Calcio italiano e internazionale

Dove discutere di altri sport e di tutto il resto
giorgio ricci
Messaggi: 5595
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Riposa in pace leggenda. Una notizia tristissima. Una generazione ha dentro un pezzo di lui .


Gimbatbu
Messaggi: 8750
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Non ricordo se fosse stato Gianni Brera a coniarlo, ma Rombo di tuono definiva Riva in maniera iperbolica e nello stesso tempo realistica.


Avatar utente
udra
Messaggi: 13082
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da udra »

I fischi all'intervallo dell'acculturato pubblico arabo nel minuto di silenzio improvvisato per il miglior marcatore della storia della Nazionale degna conclusione di un weekend esemplificativo dello stato del calcio nazionale.


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 26302
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

udra ha scritto: lunedì 22 gennaio 2024, 21:36 I fischi all'intervallo dell'acculturato pubblico arabo nel minuto di silenzio improvvisato per il miglior marcatore della storia della Nazionale degna conclusione di un weekend esemplificativo dello stato del calcio nazionale.
Non ho assistito alla scena, ma quella che hai descritto è l'ennesima prova di una scelta inopportuna e fallimentare. Sarri aveva perfettamente ragione.


Cobblestone 2012, 2018 & 2021 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
nino58
Messaggi: 16149
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da nino58 »

giorgio ricci ha scritto: lunedì 22 gennaio 2024, 20:34 Riposa in pace leggenda. Una notizia tristissima. Una generazione ha dentro un pezzo di lui .
A 65 anni, oggi sono finite la mia infanzia e la mia adolescenza.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 3987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da UribeZubia »

Lo vidi per la prima volta a San Siro contro l'Inter il 20 gennaio 1974.

Vinse il Cagliari con un suo gol.



Per me il piu' grande attaccante italiano di sempre.

Ciao Gigi.


PALESTINA LIBERA !
Avatar utente
lemond
Messaggi: 21430
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da lemond »

udra ha scritto: sabato 20 gennaio 2024, 16:00 Il Liverpool a gennaio ha prodotto un xg di 8 contro il Newcastle ad Anfield.
In generale un xg di 3 è sintomo di eccellente produzione offensiva ma non è un risultato clamoroso, considerando che è stato battuto anche un rigore.
Se rileggi quel che avevo scritto (e che riporto per intiero) metto in rilievo il concetto che era:
Ho visto entrambi gli incontri della Supercoppa italiana, finiti con lo stesso risultato. Mai, secondo me, il punteggio è stato il riflesso così sbagliato di incontri che dovrebbero sembrare simili! Giovedì le aspettative di rete sono state a vantaggio della squadra che ha perso, la Fiorentina 1,53 vs 1,13, mentre ieri è stato un vero e proprio massacro, sempre a proposito di tali aspettative: 3,6 vs 0,31, ovvero più di 10 volte maggiori per l'Inter. Non so se c'è mai stata una simile differenza fra due squadre della stessa categoria? :dubbio:

Ovvero il rapporto fra le occasioni dell'una rispetto all'altra e infatti nel mio pensiero c'era non tanto di incensare l'Inter, quanto demolire la squadra biancoceleste! Capisco che avrei dovuto usare un termine diverso da differenza nel finale e questo ha contribuito alla confusione parziale. Pardon. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
Avatar utente
lemond
Messaggi: 21430
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da lemond »

Grande Theo ieri, che non sa nemmeno che se prendi il palo, sei in fuorigioco. Quello purtroppo ha un cervello di gallina e si comporta sempre di conseguenza! Un grande invece, al netto degli infortuni, è Loftus. :clap:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
Primo86
Messaggi: 1931
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Primo86 »

Volo per i post delle pagine milaniste che tengono a precisare il disappunto espresso da San Siro nei confronti di Thiago Motta.
E che chiosano sulla partita asserendo che non c'è nulla da rimproverare all'allenatore se la squadra sbaglia due rigori. :D :D :D
Fanno il paio con "Loftus trequartista la SCOMMESSA di Pioli" :lol:

Dai che sta finendo, tic tac tic tac tic tac


Duccio25
Messaggi: 862
Iscritto il: venerdì 19 luglio 2019, 21:51

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Duccio25 »

Primo86 ha scritto: domenica 28 gennaio 2024, 15:45 Volo per i post delle pagine milaniste che tengono a precisare il disappunto espresso da San Siro nei confronti di Thiago Motta.
E che chiosano sulla partita asserendo che non c'è nulla da rimproverare all'allenatore se la squadra sbaglia due rigori. :D :D :D
Fanno il paio con "Loftus trequartista la SCOMMESSA di Pioli" :lol:

Dai che sta finendo, tic tac tic tac tic tac
Teniamo duro Primo
Giugno è vicino
Se non altro non vedremo più robe del genere:
IMG_2807.jpeg
IMG_2807.jpeg (262.94 KiB) Visto 2005 volte


Primo86
Messaggi: 1931
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Primo86 »

Duccio25 ha scritto: domenica 28 gennaio 2024, 20:41
Primo86 ha scritto: domenica 28 gennaio 2024, 15:45 Volo per i post delle pagine milaniste che tengono a precisare il disappunto espresso da San Siro nei confronti di Thiago Motta.
E che chiosano sulla partita asserendo che non c'è nulla da rimproverare all'allenatore se la squadra sbaglia due rigori. :D :D :D
Fanno il paio con "Loftus trequartista la SCOMMESSA di Pioli" :lol:

Dai che sta finendo, tic tac tic tac tic tac
Teniamo duro Primo
Giugno è vicino
Se non altro non vedremo più robe del genere:IMG_2807.jpeg
:cry:


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 8182
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Quest'oggi, all'età di 89 anni, se n'è andato Kurt Hamrin, una delle migliori ali mai approdate nel nostro campionato. Esponente di quella che era la grande Svezia degli anni Cinquanta, che oltre al celebre trio Gre-No-Li (Gren-Nordhal-Liedholm per i meno attempati o assidui conoscitori) annoverava anche altri giocatori di talento ammirati nel nostro campionato quali Hans Jeppson (il cui trasferimento per la cifra di 105 milioni dall'Atalanta al Napoli nel 1952 fece gran scalpore per l'epoca), Lennard Skoglund o Arne "Raggio di Luna" Selmosson, arrivò in Italia acquistato dalla Juventus nel 1956 ma in bianconerò restò solamente una stagione, si disse per il fatto che il suo estro facesse eccessiva "ombra" a Giampiero Boniperti. Andò al Padova e grazie ai suoi 20 gol contribuì al miglior piazzamento di sempre della squadra veneta in serie A (terzo nel 1957/58), guidata da Nereo Rocco e che aveva in Sergio Brighenti un emergente e prolifico centravanti. Successivamente andò alla Fiorentina, diventando una vera e propria bandiera della squadra viola nonostante sia mancata la soddisfazione dello scudetto: contribuì comunque alla vittoria della Coppa Italia e della Coppa delle Coppe, diventando uno dei più grandi marcatori del nostro campionato. Superati i 30 anni la sua stella non si eclissò neppure quando si trasferì al Milan, dove fu determinante per la conquista della Coppa delle Coppe nel 1968, in cui in finale stese l'Amburgo con una doppietta, e per quella della Coppa dei Campioni dell'anno successivo. Vestì poi per due stagioni anche la maglia del Napoli. Soprannominato l' "Uccellino" per il fisico esile e il suo stile di gioco contrassegnato da gran tecnica e rapidità, ha segnato complessivamente ben 191 reti nel nostro campionato, cifra ragguardevole per un giocatore che non ricopriva il ruolo di centravanti classico.

Immagine


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Luca90
Messaggi: 14159
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Luca90 »

è sempre un piacere vedere giocare l'arsenal... :cincin:


2015:TreValliVaresine
2016:Giro (primi5), Tour t11-14, ParigiTours
2017:Kuurne, TroBroLeon
2018:Tour of Guangxi
2019:Dwars,Tour t18, Vuelta t8, 'Emilia
2020:CoppiBartali, BinckBanktour, Giro t1, Vuelta t 1-2
2021:Larciano, Dwars, Turchia, Tour t16, Primus Classic
2022:La marseillaise, Vuelta t3-10, Japan Cup
2023 :FrecciaVallone, Giro t20, Vuelta(primi5)
2024: MuscatClassic
Avatar utente
udra
Messaggi: 13082
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da udra »

Sinceri complimenti all'Inter, allenatore e squadra, per la partita di stasera, esempio di come si possa giocare bene su entrambi i lati del campo anche senza individualità strabordanti ma con geometrie e movimenti.
Spero che stasera molti milanisti si siano accorti che Cahlanoglu non era un pippone di cui ci siamo liberati, fermo restando il disprezzo sportivo verso di lui per la scelta che ha fatto, però ha disegnato calcio.
La Juventus se l'è giocata nella sua maniera, l'ha penalizzata un autorete altrimenti sarebbe potuta finire 0-0, però dimostra che in queste partite non basta il corto muso per vincere, ci vuole una proposta offensiva, e quando l'episodio gira male diventa dura riprenderla.
Bella partita in generale, altra musica rispetto all'andata.


JineteRojo
Messaggi: 926
Iscritto il: venerdì 16 ottobre 2020, 13:34

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da JineteRojo »

Bella partita, bravi gli interisti

Abbiamo dei giocatori che sono davvero troppo scarsi.
Loca e rabiot giocano a una lentezza infinita.
Poi il francese dà altro al centrocampo (oggi niente) ma loca davvero imbarazzante. Un regista che passa più lento di me la domenica sera, che non alza mai lo sguardo...
Poi si dirà che è colpa di allegri, e una parte di verità c'è. Ma il turco, mckennie, vlahovic, chiesa ci provano.

Nora a margine, yildiz molto meglio di chiesa.

Inter che ha gestito meglio la partita proprio. Vlahovic è impazzito ma un po' tutti. Sembrava avessero il ciclo. Gli altri hanno fatto quello che facciamo noi di solito, calma e consapevolezza di superiorità.
Infatti vlahovic sbaglia un gol ridicolo, subito dopo gatti la butta dentro dalla parte sbagliata (gran cross e gran giocata di pavard).
In generale loro giocano molto meglio, noi con singoli e associazioni momentanee comunque pericolosi


herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49
La Juventus se l'è giocata nella sua maniera, l'ha penalizzata un autorete altrimenti sarebbe potuta finire 0-0, però dimostra che in queste partite non basta il corto muso per vinc
ere, ci vuole una proposta offensiva, e quando l'episodio gira male diventa dura riprenderla.
Oddio, fosse finita 0-0 avrebbe avuto del clamoroso....non hp guardato gli expected goals ma saranno tanto a poco eh....Szceszny migliore in campo di gran lunga con due miracoli a botta sicura. Sembra di sentire Pioli con derby finito 3-0 o simile dire che nei primi 10 minuti ha giocato solo il Milan....
Ultima modifica di herbie il lunedì 5 febbraio 2024, 12:00, modificato 2 volte in totale.


herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

JineteRojo ha scritto: lunedì 5 febbraio 2024, 0:54
Infatti vlahovic sbaglia un gol ridicolo, subito dopo gatti la butta dentro dalla parte sbagliata (gran cross e gran giocata di pavard).
In generale loro giocano molto meglio, noi con singoli e associazioni momentanee comunque pericolosi
ha sbagliato un controllo in corsa in diagonale e in posizione laterale. Se fa un giocata perfetta e il portiere non fa un miracolo , la mette nell'altro angolo. Se fa una giocata perfetta e trasforma in oro l'unica occasione della partita. Probabilisticamente parlando, però, le cose non frequentissimamente vanno così. Parliamo pure di "gol sbagliati" o salvati in extremis però.


Avatar utente
udra
Messaggi: 13082
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da udra »

herbie ha scritto: lunedì 5 febbraio 2024, 11:51
udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49
La Juventus se l'è giocata nella sua maniera, l'ha penalizzata un autorete altrimenti sarebbe potuta finire 0-0, però dimostra che in queste partite non basta il corto muso per vinc
ere, ci vuole una proposta offensiva, e quando l'episodio gira male diventa dura riprenderla.
Oddio, fosse finita 0-0 avrebbe avuto del clamoroso....non hp guardato gli expected goals ma saranno tanto a poco eh....Szceszny migliore in campo di gran lunga con due miracoli a botta sicura. Sembra di sentire Pioli con derby finito 3-0 o simile dire che nei primi 10 minuti ha giocato solo il Milan....
Ma quale clamoroso, la Juve non concede molto spazio ed è evidente che abbia tradito la sua filosofia una volta preso gol, in maniera fortuita ma è un rischio che corri barricandoti in area di rigore.
Non è un caso che 2/3 dei tuoi amati xg siano stati prodotti nel secondo tempo con molti più spazi.
CIÒ NON SIGNIFICA CHE L'INTER NON ABBIA AMPIAMENTE MERITATO IL SUCCESSO, lo scrivo in maiuscolo almeno vediamo se il concetto è chiaro.


Avatar utente
udra
Messaggi: 13082
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da udra »

Per referenze su pareggi della Juventus 0-0 senza fare un tiro e mettendo il bus sulla linea di porta vedasi: Atalanta Juventus, 7a giornata serie A 2023-2024, xg 1,25-0,17.
Lì l'Atalanta prese un palo su punizione di Muriel mi pare, ma se fosse entrata sarebbe finita uguale.
È il gioco di Allegri, coperta corta offensivamente, se reggi dietro bene altrimenti è finita.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 19771
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da galliano »

A meno che non sia cambiato negli ultimi mesi, il gioco di Allegri è sempre quello, sei va sotto le speranze di ribaltarla sono affidate agli episodi.


herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

udra ha scritto: lunedì 5 febbraio 2024, 12:52
herbie ha scritto: lunedì 5 febbraio 2024, 11:51
udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49
La Juventus se l'è giocata nella sua maniera, l'ha penalizzata un autorete altrimenti sarebbe potuta finire 0-0, però dimostra che in queste partite non basta il corto muso per vinc
ere, ci vuole una proposta offensiva, e quando l'episodio gira male diventa dura riprenderla.
Oddio, fosse finita 0-0 avrebbe avuto del clamoroso....non hp guardato gli expected goals ma saranno tanto a poco eh....Szceszny migliore in campo di gran lunga con due miracoli a botta sicura. Sembra di sentire Pioli con derby finito 3-0 o simile dire che nei primi 10 minuti ha giocato solo il Milan....
Ma quale clamoroso, la Juve non concede molto spazio ed è evidente che abbia tradito la sua filosofia una volta preso gol, in maniera fortuita ma è un rischio che corri barricandoti in area di rigore.
Non è un caso che 2/3 dei tuoi amati xg siano stati prodotti nel secondo tempo con molti più spazi.
CIÒ NON SIGNIFICA CHE L'INTER NON ABBIA AMPIAMENTE MERITATO IL SUCCESSO, lo scrivo in maiuscolo almeno vediamo se il concetto è chiaro.
Boh, se non fa due Miracoli il portiere finisce tre a zero. Ma pure nel primo tempo, a fronte dello stop sbagliato di Vlahovic, ci sono almeno tre recuperi disperati con intervento millimetrico del difesore (due di Gatti uno di Bremet), a rischio rigore per questione di centimetri , sul giocatore solo davanti sl portiere. E pure sullautorete c'è l'errore di Thuram in ritardo che non colpisce a botta sicura per questione di centimetri


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49 Spero che stasera molti milanisti si siano accorti che Cahlanoglu non era un pippone di cui ci siamo liberati, fermo restando il disprezzo sportivo verso di lui per la scelta che ha fatto, però ha disegnato calcio.
l'evoluzione mi ricorda , in piccolo , quella di Pirlo
Solo che da noi era molto apprezzato dai tifosi (un po' meno inspiegabilmente dagli allenatori dell'epoca)


Avatar utente
lemond
Messaggi: 21430
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da lemond »

udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49 Spero che stasera molti milanisti si siano accorti che Cahlanoglu non era un pippone di cui ci siamo liberati, fermo restando il disprezzo sportivo verso di lui per la scelta che ha fatto, però ha disegnato calcio.
Mi pare ovvio che se solo ora arrivano a siffatta conclusione, è ovvio chi sono i pipponi! :diavoletto:

P.S. Non capisco che cosa significhi il "disprezzo sportivo" in campo professionistico?


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto: martedì 6 febbraio 2024, 7:57
udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49 Spero che stasera molti milanisti si siano accorti che Cahlanoglu non era un pippone di cui ci siamo liberati, fermo restando il disprezzo sportivo verso di lui per la scelta che ha fatto, però ha disegnato calcio.
l'evoluzione mi ricorda , in piccolo , quella di Pirlo
Solo che da noi era molto apprezzato dai tifosi (un po' meno inspiegabilmente dagli allenatori dell'epoca)
Pirlo "apprezzato dai tifosi"? Dell'Inter? Ma se il 90% ripeteva pari pari quanto scritto dai giornali, ovvero: "lento, inadatto alla fase difensiva, troppo pochi gol, poco carattere".
Eddai, non facciamo del revisionismo storico.
Poi ha vinto tutto il possibile da regista basso, cucchiaio su rigore in finale mondiale.
L'indipendenza di giudizio dei tifosi dell'Inter. E il loro proverbiale autolesionismo.


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

Ma non so chi conoscevi..
Ma tutti stra vedevano per pirlo (tra l altro stra tifoso nerazzurro)


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 8182
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Abruzzese »

herbie ha scritto: mercoledì 7 febbraio 2024, 18:11 cucchiaio su rigore in finale mondiale.
Il cucchiaio lo fece all'Inghilterra ai quarti di finale degli Europei del 2012, non nella finale del 2006. Giusto perché si parlava di revisionismo storico :diavoletto: :diavoletto: .


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:41 Ma non so chi conoscevi..
Ma tutti stra vedevano per pirlo (tra l altro stra tifoso nerazzurro)
quando arrivò dal Brescia con Ventola ovviamente sì. Era il fulcro dell'under 23 , considerato l'erede di Roberto Baggio...
Ma l'ultimo anno a San Siro era fischiato, per i motivi di cui sopra, imboccati dalla stampa. Infatti andò a giocare in Milan e Juventus anche perchè all'Inter si era sentito trattato ingiustamente. dai tifosi Avrebbe avuto proposte dalle maggiori squadre europee. Ma fu solo uno dei tanti giocatori disprezzati dal pubblico che andarono altrove a far vincere le rispettive squadre. Su Roberto Carlos venne data, anche giustamente la colpa ad Hodgson che lo lasciava in panchina. Ma quando entrava dopo un decina di partite dove non aveva azzeccato una delle sue punizioni, non era certo il beniamino del pubblico. Non ricordo tifosi che si strappassero i capelli alle sua cessione. Tanto per fare un altro dei tantissimi esempi.
Ricordo tifosi dare la colpa dello scudetto perso il 5 maggio a Ronaldo, che venne additato come principale responsabile, dopo quello che aveva passato, per avere sbagliato un gol nella partita con la Lazio. Un mese dopo trascinava il Brasile alla vittoria dei Mondiali, da capocannoniere, ormai deciso a lasciare Milano.


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

Ero sempre a san siro..in quegli anni
Concordo invece su roberto carlos.. (altra critica..era che non sapeva coprire)


Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 4197
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da nemecsek. »

MUBUAHAHAHA.....


Immagine


PIU' MANGANELLI

Immagine
Krisper
Messaggi: 1554
Iscritto il: domenica 25 febbraio 2018, 11:54

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Krisper »

herbie ha scritto: mercoledì 7 febbraio 2024, 18:11
Winter ha scritto: martedì 6 febbraio 2024, 7:57
udra ha scritto: domenica 4 febbraio 2024, 22:49 Spero che stasera molti milanisti si siano accorti che Cahlanoglu non era un pippone di cui ci siamo liberati, fermo restando il disprezzo sportivo verso di lui per la scelta che ha fatto, però ha disegnato calcio.
l'evoluzione mi ricorda , in piccolo , quella di Pirlo
Solo che da noi era molto apprezzato dai tifosi (un po' meno inspiegabilmente dagli allenatori dell'epoca)
Pirlo "apprezzato dai tifosi"? Dell'Inter? Ma se il 90% ripeteva pari pari quanto scritto dai giornali, ovvero: "lento, inadatto alla fase difensiva, troppo pochi gol, poco carattere".
Eddai, non facciamo del revisionismo storico.
Poi ha vinto tutto il possibile da regista basso, cucchiaio su rigore in finale mondiale.
L'indipendenza di giudizio dei tifosi dell'Inter. E il loro proverbiale autolesionismo.
Credo di aver visto se non tutte, quasi, le partite di Pirlo con l’Inter a San Siro, posso testimoniare che non ho mai sentito mugugni o simili nei suoi confronti. Su tanti altri giocatori sì, lui era molto giovane e i prestiti a Reggina e Brescia furono determinanti per la sua crescita.
Quando fu ceduto al Milan fu già allora chiaro a tutti che era una gran cazzata! Non voglio nemmeno ricordare con chi fu scambiato! E non fu l’unica dell’era Moratti, senza togliere nulla al presidente, ma quante ne fece!

Con Moratti oggi Inzaghi non sarebbe allenatore dell’Inter, invece se prosegui in un progetto per anni, poi arrivano automatismi e qualità di gioco che ti permettono di trasformare giocatori buoni o normali in ottimi. Cosa avrebbe potuto fare con i fuoriclasse di allora!

Il paragone Pirlo Chala ci sta, in termini di tafazzismo di chi lo ha perso. Poi Chala non è ancora al livello del bresciano, ma è anche vero che è difficile paragonare il gioco di oggi a quello di ieri, lo stesso essere fuoriclasse oggi è diverso che esserlo in passato.

L’Inter ha alcuni ottimi giocatori, non fuoriclasse assoluti, e giocatori normali; il vero fuoriclasse è Inzaghi e la sua testardaggine a seguire una strada difficile anche quando si perdeva una partita dietro l’altra. Non ha ceduto al gioco, cedendo metri di campo, ma ha cercato nel gioco le soluzioni. Alla fine ha avuto ragione lui, poi magari non riuscirà a vincere il campionato, basta che si fermi l’attacco, ma non toglie che ha raggiunto un livello top e tatticamente continua a cercare nuovi schemi.

L’Inter ha ancora margine, ci sono ancora alcuni limiti, non molti, che saranno evidenti contro il palleggio “spagnolo” dell’Atletico, da un punto di vista tattico il peggio che ci potesse capitare. In Italia quel tipo di gioco non lo fa nessuno.
Spero di essere smentito, ma sarà un ottavo 50/50%, con difficoltà simili a quelle avute con la Real Societad.


La Tribuna del Sarto, luogo esterno alla Plaza de Toros occupato da chi segue la corrida ascoltando le voci del pubblico; un'eco, ago e filo di una narrazione, un “restar qui sullo stradone impolverato” a descrivere il silenzio tra una moto e l’altra
Avatar utente
lemond
Messaggi: 21430
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da lemond »

Krisper ha scritto: sabato 10 febbraio 2024, 10:28
Credo di aver visto se non tutte, quasi, le partite di Pirlo con l’Inter a San Siro, posso testimoniare che non ho mai sentito mugugni o simili nei suoi confronti. Su tanti altri giocatori sì, lui era molto giovane e i prestiti a Reggina e Brescia furono determinanti per la sua crescita.
Quando fu ceduto al Milan fu già allora chiaro a tutti che era una gran cazzata! Non voglio nemmeno ricordare con chi fu scambiato! E non fu l’unica dell’era Moratti, senza togliere nulla al presidente, ma quante ne fece!
A differenza di te, non ho mai visto giocare Pirlo in nessuna squadra, però rammento molto bene quella che secondo me fu la più grossa stupidaggine dell'epoca di Moratti e cioè lo scambio Bonimba/Anastasi! Fu quel giorno lì che smisi di vedere l'Inter per molti anni. Ho ricominciato con l'Inter di Conte, che non apprezzo per nulla come uomo, ma che mi pare bravo come allenatore. Inzaghi non lo conosco bene, ma propendo per condividere il tuo giudizio. :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8054
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Pirlo-Gugliemipietro detto Guly

Poi non contenti l'anno dopo Brocchi-Brncic ed il capolavoro Seedorf-Coco :crazy: :lol: :lol:

Pirlo-Chala ci sta come paragone mica tanto, non perchè sia scarso il turco, anzi, ma perchè voleva andarsene lui essendo il Milan una squadra oggi ben più scarsa e con meno prospettive dell' Inter, Pirlo fu dato via come un brocco e diventò un pilastro di un ciclo incredibile in cambio di uno che era brocco sul serio. E l'anno dopo ci regalaste Clarence in cambio di Coco :diavoletto:


Poi vabbè se per consolarti di queste follie ti piace pensare si sia sullo stesso piano fai pure, ma anche no


È inutile, scriveva Walter Siti, perdere tempo a discutere con gente che cent'anni al massimo e sarà morta. Discutere è un'ossessione necrofila
Luca90
Messaggi: 14159
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Luca90 »

ho visto bayer-bayern, come giocano bene le aspirine :clap: :cincin:


2015:TreValliVaresine
2016:Giro (primi5), Tour t11-14, ParigiTours
2017:Kuurne, TroBroLeon
2018:Tour of Guangxi
2019:Dwars,Tour t18, Vuelta t8, 'Emilia
2020:CoppiBartali, BinckBanktour, Giro t1, Vuelta t 1-2
2021:Larciano, Dwars, Turchia, Tour t16, Primus Classic
2022:La marseillaise, Vuelta t3-10, Japan Cup
2023 :FrecciaVallone, Giro t20, Vuelta(primi5)
2024: MuscatClassic
Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

chinaski89 ha scritto: sabato 10 febbraio 2024, 18:34 Pirlo-Gugliemipietro detto Guly

Poi non contenti l'anno dopo Brocchi-Brncic ed il capolavoro Seedorf-Coco :crazy: :lol: :lol:

Pirlo-Chala ci sta come paragone mica tanto, non perchè sia scarso il turco, anzi, ma perchè voleva andarsene lui essendo il Milan una squadra oggi ben più scarsa e con meno prospettive dell' Inter, Pirlo fu dato via come un brocco e diventò un pilastro di un ciclo incredibile in cambio di uno che era brocco sul serio. E l'anno dopo ci regalaste Clarence in cambio di Coco :diavoletto:


Poi vabbè se per consolarti di queste follie ti piace pensare si sia sullo stesso piano fai pure, ma anche no
Io invece seedorf lo trovavo irritante con noi
Lui si veniva fischiato
Lo scambio non l avrei fatto perché coco non mi piaceva
Ma tra pirlo e seedorf non c è sfida
Pirlo poi era interista


herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto: domenica 11 febbraio 2024, 16:54

Pirlo poi era interista
ma va...
Seedorf è stato prezioso quanto Pirlo, al Milan: altro giocatore buttato via a furor di popolo bevendosi quanto detto in tv e stampa. Per forza che poi lo scambi con Coco: è lui che se ne vuole andare, non riesce più a scendere in campo grazie al solito tifo autolesionista, sei costretto a scambiarlo con chiunque o cederlo per due lire.
Di Pirlo si scriveva e leggeva: "Lento e come trequartista segna troppo poco. In fase difensiva un buco" L'anno dopo da regista basso faceva la differenza proprio davanti alla difesa. Stessa cosa dicevano i tifosi. Fischiato più Seedorf di lui, certo, ma pure lui.
Nel mentre Bergkamp vinceva scudetti e coppe all'Arsenal, tanto per dirne un altro, ADORATO, dal pubblico interista.


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

herbie ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 16:10
Winter ha scritto: domenica 11 febbraio 2024, 16:54

Pirlo poi era interista
ma va...
Seedorf è stato prezioso quanto Pirlo, al Milan: altro giocatore buttato via a furor di popolo bevendosi quanto detto in tv e stampa. Per forza che poi lo scambi con Coco: è lui che se ne vuole andare, non riesce più a scendere in campo grazie al solito tifo autolesionista, sei costretto a scambiarlo con chiunque o cederlo per due lire.
Di Pirlo si scriveva e leggeva: "Lento e come trequartista segna troppo poco. In fase difensiva un buco" L'anno dopo da regista basso faceva la differenza proprio davanti alla difesa. Stessa cosa dicevano i tifosi. Fischiato più Seedorf di lui, certo, ma pure lui.
Nel mentre Bergkamp vinceva scudetti e coppe all'Arsenal, tanto per dirne un altro, ADORATO, dal pubblico interista.
Ma che fosse prezioso non ne dubito
Pero' il seedorf dell Inter.. salvo rare partite.. era inguardabile

Sempre in piccolo , è come
De ketelaere al Milan
E quello dell Atalanta

Pirlo non giocava mai


Luca90
Messaggi: 14159
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Luca90 »

mamma mia il livello della serie A imbarazzante se la juve è seconda con questo non gioco...


2015:TreValliVaresine
2016:Giro (primi5), Tour t11-14, ParigiTours
2017:Kuurne, TroBroLeon
2018:Tour of Guangxi
2019:Dwars,Tour t18, Vuelta t8, 'Emilia
2020:CoppiBartali, BinckBanktour, Giro t1, Vuelta t 1-2
2021:Larciano, Dwars, Turchia, Tour t16, Primus Classic
2022:La marseillaise, Vuelta t3-10, Japan Cup
2023 :FrecciaVallone, Giro t20, Vuelta(primi5)
2024: MuscatClassic
herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 21:32
herbie ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 16:10
Winter ha scritto: domenica 11 febbraio 2024, 16:54

Pirlo poi era interista
ma va...
Seedorf è stato prezioso quanto Pirlo, al Milan: altro giocatore buttato via a furor di popolo bevendosi quanto detto in tv e stampa. Per forza che poi lo scambi con Coco: è lui che se ne vuole andare, non riesce più a scendere in campo grazie al solito tifo autolesionista, sei costretto a scambiarlo con chiunque o cederlo per due lire.
Di Pirlo si scriveva e leggeva: "Lento e come trequartista segna troppo poco. In fase difensiva un buco" L'anno dopo da regista basso faceva la differenza proprio davanti alla difesa. Stessa cosa dicevano i tifosi. Fischiato più Seedorf di lui, certo, ma pure lui.
Nel mentre Bergkamp vinceva scudetti e coppe all'Arsenal, tanto per dirne un altro, ADORATO, dal pubblico interista.
Ma che fosse prezioso non ne dubito
Pero' il seedorf dell Inter.. salvo rare partite.. era inguardabile

Sempre in piccolo , è come
De ketelaere al Milan
E quello dell Atalanta

Pirlo non giocava mai
con la differenza che anche producendo il nulla De Ketelaere a San Siro lo "aspettavano" in silenzio e poteva giocare tranquillo. Seedorf con otto gol (di cui uno su tiro all'incrocio al 90esimo per il 2-2 contro la Juve) non poteva giocare una palla senza il fiato sul collo dei mugugni...come molti altri d'altra parte che hanno fatto fortuna altrove.


Krisper
Messaggi: 1554
Iscritto il: domenica 25 febbraio 2018, 11:54

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Krisper »

Luca90 ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 22:51 mamma mia il livello della serie A imbarazzante se la juve è seconda con questo non gioco...
Rispetto all’anno scorso tutto il calcio è italiano ha fatto diversi passi indietro nel gioco, eccetto Inter e Bologna.

L’anno scorso tre finali europee, più altre due semifinaliste, non fu un caso o fortuna come si disse.

Il livello di gioco era cresciuto molto e giustamente Inzaghi e Spalletti hanno conteso a Pep il premio di miglior allenatore.

Però quest’anno è un disastro.
Molte colpe le ha anche Allegri, che ha rivitalizzato i risultatisti, i corti musi, ecc.
Napoli, Fiorentina, Lazio, Roma e in parte anche il Milan giocano peggio dell’anno scorso, chi per una ragione chi per un’altra.
L’Atalanta bene o male é ora al livello di gioco dell’anno scorso.

Se gli stessi giornalisti specializzati dicono castronerie una dietro l’altra, c’è chi paragona Pavard a Paramatti, oppure ex allenatori come Sacchi che parla di gioco non-europeo di Inzaghi (sconvolgente), arbitri che sono alibi perfetti per ogni sconfitta, i giocatori (tutte le squadre) che simulano continuamente in campo “giocando con la Var”, …
Diciamo che il non gioco della Juve secondo in classifica è logico.


La Tribuna del Sarto, luogo esterno alla Plaza de Toros occupato da chi segue la corrida ascoltando le voci del pubblico; un'eco, ago e filo di una narrazione, un “restar qui sullo stradone impolverato” a descrivere il silenzio tra una moto e l’altra
Avatar utente
lemond
Messaggi: 21430
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da lemond »

Krisper ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 7:26
Luca90 ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 22:51 mamma mia il livello della serie A imbarazzante se la juve è seconda con questo non gioco...
Rispetto all’anno scorso tutto il calcio è italiano ha fatto diversi passi indietro nel gioco, eccetto Inter e Bologna.

L’anno scorso tre finali europee, più altre due semifinaliste, non fu un caso o fortuna come si disse.

Il livello di gioco era cresciuto molto e giustamente Inzaghi e Spalletti hanno conteso a Pep il premio di miglior allenatore.

Però quest’anno è un disastro.
Molte colpe le ha anche Allegri, che ha rivitalizzato i risultatisti, i corti musi, ecc.
Napoli, Fiorentina, Lazio, Roma e in parte anche il Milan giocano peggio dell’anno scorso, chi per una ragione chi per un’altra.
L’Atalanta bene o male é ora al livello di gioco dell’anno scorso.

Se gli stessi giornalisti specializzati dicono castronerie una dietro l’altra, c’è chi paragona Pavard a Paramatti, oppure ex allenatori come Sacchi che parla di gioco non-europeo di Inzaghi (sconvolgente), arbitri che sono alibi perfetti per ogni sconfitta, i giocatori (tutte le squadre) che simulano continuamente in campo “giocando con la Var”, …
Diciamo che il non gioco della Juve secondo in classifica è logico.
Però non capisco una cosa, anzi due:
a) si può giocare "bene" senza avere i giocatori?
b) come si fa a mettere nelle ipotesi di bel gioco una delle tre finaliste dello scorso anno, quando Mou è da anni famoso per l'autobus? Poi uno fa come meglio crede, anzi un allenatore bravo non è, secondo me, quello ossessionato da un certo tipo di gioco, bensì chi si sa adattare ai giocatori che ha.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

"io non mi sento italiano, ma per la lingua ... lo sono." :)
Primo86
Messaggi: 1931
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Primo86 »

Krisper ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 7:26
Luca90 ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 22:51 mamma mia il livello della serie A imbarazzante se la juve è seconda con questo non gioco...
Rispetto all’anno scorso tutto il calcio è italiano ha fatto diversi passi indietro nel gioco, eccetto Inter e Bologna.

L’anno scorso tre finali europee, più altre due semifinaliste, non fu un caso o fortuna come si disse.

Il livello di gioco era cresciuto molto e giustamente Inzaghi e Spalletti hanno conteso a Pep il premio di miglior allenatore.

Però quest’anno è un disastro.
Molte colpe le ha anche Allegri, che ha rivitalizzato i risultatisti, i corti musi, ecc.
Napoli, Fiorentina, Lazio, Roma e in parte anche il Milan giocano peggio dell’anno scorso, chi per una ragione chi per un’altra.
L’Atalanta bene o male é ora al livello di gioco dell’anno scorso.

Se gli stessi giornalisti specializzati dicono castronerie una dietro l’altra, c’è chi paragona Pavard a Paramatti, oppure ex allenatori come Sacchi che parla di gioco non-europeo di Inzaghi (sconvolgente), arbitri che sono alibi perfetti per ogni sconfitta, i giocatori (tutte le squadre) che simulano continuamente in campo “giocando con la Var”, …
Diciamo che il non gioco della Juve secondo in classifica è logico.
Il Milan non gioca peggio dell'anno scorso, gioca bene o male allo stesso modo con una rosa più forte.
La contestualizzazione del livello, però, non sembra albergare nella coscienza del milanista medio che, per evidenziare ancora una volta quanto Pioli sia il meritato condottiero, sciorina al popolo bue concetti di ricercata squisitezza intellettuale e statistica tipo "gli stessi punti dell'anno scudetto" e "le cento vittorie".

A proposito di quello che salta fuori dalla stampa specializzata, invece, suggerisco lettura dell'articolo di Pasotto sulla Gazzetta. Oggetto: l' "evoluzione" di Leao.

Sto ancora cercando di recuperare l'uso della parola, al momento posso solo scrivere.


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

herbie ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 23:34
con la differenza che anche producendo il nulla De Ketelaere a San Siro lo "aspettavano" in silenzio e poteva giocare tranquillo. Seedorf con otto gol (di cui uno su tiro all'incrocio al 90esimo per il 2-2 contro la Juve) non poteva giocare una palla senza il fiato sul collo dei mugugni...come molti altri d'altra parte che hanno fatto fortuna altrove.
Be il tifoso dell inter allo stadio è diverso da quello del Milan
Estremo
Molto trascinatore quando va bene
Ma estremamente critico quando le cose vanno male..
E in più con la predilezione a prendersela con determinati giocatori
Ha ogni errore un mugugno di buona parte dello stadio
Gli ultimi son stati verso Arnautovic e Correa
Per il giocatore diventa poi complicato giocare


Winter
Messaggi: 26067
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Winter »

lemond ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 8:32
Però non capisco una cosa, anzi due:
a) si può giocare "bene" senza avere i giocatori?
Nel calcio l aspetto tattico è importantissimo

L altro giorno c è stata inter juve
Prendo ad esempio i due esterni di difesa
Stesso schema 5-3-2
In quello di allegri i due esterni erano molto più bassi dei nostri
Salivano raramente
I nostri invece l opposto
Ma c era una enorme differenza nei movimenti dei centrocampisti (barella e mikhitarian)
E dei due attaccanti (lautaro e thuram che arretra
Quel movimento creava spazio per i due esterni
In più i 3 centrali della juve salivano raramente e tecnicamente non hanno un gran piede
Al contrario sia Bastoni che Pavard , salgono spesso , hanno il piede per le triangolazioni e si muovono senza pallA
Così i nostri due esterni erano sempre in superiorità

Da quando c è gasperini l Atalanta gioca sempre bene
Quasi sempre i giocatori li overperformano
Poi cambiano squadra.. Quasi sempre deludono

Erano buoni come giocatori ma negli schemi rendono molto di più
Poi tornano buoni
Nell inter mi vengono in mente gagliardini e goossens


Gimbatbu
Messaggi: 8750
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Oltre il contesto tattico la differenza nei giocatori atalantini è nell' aspetto atletico. Quando cambiano squadra non hanno più quella brillantezza. Da sempre Gasperini effettua una preparazione atletica durissima. E forse è anche il motivo per cui, insieme ad un carattere non facile, non ha mai allenato le cosiddette grandi.


Primo86
Messaggi: 1931
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Primo86 »

Gimbatbu ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:01 Oltre il contesto tattico la differenza nei giocatori atalantini è nell' aspetto atletico. Quando cambiano squadra non hanno più quella brillantezza. Da sempre Gasperini effettua una preparazione atletica durissima. E forse è anche il motivo per cui, insieme ad un carattere non facile, non ha mai allenato le cosiddette grandi.
I carboidrati in allenamento sono importantissimi.


Gimbatbu
Messaggi: 8750
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Primo86 ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:56
Gimbatbu ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:01 Oltre il contesto tattico la differenza nei giocatori atalantini è nell' aspetto atletico. Quando cambiano squadra non hanno più quella brillantezza. Da sempre Gasperini effettua una preparazione atletica durissima. E forse è anche il motivo per cui, insieme ad un carattere non facile, non ha mai allenato le cosiddette grandi.
I carboidrati in allenamento sono importantissimi.
:uhm:


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8054
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Primo86 ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:56
Gimbatbu ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:01 Oltre il contesto tattico la differenza nei giocatori atalantini è nell' aspetto atletico. Quando cambiano squadra non hanno più quella brillantezza. Da sempre Gasperini effettua una preparazione atletica durissima. E forse è anche il motivo per cui, insieme ad un carattere non facile, non ha mai allenato le cosiddette grandi.
I carboidrati in allenamento sono importantissimi.
Cazzo grande! Me n'ero scordato, mo ho la chiave per vincere una garetta a Marzo in cui lo scorso anno fui soltanto ottavo non conoscendo questo trucchetto :lol:


È inutile, scriveva Walter Siti, perdere tempo a discutere con gente che cent'anni al massimo e sarà morta. Discutere è un'ossessione necrofila
herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 13:23
herbie ha scritto: lunedì 12 febbraio 2024, 23:34
con la differenza che anche producendo il nulla De Ketelaere a San Siro lo "aspettavano" in silenzio e poteva giocare tranquillo. Seedorf con otto gol (di cui uno su tiro all'incrocio al 90esimo per il 2-2 contro la Juve) non poteva giocare una palla senza il fiato sul collo dei mugugni...come molti altri d'altra parte che hanno fatto fortuna altrove.
Be il tifoso dell inter allo stadio è diverso da quello del Milan
Estremo
Molto trascinatore quando va bene
Ma estremamente critico quando le cose vanno male..
E in più con la predilezione a prendersela con determinati giocatori
Ha ogni errore un mugugno di buona parte dello stadio
Gli ultimi son stati verso Arnautovic e Correa
Per il giocatore diventa poi complicato giocare
domanda: è intelligente far perdere alla società giocatori che farebbero vincere più trofei, svendendoli per altro sottocosto, dal momento che a causa dei mugugni se ne vogliono andare loro? Serve, criticare inutilmente un giocatore che in precedenza ti ha già ampiamente dimostrato i numeri che ha, e forse avrebbe solo bisogno di sentire fiducia intorno per esprimersi al meglio e produrre assist e gol? Serve a qualcosa questo autentico spreco? Forse non sarebbe il caso di cambiare atteggiamento, evitando di dover faticare il triplo per vincere lo stesso?
QUesto, conta.


herbie
Messaggi: 8043
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da herbie »

chinaski89 ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 16:09
Primo86 ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:56
Gimbatbu ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 14:01 Oltre il contesto tattico la differenza nei giocatori atalantini è nell' aspetto atletico. Quando cambiano squadra non hanno più quella brillantezza. Da sempre Gasperini effettua una preparazione atletica durissima. E forse è anche il motivo per cui, insieme ad un carattere non facile, non ha mai allenato le cosiddette grandi.
I carboidrati in allenamento sono importantissimi.
Cazzo grande! Me n'ero scordato, mo ho la chiave per vincere una garetta a Marzo in cui lo scorso anno fui soltanto ottavo non conoscendo questo trucchetto :lol:
ah ah


drake
Messaggi: 1422
Iscritto il: sabato 13 luglio 2019, 14:38

Re: Calcio italiano e internazionale

Messaggio da leggere da drake »

Krisper ha scritto: martedì 13 febbraio 2024, 7:26 Rispetto all’anno scorso tutto il calcio è italiano ha fatto diversi passi indietro nel gioco, eccetto Inter e Bologna.

L’anno scorso tre finali europee, più altre due semifinaliste, non fu un caso o fortuna come si disse.
Premettendo che giudicare il livello di un campionato dal numero di finaliste... mmmhhh...

Come non fu un caso?
Mi aiuto (nel senso che aiuto me stesso a spiegarmi, non per fare il professorino) con la Treccani: Avvenimento fortuito, accidentale e imprevisto

Ora, dubito fortemente che tu abbia previsto quei risultati...

Fu una combinazione fortunata (che non significa immeritata), di certo non merito di particolari scelte strategiche o miglioramenti strutturali
Tanto che ora si è semplicemente tornati agli anni precedenti e a quello che mediamente si è sempre visto, la Roma faceva schifo uguale (anzi visto De Rossi: povero Mourinho...), Lazio e Milan sono sempre quelle. Il Napoli è peggiorato ma era abbastanza ovvio, Il Bologna è migliorato, come tante squadre che imbroccano la stagione, l'anno prossimo tornerà il solito Bologna, non hanno inventato niente


Rispondi