Integratori

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Avatar utente
febbra
Messaggi: 12552
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:05

Integratori

Messaggio da leggere da febbra »

Allora, visto che ho aumentato i km per ogni uscita e dagli iniziali 30 km sono arrivato a 60-80 km (sempre sulla mtb e tendenzialmente sull'asfalto)...

Quando facevo 30 km per integrare mi bastava bere la borraccia d'acqua da mezzo litro o fermarmi a bere a bordo strada ad una fontana.

Ora che ho aumentato sensibilmente i km, dopo i 50 km avverto un po' di spossatezza e formicolio alle gambe.

Vi chiedo. Gli integratori servono davvero a qualcosa ? (io non ne ho mai fatto particolarmente uso)

Eventualmente che cosa mi consigliate? Quelli in polvere da sciogliere in acqua, le barrette, i gel, un bel panino col prosciutto, una crostatina?

:hippy:


1° FC 2008
1° FC a Squadre 2015, 2016
Vincitore Morale Coppa dei Campioni WT 2018
Se insisti e persisti, raggiungi e conquisti
Emargina padoaschioppa! Dici anche tu no alle capre! :no: :capra:
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7668
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Integratori

Messaggio da leggere da il_panta »

febbra ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 14:21 Allora, visto che ho aumentato i km per ogni uscita e dagli iniziali 30 km sono arrivato a 60-80 km (sempre sulla mtb e tendenzialmente sull'asfalto)...

Quando facevo 30 km per integrare mi bastava bere la borraccia d'acqua da mezzo litro o fermarmi a bere a bordo strada ad una fontana.

Ora che ho aumentato sensibilmente i km, dopo i 50 km avverto un po' di spossatezza e formicolio alle gambe.

Vi chiedo. Gli integratori servono davvero a qualcosa ? (io non ne ho mai fatto particolarmente uso)

Eventualmente che cosa mi consigliate? Quelli in polvere da sciogliere in acqua, le barrette, i gel, un bel panino col prosciutto, una crostatina?

:hippy:
Oltre le due ore di pedalata a mio avviso è necessario integrare. Io non uso sali, anche per giri lunghi l'estate, ma potrebbe essere un errore mio. Le barrette, specialmente col caldo, non amo mangiarle. Io di solito per i giri da 3-4 ore porto in tasca crostatine e gel della Aptonia, che hanno un prezzo moderato e sono comodi da mangiare anche in salita, a cui abbino nei giri lunghi anche la cara vecchia sosta bar con panino e coca. Io ho capito che per me è importante mangiare cose di cui ho voglia, perché altrimenti quando si è molto stanchi si finisce per sentire lo stomaco chiuso e non mangiare.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Luca90
Messaggi: 10215
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Luca90 »

febbra ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 14:21 Allora, visto che ho aumentato i km per ogni uscita e dagli iniziali 30 km sono arrivato a 60-80 km (sempre sulla mtb e tendenzialmente sull'asfalto)...

Quando facevo 30 km per integrare mi bastava bere la borraccia d'acqua da mezzo litro o fermarmi a bere a bordo strada ad una fontana.

Ora che ho aumentato sensibilmente i km, dopo i 50 km avverto un po' di spossatezza e formicolio alle gambe.

Vi chiedo. Gli integratori servono davvero a qualcosa ? (io non ne ho mai fatto particolarmente uso)

Eventualmente che cosa mi consigliate? Quelli in polvere da sciogliere in acqua, le barrette, i gel, un bel panino col prosciutto, una crostatina?

:hippy:
io calcola uscite di 60/70 km in mtb su strada pure con qualche salitella di 2/5 km porto 2 borracce d'acqua e basta, oppure 1 acqua e 1 gatorade o terza scelta incosciente 1 acqua e 1 redbull :diavoletto:
però niente cibo o barrette...


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour t.11, Tour t.14, Parigi-Tours
2017(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019(16°):Dwars door Vlaanderen,Tour t.18, Vuelta t.8, Giro dell'Emilia
2020(13°) : Coppi e Bartali, Binck Bank tour, Giro t.1, Vuelta t.1, Vuelta t.2
2021: Larciano, Dwars door Vlaanderen, Giro di Turchia, Tour t.16
Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 6086
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Deadnature »

Io fino alle due ore di uscita porto solo acqua. Sopra alle due ore e fino a quattro ore due borracce (uno con sali minerali, una acqua) e una confezione di caramelle tipo Haribo da cui attingere alla bisogna. Sopra le quattro ore, o se il percorso è impegnativo, tutto questo più un gel.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2230
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Ogni snack/ristoro si porta dietro la sua filosofia. La crostatina sa di ascetismo, il panino al prosciutto sa di lussuria, la barretta sa di professionismo e il gel sa di vomito


Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Road Runner »

I miei due cents sull'argomento "integrazione" durante le gare di corsa.
In Atletica l'unica disciplina che richiede svariati "rifornimenti" durante lo svolgimento
è la Maratona.
In Mezza Maratona, personalmente, essendo uno sforzo che dura poco più di un'ora,
mi è sempre bastato dare un sorso di acqua al 10° e un altro attorno al 14/15° chilometro.
In Maratona invece, avendone disputate 26, ho provato le più svariate combinazioni, per arrivare
a trovare la soluzione migliore solo nell'ultima disputata, all'età di 42 anni!
Durante i 42,195 km., la cosa principale da reintegrare è la dispersione di liquidi, e, se
possibile, l'assimilazione di un po' di zuccheri di pronto utilizzo.
Il punto critico è però proprio la capacità dell'organismo di assimilare quello che si ingurgita
durante lo sforzo quasi massimale della gara, quando l'intestino è quasi del tutto disattivato,
e tutto il circolo sanguineo è dirottato nel circuito cuore polmoni muscoli, e in più lo stomaco
subisce continui squotimenti (a differenza dell'andare in bici che questo problema non lo da).

Seguendo l'onda delle varie mode del periodo, nel corso dei decenni sono passato dagli
anni '80, dove era imperativo bere acqua e sali minerali, agli anni '90, con la moda degli
aminoacidi a catena ramificata, con il solo di risultato di terminare tutte le Maratone, anche le
due che ho vinto, con un discreto senso di nausea per quello che avevo bevuto.

Poi, per caso, durante un allenamento che avevo inventato (e che mi davano del matto quando lo
facevo, ma che invece era un grande allenamento), ho scoperto una cosa che non mi aspettavo.
Il "lavoro" consisteva nel partire alla sera dalla pista di Cantù, arrivare in corsa già media
a Como città, attaccarre la scalata a Brunate in massimale (il Civiglio, per intenderci), prendere
al volo la funicolare per evitare la discesa, e ripartire subito per Cantù, in progressione, con le relative
salite che servono per uscire dalla Città.

Facevo prevalentemente questo allenamento in inverno, per sudare poco ed evitare disidratazione,
in totale autonomia. Una sera però a stagione già avanzata, arrivato a Brunate avevo una sete bestia
e al bar giù a Como mi venne di istinto di comprare una lattina di Cocacola, che mi scolai da ingordo
in un fiato!!! Ecco, mi dissi, adesso questa bevuta la maledirò fino a Cantù, convinto che mi avrebbe
ballato nello stomaco fino alla pista. Invece, magicamente, comincio a correre, dopo 30 metri
sgaso un rutto che Fantozzi in confronto era un dilettante, e la Coca è già sparita!!! Da non credere!!!
E finisco anche l'allenamento in gran spinta e senza sentire la fatica! Probabilmente grazie agli zuccheri
di rapifa assimilazione che contiene, ma non così concentrati come nei gel, che nella corsa a piedi
diventano un mattone.
Riprovai queste bevute anche nelle settimane successive sempre con lo stesso effetto!!!
Avevo scoperto "l'integratore" ideale per la Maratona.

Mi presentai in Svizzera, alla Maratona di Tenero fraz. di Locarno, con 8 borracce contenenti Cocacola,
con su il mio numero di gara, consegnandole come da regolamento agli organizzatori,
da posizionare ai rifornimenti del 5°, 10°, 15° ecc...chilometro di gara, e ogni 5 chilometri mi sono fatto
una bella bevuta di Cocacola; ho finito la Maratona (a 42 anni!) al 2° posto in 2h.29'25", ancora
sano fisicamente e senza alcun senso di nausea!!!!

Va bé, i miei avversari del gruppo di testa, che andavano a Rivella, Enervit di qui, Enervit di la (tutti Tedeschi,
Svizzeri e Francesi, con la puzza sotto al naso, che potevano essere miei figli), ogni volta che sgasavo
l'inevitabile rutto (il "solito Italiano"..!), mi guardavano un po' male, ma amen, la guerra vuole i suoi morti...!


herbie
Messaggi: 5977
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Integratori

Messaggio da leggere da herbie »

il_panta ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 15:39
febbra ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 14:21 Allora, visto che ho aumentato i km per ogni uscita e dagli iniziali 30 km sono arrivato a 60-80 km (sempre sulla mtb e tendenzialmente sull'asfalto)...

Quando facevo 30 km per integrare mi bastava bere la borraccia d'acqua da mezzo litro o fermarmi a bere a bordo strada ad una fontana.

Ora che ho aumentato sensibilmente i km, dopo i 50 km avverto un po' di spossatezza e formicolio alle gambe.

Vi chiedo. Gli integratori servono davvero a qualcosa ? (io non ne ho mai fatto particolarmente uso)

Eventualmente che cosa mi consigliate? Quelli in polvere da sciogliere in acqua, le barrette, i gel, un bel panino col prosciutto, una crostatina?

:hippy:
Oltre le due ore di pedalata a mio avviso è necessario integrare. Io non uso sali, anche per giri lunghi l'estate, ma potrebbe essere un errore mio. Le barrette, specialmente col caldo, non amo mangiarle. Io di solito per i giri da 3-4 ore porto in tasca crostatine e gel della Aptonia, che hanno un prezzo moderato e sono comodi da mangiare anche in salita, a cui abbino nei giri lunghi anche la cara vecchia sosta bar con panino e coca. Io ho capito che per me è importante mangiare cose di cui ho voglia, perché altrimenti quando si è molto stanchi si finisce per sentire lo stomaco chiuso e non mangiare.
Verissimo, mangiare cose gradite: il ciclismo deve restare un piacere...
Proprio per questo motivo, addirittura i gel per un giro cicloturistico no...quelli servono in gara, e già secondo me sono al limite rispetto al concetto di "bomba", ma per i giri anche lunghi le nostre forze corroborate da una alimentazione naturale sono sufficienti.


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7668
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Integratori

Messaggio da leggere da il_panta »

herbie ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 19:06
il_panta ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 15:39
febbra ha scritto: martedì 15 giugno 2021, 14:21 Allora, visto che ho aumentato i km per ogni uscita e dagli iniziali 30 km sono arrivato a 60-80 km (sempre sulla mtb e tendenzialmente sull'asfalto)...

Quando facevo 30 km per integrare mi bastava bere la borraccia d'acqua da mezzo litro o fermarmi a bere a bordo strada ad una fontana.

Ora che ho aumentato sensibilmente i km, dopo i 50 km avverto un po' di spossatezza e formicolio alle gambe.

Vi chiedo. Gli integratori servono davvero a qualcosa ? (io non ne ho mai fatto particolarmente uso)

Eventualmente che cosa mi consigliate? Quelli in polvere da sciogliere in acqua, le barrette, i gel, un bel panino col prosciutto, una crostatina?

:hippy:
Oltre le due ore di pedalata a mio avviso è necessario integrare. Io non uso sali, anche per giri lunghi l'estate, ma potrebbe essere un errore mio. Le barrette, specialmente col caldo, non amo mangiarle. Io di solito per i giri da 3-4 ore porto in tasca crostatine e gel della Aptonia, che hanno un prezzo moderato e sono comodi da mangiare anche in salita, a cui abbino nei giri lunghi anche la cara vecchia sosta bar con panino e coca. Io ho capito che per me è importante mangiare cose di cui ho voglia, perché altrimenti quando si è molto stanchi si finisce per sentire lo stomaco chiuso e non mangiare.
Verissimo, mangiare cose gradite: il ciclismo deve restare un piacere...
Proprio per questo motivo, addirittura i gel per un giro cicloturistico no...quelli servono in gara, e già secondo me sono al limite rispetto al concetto di "bomba", ma per i giri anche lunghi le nostre forze corroborate da una alimentazione naturale sono sufficienti.
A me i gel piacciono (in salita), le barrette proprio no.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
herbie
Messaggi: 5977
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Integratori

Messaggio da leggere da herbie »

Road Runner ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 14:30 I miei due cents sull'argomento "integrazione" durante le gare di corsa.
In Atletica l'unica disciplina che richiede svariati "rifornimenti" durante lo svolgimento
è la Maratona.
In Mezza Maratona, personalmente, essendo uno sforzo che dura poco più di un'ora,
mi è sempre bastato dare un sorso di acqua al 10° e un altro attorno al 14/15° chilometro.
In Maratona invece, avendone disputate 26, ho provato le più svariate combinazioni, per arrivare
a trovare la soluzione migliore solo nell'ultima disputata, all'età di 42 anni!
Durante i 42,195 km., la cosa principale da reintegrare è la dispersione di liquidi, e, se
possibile, l'assimilazione di un po' di zuccheri di pronto utilizzo.
Il punto critico è però proprio la capacità dell'organismo di assimilare quello che si ingurgita
durante lo sforzo quasi massimale della gara, quando l'intestino è quasi del tutto disattivato,
e tutto il circolo sanguineo è dirottato nel circuito cuore polmoni muscoli, e in più lo stomaco
subisce continui squotimenti (a differenza dell'andare in bici che questo problema non lo da).

Seguendo l'onda delle varie mode del periodo, nel corso dei decenni sono passato dagli
anni '80, dove era imperativo bere acqua e sali minerali, agli anni '90, con la moda degli
aminoacidi a catena ramificata, con il solo di risultato di terminare tutte le Maratone, anche le
due che ho vinto, con un discreto senso di nausea per quello che avevo bevuto.

Poi, per caso, durante un allenamento che avevo inventato (e che mi davano del matto quando lo
facevo, ma che invece era un grande allenamento), ho scoperto una cosa che non mi aspettavo.
Il "lavoro" consisteva nel partire alla sera dalla pista di Cantù, arrivare in corsa già media
a Como città, attaccarre la scalata a Brunate in massimale (il Civiglio, per intenderci), prendere
al volo la funicolare per evitare la discesa, e ripartire subito per Cantù, in progressione, con le relative
salite che servono per uscire dalla Città.

Facevo prevalentemente questo allenamento in inverno, per sudare poco ed evitare disidratazione,
in totale autonomia. Una sera però a stagione già avanzata, arrivato a Brunate avevo una sete bestia
e al bar giù a Como mi venne di istinto di comprare una lattina di Cocacola, che mi scolai da ingordo
in un fiato!!! Ecco, mi dissi, adesso questa bevuta la maledirò fino a Cantù, convinto che mi avrebbe
ballato nello stomaco fino alla pista. Invece, magicamente, comincio a correre, dopo 30 metri
sgaso un rutto che Fantozzi in confronto era un dilettante, e la Coca è già sparita!!! Da non credere!!!
E finisco anche l'allenamento in gran spinta e senza sentire la fatica! Probabilmente grazie agli zuccheri
di rapifa assimilazione che contiene, ma non così concentrati come nei gel, che nella corsa a piedi
diventano un mattone.
Riprovai queste bevute anche nelle settimane successive sempre con lo stesso effetto!!!
Avevo scoperto "l'integratore" ideale per la Maratona.

Mi presentai in Svizzera, alla Maratona di Tenero fraz. di Locarno, con 8 borracce contenenti Cocacola,
con su il mio numero di gara, consegnandole come da regolamento agli organizzatori,
da posizionare ai rifornimenti del 5°, 10°, 15° ecc...chilometro di gara, e ogni 5 chilometri mi sono fatto
una bella bevuta di Cocacola; ho finito la Maratona (a 42 anni!) al 2° posto in 2h.29'25", ancora
sano fisicamente e senza alcun senso di nausea!!!!

Va bé, i miei avversari del gruppo di testa, che andavano a Rivella, Enervit di qui, Enervit di la (tutti Tedeschi,
Svizzeri e Francesi, con la puzza sotto al naso, che potevano essere miei figli), ogni volta che sgasavo
l'inevitabile rutto (il "solito Italiano"..!), mi guardavano un po' male, ma amen, la guerra vuole i suoi morti...!
dopo aver scoperto le virtù della "Cocacola" alla tenerà età di 42 anni, penso che ad oggi i tempi siano maturi per cominciare almeno con la birra, non dico il whysky.... :D


Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Road Runner »

Avevo già raccontato di aver seguito la 100km della Brianza dello sloveno Mravlie Dusan che ogni 5km beveva 2 lattine di birra, stappategli da sua moglie!! E vinse la 100 con mezz'ora di vantaggio! Fenomeno assoluto!
No, io una birra la posso bere a gara finita, ma durante mi piomberebbe al volo!!


herbie
Messaggi: 5977
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Integratori

Messaggio da leggere da herbie »

Road Runner ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 5:36 Avevo già raccontato di aver seguito la 100km della Brianza dello sloveno Mravlie Dusan che ogni 5km beveva 2 lattine di birra, stappategli da sua moglie!! E vinse la 100 con mezz'ora di vantaggio! Fenomeno assoluto!
No, io una birra la posso bere a gara finita, ma durante mi piomberebbe al volo!!
la bici, come sai, è sport per gente un po' più trasgressiva e amante della buona tavola. Gente che si ferma a mangiare e bere le peggiori cose. T'assicuro che , tra queste, la birra ha effetti assolutamente paragonabili alla Coca (per non parlare delle bollicine....) se non migliori. Se è per quello, pure le patatine. ma bisognerebbe prima, piano piano, rieducare lo stomaco del podista al cibo spazzatura... :D


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7668
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Integratori

Messaggio da leggere da il_panta »

herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 13:27
Road Runner ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 5:36 Avevo già raccontato di aver seguito la 100km della Brianza dello sloveno Mravlie Dusan che ogni 5km beveva 2 lattine di birra, stappategli da sua moglie!! E vinse la 100 con mezz'ora di vantaggio! Fenomeno assoluto!
No, io una birra la posso bere a gara finita, ma durante mi piomberebbe al volo!!
la bici, come sai, è sport per gente un po' più trasgressiva e amante della buona tavola. Gente che si ferma a mangiare e bere le peggiori cose. T'assicuro che , tra queste, la birra ha effetti assolutamente paragonabili alla Coca (per non parlare delle bollicine....) se non migliori. Se è per quello, pure le patatine. ma bisognerebbe prima, piano piano, rieducare lo stomaco del podista al cibo spazzatura... :D
Birra e patatine sono un must durante i giri lunghi! :D


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
herbie
Messaggi: 5977
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Integratori

Messaggio da leggere da herbie »

il_panta ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 18:49
herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 13:27
Road Runner ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 5:36 Avevo già raccontato di aver seguito la 100km della Brianza dello sloveno Mravlie Dusan che ogni 5km beveva 2 lattine di birra, stappategli da sua moglie!! E vinse la 100 con mezz'ora di vantaggio! Fenomeno assoluto!
No, io una birra la posso bere a gara finita, ma durante mi piomberebbe al volo!!
la bici, come sai, è sport per gente un po' più trasgressiva e amante della buona tavola. Gente che si ferma a mangiare e bere le peggiori cose. T'assicuro che , tra queste, la birra ha effetti assolutamente paragonabili alla Coca (per non parlare delle bollicine....) se non migliori. Se è per quello, pure le patatine. ma bisognerebbe prima, piano piano, rieducare lo stomaco del podista al cibo spazzatura... :D
Birra e patatine sono un must durante i giri lunghi! :D
Il problema è che non te le portano più in automatico con la birra....bah, poca classe...
Se cominciassi a lasciarmi a casa i gel ti potrei iscrivere al club dei cicloedonisti. :cincin:


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7668
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Integratori

Messaggio da leggere da il_panta »

herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 23:01
il_panta ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 18:49
herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 13:27

la bici, come sai, è sport per gente un po' più trasgressiva e amante della buona tavola. Gente che si ferma a mangiare e bere le peggiori cose. T'assicuro che , tra queste, la birra ha effetti assolutamente paragonabili alla Coca (per non parlare delle bollicine....) se non migliori. Se è per quello, pure le patatine. ma bisognerebbe prima, piano piano, rieducare lo stomaco del podista al cibo spazzatura... :D
Birra e patatine sono un must durante i giri lunghi! :D
Il problema è che non te le portano più in automatico con la birra....bah, poca classe...
Se cominciassi a lasciarmi a casa i gel ti potrei iscrivere al club dei cicloedonisti. :cincin:
Sono aperto a suggerimenti, ma sono una di quelle persone che necessità di un introito calorico abbondante e frequente. Cosa faresti durante salite lunghe? Io a volte mangio crostatine, è capitato anche panini, ma durante salite dure e lunghe non è il massimo. Non mangiare durante la salita non è un'opzione, come ti dicevo.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
herbie
Messaggi: 5977
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Integratori

Messaggio da leggere da herbie »

il_panta ha scritto: venerdì 25 giugno 2021, 10:10
herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 23:01
il_panta ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 18:49

Birra e patatine sono un must durante i giri lunghi! :D
Il problema è che non te le portano più in automatico con la birra....bah, poca classe...
Se cominciassi a lasciarmi a casa i gel ti potrei iscrivere al club dei cicloedonisti. :cincin:
Sono aperto a suggerimenti, ma sono una di quelle persone che necessità di un introito calorico abbondante e frequente. Cosa faresti durante salite lunghe? Io a volte mangio crostatine, è capitato anche panini, ma durante salite dure e lunghe non è il massimo. Non mangiare durante la salita non è un'opzione, come ti dicevo.
io sono stato "allevato" ciclisticamente negli anni 90. In salita ovviamente era VIETATO mangiare, anche se vai tranquillo e quindi non hai il fiatone e la roba ti va giù bene, comunque il fisico sta irrorando di sangue le gambe togliendolo all'apparato digerente: ne consegue che è più facile digerire male o avere dei problemi ad assimilare i nutrienti. Se mangi in cima alla salita hai poi quella mezz'ora di discesa dove il sangue non affluisce più in prevalenza ai muscoli delle gambe e quindi hai quella finestra buona per assimilare meglio quello che mangi, per questo motivo è anche d'uopo coprire con qualcosa lo stomaco e la parte bassa della pancia, se fa freddo.
C'erano già le prime barrette, che si scartavano in vista del GPM, se si stava in alta montagna, sempre a 500 metri dalla cima contemporaneamente alla barretta o al panino si toglieva la mantellina dalla tasca e la si vestiva, in maniera da farlo quando ancora si pedalava in salita e la velocità era ridotta (inoltre vestire la mantellina proprio sul passo alpino, che è facilmente ventoso, diventa più difficile).
Anche oggi non riesco a capire come facciano alcuni a rimanere fermi intere mezz'ore in cima ai passi alpini, raffreddandosi tantissimo ed affrontando poi la discesa con sensazione di freddo estremo perchè comunque bagnati di sudore, oltre al fatto che comunque in un giro lungo potendo capitare la qualunque, e quindi necessitare di altro tempo per riparazioni varie, non è esattamente il caso di buttare mezz'ora qua o là giusto per sedersi su una panchina. Io mi fermo se c'è bisogno di fare una foto, ma il panorama lo ammiro a lungo DURANTE la salita....
Così ho imparato io.
Il gel lo butti giù facilmente in salita, ok, ma insomma se stai facendo un giro cicloturistico per conto tuo, mi pare esagerato buttar giù queste piccole "bombe", a meno che non sei veramente in crisi....io me ne porto uno in tasca, ma solo quando esco con gente che so che fa le salite per tirare il collo a se stessi e a chiunque altro :x
Certamente, so di gente il cui preparatore consiglia di portarsi 4 o 5 gel in una gran fondo e nelle ultime tre ore buttarne giù uno ogni 40 minuti.
A questo punto diventa una gara a chi riesce a buttar giù più "bombe", più che una competizione sportiva amichevole, a mio avviso.


Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 3019
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Integratori

Messaggio da leggere da nemecsek. »

Road Runner ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 14:30 agli anni '90, con la moda degli
aminoacidi a catena ramificata, con il solo di risultato di terminare tutte le Maratone, anche le
due che ho vinto, con un discreto senso di nausea per quello che avevo bevuto.

aminoacidi? in gara? questa proprio non la capisco :?:
Road Runner ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 14:30


mi venne di istinto di comprare una lattina di Cocacola


e te credo, zuccheri immediati
io la uso non durante le gare ma subito dopo i lunghi di preparazione per la maratona
in effetti ti resuscita
pensa ai ragazzini che se ne scofanano a mezze dozzine, i futuri diabetici :old:
la mia compagna invece ha sostituito nelle ultime du e maratone i gel a rilascio lento (che io uso in gara, con l'accortezza di bere acqua sia prima che all'assunzione) con il te zuccherato; va detto che lei corre molto lenta, e questo forse compensa l'efficacia limitata data dalla immediata assimilazione degli zuccheri
Road Runner ha scritto: venerdì 18 giugno 2021, 14:30

ogni volta che sgasavo
l'inevitabile rutto (il "solito Italiano"..!), mi guardavano un po' male, ma amen, la guerra vuole i suoi morti...!

alle gare di paese, le 10k e le mezze, ruttone con cucito bestemmione a seguire, per lo scandalo delle signore esordienti coi completini fashion da corsa


Immagine

Finestre 2018 rosicata eterna :D
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 7668
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Integratori

Messaggio da leggere da il_panta »

herbie ha scritto: venerdì 25 giugno 2021, 13:18
il_panta ha scritto: venerdì 25 giugno 2021, 10:10
herbie ha scritto: giovedì 24 giugno 2021, 23:01

Il problema è che non te le portano più in automatico con la birra....bah, poca classe...
Se cominciassi a lasciarmi a casa i gel ti potrei iscrivere al club dei cicloedonisti. :cincin:
Sono aperto a suggerimenti, ma sono una di quelle persone che necessità di un introito calorico abbondante e frequente. Cosa faresti durante salite lunghe? Io a volte mangio crostatine, è capitato anche panini, ma durante salite dure e lunghe non è il massimo. Non mangiare durante la salita non è un'opzione, come ti dicevo.
io sono stato "allevato" ciclisticamente negli anni 90. In salita ovviamente era VIETATO mangiare, anche se vai tranquillo e quindi non hai il fiatone e la roba ti va giù bene, comunque il fisico sta irrorando di sangue le gambe togliendolo all'apparato digerente: ne consegue che è più facile digerire male o avere dei problemi ad assimilare i nutrienti. Se mangi in cima alla salita hai poi quella mezz'ora di discesa dove il sangue non affluisce più in prevalenza ai muscoli delle gambe e quindi hai quella finestra buona per assimilare meglio quello che mangi, per questo motivo è anche d'uopo coprire con qualcosa lo stomaco e la parte bassa della pancia, se fa freddo.
C'erano già le prime barrette, che si scartavano in vista del GPM, se si stava in alta montagna, sempre a 500 metri dalla cima contemporaneamente alla barretta o al panino si toglieva la mantellina dalla tasca e la si vestiva, in maniera da farlo quando ancora si pedalava in salita e la velocità era ridotta (inoltre vestire la mantellina proprio sul passo alpino, che è facilmente ventoso, diventa più difficile).
Anche oggi non riesco a capire come facciano alcuni a rimanere fermi intere mezz'ore in cima ai passi alpini, raffreddandosi tantissimo ed affrontando poi la discesa con sensazione di freddo estremo perchè comunque bagnati di sudore, oltre al fatto che comunque in un giro lungo potendo capitare la qualunque, e quindi necessitare di altro tempo per riparazioni varie, non è esattamente il caso di buttare mezz'ora qua o là giusto per sedersi su una panchina. Io mi fermo se c'è bisogno di fare una foto, ma il panorama lo ammiro a lungo DURANTE la salita....
Così ho imparato io.
Il gel lo butti giù facilmente in salita, ok, ma insomma se stai facendo un giro cicloturistico per conto tuo, mi pare esagerato buttar giù queste piccole "bombe", a meno che non sei veramente in crisi....io me ne porto uno in tasca, ma solo quando esco con gente che so che fa le salite per tirare il collo a se stessi e a chiunque altro :x
Certamente, so di gente il cui preparatore consiglia di portarsi 4 o 5 gel in una gran fondo e nelle ultime tre ore buttarne giù uno ogni 40 minuti.
A questo punto diventa una gara a chi riesce a buttar giù più "bombe", più che una competizione sportiva amichevole, a mio avviso.
Per me è inconcepibile non mangiare in salita. Comunque i gel Aptonia che prendo io non sono bombe peggiori di una coca-cola...


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Integratori

Messaggio da leggere da Road Runner »

nemecsek. ha scritto: venerdì 25 giugno 2021, 13:33

aminoacidi? in gara? questa proprio non la capisco :?:


Si, aminoacidi a catena ramificata, in gara. Pare avessero (o dovessero avere..!) il potere di tamponare l'insorgenza dell'acido lattico,
soprattutto nei finali della maratona. Il problema era ovviamente digerirli mentre corri a 3'10" al km.
Cocacola ragazzi, sotto sforzo non c'è niente di più digeribile, garantisco. Acqua, zuccheri semplici, un pizzico di limone e di caffeina, e
si assimila in un amen.


Rispondi