[2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Per raccontare le proprie avventure in bici, le uscite, gli allenamenti, le gare amatoriali e le gran fondo
Grammont63
Messaggi: 641
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 6 settembre 2020, 13:34

Dopo la pausa di domenica scorsa (umidità alle stelle per via di uno sgrullone di pioggia mattutino) stamattina giretto di 2h e 35m (i soliti 55 km) in solitaria sul solito percorso non lontano da casa.
Tutto sommato credevo peggio dopo le due settimane senza allenamento, purtroppo al momento la temperatura ancora non permette gli allenamenti serali sui rulli.


Per ora mi alleno in modo molto discontinuo...

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » lunedì 7 settembre 2020, 22:10

Appena sceso dal Pordoi virtuale, beccato da chi fa i video per Rouvy in un bellissimo momento (gran luce, neve a bordo strada verso il passo). Mi ha fatto tornare l'appetito, perché sui rulli non è una salita proprio banale (da Arabba)



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 3709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Bitossi » martedì 8 settembre 2020, 8:28

cauz. ha scritto:
lunedì 20 luglio 2020, 18:56
Bitossi ha scritto:
giovedì 16 luglio 2020, 14:11
Ho fatto un’offerta per un casco Bontrager. Via mail, giusto? ;)
Però, dubbio che mi è venuto scrivendo: come la mettiamo per le misure? :dubbio:
Grande.
I vincitori dell'asta forniranno le proprie misure che saranno comunicate a bontrager.
Ciao Philip, confermo di aver ricevuto il casco Bontrager. L’avrei preferito nero, ma anche bianco è bello, e comunque se l’è accaparrato la Mugliera! :diavoletto:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » mercoledì 9 settembre 2020, 21:26

Oggi una salita tra il Lazio e l'Abruzzo trovata su Rouvy per sentirmi un po' a casa (non che ci sia mai stato, ma il contesto mi è molto familiare). Non mi fido della rilevazione di potenza dei rulli sui vari software di simulazione, però se fossero valide oggi avrei fatto la mia miglior "prestazione" di sempre sui rulli. Considerato il contesto, sapere di essere in crescita (almeno dal punto di vista della potenza, la resistenza probabilmente sta colando a picco) è confortante. Domenica vado in bici pure se scoppia una guerra nucleare



herbie
Messaggi: 5103
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da herbie » giovedì 10 settembre 2020, 0:17

Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 9 settembre 2020, 21:26
Oggi una salita tra il Lazio e l'Abruzzo trovata su Rouvy per sentirmi un po' a casa (non che ci sia mai stato, ma il contesto mi è molto familiare). Non mi fido della rilevazione di potenza dei rulli sui vari software di simulazione, però se fossero valide oggi avrei fatto la mia miglior "prestazione" di sempre sui rulli. Considerato il contesto, sapere di essere in crescita (almeno dal punto di vista della potenza, la resistenza probabilmente sta colando a picco) è confortante. Domenica vado in bici pure se scoppia una guerra nucleare
esatto: non ti far fuorviare dalle sensazioni della sera o della mattina, non vogliono mai dire quasi nulla. Io dormo sempre poco prima di una trasferta, ma le sensazioni della sera e della mattina non hanno mai detto nulla di rilevante, anche se pessime.
L'importante è bere abbondante caffè prima di mettersi in auto per raggiungere la località di partenza del giro.



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6629
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Subsonico » sabato 12 settembre 2020, 0:50

herbie ha scritto:
giovedì 10 settembre 2020, 0:17
Beppugrillo ha scritto:
mercoledì 9 settembre 2020, 21:26
Oggi una salita tra il Lazio e l'Abruzzo trovata su Rouvy per sentirmi un po' a casa (non che ci sia mai stato, ma il contesto mi è molto familiare). Non mi fido della rilevazione di potenza dei rulli sui vari software di simulazione, però se fossero valide oggi avrei fatto la mia miglior "prestazione" di sempre sui rulli. Considerato il contesto, sapere di essere in crescita (almeno dal punto di vista della potenza, la resistenza probabilmente sta colando a picco) è confortante. Domenica vado in bici pure se scoppia una guerra nucleare
esatto: non ti far fuorviare dalle sensazioni della sera o della mattina, non vogliono mai dire quasi nulla. Io dormo sempre poco prima di una trasferta, ma le sensazioni della sera e della mattina non hanno mai detto nulla di rilevante, anche se pessime.
L'importante è bere abbondante caffè prima di mettersi in auto per raggiungere la località di partenza del giro.
Capitato domenica facendo la Padova - Belluno: mangiato poco a colazione, partenza nervosa, non andavo per niente fino ad Asolo. Poi ho finito in crescendo


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » sabato 12 settembre 2020, 6:56

Ieri una salita svizzera (Oberalppass) sui rulli. Non so perché, ma tutte le salite svizzere esercitano un grandissimo fascino su di me. Sono quasi sempre stradoni, tecnicamente più vicini ad un'autostrada che a una strada di montagna, ma i paesaggi mi attirano moltissimo e poi mi danno l'idea di avere delle pendenze molto vicine a quelle su cui mi trovo meglio. Non so ancora come, ma prima o poi farò qualche giro anche su queste salite



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 13 settembre 2020, 18:05

Oggi tornato presto, volevo fare un giro tranquillo (lunghezza media, salite facili) ma non ho avuto il tempo di studiarmelo, così ho un po' improvvisato, mi sono visto la planimetria su LaFlammeRouge ma senza studiare altimetrie e incroci e non è stata una grande idea. Partenza da Castel San Giovanni, Penice dal versante facile, Bobbio (fin qui tutto bene), poi mi sono trovato su una salita (chiamasi Sella dei Generali) che mi ha mandato nel pallone. Ho guardato ora i numeri (16 k al 6%), non sarebbe difficilissima, però il finale è una bastardata incredibile. A un certo punto c'è un incrocio e comincia un muro, l'asfalto diventa bruttino (poi pessimo nella prima parte della discesa) e in questo caso ci si è messa pure la temperatura, che è salita di 15 gradi rispetto a quando ero partito (non tutta insieme ovviamente) e in 2 km ho finito l'acqua. Insomma, ho scollinato in confusione, con la nausea e il serbatoio vuoto a 90 km dalla macchina. Poi in discesa non capivo gli incroci così mi sono dovuto fermare due volte per aprire Google Maps, sosta pranzo (Kinder Bueno al costo di un piatto di tagliolini al tartufo), ritorno fino a Piacenza agevole. Da lì è cominciato il nuovo psicodramma, perché non capivo la strada. Prima mi sono trovato sulla rampa della tangenziale, poi su un drittone che pensavo andasse dritto verso Castel San Giovanni, invece tornava verso le colline (non mi oriento con tutta questa maledetta pianura). In pratica ho aggiunto 15-20 km e invece di rilassarmi sono tornato distrutto pure questa domenica (tra l'altro dopo 20 giorni di rulli all'inizio mi veniva da forzare il ritmo in salita e ovviamente non è che sia gratuito...)



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4467
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 14 settembre 2020, 18:01

L'altro giorno dopo anni ed anni ho fatto un giro su strada. Niente di che ovviamente, nuoto e vado molto in montagna ma non mi pare quell' allenamento abbia aiutato granchè.

L'idea era di fare il finale del Lombardia di qualche anno fa con arrivo a Bergano

Quello con S. Antonio-Miragolo-Selvino-citta alta. Giunto quasi morto a Selvino però ho capito che a Bergamo non sarei giunto vivo e me ne sono tornato a casa soffrendo tutte le pene dell'inferno e anche qualcosa di più. Non ho mai fatto una fatica del genere in vita mia, neppure quella volta che ero andato sul pizzo dei 3 signori il giorno dopo una sbronza micidiale e due ore di sonno.

Insomma credo sia la prima ed ultima volta che scrivo qui :mrgreen: :mrgreen:

PS: ovviamente non con bici da corsa, altrimenti non arrivavo manco a S. Antonio :diavoletto:



herbie
Messaggi: 5103
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da herbie » lunedì 14 settembre 2020, 23:15

chinaski89 ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 18:01
L'altro giorno dopo anni ed anni ho fatto un giro su strada. Niente di che ovviamente, nuoto e vado molto in montagna ma non mi pare quell' allenamento abbia aiutato granchè.

L'idea era di fare il finale del Lombardia di qualche anno fa con arrivo a Bergano

Quello con S. Antonio-Miragolo-Selvino-citta alta. Giunto quasi morto a Selvino però ho capito che a Bergamo non sarei giunto vivo e me ne sono tornato a casa soffrendo tutte le pene dell'inferno e anche qualcosa di più. Non ho mai fatto una fatica del genere in vita mia, neppure quella volta che ero andato sul pizzo dei 3 signori il giorno dopo una sbronza micidiale e due ore di sonno.

Insomma credo sia la prima ed ultima volta che scrivo qui :mrgreen: :mrgreen:

PS: ovviamente non con bici da corsa, altrimenti non arrivavo manco a S. Antonio :diavoletto:
cioè senza il minimo allenamento hai fatto S. Antonio Abbandonato, dico S. Antonio Abbandonato + Miragolo + l'ultima parte del Selvino lato pedalabile immagino con una MTB tipo quelle da 15 chili?
ahah... :P
ciclismo eroico



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4467
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da chinaski89 » martedì 15 settembre 2020, 6:47

herbie ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 23:15
chinaski89 ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 18:01
L'altro giorno dopo anni ed anni ho fatto un giro su strada. Niente di che ovviamente, nuoto e vado molto in montagna ma non mi pare quell' allenamento abbia aiutato granchè.

L'idea era di fare il finale del Lombardia di qualche anno fa con arrivo a Bergano

Quello con S. Antonio-Miragolo-Selvino-citta alta. Giunto quasi morto a Selvino però ho capito che a Bergamo non sarei giunto vivo e me ne sono tornato a casa soffrendo tutte le pene dell'inferno e anche qualcosa di più. Non ho mai fatto una fatica del genere in vita mia, neppure quella volta che ero andato sul pizzo dei 3 signori il giorno dopo una sbronza micidiale e due ore di sonno.

Insomma credo sia la prima ed ultima volta che scrivo qui :mrgreen: :mrgreen:

PS: ovviamente non con bici da corsa, altrimenti non arrivavo manco a S. Antonio :diavoletto:
cioè senza il minimo allenamento hai fatto S. Antonio Abbandonato, dico S. Antonio Abbandonato + Miragolo + l'ultima parte del Selvino lato pedalabile immagino con una MTB tipo quelle da 15 chili?
ahah... :P
ciclismo eroico
Claro MTB e sì mi piace sto genere di follia, però avevo sottovalutato la fatica che si fa in bicicletta, disumana!

Qualcosina per sentieri faccio, ma lì è diverso, Miragolo sembrava così facile spianata dai prof al Giro, c'è da dire che i rapportini da MTB sono molto friendly quando stai per morire e l'acido lattico annebbia la vista :D



herbie
Messaggi: 5103
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da herbie » martedì 15 settembre 2020, 13:31

chinaski89 ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 6:47
herbie ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 23:15
chinaski89 ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 18:01
L'altro giorno dopo anni ed anni ho fatto un giro su strada. Niente di che ovviamente, nuoto e vado molto in montagna ma non mi pare quell' allenamento abbia aiutato granchè.

L'idea era di fare il finale del Lombardia di qualche anno fa con arrivo a Bergano

Quello con S. Antonio-Miragolo-Selvino-citta alta. Giunto quasi morto a Selvino però ho capito che a Bergamo non sarei giunto vivo e me ne sono tornato a casa soffrendo tutte le pene dell'inferno e anche qualcosa di più. Non ho mai fatto una fatica del genere in vita mia, neppure quella volta che ero andato sul pizzo dei 3 signori il giorno dopo una sbronza micidiale e due ore di sonno.

Insomma credo sia la prima ed ultima volta che scrivo qui :mrgreen: :mrgreen:

PS: ovviamente non con bici da corsa, altrimenti non arrivavo manco a S. Antonio :diavoletto:
cioè senza il minimo allenamento hai fatto S. Antonio Abbandonato, dico S. Antonio Abbandonato + Miragolo + l'ultima parte del Selvino lato pedalabile immagino con una MTB tipo quelle da 15 chili?
ahah... :P
ciclismo eroico
Claro MTB e sì mi piace sto genere di follia, però avevo sottovalutato la fatica che si fa in bicicletta, disumana!

Qualcosina per sentieri faccio, ma lì è diverso, Miragolo sembrava così facile spianata dai prof al Giro, c'è da dire che i rapportini da MTB sono molto friendly quando stai per morire e l'acido lattico annebbia la vista :D
Avendo fatto questa esperienza piuttosto estrema ora ti sei, forse inavvertitamente, portato ad un solo passo dall' entrare nel tunnel, e parlo per esperienza personale di uno che in un pomeriggio assolato del 1994 si ritrovò disteso su un prato ai piedi di una salita, senza più forza per fare i 25 chilometri che mancavano a casa e convinto di non usare più una bici nemmeno per andare in paese.
Se non fai questo ulteriore passo che io feci allora, non tornerai in bici se non fra molti anni e salverai una quantità di ore della tua vita che nemmeno immagini. Se invece lo farai, tanti auguri... :D
Ora, in mente la fatica disumana fatta, potresti spegnere di nuovo la mente e rimetterti sulla tua MTB per fare un percorso simile all'altro giorno, da qualche altra parte, scacciando a ogni pedalata il pensiero del dolore fisico che probabilmente ti aspetta (d'altra parte lo fanno i corridori tutti i giorni questo esercizio mentale...). Ti accorgerai che la seconda volta la fatica è tutto sommato sopportabile.
Ma da lì potrebbe aprirsi il pericoloso baratro del vizio, della ricerca di sempre nuove salite da fare, nel quale purtroppo mi pare precipitato anche il buon Beppugrillo.... :(



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4467
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da chinaski89 » martedì 15 settembre 2020, 13:47

herbie ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 13:31
chinaski89 ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 6:47
herbie ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 23:15


cioè senza il minimo allenamento hai fatto S. Antonio Abbandonato, dico S. Antonio Abbandonato + Miragolo + l'ultima parte del Selvino lato pedalabile immagino con una MTB tipo quelle da 15 chili?
ahah... :P
ciclismo eroico
Claro MTB e sì mi piace sto genere di follia, però avevo sottovalutato la fatica che si fa in bicicletta, disumana!

Qualcosina per sentieri faccio, ma lì è diverso, Miragolo sembrava così facile spianata dai prof al Giro, c'è da dire che i rapportini da MTB sono molto friendly quando stai per morire e l'acido lattico annebbia la vista :D
Avendo fatto questa esperienza piuttosto estrema ora ti sei, forse inavvertitamente, portato ad un solo passo dall' entrare nel tunnel, e parlo per esperienza personale di uno che in un pomeriggio assolato del 1994 si ritrovò disteso su un prato ai piedi di una salita, senza più forza per fare i 25 chilometri che mancavano a casa e convinto di non usare più una bici nemmeno per andare in paese.
Se non fai questo ulteriore passo che io feci allora, non tornerai in bici se non fra molti anni e salverai una quantità di ore della tua vita che nemmeno immagini. Se invece lo farai, tanti auguri... :D
Ora, in mente la fatica disumana fatta, potresti spegnere di nuovo la mente e rimetterti sulla tua MTB per fare un percorso simile all'altro giorno, da qualche altra parte, scacciando a ogni pedalata il pensiero del dolore fisico che probabilmente ti aspetta (d'altra parte lo fanno i corridori tutti i giorni questo esercizio mentale...). Ti accorgerai che la seconda volta la fatica è tutto sommato sopportabile.
Ma da lì potrebbe aprirsi il pericoloso baratro del vizio, della ricerca di sempre nuove salite da fare, nel quale purtroppo mi pare precipitato anche il buon Beppugrillo.... :(
Niente di più facile sai? Mi blocca più che altro la morosa che in montagna è un cavolo di stambecco ma non regge 2 Km in bicicletta :diavoletto:

Di mio ammazzarmi di fatica mi piace, mi lascia una sensazione molto gradevole anche se tiro giù tutti i santi del calendario durante l'attività :D e faccio presto a sviluppare dipendenze in genere ;)



Luca90
Messaggi: 7481
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Luca90 » sabato 19 settembre 2020, 13:13

quest'anno dal 19 settembre 2019 al 19 settembre 2020 ho percorso con la mia mtb merida 978 km...

dal 2014...
19-9-14/19-9-15 1706 km
20-9-15/19-9-16 1005 km ( 2711 totali)
20-9-16/19-9-17 758 km (3469 totali)
20-9-17/ 19-9-18 708 km (4177 totali)
20-9-18/19-9-19 720 km ( 4897 totali)
20-9-19/ 19-9-20 978 km ( 5875 totali)


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
201(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019( 16°):Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8, Giro dell'Emilia
2020( ) : Settimana Coppi e Bartali

nikybo85
Messaggi: 3484
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da nikybo85 » sabato 19 settembre 2020, 23:54

E Sellaronda fu' :worthy:
Alla fine dopo molte indecisioni e consigliato nonché spinto dai colleghi pedalatori del forum abbiamo affrontato, io ed il mio socio di pedalate, il Sellaronda.
Alloggiamo a Canazei per cui il punto di partenza è stato da un noleggio qui in paese.
Versante antiorario con Pordoi per primo con seguenti Campolongo Gardena e Sella, quello che dovrebbe esser più facile: lo avevamo letto da qualche parte e così mi è sembrato a vedere le discese.
L'andatura non poteva esser che prudente, non avendo mai fatto una sequenza del genere, abbiamo concluso a quasi 15 di media, posso comunque dire alla fine che non è neanche il giro più difficile che abbia fatto quest'anno...forse perché la temperatura avuta oggi era ideale, al contrario di tutti i giri fatti nella calura (o nel vento) sarda.
Poi vabbè dei paesaggi non sto neanche a dirvelo..vista l'andatura ne ho potuto godere a piene mani.
Abbiamo usato delle Mtb e la gente, ragazzo del noleggio in primis, ci guardava come fossimo dei pazzi, però non ci sembrava il caso di utilizzare una bdc per la prima volta proprio in un giro del genere.
Comunque troppo troppo traffico, pensavo che ormai la situazione fosse più tranquilla invece ancora un sacco di gente, respirato tanto smog per assurdo e bloccati nell'ingorgo scendendo il Sella (non abbiamo rischiato troppi sorpassi alle auto visto il traffico anche nell'altro verso).



Grammont63
Messaggi: 641
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 20 settembre 2020, 14:39

herbie ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 23:15
chinaski89 ha scritto:
lunedì 14 settembre 2020, 18:01
L'altro giorno dopo anni ed anni ho fatto un giro su strada. Niente di che ovviamente, nuoto e vado molto in montagna ma non mi pare quell' allenamento abbia aiutato granchè.

L'idea era di fare il finale del Lombardia di qualche anno fa con arrivo a Bergano

Quello con S. Antonio-Miragolo-Selvino-citta alta. Giunto quasi morto a Selvino però ho capito che a Bergamo non sarei giunto vivo e me ne sono tornato a casa soffrendo tutte le pene dell'inferno e anche qualcosa di più. Non ho mai fatto una fatica del genere in vita mia, neppure quella volta che ero andato sul pizzo dei 3 signori il giorno dopo una sbronza micidiale e due ore di sonno.

Insomma credo sia la prima ed ultima volta che scrivo qui :mrgreen: :mrgreen:

PS: ovviamente non con bici da corsa, altrimenti non arrivavo manco a S. Antonio :diavoletto:
cioè senza il minimo allenamento hai fatto S. Antonio Abbandonato, dico S. Antonio Abbandonato + Miragolo + l'ultima parte del Selvino lato pedalabile immagino con una MTB tipo quelle da 15 chili?
ahah... :P
ciclismo eroico
Prima di prendere la bici da corsa, tanti e tanti anni fa durante l'estate mi ero fatto prestare una bici da passeggio da un amico e facevamo alcune passeggiate con mio cugino di non più di 10 km.
Un giorno a lui venne l'idea di recarci verso il capoluogo provinciale, percorrendo una strada con salite anche impegnative e lunghe: a tozzi e bocconi, fermandoci ogni tanto per riposare, percorremmo una cinquantina di km fra andata e ritorno.
Inutile dire che l'ultima salita la facemmo a piedi spingendo le bici e che i dolori assortiti ci tennero compagnia per qualche giorno, comunque fu una bella esperienza e (solo io) dopo alcuni anni mi decisi a fare il passo verso la bici da corsa.
Complimenti quindi in ogni caso !!!


Per ora mi alleno in modo molto discontinuo...

Grammont63
Messaggi: 641
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 20 settembre 2020, 14:40

Dopo aver saltato la pedalata su strada domenica scorsa, stamattina "ripresa" con una sgambata di 54 km su un percorso pianeggiante interpretato a ritmi cicloturistici come sempre (2h e 35m di pedalata)


Per ora mi alleno in modo molto discontinuo...

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 20 settembre 2020, 20:46

Oggi girone imprevisto. Anche questa settimana non avevo avuto la possibilità di studiarmi bene un percorso, quindi ho abbozzato qualcosa ieri sera tra Lecco e Bergamo, solo che l'editor di La Flamme Rouge continua a dare problemi con le altimetrie, così nona avevo capito la situazione in cui mi stavo mettendo. Partenza a 15 km da Lecco e subito Piani dei Resinelli. Mi era rimasta impressa quando l'hanno fatta al Giro e effettivamente è una salita meravigliosa (la seconda parte ovviamente, che tra l'altro è anche facile a parte la rampa iniziale per uscire da Ballabio). Tornanti, ombra, una vegetazione mediterranea che mi ha fatto sentire a casa e il panorama finale. Fatico a pensare che si possa trovare qualcosa di meglio senza andare in alta montagna. Discesa e subito Culmine di San Pietro. Da La Flamme Rouge sembrava breve e relativamente facile, invece è una salita tostissima, anche se credo sia più dura dall'altro versante. Come panorama niente di che, anche perché c'era la nebbia, però è uno snodo incredibile per collegare più valli in un giro come quello di oggi. Dopo la discesa un po' di su e giù in Val Taleggio, deviazione verso Berbenno che mi ha steso per bene (prima cosa che senza altimetria non avevo minimamente previsto). Sono sceso e ho preso la Roncola, che già di suo è una salita durissima (pensavo molto più semplice, essendo così frequentata...) ma sopratutto non finisce in cima. Salendo trovi le indicazioni per il "gpm" per cui ti focalizzi su quello, ma già subito dopo ci sono altri 2 km di salita, poi per svalicare la Valcava ce ne sono altri 5 che non avevo previsto. Tra l'altro qui avevo già ampiamente finito l'acqua e fortunatamente al valico ho trovato un chiosco molto simile al distributore della Cima del Diavolo della Coppa Cobram. Da lì solo discesa e pianura. Sono venuti 143 km (pensavo 120) e 3400 metri di dislivello (pensavo non più di 2500). Zona davvero bella, poi mi sono reso conto che mi ci vuole un'ora e mezzo ad arrivare e per questo periodo in cui non riesco a svegliarmi alle 4 è un fattore determinante



Road Runner
Messaggi: 852
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Road Runner » domenica 20 settembre 2020, 21:40

Bravo Beppu, altro grande giro che si avvicina alle mie parti.
Ora, con le temperature in picchiata del prossimo weekend, non ti resta che ricalcare il finale del Lombardia, anche a partire dal Colle Brianza, come risca, e poi Valbrona, picchiata sul lago, Ghisallo, Sormano (muro o colma, a scelta), ri-picchiata sul lago, Civiglio e San Fermo.
Strade che comunque rimangono a media/bassa quota, ma dislivello notevole, e che conosco ad occhi chiusi, tutte fatte di corsa, con panorami anche superiori ai Resinelli, e per chilometri e chilometri !!



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 20 settembre 2020, 21:59

Road Runner ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 21:40
Bravo Beppu, altro grande giro che si avvicina alle mie parti.
Ora, con le temperature in picchiata del prossimo weekend, non ti resta che ricalcare il finale del Lombardia, anche a partire dal Colle Brianza, come risca, e poi Valbrona, picchiata sul lago, Ghisallo, Sormano (muro o colma, a scelta), ri-picchiata sul lago, Civiglio e San Fermo.
Strade che comunque rimangono a media/bassa quota, ma dislivello notevole, e che conosco ad occhi chiusi, tutte fatte di corsa, con panorami anche superiori ai Resinelli, e per chilometri e chilometri !!
Era l'alternativa per oggi (sempre con i Resinelli in apertura), però non ho avuto tempo di studiarmi gli incroci e le strade e dentro Como mi sarei perso 10 volte, per non parlare dell'uscita da Lecco. Inoltre a Sormano in caso vorrei fare il muro, ma al momento non ho i rapporti adatti (fisicamente ce l'ho ovviamente, ma non mi entrano i più leggeri e non ho ancora avuto tempo di far sistemare la bici (pure le ruote sono un casino, continuano a perdere pressione per strada e non riesco a svitare le valvole per mettere il lattice)



nikybo85
Messaggi: 3484
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 20 settembre 2020, 23:23

Oggi finalmente ho provato una bici da corsa. Mi sono adattato piuttosto bene, sentendola subito mia. Ho finito il giro dicendo "posso comprarla anche domani".
Più nel dettaglio: io sono abituato ad andare molto agile persino in mtb, già agile di suo, cadenza altissima se vado forte e recupero quando ce ne bisogno.
Con la bdc invece, per le mie abitudini di rapporti, non ho un rapporto con cui rifiutare. È anche vero che dipende dal percorso, il Fedaia "povero" è comunque ripidino nei 4/5 km che precedono il lago e soprattutto non spiana, che sarebbe stato ciò che mi serviva.
In discesa invece non ho mai preso confidenza, non la sentivo proprio, e sì che sono abituato alle discese, mi sono divertito da matti nelle discese del sellaronda, ma in mtb sono molto più sicuro..vabbè sulla guida si migliorerà.



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 3709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Bitossi » domenica 20 settembre 2020, 23:28

Beppugrillo ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 21:59
Road Runner ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 21:40
Bravo Beppu, altro grande giro che si avvicina alle mie parti.
Ora, con le temperature in picchiata del prossimo weekend, non ti resta che ricalcare il finale del Lombardia, anche a partire dal Colle Brianza, come risca, e poi Valbrona, picchiata sul lago, Ghisallo, Sormano (muro o colma, a scelta), ri-picchiata sul lago, Civiglio e San Fermo.
Strade che comunque rimangono a media/bassa quota, ma dislivello notevole, e che conosco ad occhi chiusi, tutte fatte di corsa, con panorami anche superiori ai Resinelli, e per chilometri e chilometri !!
Era l'alternativa per oggi (sempre con i Resinelli in apertura), però non ho avuto tempo di studiarmi gli incroci e le strade e dentro Como mi sarei perso 10 volte, per non parlare dell'uscita da Lecco. Inoltre a Sormano in caso vorrei fare il muro, ma al momento non ho i rapporti adatti (fisicamente ce l'ho ovviamente, ma non mi entrano i più leggeri e non ho ancora avuto tempo di far sistemare la bici (pure le ruote sono un casino, continuano a perdere pressione per strada e non riesco a svitare le valvole per mettere il lattice)
Ma chiedere ai villici locali no, eh? :diavoletto:
Combinazione stamattina mi sono trovato in un gruppo di cui conosco solo alcuni, e le mete possibili erano Colle di Sogno o i Resinelli. Alla fine quasi tutti, me compreso, hanno optato per la prima soluzione (Colle di Sogno è raggiungibile dal primo bivio della Valcava da Torre de’ Busi, più o meno equiparabile ai Resinelli da Ballabio).
Roncola da Bedulita fatta in settimana; Culmine dalla parte bergamasca il mese scorso, con annesso Berbenno. Colma proposta da amici sempre in settimana, ma ero occupato.
Come vedi, si gironzola da quelle parti. ;)

Comunque quando vuoi provare il Muro, sei vuoi io e Uffa ti accompagniamo.
Poi vorrei andare alla tappa del Giro a Cancano; vedremo come butta il meteo. :bici:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 6062
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 21 settembre 2020, 10:40

nikybo85 ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 23:23
Oggi finalmente ho provato una bici da corsa. Mi sono adattato piuttosto bene, sentendola subito mia. Ho finito il giro dicendo "posso comprarla anche domani".
Più nel dettaglio: io sono abituato ad andare molto agile persino in mtb, già agile di suo, cadenza altissima se vado forte e recupero quando ce ne bisogno.
Con la bdc invece, per le mie abitudini di rapporti, non ho un rapporto con cui rifiutare. È anche vero che dipende dal percorso, il Fedaia "povero" è comunque ripidino nei 4/5 km che precedono il lago e soprattutto non spiana, che sarebbe stato ciò che mi serviva.
In discesa invece non ho mai preso confidenza, non la sentivo proprio, e sì che sono abituato alle discese, mi sono divertito da matti nelle discese del sellaronda, ma in mtb sono molto più sicuro..vabbè sulla guida si migliorerà.
Intanto complimenti per l'obiettivo Sellaronda!
Anche io inizialmente non avevo feeling con la bici da corsa in discesa, ma l'ho trovato rapidamente e ora trovo molto più scomodo scendere in MTB. Un bel passo in avanti lo noterai quando avrai confidenza con la presa bassa.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

nikybo85
Messaggi: 3484
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 21 settembre 2020, 18:41

il_panta ha scritto:
lunedì 21 settembre 2020, 10:40
nikybo85 ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 23:23
Oggi finalmente ho provato una bici da corsa. Mi sono adattato piuttosto bene, sentendola subito mia. Ho finito il giro dicendo "posso comprarla anche domani".
Più nel dettaglio: io sono abituato ad andare molto agile persino in mtb, già agile di suo, cadenza altissima se vado forte e recupero quando ce ne bisogno.
Con la bdc invece, per le mie abitudini di rapporti, non ho un rapporto con cui rifiutare. È anche vero che dipende dal percorso, il Fedaia "povero" è comunque ripidino nei 4/5 km che precedono il lago e soprattutto non spiana, che sarebbe stato ciò che mi serviva.
In discesa invece non ho mai preso confidenza, non la sentivo proprio, e sì che sono abituato alle discese, mi sono divertito da matti nelle discese del sellaronda, ma in mtb sono molto più sicuro..vabbè sulla guida si migliorerà.
Intanto complimenti per l'obiettivo Sellaronda!
Anche io inizialmente non avevo feeling con la bici da corsa in discesa, ma l'ho trovato rapidamente e ora trovo molto più scomodo scendere in MTB. Un bel passo in avanti lo noterai quando avrai confidenza con la presa bassa.
Grazie! :stretta:
All'inizio avevo addirittura l'impugnatura alta, poi mi è venuto in mente che qualcuno in telecronaca, in qualche corsa in TV, aveva detto come fosse sbagliatissimo :hammer: discesa ripida e traffico non hanno aiutato..
Grazie dei consigli e dei feedback, mi danno fiducia :)



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » lunedì 21 settembre 2020, 21:06

Bitossi ha scritto:
domenica 20 settembre 2020, 23:28
Ma chiedere ai villici locali no, eh? :diavoletto:
Combinazione stamattina mi sono trovato in un gruppo di cui conosco solo alcuni, e le mete possibili erano Colle di Sogno o i Resinelli. Alla fine quasi tutti, me compreso, hanno optato per la prima soluzione (Colle di Sogno è raggiungibile dal primo bivio della Valcava da Torre de’ Busi, più o meno equiparabile ai Resinelli da Ballabio).
Roncola da Bedulita fatta in settimana; Culmine dalla parte bergamasca il mese scorso, con annesso Berbenno. Colma proposta da amici sempre in settimana, ma ero occupato.
Come vedi, si gironzola da quelle parti. ;)

Comunque quando vuoi provare il Muro, sei vuoi io e Uffa ti accompagniamo.
Poi vorrei andare alla tappa del Giro a Cancano; vedremo come butta il meteo. :bici:
Eh ma guarda, negli ultimi 2 mesi ho saltato la metà delle uscite domenicali per questioni varie, una volta sono stato in Piemonte e per le altre due il percorso l'ho deciso una volta la mattina stessa e l'altra la sera prima. Ora non ho la possibilità di programmare. Comunque mi sa che tornerò molto spesso in zona, perché un'ora e mezzo di macchina non mi pesa e mi permette di dormire 2 ore in più, poi c'è ancora tanto da vedere. Avverto che sono un infido succhiaruote, non per scelta ma per necessità, visto che in pianura non riesco a tenere il ritmo neanche dei più lenti



herbie
Messaggi: 5103
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da herbie » martedì 22 settembre 2020, 0:46

nikybo85 ha scritto:
sabato 19 settembre 2020, 23:54
E Sellaronda fu' :worthy:
Alla fine dopo molte indecisioni e consigliato nonché spinto dai colleghi pedalatori del forum abbiamo affrontato, io ed il mio socio di pedalate, il Sellaronda.
Alloggiamo a Canazei per cui il punto di partenza è stato da un noleggio qui in paese.
Versante antiorario con Pordoi per primo con seguenti Campolongo Gardena e Sella, quello che dovrebbe esser più facile: lo avevamo letto da qualche parte e così mi è sembrato a vedere le discese.
L'andatura non poteva esser che prudente, non avendo mai fatto una sequenza del genere, abbiamo concluso a quasi 15 di media, posso comunque dire alla fine che non è neanche il giro più difficile che abbia fatto quest'anno...forse perché la temperatura avuta oggi era ideale, al contrario di tutti i giri fatti nella calura (o nel vento) sarda.
Poi vabbè dei paesaggi non sto neanche a dirvelo..vista l'andatura ne ho potuto godere a piene mani.
Abbiamo usato delle Mtb e la gente, ragazzo del noleggio in primis, ci guardava come fossimo dei pazzi, però non ci sembrava il caso di utilizzare una bdc per la prima volta proprio in un giro del genere.
Comunque troppo troppo traffico, pensavo che ormai la situazione fosse più tranquilla invece ancora un sacco di gente, respirato tanto smog per assurdo e bloccati nell'ingorgo scendendo il Sella (non abbiamo rischiato troppi sorpassi alle auto visto il traffico anche nell'altro verso).
Canazei la conosco molto bene, penso anche di conoscere il "ragazzo" del noleggio, ce ne sono due sul rettilineo che va verso la rotonda con il "trofeo senza fine" di inizio Pordoi.
Ma perchè fare queste meravigliose strade ben asfaltate con la MTB?
c'è da dire che i noleggi bici di Canazei che conosco io al massimo offrono delle gravel, però sempre meglio delle ruote grasse su queste strade bellissime.



nikybo85
Messaggi: 3484
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da nikybo85 » martedì 22 settembre 2020, 18:07

herbie ha scritto:
martedì 22 settembre 2020, 0:46
nikybo85 ha scritto:
sabato 19 settembre 2020, 23:54
E Sellaronda fu' :worthy:
Alla fine dopo molte indecisioni e consigliato nonché spinto dai colleghi pedalatori del forum abbiamo affrontato, io ed il mio socio di pedalate, il Sellaronda.
Alloggiamo a Canazei per cui il punto di partenza è stato da un noleggio qui in paese.
Versante antiorario con Pordoi per primo con seguenti Campolongo Gardena e Sella, quello che dovrebbe esser più facile: lo avevamo letto da qualche parte e così mi è sembrato a vedere le discese.
L'andatura non poteva esser che prudente, non avendo mai fatto una sequenza del genere, abbiamo concluso a quasi 15 di media, posso comunque dire alla fine che non è neanche il giro più difficile che abbia fatto quest'anno...forse perché la temperatura avuta oggi era ideale, al contrario di tutti i giri fatti nella calura (o nel vento) sarda.
Poi vabbè dei paesaggi non sto neanche a dirvelo..vista l'andatura ne ho potuto godere a piene mani.
Abbiamo usato delle Mtb e la gente, ragazzo del noleggio in primis, ci guardava come fossimo dei pazzi, però non ci sembrava il caso di utilizzare una bdc per la prima volta proprio in un giro del genere.
Comunque troppo troppo traffico, pensavo che ormai la situazione fosse più tranquilla invece ancora un sacco di gente, respirato tanto smog per assurdo e bloccati nell'ingorgo scendendo il Sella (non abbiamo rischiato troppi sorpassi alle auto visto il traffico anche nell'altro verso).
Canazei la conosco molto bene, penso anche di conoscere il "ragazzo" del noleggio, ce ne sono due sul rettilineo che va verso la rotonda con il "trofeo senza fine" di inizio Pordoi.
Ma perchè fare queste meravigliose strade ben asfaltate con la MTB?
c'è da dire che i noleggi bici di Canazei che conosco io al massimo offrono delle gravel, però sempre meglio delle ruote grasse su queste strade bellissime.
Il noleggio della mtb era bikeasy :D non so se è lui che conosci..o se quello di Peak (non ricordo il nome completo del noleggio) dove invece abbiamo noleggiato la bdc il giorno dopo.
Non ci siamo sentiti di affrontare un percorso per noi così impegnativo perché una bdc non l'avevamo mai usata. A posteriori la scelta è stata giusta per il nostro livello. Il mio socio ha finito molto stanco, io meno ma la mtb mi permetteva di rifiatare ogni tanto con rapporti che la bdc non ha. Altro fattore che mi ha convinto della correttezza della scelta le discese, devo ancora mangiarne di pagnotte per fare le discese del sellaronda divertendomi come ho fatto in mtb, con una bdc.
Come dicevo su, io poi vado agilissimo, tant'e vero che con bdc per "riposare" dovevo salire sui pedali.

La prova però è stata illuminante, la forza per frullare anche con quella arriverà presto, una bdc la voglio subito.
Oggi mi son fatto Madonna di Campiglio - Dimaro, il campo Carlo Magno in pratica, e bramavo la bdc, mentre invece avevo di nuovo la mtb. Se nel primo tratto fino a Folgarida avrei penato, negli ultimi km con bdc immagino che si voli letteralmente.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7405
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 22 settembre 2020, 18:59

bravo Nicky, benvenuto nel lato oscuro dello sforzo :D :D


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1787
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Beppugrillo » martedì 22 settembre 2020, 21:26

Un pregiudizio che io avevo sulla bici da corsa quando andavo in mountain bike su asfalto era la presunta scomodità della bici da corsa. In realtà è molto più comoda (ovvio, se non metti un copertoncino invisibile)



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 6062
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 22 settembre 2020, 22:56

Beppugrillo ha scritto:
martedì 22 settembre 2020, 21:26
Un pregiudizio che io avevo sulla bici da corsa quando andavo in mountain bike su asfalto era la presunta scomodità della bici da corsa. In realtà è molto più comoda (ovvio, se non metti un copertoncino invisibile)
Idem.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7405
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: [2020] - Qui i nostri km in bicicletta

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » mercoledì 23 settembre 2020, 13:49

bravo Beppu, e ci sono ragioni precise per quella comodità. è una delle prime cose che dico sempre ai miei amici che iniziano:
la BDC non è fatta così solo per essere più performanti, ma anche perché è possibile fare cose lunghe senza usurarsi.

Prima condizione, però: fare allungamenti e non essere incriccati. Occorrono gambe e schiena sufficientemente sciolti. Se no si pedala male.



La schiena viaggia pressoché parallela al suolo, quindi tutte le vibrazioni impattano i dischi scarichi, non compressi dalla parte superiore. In MTB stando molto più verticale ogni sussulto è un pugno alla colonna vertebrale.

Capitolo gomme 1. In MTB hai un super attrito, con la BDC voli al confronto.

Capitolo leggerezza: soprattutto nelle ruote: quando sali o devi rilanciare tra MTB e BDC c'è un mondo di differenza.

Capitolo gomme 2. Gonfiate a mille atmosfere van bene per i pro (che adesso stanno anche cambiando idea), ma vibrano molto. Se le metti al minimo dei bar consentiti (solitamente 6) hai confort, poca dispersione in attrito ma bici comunque reattiva. Attenzione: più aumenta il peso, più aria occorre mettere.

Capitolo scarpe. Una suola rigida - anche se nelle scarpe da 19 euro della Decathlon - non fa venire i crampi al piede.

Capitolo sgancio rapido. Permette di spingere con la parte anteriore del piede e di usare la gamba in fase di richiamo.

Tutte queste cose non sono da fighetti, ma sono elementi OGGETTIVI che rendono l'uso della BDC su asfalto facile, comodo, e infinitamente più performante di altre bici.

Anche il manubrio a piega è meglio che quello dritto, perché consente una gran varietà di posizioni e a turno rilassi polso o braccio. Se la performance non è un problema ci sono le pieghe da 44 o 46 che fanno viaggiare in presa alta sui comandi in salita coi polmoni ben aperti. Froome non ricordo cosa usi, forse addirittura una 40, per avere un CX migliore - ma a noi chi ce lo fa fare?

Detto questo, ieri ho fatto un'uscita in MTB selvaggia, dritto per dritto in prati e campi arati (impossibili di per sé, ho seguito tracce di trattori), e ho goduto come un riccio. La schiena e le braccia erano disfatte però - un campo pressoché pianeggiante lo fai ad alta velocità, e vibri come un matto.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Rispondi