Coronavirus

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

"La nuova buzzword dei depensanti è "terapie domiciliari", sapevilo e sapevatelo"

"inizio a pensare che sia un bene che questi qui non si vogliano vaccinare. Che il darwinismo faccia il suo corso. :diavoletto:"

"Non tutti i novax sono così cretini ma è innegabile che la maggior parte di essi esprima posizioni deliranti basate su una errata conoscenza o su una presunzione di conoscenza."

"Da alcuni messaggi recenti e un po' meno recenti deduco che alcuni utenti avrebbero tanto voluto un PhD in una disciplina scientifica, ma temo si siano lievemente arenati al conseguimento della licenza media"

Non iniziò con le camere a gas. Iniziò con i politici che dividevano le persone tra "noi" e "loro". Iniziò con l'intolleranza e i discorsi d'odio. E quando la gente smise di preoccuparsene, divenne insensibile, obbediente e cieca. (Primo Levi)


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Strong ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 11:48
castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 9:55 mah il tentativo maldestro è quello di trovare l'essenza del cretino nelle posizioni novax.
non si fa troppa fatica a trovare l'essenza del cretino in quella gente scesa nelle piazze
che poi ci sia tanta gente indecisa o timorosa è normale e più che comprensibile
ma quelli sono cretini patentati con evidenti problemi perchè una persona "normale" certe cose non le dice e nemmeno le pensa
Mah. Io non ho dubbi sulla vaccinazione piu' che li abbia sul passaporto vaccinale.
La penso come balloux (cosi' sistemiamo quello che ha il phd attaccato in cameretta assieme al poster di parisi).

Il gp ue e' stato trasformato da qualcosa su cui potevo condividere in un procedimento senza senso.

Ma e' tutta sta storia dall' inizio ad abdare male.

Sulla vespucci gira gente contagiata ma sono tutti vaccinati. Che ce ne facciamo di contare gente col raffreddore e mettere titolo i contagiati aumentano del tot%? Nulla.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
GiacomoXT
Messaggi: 1713
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da GiacomoXT »

Certo che esiste un "noi" ed un "loro". Non ritengo che chi rifiuti di vaccinarsi sulla base della propria ignoranza faccia parte della mia stessa specie animale.


FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

Invece delle camere a Gas si potrebbero istituire, per le sotto-specie inferiori, magari con appositi fondi next gen gentilmente erogati dalla finanza speculativa spacciati per aiuti, dei green campi di rieducazione, apponendovi una scritta in ferro "Vaccine Macht Frei" in omaggio al family feeling.

Attualmente però anche se ignorato dai ben-pensanti esiste un piccolissimo ostacolo, le scelte in materia sanitaria sono personali e esercitate con il libero consenso oltre ad essere protette anche nella loro riservatezza, da norme superiori a un DL/DdL.
Forse più di un dottorato in materia scientifica sarebbe opportuno, non dico aver approfondito gli studi giuridici, ma almeno aver seguito le lezioni di educazione civica.
Ricordando che la Costituzione sia stata scritta appositamente perchè comprensibile senza sofismi giuridici, e che i primi 12 articoli siano i "principi fondamentali" , inviolabili, sentiamo sull' operato governativo in tema di contrasto alla pandemia il parere di un noto negazionista, Sabino Cassese , presidente emerito della CC :

Aprile : Il giudizio di Cassese su Conte: "Il primo decreto era fuori legge"
Secondo il giurista si è verificata un’usurpazione dei poteri da parte del presidente del consiglio. Poi sottolinea che Palazzo Chigi ha emanato “una serie di norme incomprensibili, scritte male, contraddittorie" “ricorrere, almeno per quelli più importanti, a decreti presidenziali” invece di abusare dei decreti del premier.«Il Governo ha agito in maniera confusa e contro alcuni principi base della Costituzione» attacca l’ex Presidente della Consulta, e poi ribadisce con ancor più forza «neppure la più terribile delle dittature ha limitato la libertà di andare e venire, di uscire di casa, per di più selettivamente limitata per categorie di persone o a titolo individuale indicate in atti amministrativi»
"La pandemia non è una guerra. I pieni poteri al governo sono illegittimi" E a dirlo è un giurista che, da sempre, è europeista e anti-sovranista, un costituzionalista che dà consigli al Quirinale fin dai tempi di Carlo Azeglio Ciampi ed ha continuato a farlo con Giorgio Napolitano e con Sergio Mattarella. "Nell' interpretazione della Costituzione non si può giocare con le parole. Una pandemia non è una guerra. Non si può quindi ricorrere all' articolo 78 della Costituzione",
Ottobre : Emergenza o incapacità? Se lo chiede il costituzionalista Sabino Cassese ospite di Omnibus su La7. "Proroga dell'emergenza o dell'incapacità? - domanda Cassese - Non c'è nessuna emergenza visto che la situazione che stiamo vivendo era prevista da mesi. Tutti sapevano che ci sarebbe stata una recrudescenza dei contagi perché la vita è ricominciata e il virus circola. Insomma dichiarare uno stato di emergenza non serve a nulla ed è eccessivo. Serve solo perché nello Stato c'è impotenza ad affrontare rapidamente i problemi ordinari. Tanti altri Paesi del mondo, infatti, non hanno dichiarato nessuno stato di emergenza.
Dicembre : Decreto "obbrobrio costituzionale"


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 12:47 "La nuova buzzword dei depensanti è "terapie domiciliari", sapevilo e sapevatelo"

"inizio a pensare che sia un bene che questi qui non si vogliano vaccinare. Che il darwinismo faccia il suo corso. :diavoletto:"

"Non tutti i novax sono così cretini ma è innegabile che la maggior parte di essi esprima posizioni deliranti basate su una errata conoscenza o su una presunzione di conoscenza."

"Da alcuni messaggi recenti e un po' meno recenti deduco che alcuni utenti avrebbero tanto voluto un PhD in una disciplina scientifica, ma temo si siano lievemente arenati al conseguimento della licenza media"

Non iniziò con le camere a gas. Iniziò con i politici che dividevano le persone tra "noi" e "loro". Iniziò con l'intolleranza e i discorsi d'odio. E quando la gente smise di preoccuparsene, divenne insensibile, obbediente e cieca. (Primo Levi)
mah. ci sono dei pasticcioni al governo che giochicchiano con le libertà costituzionali in nome di che non si capisce.

dovrebbero persuadere le persone a vaccinarsi.
fine della storia.

se le persone non si vaccinano, per qualsivoglia motivo non è che puoi togliergli qualsiasi diritto civile.

anche perché per gli under 40 il rischio è bassissimo (sono buono). ossia gli under 40 hanno migliaia di altri rischi con i quali devno confrontarsi e il covid sembra uno dei tanti.

diverso il discorso per gli over 60.

per gli under 40 c'è l'accusa di far variare il virus ma è una frescaccia: miliardi di persone non coperte.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

beh ci vorrebbe un lockdown.

ora i casi aumentano ovunque anche fuori italia (gli europei ovviamente non c'entano un cazzo).
ma per ora la situa non sembra quella dei mesi precedenti.
ossia ad un aumento dei contagi non segue quello delle ospedalizzazioni.

questo all'oggi.

se l'obbiettivo sono i contagi, ossia gente che in massima parte ha un raffreddore, e non le ospedalizzazioni lo dicano chiaro e tondo.
Allegati
Cattura.PNG
Cattura.PNG (23.83 KiB) Visto 853 volte


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:27
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 12:47 "La nuova buzzword dei depensanti è "terapie domiciliari", sapevilo e sapevatelo"

"inizio a pensare che sia un bene che questi qui non si vogliano vaccinare. Che il darwinismo faccia il suo corso. :diavoletto:"

"Non tutti i novax sono così cretini ma è innegabile che la maggior parte di essi esprima posizioni deliranti basate su una errata conoscenza o su una presunzione di conoscenza."

"Da alcuni messaggi recenti e un po' meno recenti deduco che alcuni utenti avrebbero tanto voluto un PhD in una disciplina scientifica, ma temo si siano lievemente arenati al conseguimento della licenza media"

Non iniziò con le camere a gas. Iniziò con i politici che dividevano le persone tra "noi" e "loro". Iniziò con l'intolleranza e i discorsi d'odio. E quando la gente smise di preoccuparsene, divenne insensibile, obbediente e cieca. (Primo Levi)
mah. ci sono dei pasticcioni al governo che giochicchiano con le libertà costituzionali in nome di che non si capisce.

dovrebbero persuadere le persone a vaccinarsi.
fine della storia.

se le persone non si vaccinano, per qualsivoglia motivo non è che puoi togliergli qualsiasi diritto civile.

anche perché per gli under 40 il rischio è bassissimo (sono buono). ossia gli under 40 hanno migliaia di altri rischi con i quali devno confrontarsi e il covid sembra uno dei tanti.

diverso il discorso per gli over 60.

per gli under 40 c'è l'accusa di far variare il virus ma è una frescaccia: miliardi di persone non coperte.
Guarda io sono personalmente , a determinate condizioni e con le garanzie di uno stato di diritto, favorevole anche alle vaccinazioni obbligatorie, per soggetti deboli (minori, lavoratori dipendenti) ma a loro tutela. Ho già scritto che per i soggetti patologici e anziani , proteggersi sia un' opzione valida.
Tutto questo però non ha proprio nulla a che fare con un ricatto , un' obbligo mascherato, che si sostanzia in un Apartheid , per ora sociale ma presto anche scolastico e lavorativo. Prime vittime i giovani che sono obbligati o destinati alla deprivazione sociale, trasformando una valutazione costi benefici che nei soggetti maggiorenni non può altro che essere libera in una coercizione.
Un punto gravissimo di questo diktat da dittatura sudamericana è che nemmeno la fruizione dei "privilegi" sia legata ad un valore x della risposta anticorpale ma all' adesione ad un' abbonamento "vaccinabile" ricaricabile dalle risultanze, ad essere moderati incerte.
Per i "privilegi" stiamo passando rapidamente dallo snellimento delle pratiche burocratiche alla tessera per potersi spostare, lavorare e studiare.
In più , da parte del governo e di tutti i mezzi propagandistici allineati, fomentando odio e divisione invece che informazione.
Anche "dovrebbero persuadere" nella fattispecie non è corretto almeno se la persuasione avviene a mezzo di scudo giuridico contro i danni verso il produttore, scudo penale per i somministratori o bonus per i medici di famiglia che scattano con % che prescindono dalla specificità degli assistiti.
I primi a ripudiare misure così odiose come l' attuale GP dovrebbero essere proprio i vaccinati a cui sono concessi (lapsus di MD sugli spostamenti tra regioni, corretto in consentiti) diritti residui a tempo e che prescindono dall' effettiva contagiosità.
Certo che se invece del ragionamento si applica l' insulto, la denigrazione su basi da tifoso, ci esporremo ad un escalation di misure antidemocratiche con conseguenze disastrose.


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
Oude Kwaremont
Messaggi: 1813
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont »

Ovviamente si tratta di un articolo di qualche giorno fa.

"ALCUNE RIFLESSIONI SUL GREEN PASS

E' di ieri la notizia dell'obbligatorietà del Green Pass per l'accesso ad un'ampia serie di attività, non solo voluttuarie, e per tutti i soggetti di età superiore ai 12 anni.
Ci potevano essere forme in cui un'operazione simile poteva avere senso, ma non sono quelle che identificano le caratteristiche attuali del Green Pass, che si presenta come francamente inaccettabile.
Quest'iniziativa ha molti padri.
E' frutto dell'indecoroso livello dell'informazione, della propaganda battente da parte di portatori d'interesse non chiaramente identificabili, ma assai ascoltati, della confusione concettuale prodotta dalle passerelle di 'esperti' in cerca di gloria, e dell'arroganza dogmatica di parte influente dei nostri gruppi dirigenti.

Proviamo a fissare le idee per punti.

1) Un breve passato e le sue indicazioni
Partiamo da questa domanda: I vaccini anti-covid sono "vaccini sperimentali"?
Questa domanda è stata posta l'altro giorno da Concita De Gregorio ad un virologo di corvée in televisione. Come d'uso, la forma presa dalla domanda non era neanche un po' suggestiva: "Dunque non è vero che i vaccini attuali siano - come dicono alcuni - 'vaccini sperimentali'?" Una volta alzata così graziosamente la palla, all''esperto' non restava che schiacciare, affermando che "No, assolutamente, si tratta di vaccini ampiamente e attentamente sperimentati."
Ora, a chiunque abbia ancora a cuore l'onestà intellettuale non sfuggirà che qui si sta giocando con le parole.
I vaccini elaborati per far fronte alla pandemia di Covid sono vaccini testati su coorti ampie e in modo intensivo, e dunque sono certamente 'vaccini sperimentati'.
Ma sono anche farmaci testati con la tempistica più breve della storia dei vaccini e dunque, per definizione, non possono dare conto di effetti a medio e lungo termine, dunque sono anche 'vaccini sperimentali'.
Sono vaccini che hanno avuto un accesso precoce alla fase 4, quella del monitoraggio su sicurezza ed effetti secondari del vaccino sulla popolazione generale, fase che di solito si sviluppa oltre 5 anni dopo la fase 1, e che qui invece è stata abbreviata - per note ragioni di urgenza - ad un anno.

Alcuni fatti.
E' un fatto che negli ultimi mesi e a tutt'oggi, in diversi paesi, le rispettive autorità sanitarie abbiano fornito indicazioni differenti, consigliando il vaccino a gruppi di soggetti differenti.
E' un fatto che in vari paesi, di non minore status scientifico del nostro, alcuni vaccini siano stati bloccati a macchia di leopardo, e per alcuni gruppi di soggetti.
E' un fatto che si siano commessi occasionalmente (come accade fatalmente sui grandi numeri) errori di somministrazione (partite 'difettose', somministrazione di più dosi agli stessi soggetti, ecc.).
E' un fatto che sono stati identificati alcuni problemi specifici per alcuni preparati, problemi non emersi nella fase sperimentale che aveva portato alla loro commercializzazione. Per il vaccino Astrazeneca si sono riscontrate trombosi aspecifiche in un numero significativo di soggetti, per il vaccino Janssen è stato aggiornato proprio ieri il foglio illustrativo degli effetti collaterali includendovi, come effetto collaterale raro, la sindrome di Guillian-Barrè (malattia autoimmune che può condurre a paralisi progressiva).
Questi fatti ci dicono una cosa semplice, ovvero che chiunque si sbracci, giurando a reti unificate, sul proprio onore e nel nome della Scienza, l'Assoluta Sicurezza dei Vaccini o è un mentitore o è uno sciocco.
La frase generica: "i vaccini anti-Covid sono sicuri" è una semplificazione non sostenibile.
Essa andrebbe sostituita da qualcosa come: "i vaccini anti-Covid presentano un profilo costi-benefici che, allo stato attuale delle conoscenze, è positivo per i gruppi in cui il Covid rappresenta una minaccia grave."

Si deve perciò trarre la conclusione che i vaccini sono insicuri?
No. Quello che si deve tenere fermo, evitando "menzogne per un bene superiore", è che i vaccini in generale sono farmaci e non acqua fresca, che questi vaccini nello specifico presentano aree di nescienza più elevata rispetto a vaccini testati su tempi più lunghi, e che in generale sappiamo sin d'ora che in una minoranza di casi potremo avere effetti collaterali molto seri.
Chi dovrebbe dunque vaccinarsi? Dove dovremmo tirare esattamente la riga?
Qui il discorso sul piano scientifico è più complesso e non univocamente decidibile.
Possiamo facilmente convenire che per i gruppi più anziani (over 60) dobbiamo pesare un rischio manifesto elevato (del Covid) con un rischio remoto ed eventuale (del vaccino), e che dunque qui vaccinarsi è opportuno.
Ma se la riga sia da tirare sotto i sessanta, i cinquanta, i quaranta o dove altro è contendibile.

Fortunatamente la questione può essere però definita sul piano pragmatico. Quello che dobbiamo dunque chiederci è: "Qual è il problema che stiamo cercando di affrontare?"
Vogliamo forse garantire la piena e compiuta salute a tutti i cittadini?
Ovviamente no.
Nessuno è in grado di perseguire questo obiettivo, e probabilmente non è neppure auspicabile immaginare di porsi un simile fine.
Quello che stiamo perseguendo dall'inizio è un obiettivo differente: vogliamo evitare un blocco del sistema sociale e produttivo, e nello specifico un blocco del sistema ospedaliero che avrebbe ripercussioni su tutti gli altri livelli.
Rispetto a questo obiettivo la risposta da cercare, al netto di ogni retorica, è quella che sul piano statistico riduce l'impatto del Covid a dimensioni contenute, comparabili ad altre malattie già ordinariamente trattate.
Al meglio delle nostre conoscenze, dati statistici alla mano, una messa in sicurezza attraverso il vaccino dei soggetti al di sopra dei 50 anni di età è sufficiente ad ottenere questo obiettivo. Si può auspicare che anche altri, di età inferiore, si vaccinino. Ma niente al mondo parla a favore della vaccinazione di gruppi come quello della fascia di età 0-19, dove la letalità per Covid è dell'ordine dello 0,000001% (e solo in presenza di comorbilità).

2) Il presente
In questo contesto il Green Pass opera come una coazione pubblica senza assunzione pubblica di responsabilità.
Che si tratti di una coazione è chiaro nel momento in cui si vede che il Green Pass è richiesto per ogni sorta di eventi, non solo bar, ristoranti o discoteche, ma per ogni attività pubblica al chiuso (si pensi alle attività extrascolastiche dei ragazzi, come lo sport, un corso di lingua, ecc.). Inoltre si parla di estendere l'obbligo anche al trasporto pubblico.
E' chiaro (e questo è manifestamente l'intento) che qui si tratta di COSTRINGERE la popolazione refrattaria - a prescindere dall'età - a vaccinarsi, pena la morte sociale, l'impossibilità di fare alcunché condannandosi ad una sorta di lockdown personale perenne.
Ma si tratta anche di una costrizione chiaramente in malafede.
Se ci fossero univoche motivazioni scientifiche e pragmatiche per poter operare serenamente, l'obbligo sarebbe già cosa fatta. Solo che un obbligo di legge è qualcosa che eliminerebbe lo scarico di responsabilità permesso dall'accettazione dei rischi (disclaimer) di chi si sottopone volontariamente alla vaccinazione. Un obbligo di fronte a possibili esiti nefasti, senza motivazioni ineccepibili, rappresenta una responsabilità grave, anche sul piano penale, che comprensibilmente nessuno si sente di assumere.
Al posto dell'obbligo si introduce perciò una coazione 'soft' che di fatto vuole obbligare gran parte di giovani e adolescenti a vaccinarsi, se non vogliono estinguersi socialmente (dopo due anni già vissuti in semi-clausura).
Così, prima, quando non c'era il vaccino, gli dicevano che non dovevano uscire di casa per 'preservare i nonni'.
Adesso, che il vaccino c'è, gli dicono che devono vaccinarsi di corsa per preservare i nonni che non vogliono fare la fatica di andarsi a vaccinare.
Ma anche basta.

3) Verso il futuro
L'ultima questione che dovrebbe essere chiarita è: qual è la strategia di lungo periodo delle nostre classi dirigenti? Ne hanno una qualsiasi? Ci hanno mai pensato, o improvvisano giorno per giorno sulla base del prossimo ineludibile 'allarme sociale' rilanciato dai media?
La questione della strategia qui è cruciale. Per come stiamo impostando il problema del nostro rapporto di lungo periodo col Covid, ciò sembra implicare l'idea per cui l'intera popolazione dovrà vaccinarsi con scadenza di 9 mesi per tutta la vita, generazione dopo generazione.
Peraltro, se la nostra unica difesa contro il Covid diventa il vaccino, possiamo solo pregare che non emergano varianti capaci di aggirare i vaccini disponibili, perché in tal caso ci attendono solo altri lockdown, e poi altre corse a vaccini sperimentali, ecc. ecc.
Questo modo di immaginare il futuro è suicida.
Qualcuno dice che non si devono lasciar sviluppare le varianti. Splendido, e precisamente come?
L'idea che il virus smetterà di circolare è ridicola: un virus così contagioso e diffuso a livello mondiale, salvo miracoli, è destinato a diventare endemico.
L'idea di 'bloccare lo sviluppo di varianti' è dunque scientificamente un assurdo, visto che il virus, continuando a circolare, continuerà necessariamente a produrre varianti.
L'unico modo storicamente noto per affrontare situazioni del genere consiste nel trovare un modo di convivere con il virus.
In altre epoche ciò avveniva nel modo più brutale, andando incontro alle conseguenze e vedendo alla fine del confronto col morbo quali forme del virus erano rimaste in circolazione e quanta risposta immunitaria si era sviluppata nella popolazione.
Nella nostra epoca abbiamo la possibilità di attutire il colpo, di permettere alla popolazione più fragile di difendersi meglio, affrontando il virus con l'allenamento preventivo di un vaccino.
Questa è una bellissima cosa, perché può consentire di adattarsi al virus gradatamente, riducendo drammaticamente la mortalità e magari sviluppando nel frattempo cure sintomatiche capaci di superare le crisi più gravi.
Nella maggior parte dei paesi del mondo, per il semplice fatto che non avranno abbastanza vaccini a disposizione, questo è esattamente ciò che accadrà comunque.

E noi cosa pensiamo di fare?
Pensiamo di medicalizzare l'esistenza nostra e di tutte le generazioni future per preservare idealmente (e solo idealmente) il 100% della popolazione da ogni problema sanitario?
Non è chiaro quanto questa prospettiva sia insostenibile e perdente?"


cassius
Messaggi: 2315
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da cassius »

aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:02 Invece delle camere a Gas si potrebbero istituire, per le sotto-specie inferiori, magari con appositi fondi next gen gentilmente erogati dalla finanza speculativa spacciati per aiuti, dei green campi di rieducazione, apponendovi una scritta in ferro "Vaccine Macht Frei" in omaggio al family feeling.
La stai buttando in caciara, segno che come argomenti stai messo male.

aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:02 Attualmente però anche se ignorato dai ben-pensanti esiste un piccolissimo ostacolo, le scelte in materia sanitaria sono personali e esercitate con il libero consenso oltre ad essere protette anche nella loro riservatezza, da norme superiori a un DL/DdL.
Forse più di un dottorato in materia scientifica sarebbe opportuno, non dico aver approfondito gli studi giuridici, ma almeno aver seguito le lezioni di educazione civica.
Ricordando che la Costituzione sia stata scritta appositamente perchè comprensibile senza sofismi giuridici, e che i primi 12 articoli siano i "principi fondamentali" , inviolabili, sentiamo sull' operato governativo in tema di contrasto alla pandemia il parere di un noto negazionista, Sabino Cassese , presidente emerito della CC :
Il fatto che esista anche solo un vaccino obbligatorio smonta la tua teoria: le scelte in materia sanitaria sono tutte personali tranne quelle che la legge rende obbligatorie. Peraltro il green pass non rende la vaccinazione obbligatoria tout court ed è comunque introdotta con un DL quindi, fatta salva la conversione, una legge.
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:02 Aprile : Il giudizio di Cassese su Conte: "Il primo decreto era fuori legge"
Secondo il giurista si è verificata un’usurpazione dei poteri da parte del presidente del consiglio. Poi sottolinea che Palazzo Chigi ha emanato “una serie di norme incomprensibili, scritte male, contraddittorie" “ricorrere, almeno per quelli più importanti, a decreti presidenziali” invece di abusare dei decreti del premier.«Il Governo ha agito in maniera confusa e contro alcuni principi base della Costituzione» attacca l’ex Presidente della Consulta, e poi ribadisce con ancor più forza «neppure la più terribile delle dittature ha limitato la libertà di andare e venire, di uscire di casa, per di più selettivamente limitata per categorie di persone o a titolo individuale indicate in atti amministrativi»
"La pandemia non è una guerra. I pieni poteri al governo sono illegittimi" E a dirlo è un giurista che, da sempre, è europeista e anti-sovranista, un costituzionalista che dà consigli al Quirinale fin dai tempi di Carlo Azeglio Ciampi ed ha continuato a farlo con Giorgio Napolitano e con Sergio Mattarella. "Nell' interpretazione della Costituzione non si può giocare con le parole. Una pandemia non è una guerra. Non si può quindi ricorrere all' articolo 78 della Costituzione",
Ottobre : Emergenza o incapacità? Se lo chiede il costituzionalista Sabino Cassese ospite di Omnibus su La7. "Proroga dell'emergenza o dell'incapacità? - domanda Cassese - Non c'è nessuna emergenza visto che la situazione che stiamo vivendo era prevista da mesi. Tutti sapevano che ci sarebbe stata una recrudescenza dei contagi perché la vita è ricominciata e il virus circola. Insomma dichiarare uno stato di emergenza non serve a nulla ed è eccessivo. Serve solo perché nello Stato c'è impotenza ad affrontare rapidamente i problemi ordinari. Tanti altri Paesi del mondo, infatti, non hanno dichiarato nessuno stato di emergenza.
Dicembre : Decreto "obbrobrio costituzionale"
Sui DPCM, Cassese e diversi altri hanno avuto di che eccepire. E' stato un mezzo discutibile, per quanto perfettamente lecito proprio in virtù dello stato di emergenza, che avrebbe potuto essere agevolmente sostituito dal DL.
Lo stato di emergenza è regolamentato dal D.Lgs. 1/2018 che si intitola "Codice della Protezione Civile" https://www.altalex.com/documents/leggi ... n-gazzetta
D.Lgs. che peraltro è richiamato nella delibera del Consiglio dei Ministri che ha decretato lo stato di emergenza in corso:
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id ... 0A00737/sg
Mi meraviglio di come un costituzionalista scivoli su una simile buccia di banana, confondendolo con lo stato di guerra (articolo 78 della Costituzione). Siccome mi meraviglio, non volendolo prendere per ignorante lo prendo per disonesto.


cassius
Messaggi: 2315
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da cassius »

castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:27 se le persone non si vaccinano, per qualsivoglia motivo non è che puoi togliergli qualsiasi diritto civile.
Esistono le vaccinazioni obbligatorie da un sacco di anni, non è che Draghi s'è svegliato un mattino con una trovata particolarmente originale:
https://www.epicentro.iss.it/vaccini/Ob ... naleStoria

Possiamo dibattere sul rischio più forte per un ragazzo di prendersi il tetano, di una donna incinta di prendersi la varicella e partorire un figlio con gravi problemi di salute, rispetto al rischio di ospedalizzazione/TI per un giovane, per carità.
Ma non ci inventiamo che gli obblighi di vaccinazione siano stati inventati nel 2021, non è così.
O siamo in dittatura da sempre oppure non lo siamo neanche adesso.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16675
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da galliano »

Oude Kwaremont ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 15:39 Ovviamente si tratta di un articolo di qualche giorno fa.

"ALCUNE RIFLESSIONI SUL GREEN PASS

E' di ieri la notizia dell'obbligatorietà del Green Pass per l'accesso ad un'ampia serie di attività, non solo voluttuarie, e per tutti i soggetti di età superiore ai 12 anni.
Ci potevano essere forme in cui un'operazione simile poteva avere senso, ma non sono quelle che identificano le caratteristiche attuali del Green Pass, che si presenta come francamente inaccettabile.
Quest'iniziativa ha molti padri.
E' frutto dell'indecoroso livello dell'informazione, della propaganda battente da parte di portatori d'interesse non chiaramente identificabili, ma assai ascoltati, della confusione concettuale prodotta dalle passerelle di 'esperti' in cerca di gloria, e dell'arroganza dogmatica di parte influente dei nostri gruppi dirigenti.

Proviamo a fissare le idee per punti.

1) Un breve passato e le sue indicazioni
Partiamo da questa domanda: I vaccini anti-covid sono "vaccini sperimentali"?
Questa domanda è stata posta l'altro giorno da Concita De Gregorio ad un virologo di corvée in televisione. Come d'uso, la forma presa dalla domanda non era neanche un po' suggestiva: "Dunque non è vero che i vaccini attuali siano - come dicono alcuni - 'vaccini sperimentali'?" Una volta alzata così graziosamente la palla, all''esperto' non restava che schiacciare, affermando che "No, assolutamente, si tratta di vaccini ampiamente e attentamente sperimentati."
Ora, a chiunque abbia ancora a cuore l'onestà intellettuale non sfuggirà che qui si sta giocando con le parole.
I vaccini elaborati per far fronte alla pandemia di Covid sono vaccini testati su coorti ampie e in modo intensivo, e dunque sono certamente 'vaccini sperimentati'.
Ma sono anche farmaci testati con la tempistica più breve della storia dei vaccini e dunque, per definizione, non possono dare conto di effetti a medio e lungo termine, dunque sono anche 'vaccini sperimentali'.
Sono vaccini che hanno avuto un accesso precoce alla fase 4, quella del monitoraggio su sicurezza ed effetti secondari del vaccino sulla popolazione generale, fase che di solito si sviluppa oltre 5 anni dopo la fase 1, e che qui invece è stata abbreviata - per note ragioni di urgenza - ad un anno.

Alcuni fatti.
E' un fatto che negli ultimi mesi e a tutt'oggi, in diversi paesi, le rispettive autorità sanitarie abbiano fornito indicazioni differenti, consigliando il vaccino a gruppi di soggetti differenti.
E' un fatto che in vari paesi, di non minore status scientifico del nostro, alcuni vaccini siano stati bloccati a macchia di leopardo, e per alcuni gruppi di soggetti.
E' un fatto che si siano commessi occasionalmente (come accade fatalmente sui grandi numeri) errori di somministrazione (partite 'difettose', somministrazione di più dosi agli stessi soggetti, ecc.).
E' un fatto che sono stati identificati alcuni problemi specifici per alcuni preparati, problemi non emersi nella fase sperimentale che aveva portato alla loro commercializzazione. Per il vaccino Astrazeneca si sono riscontrate trombosi aspecifiche in un numero significativo di soggetti, per il vaccino Janssen è stato aggiornato proprio ieri il foglio illustrativo degli effetti collaterali includendovi, come effetto collaterale raro, la sindrome di Guillian-Barrè (malattia autoimmune che può condurre a paralisi progressiva).
Questi fatti ci dicono una cosa semplice, ovvero che chiunque si sbracci, giurando a reti unificate, sul proprio onore e nel nome della Scienza, l'Assoluta Sicurezza dei Vaccini o è un mentitore o è uno sciocco.
La frase generica: "i vaccini anti-Covid sono sicuri" è una semplificazione non sostenibile.
Essa andrebbe sostituita da qualcosa come: "i vaccini anti-Covid presentano un profilo costi-benefici che, allo stato attuale delle conoscenze, è positivo per i gruppi in cui il Covid rappresenta una minaccia grave."

Si deve perciò trarre la conclusione che i vaccini sono insicuri?
No. Quello che si deve tenere fermo, evitando "menzogne per un bene superiore", è che i vaccini in generale sono farmaci e non acqua fresca, che questi vaccini nello specifico presentano aree di nescienza più elevata rispetto a vaccini testati su tempi più lunghi, e che in generale sappiamo sin d'ora che in una minoranza di casi potremo avere effetti collaterali molto seri.
Chi dovrebbe dunque vaccinarsi? Dove dovremmo tirare esattamente la riga?
Qui il discorso sul piano scientifico è più complesso e non univocamente decidibile.
Possiamo facilmente convenire che per i gruppi più anziani (over 60) dobbiamo pesare un rischio manifesto elevato (del Covid) con un rischio remoto ed eventuale (del vaccino), e che dunque qui vaccinarsi è opportuno.
Ma se la riga sia da tirare sotto i sessanta, i cinquanta, i quaranta o dove altro è contendibile.

Fortunatamente la questione può essere però definita sul piano pragmatico. Quello che dobbiamo dunque chiederci è: "Qual è il problema che stiamo cercando di affrontare?"
Vogliamo forse garantire la piena e compiuta salute a tutti i cittadini?
Ovviamente no.
Nessuno è in grado di perseguire questo obiettivo, e probabilmente non è neppure auspicabile immaginare di porsi un simile fine.
Quello che stiamo perseguendo dall'inizio è un obiettivo differente: vogliamo evitare un blocco del sistema sociale e produttivo, e nello specifico un blocco del sistema ospedaliero che avrebbe ripercussioni su tutti gli altri livelli.
Rispetto a questo obiettivo la risposta da cercare, al netto di ogni retorica, è quella che sul piano statistico riduce l'impatto del Covid a dimensioni contenute, comparabili ad altre malattie già ordinariamente trattate.
Al meglio delle nostre conoscenze, dati statistici alla mano, una messa in sicurezza attraverso il vaccino dei soggetti al di sopra dei 50 anni di età è sufficiente ad ottenere questo obiettivo. Si può auspicare che anche altri, di età inferiore, si vaccinino. Ma niente al mondo parla a favore della vaccinazione di gruppi come quello della fascia di età 0-19, dove la letalità per Covid è dell'ordine dello 0,000001% (e solo in presenza di comorbilità).

2) Il presente
In questo contesto il Green Pass opera come una coazione pubblica senza assunzione pubblica di responsabilità.
Che si tratti di una coazione è chiaro nel momento in cui si vede che il Green Pass è richiesto per ogni sorta di eventi, non solo bar, ristoranti o discoteche, ma per ogni attività pubblica al chiuso (si pensi alle attività extrascolastiche dei ragazzi, come lo sport, un corso di lingua, ecc.). Inoltre si parla di estendere l'obbligo anche al trasporto pubblico.
E' chiaro (e questo è manifestamente l'intento) che qui si tratta di COSTRINGERE la popolazione refrattaria - a prescindere dall'età - a vaccinarsi, pena la morte sociale, l'impossibilità di fare alcunché condannandosi ad una sorta di lockdown personale perenne.
Ma si tratta anche di una costrizione chiaramente in malafede.
Se ci fossero univoche motivazioni scientifiche e pragmatiche per poter operare serenamente, l'obbligo sarebbe già cosa fatta. Solo che un obbligo di legge è qualcosa che eliminerebbe lo scarico di responsabilità permesso dall'accettazione dei rischi (disclaimer) di chi si sottopone volontariamente alla vaccinazione. Un obbligo di fronte a possibili esiti nefasti, senza motivazioni ineccepibili, rappresenta una responsabilità grave, anche sul piano penale, che comprensibilmente nessuno si sente di assumere.
Al posto dell'obbligo si introduce perciò una coazione 'soft' che di fatto vuole obbligare gran parte di giovani e adolescenti a vaccinarsi, se non vogliono estinguersi socialmente (dopo due anni già vissuti in semi-clausura).
Così, prima, quando non c'era il vaccino, gli dicevano che non dovevano uscire di casa per 'preservare i nonni'.
Adesso, che il vaccino c'è, gli dicono che devono vaccinarsi di corsa per preservare i nonni che non vogliono fare la fatica di andarsi a vaccinare.
Ma anche basta.

3) Verso il futuro
L'ultima questione che dovrebbe essere chiarita è: qual è la strategia di lungo periodo delle nostre classi dirigenti? Ne hanno una qualsiasi? Ci hanno mai pensato, o improvvisano giorno per giorno sulla base del prossimo ineludibile 'allarme sociale' rilanciato dai media?
La questione della strategia qui è cruciale. Per come stiamo impostando il problema del nostro rapporto di lungo periodo col Covid, ciò sembra implicare l'idea per cui l'intera popolazione dovrà vaccinarsi con scadenza di 9 mesi per tutta la vita, generazione dopo generazione.
Peraltro, se la nostra unica difesa contro il Covid diventa il vaccino, possiamo solo pregare che non emergano varianti capaci di aggirare i vaccini disponibili, perché in tal caso ci attendono solo altri lockdown, e poi altre corse a vaccini sperimentali, ecc. ecc.
Questo modo di immaginare il futuro è suicida.
Qualcuno dice che non si devono lasciar sviluppare le varianti. Splendido, e precisamente come?
L'idea che il virus smetterà di circolare è ridicola: un virus così contagioso e diffuso a livello mondiale, salvo miracoli, è destinato a diventare endemico.
L'idea di 'bloccare lo sviluppo di varianti' è dunque scientificamente un assurdo, visto che il virus, continuando a circolare, continuerà necessariamente a produrre varianti.
L'unico modo storicamente noto per affrontare situazioni del genere consiste nel trovare un modo di convivere con il virus.
In altre epoche ciò avveniva nel modo più brutale, andando incontro alle conseguenze e vedendo alla fine del confronto col morbo quali forme del virus erano rimaste in circolazione e quanta risposta immunitaria si era sviluppata nella popolazione.
Nella nostra epoca abbiamo la possibilità di attutire il colpo, di permettere alla popolazione più fragile di difendersi meglio, affrontando il virus con l'allenamento preventivo di un vaccino.
Questa è una bellissima cosa, perché può consentire di adattarsi al virus gradatamente, riducendo drammaticamente la mortalità e magari sviluppando nel frattempo cure sintomatiche capaci di superare le crisi più gravi.
Nella maggior parte dei paesi del mondo, per il semplice fatto che non avranno abbastanza vaccini a disposizione, questo è esattamente ciò che accadrà comunque.

E noi cosa pensiamo di fare?
Pensiamo di medicalizzare l'esistenza nostra e di tutte le generazioni future per preservare idealmente (e solo idealmente) il 100% della popolazione da ogni problema sanitario?
Non è chiaro quanto questa prospettiva sia insostenibile e perdente?"
Perfetto :clap: :clap:


Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

Oude Kwaremont ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 15:39 Ovviamente si tratta di un articolo di qualche giorno fa.

"ALCUNE RIFLESSIONI SUL GREEN PASS

.........
........

3) Verso il futuro
L'ultima questione che dovrebbe essere chiarita è: qual è la strategia di lungo periodo delle nostre classi dirigenti? Ne hanno una qualsiasi? Ci hanno mai pensato, o improvvisano giorno per giorno sulla base del prossimo ineludibile 'allarme sociale' rilanciato dai media?
La questione della strategia qui è cruciale. Per come stiamo impostando il problema del nostro rapporto di lungo periodo col Covid, ciò sembra implicare l'idea per cui l'intera popolazione dovrà vaccinarsi con scadenza di 9 mesi per tutta la vita, generazione dopo generazione.
Peraltro, se la nostra unica difesa contro il Covid diventa il vaccino, possiamo solo pregare che non emergano varianti capaci di aggirare i vaccini disponibili, perché in tal caso ci attendono solo altri lockdown, e poi altre corse a vaccini sperimentali, ecc. ecc.
Questo modo di immaginare il futuro è suicida.
Qualcuno dice che non si devono lasciar sviluppare le varianti. Splendido, e precisamente come?
L'idea che il virus smetterà di circolare è ridicola: un virus così contagioso e diffuso a livello mondiale, salvo miracoli, è destinato a diventare endemico.
L'idea di 'bloccare lo sviluppo di varianti' è dunque scientificamente un assurdo, visto che il virus, continuando a circolare, continuerà necessariamente a produrre varianti.
L'unico modo storicamente noto per affrontare situazioni del genere consiste nel trovare un modo di convivere con il virus.
In altre epoche ciò avveniva nel modo più brutale, andando incontro alle conseguenze e vedendo alla fine del confronto col morbo quali forme del virus erano rimaste in circolazione e quanta risposta immunitaria si era sviluppata nella popolazione.
Nella nostra epoca abbiamo la possibilità di attutire il colpo, di permettere alla popolazione più fragile di difendersi meglio, affrontando il virus con l'allenamento preventivo di un vaccino.
Questa è una bellissima cosa, perché può consentire di adattarsi al virus gradatamente, riducendo drammaticamente la mortalità e magari sviluppando nel frattempo cure sintomatiche capaci di superare le crisi più gravi.
Nella maggior parte dei paesi del mondo, per il semplice fatto che non avranno abbastanza vaccini a disposizione, questo è esattamente ciò che accadrà comunque.

E noi cosa pensiamo di fare?
Pensiamo di medicalizzare l'esistenza nostra e di tutte le generazioni future per preservare idealmente (e solo idealmente) il 100% della popolazione da ogni problema sanitario?
Non è chiaro quanto questa prospettiva sia insostenibile e perdente?"
non è quello che stanno cercando di fare?


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

cassius ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:05
castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 14:27 se le persone non si vaccinano, per qualsivoglia motivo non è che puoi togliergli qualsiasi diritto civile.
Esistono le vaccinazioni obbligatorie da un sacco di anni, non è che Draghi s'è svegliato un mattino con una trovata particolarmente originale:
https://www.epicentro.iss.it/vaccini/Ob ... naleStoria

Possiamo dibattere sul rischio più forte per un ragazzo di prendersi il tetano, di una donna incinta di prendersi la varicella e partorire un figlio con gravi problemi di salute, rispetto al rischio di ospedalizzazione/TI per un giovane, per carità.
Ma non ci inventiamo che gli obblighi di vaccinazione siano stati inventati nel 2021, non è così.
O siamo in dittatura da sempre oppure non lo siamo neanche adesso.
sì ma vamose a capì.

non è che se non ti vaccini per il tetano ti escludano dalla vita sociale o tentino di farlo. perché è quello che alcuni vorrebbero.

poi appunto c'è il discorso costi benefici per un giovane. il vaiolo viene escluso dall'obbligo nel momento in cui non c'è più rischio.

ora nei giovani il rischio è dato dalla veicolazione, ma è il rischio di un altro non un rischio proprio, individuale.

tra l'altro portatori di un rischio per altri: per persone di una certa età NON vaccinate.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
cassius
Messaggi: 2315
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da cassius »

Oude Kwaremont ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 15:39 2) Il presente
In questo contesto il Green Pass opera come una coazione pubblica senza assunzione pubblica di responsabilità.
Che si tratti di una coazione è chiaro nel momento in cui si vede che il Green Pass è richiesto per ogni sorta di eventi, non solo bar, ristoranti o discoteche, ma per ogni attività pubblica al chiuso (si pensi alle attività extrascolastiche dei ragazzi, come lo sport, un corso di lingua, ecc.). Inoltre si parla di estendere l'obbligo anche al trasporto pubblico.
E' chiaro (e questo è manifestamente l'intento) che qui si tratta di COSTRINGERE la popolazione refrattaria - a prescindere dall'età - a vaccinarsi, pena la morte sociale, l'impossibilità di fare alcunché condannandosi ad una sorta di lockdown personale perenne.
Ma si tratta anche di una costrizione chiaramente in malafede.
Se ci fossero univoche motivazioni scientifiche e pragmatiche per poter operare serenamente, l'obbligo sarebbe già cosa fatta. Solo che un obbligo di legge è qualcosa che eliminerebbe lo scarico di responsabilità permesso dall'accettazione dei rischi (disclaimer) di chi si sottopone volontariamente alla vaccinazione. Un obbligo di fronte a possibili esiti nefasti, senza motivazioni ineccepibili, rappresenta una responsabilità grave, anche sul piano penale, che comprensibilmente nessuno si sente di assumere.
Al posto dell'obbligo si introduce perciò una coazione 'soft' che di fatto vuole obbligare gran parte di giovani e adolescenti a vaccinarsi, se non vogliono estinguersi socialmente (dopo due anni già vissuti in semi-clausura).
Così, prima, quando non c'era il vaccino, gli dicevano che non dovevano uscire di casa per 'preservare i nonni'.
Adesso, che il vaccino c'è, gli dicono che devono vaccinarsi di corsa per preservare i nonni che non vogliono fare la fatica di andarsi a vaccinare.
Ma anche basta.
Precisiamo che diverse sentenze della Consulta hanno chiarito che si ha diritto al risarcimento per danni da vaccinazione anche nel caso la vaccinazione non sia obbligatoria:
https://www.laleggepertutti.it/484288_c ... anti-covid

Per il resto, questa intervista mica dice cazzate.
Sì, i vaccini presentano un rischio e quindi si stabiliscono soglie e fasce di popolazione nelle quali questo rischio non è più accettabile in rapporto ai benefici. Francamente qua dentro nessuno ha gli strumenti per decidere qual è la soglia e, se ce li ha, sta perdendo tempo prezioso a scrivere qui.
E sì, l'obbiettivo non deve essere il "casi zero" ma "ospedalizzazioni e TI al minimo". Una convivenza con il virus. Va detto che un effetto di contenimento della trasmissione stessa c'è pure.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 16675
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da galliano »

GiacomoXT ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 13:28 Certo che esiste un "noi" ed un "loro". Non ritengo che chi rifiuti di vaccinarsi sulla base della propria ignoranza faccia parte della mia stessa specie animale.
non capisco perchè bisogna dare dell'ignorante a chi la pensa in maniera diversa.
Io non mi ritengo un complottista, non ritengo di essere un buzzurro tipo quelli dipinti da fanpage, ho una laurea quinquiennale vecchio ordinamento in ingegneria (non la ritengo un requisito minimo, ma visto che dobbiamo presentare i titoli...) eppure sono contrario al GP.

Però mi chiedo se tutti quelli che hanno figli di 12 anni (la mia ne ha 11, quindi per il momento è fuori) e hanno perplessità sul farli vaccinare, rientrano nella categoria dei minus habens.
Già il GP mette una serie di paletti non da poco, figuriamoci se passasse l'obbligatorietà sui mezzi pubblici o addirittura a scuola.
Il GP è un ricatto, questa è la parola giusta.


Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

galliano ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:45 Il GP è un ricatto, questa è la parola giusta.
il gp è una regola (una nuova regola) come ce ne sono tante altre che ognuno di noi può condividere o meno, ma ci sono.
la situzione è questa, per colpa della natura, per colpa di errori nel laboratorio, per colpa di quello che vuoi ma la situzione è questa e non è bella
una soluzione può essere quella di vaccinare il maggior numero di persone per evitare il collasso del sistema sanitario e quindi economico sociale?
chi si oppona alla vaccinazione perchè pensa che ci sia dietro un complotto o che tramite il vaccino vogliano controllarci da remoto o che vogliano farci morire tutti ecc ecc come lo definisci tu?
di fatto chi si oppne si oppne anche ad un ritorno alla normalità, forse vogliono proseguire in questo modo per continuare a protestare contro il governo?
ci sono motivazioni politiche dietro alla follia che si è vista nelle piazze?


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

A) la butti in caciara ... detto da qualcuno ridotto ad argomentare così :
-Dato che se ti scrivo io "posa il fiasco" poi mi richiamano
-Quando non si ha niente di furbo da dire, si tira fuori il fascismo, nazismo, apartheid, dai ti mancano citazioni di Stalin Pol Pot e Enver Hoxha e poi vinci un grilet per l'insalata
-La nuova buzzword dei depensanti è "terapie domiciliari", sapevilo e sapevatelo

B) Il fatto che esistano obbligatorietà ben precise per le vaccinazioni non toglie che sia in vigore votata dal Parlamento Europeo , dal 2007 la carta dei diritti fondamentali UE di cui all' art. articolo 2. "Nell’ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata, secondo le modalità definite dalla legge".
Stessa cosa per la convenzione sulla biomedicina di Oviedo. Per la quale è stata anche votata una legge di approvazione e per far si che fosse ratificata.

C) A prescindere che nemmeno ci sia una legge sugli obblighi la Corte Costituzionale nelle sentenze 307/1990 e 5/2018 è stata chiarissima, oltre al sacrificio del singolo in favore della collettività il discrimine è la protezione del soggetto singolo in quanto minore ergo l' obbligatorietà
non è per nulla applicabile a soggetti maggiorenni

D) Il green Pass è semplicemente un ricatto per forzare un obbligo di fatto che il governo non ha alcun potere di imporre nemmeno a mezzo DL senza passare per il vaglio di costituzionalità

E) la legge istitutiva dello stato d' emergenza , varata per altri scopi quali sismi, inondazioni e simili, è una semplice norma primaria che non ha alcuna efficacia sulle norme superiori, per questo Cassese ha richiamato l' art. 78 nella sua contingente iper estensiva applicazione e per lo stesso motivo dalla recente sentenza del tribunale di Pisa è stata dichiarata illegittima.
Le bucce di banana sono riciclabili come concime invece di essere citate a sproposito

F) Che la spazzatura giuridica Conte2/Draghi sia a mezzo DL o Dpcm è irrilevante quando le violazioni sono punite con sanzioni amministrative e contenute in altri atti amministrativi.
Come ben specificato dal GUP di RE , in più l' art 13 della CI, il primo del titolo I diritti e doveri dei cittadini postula una doppia riserva sulle limitazioni della libertà personale sia legislativa che del potere giudiziario, che deve confermarla in ogni singolo caso.
Quindi lockdown, coprifuoco, autocertificazioni e ora Green Pass sono tutte regolette per credenti senza alcun valore giuridico. Le stesse FF,OO. si sono limitate ad identificare i "trasgressori" anche manifesti , vedi notte bianca di Firenze contro il coprifuoco e molte altre circostanze simili.


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
Avatar utente
galliano
Messaggi: 16675
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da galliano »

Strong ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:51
galliano ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:45 Il GP è un ricatto, questa è la parola giusta.
il gp è una regola (una nuova regola) come ce ne sono tante altre che ognuno di noi può condividere o meno, ma ci sono.
la situzione è questa, per colpa della natura, per colpa di errori nel laboratorio, per colpa di quello che vuoi ma la situzione è questa e non è bella
una soluzione può essere quella di vaccinare il maggior numero di persone per evitare il collasso del sistema sanitario e quindi economico sociale?
chi si oppona alla vaccinazione perchè pensa che ci sia dietro un complotto o che tramite il vaccino vogliano controllarci da remoto o che vogliano farci morire tutti ecc ecc come lo definisci tu?
di fatto chi si oppne si oppne anche ad un ritorno alla normalità, forse vogliono proseguire in questo modo per continuare a protestare contro il governo?
ci sono motivazioni politiche dietro alla follia che si è vista nelle piazze?
Non prendiamoci in giro.
E' un obbligo mascherato e anche malamente.
In modo così goffo da apparire offensivo dell'intelligenza altrui.

Che mettano l'obbligo e stop, e ovviamente si prendano le responsabilità.


Gimbatbu
Messaggi: 3948
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

galliano ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 17:29

Che mettano l'obbligo e stop, e ovviamente si prendano le responsabilità.
Hai centrato il vero nocciolo della questione con relativi risarcimenti. Il che la dice lunga di quanto ritengano affidabili questi vaccini. Come non chiamarlo ricatto?


martin eden
Messaggi: 130
Iscritto il: martedì 25 maggio 2021, 20:36

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da martin eden »

aitutaki1 ha scritto: sabato 24 luglio 2021, 21:23
Tranchée d'Arenberg ha scritto: sabato 24 luglio 2021, 20:56 Si lamentano del green pass paragonandolo alla stella gialla imposta agli ebrei dai nazisti. Poi sfilano per le strade di roma guidati da casapound.

Non è una barzelletta
Io ero a Milano per la manifestazione contro l' Apharteid e l' Ahnenpass e non ho visto militanti di casapound, lo stesso nei filmati su Rimini e Busto, grande partecipazione non politicizzata anche nei piccoli centri.
Ma in ogni caso che la libertà possa essere concessa in cambio dell' adesione a un trattamento sanitario, fa orrore.
Anche se non fosse sperimentale e genetico, anche se avesse una base scientifica della quale questa aberrazione è priva non essendo basata sul rilevamento sierologico degli anticorpi, ma sull' adesione alla tessera ricaricabile del bravo ariano, che "premia" potenziali contagiosi quando abbiamo milioni di ex asintomatici realmente immuni. E sfilerei insieme a chiunque, anche CP , da cui sono distantissimo, o forse vanno privati dei diritti civili
i sudditi che non votano per i fake democratici, mi pare che i globalisti non abbiano ancora formalmente abolito la Costituzione pur violentandola quotidianamente





Ma anche costoro in piazza per rivendicare la "libertà", da intendersi ormai nell'accezione nordamericana/edonista del termine (sarebbe più corretto parlare di individualismo tout court), sono fessi di natura oppure saranno usciti da qualche laboratorio?


Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 8666
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta »

GiacomoXT ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 13:28 Certo che esiste un "noi" ed un "loro". Non ritengo che chi rifiuti di vaccinarsi sulla base della propria ignoranza faccia parte della mia stessa specie animale.
Siccome le chat di genitori si stanno surriscaldando, chiedo: dal momento che le ospedalizzazioni dei minori di anni 40 sono bassissime e il contenimento dei contagi non è assicurato (il caso del Vespucci è l'ennesimo), perché non si introduce semplicemente l'obbligo vaccinale per chi ha più di 60 anni?
Cosa ci si guadagna a vaccinare i sedicenni?
Sono davvero domande di persone di una specie animale diversa dalla tua?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

martin eden ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 17:53

Ma anche costoro in piazza per rivendicare la "libertà", da intendersi ormai nell'accezione nordamericana/edonista del termine (sarebbe più corretto parlare di individualismo tout court), sono fessi di natura oppure saranno usciti da qualche laboratorio?
Da intendersi semplicemente come autodeterminazione delle scelte sanitarie personali, tutelate dalle norme vigenti.
Ma rinfrescami quando ti abbiamo eletto a giudice delle capacità , delle motivazioni , del diritto a manifestare di qualche centinaio di migliaia di persone ?
Intendi quello che ti pare anche nelle accezioni nord coreane che parrebbero piacerti così come il fare di ogni erba un fascio.


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
cassius
Messaggi: 2315
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da cassius »

aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:57 E) la legge istitutiva dello stato d' emergenza , varata per altri scopi quali sismi, inondazioni e simili, è una semplice norma primaria che non ha alcuna efficacia sulle norme superiori, per questo Cassese ha richiamato l' art. 78 nella sua contingente iper estensiva applicazione e per lo stesso motivo dalla recente sentenza del tribunale di Pisa è stata dichiarata illegittima.
Le bucce di banana sono riciclabili come concime invece di essere citate a sproposito
L'articolo 78 della Costituzione parla esclusivamente di stato di GUERRA.
È ovvio che una qualsiasi legge sullo stato di GUERRA dovrà sottostare a quell'articolo e ad altri ad esso correlati, ci mancherebbe.
Qui parliamo di stato di EMERGENZA che non è regolato dalla Costituzione, se non all'articolo 120 in cui si afferma che in quel caso lo Stato può sostituirsi alle amministrazioni locali in caso di pericolo per l'incolumità e la sicurezza pubblica.
Peraltro lo stato di EMERGENZA era previsto pure dalla precedente legge 225/1992, sostituita poi dal d. Lgs. 1/2018. Quindi o abbiamo una legge incostituzionale da 30 anni e nessuno se n'è mai accorto, oppure semplicemente l'articolo 78 della Costituzione non c'entra nulla.

Ripeto: siccome non ritengo Cassese così distratto da citare articoli della CI a cazzo, ha fatto un po' il furbo. Ha sposato la causa della libertà di spostamento whatever it takes e usa argomenti scorretti sperando che qualcuno ci caschi, intimorito dall'autorevolezza del suo nome.


Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

cassius ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:03
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:57 E) la legge istitutiva dello stato d' emergenza , varata per altri scopi quali sismi, inondazioni e simili, è una semplice norma primaria che non ha alcuna efficacia sulle norme superiori, per questo Cassese ha richiamato l' art. 78 nella sua contingente iper estensiva applicazione e per lo stesso motivo dalla recente sentenza del tribunale di Pisa è stata dichiarata illegittima.
Le bucce di banana sono riciclabili come concime invece di essere citate a sproposito
L'articolo 78 della Costituzione parla esclusivamente di stato di GUERRA.
È ovvio che una qualsiasi legge sullo stato di GUERRA dovrà sottostare a quell'articolo e ad altri ad esso correlati, ci mancherebbe.
Qui parliamo di stato di EMERGENZA che non è regolato dalla Costituzione, se non all'articolo 120 in cui si afferma che in quel caso lo Stato può sostituirsi alle amministrazioni locali in caso di pericolo per l'incolumità e la sicurezza pubblica.
Peraltro lo stato di EMERGENZA era previsto pure dalla precedente legge 225/1992, sostituita poi dal d. Lgs. 1/2018. Quindi o abbiamo una legge incostituzionale da 30 anni e nessuno se n'è mai accorto, oppure semplicemente l'articolo 78 della Costituzione non c'entra nulla.

Ripeto: siccome non ritengo Cassese così distratto da citare articoli della CI a cazzo, ha fatto un po' il furbo. Ha sposato la causa della libertà di spostamento whatever it takes e usa argomenti scorretti sperando che qualcuno ci caschi, intimorito dall'autorevolezza del suo nome.
Cassese e lo dico senza polemica conosce perfettamente le differenze e non sono le leggi ad essere incostituzionali ma l' abuso dei poteri esercitati in forza di quelle leggi.
L' ultima (DECRETO LEGISLATIVO 2 gennaio 2018, n. 1) è dedicata all' organizzazione della protezione civile e all' aiuto alle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Attribuisce in sostanza al PdC un ruolo di super coordinatore della protezione civile, e facoltà di attuare misure urgenti per prevenire ed eliminare pericoli per l' incolumità pubblica (il termine salute nemmeno è mai menzionato). Delle norme costituzionali richiama solo gli art 116/117 sui rapporti Stato Regioni, e l' art 2 relativamente al principio di solidarietà . PUNTO
Mai prevede che un PdC (che nel nostro ordinamento può essere persino di minoranza) possa comprimere i diritti costituzionali, norme di rango superiore , protette da riserva assoluta e maggioranze qualificate , permesso limitatamente dall ' art 78.
Cassese intende che il PdC stia usando i poteri conferiti dall' art 78 senza che ci sia un conflitto in corso.
Poi non è che l' emergenza non sia regolata dalla costituzione, è possibile regolarla con leggi che rispettino la costituzione.
Nella sentenza del Tribunale di Pisa è stata fatta un' accurata disamina giungendo a 2 conclusioni :

A) La delibera dichiarativa dello stato di emergenza adottata dal Consiglio dei ministri il 1° gennaio 2020 è illegittima, per essere stata emanata in assenza di presupposti legislativi. Non è rinvenibile alcuna fonte con forza di legge che attribuisca al Consiglio dei ministri il potere di dichiarare lo Stato di emergenza per rischio sanitario

B) In ogni caso nemmeno lo stato d' emergenza può autorizzare la sospensione o compressione dei diritti costituzionali (citati il 13/16*/17/18/19/76/77) e mette un ulteriore paletto a difesa del art 13 "La libertà personale è il più importante dei diritti fondamentali sanciti in Costituzione"
"nucleo duro della costituzione che secondo la dottrina prevalente non può essere revisionato nemmeno con l' art 138".

l' art 16 usualmente è citato a sproposito come fonte per giustificare LD e coprifuoco, da facoltà di legge solo alla limitazione del diritto di spostamento , quindi parziale e mai alla sospensione in toto, e su base sanitaria e di sicurezza e non politiche. Di sicuro senza bombardamenti
e vampiri non giustifica il coprifuoco e neppure gli arresti domiciliari dove prevale l' art 13.
E sull' art 13 prevalente su DL e dpcm è almeno il terzo tribunale a pronunciarsi, dopo Reggio Emilia e Milano


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

cassius ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:03
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:57 E) la legge istitutiva dello stato d' emergenza , varata per altri scopi quali sismi, inondazioni e simili, è una semplice norma primaria che non ha alcuna efficacia sulle norme superiori, per questo Cassese ha richiamato l' art. 78 nella sua contingente iper estensiva applicazione e per lo stesso motivo dalla recente sentenza del tribunale di Pisa è stata dichiarata illegittima.
Le bucce di banana sono riciclabili come concime invece di essere citate a sproposito
L'articolo 78 della Costituzione parla esclusivamente di stato di GUERRA.
È ovvio che una qualsiasi legge sullo stato di GUERRA dovrà sottostare a quell'articolo e ad altri ad esso correlati, ci mancherebbe.
Qui parliamo di stato di EMERGENZA che non è regolato dalla Costituzione, se non all'articolo 120 in cui si afferma che in quel caso lo Stato può sostituirsi alle amministrazioni locali in caso di pericolo per l'incolumità e la sicurezza pubblica.
Peraltro lo stato di EMERGENZA era previsto pure dalla precedente legge 225/1992, sostituita poi dal d. Lgs. 1/2018. Quindi o abbiamo una legge incostituzionale da 30 anni e nessuno se n'è mai accorto, oppure semplicemente l'articolo 78 della Costituzione non c'entra nulla.

Ripeto: siccome non ritengo Cassese così distratto da citare articoli della CI a cazzo, ha fatto un po' il furbo. Ha sposato la causa della libertà di spostamento whatever it takes e usa argomenti scorretti sperando che qualcuno ci caschi, intimorito dall'autorevolezza del suo nome.
mah in molti l'abbiamo capita come cassese.

non facciamo finta. il discorso è semplice: dai tutto il potere alla protezione civile nel caso di un terremoto.

nel caso di chiudere la gente in casa e farla uscire solo per pisciare il cane o a 200 mt (una stronzata sanitaria prima che giuridica) il discorso cambia di un pelino. ino ino.

poi cassese in mezzo al coro di elogi per il conte tirò il rutto.
io feci 92 minuti di applausi.
capii che cassese ci vide giusto quando non so se il liberale travaglio o il vero liberale seminerio (il portavoce di una nullità come oscar giannino) ironizzarno su di lui.
Ultima modifica di castelli il lunedì 26 luglio 2021, 22:02, modificato 1 volta in totale.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 20:53
cassius ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:03
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 16:57 E) la legge istitutiva dello stato d' emergenza , varata per altri scopi quali sismi, inondazioni e simili, è una semplice norma primaria che non ha alcuna efficacia sulle norme superiori, per questo Cassese ha richiamato l' art. 78 nella sua contingente iper estensiva applicazione e per lo stesso motivo dalla recente sentenza del tribunale di Pisa è stata dichiarata illegittima.
Le bucce di banana sono riciclabili come concime invece di essere citate a sproposito
L'articolo 78 della Costituzione parla esclusivamente di stato di GUERRA.
È ovvio che una qualsiasi legge sullo stato di GUERRA dovrà sottostare a quell'articolo e ad altri ad esso correlati, ci mancherebbe.
Qui parliamo di stato di EMERGENZA che non è regolato dalla Costituzione, se non all'articolo 120 in cui si afferma che in quel caso lo Stato può sostituirsi alle amministrazioni locali in caso di pericolo per l'incolumità e la sicurezza pubblica.
Peraltro lo stato di EMERGENZA era previsto pure dalla precedente legge 225/1992, sostituita poi dal d. Lgs. 1/2018. Quindi o abbiamo una legge incostituzionale da 30 anni e nessuno se n'è mai accorto, oppure semplicemente l'articolo 78 della Costituzione non c'entra nulla.

Ripeto: siccome non ritengo Cassese così distratto da citare articoli della CI a cazzo, ha fatto un po' il furbo. Ha sposato la causa della libertà di spostamento whatever it takes e usa argomenti scorretti sperando che qualcuno ci caschi, intimorito dall'autorevolezza del suo nome.
Cassese e lo dico senza polemica conosce perfettamente le differenze e non sono le leggi ad essere incostituzionali ma l' abuso dei poteri esercitati in forza di quelle leggi.
L' ultima (DECRETO LEGISLATIVO 2 gennaio 2018, n. 1) è dedicata all' organizzazione della protezione civile e all' aiuto alle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Attribuisce in sostanza al PdC un ruolo di super coordinatore della protezione civile, e facoltà di attuare misure urgenti per prevenire ed eliminare pericoli per l' incolumità pubblica (il termine salute nemmeno è mai menzionato). Delle norme costituzionali richiama solo gli art 116/117 sui rapporti Stato Regioni, e l' art 2 relativamente al principio di solidarietà . PUNTO
Mai prevede che un PdC (che nel nostro ordinamento può essere persino di minoranza) possa comprimere i diritti costituzionali, norme di rango superiore , protette da riserva assoluta e maggioranze qualificate , permesso limitatamente dall ' art 78.
Cassese intende che il PdC stia usando i poteri conferiti dall' art 78 senza che ci sia un conflitto in corso.
Poi non è che l' emergenza non sia regolata dalla costituzione, è possibile regolarla con leggi che rispettino la costituzione.
Nella sentenza del Tribunale di Pisa è stata fatta un' accurata disamina giungendo a 2 conclusioni :

A) La delibera dichiarativa dello stato di emergenza adottata dal Consiglio dei ministri il 1° gennaio 2020 è illegittima, per essere stata emanata in assenza di presupposti legislativi. Non è rinvenibile alcuna fonte con forza di legge che attribuisca al Consiglio dei ministri il potere di dichiarare lo Stato di emergenza per rischio sanitario

B) In ogni caso nemmeno lo stato d' emergenza può autorizzare la sospensione o compressione dei diritti costituzionali (citati il 13/16*/17/18/19/76/77) e mette un ulteriore paletto a difesa del art 13 "La libertà personale è il più importante dei diritti fondamentali sanciti in Costituzione"
"nucleo duro della costituzione che secondo la dottrina prevalente non può essere revisionato nemmeno con l' art 138".

l' art 16 usualmente è citato a sproposito come fonte per giustificare LD e coprifuoco, da facoltà di legge solo alla limitazione del diritto di spostamento , quindi parziale e mai alla sospensione in toto, e su base sanitaria e di sicurezza e non politiche. Di sicuro senza bombardamenti
e vampiri non giustifica il coprifuoco e neppure gli arresti domiciliari dove prevale l' art 13.
E sull' art 13 prevalente su DL e dpcm è almeno il terzo tribunale a pronunciarsi, dopo Reggio Emilia e Milano
alla fine nle 2020 ci hanno chiuso in caso a cazzo per due mesi per un virus stagionale che avrebbe avuto lo stesso andamento.

praticamente non potevi uscire di casa. non ci sono precedenti nella storia della repubblica.
è una immane stronzata sanitaria oltre che una roba da stato totalitario (con lo scemo del villagio conte in diretta facebook) ma lo spacciano per trionfo. ergo non ci staranno mai.
mettiti l'anima in pace.

puoi citargli tutti gli articoli del mondo.
ti diranno per che hanno salvato l'italia.
come no.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Porca la miseria. Ne indovinasse una. 100 mila.
Questo il 18 7. Mqnco fatto tempo a parlare.
Aggiudicato.
Ma va' a ciapar i rat. Cialtrone.
Allegati
Screenshot_20210726-212532_Chrome.jpg
Screenshot_20210726-212532_Chrome.jpg (339.82 KiB) Visto 583 volte


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 20:59
aitutaki1 ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 20:53
cassius ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:03
L'articolo 78 della Costituzione parla esclusivamente di stato di GUERRA.
È ovvio che una qualsiasi legge sullo stato di GUERRA dovrà sottostare a quell'articolo e ad altri ad esso correlati, ci mancherebbe.
Qui parliamo di stato di EMERGENZA che non è regolato dalla Costituzione, se non all'articolo 120 in cui si afferma che in quel caso lo Stato può sostituirsi alle amministrazioni locali in caso di pericolo per l'incolumità e la sicurezza pubblica.
Peraltro lo stato di EMERGENZA era previsto pure dalla precedente legge 225/1992, sostituita poi dal d. Lgs. 1/2018. Quindi o abbiamo una legge incostituzionale da 30 anni e nessuno se n'è mai accorto, oppure semplicemente l'articolo 78 della Costituzione non c'entra nulla.

Ripeto: siccome non ritengo Cassese così distratto da citare articoli della CI a cazzo, ha fatto un po' il furbo. Ha sposato la causa della libertà di spostamento whatever it takes e usa argomenti scorretti sperando che qualcuno ci caschi, intimorito dall'autorevolezza del suo nome.
Cassese e lo dico senza polemica conosce perfettamente le differenze e non sono le leggi ad essere incostituzionali ma l' abuso dei poteri esercitati in forza di quelle leggi.
L' ultima (DECRETO LEGISLATIVO 2 gennaio 2018, n. 1) è dedicata all' organizzazione della protezione civile e all' aiuto alle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Attribuisce in sostanza al PdC un ruolo di super coordinatore della protezione civile, e facoltà di attuare misure urgenti per prevenire ed eliminare pericoli per l' incolumità pubblica (il termine salute nemmeno è mai menzionato). Delle norme costituzionali richiama solo gli art 116/117 sui rapporti Stato Regioni, e l' art 2 relativamente al principio di solidarietà . PUNTO
Mai prevede che un PdC (che nel nostro ordinamento può essere persino di minoranza) possa comprimere i diritti costituzionali, norme di rango superiore , protette da riserva assoluta e maggioranze qualificate , permesso limitatamente dall ' art 78.
Cassese intende che il PdC stia usando i poteri conferiti dall' art 78 senza che ci sia un conflitto in corso.
Poi non è che l' emergenza non sia regolata dalla costituzione, è possibile regolarla con leggi che rispettino la costituzione.
Nella sentenza del Tribunale di Pisa è stata fatta un' accurata disamina giungendo a 2 conclusioni :

A) La delibera dichiarativa dello stato di emergenza adottata dal Consiglio dei ministri il 1° gennaio 2020 è illegittima, per essere stata emanata in assenza di presupposti legislativi. Non è rinvenibile alcuna fonte con forza di legge che attribuisca al Consiglio dei ministri il potere di dichiarare lo Stato di emergenza per rischio sanitario

B) In ogni caso nemmeno lo stato d' emergenza può autorizzare la sospensione o compressione dei diritti costituzionali (citati il 13/16*/17/18/19/76/77) e mette un ulteriore paletto a difesa del art 13 "La libertà personale è il più importante dei diritti fondamentali sanciti in Costituzione"
"nucleo duro della costituzione che secondo la dottrina prevalente non può essere revisionato nemmeno con l' art 138".

l' art 16 usualmente è citato a sproposito come fonte per giustificare LD e coprifuoco, da facoltà di legge solo alla limitazione del diritto di spostamento , quindi parziale e mai alla sospensione in toto, e su base sanitaria e di sicurezza e non politiche. Di sicuro senza bombardamenti
e vampiri non giustifica il coprifuoco e neppure gli arresti domiciliari dove prevale l' art 13.
E sull' art 13 prevalente su DL e dpcm è almeno il terzo tribunale a pronunciarsi, dopo Reggio Emilia e Milano
alla fine nle 2020 ci hanno chiuso in caso a cazzo per due mesi per un virus stagionale che avrebbe avuto lo stesso andamento.

praticamente non potevi uscire di casa. non ci sono precedenti nella storia della repubblica.
è una immane stronzata sanitaria oltre che una roba da stato totalitario (con lo scemo del villagio conte in diretta facebook) ma lo spacciano per trionfo. ergo non ci staranno mai.
mettiti l'anima in pace.

puoi citargli tutti gli articoli del mondo.
ti diranno per che hanno salvato l'italia.
come no.
Mi diranno anche che hanno salvato l' italia usando a sproposito una legge che :

NON si occupa di salute e emergenze sanitarie.
NON permette Lockdown, coprifuoco , lasciapassare nemmeno in caso di invasione aliena

Sarebbe più onesto ammettere di aver instaurato una dittatura anzi un regime tecnocratico dato che spesso si rimbalzano la paternità delle
misure tra ministero della Salute e CTS , e vi dico di più leggete i verbali del CTS , scaricabili sul sito della protezione civile.
Mi ero preso la briga per due motivi, il TAR del Lazio che annullando l' obbligo di mascherine per i minori di anni 11 aveva scritto che il governo
non aveva prodotto nessuna documentazione scientifica al riguardo, obbligatoria per atti in nome dell' emergenza sanitaria, come il Consiglio di Stato, e per le chiusure dei locali dopo aver obbligato gli esercenti alle barriere plexiglass distanziamento e misure accessorie.
No ho letti una decina , sono drammatici nella loro pochezza, mai uno studio preciso una valutazione chiara di cosa impatti sull' emergenza, un continuo ricorso all' indice RT che è figlio dei tamponi molecolari estremamente imprecisi, oltre che dichiarati illegali per discriminare tra sani e contagiosi, Tribunali di Lisbona e Vienna.
Non è questo il ruolo del CTS, che deve fornire elementi scientifici precisi per predisporre misure adeguate.
Sapete cosa ha prodotto il CTS tra la raccomandazione su distanziamento/barriere e la chiusura dei ristoratori , nulla.
Sono solo decisioni politiche, e le decisioni politiche vanno prese con disegni di legge, dibattiti e ossequio ai principi costituzionali.
Altrimenti si chiamano editti.


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 8666
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta »

Finalmente! L'interpretazione della Costituzione data da un ex giudice costituzionale viene contestata da qualcuno senza averne i titoli e senza alcun riferimento autorevole. Ed è giusto così, in nome della beata ragione. Ad essere maligno ripescherei tutti i post in cui si diceva che su un forum pubblico come questo devono esporsi opinioni solo avendone i titoli, oppure accodarsi a quanto dicono "quelli che ne sanno". Ma non è proprio cosi... L'arena pubblica non leva il diritto di dire la propria su cose che magari si conoscono poco, ma che ci toccano da molto vicino. E quindi evito il giochino, e accetto l'opinione magari poco autorevole ma ben ragionata e argomentata.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 8666
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta »

Oude Kwaremont ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 15:39 Ovviamente si tratta di un articolo di qualche giorno fa.

"ALCUNE RIFLESSIONI SUL GREEN PASS

Di Andrea Zhok.
Un filosofo della fascistissima Statale di Milano. Almeno fascistissimo quanto Agamben e Cacciari, che in questi giorni hanno sparato ad alzo zero sulla questione green pass.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Oude Kwaremont
Messaggi: 1813
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont »

Maìno della Spinetta ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 22:31
Oude Kwaremont ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 15:39 Ovviamente si tratta di un articolo di qualche giorno fa.

"ALCUNE RIFLESSIONI SUL GREEN PASS

Di Andrea Zhok.
Sì, esatto, l' autore è lui, lo stesso dell' articolo che avevo precedentemente condiviso. Avrei dovuto specificarlo.


herbie
Messaggi: 6081
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da herbie »

Strong ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 11:48
castelli ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 9:55 mah il tentativo maldestro è quello di trovare l'essenza del cretino nelle posizioni novax.
non si fa troppa fatica a trovare l'essenza del cretino in quella gente scesa nelle piazze
che poi ci sia tanta gente indecisa o timorosa è normale e più che comprensibile
ma quelli sono cretini patentati con evidenti problemi perchè una persona "normale" certe cose non le dice e nemmeno le pensa
io di beoti (trad. "gente che spegne il cervello per bersi laqualunque") ne trovo a frotte tra le file opposte.
Buona tvdemocrazia. Credo che il tanto vituperato cavaliere brianzolo sia pienamente riuscito nell'intento di creare una generazione che crede a qualunque cosa sia anche solo tiepidamente colorita di ufficialità.
Era un genio che credo avrà degnamente un suo posto nei libri di storia al pari di alcuni esponenti della "civiltà del Rinascimento in Italia" di burckhardtiana memoria.


Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

se si arriva a mettere in discussione la medicina e la scienza assieme a quelle che sono le basi ed i principi riconosciuti a livello mondiale
significa condannarsi a vivere una vita da ipocondriaco e sociopatico .
e se permetti invece vorrei godermela il più possibile, godermi la famiglia gli amici i figli lasciando ad altri la stesura e la modifica delle regole riguardati la medicina e la scienza.
e le tv non centrano un cazzo
quando non si sa cosa dire si arriva a tirare fuori ste robe sulla tv e sui media
come se uno per farsi curare invece di andare dai medici accendesse la tv ad ascoltare cosa dicono nei talkshow....


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 7:50 se si arriva a mettere in discussione la medicina e la scienza assieme a quelle che sono le basi ed i principi riconosciuti a livello mondiale
significa condannarsi a vivere una vita da ipocondriaco e sociopatico .
e se permetti invece vorrei godermela il più possibile, godermi la famiglia gli amici i figli lasciando ad altri la stesura e la modifica delle regole riguardati la medicina e la scienza.
e le tv non centrano un cazzo
quando non si sa cosa dire si arriva a tirare fuori ste robe sulla tv e sui media
come se uno per farsi curare invece di andare dai medici accendesse la tv ad ascoltare cosa dicono nei talkshow....
Ma anfatti.

15 mesi di bombqrdamento di esperti del nulla, mezzi influencer, statistici alla cartabellotta, medici alla ricciardi eppoi tu chiosi cosi'.

Facciamo lq cqccia al runner in nome della Scienza e della Medicina.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:04
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 7:50 se si arriva a mettere in discussione la medicina e la scienza assieme a quelle che sono le basi ed i principi riconosciuti a livello mondiale
significa condannarsi a vivere una vita da ipocondriaco e sociopatico .
e se permetti invece vorrei godermela il più possibile, godermi la famiglia gli amici i figli lasciando ad altri la stesura e la modifica delle regole riguardati la medicina e la scienza.
e le tv non centrano un cazzo
quando non si sa cosa dire si arriva a tirare fuori ste robe sulla tv e sui media
come se uno per farsi curare invece di andare dai medici accendesse la tv ad ascoltare cosa dicono nei talkshow....
Ma anfatti.

15 mesi di bombqrdamento di esperti del nulla, mezzi influencer, statistici alla cartabellotta, medici alla ricciardi eppoi tu chiosi cosi'.

Facciamo lq cqccia al runner in nome della Scienza e della Medicina.
influencer e circo mediatico non c'entrano nulla con il mio discorso
piantala!


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:14
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:04
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 7:50 se si arriva a mettere in discussione la medicina e la scienza assieme a quelle che sono le basi ed i principi riconosciuti a livello mondiale
significa condannarsi a vivere una vita da ipocondriaco e sociopatico .
e se permetti invece vorrei godermela il più possibile, godermi la famiglia gli amici i figli lasciando ad altri la stesura e la modifica delle regole riguardati la medicina e la scienza.
e le tv non centrano un cazzo
quando non si sa cosa dire si arriva a tirare fuori ste robe sulla tv e sui media
come se uno per farsi curare invece di andare dai medici accendesse la tv ad ascoltare cosa dicono nei talkshow....
Ma anfatti.

15 mesi di bombqrdamento di esperti del nulla, mezzi influencer, statistici alla cartabellotta, medici alla ricciardi eppoi tu chiosi cosi'.

Facciamo lq cqccia al runner in nome della Scienza e della Medicina.
influencer e circo mediatico non c'entrano nulla con il mio discorso
piantala!
mezzo influencer è burioni che è collaboratore di topol.

non so se sai chi è topol, non credo tu lo sappia.

cmq il burioni è da 16 mesi a spiegarci in tv il virus ed è uno di quelli che ha dichiarato sacro il vaccino come prima dichiarò sacro il lockdown.

io non dichiaro sacro né il vaccino né il lockdown (figuriamoci) perché non dichiaro sacro un bel nulla. più che altro l'uso strumentale pro domo sua che sta facendo burioni della vaccinazione.


percui con mezzi influencer mi riferivo all'apertura del tuo post.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:28
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:14
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:04
Ma anfatti.

15 mesi di bombqrdamento di esperti del nulla, mezzi influencer, statistici alla cartabellotta, medici alla ricciardi eppoi tu chiosi cosi'.

Facciamo lq cqccia al runner in nome della Scienza e della Medicina.
influencer e circo mediatico non c'entrano nulla con il mio discorso
piantala!
mezzo influencer è burioni che è collaboratore di topol.

non so se sai chi è topol, non credo tu lo sappia.

cmq il burioni è da 16 mesi a spiegarci in tv il virus ed è uno di quelli che ha dichiarato sacro il vaccino come prima dichiarò sacro il lockdown.

io non dichiaro sacro né il vaccino né il lockdown (figuriamoci) perché non dichiaro sacro un bel nulla. più che altro l'uso strumentale pro domo sua che sta facendo burioni della vaccinazione.


percui con mezzi influencer mi riferivo all'apertura del tuo post.
si beh certo....in effetti è burioni che ha deciso per tutto il mondo che la strada da percorrere era quella dei vaccini.
non ascoltandolo mai devo essermi perso qualche passaggio
ma se tu hai avuto il tempo di non perderti nemmeno una sua parola allora ti credo, dai....

no non so chi sia topol


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:47
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:28
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:14

influencer e circo mediatico non c'entrano nulla con il mio discorso
piantala!
mezzo influencer è burioni che è collaboratore di topol.

non so se sai chi è topol, non credo tu lo sappia.

cmq il burioni è da 16 mesi a spiegarci in tv il virus ed è uno di quelli che ha dichiarato sacro il vaccino come prima dichiarò sacro il lockdown.

io non dichiaro sacro né il vaccino né il lockdown (figuriamoci) perché non dichiaro sacro un bel nulla. più che altro l'uso strumentale pro domo sua che sta facendo burioni della vaccinazione.


percui con mezzi influencer mi riferivo all'apertura del tuo post.
si beh certo....in effetti è burioni che ha deciso per tutto il mondo che la strada da percorrere era quella dei vaccini.
non ascoltandolo mai devo essermi perso qualche passaggio
ma se tu hai avuto il tempo di non perderti nemmeno una sua parola allora ti credo, dai....

no non so chi sia topol
da quel che capisco sei uno che si affida a tutto quello che ti dice la "scienza" ma non sai chi è topol.
boh. quindi la tua idea sul covid 19 deriva da dove? dalla propaganda del governo conte?
è come dire: sono un appassionato di calcio e non so chi sia mancini.

vabbè.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Avatar utente
aitutaki1
Messaggi: 2135
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2014, 12:02
Località: Trecianum

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da aitutaki1 »

Felice ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:04
robot1 ha scritto: venerdì 23 luglio 2021, 22:41 Secondo me è da valutare la chiusura del thread Coronavirus
Concordo.
Per mettere a rischio di contaminazione "fatti di politica" e tutto l' off topic ?
La soluzione è molto più semplice il green forum pass
ormai uno più uno meno.
magari a punti.

A proposito del decreto sul green pass (Massimo Cacciari, Giorgio Agamben 26 Luglio 2021)

La discriminazione di una categoria di persone, che diventano automaticamente cittadini di serie B, è di per sé un fatto gravissimo, le cui conseguenze possono essere drammatiche per la vita democratica. Lo si sta affrontando, con il cosidetto green pass, con inconsapevole leggerezza. Ogni regime dispotico ha sempre operato attraverso pratiche di discriminazione, all’inizio magari contenute e poi dilaganti. Non a caso in Cina dichiarano di voler continuare con tracciamenti e controlli anche al termine della pandemia. E varrà la pena ricordare il “passaporto interno” che per ogni spostamento dovevano esibire alle autorità i cittadini dell’Unione Sovietica. Quando poi un esponente politico giunge a rivolgersi a chi non si vaccina usando un gergo fascista come “li purgheremo con il green pass” c’è davvero da temere di essere già oltre ogni garanzia costituzionale.

Guai se il vaccino si trasforma in una sorta di simbolo politico-religioso. Ciò non solo rappresenterebbe una deriva anti-democratica intollerabile, ma contrasterebbe con la stessa evidenza scientifica. Nessuno invita a non vaccinarsi! Una cosa è sostenere l’utilità, comunque, del vaccino, altra, completamente diversa, tacere del fatto che ci troviamo tuttora in una fase di “sperimentazione di massa” e che su molti, fondamentali aspetti del problema il dibattito scientifico è del tutto aperto. La Gazzetta Ufficiale del Parlamento europeo del 15 giugno u.s. lo afferma con chiarezza: «È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, anche di quelle che hanno scelto di non essere vaccinate». E come potrebbe essere altrimenti? Il vaccinato non solo può contagiare, ma può ancora ammalarsi: in Inghilterra su 117 nuovi decessi 50 avevano ricevuto la doppia dose. In Israele si calcola che il vaccino copra il 64% di chi l’ha ricevuto. Le stesse case farmaceutiche hanno ufficialmente dichiarato che non è possibile prevedere i danni a lungo periodo del vaccino, non avendo avuto il tempo di effettuare tutti i test di genotossicità e di cancerogenicità. “Nature” ha calcolato che sarà comunque fisiologico che un 15% della popolazione non assuma il vaccino. Dovremo dunque stare col pass fino a quando?

Tutti sono minacciati da pratiche discriminatorie. Paradossalmente, quelli “abilitati” dal green pass più ancora dei non vaccinati (che una propaganda di regime vorrebbe far passare per “nemici della scienza” e magari fautori di pratiche magiche), dal momento che tutti i loro movimenti verrebbero controllati e mai si potrebbe venire a sapere come e da chi. Il bisogno di discriminare è antico come la società, e certamente era già presente anche nella nostra, ma il renderlo oggi legge è qualcosa che la coscienza democratica non può accettare e contro cui deve subito reagire.


Uguaglianza, Fratellanza e Tolleranza
.·. Sic Semper Tyrannis .·.

Dove ... Non siamo tutti uguali, non tutti abbiamo gli stessi diritti, alcuni hanno diritti e altri no.
Dove questo verbo attecchisce alla fine c'è il lager. (P. Levi)

https://www.referendumnogreenpass.it/
Avatar utente
lemond
Messaggi: 17706
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da lemond »

aitutaki1 ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:39 Il bisogno di discriminare è antico come la società, e certamente era già presente anche nella nostra, ma il renderlo oggi legge è qualcosa che la coscienza democratica non può accettare e contro cui deve subito reagire.
In altre parole si dà ufficilità, ergo si porta a conoscenza di tutti, quel che solo lui e pochi altri sapevano. Mi pare un passo avanti, specie per uno (come me) che non ha mai creduto alla democrazia, se non come specchietto per le allodole e infatti per chi l'à originata (i greci) era una *parolaccia*. :) :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
cassius
Messaggi: 2315
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da cassius »

:sasso:
Maìno della Spinetta ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 22:24 Finalmente! L'interpretazione della Costituzione data da un ex giudice costituzionale viene contestata da qualcuno senza averne i titoli e senza alcun riferimento autorevole. Ed è giusto così, in nome della beata ragione. Ad essere maligno ripescherei tutti i post in cui si diceva che su un forum pubblico come questo devono esporsi opinioni solo avendone i titoli, oppure accodarsi a quanto dicono "quelli che ne sanno". Ma non è proprio cosi... L'arena pubblica non leva il diritto di dire la propria su cose che magari si conoscono poco, ma che ci toccano da molto vicino. E quindi evito il giochino, e accetto l'opinione magari poco autorevole ma ben ragionata e argomentata.
Chiedo scusa per non aver citato le fonti, non mi metto a parlare di Costituzione rifacendomi esclusivamente alla mia pur decorosa conoscenza della stessa.
Eccone alcune fra le diverse che potete trovare:
https://www.questionegiustizia.it/artic ... oppo-tardi
https://www.professionegiustizia.it/doc ... stituzione
https://www.iusinitinere.it/stato-demer ... ione-26393
https://facta.news/notizia-falsa/2020/1 ... in-guerra/

Comunque, se bisogna anche sparare il grosso nome per avere le spalle coperte: Gaetano Azzariti.
https://www.repubblica.it/politica/2020 ... 250680089/

Di fatto tutti questi articoli dicono una cosa: che lo stato di emergenza non c'entra un belino con l'articolo 78 della Costituzione, che trova fondamento nella legge 225/1992 e nel successivo d gls 1/2018 che la sostituisce. Il fatto che la Costituzione non preveda lo stato di emergenza non significa che esso sia incostituzionale. Anzi, come leggerete negli articoli, nella Costituente fu a lungo dibattuta la possibilità di introdurlo, ma fu considerata materia ancora troppo scottante all'indomani della fine della dittatura fascista.


Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:34
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:47
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:28
mezzo influencer è burioni che è collaboratore di topol.

non so se sai chi è topol, non credo tu lo sappia.

cmq il burioni è da 16 mesi a spiegarci in tv il virus ed è uno di quelli che ha dichiarato sacro il vaccino come prima dichiarò sacro il lockdown.

io non dichiaro sacro né il vaccino né il lockdown (figuriamoci) perché non dichiaro sacro un bel nulla. più che altro l'uso strumentale pro domo sua che sta facendo burioni della vaccinazione.


percui con mezzi influencer mi riferivo all'apertura del tuo post.
si beh certo....in effetti è burioni che ha deciso per tutto il mondo che la strada da percorrere era quella dei vaccini.
non ascoltandolo mai devo essermi perso qualche passaggio
ma se tu hai avuto il tempo di non perderti nemmeno una sua parola allora ti credo, dai....

no non so chi sia topol
da quel che capisco sei uno che si affida a tutto quello che ti dice la "scienza" ma non sai chi è topol.
boh. quindi la tua idea sul covid 19 deriva da dove? dalla propaganda del governo conte?
è come dire: sono un appassionato di calcio e non so chi sia mancini.

vabbè.
affidarsi non significa "sapere chi è topol" significa accettare che a fronte di un problema sanitario (o anche nello specifico quello del covid) sia la scienza e la medicina a decidere come curare un tumore, un frattura o un cornavirus.
e sia sempre la medicina a confrontarsi sull'eventualità di provare strade alternative o sulzioni di cura diverse, non quattro poveri stronzi su facebook che "si informano" ma poi tutte le mattine vanno dietro al bancone della gastronomia e tagliano prosciutto tutto il giorno.

è come dire sono appassionato di calcio, ma le regole non le posso decidere io
se si gioca in 11 si gioca in 11 non mi posso mettere a sindacare solo perchè ho letto la biografia di bielsa e so anche quante volte caga durante la settimana


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

aitutaki1 ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:39
Felice ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:04
robot1 ha scritto: venerdì 23 luglio 2021, 22:41 Secondo me è da valutare la chiusura del thread Coronavirus
Concordo.
Per mettere a rischio di contaminazione "fatti di politica" e tutto l' off topic ?
La soluzione è molto più semplice il green forum pass
ormai uno più uno meno.
magari a punti.

A proposito del decreto sul green pass (Massimo Cacciari, Giorgio Agamben 26 Luglio 2021)

La discriminazione di una categoria di persone, che diventano automaticamente cittadini di serie B, è di per sé un fatto gravissimo, le cui conseguenze possono essere drammatiche per la vita democratica. Lo si sta affrontando, con il cosidetto green pass, con inconsapevole leggerezza. Ogni regime dispotico ha sempre operato attraverso pratiche di discriminazione, all’inizio magari contenute e poi dilaganti. Non a caso in Cina dichiarano di voler continuare con tracciamenti e controlli anche al termine della pandemia. E varrà la pena ricordare il “passaporto interno” che per ogni spostamento dovevano esibire alle autorità i cittadini dell’Unione Sovietica. Quando poi un esponente politico giunge a rivolgersi a chi non si vaccina usando un gergo fascista come “li purgheremo con il green pass” c’è davvero da temere di essere già oltre ogni garanzia costituzionale.

Guai se il vaccino si trasforma in una sorta di simbolo politico-religioso. Ciò non solo rappresenterebbe una deriva anti-democratica intollerabile, ma contrasterebbe con la stessa evidenza scientifica. Nessuno invita a non vaccinarsi! Una cosa è sostenere l’utilità, comunque, del vaccino, altra, completamente diversa, tacere del fatto che ci troviamo tuttora in una fase di “sperimentazione di massa” e che su molti, fondamentali aspetti del problema il dibattito scientifico è del tutto aperto. La Gazzetta Ufficiale del Parlamento europeo del 15 giugno u.s. lo afferma con chiarezza: «È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, anche di quelle che hanno scelto di non essere vaccinate». E come potrebbe essere altrimenti? Il vaccinato non solo può contagiare, ma può ancora ammalarsi: in Inghilterra su 117 nuovi decessi 50 avevano ricevuto la doppia dose. In Israele si calcola che il vaccino copra il 64% di chi l’ha ricevuto. Le stesse case farmaceutiche hanno ufficialmente dichiarato che non è possibile prevedere i danni a lungo periodo del vaccino, non avendo avuto il tempo di effettuare tutti i test di genotossicità e di cancerogenicità. “Nature” ha calcolato che sarà comunque fisiologico che un 15% della popolazione non assuma il vaccino. Dovremo dunque stare col pass fino a quando?

Tutti sono minacciati da pratiche discriminatorie. Paradossalmente, quelli “abilitati” dal green pass più ancora dei non vaccinati (che una propaganda di regime vorrebbe far passare per “nemici della scienza” e magari fautori di pratiche magiche), dal momento che tutti i loro movimenti verrebbero controllati e mai si potrebbe venire a sapere come e da chi. Il bisogno di discriminare è antico come la società, e certamente era già presente anche nella nostra, ma il renderlo oggi legge è qualcosa che la coscienza democratica non può accettare e contro cui deve subito reagire.
vabbè sono due naziskin.

o voterebbero la meloni e salvini.

conosco i miei polli.


mi ricordo peter gomez (peter gomez) che ridicolizzava cacciari in tv a gennaio dicendo il peter e il gomez che lui il peter gomez aveva paura che i bar aperti causassero morti.
il peter gomez.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

cassius ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:51 :sasso:
Maìno della Spinetta ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 22:24 Finalmente! L'interpretazione della Costituzione data da un ex giudice costituzionale viene contestata da qualcuno senza averne i titoli e senza alcun riferimento autorevole. Ed è giusto così, in nome della beata ragione. Ad essere maligno ripescherei tutti i post in cui si diceva che su un forum pubblico come questo devono esporsi opinioni solo avendone i titoli, oppure accodarsi a quanto dicono "quelli che ne sanno". Ma non è proprio cosi... L'arena pubblica non leva il diritto di dire la propria su cose che magari si conoscono poco, ma che ci toccano da molto vicino. E quindi evito il giochino, e accetto l'opinione magari poco autorevole ma ben ragionata e argomentata.
Chiedo scusa per non aver citato le fonti, non mi metto a parlare di Costituzione rifacendomi esclusivamente alla mia pur decorosa conoscenza della stessa.
Eccone alcune fra le diverse che potete trovare:
https://www.questionegiustizia.it/artic ... oppo-tardi
https://www.professionegiustizia.it/doc ... stituzione
https://www.iusinitinere.it/stato-demer ... ione-26393
https://facta.news/notizia-falsa/2020/1 ... in-guerra/

Comunque, se bisogna anche sparare il grosso nome per avere le spalle coperte: Gaetano Azzariti.
https://www.repubblica.it/politica/2020 ... 250680089/

Di fatto tutti questi articoli dicono una cosa: che lo stato di emergenza non c'entra un belino con l'articolo 78 della Costituzione, che trova fondamento nella legge 225/1992 e nel successivo d gls 1/2018 che la sostituisce. Il fatto che la Costituzione non preveda lo stato di emergenza non significa che esso sia incostituzionale. Anzi, come leggerete negli articoli, nella Costituente fu a lungo dibattuta la possibilità di introdurlo, ma fu considerata materia ancora troppo scottante all'indomani della fine della dittatura fascista.
mah lo stato di emergenza è stato dichiarato localmente anche per lo straripamento del polcevera.

forse ti sfugge che uno stato di emergenza che vieti i diritti civili è una cosuccia ben diversa. cosuccina eh.

il sacro locchdauno che tante vite salvò è un novus della repubblica pop. cinese.non esiste nessun piano pandemico pre 2020 che lo preveda.
ti aggiungo da falso liberale quale sono e da dissonante cognitivo che l'unico paese al mondo che si è scientificamente tenuto alla scienza e non al parito comunista cinese nella gestione della pandemia è la SVEZIAHHHHHH. non ti linko ma tu prova a trovare un piano pandemico pre 2020 che dica di adottare la proposta cinese, poi copiata da tutto il mondo.


poi visto che linki a go go se ti leggi l'intevista ad azzariti fa rifermento ad uno stato di emergenza a tempo determinato. è qui che cassese contesta la revuvlica italiana degli ultimi due governi, ed è quindi d'accordo con azzariti (e viceversa).

a meno che io non sia un dissonante congnitivo che creda di avere la pallottola d'argento (sto seminerizzandomi).


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Avatar utente
Felice
Messaggi: 2082
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Felice »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:34
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:47
no non so chi sia topol
da quel che capisco sei uno che si affida a tutto quello che ti dice la "scienza" ma non sai chi è topol.
boh.
Ma come strong, non sai chi è Topol? Suvvia, informati, non essere pigro perbacco! Sapere chi è Topol ti permetterà di ottenere il PhD honoris causa in Scienze Varie e con quello potrai sparare sentenze e prendere per i fondelli luminari di tutto il mondo anche se di scienza non sai un c...


Avatar utente
Felice
Messaggi: 2082
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Felice »

aitutaki1 ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:39
Felice ha scritto: lunedì 26 luglio 2021, 19:04
robot1 ha scritto: venerdì 23 luglio 2021, 22:41 Secondo me è da valutare la chiusura del thread Coronavirus
Concordo.
Per mettere a rischio di contaminazione "fatti di politica" e tutto l' off topic ?
La soluzione è molto più semplice il green forum pass
ormai uno più uno meno.
magari a punti.
Non ti preoccupare, oltre al green pass ho pure lo skip pass e quindi certi post li salto netti, soprattutto se scritti da utenti che fanno parte della mia personale trash list o se si tratta di sbrodolature imbevibili.


castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Felice ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 10:27
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:34
Strong ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 8:47
no non so chi sia topol
da quel che capisco sei uno che si affida a tutto quello che ti dice la "scienza" ma non sai chi è topol.
boh.
Ma come strong, non sai chi è Topol? Suvvia, informati, non essere pigro perbacco! Sapere chi è Topol ti permetterà di ottenere il PhD honoris causa in Scienze Varie e con quello potrai sparare sentenze e prendere per i fondelli luminari di tutto il mondo anche se di scienza non sai un c...
poi c'è felice del forum che conosce la matematica e le scienze.
lui il felice difende i ricercatori che sanno di scienza come lui.
conosce i suoi polli.

è uno simpatico. ma oltre che sapere di scienza (scienza) sappia pure contare?
bella domanda.



https://www.huffingtonpost.it/entry/con ... a04a20d9fa
Allegati
Cattura.PNG
Cattura.PNG (71.52 KiB) Visto 314 volte
Cattura.PNG
Cattura.PNG (29.75 KiB) Visto 314 volte
Ultima modifica di castelli il martedì 27 luglio 2021, 11:13, modificato 1 volta in totale.


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Avatar utente
Felice
Messaggi: 2082
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Felice »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 11:05 .......
E con questa fanno un milione e cinque.


castelli
Messaggi: 3437
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da castelli »

Felice ha scritto: giovedì 15 luglio 2021, 22:12
castelli ha scritto: giovedì 15 luglio 2021, 8:22 ................
Riepilogando: in Australia ci sono stati due morti di covid negli ultimi 8 mesi e l'economia si porta piuttosto bene, ma all'utente castelli di cicloweb questo non sta bene.

Un utente interessato a capire il funzionamento della pandemia avrebbe perlomeno materia su cui riflettere. Si potrebbe al più discutere se il "modello australiano" sia applicabile ad altre realtà, se il suo indiscutibile successo sia stato favorito da particolari circostanze, siano esse geografiche o di altre natura.

Ma l'utente castelli non è mai stato interessato a capire alcunchè della pandemia.
l'utente felice invece ci riporta l'indiscutibile successo del modello australia.
è quando scrive lui non lo fa a casaccio.
lui sa. è scienza.


manco ha fatto tempo a parlare.


pensa te che in australia non si può scendere in piazza perché c'è locchdauno. è vietato e sono scesi in migliaia rischiando di essere arrestati.
pensa te.

ah ah ah ah.

indiscutibile successo.
pensa se non lo fosse stato.



https://www.rainews.it/dl/rainews/media ... tml#foto-1
Allegati
Cattura.PNG
Cattura.PNG (578.47 KiB) Visto 303 volte


Defensor Froomey. dal 28/5/19 FORZA ROGLIC

Puntò il 20/5/19 10 euro su s.yates dato a 12. 5 euro su nibali dato a 3.
mancò il coraggio per puntare 20 euro su landa dato a 66.
non credette alla tenuta di rogla fino a verona.
Strong
Messaggi: 10644
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Coronavirus

Messaggio da leggere da Strong »

castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 11:05
Felice ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 10:27
castelli ha scritto: martedì 27 luglio 2021, 9:34
da quel che capisco sei uno che si affida a tutto quello che ti dice la "scienza" ma non sai chi è topol.
boh.
Ma come strong, non sai chi è Topol? Suvvia, informati, non essere pigro perbacco! Sapere chi è Topol ti permetterà di ottenere il PhD honoris causa in Scienze Varie e con quello potrai sparare sentenze e prendere per i fondelli luminari di tutto il mondo anche se di scienza non sai un c...
poi c'è felice del forum che conosce la matematica e le scienze.
lui il felice difende i ricercatori che sanno di scienza come lui.
conosce i suoi polli.

è uno simpatico. ma oltre che sapere di scienza (scienza) sappia pure contare?
bella domanda.



https://www.huffingtonpost.it/entry/con ... a04a20d9fa

evvvaccozzzio!
c'è qualcosa di patologico in tutto questo oppure sei andato a lezione dalla Meloni

l'abbiamo capito che lo scenario peggiore (fortunatamente) non si è verificato
si è verificato uno scenario tra quelli che erano stati previsti e analizzati
meno male


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Rispondi