Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Donne, Under, Juniores, ma anche Pista, Cross, MTB, BMX, Ciclismo Indoor
Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

Ciao a tutti,
Apro il mio primo thead su un argomento che mi sta molto appassionando negli ultimi tempi.Il ciclismo Dilettantistico (che nel caso del patto di Varsavia oserei dire più 'ciclismo di stato') dalla fine della seconda guerra mondiale alla nascita della categoria U23 .Sto creando un maxi database di risultati ed ho trovato corretto inserire le olimpiadi pre-1996 e mi si è aperto un mondo.Schur,Kapitonov,Pikkuus,il quartetto dei Pettersson,la corsa della pace e soprattutto la mitica 100 km a squadre che avrebbe un significato ben maggiore rispetto alla cronosquadre dei team o le staffette che ha proposto la UCI ai mondiali.Mi sto informando il più possibile,ma visto che ci sono molti esperti su questo forum ,vorrei saperne di più su questo ciclismo oramai scomparso.Aneddoti,ciclisti,corse importanti.Spero che mi darete una mano ad espandere la mia conoscenza e curiosità.


Winter
Messaggi: 21770
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Winter »

Non avevo letto il tuo messaggio
Se posso darti una mano ben volentieri
Ho comprato su internet
Velo
Che è l annuario più famoso del ciclismo
C è da tantissimi anni (il primo mi pare sia del 1957..)
Per ora ho le annate dal 1979 al 2005


Winter
Messaggi: 21770
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Winter »

Sulla ddr e schur, anni fa avevo scritto sto messaggio

4 Novembre 1989..
Una data cardine per la storia europea e mondiale
Il crollo del Muro di Berlino .. e anche la fine della Germania Orientale (la DDR.. Deutschland Democratic Republic)
Una piccola nazione (una costola della grande Germania) che nello sport rivaleggiava con le grandi superpotenze mondiali (USA , Urss)
Non c'era europeo , mondiale o olimpiade dove non si sentisse l'inno (bellissimo) della DDR

Atletica , Nuoto , Canoa , Canottaggio , Sport Invernali , Ciclismo ecc.. la DDR (specie al femminile) dominava
Vero c'era un sistema di doping/nazione.. ma non c'era solo quello
Un'organizzazione capillare , un numero impressionante di tesserati , un sistema di tecnici che non aveva eguali
Gia' dalle scuole elementari.. il sogno era esser protagonisti alle Spartachiadi
per poi esser magari selezionati per le grandi polisportive..

Nello stesso anno.. Viene effettuato un sondaggio per eleggere , come ogni decennio , lo sportivo dei 40 anni della DDR (1949-1989)
A stravincere.. con piu' della metà di primi posti.. è un atleta ormai ritirato da 25 anni (1964..)
che aveva gia' stravinto lo stesso sondaggio per il ventennale (1969).. e per il trentennale nel 1979
Gustav - Adolph Schur
il nome e cognome all'anagrafe (e ufficiale) .. per tutti Tave Schur
Essendo nato in una piccola località vicino a Magdeburgo nel 1931..
il nome Adolph.. era di gran moda.. ma non certo per il buon Schur (di idee politiche diametralmente opposte)
quindi Adolph.. dopo il 1944 sparisce e da Gustav esce il diminutivo Tave

Nella storia dello sport ci son stati campioni entrati nella leggenda , tanti che han raggiunto vette altissimi di popolarità.. ma è difficile trovare uno sportivo che abbia eguagliato il suo livello di popolarità nella propria nazione (Forse Maradona.. in Argentina) e nessuno che abbia cambiato cosi' tanto la storia sportiva nazionale della propria disciplina..

Prima di Praga 1981.. solo una volta il mondiale di ciclismo Professionisti si è disputato nei paesi dell'est.. nel 1960 sul circuito automobilistico del Sachsering
Solo che per i tedeschi orientali.. dei pro non frega nulla
Interessa soprattutto la gara del Sabato
La Gara dei dilettanti
Tutta la DDR si ferma per un solo corridore Tave

Oltre 300mila spettatori (il giorno dopo per i pro saranno 5 volte di meno) , Schur è bicampione del mondo uscente
E' il grande favorito
A due giri dall'arrivo , il duo con le maglie grigie (Schur e Eckstein) raggiunge il belga Vanden Branden (che era in fuga da molti km)
Parte Eckstein (alla Olano 95)
Il belga pensa che Schur lo andrà a riprendere
Invece resta passivo fino al traguardo.. dove batterà il belga nella volata per il secondo posto
Ha preferito al terzo iride consecutivo.. la vittoria di un compagno di squadra
Per la Propaganda Socialista.. Un trionfo.. e da li Schur diventa Mito

Anni 50 , il ciclismo su strada nelle germania dell'est non è molto popolare
Lo è di piu' quello su pista , che ha una tradizione gia' prima della guerra)

Tave inizia a farsi notare 19enne (1950) vincendo alcune corse
E' nel 1951 che esplode , vince diverse corse , tra cui la Rund Um Berlin e soprattutto arriva 4 al giro della DDR
Nel 1952..è secondo nel campionato nazionale e partecipa per la prima volta alla Corsa della Pace (con un onorevole 10° posto in classifica Generale)
Il 1953 Vince il Giro della DDR , il campionato nazionale di ciclocross , finisce sul podio alla corsa della Pace
e vince per la prima il titolo di sportivo dell'anno (ne vincerà nove..)
Il 1954 è ricco di trionfi , campionato nazionale , giro della ddr , campione del mondo universitario.. ma la corsa della pace lo respinge (22esimo)
Nel 1955.. lascia il suo club di Magdeburgo , per passare alla SC DHFK di Lipsia , polisportiva da poco fondata.. (polisportiva che diventerà leggendaria per i numeri incredibili di medaglie..)
Vince la Corsa della Pace (primo corridore della germania orientale dando distacchi abissali
1956.. anno olimpico , melbourne complicato sia come logistica che come stagione..
Finisce 5 su strada e porta al bronzo i compagni della 100 km
1957.. Vince il campionato nazionale.. ma ai mondiali è solo 4..
1958.. è l'anno del suo primo titolo mondiale , condito da vittorie varie (quasi sempre nella ddr)
1959..è il suo anno migliore. Vince il campionato nazionale , il giro della ddr (con 5 tappe) , la corsa della pace e il campionato del mondo
1960.. oltre al sachsering.. vince il campionato nazionale , secondo con il quartetto della ddr della 100 km alle olimpiadi di roma
1961..Domina il giro della ddr e il campionato nazionale (ed è l'ultima volta che viene eletto sportivo dell'anno)
Inizia la fine della carriera
Nel 1964 il ritiro
Diventerà tecnico
E' stato membro sia del parlamento della ddr sia del parlamento della germania unificata
Uno dei suo figli (jan) è stato campione olimpico della 100 km (1988) nonche ciclista professionista

Purtroppo non scrive più sul forum morris che è un grande narratore di sport


cycling_chrnicles
Messaggi: 859
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2018, 16:44

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da cycling_chrnicles »

Sul canale Youtube di Suiveur puoi trovare alcuni video fatti da un membro dello staff di Cycling_Chronicles su alcuni protagonisti di quel ciclismo.

Per correttezza nei confronti di chi gestisce il forum, non posso linkare altro a riguardo.


Twitch: Cyclingchronicles
Il nostro sito web: https://cyclingchronicles.it/
twitter: C_C_Podcast
facebook: Cycling Chronicles
instagram: Cycling Chronicles


Dvv 2020
Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

cycling_chrnicles ha scritto: giovedì 19 maggio 2022, 23:55 Sul canale Youtube di Suiveur puoi trovare alcuni video fatti da un membro dello staff di Cycling_Chronicles su alcuni protagonisti di quel ciclismo.

Per correttezza nei confronti di chi gestisce il forum, non posso linkare altro a riguardo.
Li conosco quei video,e mi hanno ampliato ancora di più la curiosità(p.s complimenti) :D


Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

Winter ha scritto: giovedì 19 maggio 2022, 11:55 Non avevo letto il tuo messaggio
Se posso darti una mano ben volentieri
Ho comprato su internet
Velo
Che è l annuario più famoso del ciclismo
C è da tantissimi anni (il primo mi pare sia del 1957..)
Per ora ho le annate dal 1979 al 2005
Che meraviglia,devono essere spettacolari,su internet ci sono tantissimi database,ma delle volte sono persino in contrasto tra loro. :crazy:


Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

Winter ha scritto: giovedì 19 maggio 2022, 12:01 Sulla ddr e schur, anni fa avevo scritto sto messaggio

4 Novembre 1989..
Una data cardine per la storia europea e mondiale
Il crollo del Muro di Berlino .. e anche la fine della Germania Orientale (la DDR.. Deutschland Democratic Republic)
Una piccola nazione (una costola della grande Germania) che nello sport rivaleggiava con le grandi superpotenze mondiali (USA , Urss)
Non c'era europeo , mondiale o olimpiade dove non si sentisse l'inno (bellissimo) della DDR

Atletica , Nuoto , Canoa , Canottaggio , Sport Invernali , Ciclismo ecc.. la DDR (specie al femminile) dominava
Vero c'era un sistema di doping/nazione.. ma non c'era solo quello
Un'organizzazione capillare , un numero impressionante di tesserati , un sistema di tecnici che non aveva eguali
Gia' dalle scuole elementari.. il sogno era esser protagonisti alle Spartachiadi
per poi esser magari selezionati per le grandi polisportive..

Nello stesso anno.. Viene effettuato un sondaggio per eleggere , come ogni decennio , lo sportivo dei 40 anni della DDR (1949-1989)
A stravincere.. con piu' della metà di primi posti.. è un atleta ormai ritirato da 25 anni (1964..)
che aveva gia' stravinto lo stesso sondaggio per il ventennale (1969).. e per il trentennale nel 1979
Gustav - Adolph Schur
il nome e cognome all'anagrafe (e ufficiale) .. per tutti Tave Schur
Essendo nato in una piccola località vicino a Magdeburgo nel 1931..
il nome Adolph.. era di gran moda.. ma non certo per il buon Schur (di idee politiche diametralmente opposte)
quindi Adolph.. dopo il 1944 sparisce e da Gustav esce il diminutivo Tave

Nella storia dello sport ci son stati campioni entrati nella leggenda , tanti che han raggiunto vette altissimi di popolarità.. ma è difficile trovare uno sportivo che abbia eguagliato il suo livello di popolarità nella propria nazione (Forse Maradona.. in Argentina) e nessuno che abbia cambiato cosi' tanto la storia sportiva nazionale della propria disciplina..

Prima di Praga 1981.. solo una volta il mondiale di ciclismo Professionisti si è disputato nei paesi dell'est.. nel 1960 sul circuito automobilistico del Sachsering
Solo che per i tedeschi orientali.. dei pro non frega nulla
Interessa soprattutto la gara del Sabato
La Gara dei dilettanti
Tutta la DDR si ferma per un solo corridore Tave

Oltre 300mila spettatori (il giorno dopo per i pro saranno 5 volte di meno) , Schur è bicampione del mondo uscente
E' il grande favorito
A due giri dall'arrivo , il duo con le maglie grigie (Schur e Eckstein) raggiunge il belga Vanden Branden (che era in fuga da molti km)
Parte Eckstein (alla Olano 95)
Il belga pensa che Schur lo andrà a riprendere
Invece resta passivo fino al traguardo.. dove batterà il belga nella volata per il secondo posto
Ha preferito al terzo iride consecutivo.. la vittoria di un compagno di squadra
Per la Propaganda Socialista.. Un trionfo.. e da li Schur diventa Mito

Anni 50 , il ciclismo su strada nelle germania dell'est non è molto popolare
Lo è di piu' quello su pista , che ha una tradizione gia' prima della guerra)

Tave inizia a farsi notare 19enne (1950) vincendo alcune corse
E' nel 1951 che esplode , vince diverse corse , tra cui la Rund Um Berlin e soprattutto arriva 4 al giro della DDR
Nel 1952..è secondo nel campionato nazionale e partecipa per la prima volta alla Corsa della Pace (con un onorevole 10° posto in classifica Generale)
Il 1953 Vince il Giro della DDR , il campionato nazionale di ciclocross , finisce sul podio alla corsa della Pace
e vince per la prima il titolo di sportivo dell'anno (ne vincerà nove..)
Il 1954 è ricco di trionfi , campionato nazionale , giro della ddr , campione del mondo universitario.. ma la corsa della pace lo respinge (22esimo)
Nel 1955.. lascia il suo club di Magdeburgo , per passare alla SC DHFK di Lipsia , polisportiva da poco fondata.. (polisportiva che diventerà leggendaria per i numeri incredibili di medaglie..)
Vince la Corsa della Pace (primo corridore della germania orientale dando distacchi abissali
1956.. anno olimpico , melbourne complicato sia come logistica che come stagione..
Finisce 5 su strada e porta al bronzo i compagni della 100 km
1957.. Vince il campionato nazionale.. ma ai mondiali è solo 4..
1958.. è l'anno del suo primo titolo mondiale , condito da vittorie varie (quasi sempre nella ddr)
1959..è il suo anno migliore. Vince il campionato nazionale , il giro della ddr (con 5 tappe) , la corsa della pace e il campionato del mondo
1960.. oltre al sachsering.. vince il campionato nazionale , secondo con il quartetto della ddr della 100 km alle olimpiadi di roma
1961..Domina il giro della ddr e il campionato nazionale (ed è l'ultima volta che viene eletto sportivo dell'anno)
Inizia la fine della carriera
Nel 1964 il ritiro
Diventerà tecnico
E' stato membro sia del parlamento della ddr sia del parlamento della germania unificata
Uno dei suo figli (jan) è stato campione olimpico della 100 km (1988) nonche ciclista professionista
:unzunz:
Purtroppo non scrive più sul forum morris che è un grande narratore di sport
Non ho vissuto quell'epoca per ragioni anagrafiche,ma l'epopea sportiva della DDR è leggendaria,anche nell'atletica sto tenendo un database simile.


Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

Un'altra epopea che ho scoperto è quella svedese,da contemporaneo trovo incredibile come la Svezia sia finita ai margini del ciclismo attuale.le vittorie e le medaglie dei fratelli Pettersson(con l'incredibile passaggio di Gösta al professionismo da trentenne condito dalla vittoria del Giro) furono solo l'apice di una serie di vittorie e medaglie che partono dagli albori del ciclismo olimpico e mondiale.Gunnar Skold è stato il primo campione UCI su strada,oggi invece tra i pro ricordo solo Ludvigsson,e le fiammate di dieci-quindici anni fa di Backstedt (Roubaix) e Lovkvist.


cycling_chrnicles
Messaggi: 859
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2018, 16:44

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da cycling_chrnicles »

Padule85 ha scritto: sabato 21 maggio 2022, 11:16 Un'altra epopea che ho scoperto è quella svedese,da contemporaneo trovo incredibile come la Svezia sia finita ai margini del ciclismo attuale.le vittorie e le medaglie dei fratelli Pettersson(con l'incredibile passaggio di Gösta al professionismo da trentenne condito dalla vittoria del Giro) furono solo l'apice di una serie di vittorie e medaglie che partono dagli albori del ciclismo olimpico e mondiale.Gunnar Skold è stato il primo campione UCI su strada,oggi invece tra i pro ricordo solo Ludvigsson,e le fiammate di dieci-quindici anni fa di Backstedt (Roubaix) e Lovkvist.
15 anni fa la situazione era ancora buona con pure Larsson e Axelsson.

Il top fine anni '70/inizio anni '80 con Prim, Johansson e Nilsson. Poi c'è gente che pensa che fino a vent'anni fa nel ciclismo c'erano 4/5 nazioni, quando taluni movimento storici un tempo floridi, oggi, sono sostanzialmente morti.


Twitch: Cyclingchronicles
Il nostro sito web: https://cyclingchronicles.it/
twitter: C_C_Podcast
facebook: Cycling Chronicles
instagram: Cycling Chronicles


Dvv 2020
Avatar utente
Padule85
Messaggi: 647
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2022, 23:22

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Padule85 »

cycling_chrnicles ha scritto: sabato 21 maggio 2022, 21:18
Padule85 ha scritto: sabato 21 maggio 2022, 11:16 Un'altra epopea che ho scoperto è quella svedese,da contemporaneo trovo incredibile come la Svezia sia finita ai margini del ciclismo attuale.le vittorie e le medaglie dei fratelli Pettersson(con l'incredibile passaggio di Gösta al professionismo da trentenne condito dalla vittoria del Giro) furono solo l'apice di una serie di vittorie e medaglie che partono dagli albori del ciclismo olimpico e mondiale.Gunnar Skold è stato il primo campione UCI su strada,oggi invece tra i pro ricordo solo Ludvigsson,e le fiammate di dieci-quindici anni fa di Backstedt (Roubaix) e Lovkvist.
15 anni fa la situazione era ancora buona con pure Larsson e Axelsson.

Il top fine anni '70/inizio anni '80 con Prim, Johansson e Nilsson. Poi c'è gente che pensa che fino a vent'anni fa nel ciclismo c'erano 4/5 nazioni, quando taluni movimento storici un tempo floridi, oggi, sono sostanzialmente morti.
Vero quei due me ne ero scordati.


Theakston
Messaggi: 954
Iscritto il: venerdì 9 settembre 2016, 16:25

Re: Ciclismo Dilettantistico dal 1945 al 1995

Messaggio da leggere da Theakston »

Padule85 ha scritto: lunedì 16 maggio 2022, 22:12 Ciao a tutti,
Apro il mio primo thead su un argomento che mi sta molto appassionando negli ultimi tempi.Il ciclismo Dilettantistico (che nel caso del patto di Varsavia oserei dire più 'ciclismo di stato') dalla fine della seconda guerra mondiale alla nascita della categoria U23 .Sto creando un maxi database di risultati ed ho trovato corretto inserire le olimpiadi pre-1996 e mi si è aperto un mondo.Schur,Kapitonov,Pikkuus,il quartetto dei Pettersson,la corsa della pace e soprattutto la mitica 100 km a squadre che avrebbe un significato ben maggiore rispetto alla cronosquadre dei team o le staffette che ha proposto la UCI ai mondiali.Mi sto informando il più possibile,ma visto che ci sono molti esperti su questo forum ,vorrei saperne di più su questo ciclismo oramai scomparso.Aneddoti,ciclisti,corse importanti.Spero che mi darete una mano ad espandere la mia conoscenza e curiosità.
Il ciclismo che era già "globale"


Rispondi