Marco Pantani.

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 4258
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nemecsek. »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19

Ma è vero ?
Era più forte rispetto al 2000


Immagine
rizz23
Messaggi: 2463
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da rizz23 »

In queste settimane ho lavorato a fondo su Pantani, e sto percependo qualcosa di diverso legato al suo ricordo.

Sul fronte delle inchieste, vent'anni rischiano di essere passati invano: la verità mi sembra ancora lontana.

Ma quando al tono e al tenore del ricordo che riguarda Marco, qualcosa sta girando.

Forse lo stigma legato al doping ma soprattutto alla droga si sta lentamente dissolvendo.
Forse finalmente ce lo ricordiamo* per com'era: un uomo e un atleta straordinario, magnetico, esaltante.

*Che poi noi lo ricordavamo già così, ma mi pare una cosa più generale e ampia, non più legata solo a noi suoi tifosi


Joannes Muller
Messaggi: 474
Iscritto il: sabato 9 luglio 2022, 23:25

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Joannes Muller »

nino58 ha scritto: giovedì 5 maggio 2011, 17:20
Pantani non è mai stato trovato positivo.
Marco è stato ingiustamente crocifisso. Sono stato all'Alpe di Huez e ho parlato a lungo col papà (prima della vittoria). Marco era una persona splendida. Mesi prima della sua morte, ho scritto su un forum di
ciclismo: inviamo tutti una cartolina a Marco scrivendo: Marco ti vogliamo bene..
La proposta non fu accolta. Mi ricordo un amico (Sergio Servadio, prof di fisica a Pisa e grande appassionato di bici) avere qualche perplessità. Tante volte penso che questo gesto di amore avrebbe potuto fare molto bene a Marco. Assieme a Nencini e Bitossi il campione ciclista che ammiro e amo di piu'..


Steven
Messaggi: 2206
Iscritto il: martedì 7 maggio 2013, 16:53

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Steven »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Il 1999 di Pantani fu semplicemente eccezionale, un Giro stradominato, ed anche nelle corse pre-Giro fece bene, vincendo la Vuelta a Murcia, e mostrando una gran gamba fin dalla Milano-Sanremo (in molti ricordano il suo scatto, seguito da Bartoli).
A mio avviso QUEL Pantani, potenzialmente poteva fare meglio addirittura del Pantani 1998, ma ovviamente non lo sapremo mai.


Nostalgia canaglia per il ciclismo anni '90
Avatar utente
kraus
Messaggi: 194
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2019, 15:37

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da kraus »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Avevo sentito la stessa dichiarazione sul DVD Tutto Pantani, solo non ricordo se fosse del fisioterapista Borra o del direttore sportivo Martinelli (devo rivedermi la puntata del '99). In quel frangente l'affermazione veniva motivata dal fatto che Pantani aveva corso senza interruzioni né infortuni nel 1998, dando così una sorta di abbrivo per l'anno seguente.


Gimbatbu
Messaggi: 9019
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Steven ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 15:55
CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Il 1999 di Pantani fu semplicemente eccezionale, un Giro stradominato, ed anche nelle corse pre-Giro fece bene, vincendo la Vuelta a Murcia, e mostrando una gran gamba fin dalla Milano-Sanremo (in molti ricordano il suo scatto, seguito da Bartoli).
A mio avviso QUEL Pantani, potenzialmente poteva fare meglio addirittura del Pantani 1998, ma ovviamente non lo sapremo mai.
Da quello che ricordo, nel 99 dopo aver vinto il Giro probabilmente conquistando tutte le maglie, avrebbe saltato il Tour e fatto la Vuelta. Poteva essere un' altra doppia vittoria storica.


Stylus
Messaggi: 2168
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Stylus »

rizz23 ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:39 In queste settimane ho lavorato a fondo su Pantani, e sto percependo qualcosa di diverso legato al suo ricordo.

Sul fronte delle inchieste, vent'anni rischiano di essere passati invano: la verità mi sembra ancora lontana.

Ma quando al tono e al tenore del ricordo che riguarda Marco, qualcosa sta girando.

Forse lo stigma legato al doping ma soprattutto alla droga si sta lentamente dissolvendo.
Forse finalmente ce lo ricordiamo* per com'era: un uomo e un atleta straordinario, magnetico, esaltante.

*Che poi noi lo ricordavamo già così, ma mi pare una cosa più generale e ampia, non più legata solo a noi suoi tifosi
Ho visto il servizio che hai fatto su Raiplay, carinissimo. Pur conoscendo vita morte e miracoli di Pantani l'ho potuto apprezzare senza avere la sensazione di sentire cose già sentite, ma soprattutto l'ho visto assieme alla mia compagna che lo conosceva solo superficialmente e ha dipinto perfettamente la grandezza di Pantani senza dare troppo spazio a tecnicismi che magari avrebbero potuto appesantire la visione di chi il ciclismo non lo vive come noi :clap:


Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 4258
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nemecsek. »

rizz23 ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:39

Ma quando al tono e al tenore del ricordo che riguarda Marco, qualcosa sta girando.

Forse lo stigma legato al doping ma soprattutto alla droga si sta lentamente dissolvendo.
Ha avuto efficaci biografi.
Chi fu testimone in prima persona di quella straordinaria epopea ciclistica non può disconoscerne la grandezza, collocandola nella dimensione storica.


Immagine
Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 2665
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Road Runner »

Gimbatbu ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 18:49
Steven ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 15:55
CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Il 1999 di Pantani fu semplicemente eccezionale, un Giro stradominato, ed anche nelle corse pre-Giro fece bene, vincendo la Vuelta a Murcia, e mostrando una gran gamba fin dalla Milano-Sanremo (in molti ricordano il suo scatto, seguito da Bartoli).
A mio avviso QUEL Pantani, potenzialmente poteva fare meglio addirittura del Pantani 1998, ma ovviamente non lo sapremo mai.
Da quello che ricordo, nel 99 dopo aver vinto il Giro probabilmente conquistando tutte le maglie, avrebbe saltato il Tour e fatto la Vuelta. Poteva essere un' altra doppia vittoria storica.
Sono stra-convinto che nel '99, dopo la vittoria al Giro, e dopo una
quindicina di giorni in spiaggia, una mattina nel farsi la barba
avrebbe detto "cià, vaffanculo, vado al Tour!". E l'avrebbe stra-vinto, battendo Robocop.
Lui poteva permettersi di farlo, nonostante che "ufficialmente" avesse in programma la Vuelta..


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 26558
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Road Runner ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 21:19
Gimbatbu ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 18:49
Steven ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 15:55

Il 1999 di Pantani fu semplicemente eccezionale, un Giro stradominato, ed anche nelle corse pre-Giro fece bene, vincendo la Vuelta a Murcia, e mostrando una gran gamba fin dalla Milano-Sanremo (in molti ricordano il suo scatto, seguito da Bartoli).
A mio avviso QUEL Pantani, potenzialmente poteva fare meglio addirittura del Pantani 1998, ma ovviamente non lo sapremo mai.
Da quello che ricordo, nel 99 dopo aver vinto il Giro probabilmente conquistando tutte le maglie, avrebbe saltato il Tour e fatto la Vuelta. Poteva essere un' altra doppia vittoria storica.
Sono stra-convinto che nel '99, dopo la vittoria al Giro, e dopo una
quindicina di giorni in spiaggia, una mattina nel farsi la barba
avrebbe detto "cià, vaffanculo, vado al Tour!". E l'avrebbe stra-vinto, battendo Robocop.
Lui poteva permettersi di farlo, nonostante che "ufficialmente" avesse in programma la Vuelta..
Daltronde l'anno prima, quando effettivamente al Giro fu meno dominante rispetto al 99, scelse di andare al Tour senza averlo programmato prima. Si presentò a Dublino in condizioni non certo ottimali terminando il prologo in 181a posizione. Inutile ricordare come andò a finire.

C'è da dire che in quel '99 era abbastanza incazzato con Leblanc per il disegno del Tour e soprattutto aveva puntato il mondiale di Verona. A tal proposito ricordiamo pure che Marco, nonostante sia stato il miglior prototipo dello scalatore puro degli ultimi 40 anni, non aveva mai snobbato le grandi corse in linea (3° al Mondiale di Duitama, 5° alla Freccia e 8° alla Liegi del 97, protagonista della Sanremo 99).

Tante volte penso a cosa avrebbe potuto fare senza tutti quegli infortuni e senza quel maledettissimo giorno di Madonna di Campiglio. Eppure, nonostante abbia vinto meno di altri fuoriclasse, Pantani resta sempre il migliore.


Cobblestone 2012, 2013,2018 & 2021 - 1° Classifica Generale
CicloSprint
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da CicloSprint »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 22:09 Non aveva mai snobbato le grandi corse in linea (3° al Mondiale di Duitama, 5° alla Freccia e 8° alla Liegi del 97, protagonista della Sanremo 99).
A Duitama '95, alla Freccia e Liegi del 1997 era in difesa, alla Sanremo 1999 fece lo scatto (forse l'unico in carriera nelle grandi corse in linea).

La grande corsa in linea che poteva vincerla era il Lombardia '95, ma prima alla Milano-Torino..... :(


Avatar utente
nino58
Messaggi: 16273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nino58 »

Joannes Muller ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 13:24
nino58 ha scritto: giovedì 5 maggio 2011, 17:20
Pantani non è mai stato trovato positivo.
Marco è stato ingiustamente crocifisso. Sono stato all'Alpe di Huez e ho parlato a lungo col papà (prima della vittoria). Marco era una persona splendida. Mesi prima della sua morte, ho scritto su un forum di
ciclismo: inviamo tutti una cartolina a Marco scrivendo: Marco ti vogliamo bene..
La proposta non fu accolta. Mi ricordo un amico (Sergio Servadio, prof di fisica a Pisa e grande appassionato di bici) avere qualche perplessità. Tante volte penso che questo gesto di amore avrebbe potuto fare molto bene a Marco. Assieme a Nencini e Bitossi il campione ciclista che ammiro e amo di piu'..
Che si volesse bene a Marco, Marco lo sapeva e in moltissimi lo scrivemmo in vari modi.
Il fatto è che non bastò a fermare la mano di chi lo assassinò a Rimini e di chi fece di tutto per distruggerne le prove, inclusa la demolizione dell'immobile in cui il delitto avvenne.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Gimbatbu
Messaggi: 9019
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

nino58 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 6:27
Joannes Muller ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 13:24
nino58 ha scritto: giovedì 5 maggio 2011, 17:20
Pantani non è mai stato trovato positivo.
Marco è stato ingiustamente crocifisso. Sono stato all'Alpe di Huez e ho parlato a lungo col papà (prima della vittoria). Marco era una persona splendida. Mesi prima della sua morte, ho scritto su un forum di
ciclismo: inviamo tutti una cartolina a Marco scrivendo: Marco ti vogliamo bene..
La proposta non fu accolta. Mi ricordo un amico (Sergio Servadio, prof di fisica a Pisa e grande appassionato di bici) avere qualche perplessità. Tante volte penso che questo gesto di amore avrebbe potuto fare molto bene a Marco. Assieme a Nencini e Bitossi il campione ciclista che ammiro e amo di piu'..
Che si volesse bene a Marco, Marco lo sapeva e in moltissimi lo scrivemmo in vari modi.
Il fatto è che non bastò a fermare la mano di chi lo assassinò a Rimini e di chi fece di tutto per distruggerne le prove, inclusa la demolizione dell'immobile in cui il delitto avvenne.
Nino questa cosa dell' abbattimento dell' immobile l' ho sottolineata più volte e qualcuno mi ha risposto che è più economico abbattere e ricostruire un edificio che fare lavori di ristrutturazione. Mah...


Winter
Messaggi: 26447
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Winter »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 22:09

Tante volte penso a cosa avrebbe potuto fare senza tutti quegli infortuni e senza quel maledettissimo giorno di Madonna di Campiglio. Eppure, nonostante abbia vinto meno di altri fuoriclasse, Pantani resta sempre il migliore.
:clap: :clap:
di gran lunga il migliore


Winter
Messaggi: 26447
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Winter »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 23:43

A Duitama '95, alla Freccia e Liegi del 1997 era in difesa, alla Sanremo 1999 fece lo scatto (forse l'unico in carriera nelle grandi corse in linea).

La grande corsa in linea che poteva vincerla era il Lombardia '95, ma prima alla Milano-Torino..... :(
A duitama si mise a piovere
gli spagnoli salivano sulla sella
lui era sempre sui pedali , le ruote slittavano (ci fu un errore tecnico)


Avatar utente
PassistaScalatore
Messaggi: 259
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2023, 13:18

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da PassistaScalatore »

Winter ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 9:23
CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 23:43

A Duitama '95, alla Freccia e Liegi del 1997 era in difesa, alla Sanremo 1999 fece lo scatto (forse l'unico in carriera nelle grandi corse in linea).

La grande corsa in linea che poteva vincerla era il Lombardia '95, ma prima alla Milano-Torino..... :(
A duitama si mise a piovere
gli spagnoli salivano sulla sella
lui era sempre sui pedali , le ruote slittavano (ci fu un errore tecnico)
Non l'ho vista in diretta per ragioni di età, però ho guardato tempo fa gli ultimi due giri e ricordo la progressione di Indurain dopo avere bucato, è rientrato nel gruppetto in due pedalate. Veniva da un'intera stagione sempre al meglio, forse non è mai stato forte al Tour come quell'anno. Il più forte in quel mondiale era lui, pedalata sulla sella o sui pedali che fosse.


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8206
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da chinaski89 »

nino58 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 6:27
Joannes Muller ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 13:24
nino58 ha scritto: giovedì 5 maggio 2011, 17:20
Pantani non è mai stato trovato positivo.
Marco è stato ingiustamente crocifisso. Sono stato all'Alpe di Huez e ho parlato a lungo col papà (prima della vittoria). Marco era una persona splendida. Mesi prima della sua morte, ho scritto su un forum di
ciclismo: inviamo tutti una cartolina a Marco scrivendo: Marco ti vogliamo bene..
La proposta non fu accolta. Mi ricordo un amico (Sergio Servadio, prof di fisica a Pisa e grande appassionato di bici) avere qualche perplessità. Tante volte penso che questo gesto di amore avrebbe potuto fare molto bene a Marco. Assieme a Nencini e Bitossi il campione ciclista che ammiro e amo di piu'..
Che si volesse bene a Marco, Marco lo sapeva e in moltissimi lo scrivemmo in vari modi.
Il fatto è che non bastò a fermare la mano di chi lo assassinò a Rimini e di chi fece di tutto per distruggerne le prove, inclusa la demolizione dell'immobile in cui il delitto avvenne.
Concordo sulla prima parte, sulla seconda per niente: se l'avesse assassinato qualcuno ormai sarebbe pure saltato fuori, mi pare il classico caso in cui si cercano verità oscure improbabili per spiegare eventi che sono più che spiegabili purtroppo, è semplicemente morto per una brutta dipendenza poi che lo si potesse aiutare o meno nessuno qui può saperlo e non mi pare manco carino discuterne ormai. L'hotel ovviamente non fu certo demolito per distruggere fantomatiche prove, credere a ciò richiede una sospensione d'incredulità davvero troppo grande. Capisco che a volte l'amore renda ciechi ed è l'ultimo messaggio così che manderò perchè manco mi fa particolare piacere scriverlo, anzi. Fui molto dispiaciuto apprendendo la notizia e tutti i primi ricordi di ciclismo sono legati a Marco per cui mio nonno stravedeva. Purtroppo per questioni anagrafiche ricordo meno bene i trionfi rispetto alla fase discendente postsqualifica


Avatar utente
nino58
Messaggi: 16273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nino58 »

chinaski89 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 12:42
nino58 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 6:27
Joannes Muller ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 13:24
Marco è stato ingiustamente crocifisso. Sono stato all'Alpe di Huez e ho parlato a lungo col papà (prima della vittoria). Marco era una persona splendida. Mesi prima della sua morte, ho scritto su un forum di
ciclismo: inviamo tutti una cartolina a Marco scrivendo: Marco ti vogliamo bene..
La proposta non fu accolta. Mi ricordo un amico (Sergio Servadio, prof di fisica a Pisa e grande appassionato di bici) avere qualche perplessità. Tante volte penso che questo gesto di amore avrebbe potuto fare molto bene a Marco. Assieme a Nencini e Bitossi il campione ciclista che ammiro e amo di piu'..
Che si volesse bene a Marco, Marco lo sapeva e in moltissimi lo scrivemmo in vari modi.
Il fatto è che non bastò a fermare la mano di chi lo assassinò a Rimini e di chi fece di tutto per distruggerne le prove, inclusa la demolizione dell'immobile in cui il delitto avvenne.
Concordo sulla prima parte, sulla seconda per niente: se l'avesse assassinato qualcuno ormai sarebbe pure saltato fuori, mi pare il classico caso in cui si cercano verità oscure improbabili per spiegare eventi che sono più che spiegabili purtroppo, è semplicemente morto per una brutta dipendenza poi che lo si potesse aiutare o meno nessuno qui può saperlo e non mi pare manco carino discuterne ormai. L'hotel ovviamente non fu certo demolito per distruggere fantomatiche prove, credere a ciò richiede una sospensione d'incredulità davvero troppo grande. Capisco che a volte l'amore renda ciechi ed è l'ultimo messaggio così che manderò perchè manco mi fa particolare piacere scriverlo, anzi. Fui molto dispiaciuto apprendendo la notizia e tutti i primi ricordi di ciclismo sono legati a Marco per cui mio nonno stravedeva. Purtroppo per questioni anagrafiche ricordo meno bene i trionfi rispetto alla fase discendente postsqualifica
E' vero che l'amore può rendere ciechi, oppure far capire quello che, seguendo il pensiero comune, non si riesce a capire.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 4258
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nemecsek. »

chinaski89 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 12:42 L'hotel ovviamente non fu certo demolito per distruggere fantomatiche prove, credere a ciò richiede una sospensione d'incredulità davvero troppo grande.
Questa in effetti mi mancava.
Ma rientra in quella categoria di dinamiche sociali, ben degne di approfondimento antropologico, che postulano Elvis vivo, Paul McCartney morto e sostituito dal sosia, Bruce Lee ucciso dalla mafia.
Conrad, no Giuseppo ma Nicola, la chiamò apofenia.


Immagine
Gimbatbu
Messaggi: 9019
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

nemecsek. ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 13:45
chinaski89 ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 12:42 L'hotel ovviamente non fu certo demolito per distruggere fantomatiche prove, credere a ciò richiede una sospensione d'incredulità davvero troppo grande.
Questa in effetti mi mancava.
Ma rientra in quella categoria di dinamiche sociali, ben degne di approfondimento antropologico, che postulano Elvis vivo, Paul McCartney morto e sostituito dal sosia, Bruce Lee ucciso dalla mafia.
Conrad, no Giuseppo ma Nicola, la chiamò apofenia.
"La nostra ragione non può assolutamente trovare il vero se non dubitando; ella si allontana dal vero ogni volta che giudica con certezza; e non solo il dubbio giova a scoprire il vero, ma il vero consiste essenzialmente nel dubbio, e chi dubita sa, e sa il più che si possa sapere."
Giacomo L.

"Le persone facili che non hanno dubbi mai..."
Francesco D.G.


Avatar utente
bicycleran
Messaggi: 816
Iscritto il: giovedì 4 marzo 2021, 16:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da bicycleran »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Più grande nel 1998, più forte nel 1999.


Remco addict
CicloSprint
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da CicloSprint »

bicycleran ha scritto: sabato 17 febbraio 2024, 20:25
CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Più grande nel 1998, più forte nel 1999.
Il Pantani del 1999 era una cosa mai vista nella sua carriera con lo Scatto alla Sanremo (è non era adatta alla sue caratteristiche), 4 tappe al Giro e stava per fare cinquina se avesse vinto a Lumezzane (non adatta alle sue caratteristiche), vero ?


Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 2665
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Road Runner »

Concordo su tutto.
Per questo ho sempre sostenuto che avrebbe stravinto anche il Tour del '99, pur non avendolo in programma.
Tra le righe, quando fuori onda gli chiesero perché aveva vinto anche a Madonna di Campiglio, pur non avendone bisogno,
fece capire che "meno di così non poteva andare..!!"
E non vorrei che la mafia di Robocop nel ciclismo non fosse iniziata proprio a Madonna di Campiglio..


CicloSprint
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da CicloSprint »

Road Runner ha scritto: domenica 18 febbraio 2024, 11:27
E non vorrei che la mafia di Robocop nel ciclismo non fosse iniziata proprio a Madonna di Campiglio..
28 giorni dopo lo sconquasso di Campiglio, il Landro conquistò la sua prima maglia gialla in carriera, l'inizio di una tirannia......


Pino_82
Messaggi: 3501
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Pino_82 »

Ciao Marco

Un pezzo del mio cuore se n'è andato


Steven
Messaggi: 2206
Iscritto il: martedì 7 maggio 2013, 16:53

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Steven »

CicloSprint ha scritto: domenica 18 febbraio 2024, 13:22
Road Runner ha scritto: domenica 18 febbraio 2024, 11:27
E non vorrei che la mafia di Robocop nel ciclismo non fosse iniziata proprio a Madonna di Campiglio..
28 giorni dopo lo sconquasso di Campiglio, il Landro conquistò la sua prima maglia gialla in carriera, l'inizio di una tirannia......
Serviva un nuovo personaggio, che avesse una storia da raccontare e che potesse salvare il ciclismo dagli scandali doping degli anni precedenti.
Ecco da dove nasce l'esigenza di "creare" il personaggio Armstrong.
Il quale nel 1999 a mio avviso era "battibile" al Tour solo da un Pantani versione Giro 98-99 .
Dal 2000 in poi ha fatto un'altro sport, tranne forse nel 2003 dove ebbe una discreta fortuna.


Nostalgia canaglia per il ciclismo anni '90
Avatar utente
PassistaScalatore
Messaggi: 259
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2023, 13:18

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da PassistaScalatore »

Pantani incastrato a Campiglio per fare entrare in scena Armstrong. Che giustamente già si sapeva sarebbe stato il futuro campionissimo e avrebbe vinto sette Tour consecutivi.

Siamo al delirio.


Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 2665
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Road Runner »

Il delirio è stato permettere ad un moribondo di vincere 7 Tour.


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8206
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da chinaski89 »

PassistaScalatore ha scritto: martedì 20 febbraio 2024, 18:31 Pantani incastrato a Campiglio per fare entrare in scena Armstrong. Che giustamente già si sapeva sarebbe stato il futuro campionissimo e avrebbe vinto sette Tour consecutivi.

Siamo al delirio.
Quando si parte con ste derive complottare la cosa si autoalimenta, è nella natura umana e non c'è più logica che tenga. Si vede in ogni campo, questo è tra i più innocui in effetti.


CicloSprint
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da CicloSprint »

Quei 49 giorni dal 5 giugno 1999 al 24 luglio 1999 saranno i giorni che cambiarono e sconvolsero il ciclismo dal sconquasso di Pantani a Campiglio al primo trionfo di Lance al Tour.

Da un campionissimo a un altro.....


noel
Messaggi: 1448
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da noel »

Steven ha scritto: martedì 20 febbraio 2024, 16:36
CicloSprint ha scritto: domenica 18 febbraio 2024, 13:22
Road Runner ha scritto: domenica 18 febbraio 2024, 11:27
E non vorrei che la mafia di Robocop nel ciclismo non fosse iniziata proprio a Madonna di Campiglio..
28 giorni dopo lo sconquasso di Campiglio, il Landro conquistò la sua prima maglia gialla in carriera, l'inizio di una tirannia......
Serviva un nuovo personaggio, che avesse una storia da raccontare e che potesse salvare il ciclismo dagli scandali doping degli anni precedenti.
Ecco da dove nasce l'esigenza di "creare" il personaggio Armstrong.
Il quale nel 1999 a mio avviso era "battibile" al Tour solo da un Pantani versione Giro 98-99 .
Dal 2000 in poi ha fatto un'altro sport, tranne forse nel 2003 dove ebbe una discreta fortuna.
Fece un altro sport nel senso che fu "coperto" ed ebbe un trattamento di favore come più volte testimoniato. Poi come dici tu in quegli anni la narrazione del "sopravvissuto al cancro che vince tour a ripetizione" in quegli anni faceva comodo a parecchi nel carrozzone ciclistico


Avatar utente
jan80
Messaggi: 2524
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da jan80 »

CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Il Pantani del 1999 era qualcosa di mostruoso......nel 98 ha vinto il Tour per errore ( crisi ) di Ullrich,ma non era il più forte,nel 1999 avrebbe distrutto tutti sia come stava facendo al Giro che poi al Tour.


CicloSprint
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da CicloSprint »

jan80 ha scritto: mercoledì 21 febbraio 2024, 19:29
CicloSprint ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:19 Fontanelli a Tuttobiciweb ha detto che Pantani nel 1999 era più forte che nel 1998.

https://www.tuttobiciweb.it/article/202 ... li-pantani

Ma è vero ?
Il Pantani del 1999 era qualcosa di mostruoso......nel 98 ha vinto il Tour per errore ( crisi ) di Ullrich,ma non era il più forte,nel 1999 avrebbe distrutto tutti sia come stava facendo al Giro che poi al Tour.
E lo si capiva dallo scatto alla Sanremo '99......


Avatar utente
PassistaScalatore
Messaggi: 259
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2023, 13:18

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da PassistaScalatore »

Per me il Pantani del Tour 1998 è lo stesso del Giro 1999, come forza fisica e prestazioni. In Francia però sfidava Ullrich, in Italia Gotti, Savoldelli e un giovane Simoni, è normale che il divario fosse più evidente.


ste87
Messaggi: 72
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

Invece mi accodo anche io a quanti sostengono che nel '99 Pantani fosse in uno stato di grazia. Penso a Madonna di Campiglio dove sembrava che la sua sella bruciasse per quanto poco ci stava seduto... incredibile.

Torno poi a chiedere a Rizz23, a cui vanno enormi complimenti per lo speciale andato in onda, se prima o poi sarà possibile vedere alcune parti integrali delle corse di Marco da dilettante.


Avatar utente
Ultimo km
Messaggi: 536
Iscritto il: venerdì 24 marzo 2023, 21:44

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Ultimo km »



FC 2023: GP Indurain,Mont Ventoux,Ordiziako Klasika,Münsterland Giro,Lombardia

PRO NATO E PRO ISRAELE
Avatar utente
Slegar
Messaggi: 8500
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Slegar »

PassistaScalatore ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 4:26 Per me il Pantani del Tour 1998 è lo stesso del Giro 1999, come forza fisica e prestazioni. In Francia però sfidava Ullrich, in Italia Gotti, Savoldelli e un giovane Simoni, è normale che il divario fosse più evidente.
Roberto Pregnolato, il suo massaggiatore, in un intervista affermò che il Pantani 1999 iniziava a raccogliere i frutti del lavoro degli anni precedenti e quella stagione era la prima della sua carriera, almeno da quando lo seguiva, che non era stata preceduta da un infortunio. Per Pregnolato il Pantani del 1999 era migliore del Pantani 1998.


Preservare lo spirito di quel tempo, in cui credevamo nell'unità e allo stesso tempo nella diversità

Nataša Pirc Musar, 8 febbraio 2024, presidente della Slovenia,
Frase pronunciata a Sarajevo durante la cerimonia per l'intitolazione della pista olimpica al goriziano Jure Franko, unico medagliato jugoslavo alle olimpiadi invernali
Pantani the best
Messaggi: 710
Iscritto il: martedì 26 luglio 2011, 12:30

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Pantani the best »

PassistaScalatore ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 4:26 Per me il Pantani del Tour 1998 è lo stesso del Giro 1999, come forza fisica e prestazioni. In Francia però sfidava Ullrich, in Italia Gotti, Savoldelli e un giovane Simoni, è normale che il divario fosse più evidente.
L'Ullrich del Tour 98 in salita anche al netto della crisi nella discesa del Galibier non era certo più forte complessivamente degli avversari avuti al Giro 1999. A Plateau de Beille ok che forò a inizio salita sprecando energie per rientrare, ma negli ultimi metri perse addirittura le ruote del gruppo Julich, Piepoli, Escartin, Boogerd. Al Tour 98 l'unica versione 5 stelle extralusso del tedesco la si vide sulla Madaleine il giorno dopo Les Deux Alpes, quello era il miglior Ullrich. Il vero raffronto lo devi fare tra il Giro 98 e il Giro 99, in questo caso sicuramente al Giro 98 Tonkov e Zuelle rappresentavano un tipo di opposizione più difficile da scalfire rispetto ai vari Gotti, Savoldelli e Simoni del 99. Eppure nonostante ciò non esiste alcuna ombra di dubbio che il Pantani 99 fosse un corridore superiore a quello del 98, non solo in salita ma su ogni tipo di terreno, cronometro comprese. Il Pantani con la forma del 99 non avrebbe mai perso le ruote di Zuelle a Lago Laceno in quel tratto di falsopiano, anzi, una volta attaccato facendo il vuoto per quanto quella salita non era né lunga e neanche dura lo svizzero non l'avrebbe mai ripreso. Così come non gli avrebbe mai inflitto oltre 3' nella cronometro di Trieste. Il Pantani del 99 si stava completando come corridore contenendo maggiormente i distacchi a cronometro, infliggendo più gap in salita, evolvendosi anche tatticamente assestando pochi attacchi spesso a pochi km dal traguardo ma tutti inarrestabili e perfettamente distribuiti che gli consentivano di fare subito il vuoto scavando un solco. Addirittura anche nell'arrivo di Lumezzane in cima ad uno strappetto rischiò di battere in volata uno specialista di quegli arrivi come Jalabert che lo batté per pochi cm con un Pantani in forte rimonta.


Avatar utente
kraus
Messaggi: 194
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2019, 15:37

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da kraus »

Pantani the best ha scritto: venerdì 8 marzo 2024, 17:36
PassistaScalatore ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 4:26 Per me il Pantani del Tour 1998 è lo stesso del Giro 1999, come forza fisica e prestazioni. In Francia però sfidava Ullrich, in Italia Gotti, Savoldelli e un giovane Simoni, è normale che il divario fosse più evidente.
L'Ullrich del Tour 98 in salita anche al netto della crisi nella discesa del Galibier non era certo più forte complessivamente degli avversari avuti al Giro 1999. A Plateau de Beille ok che forò a inizio salita sprecando energie per rientrare, ma negli ultimi metri perse addirittura le ruote del gruppo Julich, Piepoli, Escartin, Boogerd. Al Tour 98 l'unica versione 5 stelle extralusso del tedesco la si vide sulla Madaleine il giorno dopo Les Deux Alpes, quello era il miglior Ullrich. Il vero raffronto lo devi fare tra il Giro 98 e il Giro 99, in questo caso sicuramente al Giro 98 Tonkov e Zuelle rappresentavano un tipo di opposizione più difficile da scalfire rispetto ai vari Gotti, Savoldelli e Simoni del 99. Eppure nonostante ciò non esiste alcuna ombra di dubbio che il Pantani 99 fosse un corridore superiore a quello del 98, non solo in salita ma su ogni tipo di terreno, cronometro comprese. Il Pantani con la forma del 99 non avrebbe mai perso le ruote di Zuelle a Lago Laceno in quel tratto di falsopiano, anzi, una volta attaccato facendo il vuoto per quanto quella salita non era né lunga e neanche dura lo svizzero non l'avrebbe mai ripreso. Così come non gli avrebbe mai inflitto oltre 3' nella cronometro di Trieste. Il Pantani del 99 si stava completando come corridore contenendo maggiormente i distacchi a cronometro, infliggendo più gap in salita, evolvendosi anche tatticamente assestando pochi attacchi spesso a pochi km dal traguardo ma tutti inarrestabili e perfettamente distribuiti che gli consentivano di fare subito il vuoto scavando un solco. Addirittura anche nell'arrivo di Lumezzane in cima ad uno strappetto rischiò di battere in volata uno specialista di quegli arrivi come Jalabert che lo batté per pochi cm con un Pantani in forte rimonta.
Precisamente. Giusto per:



FrancescoGra
Messaggi: 211
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2018, 16:29

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da FrancescoGra »

kraus ha scritto: venerdì 8 marzo 2024, 17:53
Pantani the best ha scritto: venerdì 8 marzo 2024, 17:36
PassistaScalatore ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 4:26 Per me il Pantani del Tour 1998 è lo stesso del Giro 1999, come forza fisica e prestazioni. In Francia però sfidava Ullrich, in Italia Gotti, Savoldelli e un giovane Simoni, è normale che il divario fosse più evidente.
L'Ullrich del Tour 98 in salita anche al netto della crisi nella discesa del Galibier non era certo più forte complessivamente degli avversari avuti al Giro 1999. A Plateau de Beille ok che forò a inizio salita sprecando energie per rientrare, ma negli ultimi metri perse addirittura le ruote del gruppo Julich, Piepoli, Escartin, Boogerd. Al Tour 98 l'unica versione 5 stelle extralusso del tedesco la si vide sulla Madaleine il giorno dopo Les Deux Alpes, quello era il miglior Ullrich. Il vero raffronto lo devi fare tra il Giro 98 e il Giro 99, in questo caso sicuramente al Giro 98 Tonkov e Zuelle rappresentavano un tipo di opposizione più difficile da scalfire rispetto ai vari Gotti, Savoldelli e Simoni del 99. Eppure nonostante ciò non esiste alcuna ombra di dubbio che il Pantani 99 fosse un corridore superiore a quello del 98, non solo in salita ma su ogni tipo di terreno, cronometro comprese. Il Pantani con la forma del 99 non avrebbe mai perso le ruote di Zuelle a Lago Laceno in quel tratto di falsopiano, anzi, una volta attaccato facendo il vuoto per quanto quella salita non era né lunga e neanche dura lo svizzero non l'avrebbe mai ripreso. Così come non gli avrebbe mai inflitto oltre 3' nella cronometro di Trieste. Il Pantani del 99 si stava completando come corridore contenendo maggiormente i distacchi a cronometro, infliggendo più gap in salita, evolvendosi anche tatticamente assestando pochi attacchi spesso a pochi km dal traguardo ma tutti inarrestabili e perfettamente distribuiti che gli consentivano di fare subito il vuoto scavando un solco. Addirittura anche nell'arrivo di Lumezzane in cima ad uno strappetto rischiò di battere in volata uno specialista di quegli arrivi come Jalabert che lo batté per pochi cm con un Pantani in forte rimonta.
Precisamente. Giusto per:

Strappetto fatto ad una velocità clamorosa, senza troppi attendismi.


rizz23
Messaggi: 2463
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da rizz23 »

Per chi se lo fosse perso e/o magari si chiedeva che fine avesse fatto, è di nuovo e (spero) definitivamente online su RaiPlay il nostro documentario su Marco, intitolato "Il Cielo del Pirata"

https://www.raiplay.it/programmi/ilcielodelpirata


aleph
Messaggi: 738
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2021, 22:24

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da aleph »

Grazie Rizz :clap: ;)


Avatar utente
nino58
Messaggi: 16273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nino58 »

Grazie Stefano :)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Gimbatbu
Messaggi: 9019
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

rizz23 ha scritto: mercoledì 27 marzo 2024, 9:52 Per chi se lo fosse perso e/o magari si chiedeva che fine avesse fatto, è di nuovo e (spero) definitivamente online su RaiPlay il nostro documentario su Marco, intitolato "Il Cielo del Pirata"

https://www.raiplay.it/programmi/ilcielodelpirata
:clap: :)


Avatar utente
Principe
Messaggi: 386
Iscritto il: venerdì 20 novembre 2015, 5:25

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Principe »

Caro Rizzzzzzzzzzzzzz,

premesso che secondo me devi cambiare lavoro, possibile che nel documentario non si dica come è morto Pantani? "Edema polmonare, edema celebrale, overdasone di ansiolitici..." ma la verità la teniamo nascosta? E' giornalismo questo?

Non avete raccontato la fragilità dell'uomo. Nella vita capita di perdersi, di avere momenti in non si ritrova la bussola, in cui ci si fa prendere dallo sconforto, sarebbe stato meglio se aveste raccontato anche quella parte della storia. Così è una storia monca.


«L'amore trionfa sempre sull'odio e sull'invidia» S.B.
Rispondi