Corse 2020

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » mercoledì 29 aprile 2020, 9:57

La Vuelta ha annunciato che la partenza di quest'anno non sarà da Ultrecht in Olanda.
Cancellata in toto la tre giorni nei Paesi Bassi, si parla di una partenza da lì nel 2022




Gimbatbu
Messaggi: 1421
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Gimbatbu » mercoledì 29 aprile 2020, 10:55

nunziol ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 20:51
quote=pietro post_id=653330 time=1587656204 user_id=18842]
nunziol ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 17:24
Provocazione: vista comunque la vicinanza tra i 3 GT e la stagione anomala con preparazioni sballate,sé con questo calendario qualcuno provasse il "triplete"?
Rispondo aha.
Secondo me è molto più difficile degli altri anni proprio perché non c'è recupero.
Anche fare la doppietta è più difficile
oronzo2 ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 17:38
nunziol ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 17:24
Provocazione: vista comunque la vicinanza tra i 3 GT e la stagione anomala con preparazioni sballate,sé con questo calendario qualcuno provasse il "triplete"?
Il triplete non so ma l'accoppiata Giro - Tour e molto più fattibile di prima in quanto i corridori saranno più freschi e si correrà con temperature decisamente più gradevoli.
2 risposte opposte :D

Io sono sempre stato tra quelli che ritiene che minore è la distanza tra i GT meno è complicato essere competitivi in entrambi
[/quote]

Erano altri tempi però Battaglin vinse Vuelta e Giro dal 21 aprile al 7 giugno. Poco più di un mese e mezzo.



pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » mercoledì 29 aprile 2020, 14:07

Gand-Wevelgem sarà l'11 ottobre e il Fiandre il 18, per le altre classiche devono ancora definire le date



Basso
Messaggi: 15479
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 29 aprile 2020, 14:51

Cancellate altre due gare World Tour http://www.cicloweb.it/2020/04/29/cance ... sebastian/

Il nuovo calendario dovrebbe essere svelato domani dall'UCI, per cui al momento l'unica corsa sicura - tra molte virgolette - del posto è il Tour de France.


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10

Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 191
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Kwaremont » mercoledì 29 aprile 2020, 15:09

Basso ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 14:51
Cancellate altre due gare World Tour http://www.cicloweb.it/2020/04/29/cance ... sebastian/

Il nuovo calendario dovrebbe essere svelato domani dall'UCI, per cui al momento l'unica corsa sicura - tra molte virgolette - del posto è il Tour de France.
Molte virgolette in ogni caso.
Ci sono così tante variabili in gioco, che è molto difficile prevedere cosa potrà accedere.
Sia a livello di singoli paesi organizzatori, che di squadre.

Vi sono inoltre alcune domande spinose, per esempio: se vi fosse un caso positivo in una squadra, questa certamente non potrà partecipare per giorni alle competizioni.Ma qualora lo avesse già fatto, chiunque sia stato a contatto va messo in quarantena?
E' possibile avere delle gare in cui mancano molti dei protagonisti per motivi diversi dallo sport?

La mia sensazione, e spero sia solo paura da appassionato, è che possa saltare tutta la stagione.




jumbo
Messaggi: 5543
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 29 aprile 2020, 15:19

Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:09
Basso ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 14:51
Cancellate altre due gare World Tour http://www.cicloweb.it/2020/04/29/cance ... sebastian/

Il nuovo calendario dovrebbe essere svelato domani dall'UCI, per cui al momento l'unica corsa sicura - tra molte virgolette - del posto è il Tour de France.
Molte virgolette in ogni caso.
Ci sono così tante variabili in gioco, che è molto difficile prevedere cosa potrà accedere.
Sia a livello di singoli paesi organizzatori, che di squadre.

Vi sono inoltre alcune domande spinose, per esempio: se vi fosse un caso positivo in una squadra, questa certamente non potrà partecipare per giorni alle competizioni.Ma qualora lo avesse già fatto, chiunque sia stato a contatto va messo in quarantena?
E' possibile avere delle gare in cui mancano molti dei protagonisti per motivi diversi dallo sport?

La mia sensazione, e spero sia solo paura da appassionato, è che possa saltare tutta la stagione.
Perché non dovrebbe?
Chi può corre, chi non può no.
Ovvio che la corsa perderebbe interesse.



dietzen
Messaggi: 6230
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da dietzen » mercoledì 29 aprile 2020, 15:24

Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:09
Vi sono inoltre alcune domande spinose, per esempio: se vi fosse un caso positivo in una squadra, questa certamente non potrà partecipare per giorni alle competizioni.Ma qualora lo avesse già fatto, chiunque sia stato a contatto va messo in quarantena?
E' possibile avere delle gare in cui mancano molti dei protagonisti per motivi diversi dallo sport?

La mia sensazione, e spero sia solo paura da appassionato, è che possa saltare tutta la stagione.
credo sia la stessa paura di ogni sport di squadra: basta un caso (anche solo nello staff) e si blocca tutto.

un altro problema è quello dell'altra tua domanda, non sappiamo quando saranno possibili gli spostamenti fra le varie nazioni, che hanno tempi diversi nello sviluppo dell'epidemia e potrebbe pure essere che per entrare e gareggiare in francia (come in italia, o in spagna o in belgio) sia necessario fare un periodo di quarantena, cosa che complicherebbe enormemente la partecipazione.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 191
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Kwaremont » mercoledì 29 aprile 2020, 15:31

jumbo ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:19
Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:09
Basso ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 14:51
Cancellate altre due gare World Tour http://www.cicloweb.it/2020/04/29/cance ... sebastian/

Il nuovo calendario dovrebbe essere svelato domani dall'UCI, per cui al momento l'unica corsa sicura - tra molte virgolette - del posto è il Tour de France.
Molte virgolette in ogni caso.
Ci sono così tante variabili in gioco, che è molto difficile prevedere cosa potrà accedere.
Sia a livello di singoli paesi organizzatori, che di squadre.

Vi sono inoltre alcune domande spinose, per esempio: se vi fosse un caso positivo in una squadra, questa certamente non potrà partecipare per giorni alle competizioni.Ma qualora lo avesse già fatto, chiunque sia stato a contatto va messo in quarantena?
E' possibile avere delle gare in cui mancano molti dei protagonisti per motivi diversi dallo sport?

La mia sensazione, e spero sia solo paura da appassionato, è che possa saltare tutta la stagione.
Perché non dovrebbe?
Chi può corre, chi non può no.
Ovvio che la corsa perderebbe interesse.
Perdita di interesse corrisponde anche a perdita economica per gli organizzatori.
Riguardo al perchè non dovrebbe, mi viene subito da pensare che verrebbe un pò meno il principio alla base dello sport.
Immagina che alcune nazioni non permettano l'ingresso di atleti di alcuni stati specifici o che alcune squadre decidano di non correre il rischio perchè ad es in Belgio vi sono ancora troppi casi. Molti atleti, che sono professionisti, verrebbero penalizzati per motivi estranei a loro.
Il risultato sarebbe una corsa un pò falsata, magari pure con vincitori poco conosciuti, con il rischio di un danno di immagine aggiuntivo per il ciclismo.

Credo che queste valutazioni verranno inevitabilmente fatte nei prossimi mesi.



Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 191
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Kwaremont » mercoledì 29 aprile 2020, 15:34

dietzen ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:24

credo sia la stessa paura di ogni sport di squadra: basta un caso (anche solo nello staff) e si blocca tutto.

un altro problema è quello dell'altra tua domanda, non sappiamo quando saranno possibili gli spostamenti fra le varie nazioni, che hanno tempi diversi nello sviluppo dell'epidemia e potrebbe pure essere che per entrare e gareggiare in francia (come in italia, o in spagna o in belgio) sia necessario fare un periodo di quarantena, cosa che complicherebbe enormemente la partecipazione.
Un caso nello staff fa bloccare un'intera squadra, ma un caso tra i ciclisti rischia di bloccare tutta una corsa.
Immagina che salta fuori un positivo tra i corridori del Tour. Corsa finita...
Nel ciclismo il contatto c'è e sicuramente non sono rispettate le distanze di sicurezza.



Basso
Messaggi: 15479
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 29 aprile 2020, 16:00

Rinviati a settimana prossima i calendari http://www.cicloweb.it/2020/04/29/uci-p ... calendari/


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10

jumbo
Messaggi: 5543
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 29 aprile 2020, 16:05

Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:31
jumbo ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:19
Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:09


Molte virgolette in ogni caso.
Ci sono così tante variabili in gioco, che è molto difficile prevedere cosa potrà accedere.
Sia a livello di singoli paesi organizzatori, che di squadre.

Vi sono inoltre alcune domande spinose, per esempio: se vi fosse un caso positivo in una squadra, questa certamente non potrà partecipare per giorni alle competizioni.Ma qualora lo avesse già fatto, chiunque sia stato a contatto va messo in quarantena?
E' possibile avere delle gare in cui mancano molti dei protagonisti per motivi diversi dallo sport?

La mia sensazione, e spero sia solo paura da appassionato, è che possa saltare tutta la stagione.
Perché non dovrebbe?
Chi può corre, chi non può no.
Ovvio che la corsa perderebbe interesse.
Perdita di interesse corrisponde anche a perdita economica per gli organizzatori.
Riguardo al perchè non dovrebbe, mi viene subito da pensare che verrebbe un pò meno il principio alla base dello sport.
Immagina che alcune nazioni non permettano l'ingresso di atleti di alcuni stati specifici o che alcune squadre decidano di non correre il rischio perchè ad es in Belgio vi sono ancora troppi casi. Molti atleti, che sono professionisti, verrebbero penalizzati per motivi estranei a loro.
Il risultato sarebbe una corsa un pò falsata, magari pure con vincitori poco conosciuti, con il rischio di un danno di immagine aggiuntivo per il ciclismo.

Credo che queste valutazioni verranno inevitabilmente fatte nei prossimi mesi.
Nel ciclismo ed in tutti gli sport professionistici abbiamo fatto 45 anni di corse senza i paesi dell'est per motivi politici (scelte loro, peraltro). Visto adesso quanti e quali corridori ne provengono, la storia del ciclismo sarebbe stata molto diversa.
Durante le guerre si sono fatte delle edizioni di grandi classiche, ovviamente con partecipazione quasi solo di locali.
Il mondo ideale non esiste, le pari opportunità uguali per tutti nemmeno (già intaccata dagli infortuni, senza tirare in ballo covid o seconda guerra mondiale o altro).



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » mercoledì 29 aprile 2020, 18:46

Kwaremont ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 15:34
Un caso nello staff fa bloccare un'intera squadra, ma un caso tra i ciclisti rischia di bloccare tutta una corsa.
Immagina che salta fuori un positivo tra i corridori del Tour. Corsa finita...
Nel ciclismo il contatto c'è e sicuramente non sono rispettate le distanze di sicurezza.
Eh ma di questo passo tanto vale ricominciare nel 2022...
Così non può funzionare, se si vuol correre va introdotta una certa elasticità alla regole e bisogna accettare un minimo di rischio.
Visto che gli asintomatici paiono essere in numero decisamente superiore ai sintomatici non fermerei tutta una squadra o peggio una corsa per un solo contagiato, sennò tanto vale non correre.
Senza contare che stiamo parlando di atleti giovani in cui è altamente improbabile che la malattia si sviluppi in forma grave (salvo rare eccezioni).
L'importante è che il gruppo e il personale rimanga il più isolato possibile da tutte le altre persone.



34x27
Messaggi: 3594
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da 34x27 » giovedì 30 aprile 2020, 8:26

galliano ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 18:46
Visto che gli asintomatici paiono essere in numero decisamente superiore ai sintomatici non fermerei tutta una squadra o peggio una corsa per un solo contagiato, sennò tanto vale non correre.
Senza contare che stiamo parlando di atleti giovani in cui è altamente improbabile che la malattia si sviluppi in forma grave (salvo rare eccezioni).
Sugli asintomatici: quello che fa il virus nel corpo di X può essere dieci o cento volte più grave per il corpo di Y, anche a parità di età. Quindi è una macabra lotteria che, evidentemente, per alcuni non vale la pena di essere "giocata". Puoi biasimarli così tanto?


HEY MOTO

Stylus
Messaggi: 1215
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Stylus » giovedì 30 aprile 2020, 10:52

galliano ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 18:46
Visto che gli asintomatici paiono essere in numero decisamente superiore ai sintomatici non fermerei tutta una squadra o peggio una corsa per un solo contagiato, sennò tanto vale non correre.
Senza contare che stiamo parlando di atleti giovani in cui è altamente improbabile che la malattia si sviluppi in forma grave (salvo rare eccezioni).
Vabbe ma siamo punto e a capo. Il problema non é infettarsi tra di loro, ma che una volta infettati tra loro contagino anche all'esterno, staff e famiglie. Se é contagioso é contagioso verso tutti. Altrimenti tanto vale riaprire le scuole.



Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 191
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Kwaremont » giovedì 30 aprile 2020, 11:48

Stylus ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 10:52
galliano ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 18:46
Visto che gli asintomatici paiono essere in numero decisamente superiore ai sintomatici non fermerei tutta una squadra o peggio una corsa per un solo contagiato, sennò tanto vale non correre.
Senza contare che stiamo parlando di atleti giovani in cui è altamente improbabile che la malattia si sviluppi in forma grave (salvo rare eccezioni).
Vabbe ma siamo punto e a capo. Il problema non é infettarsi tra di loro, ma che una volta infettati tra loro contagino anche all'esterno, staff e famiglie. Se é contagioso é contagioso verso tutti. Altrimenti tanto vale riaprire le scuole.
Esatto.
Sono sempre più convinto che la riapertura del ciclismo sarà vincolata al vaccino.
Senza di quello, sopratutto i grandi giri, saranno davvero delle lotterie.
La salute dei corridori viene prima di tutto, ci viene ripetuto come un mantra da anni, e adesso vorremmo far rischiare loro (e rispettive famiglie) perchè siamo in astinenza da ciclismo?



jumbo
Messaggi: 5543
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 30 aprile 2020, 11:56

Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 30 aprile 2020, 14:31

jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Io infatti la penso esattamente così, convivenza col virus.
Ma sono piuttosto fatalista per natura.
Giusto prendere precauzioni ma non si può controllare tutto.
Mia moglie è molto più maniacale nei controlli e questo è fonte di civili discussioni :D



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 30 aprile 2020, 14:45

Kwaremont ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:48
Stylus ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 10:52
galliano ha scritto:
mercoledì 29 aprile 2020, 18:46
Visto che gli asintomatici paiono essere in numero decisamente superiore ai sintomatici non fermerei tutta una squadra o peggio una corsa per un solo contagiato, sennò tanto vale non correre.
Senza contare che stiamo parlando di atleti giovani in cui è altamente improbabile che la malattia si sviluppi in forma grave (salvo rare eccezioni).
Vabbe ma siamo punto e a capo. Il problema non é infettarsi tra di loro, ma che una volta infettati tra loro contagino anche all'esterno, staff e famiglie. Se é contagioso é contagioso verso tutti. Altrimenti tanto vale riaprire le scuole.
Esatto.
Sono sempre più convinto che la riapertura del ciclismo sarà vincolata al vaccino.
Senza di quello, sopratutto i grandi giri, saranno davvero delle lotterie.
La salute dei corridori viene prima di tutto, ci viene ripetuto come un mantra da anni, e adesso vorremmo far rischiare loro (e rispettive famiglie) perchè siamo in astinenza da ciclismo?
Io ho due genitori anziani e quindi non sono un pazzo incosciente che pensa a se stesso e chi se ne infischia degli altri.
Però non credo si possa paragonare la situazione di marzo a quella che ci sarà ad agosto.
A livello di terapie mediche abbiamo già adesso più esperienza, la popolazione è più consapevole e preparata, gli ospedali sono più attrezzati e meno saturi, ecc.
Bisogna accettare il fatto che si può entrare in contatto col virus anche usando mille precauzioni, non si può vivere in una bolla di vetro. E non lo possono fare nemmeno gli anziani.
Nel ciclismo si può ridurre il numero degli spettatori e le occasioni di contatto tra ciclisti e esterni, ma se si aspetta il vaccino potrebbero anche passare anni, mi pare inattuabile questa soluzione.
Alla Parigi Nizza, in pieno periodo boom di contagi, mi pare che non ci siano state particolari criticità.
Faranno tamponi e analisi a tappeto prima di cominciare.
Se al Tour dovesse saltare fuori un positivo al covid19 l'unica soluzione è continuare sperando che eventuali contagiati non abbiano sintomi. Non vedo altre alternative, altrimenti è inutile iniziare il Tour o il Giro.



Stylus
Messaggi: 1215
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Stylus » giovedì 30 aprile 2020, 15:22

jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
No, momento momento.
Che vi sia una fase in cui é necessaria la convivenza con virus é assodato, ma l'ho sempre intesa come io doverci adeguare a piú rinunce e piú protezioni, come per esempio uscire con la mascherina o il non poter fare docce e attività fisica in spazi comuni o il dover dimezzare i coperti di un locale o non poter piú andare a ballare in una discoteca.
Che si accettino invece piú contagi e quindi piú morto in una ipotetica fase 2, non penso proprio. Non é che ad una certa data ad ogni morto o ricoverato in piu si allarga le braccia e si dice "pazienza" rispetto a tutti i mesi passati!



kokkelkoren
Messaggi: 253
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da kokkelkoren » giovedì 30 aprile 2020, 15:56

galliano ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 14:45
Kwaremont ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:48
Stylus ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 10:52


Vabbe ma siamo punto e a capo. Il problema non é infettarsi tra di loro, ma che una volta infettati tra loro contagino anche all'esterno, staff e famiglie. Se é contagioso é contagioso verso tutti. Altrimenti tanto vale riaprire le scuole.
Esatto.
Sono sempre più convinto che la riapertura del ciclismo sarà vincolata al vaccino.
Senza di quello, sopratutto i grandi giri, saranno davvero delle lotterie.
La salute dei corridori viene prima di tutto, ci viene ripetuto come un mantra da anni, e adesso vorremmo far rischiare loro (e rispettive famiglie) perchè siamo in astinenza da ciclismo?
Io ho due genitori anziani e quindi non sono un pazzo incosciente che pensa a se stesso e chi se ne infischia degli altri.
Però non credo si possa paragonare la situazione di marzo a quella che ci sarà ad agosto.
A livello di terapie mediche abbiamo già adesso più esperienza, la popolazione è più consapevole e preparata, gli ospedali sono più attrezzati e meno saturi, ecc.
Bisogna accettare il fatto che si può entrare in contatto col virus anche usando mille precauzioni, non si può vivere in una bolla di vetro. E non lo possono fare nemmeno gli anziani.
Nel ciclismo si può ridurre il numero degli spettatori e le occasioni di contatto tra ciclisti e esterni, ma se si aspetta il vaccino potrebbero anche passare anni, mi pare inattuabile questa soluzione.
Alla Parigi Nizza, in pieno periodo boom di contagi, mi pare che non ci siano state particolari criticità.
Faranno tamponi e analisi a tappeto prima di cominciare.
Se al Tour dovesse saltare fuori un positivo al covid19 l'unica soluzione è continuare sperando che eventuali contagiati non abbiano sintomi. Non vedo altre alternative, altrimenti è inutile iniziare il Tour o il Giro.
Purtroppo dubito che qualunque governante si assuma la responsabilità di far girare per la Nazione un serpentone infetto (perchè così verrebbe visto da gran parte della popolazione) che attraversa paesi spargendo il virus.
Al primo caso bloccherebbero la corsa e ci troveremmo con un Tour monco, annullato o con un vincitore che ha corso solo 7-8 tappe.

Una corsa di 1gg invece la vedo meno critica. Se tutti sono negativi parti altrimenti i positivi restano a casa.



Rhaegar
Messaggi: 107
Iscritto il: domenica 9 marzo 2014, 2:17

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Rhaegar » giovedì 30 aprile 2020, 16:50

jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Per convivenza del virus si intende fino a quando il sistema sanitario regge. Quando torneranno a salire ricoveri e TI si tornerà in lockdown, per poi tornare a "fase 2" quando i casi torneranno a calare. Sti calendari o pseudotali che stanno facendo i vari sport sono meramente simbolici. Fino al vaccino non ci sarà più nessun'evento sportivo.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 30 aprile 2020, 17:56

Rhaegar ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 16:50
jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Per convivenza del virus si intende fino a quando il sistema sanitario regge. Quando torneranno a salire ricoveri e TI si tornerà in lockdown, per poi tornare a "fase 2" quando i casi torneranno a calare. Sti calendari o pseudotali che stanno facendo i vari sport sono meramente simbolici. Fino al vaccino non ci sarà più nessun'evento sportivo.
ma dipende di quanto risaliranno i contagi, tendo ad escludere che si ritornerà ai numeri del primo lockdown, ipotizzo che saranno numeri più contenuti, mi riferisco ai casi da ospedalizzare o in TI.
Non vedo i presupposti per precipitare nuovamente nell'emergenza a meno che gli italiani non siano totalemente rimbambiti.
Se saranno numeri più gestibili dubito che ci rinchiuderanno nuovamente.



jumbo
Messaggi: 5543
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 30 aprile 2020, 18:01

Ma infatti, così come riapriranno alcune attività, potrebbe riaprire lo sport a porte chiuse.
Bisogna vedere come va maggio con queste riaperture parziali.



CicloSprint
Messaggi: 6334
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da CicloSprint » giovedì 30 aprile 2020, 19:16

Rhaegar ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 16:50
jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Per convivenza del virus si intende fino a quando il sistema sanitario regge. Quando torneranno a salire ricoveri e TI si tornerà in lockdown, per poi tornare a "fase 2" quando i casi torneranno a calare. Sti calendari o pseudotali che stanno facendo i vari sport sono meramente simbolici. Fino al vaccino non ci sarà più nessun'evento sportivo.
E anche fino a quando ci sarà anche una cura ?



bartoli
Messaggi: 1582
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da bartoli » giovedì 30 aprile 2020, 20:01

jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 18:01
Ma infatti, così come riapriranno alcune attività, potrebbe riaprire lo sport a porte chiuse.
Bisogna vedere come va maggio con queste riaperture parziali.
Esatto, per questo trovo assurde alcune limitazioni addirittura trimestrali in alcuni paesi


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » giovedì 30 aprile 2020, 21:04

Io dico una cosa:
Come si cerca giustamente di far riaprire il prima possibile, sempre in sicurezza, bar, ristoranti, parrucchieri, ecc... bisogna cercare anche di far ripartire lo sport al più presto.
Ci sono migliaia di persone solo nel nostro paese che lavorano nel mondo dello sport e non possono permettersi di aspettare che venga trovato un vaccino.
Sono d'accordo che sia più facile gestire le corse di un giorno rispetto ai grandi giri, ma anche per questi ultimi bisogna rischiare sennò in molti perderanno il lavoro proprio come per altri mestieri.
A volte sembra che nel mondo dello sport ci siano solo atleti e ricconi che gestiscono club/squadre...
Speremo ben :cincin:



lumacher
Messaggi: 153
Iscritto il: venerdì 17 dicembre 2010, 10:05

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da lumacher » venerdì 1 maggio 2020, 0:58

pietro ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 21:04
Io dico una cosa:
Come si cerca giustamente di far riaprire il prima possibile, sempre in sicurezza, bar, ristoranti, parrucchieri, ecc... bisogna cercare anche di far ripartire lo sport al più presto.
Ci sono migliaia di persone solo nel nostro paese che lavorano nel mondo dello sport e non possono permettersi di aspettare che venga trovato un vaccino.
Sono d'accordo che sia più facile gestire le corse di un giorno rispetto ai grandi giri, ma anche per questi ultimi bisogna rischiare sennò in molti perderanno il lavoro proprio come per altri mestieri.
A volte sembra che nel mondo dello sport ci siano solo atleti e ricconi che gestiscono club/squadre...
Speremo ben :cincin:
Tutto vero, verissimo. E infatti mi riguarda personalmente. Ma voglio proprio vedere quel prefetto che autorizza una corsa ciclistica nei prossimi mesi.....



Avatar utente
Pirata81
Messaggi: 2464
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Pirata81 » venerdì 1 maggio 2020, 2:15

Mi sono già rassegnato ad un biennio senza grandi giri.
La realtà è questa.
Mi piacerebbe che non fosse così e tutto tornasse alla normalità in pochi mesi ma non accadrà.
Altri sport potranno ripartire a porte chiuse senza particolari problemi,calcio e tennis in primis,ma i grandi giri per loro stessa natura pongono questioni di sicurezza sanitaria realmente pericolose nel contesto di una pandemia.
Anche per la F1 e la MotoGp sarà difficile se non impossibile ripartire.


FC 2019: 3°
1° Vuelta buena
FC 2018: 9°
1° Giro anch'io
3° Vuelta
FC 2017: 2°
2° Super Tour
2° Vuelta
2° Super Vuelta
FC 2016: 6°
3° Giro
3° Tour

Avatar utente
Pirata81
Messaggi: 2464
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Pirata81 » venerdì 1 maggio 2020, 2:23

galliano ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 17:56
Rhaegar ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 16:50
jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Per convivenza del virus si intende fino a quando il sistema sanitario regge. Quando torneranno a salire ricoveri e TI si tornerà in lockdown, per poi tornare a "fase 2" quando i casi torneranno a calare. Sti calendari o pseudotali che stanno facendo i vari sport sono meramente simbolici. Fino al vaccino non ci sarà più nessun'evento sportivo.
ma dipende di quanto risaliranno i contagi, tendo ad escludere che si ritornerà ai numeri del primo lockdown, ipotizzo che saranno numeri più contenuti, mi riferisco ai casi da ospedalizzare o in TI.
Non vedo i presupposti per precipitare nuovamente nell'emergenza a meno che gli italiani non siano totalemente rimbambiti.
Se saranno numeri più gestibili dubito che ci rinchiuderanno nuovamente.
I presupposti ci sono tutti a mio modo di vedere.


FC 2019: 3°
1° Vuelta buena
FC 2018: 9°
1° Giro anch'io
3° Vuelta
FC 2017: 2°
2° Super Tour
2° Vuelta
2° Super Vuelta
FC 2016: 6°
3° Giro
3° Tour

herbie
Messaggi: 4906
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da herbie » venerdì 1 maggio 2020, 2:50

CicloSprint ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 19:16
Rhaegar ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 16:50
jumbo ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 11:56
Tutti dicono che la fase 2 è la fase di convivenza con il virus.
Se si convive con il virus, si accetta che ci saranno più persone che si contagiano, rispetto ad una fase in cui stiamo tutti chiusi nelle nostre case e ci sono solo limitate attività esterne.
Questo vale per tutto, ciclismo compreso.
L'alternativa è chiudere tutto fino a un incerto evento favorevole che, non si sa se, come e quando, azzererà il rischio.
Per convivenza del virus si intende fino a quando il sistema sanitario regge. Quando torneranno a salire ricoveri e TI si tornerà in lockdown, per poi tornare a "fase 2" quando i casi torneranno a calare. Sti calendari o pseudotali che stanno facendo i vari sport sono meramente simbolici. Fino al vaccino non ci sarà più nessun'evento sportivo.
E anche fino a quando ci sarà anche una cura ?
in realtà, cure efficaci esistono già, e si tratta di farmaci di comune utilizzo.
Il problema è che la diagnosi, a differenza di quello che è successo nella quasi totalità dei casi in Italia, deve essere pronta, per iniziare la cura farmacologica prima possibile. E' una cosa elementare nella cura di qualunque malattia, ma da noi non è successo, a differenza della Germania.
Viceversa, utilizziamo i tamponi come strumento statistico, e non diagnostico, su persone che hanno superato il virus da settimane, sulle quali, fatta la giusta quarantena, è pressochè inutile. La persona può risultare positiva al virus , ma questo, a distanza di settimane, non significa che sia significativamente contagiosa. Chiaro che a letto con uno che ha avuto una qualunque infezione virale un mese fa, sarebbe meglio non andarci...ma siamo alle più scontate precauzioni.



pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » venerdì 1 maggio 2020, 9:44

lumacher ha scritto:
venerdì 1 maggio 2020, 0:58
pietro ha scritto:
giovedì 30 aprile 2020, 21:04
Io dico una cosa:
Come si cerca giustamente di far riaprire il prima possibile, sempre in sicurezza, bar, ristoranti, parrucchieri, ecc... bisogna cercare anche di far ripartire lo sport al più presto.
Ci sono migliaia di persone solo nel nostro paese che lavorano nel mondo dello sport e non possono permettersi di aspettare che venga trovato un vaccino.
Sono d'accordo che sia più facile gestire le corse di un giorno rispetto ai grandi giri, ma anche per questi ultimi bisogna rischiare sennò in molti perderanno il lavoro proprio come per altri mestieri.
A volte sembra che nel mondo dello sport ci siano solo atleti e ricconi che gestiscono club/squadre...
Speremo ben :cincin:
Tutto vero, verissimo. E infatti mi riguarda personalmente. Ma voglio proprio vedere quel prefetto che autorizza una corsa ciclistica nei prossimi mesi.....
Esatto, è questo il problema.
Credo infatti che debba esserci una unità quantomeno nazionale nel far disputare o meno le corse ciclistiche per non lasciare il tutto in mano ad un prefetto



maurofacoltosi
Messaggi: 3941
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » domenica 3 maggio 2020, 2:13

ASO annulla anche l'Arctic Race of Norway (6-9 agosto) e il Deutschland Tour (23-23 agosto)

https://www.arctic-race-of-norway.com/e ... l-2021/588

https://www.deutschland-tour.com/en/home


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

kokkelkoren
Messaggi: 253
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da kokkelkoren » domenica 3 maggio 2020, 11:23

il fatto che vengano annullati eventi programmati tra 4 mesi non lascia presagire nulla di buono :(
Peraltro pensavo che Agosto fosse il mese ideale per vedere almeno qualche gara



maurofacoltosi
Messaggi: 3941
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » domenica 3 maggio 2020, 11:37

kokkelkoren ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:23
il fatto che vengano annullati eventi programmati tra 4 mesi non lascia presagire nulla di buono :(
Peraltro pensavo che Agosto fosse il mese ideale per vedere almeno qualche gara
Tieni presente che quelle sono due corse di ASO, che vorrà tenersi concentrata sul Tour e non avrà molto tempo per mettere in piedi la baracca. Inoltre ad agosto - se ci sarà la possibilità di correre in Francia - loro dovranno organizzare anche il Delfinato e penso che nonostante la struttura colossale che conosciamo, aver due-tre corse a tappe da gestire quasi in contemporanea o a distanza ravvicinata diventa complicato anche per loro.
Ultima modifica di maurofacoltosi il domenica 3 maggio 2020, 11:42, modificato 1 volta in totale.


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Winter
Messaggi: 15690
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Winter » domenica 3 maggio 2020, 11:40

Oggi as anticipa il calendario

https://as.com/ciclismo/2020/05/02/mas_ ... 94890.html

Roubaix il 1 novembre
lombardia il 14 novembre

Vuelta tra 20 ottobre e 9 novembrr



pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » domenica 3 maggio 2020, 12:05

maurofacoltosi ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:37
kokkelkoren ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:23
il fatto che vengano annullati eventi programmati tra 4 mesi non lascia presagire nulla di buono :(
Peraltro pensavo che Agosto fosse il mese ideale per vedere almeno qualche gara
Tieni presente che quelle sono due corse di ASO, che vorrà tenersi concentrata sul Tour e non avrà molto tempo per mettere in piedi la baracca. Inoltre ad agosto - se ci sarà la possibilità di correre in Francia - loro dovranno organizzare anche il Delfinato e penso che nonostante la struttura colossale che conosciamo, aver due-tre corse a tappe da gestire quasi in contemporanea o a distanza ravvicinata diventa complicato anche per loro.
Concordo.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4644
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Patate » domenica 3 maggio 2020, 12:06

1588452181_094890_1588452252_noticia_normal.jpg
1588452181_094890_1588452252_noticia_normal.jpg (93.33 KiB) Visto 1449 volte
Dall'articolo linkato da Fabio poco sopra
Ultima modifica di Patate il domenica 3 maggio 2020, 12:09, modificato 1 volta in totale.


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » domenica 3 maggio 2020, 12:08

Winter ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:40
Oggi as anticipa il calendario

https://as.com/ciclismo/2020/05/02/mas_ ... 94890.html

Roubaix il 1 novembre
lombardia il 14 novembre

Vuelta tra 20 ottobre e 9 novembrr
Da un lato mi fa piacere che venga sfruttato novembre, come avevo auspicato, dall'altra preferirei di gran lunga invertire le due date e in mezzo piazzare la Sanremo.
Ultima modifica di galliano il domenica 3 maggio 2020, 13:23, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » domenica 3 maggio 2020, 12:25

Patate ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 12:06
Dall'articolo linkato da Fabio poco sopra
Terribile la posizione della Liegi.
Male anche non sfruttare il we di ferragosto.



qrier
Messaggi: 845
Iscritto il: giovedì 7 maggio 2015, 15:12

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da qrier » domenica 3 maggio 2020, 12:32

Non mi sembra il massimo.

Agosto e settembre vanno bene.
Ma piuttosto farei il Lombardia il 31 ottobre, più vicino al Giro (così molti corridori possono rimanere in zona).
E preferisco si facciano le classiche del pavè durante il Giro, non la Liegi. Freccia e Liegi le farei in novembre.

E' un calendario che penalizza troppo il Giro, con quasi tutte le classiche durante il Giro e con il Lombardia troppo lontano.



Fantamatusa
Messaggi: 201
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 17:14

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Fantamatusa » domenica 3 maggio 2020, 12:42

qrier ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 12:32
Non mi sembra il massimo.

Agosto e settembre vanno bene.
Ma piuttosto farei il Lombardia il 31 ottobre, più vicino al Giro (così molti corridori possono rimanere in zona).
E preferisco si facciano le classiche del pavè durante il Giro, non la Liegi. Freccia e Liegi le farei in novembre.

E' un calendario che penalizza troppo il Giro, con quasi tutte le classiche durante il Giro e con il Lombardia troppo lontano.
La mia posizione ricalca sostanzialmente la tua



pietro
Messaggi: 1080
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da pietro » domenica 3 maggio 2020, 12:44

qrier ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 12:32
Non mi sembra il massimo.

Agosto e settembre vanno bene.
Ma piuttosto farei il Lombardia il 31 ottobre, più vicino al Giro (così molti corridori possono rimanere in zona).
E preferisco si facciano le classiche del pavè durante il Giro, non la Liegi. Freccia e Liegi le farei in novembre.

E' un calendario che penalizza troppo il Giro, con quasi tutte le classiche durante il Giro e con il Lombardia troppo lontano.
Si, se questo sarà il calendario definitivo e il Giro non verrà accorciato di tre giorni non avremo classicomani al via.
Il discorso cambia se saltano le tre tappe ungheresi



qrier
Messaggi: 845
Iscritto il: giovedì 7 maggio 2015, 15:12

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da qrier » domenica 3 maggio 2020, 12:58

Prendendo come validi i mesi di agosto e settembre, per il resto farei così:

3/10-25/10 GIRO D'ITALIA
7/10 Dwars door Vlanderen
11/10 Giro delle Fiandre
14/10 Gand Wevelgem
18/10 Parigi Roubaix
21/10-8/11 VUELTA
28/10 Amstel Gold Race
31/10 Lombardia
4/11 Freccia Vallone
8/11 Liegi



Stylus
Messaggi: 1215
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Stylus » domenica 3 maggio 2020, 13:01

Fatto curioso.
- La Vuelta ha già annunciato il taglio della partenza olandese e l'accorciamento a 18 tappe
- Il Giro in un primo momento aveva annunciato la cancellazione della partenza dell'Ungheria e potrebbe essere confermata (non si tratta solo di rischio covid, ma di necessario adattamento logistico alle misure di distanziamento sociale, servirebbe per esempio il triplo degli aerei previsti)
- Il TDF sarebbe dovuto partire il 29 agosto, ma il governo ha imposto lo stop di tutti gli eventi con più di 5000 persone fino a settembre (quindi necessariamente anche il Tour, e tutte le notizie che riportano la conferma della data sono solo indiscrezioni giornalistiche confermate da nessuno) e quindi da calendario dovrebbe essere ritardato di 3 giorni oppure, rinunciare a tre tappe.

Ergo, potrebbe andare a finire che tutti e 3 i GT quest'anno durino 18 tappe



Winter
Messaggi: 15690
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da Winter » domenica 3 maggio 2020, 13:18

Il tour partirà il 29
se ci saranno restrizioni o meno di pubblico , a oggi , partirà comunque il 29

Anche io preferirei il calendario di qrier
però non mi dispiace nemmeno quello attuale
sarebbero 3 mesi e mezzo con tanto ciclismo



nikybo85
Messaggi: 3175
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 3 maggio 2020, 14:25

Io , più si va avanti e più penso che avrei voluto il calendario normale a partire dalla data di ripartenza, con cancellazioni delle corse precedenti. Recupero solo per quelle corse trainanti come GT e forse le classiche, solo le più importanti.



dietzen
Messaggi: 6230
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da dietzen » domenica 3 maggio 2020, 16:00

maurofacoltosi ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:37
kokkelkoren ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 11:23
il fatto che vengano annullati eventi programmati tra 4 mesi non lascia presagire nulla di buono :(
Peraltro pensavo che Agosto fosse il mese ideale per vedere almeno qualche gara
Tieni presente che quelle sono due corse di ASO, che vorrà tenersi concentrata sul Tour e non avrà molto tempo per mettere in piedi la baracca. Inoltre ad agosto - se ci sarà la possibilità di correre in Francia - loro dovranno organizzare anche il Delfinato e penso che nonostante la struttura colossale che conosciamo, aver due-tre corse a tappe da gestire quasi in contemporanea o a distanza ravvicinata diventa complicato anche per loro.
inoltre in germania fino al 31 agosto gli eventi con molte persone (quindi anche solo contando corridori e staff al seguito per una corsa ciclistica) non si possono svolgere.


Di Rocco non è il mio presidente

34x27
Messaggi: 3594
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da 34x27 » domenica 3 maggio 2020, 16:53

Si sa nulla delle corse non WT disputabili dall'1 luglio?


HEY MOTO

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13910
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da galliano » domenica 3 maggio 2020, 18:23

34x27 ha scritto:
domenica 3 maggio 2020, 16:53
Si sa nulla delle corse non WT disputabili dall'1 luglio?
Se annullano le corse in Germania e Norvegia che sono messe molto.bene come numeri, figuriamoci negli altri stati.
Temo che in Europa non si faranno corse fino ad agosto.
Una flebile possibilità forse la Spagna.



qrier
Messaggi: 845
Iscritto il: giovedì 7 maggio 2015, 15:12

Re: Corse 2020

Messaggio da leggere da qrier » domenica 3 maggio 2020, 20:01

Austria e Svizzera non sono masse male, se volessero fare corse.
Così come il Portogallo.




Rispondi