto, se allena solo il figlio allora qualche dubbio maligno mi viene. Perchè se il figlio è Usain Bolt potrei anche vagamente capirlo che ci si deve dedicare quasi in esclusiva ma se invece è un discreto comprimario lo capisco molto molto meno.
Condivido al 100%.
E aggiungo che, anche quando il papà è un bravo allenatore, sarebbe meglio evitare.


Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 7354
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da jerrydrake »

cassius ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 19:10
galliano ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 10:03 Mi spiego, se il genitore x allena almeno 5/6 atleti di buon livello internazionale oltre al figlio è un conto, se allena solo il figlio allora qualche dubbio maligno mi viene. Perchè se il figlio è Usain Bolt potrei anche vagamente capirlo che ci si deve dedicare quasi in esclusiva ma se invece è un discreto comprimario lo capisco molto molto meno.
Condivido al 100%.
E aggiungo che, anche quando il papà è un bravo allenatore, sarebbe meglio evitare.
E vale per tutti gli sport!


el_condor
Messaggi: 4165
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da el_condor »

beppesaronni ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 19:06 Intanto ottimo 14.47 della derkach.
Sono 3 le CERTISSIME controprestazioni che avremo alle olimpiadi, e vorrei che qualcuno se le ricordasse.
La derkach.
Del molin.
La fantini nel martello
qualcuno si dovrebbe scusare...


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."
Gimbatbu
Messaggi: 3539
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

el_condor ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 23:07
beppesaronni ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 19:06 Intanto ottimo 14.47 della derkach.
Sono 3 le CERTISSIME controprestazioni che avremo alle olimpiadi, e vorrei che qualcuno se le ricordasse.
La derkach.
Del molin.
La fantini nel martello
qualcuno si dovrebbe scusare...
Se ti riferisci alla Derkach, quoto in toto Beppe, non supererà i 14 metri in qualifica come ha sempre fatto in tutte le competizioni importanti dove veniva puntualmente convocata. Dal Molin comincerà a vedere le streghe al sesto ostacolo, ma tutto sommato dei tre è quello che potrebbe fare figura migliore e la Fantini, per inciso allenata dalla madre, tenterà di distruggere la rete di protezione. Non è cattiveria, è il vissuto precedente. Felice di essere smentito ai Giochi.


beppesaronni
Messaggi: 4280
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da beppesaronni »

Gimbatbu ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 23:55
el_condor ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 23:07
beppesaronni ha scritto: domenica 27 giugno 2021, 19:06 Intanto ottimo 14.47 della derkach.
Sono 3 le CERTISSIME controprestazioni che avremo alle olimpiadi, e vorrei che qualcuno se le ricordasse.
La derkach.
Del molin.
La fantini nel martello
qualcuno si dovrebbe scusare...
Se ti riferisci alla Derkach, quoto in toto Beppe, non supererà i 14 metri in qualifica come ha sempre fatto in tutte le competizioni importanti dove veniva puntualmente convocata. Dal Molin comincerà a vedere le streghe al sesto ostacolo, ma tutto sommato dei tre è quello che potrebbe fare figura migliore e la Fantini, per inciso allenata dalla madre, tenterà di distruggere la rete di protezione. Non è cattiveria, è il vissuto precedente. Felice di essere smentito ai Giochi.
Ti pagherei 17 aperitiVI :D :D :D
Il fatto è che chi segue con attenzione l'atletica, queste cose le sa.
E siccome voglio mettere nero su bianco, caro el_condor, ti scrivo le loro future prestazioni olimpiche qui sotto:

- Derkach: viene da un 14.47 che se ripetuto, ti manderebbe facile in finale, ma uscirà in qualificazione con il 13 davanti

- Fantini: viene da + prestazioni oltre i 70 metri, con punta a 72 e mezzo (misura con la quale andrebbe facilmente in finale) - finirà le qualificazioni col 6 davanti (e distruggerà reti :D :D :D ).

- Del Molin: viene da un 13.27 che ti porterebbe facilmente in semifinale e con ottime probabilitò in finale - uscirà al primo turno con un risultato + verso il 14 che verso il 13.

- Oggi mi sento bene e voglio aggiungervi Fabbri. Sarei stupito se arrivasse a 21 metri

E Dio ce la scampi, siamo riusciti ad evitare Trost.

Però ragazzi, occhio alle mezzofondiste.
La Bellò non è male.
La Sabatini non è NIENTE male!!!!
La Battocletti è super e potrebbe regalare grosse ed inattese gradite sorprese


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.
Oude Kwaremont
Messaggi: 1800
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Parliamo di Atletica

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont »

beppesaronni ha scritto: lunedì 28 giugno 2021, 9:53
Però ragazzi, occhio alle mezzofondiste.
La Bellò non è male.
La Sabatini non è NIENTE male!!!!
La Battocletti è super e potrebbe regalare grosse ed inattese gradite sorprese
La situazione del mezzofondo in Italia è buona, sia al femminile che al maschile.

Non conosco bene Bellò, le altre due sono forti e possono ancora migliorare e stabilire perlomeno i primati italiani nelle rispettive distanze (1500 la prima, 3000 e 5000 la seconda). Però per questa Olimpiade secondo me meglio ancora non aspettarsi nulla. 14'58" per una donna sui 5000 è una grande tempo ma ce sono 30 e passa con tempi inferiori.

Anche al maschile la situazione sembra essersi un pò smossa, diversi atleti in grado di correre i 10.000 in 27', i 5000 in 13', i 3000 in 7', e fra questi diversi atleti non sono professionisti (o almeno non ufficialmente).


Rispondi