Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
rododendro
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 4 agosto 2020, 15:35

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da rododendro »

Poohbook ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:43
rododendro ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:38 Benissimo Ciccone bene Remco però, mi permetta, " le palle " stanno sicuramente in Danimarca, non voglio perdermi in elucubrazioni ormai inutili ma in ospedale c'è stato e per fare quello che ha fatto oggi...a prescindere da come finisca il Tour..
Commento vergognoso.....invece Pogi non sa manco come sono fatti gli ospedali, vero?
Punto primo mi riferivo solo e soltanto al commento si Renco dopo la tappa degli sterrati e non ad altro, poi se per te l'infortunio di Pogi e quello di Vinge sono identici fai pure, sulle questioni mediche non mi espongo mai perché non ne so abbastanza...


Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 4276
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pafer1 »

febbra ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:15 Sarò poco politically correct ma a me è sembrato che Pogacar abbia voluto far vincere Vingegaard. Per me lo sloveno resta favorito. :sherlock:

:hippy:
Ha dato questa sensazione nell'intervista, ma non significa nulla. La volatina e' stata sincera, altroche'.


Joannes Muller
Messaggi: 548
Iscritto il: sabato 9 luglio 2022, 23:25

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Joannes Muller »

Pantani the best ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:47

Le ultime parole famose. :diavoletto:
nessuno ha al sfera di cristallo.
Sempre della stessa opinione su Remco ?


Avatar utente
Road Runner
Messaggi: 2842
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Road Runner »

Ultimo km ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:12
Road Runner ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:10 A onor del vero bisogna dire che Vingegard, se non gli avesse tirato la discesa Roglic, sarebbe arrivato giù con
un minuto di ritardo, e anche molto più stanco per aver dovuto spendere anche in discesa, come Pogacar.
Ergo, non avrebbe più avuto energie per andarlo a riprendere, e non lo avrebbe più ripreso.
Per ora a Vigegard, in questo Tour, sta girando tutto sempre nel verso giusto..
Poi sulla penultima salita Vingegaard ha staccato Roglic di netto ed ha ripreso Pogacar.
È lo scalatore più forte al mondo da almeno 2 anni.
Si, soprattutto quando riesce a fare una quindicina di chilometri a ruota, pilotato da altri, e ad attaccare quindi la salita da fresco..


Tommeke92
Messaggi: 3561
Iscritto il: lunedì 24 maggio 2021, 0:23

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tommeke92 »

febbra ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:15 Sarò poco politically correct ma a me è sembrato che Pogacar abbia voluto far vincere Vingegaard. Per me lo sloveno resta favorito. :sherlock:

:hippy:
:shock:

Era cotto come una pera. Nello sprint si è alzato due volte e riseduto subito.


Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 10864
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta »

Mi aspettavo Remco garibaldino e Tadej attento, e invece Tadej prova a fare saltare il banco e Remco fa il calcolatore. Oggi per Tadej era importante vincere e prendete l'abbuono, non stravincere... E adesso ha iniettato fiducia e consapevolezza a Vinto che sarà a mille.
Saranno delle tappe bellissime sui monti, meglio per noi :)


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:46
Poohbook ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:40
lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:37 Tappa epica.
Pogacar arrivato cotto, mazzata morale.

Vingegaard fenomeno.

Adesso però spero che la smetta di dire al mondo che si era distrutto tutto e che abbia rischiato di morire, perché mi pare che non è proprio così che sono andate le cose.
Quindi mettiamo in dubbio anche che sia stato in terapia intensiva etc etc. L'anno scorso per lo sloveno non si dicevano queste cose con il polso rotto. Anzi.....
La terapia intensiva dipende da cosa si utilizza a fare.
Per recuperare da uno pneumotorace ci sta, ma tutto il resto che si sarebbe dovuto essere rotto?
Hanno pure detto che aveva un polmone perforato con versamento di sangue.
Di sicuro non è stato un mese senza bici.

La riprova ce l'hai con Van Aert, stesso infortunio più o meno e non va neanche a spinta.
A meno che in Visma, come già detto da qualcuno qualche giorno fa, non abbiano utilizzato un metodo di guarigione radioattivo che funziona solo con Vingo e non con Wout.
Non tutti i fisici rispondono allo stesso modo alla stessa cura.
Ci sono stati calciatori che per un crociato rotto sono stati fuori 4 mesi, altri 6, altri 8 e altri che non sono mai tornati come prima.
Non tutti rispondono allo stesso modo alla stessa preparazione.
Magari uno dopo un mese di preparazione già vola e un altro fa più fatica a trovare la forma.
Non tutti hanno la stessa forza di volontà di allenarsi duro anche sul dolore.


ciclistapazzo
Messaggi: 3643
Iscritto il: lunedì 29 maggio 2017, 17:39

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da ciclistapazzo »

Pensavo che con Froome questo sport avesse raggiunto i limiti di credibilità, ma presto il danese radioactivo riuscirà a battere Philippsen in volata al Tour.


Tommeke92
Messaggi: 3561
Iscritto il: lunedì 24 maggio 2021, 0:23

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tommeke92 »

Pelaman ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:37 Per me Vingegaard gliel' ammolla.
Sullo scatto non ce n'è per nessuno ma sul passo il danese è più forte.
Poi pogacar è davvero incapace di correre di rimessa.
Ha fatto il mega attacco per poi guadagnare solo i secondi di abbuono in pratica: poteva fare lo scattino alla roglic e quei secondi li prendeva uguale col minimo sforzo.
Ora comunque ha la certezza che Vingegaard va come lui se non di più, chissà se sulle prossime tappe gioca d' intelligenza o se si incaponisce di attaccarlo per forza.
Grandissimo Remco comunque che in pratica è quasi arrivato con loro.
Il mega attacco ovviamente non l'ha fatto per prendere l'abbuono, non è mica scemo. Lo ha fatto per provare a mettere Vingegaard ko. Gli è andata male.


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 9773
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Oggi saltato male Bilbao, giunto a quasi 40 minuti. In cronaca si ipotizzava un virus in casa Bahrain, è una possibilità.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Merlozoro
Messaggi: 10137
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Merlozoro »

Arrivato Fred Wright fuori tempo massimo...in casa Bahrain stanno tutti male mi sa


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000
frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Road Runner ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:10 A onor del vero bisogna dire che Vingegard, se non gli avesse tirato la discesa Roglic, sarebbe arrivato giù con
un minuto di ritardo, e anche molto più stanco per aver dovuto spendere anche in discesa, come Pogacar.
Ergo, non avrebbe più avuto energie per andarlo a riprendere, e non lo avrebbe più ripreso.
Per ora a Vigegard, in questo Tour, sta girando tutto sempre nel verso giusto..
Vingegaard é stato intelligente ad aspettare roglic evitando di spingere sul tratto in falsopiano e sfruttarne il lavoro in discesa per poi dare tutto in salita.
Roglic dal canto suo doveva provare a staccare remco per il podio quindi ci sta che abbia tirato lui la discesa


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

PassistaScalatore ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:22
febbra ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:15 Sarò poco politically correct ma a me è sembrato che Pogacar abbia voluto far vincere Vingegaard. Per me lo sloveno resta favorito. :sherlock:

:hippy:
Basta avere gli occhi per capire che non è andata così.

Pogacar si conferma il migliore nello sforzo massimale anaerobico di breve durata, Vingegaard non voleva lasciarlo andare a 30 dall'arrivo, però quando si tratta di stare in soglia per più di 20 minuti le qualità del danese emergono.
Se la penultima salita fosse stata più ripida e non un 5.5% di media, oggi Vingegaard lo avrebbe staccato. Si è visto invece che, quando si sono ricongiunti, hanno calato nettamente il ritmo e si sono controllati, sapendo che ormai i distacchi non si potevano più fare.

Pogacar ha cercato di dare il colpo del ko ma Vingegaard ha fatto capire che è tornato lui, ancora più della settimana scorsa.
Roglic non è saltato per suo demerito, semplicemente l'avversario ha fatto un passo insostenibile.

Su un Pogacar appannato rispetto all'anno scorso, non credo proprio. Ricordiamoci che nel 2023 non c'erano né Roglic né Evenepoel. Con il parterre dell'anno scorso, i primi inseguitori sarebbero arrivati a quasi 2 minuti.
Se Pogacar e Vingegaard si sarebbero dati cambi regolari a tutta si beccavano un minuto abbondante pure Remco e roglic.
Gli ultimi 10km li hanno fatti col freno a mano tirato.


Erinnerung
Messaggi: 1332
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Erinnerung »

Forse con la corazzata che ha la UAE e un Almeida ( o Yates) che erano pure vicini in classifica io avrei giocato la carta della seconda punta che parte in anticipo. Per costringere Vingegaard e la Visma ad inseguire..
Così l’ha messa di nuovo 1 contro 1, e forse Pogi sperava che il danese non fosse così in palla.
La verità, poche storie, è che Jonas È al 100%.
L’ha detto la Visma a maggio. “Lo portiamo solo se è al 100%”.
E adesso sono cazzi.
Detto ciò, la grandezza di Tadej è che le responsabilità se le prende, e non ha paura di attaccare.
E ci fa divertire..però così si può perdere.
Ultima modifica di Erinnerung il mercoledì 10 luglio 2024, 17:47, modificato 3 volte in totale.


Pantani the best
Messaggi: 911
Iscritto il: martedì 26 luglio 2011, 12:30

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pantani the best »

Joannes Muller ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:25
Pantani the best ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:47

Le ultime parole famose. :diavoletto:
nessuno ha al sfera di cristallo.
Sempre della stessa opinione su Remco ?
Ovviamente si e i fatti oggi almeno su questo mi hanno dato ragione. Non ha il cambio di ritmo per stare dietro agli altri due, il suo essere diesel gli basta per limitare i danni ma non per stare con loro che a differenza sua sono dei turbo-diesel. In generale anche oggi la strada ha dimostrato che in salita Pogacar e Vingegaard ne hanno di più.
Ultima modifica di Pantani the best il mercoledì 10 luglio 2024, 17:49, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 9773
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Pantani the best ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:36
Joannes Muller ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:25
Pantani the best ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:47

Le ultime parole famose. :diavoletto:
nessuno ha al sfera di cristallo.
Sempre della stessa opinione su Remco ?
Ovviamente si è i fatti oggi almeno su questo mi hanno dato ragione. Non ha il cambio di ritmo per stare dietro agli altri due, il suo essere diesel gli basta per limitare i danni ma non per stare con loro che a differenza sua sono dei turbo-diesel. In generale anche oggi la strada ha dimostrato che in salita Pogacar e Vingegaard ne hanno di più.
Vabbé, ti stai pur sempre confrontando con uno che considera Vauquelin superiore a Ciccone in salita, nonostante continui ad inanellare una mezz'ora dietro l'altra in determinate tappe :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: Puoi dormire sonni tranquilli. ;) Per il resto, come avevo detto prima, finora la gestione ragionata ha consentito e sta consentendo a Remco di restare pienamente in zona podio.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8456
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

febbra ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:15 Sarò poco politically correct ma a me è sembrato che Pogacar abbia voluto far vincere Vingegaard. Per me lo sloveno resta favorito. :sherlock:

:hippy:
Ma proprio no


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Remco é un fenomeno, ha avuto la sfiga di trovare sul suo percorso due extraterrestri.
Si difende pure bene ma realisticamente se il bersaglio fosse lui, gli altri due gli rifilerebbero minuti a ogni tappa dura.
Anche dovessero mettere 120km a crono quanto potrebbe guadagnare? 2-3 minuti? Non gli sarebbero assolutamente sufficienti a difendersi da questi due mostri.

Al netto di miglioramenti grossi in salita potrà vincere qualche giro o vuelta correndo alla Dumoulin, se non ci sono tra i piedi quei due.


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8456
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Liars75 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:43 Intervista a Vinge da leggenda
Che disse?


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

Che dedica la vittoria alla famiglia
Come sempre molto umile e piedi a terra l'asso danese


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8456
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Road Runner ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:10 A onor del vero bisogna dire che Vingegard, se non gli avesse tirato la discesa Roglic, sarebbe arrivato giù con
un minuto di ritardo, e anche molto più stanco per aver dovuto spendere anche in discesa, come Pogacar.
Ergo, non avrebbe più avuto energie per andarlo a riprendere, e non lo avrebbe più ripreso.
Per ora a Vigegard, in questo Tour, sta girando tutto sempre nel verso giusto..
Interpretazione un filino di parte, discesa o non discesa è andato come una moto sulla salita dove l'ha ripreso, da solo magari lo riprendeva 100m dopo


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 8456
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

il_panta ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:21
Fabioilpazzo ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:59 Ah Primoz accreditato con lo stesso tempo di Remco, nella sfortuna gli è andata di culo.
Assurdo, che decisione demenziale. Praticamente Roglic poteva fare l'ultimo pezzo a spasso, tanto c'era Remco (il suo principale rivale per il podio) a farla a tutta per lui.
Quoto, assurda ed ingiusta decisione. Scandalosa oserei dire


tracciolino
Messaggi: 37
Iscritto il: martedì 13 settembre 2011, 12:07

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da tracciolino »

Sul Pertus Vingegaard 30 secondi meglio di Pogacar, a sua volta 18 secondi meglio di Evenepoel e Roglic (da velofacts su x.com).. Fossero stati insieme forse Pogacar sarebbe finito pure staccato :(

Disparità di w/kg solita: Vingegaard 6.9w/kg, Pogacar 6.6w/kg su ~12 minuti
Ultima modifica di tracciolino il mercoledì 10 luglio 2024, 17:49, modificato 1 volta in totale.


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Hanno stracciato i record di scalata su ogni salita.
Pure sull'ultima fatta a mezzo gas.
Vanno come moto altro che Pogacar sta pagando le fatiche del giro.


Erinnerung
Messaggi: 1332
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Erinnerung »

frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:46 Hanno stracciato i record di scalata su ogni salita.
Pure sull'ultima fatta a mezzo gas.
Vanno come moto altro che Pogacar sta pagando le fatiche del giro.
E Vingegaard va come l’anno scorso.
È al 100%, poche storie


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 26798
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Erinnerung ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:35
Detto ciò, la grandezza di Tadej è che le responsabilità se le prende, e non ha paura di attaccare.
E ci fa divertire..però così si può perdere.
Ma Tadej è il miglior corridore al mondo, forte in ogni ambito, con carattere e attributi. Vingegaard ha altre caratteristiche che a mio avviso lo rendono preferibile sulle tre settimane.

Godiamoceli entrambi, godiamoci questi scontri epici, questi Tour terribilmente belli, incesti e combattuti. Godiamoci sto spettacolo, che non sta scritto da nessuna parte che fra 5 o 10 anni sarà di nuovo così.


Cobblestone 2012, 2013,2018 & 2021 - 1° Classifica Generale
Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

Allora, adesso mettiamoci nei panni del d.s. della Visma
Domani e Venerdì, tutto accanto al capitano, a scortarlo nei finali e lungo la piana francese
Sabato, uno buono deve andare all'attacco : un attacco di almeno 5/6
Buoni chi : Benoot, Keldermann, Jorgenson o WVA
Questi devono provare un ognuna delle cinque tappe dure rimaste al Tour
E Vinge scaldarsi per provare a staccare l'asso sloveno
Dove?
In cima al Tourmalet, con un compagno di squadra a seguirlo, o all'inizio di Pla d'Adet, facendola a tutta con il ritmo impressionante che ha dimostrato tornare ad avere.
Discorso simile per il tappone di domenica, un tentativo sul duro col d'Agnes, sempre con un compagno davanti, quindi a tutta dalla base del Plateau de Beille in alternativa
Se avrá meno di un minuto alla fine del week end Pirenaico , allora si, sarebbe 50/50
Lo stacca Pogi, sullo scatto no, sul passo forse (secondo me se Pogi si gestisce parsimonioso alla fine neanche), ma quelle, soprattutto gli inizi di quei due lunghi e duri arrivi in salita dei Pirenei che ci aspettano sono i momenti in cui il danese deve provare a forzare.
Tipo una cronoscalata, tipo il Pirata a Courchevel 2000.


lucks83
Messaggi: 4959
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da lucks83 »

frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:27
lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:46
Poohbook ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:40
Quindi mettiamo in dubbio anche che sia stato in terapia intensiva etc etc. L'anno scorso per lo sloveno non si dicevano queste cose con il polso rotto. Anzi.....
La terapia intensiva dipende da cosa si utilizza a fare.
Per recuperare da uno pneumotorace ci sta, ma tutto il resto che si sarebbe dovuto essere rotto?
Hanno pure detto che aveva un polmone perforato con versamento di sangue.
Di sicuro non è stato un mese senza bici.

La riprova ce l'hai con Van Aert, stesso infortunio più o meno e non va neanche a spinta.
A meno che in Visma, come già detto da qualcuno qualche giorno fa, non abbiano utilizzato un metodo di guarigione radioattivo che funziona solo con Vingo e non con Wout.
Non tutti i fisici rispondono allo stesso modo alla stessa cura.
Ci sono stati calciatori che per un crociato rotto sono stati fuori 4 mesi, altri 6, altri 8 e altri che non sono mai tornati come prima.
Non tutti rispondono allo stesso modo alla stessa preparazione.
Magari uno dopo un mese di preparazione già vola e un altro fa più fatica a trovare la forma.
Non tutti hanno la stessa forza di volontà di allenarsi duro anche sul dolore.
Sono d'accordo su tutto, ma esistono anche oltre 100 anni di storie del ciclismo e di preparazione fisica che dicono che l, se stai fermo un mese così ridosso di un GT, non hai nessuna possibilità di raggiungere questa forma.

Ergo non è stati fermo un mese, ergo molto probabilmente l'infortunio non era così drammatico.

Altrimenti dal prossimo anno tutti i ciclisti vanno un mese al mare tra metà aprile e metà maggio e poi si allenano 45 giorni e si presentano al Tour più forti che mai.


Tommeke92
Messaggi: 3561
Iscritto il: lunedì 24 maggio 2021, 0:23

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tommeke92 »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:50
Erinnerung ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:35
Detto ciò, la grandezza di Tadej è che le responsabilità se le prende, e non ha paura di attaccare.
E ci fa divertire..però così si può perdere.
Ma Tadej è il miglior corridore al mondo, forte in ogni ambito, con carattere e attributi. Vingegaard ha altre caratteristiche che a mio avviso lo rendono preferibile sulle tre settimane.

Godiamoceli entrambi, godiamoci questi scontri epici, questi Tour terribilmente belli, incesti e combattuti. Godiamoci sto spettacolo, che non sta scritto da nessuna parte che fra 5 o 10 anni sarà di nuovo così.
Va bene lo spettacolo, ma non stiamo esagerando un po'? :diavoletto:

Per il resto, perfettamente d'accordo.


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 26798
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Tommeke92 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:54
Tranchée d'Arenberg ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:50
Erinnerung ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:35
Detto ciò, la grandezza di Tadej è che le responsabilità se le prende, e non ha paura di attaccare.
E ci fa divertire..però così si può perdere.
Ma Tadej è il miglior corridore al mondo, forte in ogni ambito, con carattere e attributi. Vingegaard ha altre caratteristiche che a mio avviso lo rendono preferibile sulle tre settimane.

Godiamoceli entrambi, godiamoci questi scontri epici, questi Tour terribilmente belli, incesti e combattuti. Godiamoci sto spettacolo, che non sta scritto da nessuna parte che fra 5 o 10 anni sarà di nuovo così.
Va bene lo spettacolo, ma non stiamo esagerando un po'? :diavoletto:

Per il resto, perfettamente d'accordo.
Porca puttana il correttore automatico. Ovviamente era "incerti"


Cobblestone 2012, 2013,2018 & 2021 - 1° Classifica Generale
rododendro
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 4 agosto 2020, 15:35

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da rododendro »

rododendro ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:23
Poohbook ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:43
rododendro ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:38 Benissimo Ciccone bene Remco però, mi permetta, " le palle " stanno sicuramente in Danimarca, non voglio perdermi in elucubrazioni ormai inutili ma in ospedale c'è stato e per fare quello che ha fatto oggi...a prescindere da come finisca il Tour..
Commento vergognoso.....invece Pogi non sa manco come sono fatti gli ospedali, vero?
Punto primo mi riferivo solo e soltanto al commento si Renco dopo la tappa degli sterrati e non ad altro, poi se per te l'infortunio di Pogi e quello di Vinge sono identici fai pure, sulle questioni mediche non mi espongo mai perché non ne so abbastanza...
A fortiori, avevo citato Vinge subito dopo Remco proprio per il riferimento diretto alle parole del belga ma non è bastato, non ci pensavo manco lontanamente a fare un paragone con Pogi, certo mai mi sarei aspettato che Vinge potesse mai vincere una tappa al Tour, pensavo proprio che non lo corresse, ecco il perché del commento, avverto subito che sono un tifoso di Pogi della prima ora da quando fece i numeri alla sua prima Vuelta non riuscirete mai a farmelo rimanere antipatico..


Tommeke92
Messaggi: 3561
Iscritto il: lunedì 24 maggio 2021, 0:23

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tommeke92 »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:57
Tommeke92 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:54
Tranchée d'Arenberg ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:50

Ma Tadej è il miglior corridore al mondo, forte in ogni ambito, con carattere e attributi. Vingegaard ha altre caratteristiche che a mio avviso lo rendono preferibile sulle tre settimane.

Godiamoceli entrambi, godiamoci questi scontri epici, questi Tour terribilmente belli, incesti e combattuti. Godiamoci sto spettacolo, che non sta scritto da nessuna parte che fra 5 o 10 anni sarà di nuovo così.
Va bene lo spettacolo, ma non stiamo esagerando un po'? :diavoletto:

Per il resto, perfettamente d'accordo.
Porca puttana il correttore automatico. Ovviamente era "incerti"
:D


Liars75
Messaggi: 140
Iscritto il: lunedì 14 agosto 2023, 9:22

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Liars75 »

ciclistapazzo ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:29 Pensavo che con Froome questo sport avesse raggiunto i limiti di credibilità, ma presto il danese radioactivo riuscirà a battere Philippsen in volata al Tour.
Mah!


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:53
frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:27
lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:46
La terapia intensiva dipende da cosa si utilizza a fare.
Per recuperare da uno pneumotorace ci sta, ma tutto il resto che si sarebbe dovuto essere rotto?
Hanno pure detto che aveva un polmone perforato con versamento di sangue.
Di sicuro non è stato un mese senza bici.

La riprova ce l'hai con Van Aert, stesso infortunio più o meno e non va neanche a spinta.
A meno che in Visma, come già detto da qualcuno qualche giorno fa, non abbiano utilizzato un metodo di guarigione radioattivo che funziona solo con Vingo e non con Wout.
Non tutti i fisici rispondono allo stesso modo alla stessa cura.
Ci sono stati calciatori che per un crociato rotto sono stati fuori 4 mesi, altri 6, altri 8 e altri che non sono mai tornati come prima.
Non tutti rispondono allo stesso modo alla stessa preparazione.
Magari uno dopo un mese di preparazione già vola e un altro fa più fatica a trovare la forma.
Non tutti hanno la stessa forza di volontà di allenarsi duro anche sul dolore.
Sono d'accordo su tutto, ma esistono anche oltre 100 anni di storie del ciclismo e di preparazione fisica che dicono che l, se stai fermo un mese così ridosso di un GT, non hai nessuna possibilità di raggiungere questa forma.

Ergo non è stati fermo un mese, ergo molto probabilmente l'infortunio non era così drammatico.

Altrimenti dal prossimo anno tutti i ciclisti vanno un mese al mare tra metà aprile e metà maggio e poi si allenano 45 giorni e si presentano al Tour più forti che mai.
Si infatti credo anch'io che l'infortunio non era così grave.
Almeno per quanto riguarda i danni polmonari.
Da danni polmonari seri non recuperi in così poco neanche se sei Superman.
Sarà tornato in bici appena dimesso dall'ospedale e non escludo neanche che abbia fatto i rulli pure dentro l'ospedale.
Se stai fermo 1 mese perdi anche importanti masse muscolari oltre che condizione, e non la recuperi al 100% con un mese di allenamento in nessun pianeta.
Secondo me é un mix di entrambe le cose, predisposizione fisica e mentale eccezionale di vingegaard, cure top (come saranno state top quelle garantite a van aert) e un po' di pretattica facendo passare l'infortunio (serio per carità), per qualcosa di più grave.
Alla fine di tutto vingegaard non sarà arrivato al 101%, magari non ha avuto tempo di preparare gran che le crono, ma sicuramente non era al 60-70-80%.
Se non era al 100% é partito al 97-98%, oggi é al 100 e la prossima settimana potrebbe essere al 101.
L'unica incognita é che a un certo punto pure il suo super fisico potrebbe dire basta e lasciarlo a piedi in una giornata.


Tommeke92
Messaggi: 3561
Iscritto il: lunedì 24 maggio 2021, 0:23

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tommeke92 »

frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:02
lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:53
frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:27

Non tutti i fisici rispondono allo stesso modo alla stessa cura.
Ci sono stati calciatori che per un crociato rotto sono stati fuori 4 mesi, altri 6, altri 8 e altri che non sono mai tornati come prima.
Non tutti rispondono allo stesso modo alla stessa preparazione.
Magari uno dopo un mese di preparazione già vola e un altro fa più fatica a trovare la forma.
Non tutti hanno la stessa forza di volontà di allenarsi duro anche sul dolore.
Sono d'accordo su tutto, ma esistono anche oltre 100 anni di storie del ciclismo e di preparazione fisica che dicono che l, se stai fermo un mese così ridosso di un GT, non hai nessuna possibilità di raggiungere questa forma.

Ergo non è stati fermo un mese, ergo molto probabilmente l'infortunio non era così drammatico.

Altrimenti dal prossimo anno tutti i ciclisti vanno un mese al mare tra metà aprile e metà maggio e poi si allenano 45 giorni e si presentano al Tour più forti che mai.
Si infatti credo anch'io che l'infortunio non era così grave.
Almeno per quanto riguarda i danni polmonari.
Da danni polmonari seri non recuperi in così poco neanche se sei Superman.
Sarà tornato in bici appena dimesso dall'ospedale e non escludo neanche che abbia fatto i rulli pure dentro l'ospedale.
Se stai fermo 1 mese perdi anche importanti masse muscolari oltre che condizione, e non la recuperi al 100% con un mese di allenamento in nessun pianeta.
Secondo me é un mix di entrambe le cose, predisposizione fisica e mentale eccezionale di vingegaard, cure top (come saranno state top quelle garantite a van aert) e un po' di pretattica facendo passare l'infortunio (serio per carità), per qualcosa di più grave.
Alla fine di tutto vingegaard non sarà arrivato al 101%, magari non ha avuto tempo di preparare gran che le crono, ma sicuramente non era al 60-70-80%.
Se non era al 100% é partito al 97-98%, oggi é al 100 e la prossima settimana potrebbe essere al 101.
L'unica incognita é che a un certo punto pure il suo super fisico potrebbe dire basta e lasciarlo a piedi in una giornata.
Tra tutte le cose lette al riguardo mi pare una delle più plausibili.


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Pino_82 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:51 Allora, adesso mettiamoci nei panni del d.s. della Visma
Domani e Venerdì, tutto accanto al capitano, a scortarlo nei finali e lungo la piana francese
Sabato, uno buono deve andare all'attacco : un attacco di almeno 5/6
Buoni chi : Benoot, Keldermann, Jorgenson o WVA
Questi devono provare un ognuna delle cinque tappe dure rimaste al Tour
E Vinge scaldarsi per provare a staccare l'asso sloveno
Dove?
In cima al Tourmalet, con un compagno di squadra a seguirlo, o all'inizio di Pla d'Adet, facendola a tutta con il ritmo impressionante che ha dimostrato tornare ad avere.
Discorso simile per il tappone di domenica, un tentativo sul duro col d'Agnes, sempre con un compagno davanti, quindi a tutta dalla base del Plateau de Beille in alternativa
Se avrá meno di un minuto alla fine del week end Pirenaico , allora si, sarebbe 50/50
Lo stacca Pogi, sullo scatto no, sul passo forse (secondo me se Pogi si gestisce parsimonioso alla fine neanche), ma quelle, soprattutto gli inizi di quei due lunghi e duri arrivi in salita dei Pirenei che ci aspettano sono i momenti in cui il danese deve provare a forzare.
Tipo una cronoscalata, tipo il Pirata a Courchevel 2000.
Ma quale tourmalet dai
Ha un minutino d'attacco e nelle 4 tappe dure sono 60 km circa di salite finali per attaccare.
Gli basta partire ai -4-5 delle ultime salite.
Da vedere se Pogacar riesce correndo sulla difensiva a tenere le ruote sul ritmo di vingegaard.
Visto che comunque sono salite abbastanza pedalabile e se la differenza é minima é dura fare differenze.
Ma la mia impressione é che se Vingegaard gli fa 20 minuti a tutta se lo toglie di ruota.


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

Vinge per me è partito al 90%
Adesso è al 95%
Può crescere
(considerando il suo 100% quello fatto nella crono di Combloux)

Ma A, non sappiamo quanto fondo avrá
(e dovrà lottare da solo o quasi su tutte le montagne principali del Tour)
B deve essere al top per la terza settimana
Vinge del 2022 e 2023, al 100% un minuto su Pogi tra Bonette, Coullouile e crono di Nizza può riprenderglielo


drake
Messaggi: 1596
Iscritto il: sabato 13 luglio 2019, 14:38

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da drake »

Pafer1 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:54 La tappa di oggi fornisce una sola certezza: non e' il caso di tentare doppiette Giro-Tour.
Non è il caso di cercare di vincere il giro con 10 minuti sul secondo e una decina di podi di tappa... e attaccando dappertutto anche al Tour. Però è la sua bellezza e il suo limite... Va bene così:)
Quest'anno l'occasione era ghiotta con Jonas non al 100%, non so se avrà occasioni simili...

Comunque si vedrà, può succedere tutto e il contrario di tutto. Pogi può saltare, come Jonas può non avere il fondo per tre settimane... Chissà


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:06
Pino_82 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:51 Allora, adesso mettiamoci nei panni del d.s. della Visma
Domani e Venerdì, tutto accanto al capitano, a scortarlo nei finali e lungo la piana francese
Sabato, uno buono deve andare all'attacco : un attacco di almeno 5/6
Buoni chi : Benoot, Keldermann, Jorgenson o WVA
Questi devono provare un ognuna delle cinque tappe dure rimaste al Tour
E Vinge scaldarsi per provare a staccare l'asso sloveno
Dove?
In cima al Tourmalet, con un compagno di squadra a seguirlo, o all'inizio di Pla d'Adet, facendola a tutta con il ritmo impressionante che ha dimostrato tornare ad avere.
Discorso simile per il tappone di domenica, un tentativo sul duro col d'Agnes, sempre con un compagno davanti, quindi a tutta dalla base del Plateau de Beille in alternativa
Se avrá meno di un minuto alla fine del week end Pirenaico , allora si, sarebbe 50/50
Lo stacca Pogi, sullo scatto no, sul passo forse (secondo me se Pogi si gestisce parsimonioso alla fine neanche), ma quelle, soprattutto gli inizi di quei due lunghi e duri arrivi in salita dei Pirenei che ci aspettano sono i momenti in cui il danese deve provare a forzare.
Tipo una cronoscalata, tipo il Pirata a Courchevel 2000.
Ma quale tourmalet dai
Ha un minutino d'attacco e nelle 4 tappe dure sono 60 km circa di salite finali per attaccare.
Gli basta partire ai -4-5 delle ultime salite.
Da vedere se Pogacar riesce correndo sulla difensiva a tenere le ruote sul ritmo di vingegaard.
Visto che comunque sono salite abbastanza pedalabile e se la differenza é minima é dura fare differenze.
Ma la mia impressione é che se Vingegaard gli fa 20 minuti a tutta se lo toglie di ruota.
Si, può anche staccarlo sull'ultima salita
Ma c'è un però grande come una casa
Chi fa il ritmo e la corsa dura prima?
I Visma?
Mah, per me anche se si spremono, Ayuso, Yates e Almeida restano nei quindici
Un gregario che riduce quei quindici che Jorgenson può isolare, non vi è (il Kuss dello scorso anno per intenderci)

Quindi con tappe non a tutta, ma controllate, le solite fughe di coraggiosi sui grandi colli, anche se Vinge fa due cronoscalate stile Pirata Courchevel a tutta dai meno dieci di Pla d'Adet e dai meno quindici di Plateau de Beille, non so se bastino a staccare un Pogacar che si è gestito per il resto della tappa.
Vedremo, di certo deve fare il suo scatto, dove solo Pogi e Remco resistono, Remco dopo un km due al massimo è a rischio salto, quindi tirare dritto non voltarsi mai, fino ai 500 metri dall'arrivo, dove se non avrà staccato un super Pogi, ci potrà perdere anche quella manciata di secondi x tappa, che poi possono fare la differenza
Ad oggi, con questo distacco, do Pogi favorito x la vittoria finale, nonostante un Vinge stile Combloux alla crono finale (che sarà intorno ai cinquanta minuti, molto lunga)
Ultima modifica di Pino_82 il mercoledì 10 luglio 2024, 18:21, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 26798
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:02
lucks83 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:53
frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:27

Non tutti i fisici rispondono allo stesso modo alla stessa cura.
Ci sono stati calciatori che per un crociato rotto sono stati fuori 4 mesi, altri 6, altri 8 e altri che non sono mai tornati come prima.
Non tutti rispondono allo stesso modo alla stessa preparazione.
Magari uno dopo un mese di preparazione già vola e un altro fa più fatica a trovare la forma.
Non tutti hanno la stessa forza di volontà di allenarsi duro anche sul dolore.
Sono d'accordo su tutto, ma esistono anche oltre 100 anni di storie del ciclismo e di preparazione fisica che dicono che l, se stai fermo un mese così ridosso di un GT, non hai nessuna possibilità di raggiungere questa forma.

Ergo non è stati fermo un mese, ergo molto probabilmente l'infortunio non era così drammatico.

Altrimenti dal prossimo anno tutti i ciclisti vanno un mese al mare tra metà aprile e metà maggio e poi si allenano 45 giorni e si presentano al Tour più forti che mai.
Si infatti credo anch'io che l'infortunio non era così grave.
Almeno per quanto riguarda i danni polmonari.
Da danni polmonari seri non recuperi in così poco neanche se sei Superman.
Sarà tornato in bici appena dimesso dall'ospedale e non escludo neanche che abbia fatto i rulli pure dentro l'ospedale.
Se stai fermo 1 mese perdi anche importanti masse muscolari oltre che condizione, e non la recuperi al 100% con un mese di allenamento in nessun pianeta.
Secondo me é un mix di entrambe le cose, predisposizione fisica e mentale eccezionale di vingegaard, cure top (come saranno state top quelle garantite a van aert) e un po' di pretattica facendo passare l'infortunio (serio per carità), per qualcosa di più grave.
Alla fine di tutto vingegaard non sarà arrivato al 101%, magari non ha avuto tempo di preparare gran che le crono, ma sicuramente non era al 60-70-80%.
Se non era al 100% é partito al 97-98%, oggi é al 100 e la prossima settimana potrebbe essere al 101.
L'unica incognita é che a un certo punto pure il suo super fisico potrebbe dire basta e lasciarlo a piedi in una giornata.
Post tra i più lucidi degli ultimi tempi


Cobblestone 2012, 2013,2018 & 2021 - 1° Classifica Generale
Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 4276
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pafer1 »

drake ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:12
Pafer1 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 16:54 La tappa di oggi fornisce una sola certezza: non e' il caso di tentare doppiette Giro-Tour.
Non è il caso di cercare di vincere il giro con 10 minuti sul secondo e una decina di podi di tappa... e attaccando dappertutto anche al Tour.
La pretattica Visma, a mio avviso, aveva sostanzialmente questo obiettivo, farlo sbizzarrire al Giro (se avesse vinto con 5 minuti su Martinez e avesse concesso la tappa a Pellizzari, dubito che lo avremmo definito un brocco).


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

E deve anche stare attento Vinge, perché Pogi può sempre scattargli in viso, nel primo km di un eventuale azione del danese che cerca di sfiancare nel passo lo sloveno
Come nell'ultimo km, dove Pogi va a prendere qualche secondo quale ad esempio il Tour 2021 sui Pirenei
Nel mezzo, si decide il Tour
Deve saggiare la resistenza di Pogi , sull'intera salita, e deve cominciare a farlo dai Pirenei
Altrimenti, con due minuti sulle Alpi, e quell'ottica squadra che ha la UAE, potrebbe essere troppo tardi
Ultima modifica di Pino_82 il mercoledì 10 luglio 2024, 18:27, modificato 1 volta in totale.


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Pino_82 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:17
frcre ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:06
Pino_82 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 17:51 Allora, adesso mettiamoci nei panni del d.s. della Visma
Domani e Venerdì, tutto accanto al capitano, a scortarlo nei finali e lungo la piana francese
Sabato, uno buono deve andare all'attacco : un attacco di almeno 5/6
Buoni chi : Benoot, Keldermann, Jorgenson o WVA
Questi devono provare un ognuna delle cinque tappe dure rimaste al Tour
E Vinge scaldarsi per provare a staccare l'asso sloveno
Dove?
In cima al Tourmalet, con un compagno di squadra a seguirlo, o all'inizio di Pla d'Adet, facendola a tutta con il ritmo impressionante che ha dimostrato tornare ad avere.
Discorso simile per il tappone di domenica, un tentativo sul duro col d'Agnes, sempre con un compagno davanti, quindi a tutta dalla base del Plateau de Beille in alternativa
Se avrá meno di un minuto alla fine del week end Pirenaico , allora si, sarebbe 50/50
Lo stacca Pogi, sullo scatto no, sul passo forse (secondo me se Pogi si gestisce parsimonioso alla fine neanche), ma quelle, soprattutto gli inizi di quei due lunghi e duri arrivi in salita dei Pirenei che ci aspettano sono i momenti in cui il danese deve provare a forzare.
Tipo una cronoscalata, tipo il Pirata a Courchevel 2000.
Ma quale tourmalet dai
Ha un minutino d'attacco e nelle 4 tappe dure sono 60 km circa di salite finali per attaccare.
Gli basta partire ai -4-5 delle ultime salite.
Da vedere se Pogacar riesce correndo sulla difensiva a tenere le ruote sul ritmo di vingegaard.
Visto che comunque sono salite abbastanza pedalabile e se la differenza é minima é dura fare differenze.
Ma la mia impressione é che se Vingegaard gli fa 20 minuti a tutta se lo toglie di ruota.
Si, può anche staccarlo sull'ultima salita
Ma c'è un però grande come una casa
Chi fa il ritmo e la corsa dura prima?
I Visma?
Mah, per me anche se si spremono, Ayuso, Yates e Almeida restano nei quindici
Un gregario che riduce quei quindici che Jorgenson può isolare, non vi è (il Kuss dello scorso anno per intenderci)

Quindi con tappe non a tutta, ma controllate, le solite fughe di coraggiosi sui grandi colli, che Vinge faccia due cronoscalate stile Pirata Courchevel a tutta dai meno dieci di Pla d'Adet e dai meno quindici di Plateau de Beille, non so se bastino a staccare un Pogacar che si è gestito per il resto della tappa.
Vedremo, di certo deve fare il suo scatto, dove solo Pogi e Remco resistono, Remco dopo un km due al massimo è a rischio salto, quindi tirare dritto non voltarsi mai, fino ai 500 metri dall'arrivo, dove se non avrà staccato un super Pogi, ci potrà perdere anche quella manciata di secondi x tappa, che poi possono fare la differenza
Ad oggi, con questo distacco, do Pogi favorito x la vittoria finale, nonostante un Vinge stile Combloux alla crono finale (che sarà intorno ai cinquanta minuti, molto lunga)
Secondo me si un paio di cronoscalate di vingegaard lanciato da un paio di km a tutta di Keldermann e Jorgenson possono bastare e avanzare a recuperare quel distacco.
Poi é da vedere se Pogacar vuole correre davvero in difesa.
La testa di Tadej la conosciamo bene, magari pensa che é stata una giornata "no" oggi, che magari non si é alimentato bene e che dalla prossima tappa può tornare ad attaccare vingegaard.
Anche perché il vantaggio che ha non é che gli fa dormire sonni tranquilli in vista della crono finale.
Stento a credere che da ora in poi la UAE lasci l'onere della corsa sulle spalle della visma.
Anzi penso che continuerà a fare la corsa, con Pogacar che continuerà a provare a rosicchiare qualcosa, magari sfruttando la squadra e provandoci in cima alle ultime salite da una gittata più congrua alle sue caratteristiche in relazione a quelle di vingegaard.


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

Tipo la tappa di Superdevoluy
Salita dura ma corta il Noyer, un falsopiano di 4 km fino all'arrivo, prima poca roba
Li lo sloveno è netto favorito sulla carta


Pino_82
Messaggi: 5193
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2020, 17:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Pino_82 »

E poi c'è l'aspetto discese : Pogi sembra che quest'anno ne abbia di più del danese, magari nell' inconscio tira il freno dopo quello che è capitato
Ma Pogi in discesa, dopo un assolo dei suoi negli ultimi km di una montagna che non sia l'ultima se ne può andare
Ecco che Roglic che rimane in classifica e punta il podio, può ritornare utile, in discesa è molto più forte di Evenepoel e può collaborare con un Vinge che come oggi lascia sfogare l'asso sloveno in salita
Pogi lo sa, ma sa anche che sull'Ancizan è difficile andare via, così come sulla Colmaine, giusto sul Tourmalet e sulla Bonette (ed appunto il Noyer), ma su questi due Moloch sono cinquanta km ad andare all'arrivo, potrebbero ritorcergli contro come "tra virgolette" perché poi non ha perso niente, oggi


Erinnerung
Messaggi: 1332
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Erinnerung »

Assai interessanti le dichiarazioni di Tadej..
In soldoni:
1) non mi sento sconfitto ma è stato un pareggio
2) è chiaro che Jonas sta benissimo e si vede che è al 100%
3) l’ho aspettato sulla seconda salita perché vedevo che stava rimontando, io ho fatto più forte la prima, lui la seconda
4) ha fatto un bello sprint, ma io mi sono preparato più sulle grandi salite, per cui non vedo l’ora che arrivino le grandi montagne
😬🙄😁


frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Comunque basta un dato per fare capire quanto forte sono andati.
Vingegaard ha percorso i 381 metri di dislivello del col de pertus in 12 minuti e un secondo.
Ovvero a una Vam di 1903.
Dopo il Neronne fatto a tutta, dopo 180 km fatti fortissimo, tutto da solo, senza treno ad aprirgli la strada e scatti.

Ripeto ha fatto 1903 di vam dopo 180km a tutta e 11 giorni di corsa semplicemente salendo del suo passo.


Galois
Messaggi: 286
Iscritto il: giovedì 16 settembre 2021, 18:48

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da Galois »

Erinnerung ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:34 Assai interessanti le dichiarazioni di Tadej..
In soldoni:
1) non mi sento sconfitto ma è stato un pareggio
2) è chiaro che Jonas sta benissimo e si vede che è al 100%
3) l’ho aspettato sulla seconda salita perché vedevo che stava rimontando, io ho fatto più forte la prima, lui la seconda
4) ha fatto un bello sprint, ma io mi sono preparato più sulle grandi salite, per cui non vedo l’ora che arrivino le grandi montagne
😬🙄😁
1) mente
2) c'è da sperare che sia vero o sarà un monologo già dai Pierenei
3) ok
4) beh ma dubito che Jonas abbia preparato le salite brevi che invece sulla carta sono ben più congeniali a Pogi


Avatar utente
bicycleran
Messaggi: 948
Iscritto il: giovedì 4 marzo 2021, 16:42

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da bicycleran »

Erinnerung ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:34 Assai interessanti le dichiarazioni di Tadej..
In soldoni:
1) non mi sento sconfitto ma è stato un pareggio
2) è chiaro che Jonas sta benissimo e si vede che è al 100%
3) l’ho aspettato sulla seconda salita perché vedevo che stava rimontando, io ho fatto più forte la prima, lui la seconda
4) ha fatto un bello sprint, ma io mi sono preparato più sulle grandi salite, per cui non vedo l’ora che arrivino le grandi montagne
😬🙄😁
L'ultima mi sa di pretattica per non dare troppa fiducia all'avversario


Remco addict
frcre
Messaggi: 2944
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Tour 2024 - 11a tappa: Évaux-les-Bains - Le Lioran (211 Km)

Messaggio da leggere da frcre »

Pino_82 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 18:33 E poi c'è l'aspetto discese : Pogi sembra che quest'anno ne abbia di più del danese, magari nell' inconscio tira il freno dopo quello che è capitato
Ma Pogi in discesa, dopo un assolo dei suoi negli ultimi km di una montagna che non sia l'ultima se ne può andare
Ecco che Roglic che rimane in classifica e punta il podio, può ritornare utile, in discesa è molto più forte di Evenepoel e può collaborare con un Vinge che come oggi lascia sfogare l'asso sloveno in salita
Pogi lo sa, ma sa anche che sull'Ancizan è difficile andare via, così come sulla Colmaine, giusto sul Tourmalet e sulla Bonette (ed appunto il Noyer), ma su questi due Moloch sono cinquanta km ad andare all'arrivo, potrebbero ritorcergli contro come "tra virgolette" perché poi non ha perso niente, oggi
Pogacar in discesa é nella media
Non é un paracarro ma nemmeno un fenomeno, fa la differenza nei tratti in cui si spinge e rilancia ma per farlo deve fare una fatica enorme anche in discesa.
Nelle curve non é assolutamente un fenomeno, quando spinge si prende grossi rischi e sbaglia diverse curve.
Non é Nibali o pidcock.
Lui avrebbe anche la squadra per mandarne un paio davanti e provare la tattica di sganciarne un paio buoni in fuga partire ai -500 della penultima salita, creare un buchetto e ampliarlo in discesa per poi trovare i suoi compagni sul falsopiano.
Ma fin quando può ragionevolmente pensare di giocarsela faccia a faccia credo poco a una tattica del genere.


Rispondi