[2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 1604
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Road Runner »

Beppugrillo ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 19:19 Io l'anno scorso ho preso la pioggia ma era agosto (o luglio, non ricordo) e ancora non c'era problema, a maggio se non c'è il sole secondo me si soffre un bel po' in cima e in discesa
Come non ricordo ?? E l'agenda ?? Io, dal primo giorno che ho iniziato a correre (da sottozero, come forma, oserei dire da -10 !!), che era il giorno dopo
del congedo militare 06.11.1981, ho segnato tutti gli allenamenti (e le gare = 937), della mia vita !! Fino alla fine degli anni '80 a mano su cartaceo, poi sono arrivati i Pc, e ho letteralmente ri-trascritto tutto su file !
Uno sportivo deve avere traccia di quello che fa...


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Road Runner ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 20:20
Beppugrillo ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 19:19 Io l'anno scorso ho preso la pioggia ma era agosto (o luglio, non ricordo) e ancora non c'era problema, a maggio se non c'è il sole secondo me si soffre un bel po' in cima e in discesa
Come non ricordo ?? E l'agenda ?? Io, dal primo giorno che ho iniziato a correre (da sottozero, come forma, oserei dire da -10 !!), che era il giorno dopo
del congedo militare 06.11.1981, ho segnato tutti gli allenamenti (e le gare = 937), della mia vita !! Fino alla fine degli anni '80 a mano su cartaceo, poi sono arrivati i Pc, e ho letteralmente ri-trascritto tutto su file !
Uno sportivo deve avere traccia di quello che fa...
Vado in bicicletta una volta a settimana, non c'è molto da contabilizzare


Avatar utente
robot1
Messaggi: 1273
Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2010, 19:46

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da robot1 »

Beppugrillo ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 20:57
Road Runner ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 20:20
Beppugrillo ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 19:19 Io l'anno scorso ho preso la pioggia ma era agosto (o luglio, non ricordo) e ancora non c'era problema, a maggio se non c'è il sole secondo me si soffre un bel po' in cima e in discesa
Come non ricordo ?? E l'agenda ?? Io, dal primo giorno che ho iniziato a correre (da sottozero, come forma, oserei dire da -10 !!), che era il giorno dopo
del congedo militare 06.11.1981, ho segnato tutti gli allenamenti (e le gare = 937), della mia vita !! Fino alla fine degli anni '80 a mano su cartaceo, poi sono arrivati i Pc, e ho letteralmente ri-trascritto tutto su file !
Uno sportivo deve avere traccia di quello che fa...
Vado in bicicletta una volta a settimana, non c'è molto da contabilizzare
Ma ora con strava (o almeno Connect per chi usa Garmin) o qualunque altra app, utilizzabile anche da cellulare, è un reato non farlo, anche solo per ricordare un giorno quello che si aveva fatto


Un giorno potremo raccontare ai nipotini che noi siamo stati fortunati a veder correre Sagan
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 8381
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da il_panta »

Beppugrillo ha scritto: martedì 12 aprile 2022, 19:19 Io il Giau l'ho messo in cima alla lista che è al primo messaggio del thread, siamo in due a volerci togliere questa mancanza...
Io l'anno scorso mi ero trovato di fronte a un'alternativa: partendo da Moena o fare San Pellegrino-Fedaia-Sellaronda o fare San Pellegrino-Giau-Valparola e solo mezzo Sellaronda, mi ricordo che come lunghezza e dislivello venivano poco lontani. Non dico che mi sono pentito di aver scelto la prima, perché è stato comunque probabilmente il giro più bello mai fatto, però ho l'impressione che il Giau metta addirittura qualcosina in più. Perché il Fedaia ha la storia, la sfida del drittone di Malga Ciapela, un valico eccezionale, però il Giau secondo me come panorama è nettamente più su (il Fedaia fino a Malga Ciapela oserei dire addirittura che è bruttino come paesaggio, paragonato alla media di ciò che c'è lì intorno).
Certo che a maggio col meteo te la rischi. Io l'anno scorso ho preso la pioggia ma era agosto (o luglio, non ricordo) e ancora non c'era problema, a maggio se non c'è il sole secondo me si soffre un bel po' in cima e in discesa
Concordo, non c'è storia tra Giau e Fedaia, in particolare il Fedaia da Malga Ciapela è abbastanza anonimo senza i Serrai.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Nel weekend pasquale prima occasione da mesi di guardare i dati registrati su Strava con un minimo di interesse perché sono stato a casa e sono tornato a pedalare su strade già ampiamente battute in passato. Il vento fortissimo ha influito più sulla godibilità del giro che sulla "prestazione" (chiamiamola così, senza nessuna particolare pretesa...), comunque il triste declino rispetto alle giornate buone è abbastanza evidente. Su due salite test, una facile e una un muretto, in entrambe mio miglior tempo "storico" intorno ai dieci minuti, ci ho messo un minuto in più rispetto a quel tempo, quindi 10% in più. Niente di tragico, anche perché in effetti non mi interessa minimamente andar forte, però è chiaro che i tempi in cui miglioravo per inerzia sono finiti.
Personalmente, andando in bici mi sono reso conto che il piacere di pedalare, almeno per me, si basa su un paradosso che non si può aggirare in alcun modo: il piacere vero, quello che rende la bici irrinunciabile, personalmente lo provo quando mi sento leggero in salita, quando vado su senza far fatica, di solito mi capita sulla prima salita del giorno quando faccio un giro lungo. Il paradosso però è che per avere la possibilità di fare una salita in totale leggerezza devi averne fatte molte altre soffrendo. Quindi la prospettiva è sempre quella di una situazione in cui per cui a un 25% di grande piacere corrisponde per forza un 75% di sofferenza.
Per aggirare un po' il problema questa settimana si va di semi-dieta, vediamo se tirar giù un paio di chili aiuta (cosa di cui sento il bisogno a prescindere dalla bici, tra febbraio e marzo ho avuto una relazione un po' troppo assidua con Nutella e cheesecake mascarpone e cioccolato...)


Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 6507
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Deadnature »

Beppugrillo ha scritto: martedì 19 aprile 2022, 22:56 Personalmente, andando in bici mi sono reso conto che il piacere di pedalare, almeno per me, si basa su un paradosso che non si può aggirare in alcun modo: il piacere vero, quello che rende la bici irrinunciabile, personalmente lo provo quando mi sento leggero in salita, quando vado su senza far fatica, di solito mi capita sulla prima salita del giorno quando faccio un giro lungo. Il paradosso però è che per avere la possibilità di fare una salita in totale leggerezza devi averne fatte molte altre soffrendo. Quindi la prospettiva è sempre quella di una situazione in cui per cui a un 25% di grande piacere corrisponde per forza un 75% di sofferenza.
Vero, però come ci ricorda Bojack Horseman:


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...
aleph
Messaggi: 369
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2021, 22:24

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da aleph »

Deadnature ha scritto: mercoledì 20 aprile 2022, 1:29
Vero, però come ci ricorda Bojack Horseman
[/quote]
:champion: ;)

Solo per dire che giovedì scorso ho timidamente preso la bici in mano per la prima uscita stagionale... :pomodoro:


Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 372
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da EugeRambler »

Beppugrillo ha scritto: martedì 19 aprile 2022, 22:56 il piacere vero, quello che rende la bici irrinunciabile, personalmente lo provo quando mi sento leggero in salita, quando vado su senza far fatica, di solito mi capita sulla prima salita del giorno quando faccio un giro lungo.
A me invece questa sensazione sta capitando sulle ultime salite dei giri lunghi, soprattutto in quelli senza "vie di fuga". Sulle prime salite c'è sempre un po' di timore e freno tirato e mi sembra di fare più fatica (forse solo mentalmente); invece nel finale, quando ormai il più è pedalato, sono più libero, esce il fondo che ormai ho fatto e anche a livello di freddi numeri il risultato è migliore rispetto all'inizio.


"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare"
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Oggi tentativo di record dell'ora sulla strada del Canarazzo concluso con un umiliante 32,05 km. Vedo gente che in pianura tiene i 40 all'ora e mi chiedo come faccia, io non riesco neanche a raggiungerli per un istante :x


aleph
Messaggi: 369
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2021, 22:24

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da aleph »

Il bello della bici è ritrovare quando meno te lo aspetti le sensazioni che te la fanno amare: stagione partita in ritardo e con poche motivazioni (poco tempo causa impegni familiari, molto stress a lavoro e una ritrovata passione per il trailrunning che mi ha impegnato il poco tempo libero nei weekend), ma è bastata un'uscita pomeridiana la settimana scorsa post lavoro (solo pianura mi ero detto, poi i colli mi hanno calamitato e, causa una deviazione, ho percorso anche una salita di troppo :svenuto: ) per farmi riprendere il trip :D

Mi perdonerà il grande Faber ma..."pensavo è bello che dove finiscono le mie dita, debba in qualche modo incominciare una bicicletta ;)


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

EugeRambler ha scritto: giovedì 7 aprile 2022, 21:35 A proposito di Monferrato, Langhe e Roero, oggi gran bel giro da 200km e 3.000 di salita. Vento maledetto da Sud-Est per oltre 100km, per fortuna ritorno più agevole dopo aver lasciato la val Bormida di Spigno per salire verso Roccaverano (la parte più bella paesaggisticamente), con solo un breve ritorno ventoso nel risalire per 5-6 km la val Bormida di Millesimo.

Giro "circolare", secondo me perfetto per Beppugrillo, partendo da zona Nizza Monferrato o Acqui Terme.

https://www.strava.com/activities/6945337922
Ciao mi sono tracciato un percorso ispirato a questo per domani. Ma... consigli culinari per uno stop a pranzo? :diavoletto:


Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 372
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da EugeRambler »

Mh, la domenica è difficile, non ci sono i furgoni a segnalare i posti con porzioni abbondanti e a poco prezzo.

A Nizza di solito vado a l'Arcano. Ad Acqui passo raramente per lavoro e non saprei. Se fossero aperti sulla statale 456 a Montegrosso d'Asti i due benzinai che trovi per andare verso Nizza sono meritevoli.


"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare"
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Poi sono andato. Niente stop per mangiare perché in realtà non ne avevo voglia. 150 km con 2'700 metri di dislivello. Prima parte molto calma poi mi sono trovato verso la fine con parecchie energie insperate ed è stato uno dei rientri più piacevoli di sempre. Zone molto belle, non sarebbero troppo diverse da molte altre zone pre-appenninche ma si percepisce una ricchezza superiore dalla densità di centri abitati e campi coltivati (la zona tra Asti e Acqui Terme invece mi è sembrata diversa anche geograficamente, con le colline posate completamente a caso invece che organizzate in valli come nelle Marche).
Nota molto importante: a Montemale sull'asfalto c'è scritto "Bulbarelli dopato".


Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 372
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da EugeRambler »

Hai fatto una bella variante al mio giro tra Terzo e Castelletto d'Erro, prima di salire a Roccaverano. Quella parte è la più bella paesaggisticamente secondo me, la più selvaggia.


"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare"
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

EugeRambler ha scritto: domenica 1 maggio 2022, 20:22 Hai fatto una bella variante al mio giro tra Terzo e Castelletto d'Erro, prima di salire a Roccaverano. Quella parte è la più bella paesaggisticamente secondo me, la più selvaggia.
Sì mi mancava un po' di dislivello. Devo dire che tra le 4 salite del giro forse è stata la più bella


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Ieri sera sbirciando tra gli eventi di Zwift mi sono lanciato in una "cronometro" sul circuito di San Luca. Veramente bello come l'hanno riprodotto, peccato non sia disponibile fuori dagli eventi e soprattutto non sia più ampio. Comunque fare San Luca più forte possibile sui rulli è una cosa da veri masochisti


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

Oggi le premesse erano tutte negative: maltempo, dolori ovunque, alimentazione scriteriata negli ultimi due giorni e a 50 km da casa (in auto per portarmi all'inizio del giro che avevo programmato) mi sono accorto di non aver preso la patente. Invece mi sono goduto un giro piacevolissimo: Varzi - Penice - Bobbio - Sella dei Generali (tostissima, il muro alla fine è veramente infame) - Passo del Cerro - Mezzana Corti e per risalire al Penice una bellissima salita che non so se ha un nome, passa per Schiavi e si collega in cima alla strada di Pecorara (su Google appare ancora sterrata ma l'hanno asfaltata, atmosfera che mi ha fatto sentire a casa). Compagno fastidioso il maltempo, fortunatamente la pioggia l'ho presa solo per un'oretta, sfortunatamente l'ho presa nel punto più alto del giro e nella successiva discesa


Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 372
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da EugeRambler »

Beppugrillo ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 18:52 Oggi le premesse erano tutte negative: maltempo, dolori ovunque, alimentazione scriteriata negli ultimi due giorni e a 50 km da casa (in auto per portarmi all'inizio del giro che avevo programmato) mi sono accorto di non aver preso la patente. Invece mi sono goduto un giro piacevolissimo: Varzi - Penice - Bobbio - Sella dei Generali (tostissima, il muro alla fine è veramente infame) - Passo del Cerro - Mezzana Corti e per risalire al Penice una bellissima salita che non so se ha un nome, passa per Schiavi e si collega in cima alla strada di Pecorara (su Google appare ancora sterrata ma l'hanno asfaltata, atmosfera che mi ha fatto sentire a casa). Compagno fastidioso il maltempo, fortunatamente la pioggia l'ho presa solo per un'oretta, sfortunatamente l'ho presa nel punto più alto del giro e nella successiva discesa
Interessante. Carica su Strava che prendo spunto per la mia villeggiatura a Morfasso. Da Bobbio sei sceso in val nure su Farini e poi fino a Bettola (paese del compagno Bersani)?


"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare"
Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

EugeRambler ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 21:07
Beppugrillo ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 18:52 Oggi le premesse erano tutte negative: maltempo, dolori ovunque, alimentazione scriteriata negli ultimi due giorni e a 50 km da casa (in auto per portarmi all'inizio del giro che avevo programmato) mi sono accorto di non aver preso la patente. Invece mi sono goduto un giro piacevolissimo: Varzi - Penice - Bobbio - Sella dei Generali (tostissima, il muro alla fine è veramente infame) - Passo del Cerro - Mezzana Corti e per risalire al Penice una bellissima salita che non so se ha un nome, passa per Schiavi e si collega in cima alla strada di Pecorara (su Google appare ancora sterrata ma l'hanno asfaltata, atmosfera che mi ha fatto sentire a casa). Compagno fastidioso il maltempo, fortunatamente la pioggia l'ho presa solo per un'oretta, sfortunatamente l'ho presa nel punto più alto del giro e nella successiva discesa
Interessante. Carica su Strava che prendo spunto per la mia villeggiatura a Morfasso. Da Bobbio sei sceso in val nure su Farini e poi fino a Bettola (paese del compagno Bersani)?
L'ho caricata però il gps si è perso un grosso pezzo di dislivello. Segna 3000 ma in realtà sono sui 3500. Mi sa che si è rincoglionito con la pioggia.
Per tornare indietro da Bettola c'è il Passo del Cerro che è una salita abbastanza anonima ma piacevole


Avatar utente
EugeRambler
Messaggi: 372
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 20:34
Località: Torino

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da EugeRambler »

Beppugrillo ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 21:53
EugeRambler ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 21:07
Beppugrillo ha scritto: domenica 8 maggio 2022, 18:52 Oggi le premesse erano tutte negative: maltempo, dolori ovunque, alimentazione scriteriata negli ultimi due giorni e a 50 km da casa (in auto per portarmi all'inizio del giro che avevo programmato) mi sono accorto di non aver preso la patente. Invece mi sono goduto un giro piacevolissimo: Varzi - Penice - Bobbio - Sella dei Generali (tostissima, il muro alla fine è veramente infame) - Passo del Cerro - Mezzana Corti e per risalire al Penice una bellissima salita che non so se ha un nome, passa per Schiavi e si collega in cima alla strada di Pecorara (su Google appare ancora sterrata ma l'hanno asfaltata, atmosfera che mi ha fatto sentire a casa). Compagno fastidioso il maltempo, fortunatamente la pioggia l'ho presa solo per un'oretta, sfortunatamente l'ho presa nel punto più alto del giro e nella successiva discesa
Interessante. Carica su Strava che prendo spunto per la mia villeggiatura a Morfasso. Da Bobbio sei sceso in val nure su Farini e poi fino a Bettola (paese del compagno Bersani)?
L'ho caricata però il gps si è perso un grosso pezzo di dislivello. Segna 3000 ma in realtà sono sui 3500. Mi sa che si è rincoglionito con la pioggia.
Per tornare indietro da Bettola c'è il Passo del Cerro che è una salita abbastanza anonima ma piacevole
Cerro fatta, discesa a Perino, risalita la val Trebbia e Aveto per andare verso il passo del Tomarlo la scorsa estate.


"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare"
Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 3319
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da UribeZubia »

Ho letto che un paio di mesi fa è uscita un'ordinanza (approvata dai paesi dei 4 versanti del Mortirolo) che vieta di salire con biciclette che non abbiano freni a disco.
E che nei primi giorni vi erano controlli di polizia o altre forze dell'ordine che non facevano passare bici con rim brake.

Posto che non ho nessuna intenzione di scalare il Mortirolo in bici :D :D mi interesserebbe sapere se la notizia è vera e nel caso lo fosse che ne pensate di questa ordinanza.

A me sembra un poco assurda, però non conosco la realtà di quelle salite e discese e se vi sia la necessità di prendere una decisione del genere a causa di incidenti verificatisi o quant altro. Qualcuno ne sa di piu' ?


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 8381
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da il_panta »

UribeZubia ha scritto: mercoledì 11 maggio 2022, 10:56 Ho letto che un paio di mesi fa è uscita un'ordinanza (approvata dai paesi dei 4 versanti del Mortirolo) che vieta di salire con biciclette che non abbiano freni a disco.
E che nei primi giorni vi erano controlli di polizia o altre forze dell'ordine che non facevano passare bici con rim brake.

Posto che non ho nessuna intenzione di scalare il Mortirolo in bici :D :D mi interesserebbe sapere se la notizia è vera e nel caso lo fosse che ne pensate di questa ordinanza.

A me sembra un poco assurda, però non conosco la realtà di quelle salite e discese e se vi sia la necessità di prendere una decisione del genere a causa di incidenti verificatisi o quant altro. Qualcuno ne sa di piu' ?
Io l'ho letta per lo Stelvio, ma era il primo di aprile. :D


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 3319
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da UribeZubia »

il_panta ha scritto: mercoledì 11 maggio 2022, 11:32
UribeZubia ha scritto: mercoledì 11 maggio 2022, 10:56 Ho letto che un paio di mesi fa è uscita un'ordinanza (approvata dai paesi dei 4 versanti del Mortirolo) che vieta di salire con biciclette che non abbiano freni a disco.
E che nei primi giorni vi erano controlli di polizia o altre forze dell'ordine che non facevano passare bici con rim brake.

Posto che non ho nessuna intenzione di scalare il Mortirolo in bici :D :D mi interesserebbe sapere se la notizia è vera e nel caso lo fosse che ne pensate di questa ordinanza.

A me sembra un poco assurda, però non conosco la realtà di quelle salite e discese e se vi sia la necessità di prendere una decisione del genere a causa di incidenti verificatisi o quant altro. Qualcuno ne sa di piu' ?
Io l'ho letta per lo Stelvio, ma era il primo di aprile. :D
Ops ! :hammer: :hammer: :hammer:


herbie
Messaggi: 6640
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da herbie »

il_panta ha scritto: mercoledì 11 maggio 2022, 11:32
UribeZubia ha scritto: mercoledì 11 maggio 2022, 10:56 Ho letto che un paio di mesi fa è uscita un'ordinanza (approvata dai paesi dei 4 versanti del Mortirolo) che vieta di salire con biciclette che non abbiano freni a disco.
E che nei primi giorni vi erano controlli di polizia o altre forze dell'ordine che non facevano passare bici con rim brake.

Posto che non ho nessuna intenzione di scalare il Mortirolo in bici :D :D mi interesserebbe sapere se la notizia è vera e nel caso lo fosse che ne pensate di questa ordinanza.

A me sembra un poco assurda, però non conosco la realtà di quelle salite e discese e se vi sia la necessità di prendere una decisione del genere a causa di incidenti verificatisi o quant altro. Qualcuno ne sa di piu' ?
Io l'ho letta per lo Stelvio, ma era il primo di aprile. :D
dopo gli inutilmente vessatori ed illogici DPCM di questi due anni, non stupendomi più di nulla nell'italica legiferazione, avrei preso per vera anch'io la notizia.


Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 2494
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo »

La prima volta che ero passato sul Fauniera ne avevo ovviamente riconosciuto la bellezza ma non mi aveva del tutto rubato il cuore. Oggi sono tornato (per l'Esischie, non per il Fauniera, ma ovviamente è solo una questione di nome) ed è stato completamente diverso. Potrei averlo preso nella domenica migliore dell'anno perché il clima era meraviglioso (l'ho fatto a partire dalle 7 di mattina ed era già caldo in basso, mentre in alto l'aumento di temperatura mi ha accompagnato gradualmente creando un effetto molto piacevole), inoltre non c'era veramente nessuno e questo è un aspetto che su una salita così fa la differenza. La cosa veramente meravigliosa però sono state le marmotte, dall'ultimo rifugio al colle ne sono sbucate almeno 10. Probabilmente è normalissimo ma non mi era mai capitato e quando incrocio un animale che non avevo mai visto il prezzo del biglietto è già ripagato.
Discesa verso Ponte Marmora completamente fuori di testa, quasi mi fa pensare che forse andrebbe chiusa al traffico. Sapevo che era un po' incasinata ma non pensavo a questo livello, altrimenti non ci sarei passato. Al di là dell'asfalto che ogni tanto scompare, ci sono un paio di tratti con pendenza folle piazzati lì in mezzo senza nessun contesto. Comunque è andata bene.
In basso ho preso il Sampeyre, che per la seconda volta su due mi ha ucciso. Prima parte ok, nel bosco ti salvi sempre, poi sui tornanti ho iniziato bene ma sull'ultimo, prima del raccordo con l'altro versante, sono completamente scoppiato, senza alcun preavviso. Ovviamente a questo punto il tratto scoperto fino al colle è stato terribile.
Ho deciso di tagliare il giro, perché dovevo passare da Valmala ma non c'erano assolutamente le condizioni, quindi ho allungato e tagliato da Rossana. Però sentendomi in debito con la fatica ho provato a spingere un po' ed è stata una scelta molto stupida, perché c'era comunque da fare Montemale, che così è entrata a far parte della lunga lista delle salite "facili" (diciamo brevi) su cui ho vissuto momenti terribili perché fatte alla fine di un giro duro (la "gemella" di Montemale Madonna del Colletto, Polaveno, sostanzialmente tutti i versanti per salire a Macerata...)


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 8381
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2022] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da il_panta »

Beppugrillo ha scritto: domenica 22 maggio 2022, 20:32 La prima volta che ero passato sul Fauniera ne avevo ovviamente riconosciuto la bellezza ma non mi aveva del tutto rubato il cuore. Oggi sono tornato (per l'Esischie, non per il Fauniera, ma ovviamente è solo una questione di nome) ed è stato completamente diverso. Potrei averlo preso nella domenica migliore dell'anno perché il clima era meraviglioso (l'ho fatto a partire dalle 7 di mattina ed era già caldo in basso, mentre in alto l'aumento di temperatura mi ha accompagnato gradualmente creando un effetto molto piacevole), inoltre non c'era veramente nessuno e questo è un aspetto che su una salita così fa la differenza. La cosa veramente meravigliosa però sono state le marmotte, dall'ultimo rifugio al colle ne sono sbucate almeno 10. Probabilmente è normalissimo ma non mi era mai capitato e quando incrocio un animale che non avevo mai visto il prezzo del biglietto è già ripagato.
Discesa verso Ponte Marmora completamente fuori di testa, quasi mi fa pensare che forse andrebbe chiusa al traffico. Sapevo che era un po' incasinata ma non pensavo a questo livello, altrimenti non ci sarei passato. Al di là dell'asfalto che ogni tanto scompare, ci sono un paio di tratti con pendenza folle piazzati lì in mezzo senza nessun contesto. Comunque è andata bene.
In basso ho preso il Sampeyre, che per la seconda volta su due mi ha ucciso. Prima parte ok, nel bosco ti salvi sempre, poi sui tornanti ho iniziato bene ma sull'ultimo, prima del raccordo con l'altro versante, sono completamente scoppiato, senza alcun preavviso. Ovviamente a questo punto il tratto scoperto fino al colle è stato terribile.
Ho deciso di tagliare il giro, perché dovevo passare da Valmala ma non c'erano assolutamente le condizioni, quindi ho allungato e tagliato da Rossana. Però sentendomi in debito con la fatica ho provato a spingere un po' ed è stata una scelta molto stupida, perché c'era comunque da fare Montemale, che così è entrata a far parte della lunga lista delle salite "facili" (diciamo brevi) su cui ho vissuto momenti terribili perché fatte alla fine di un giro duro (la "gemella" di Montemale Madonna del Colletto, Polaveno, sostanzialmente tutti i versanti per salire a Macerata...)
:clap: :clap:

Gran giro, complimenti! Se una volta lo rifarai ti consiglio di provare il Fauniera dal Vallone dell'Arma e poi il Sampeyre da Elva.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Rispondi